BRAND STRATEGY

Zacapa celebra le donne che lo hanno reso un dei migliori rum al mondo

- # # # # #

Zapaca Rum

Per la Festa della Donna, la fotografa Nicolee Drake ha immortalato le donne 
che contribuiscono ogni giorno al successo di Zacapa, uno dei rum più apprezzati al mondo.

Nei floridi e verdeggianti altipiani del Guatemala, una comunità Maya composta da oltre 700 donne sta letteralmente intessendo la propria strada verso l’autonomia e l’empowerment, realizzando a mano le intricate fasce di petate (foglie di palma intrecciate), che impreziosiscono le bottiglie del rum Zacapa.

Ispirata da queste donne uniche, in occasione della Festa della Donna, la fotografa e Instagrammer Nicolee Drake si è recata in Guatemala per immortalare con i suoi scatti le loro straordinarie storie e conquiste.

Nicolee ha raffigurato queste donne intente a realizzare artigianalmente le fasce che ornano ogni bottiglia di Zacapa 23 e ha incontrato la Master Blender che ha reso grande questo distillato: Lorenza Vásquez, 30 anni di esperienza e una delle “25 Donne Più Influenti del 2015” secondo il magazine “PEOPLE en Español”. Lorena è una delle poche donne leader in un’industria tradizionalmente dominata da uomini e coordina i lavori per supportare le tessitrici di petate.

“In quanto donne, dobbiamo prendere posizione e supportarci a vicenda, dandoci forza l’un l’altra per fare progressi insieme. Se non ci pensiamo noi, chi lo farà? Personalmente, mi pacerebbe vedere più donne che riescono a conquistare i vertici. Io sono orgogliosa di ricoprire una posizione che mi permetta di fare davvero la differenza, non solo per le donne, ma anche per la comunità di cui faccio parte; così ho modo di restituire parte di tutto ciò che la comunità stessa ci dà”, ha dichiarato Lorena Vásquez.

Con l’aiuto di Zacapa, queste donne progressiste hanno scardinato le norme sociali che le volevano a casa con i mariti al lavoro. Infatti, hanno sfruttato la propria abilità manuale per creare un’opportunità lavorativa, garantendosi un guadagno fisso per sostenere le proprie famiglie. Così, il loro livello sociale si è alzato e le generazioni più giovani riescono più facilmente a ricevere un’istruzione rispetto a prima.

Ma intessere petate non vuol dire solo garantirsi un reddito: questa attività, infatti, è un lavoro che può essere svolto direttamente in casa, dando a queste donne il lusso di avere il tempo di occuparsi delle proprie famiglie (una parte essenziale della cultura Maya). E il tempo è proprio l’elemento più importante per Zacapa, che ne fa il focus di tutto il processo di distillazione del rum, dalla miscelazione all’invecchiamento e al momento finale da dedicare alla degustazione del liquore.

“Queste donne hanno affrontato impressionanti avversità: molte, ad esempio, sono rimaste vedove a causa del conflitto armato in Guatemala (1960-1996). È stato straordinario vedere il notevole miglioramento della loro vita, come anche delle loro famiglie. Amo davvero incontrare donne come Ana, con altre sette sorelle cresciute dalla madre rimasta vedova, che ha dovuto trovare il modo di sostenersi da sola economicamente. Per questo motivo, Ana intesse fasce di petate, e con il ricavato ha deciso di finanziarsi gli studi per diventare insegnante: ora è all’ultimo anno di corso”, ha affermato Nicolee Drake. “Durante la Festa della Donna, così come ogni altro giorno dell’anno, le donne di tutto il mondo combattono per ottenere condizioni di vita migliori. Io stessa ho potuto vedere in prima persona il ruolo che sta ricoprendo Zacapa nel fornire a queste donne una base per raggiungere la propria autonomia”.

La tessitura delle fasce di petate è una tradizione tramandata di madre in figlia. I Maya, infatti, ritengono che il petate rappresenti l’unione di cielo e terra, sole e luna, spirito e corpo, che come le fasce non hanno inizio né fine. È un processo artigianale, come la creazione di Zacapa, che non si può affrettare. Petate e Zacapa sono entrambi opere d’arte, realizzati con cura e pazienza dalle abili mani di queste donne.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Zacapa lancia “The art of slow”, la nuova campagna dedicata al rum guatemalteco

- # # # # #

È on air la nuova campagna di comunicazione di rum Zacapa, il prestigioso distillato guatemalteco da molti definito ‘il cognac dei rum’ e considerato tra i migliori al mondo. La campagna, che prevede soggetti per la stampa e per il web, coinvolge i principali mercati europei (Spagna, Germania, Nordics e Inghilterra). Il debutto in Italia è previsto a ottobre 2015 con una pianificazione sui principali titoli lifestyle (70%) e sul web (30%).
Il concept creativo nasce dalla riflessione del brand sul tema del tempo inteso come dimensione della quale riappropriarsi per poter godere a pieno dei piaceri della vita.  Da qui il nuovo claim ‘The art of slow’, invito al consumatore a vivere la vita in modo meno frenetico e insieme celebrazione dell’arte della distillazione fatta di paziente attesa nel lasciare il giusto tempo all’invecchiamento del rum per poter offrire un’esperienza sensoriale senza precedenti.
Il soggetto ADV, creato ad hoc dall’illustratore tedesco Olaf Hajek – che vanta già prestigiose collaborazioni con titoli internazionali – racconta attraverso il suo stile iconico tutta la magia e la mistica forza della terra guatemalteca dove nasce Zacapa.
Dalle nubi che avvolgono il disegno così come circondano gli altopiani a 2.300 metri di altitudine dove invecchia il distillato, emergono luoghi ed elementi legati al brand come il fiore simbolo del Guatemala, l’orchidea, la lava della terra vulcanica che si trasforma in petate – la fascia di foglie di palma intrecciate che cinge da sempre la bottiglia di Zacapa – e le botti raccolte nello schema a piramide tipico del metodo Solera adottato durante l’invecchiamento del distillato.
Quello della nuova campagna Zacapa è un viaggio per immagini che vuole celebrare il rapporto tra la terra e il cielo, tra l’uomo e il tempo, tra la bellezza della natura e la capacità di saperla apprezzare gustando l’arte della lentezza.

Le Relazioni Pubbliche in Italia sono seguite dall’Agenzia Attila&Co. Media a cura di Carat.

articoli correlati