BRAND STRATEGY

Campagna stampa per Widiba: #weareadvisors. Firma casiraghi greco&

- # # # # #

widiba

Alla fine di febbraio si era chiusa la gara indetta da Widiba, la banca online del Gruppo Montepaschi, alla ricerca della nuova agenzia creativa per tutte le attività di advertising 2018.

Al primo posto degli obiettivi della comunicazione Widiba c’è la volontà di lavorare per un aumento costante della brand awareness del marchio, focalizzandosi nell’affermare la superiorità dell’esperienza bancaria Widiba in termini di usability, prodotti e consulenza finanziaria. La finalità ultima è di cercare di consolidare l’identità della banca sul mercato e del suo modello di servizio che unisce una piattaforma tecnologicamente evoluta a una rete di oltre 600 Personal Advisor sul territorio nazionale.

L’incarico, dopo la consultazione che ha coinvolto 5 agenzie, è stato assegnato a casiraghi greco&, l’agenzia guidata da Cesare Casiraghi.

La prima attività 2018 è stata la realizzazione di una campagna stampa per affermare il posizionamento di Widiba come Banca Rete: una creatività che valorizza le squadre di consulenti finanziari all’interno del loro territorio, attraverso l’individuazione di un piano media composto da testate locali specifiche per ciascuna regione.

Protagonisti della campagna stampa sono proprio i consulenti finanziari Widiba, fotografati insieme ai colleghi della loro squadra guidata dall’Area Manager, attraverso un “tour” produttivo che ha visto toccare le principali città italiane (Milano, Bologna, Roma, Napoli, Palermo, Cagliari, Bari, Treviso), con 20 scatti fotografici e con 600 consulenti.

ll tutto veicolato anche dall’hasthag #weareadvisors.

Oltre all’aspetto creativo, la casiraghi greco& si è occupata anche di curare la produzione, in ogni suo dettaglio, e la post produzione.

 

Credits
Direttore creativo: Cesare Casiraghi
Copywriter: Elisa Maino
Art director: Stefano Faustinelli
Account supervisor: Gianni Mercuri

articoli correlati

AZIENDE

Widiba, le filiali virtuali sono realtà: nasce Widiba Home, la nuova VR bancaria

- # # # # # #

Widiba Home

Si può ora affermare con certezza: la Virtual Reality la Mixed Reality è ufficialmente sbarcata nel mondo bancario. Tutto questo ad opera di Widiba, banca nata dalla costola digitale del Monte dei Paschi di Siena, che (dopo aver lanciato lo scorso novembre Wise, piattaforma di consulenza) ha presentato oggi a Milano, alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, tutta una serie di futuristiche novità orientate alla tecnologizzazione della user experience in ambito bancario. Andrea Cardamone, il CEO di Widiba, ha infatti annunciato il lancio ufficiale di 252 nuove filiali della banca, tante quante erano i visori VR consegnati ai presenti. Il nuovo progetto si chiama infatti Widiba Home, una nuova “realtà” bancaria pensata proprio per semplificare la vita bancaria dell’utente, a partire dal divano di casa propria. Per poi passare alla Mixed Reality nei propri uffici, grazie a Widiba Dialog, visore, sviluppato insieme a Microsoft, che permette di unire una conversazione con un consulente bancario a tutta una serie di informazioni virtuali. “Abbiamo incrociato gli ultimi trend della tecnologia, studiato le nuove prospettive e alcuni tra i possibili scenari che impattano il mondo della distribuzione in generale” commenta Andrea Cardamone, CEO di Widiba. “Abbiamo calato tutto ciò nella nostra industria, quella bancaria, individuando nuovi percorsi che attraverso forme tecnologicamente semplici ed economicamente sostenibili, ci permettono di recuperare e restituire fedelmente l’esperienza di una filiale tradizionale. Un lavoro che dalla strategia alla scrittura del codice, ha la targa Widiba ed ancora una volta ci pone nell’equilibrio ottimale tra modello di servizio ed eccellenza nella consulenza finanziaria”.

Widiba Home: la filiale in Virtual Reality
Widiba lancia Widiba Home e ripropone, prima al mondo, l’esperienza della tradizione attraverso le tecnologie di ultima generazione. Comandi oculari e vocali anche accompagnati dalla presenza di un umanoide restituiranno un modello di relazione semplificato e immediato. Scaricando l’app e indossando solo un paio di “occhiali”, da metà novembre sarà possibile entrare nella filiale Widiba, un’agenzia vera e propria riprodotta virtualmente in ogni suo particolare di arredo.
Il cliente potrà vivere una nuova prossimità della banca e avere un servizio 24x7x365. All’utente sarà sufficiente voltare la testa per vedere ciò che accade intorno a sé e comunicare vocalmente con l’umanoide per poter effettuare le disposizioni che desidera. Ancora una volta Widiba sviluppa un progetto di cui è proprietaria dell’idea strategica così come dello sviluppo.

Widiba Dialog: la Mixwd Reality negli uffici dei consulenti finanziari
Widiba stringe una partnership con Microsoft per l’utilizzo di HoloLens, il primo computer olografico al mondo in grado di dare forma a una realtà mista, in cui il mondo reale si fonde con ologrammi virtuali. Una modalità che consentirà ai consulenti finanziari, sia di condividere informazioni, sia di accedere a strumenti e report di consulenza globale. Un arricchimento del dialogo, da cui il nome della piattaforma (Dialog), tra consulente e cliente per rendere incisiva la relazione attraverso un’esperienza immersiva. Grazie alla visiera trasparente, l’advisor potrà proiettare ad esempio il report sull’analisi dei bisogni, così come la situazione del portafoglio o una nuova proposta di consulenza. Il cliente, sfruttando la capacità di HoloLens di comprendere i movimenti, potrà confermare la proposta elaborata tramite la piattaforma Wise di robo for advisor. Un sistema che trasforma le password dispositive in gesti rendendo ancora più immediata la fruizione della parte transazionale della banca. Inoltre, il cliente, sempre negli uffici dei consulenti finanziari, potrà utilizzare il device per accedere in modalità self service ed effettuare anche disposizioni bancarie con un mix di comandi vocali e gestuali supportati da un assistente virtuale, nuovo “partner” a supporto dei consulenti per consolidare il livello di servizio verso i loro clienti.

“La tecnologia è un fattore sempre più strategico per la trasformazione dei modelli di business delle organizzazioni di ogni dimensione e settore. Il futuro appartiene alle aziende che sapranno sfruttare i dati per trarne informazioni strategiche, così da poter offrire ai propri clienti servizi nuovi ed esperienze sempre più complete. Siamo felici di accompagnare Widiba in questo progetto di innovazione reale, capace di migliorare e arricchire l’esperienza dei correntisti” spiega Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. Widiba Dialog sarà frutto di un processo di co-creazione. La prima fase del set up avverrà con il team Widiba e Microsoft, nel suo headquarter americano a Seattle, per poi aprire il dialogo sul web con gli utenti che, con i loro suggerimenti, potranno partecipare alla costruzione attiva dell’applicazione così come è stato per la nascita della banca. Entro dicembre 2017 le prime istallazioni.

Widiba Sttreet: la “Delivery Bank”
Widiba porterà il concetto di prossimità della banca anche sulla strada. Un mezzo itinerante all’interno del quale fruire della banca a 360°, dal prelievo dei contanti alla componente informativa e dispositiva tramite mixed reality. Per determinare la presenza della street bank sul territorio, Widiba utilizzerà il suo datamart per creare segmenti dinamici in base ai bisogni che vengono osservati in una determinata zona. Questo consentirà a Widiba di essere presente là dove c’è maggior esigenza e concentrazione di utenti minimizzando i tempi di delivery.

articoli correlati

AZIENDE

Wise, la nuova piattaforma di consulenza lanciata da Widiba, con il primo mutuo 100% digitale

- # # # # #

Nasce Wase di widiba

Widiba lancia Wise la piattaforma di consulenza che definisce un nuovo benchmark sul fronte della relazione. Il nome nasce dalla radice dell’acronimo Widiba (WIse DIalog BAnk). Sarà la prima banca europea con professionisti certificati secondo uno standard di qualità internazionale da un ente terzo, accreditato e indipendente.

La banca si propone, infatti, di elevare l’attività dei propri consulenti finanziari a consulenti patrimoniali, offrendo loro dei percorsi certificati per approfondire nei clienti la conoscenza dei propri bisogni e dei propri investimenti. Il consulente Widiba, sarà certificato come pianificatore economico-finanziario-patrimoniale personale, in virtù della combinazione tra le sue capacità dimostrate, la piattaforma di “intelligence” a supporto, unica nel suo genere, e il processo di consulenza a sua disposizione: il tutto col fine ultimo di creare valore per il cliente.

La piattaforma robo for advisor, infatti, conuiuga tecnologia e innovazione ai massimi livelli e si pone  al servizio dell’intero ciclo di lavoro del consulente. La logica di robo for advisor aiuta il consulente in tutte le dimensioni del suo rapporto: dalla profilazione del cliente alla costruzione dei portafogli, dall’esecuzione automatica degli ordini al monitoraggio costante nel tempo. Un’unica piattaforma integrata con tutti gli strumenti gestionali, disponibile anche in mobilità, con un’interfaccia semplice e aggiornata in tempo reale. Ciò consentirà ai 628 consulenti finanziari, presenti sul tutto il territorio nazionale, di conoscere il cliente in maniera ancor più profonda, non solo da punto di vista finanziario, per supportarlo nel life planning e monitorare i risultati nel tempo.

Una consulenza di Widiba fondata su quattro basi solide.
Life intelligence: il processo esclusivo di Widiba per conoscere i bisogni e gli obiettivi del cliente, e potergli quindi offrire un piano sostenibile e personalizzato. Un approccio innovativo che parte da un profiling, anche predittivo mediante l’utilizzo di fenotipi e big data, che restituisce al cliente un report approfondito con allocazione della ricchezza per bisogni. In più, il percorso integra l’analisi immobiliare e gli asset finanziari presso terzi, per avere sotto controllo il perimetro complessivo.
Global Advice: il robot personale a disposizione del consulente per la composizione dei portafogli. Consente di elaborare soluzioni di asset allocation automatizzate e sempre personalizzabili, e di effettuare analisi e simulazioni real time di portafoglio in termini di rischio, rendimento e aderenza agli obiettivi. Execution Hub: lo strumento automatizzato per gestire gli ordini con la massima efficienza operativa, con la firma grafometrica e totalmente paperless.
Analytics & Domotics: tanti nuovi strumenti integrati di controllo e monitoraggio per una gestione a tutto tondo di ogni singolo cliente e dell’intero portafoglio del consulente, per avere sempre il quadro della situazione real time gestendo il quotidiano e pianificando il futuro.

Dopo aver introdotto per prima nel sistema la completa digitalizzazione del processo di apertura del conto e della portabilità, Widiba completa ora l’offerta dei servizi bancari con il lancio del primo mutuo in Italia 100% digitale e completamente paperless, dalla richiesta con firma digitale fino all’invio online dell’intera documentazione al notaio. , Il mutuo digitale. disponibile a tasso variabile o fisso, con una durata massima di 30 anni e un importo finanziabile fino a 1.000.000 di Euro, anche per l’acquisto della seconda casa e la surroga, è a zero spese, con pricing al top del mercato. Con 5 giorni per la conferma e 30 giorni per l’erogazione, i più rapidi sul mercato, e con  il costante supporto di un “tutor” specializzato, l’intero percorso, dalla preventivazione al pagamento delle rate, è caratterizzato da un’interfaccia semplice e veloce con un linguaggio naturale e intuitivo. Per i clienti che sottoscrivono il mutuo Widiba, è inoltre disponibile un servizio di analisi immobiliare sempre aggiornato utile per tenere sempre sotto controllo nel tempo l’immobile, il prezzo di mercato, il grado di liquidabilità, la volatilità del prezzo e le attività e passività che genera. Anche grazie ai mutui, Widiba allarga il perimetro della consulenza finanziaria e, a 24 mesi dalla sua nascita, diventa ancora più completa e competitiva.

 

articoli correlati

AGENZIE

Dude vince la gara Widiba per tutte le attività di comunicazione

- # # #

widiba dude

Dopo una gara durata un mese che ha coinvolto altre tre agenzie, Dude si è aggiudicata il pitch creativo indetto da Widiba. Diventano così tre gli anni consecutivi in cui l’agenzia guidata da Lorenzo Del Bianco e Davide Baldi, con la direzione creativa esecutiva di Livio Basoli e Lorenzo Picchiotti, affianca la banca del Gruppo Montepaschi nello sviluppo di tutte le attività di comunicazione, dalle campagne ATL a tutte le attività digital.
Dude ha infatti seguito Widiba fin dal suo lancio nel 2014, lavorando a quattro mani con il team di marketing e comunicazione, guidato da Emilio Martano, per identificare un posizionamento e una brand image che rispecchiassero l’identità “No Ordinary” della banca.
Un percorso che, dalla sua apertura, ha visto l’azienda registrare una costante crescita e risultati sempre in positivo e che continuerà nei prossimi 12 mesi con l’obiettivo di rafforzare awareness e percepito, incrementando ulteriormente il proprio parco clienti.

articoli correlati

AZIENDE

La nuova Widiba: “e se il motore di ricerca più rivoluzionario di sempre fosse una banca?”

- # # # # #

Widiba dà il via al suo nuovo corso

Qual è la prima che facciamo dopo aver comprato un gioco? È, ovviamente, giocarci. Nonostante spesso ci siano di mezzo delle istruzioni da seguire, e il gioco non sia dei più semplici ad un primo impatto. “Il gioco del Risiko è composto da due cose: dalle istruzioni e dalla strategia” spiega, raccontando il nuovo corso di Widiba (online bank del gruppo Montepaschi) in una conferenza tenutasi allo spazio Bou Tek questa mattina a Milano, Andrea Cardamone, CEO della banca digitale. “Se le prime servono per comprendere al meglio le regole del gioco, la seconda è fondamentale per vincere. Ripensando al nuovo corso che abbiamo voluto dare alla nostra banca, e guardando ai siti tutti gli altri player del settore, ci siamo preoccupati di cosa fosse necessario fare per portare la nostra banca nel futuro. E a quel punto ci siamo domandati: e se togliessimo le istruzioni?”. Parole che, a una prima lettura, potrebbero non essere chiarissime, ma che una volta data un’occhiata al nuovo sito si rivelano in tutta la loro forza: Widiba è diventato ormai un motore di ricerca, che “ha sostituito tutte le risposte che i siti bancari danno con una semplice domanda: cosa vuoi fare?”.

Un risultato, questo, che è stato raggiunto smontando i livelli di complessità della piattaforma, recuperando il DNA digitale (e non) del consumatore che non deve più apprendere processi complessi per ottenere un risultato semplice. Il nuovo motore di ricerca è un progetto tutto italiano, sviluppato interamente nei laboratori Widiba con tecnologia open source. Tre i principi ispiratori di questa evoluzione. Innanzitutto lo studio dei comportamenti dei consumatori all’interno degli ambienti digitali non bancari, e del loro modo di interagire e di cercare risposte ai propri bisogni quotidiani. In secondo luogo, la convergenza sempre maggiore verso modelli digitali, diretti e multicanale, che vede i player, in maniera trasversale, creare nuovi paradigmi linguistici e di user experience diversi e differenzianti. Infine, l’introduzione della nuova normativa sulla portabilità dei conti correnti che rende più dinamica la competizione tra i peers e il passaggio a un nuovo istituto di credito da parte di un utente. Queste trasformazioni, già oggi, ma soprattutto nei prossimi anni, vedranno in maniera ancora più forte rispetto al passato uno spostamento della competenza informativa e dispositiva dallo specialista dello sportello al cliente finale con una complessità per quest’ultimo: reimparare ogni volta un linguaggio, capire dove trovare le informazioni e come fare disposizioni.
È per questo motivo che Widiba ha pensato di cancellare le distanze tra il cliente e quello che sta cercando attraverso un’interfaccia semplice e familiare. L’utente viene guidato naturalmente a rispondere alla domanda “Cosa vuoi fare” e può usare le sue parole, quelle di tutti i giorni, per cercare o eseguire un’operazione. L’intuizione è stata quella di creare un nuovo linguaggio utilizzando tre semplici segni: “?” per farsi una domanda, “:” per accedere alle informazioni e un “#” per fare disposizioni. Non si tratta quindi solo di un motore di ricerca, ma della banca nel suo insieme. L’utente all’interno trova tutto quello che ha fatto e anche quello che vuole fare.

articoli correlati

MOBILE

Widiba lancia l’app che parla il linguaggio dei clienti

- # # #

Widiba

Widiba semplifica ulteriormente l’utilizzo quotidiano della banca lanciando una nuova esperienza tecnologica. La nuova app è stata pensata per garantire un’esperienza sempre più personalizzata che parla il linguaggio che i clienti utilizzano tutti i giorni nelle loro interazioni, reali o digitali. Scompare il classico menù per dare centralità al bisogno dispositivo dei consumatori che potranno accedere alle operazioni principali da una schermata unica.

L’accesso all’applicazione è garantito dalla miglior tecnologia di sicurezza tramite l’utilizzo della voce che diventa la password per il log in. Inoltre, è possibile inquadrare il QR Code dei bollettini e Widiba li auto compila, oppure inviare e ricevere denaro real time attraverso il numero di cellulare con il sistema MoviPay. Il portafoglio e la watchlist sono sempre sotto controllo monitorando in tempo reale l’andamento dei mercati.

L’app consente di assegnare a ogni spesa una categoria, archiviare uno scontrino, con spazio illimitato per l’archiviazione, o indicare il luogo dove è stata effettuata la spesa, rendendo così più semplice e immediato il rendiconto periodico. Infine, i clienti potranno personalizzare la propria app scegliendo il colore che in quel momento rappresenta il loro mood.

La nuova applicazione conferma ancora una volta l’approccio strategico di Widiba, che punta da sempre sull’innovazione tecnologia per la semplificazione dei processi e per il miglioramento del rapporto tra banca e cliente. A questo proposito Widiba ha vinto il Premio ABI 2016 per l’innovazione nei servizi bancari, nella categoria “la banca smart-innovare attraverso i canali”.

articoli correlati

MOBILE

Widiba lancia la prima app per controllare il proprio conto sulla Apple Tv

- # # # #

Widiba è la prima banca a lanciare un’app studiata per controllare direttamente sulla tv il proprio conto e i propri investimenti.
Widiba, fin dalla sua nascita, utilizza la tecnologia per semplificare l’utilizzo quotidiano della banca e ad oggi, oltre a Apple TV, è presente su altri 4 differenti device (PC, tablet, smartphone, apple watch).

Come già accaduto per Apple Watch, Widiba è la prima in Italia a presentare un’App finanziaria consultiva appositamente studiata per Apple TV, l’innovativo dispositivo che connette il televisore ad un mondo di applicazioni.

Grazie all’applicazione per Apple TV sarà possibile avere sullo schermo di casa il proprio conto corrente, per essere aggiornati real time sul saldo e sui movimenti, bancomat, carta prepagata di credito. Oltre alle operazioni sul conto sarà possibile anche seguire l’andamento degli investimenti.

Con questa app è possibile avere accesso quindi tutte le disposizioni bancarie direttamente dall’apparecchio televisivo collegandosi sia tramite WI-FI che con cavo internet, senza che sia necessaria alcuna caratteristica particolare per la televisione.

Ecco nel dettaglio le features dell’App Widiba:

– Saldo conto corrente
– Saldo conto deposito
– Saldo linee vincolate
– Ultimi 5 mov conto corrente
– Speso e residuo pagobancomat – Prelievo e residuo bancomat

– Ultimi 5 movimenti bancomat
– Speso, residuo e massimali carta di credito – Ultimi 5 mov carta di credito
– Saldi prepagata
– Ultimi 5 mov carta prepagata
– Watchlist titoli

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A un anno dalla nascita Widiba torna a comunicare in tv; firma lo spot DUDE

- # # # # #

On air dal 15 novembre il nuovo spot di Widiba, la Banca del Gruppo Montepaschi, che a un anno di distanza si ripresenta al mercato con una nuova campagna pubblicitaria che promuove il proprio modello distintivo.
“Anche se siamo tutti diversi in fondo da una banca vogliamo le stesse cose” è l’incipit di questo nuovo film, per raccontare da subito che Widiba è una banca che riesce a circondare i clienti perché in grado di rispondere a tutti i loro bisogni, quotidiani o evoluti.
“A un anno da lancio di Widiba nel quale abbiamo lavorato sulla notorietà del brand” commenta Emilio Martano, direttore comunicazione e marketing, “oggi torniamo in tv per valorizzare il nostro posizionamento. Per questo motivo protagonista del film non è la banca e i suoi servizi, ma i clienti e i loro bisogni, ovvero la relazione che costruiamo con loro attraverso la piattaforma innovativa e la professionalità della nostra rete di Personal Advisor”.
La campagna, ideata da DUDE, è basata su uno storytelling con due gemelli – metafora delle due anime, quella del cliente “self” che gestisce in autonomia la relazione con la banca e quella del cliente più evoluto affiancato da un consulente finanziario – diverse fra loro ma complementari che, nonostante stili di vita, abitudini e bisogni diversi, vedono in Widiba un punto di riferimento comune che mette a disposizione dei clienti strumenti digitali evoluti uniti all’esperienza e alla vicinanza dei Personal Advisor.
“Cercavamo un’idea molto semplice, che potesse raccontare tutti i valori di Widiba senza diventare un freddo elenco di feature e prodotti bancari” afferma Livio Basoli, direttore creativo esecutivo di DUDE. “La storia di questi due gemelli, uguali ma diversi, condensata in 30 secondi, è il modo in cui abbiamo potuto mantenere un approccio molto umano e vicino al target, riuscendo al tempo stesso a raccontare Widiba in tutte le sue sfaccettature.” “Al tempo stesso, il film ha una ricchezza visiva e uno storytelling tale da non annoiare dopo la prima visione, ma anzi di lasciar scoprire al pubblico ad ogni visione un nuovo dettaglio e un nuovo “pezzo” di Widiba”.
Due facce quindi di un’offerta completa ed evoluta, ma un modo unico di intendere la relazione con i propri clienti, costruita sull’essere una presenza semplice ma costante nella vita di tutti i giorni. E’ la loro voce, e quella più in generale del target, ad accompagnare le immagini e a raccontarci quello che tutti ci aspettiamo da una banca e che Widiba è in grado di offrire.
Per farlo, è stato utilizzato lo split screen mettendo in scena la doppia identità: due percorsi paralleli che sottolineano similitudini e diversità, bisogni diversi ma valori comuni ritrovati in un’unica scelta in grado di soddisfarli entrambi. La campagna è presente su tutti i canali televisivi (Mediaset, RAI, Sky, La7) e su web con formati ad alto impatto e display sulle principali testate online.

 

Creative Directors: Livio Basoli & Lorenzo Picchiotti
Account: Lorenza Patella
Executive producer: Ivan Merlo
Producer: Patrizia Gatto
Production Manager: Claudio Pintus
Director: Nicolás Caicoya
Dop: Pedro Del Rey
Editing: Antonio Di Peppo
Post Production: Proxima Milano
Color Correction: Davide Lo Vetro @Proxima Milano
Music: Vittorio Cosma @Music Production

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Widiba lancia la nuova campagna “Rottama il conto” e il servizio Widiexpress

- # # # # # #

Widiba, la Banca del Gruppo Montepaschi di Siena, risponde prontamente alla Normativa ABI – in tema di trasferimento dei conti correnti e comparabilità delle spese – e lancia “Rottama il conto”, una nuova campagna che premia tutti i nuovi clienti che trasferiranno il proprio conto in Widiba utilizzando le nuove regole introdotte nel settore.
La Normativa ABI del 24 marzo 2015 di adeguamento alla Direttiva Comunitaria introduce una portabilità uniforme e standardizzata per tutto il sistema bancario italiano con tempi certi per i clienti, che potranno quindi trasferire il proprio conto da una banca all’altra in maniera più fluida e con tempi obbligatoriamente non superiori ai 12 giorni.
Con Widiba l’operazione potrà avvenire in maniera ancora più semplice e rapida superando anche i vincoli burocratici del modello cartaceo grazie ad un processo tutto online sviluppato ad hoc, molto semplice e con firma digitale. I nuovi clienti saranno premiati con un tasso del 2,50% sul vincolo a 12 mesi: un “incentivo alla rottamazione” quindi, secondo uno schema molto simile a quelli visti in passato per l’acquisto di una nuova auto.
Il nuovo servizio denominato Widiexpress consentirà sia il trasferimento automatico del conto e di tutti i servizi ad esso collegati sia la chiusura definitiva di un rapporto bancario presso terzi: basterà compilare un form online evitando tempi, costi, carta e burocrazia.
“Crediamo che le nuove norme introdotte sulla portabilità dei conti siano un passo molto importante per il mercato a vantaggio soprattutto del consumatore finale” dichiara Marco Marazia, Direttore Commerciale di Widiba. “Spostando l’onere della chiusura del conto dal cliente all’intermediario si abbatteranno molte barriere all’uscita, consentendo maggiore libertà a tutti coloro che avrebbero magari voluto cambiare, ma si sono poi scontrati con le difficoltà burocratiche. Non escludiamo si possa aprire una fase molto simile a quella cui abbiamo assistito anni fa nel mercato della telefonia. Grazie alla nostra vocazione digitale, noi abbiamo voluto rendere questo passaggio ancor più comodo e veloce offrendo una experience per il trasferimento totalmente online e con la massima sicurezza di sempre”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Ascoltare con i social, l’esperienza di Widiba e di Microsoft alla Social Media Week

- # # # # #

Si è parlato di business, innovazione, BigData e ascolto come valore del futuro all’incontro “Quando il metodo diventa prodotto” che s’è svolto nella cornice della prima giornata della Social Media Week meneghina. A condurre il dibattito la giornalista Francesca Senette che ha presentato i due speaker, il nuovo Ceo di Microsoft Italia Carlo Purassanta e Andrea Cardamone, numero uno di Widiba, il progetto di Mobile Banking nato in seno a Mps. Una banca nata proprio dall’ascolto dei suoi potenziali clienti, sin dal nome che è l’acronimo di WIse Dialog Internet BAnking.
I due Ceo si sono confrontati sui cambiamenti innescati dall’onda lunga della rivoluzione social che ha ridisegnato gli scenari delle interazioni tra utenti e brand. Facebook e soci non sono semplici mezzi per veicolare valori già definiti ma uno strumento fondamentale per condividere già in fase di creazione il destino di un progetto con quel pubblico che poi, concretamente, lo utilizzerà. Uno scenario che dimostra il potere dei social media e della tecnologia come fattore di costruzione (e non di sola affermazione) di un sistema di valori generato dagli utenti. Andrea Cardamone ha voluto rimarcare che Widiba non è ancora una banca, è una piattaforma che determinerà che tipo di banca sarà. Fondamentale in questo processo di costruzione collettiva è l’ascolto dei trend. Anche un colosso come Microsoft non ha mai smesso di ascoltare, per continuare a offrire innovazione anche dopo 38 anni dalla sua fondazione, con lo stesso obiettivo di sempre: i semplificare la tecnologia per l’impresa e per il consumatore.

articoli correlati