AZIENDE

‘Non c’è niente di più vivo dell’alluminio’: la campagna di sensibilizzazione del CIAL

- # # # # #

Partirà il 25 maggio e proseguirà sino all 22 giugno la nuova campagna di sensibilizzazione realizzata da Wrong Advertising per la raccolta differenziata dell’alluminio promossa dal CIAL, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in alluminio, assieme alla Società Amsa e al Comune di Milano. Il punto di partenza è l’infinita riciclabilità del metallo.

 

Tre i soggetti della campagna in cui campeggiano altrettanti oggetti di alluminio: una lattina, una scatoletta e un tubetto di dentifricio che, dopo essere stati utilizzati si trasformano in una vaschetta, una bomboletta spray e un foglio per alimenti, tutti “vivissimi” e nuovi di zecca. Il titolo recita “Non c’è niente di più vivo dell’alluminio”. La comunicazione “occuperà” letteralmente i mezzi pubblici di Milano per quasi un mese, con 360 vetture di superficie interamente personalizzate con cartelli e vetrofanie e con poster di grandi dimensioni presenti in 58 stazioni della metropolitana.

 

E non a caso i protagonisti della campagna sono proprio le principali tipologie di imballaggi in alluminio. Uno degli obiettivi è infatti quello di ricordare a tutti i cittadini di mettere nel sacco giallo della raccolta multi-materiale non solo le lattine per bevande ma anche bombolette spray (profumi, lacche, deodoranti, panna), tubetti (conserve, cosmetici, creme, prodotti sanitari), capsule e tappi (per bottiglie di olio, vino, liquori, acqua), foglio sottile per alimenti (come quello del rotolo che usiamo in cucina, involucri del cioccolato, coperchi dello yogurt, ecc.), vaschette (per conservare alimenti o come quelle del cibo per gatti) e scatolette (tonno, carne, pesce, legumi, creme).

articoli correlati