AZIENDE

I fondatori di Instagram, Mike Krieger e Kevin Systrom, lasciano il social network

- # # # #

instagram

“Mike e io siamo grati per gli ultimi otto anni di Instagram, e dei sei anni passati con il team di Facebook”, ha scritto Kevin Systrom in un post pubblico. “Siamo cresciuti da 13 impiegati a più di un migliaio con uffici sparsi in tutto il mondo, il tutto mentre proponevamo prodotti usati e amati da una comunità di oltre un miliardo di persone. Ma adesso siamo pronti per il nostro nuovo capitolo”.

Piccolo particolare: Mike Krieger e Kevin Systrom sono i fondatori e gli attuali CTO e CEO del social network delle immagini,acquistato da Facebook sei anni fa per un miliardo. Le poche righe non bastano a spiegare che cosa è davvero accaduto, che cosa abbia decino i due co-Founder al grande passo.

In attesa di scoprire quale sarà il nuovo capitolo, accontentiamoci delle ricostruzioni, che parlano di uno scontro tra Zuckerberg e due fondatori. Nulla più di rumors, però, visto che ufficialmente Zuckerberg così commenta l’abbandono: “”Kevin e Mike sono degli straordinari leader di prodotto e Instagram riflette i loro talenti creativi uniti”, ha scritto Zuckerberg su un post pubblicato su Facebook, “Ho imparato molto lavorando con loro negli ultimi sei anni, e auguro loro il meglio in attesa di vedere cosa proporranno in futuro”.

Il fatto tuttavia che queste dimissioni arrivino a poca distanza da quelle di  Jan Koum e Brian Acton, i fondatori di WhatsApp, che nei mesi scorsi avevano lasciato Facebook per dissensi in merito all’uso dei dati degli utenti, lascia parecchi punti in sospeso.

articoli correlati

MOBILE

Arriva in Italia WhatsApp Business, al servizio delle piccole imprese

- # # # #

whatsapp business

Gli utenti di tutto il mondo usano WhatsApp per comunicare le piccole attività a cui sono interessati, dal negozio di abbigliamento online in India, alla pasticceria di fiducia in Italia. WhatsApp è stata pensata innanzitutto per le persone, e ora arriva anche l’esperienza migliore per le piccole attività e le aziende, rendendo più semplice, ad esempio, rispondere ai propri clienti, separare i messaggi personali da quelli di lavoro e avere una presenza ufficiale sulla piattaforma.

Per tutte queste funzioni, è stato lanciato WhatApp Business, un’applicazione per Android scaricabile gratuitamente e che è stata pensata per le piccole attività, per semplificare il modo in cui le attività comunicano con i propri clienti, e allo stesso tempo renderà più facile per i 1,3 miliardi di utenti chattare con le attività a cui sono interessati.
La app Business presenta alcune novità, eccone una sintesi:

  • Profilo dell’attività: permetti ai tuoi clienti di trovare facilmente informazioni utili quali descrizione dell’attività, indirizzo fisico, email, e sito web.
  • Strumenti di messaggistica: lavora in modo più efficiente usando le risposte rapide per rispondere velocemente alle domande frequenti, i messaggi di benvenuto per presentare la tua attività ai nuovi clienti, e i messaggi d’assenza per far loro sapere quando non sei disponibile.
  • Statistiche sui messaggi: controlla semplici dati statistici, come il numero di messaggi letti, per individuare le strategie che funzionano meglio.
  • WhatsApp Web: invia e ricevi messaggi a WhatsApp Business dal tuo computer.
  • Tipo di account: quando le persone ti scrivono, sapranno che sei un’attività perché il tuo account verrà identificato come un account business. Infatti, con il tempo, le attività per le quali è stato confermato che il numero di telefono del loro account business corrisponde effettivamente al numero dell’attività, avranno un account confermato.

L’applicazione WhatsApp Business può essere scaricata dal Google Play Store in Indonesia, Italia, Messico, Regno Unito e Stati Uniti, e sarò resa disponibile anche in altri paesi del mondo nelle prossime settimane.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

ScuolaZoo, la Generazione Z e la sfida di Instagram e WhatsApp

- # # #

Generazione Z

In un mondo che viaggia sempre più veloce anche gli strumenti di comunicazione cambiano allo stesso ritmo: se la radio e la TV hanno dominato la scena per decenni, per Facebook il declino sul target degli under 18 è già iniziato. I ragazzi della Generazione Z, cioè i nati dopo il 2000 – che oggi rappresentano i 3/5 dei ragazzi delle scuole superiori e tra due anni saranno la totalità degli studenti delle scuole italiane – si sono già spostati su Instagram.

ScuolaZoo ha quindi sperimentato con successo il marketing del proprio eCommerce attraverso le Stories di Instagram e la vendita dei prodotti su WhatsApp: una comunicazione diretta, immediata, semplice che permette di andare a incontrare il target nelle sue piattaforme preferite, utilizzando il suo linguaggio.

La Generazione Z rifugge da Facebook, perché è il social dove sono presenti i loro genitori e professori. Preferiscono un social che rappresenti la loro vita istantaneamente, senza lasciare traccia. Ecco perché il native marketing di ScuolaZoo è stato effettuato attraverso le Stories di Instagram, per poi lanciare una call to action ad andare ad acquistare i prodotti su WhatsApp attraverso un semplice messaggio dove confermare l’acquisto con un click.

Da tempo infatti il Customer Care dello shop e dei Viaggi di ScuolaZoo ha in WhatsApp il suo canale più importante, perché preferito anche dai giovani Millennial. Le Stories hanno totalizzato 70.000 views in sole 3 ore. Gli acquisti sono stati quasi un centinaio.

“Rimanere il punto di riferimento degli studenti italiani rappresenta una sfida quotidiana: i ragazzi cambiano gusti e inventano codici di comunicazione da zero con una velocità che non è assimilabile a quella di nessun altro target. Per essere accettati nel loro mondo devi saperli accompagnare se non addirittura anticipare”, commenta Paolo De Nadai, Fondatore di ScuolaZoo e CEO di OneDay Group, la Business Factory proprietaria della community. “Quella di WhatsApp, Instagram e del cambio generazionale è una nuova, importante ed entusiasmante sfida, ma che offre anche una grande opportunità: lavorare in canali che la maggior parte delle aziende non presidia, ma di uso comune per il target, e consolidare quindi il rapporto con loro e il vantaggio competitivo di mercato”.

 

articoli correlati

NUMBER

I social regalano tante novità natalizie per rendere le feste più creative e divertenti

- # # # # #

social natale

I social Facebook, Messenger, Instagram, WhatsApp e Oculus introducono delle novità natalizie per aiutarti a vivere le feste in maniera più divertente, piacevole e persino più efficiente.

Le novità introdotte sono: Facebook Live con le maschere di Natale, personalizzare la foto profilo con decori natalizi, le panoramiche a 360°, l’aggiunta delle donazioni, le video chiamate di WhatsApp, i giochi istantanei e i bot su Messenger e infine video Hyperlapse.

Facebook Live con le maschere di Natale. Le vacanze sono il periodo perfetto per provare Facebook Live e per aggiungere un po’ di stile alla tua diretta, puoi provare le nostre nuove maschere create appositamente per le festività 2016. I Facebook Live sono pensati soprattutto per quelli che non hanno la possibilità di stare insieme alla famiglia o agli amici. Per fare un Live con una maschera: o premi l’icona “diretta” nella parte alta della tua Bacheca, Profilo o Pagina. o Una volta “Live”, premi la bacchetta magica nell’angolo in alto a sinistra del tuo schermo. o Scegli l’icona delle maschere nella sezione situata nella parte bassa dello schermo. o Sfoglia le varie opzioni e premi le maschere di modo che compaiano automaticamente sulla tua faccia mentre sei in diretta.

Rendi natalizia la tua foto profilo. È facile personalizzare la tua foto profilo mettendone una temporanea oppure caricando un video che racchiude al meglio lo spirito della stagione. Fai uno scatto natalizio e poi imposta la foto o il video come “temporanei” di modo che tornino come prima giusto in tempo per Santo Stefano, senza bisogno di aggiornamenti.

Condividi le foto a 360° scattando una panoramica con il tuo cellulare e caricandola su Facebook, puoi condividere con i tuoi amici una foto a 360°. Prova a fare una panoramica mentre sei sulla slitta con gli amici, o scattala mentre la tua famiglia sta aprendo i regali di Natale.

Quando carichi una panoramica su Facebook, i tuoi amici potranno esplorare la scena che hai condiviso semplicemente muovendo il loro telefono, non appena la foto comparirà nella loro bacheca.

Puoi aiutare le cause che più ti stanno a cuore creando una raccolta fondi su Facebook. Con queste raccolte fondi è possibile creare delle pagine dedicate per raccontare a tutti l’obiettivo della raccolta e condividerlo il più possibile.

Mantieniti in contatto con le persone e le Pagine che ti interessano di più. Facebook è il miglior modo di connettersi e condividere momenti felici con amici vicini e lontani. o Vai sulle Preferenze della Bacheca per dare priorità alle persone, luoghi e cose che ti interessano di più, Facebook farà in modo che i loro post ti appaiano per primi. o Regali dell’ultimo minuto o idee divertenti? Metti “Mi piace” ai tuoi post preferiti per assicurarti di vedere subito le guide ai regalo perfetto che stavi aspettando. o Scegli il tuo pubblico: ogni volta che aggiorni il tuo stato, condividi una foto, o posti qualcosa su Facebook, puoi scegliere chi vede quello che pubblichi utilizzando le impostazioni sulla privacy. o Infine, controlla chi ti può taggare nei post: il controllo dei tag ti dà la possibilità di approvare o no i tag in cui ti coinvolgono i tuoi amici.

Non importa dove sei in vacanza quest’anno, WhatsApp ti può aiutare a rimanere in contatto con la famiglia e gli amici in modo da non perderti neanche un istante. Che sia il nonno o la nonna, il tuo miglior amico che non vedi da anni o un tuo caro che vive distante, adesso puoi fare di più che una semplice telefonata o un messaggio di testo. Ora con WhatsApp puoi condividere la gioia delle feste face-to-face con la nuova funzionalità di video chiamata di WhatsApp!

Giochi istantanei. Facili da trovare e da usare, permettono di giocare ai giochi più svariati, dai più classici, come PAC-MAN, Space Invaders, Galaga, Arkanoid e Track & Field, ai più moderni come Words with Friends: Frenzy, EverWing, Shuffle Cats, e altri. Premi l’icona su Messenger per sfidare gli amici e accendere la competizione. Viaggi: non hai ancora prenotato la tua vacanza? Puoi prenotare i voli e trovare idee viaggio con @Kayak bot per Messenger e l’@Expedia bot ti permetterà di prenotare un hotel comodamente tramite Messenger. Prima di andare all’aeroporto, messaggia con @Ask TSA bot se hai domande riguardo ciò che si può portare in aereo. Gli Instant Games sono disponibili in tutto il mondo, ed è possibile giocarci attraverso Messenger e il News Feed di Facebook sia su desktop che su cellulare (iOS/Android).

Oltre ad esplorare la community Instagram per scoprire la nail art più originale per queste feste, ma anche l’artigianato e moltissime idee decorative, ci sono molti altri modi per utilizzare questa app: dalle Instagram Stories a Boomerang a Hyperlapse, il tuo Natale sarà più divertente e gioioso. Invita amici e parenti ai party natalizi con Instagram Direct o Instagram Stories. Usa Boomerang direttamente nelle Instagram Stories per mostrare a tutti le tue lucine di Natale, le decorazioni di casa o mentre accendi il caminetto per riscaldare la tua sera di Natale. Fai un video Hyperlapse mentre, con la tua famiglia, stai facendo un pupazzo di neve o decori l’albero di Natale. Instagram come calendario dell’Avvento alternativo: condividi messaggi positivi ogni giorno durante le feste per condividere con tutti la tua gioia! Per tutto il periodo delle festività, è possibile utilizzare su Instagram Stories dei nuovi sticker dal sapore natalizio.

articoli correlati

MOBILE

Whatsapp lancia le videochiamate. Criptate

- # # # # #

videochiamate whatsapp

La chat ideata da Brian Acton e Jan Koum più popolata al mondo accorcia ulteriormente le distanze tra i suoi utenti. Lo scopo di whatsapp è anche quello di rendere le comunicazioni veloci e semplici, alla portata di tutti con un touch, collegando così le persone tra di loro, abolendo i confini e i chiilometri. Ieri lunedì 14 novembre, con un post sul blog della società, è stata annunciata la prossima innovazione, ovvero la possibilità di poter effettuare anche le videochiamate criptate. whataspp si allinea così ai suoi competitors quali telegram, facetime, google (che già ad agosto aveva lanciato la sua nuova app duo) e skype.

La novità è particolarmente attesa ed è pronta a cambiare le carte in tavola per la concorrenza, proprio per la mole dei suoi utilizzatori, anche se arriva “in ritardo” rispetto ai rivali. whtasapp nata nel 2009 come piattaforma di messaggistica è in continuo cambiamento, fino a raggiungere una novità importante per quanto riguarda la privacy dei propri messaggi e delle chiamate, così il 6 aprile 2016 ha introdotto nella propria applicazione di messaggistica, la crittografia end-to-end, che impedisce persino alla società stessa di poter accedere ai contenuti delle varie chat. A breve, sarà possibile effettuare l’aggiornamento su tutti i dispositivi Android, iPhone o Windows Phone. Non è ancora stato comunicato il giorno esatto al lancio della nuova opzione per cui più di un miliardo di utenti potranno usufruire di questo nuovo servizio. Sembra proprio che whatsapp stia al passo con le richieste degli utenti e che cerchi di non lasciare insoddisfatto nessuno.

Per iniziare una videochiamata sarà sufficiente entrare nella chat della persona che si vuole chiamare, in questo caso videochiamare, premere il pulsante con il simbolo del telefono che già si usa per iniziare una telefonata e successivamente scegliere l’opzione “videochiamata” dal menu a tendina che si aprirà al centro dello schermo. Si vedrà a tutto schermo quello che inquadra la fotocamera della persona con cui si sta parlando e si vedrà in un riquadro più piccolo ciò che si vede dalla nostra videocamera. Durante la chiamata inoltre si può scegliere sul momento se usare la fotocamera frontale o posteriore del telefono e la possibilità di mettere l’opzione “muto” al microfono, una funzione molto utile.

articoli correlati

MEDIA

Volkswagen lancia su WhatsApp il nuovo servizio informativo per tutti i fan del rally

- # # # # #

Volkswagen lancia su WhatsApp il nuovo servizio informativo per tutti i fan del rally

Volkswagen lancia un innovativo servizio informativo via WhatsApp per tutti i fan del FIA World Rally Championship (WRC). Il servizio push, attivo anche su Insta e Telegram, assicura ai fan del Motorsport un continuo aggiornamento sulle prove con notizie, risultati, foto, video e file audio contenenti estratti di interviste. WhatsApp può vantare oggi più di un miliardo di utenti e tramite questa piattaforma vengono inviati ogni giorno più di 40 miliardi di messaggi. A giugno il brand aveva introdotto il servizio esclusivamente per i media ottenendo risultati molto positivi.

Con questa seconda fase, viene ora offerta anche ai fan la possibilità di iscriversi a questo servizio informativo via WhatsApp e Telegram. Grazie all’adattamento automatico a tutti i comuni dispositivi, è possibile iscriversi al servizio anche tramite la pagina web di Volkswagen Motorsport, ottimizzata per gli smartphone. La ricezione dei messaggi può essere controllata direttamente dall’app tramite un semplice comando: inviando un messaggio con le parole chiave “Start” oppure “Stop” è possibile avviare oppure interrompere la ricezione degli aggiornamenti. Gli utenti rimangono sempre anonimi nelle mailing list e allo stesso tempo hanno la possibilità di contattare direttamente il team Volkswagen Motorsport tramite la funzione di chat individuale.

 

Filo diretto con i campioni del mondo – un utente su dieci chatta con il team

Oltre all’aggiornamento estremamente veloce via messaggio, una delle caratteristiche peculiari del servizio è la chat diretta che permette a giornalisti e fan di rivolgersi direttamente al team. Tutte le conversazioni rimangono anonime e, diversamente da altri social network come Twitter e Facebook, avvengono in privato piuttosto che in pubblico, permettendo un maggiore coinvolgimento dell’utente. Finora, un utente su dieci ha sfruttato questa opportunità.

 

Libertà di scelta – tre mailing list liberamente combinabili

I fan possono combinare a loro piacimento le tre mailing list disponibili: “Essential”, “Emotional” e “Additional”. La lista “Essential” fornisce un breve riassunto e la classifica generale alla fine di ogni prova speciale del WRC, oltre a statistiche di interesse e a stralci di intervista ai piloti Sébastien Ogier, Jari-Matti Latvala e Andreas Mikkelsen. La lista “Emotional” invia foto e video direttamente sullo smartphone e la “Additional” fornisce informazioni su articoli e notizie interessanti sul mondo del WRC. Ogni utente può configurare il servizio di informazioni a proprio piacimento e modificarlo in qualsiasi momento.

 

Tradizione di innovazione per Volkswagen Motorsport

Volkswagen Motorsport è uno dei primi a fornire un servizio diretto di informazioni via WhatsApp e Telegram nel mondo dello sport. Volkswagen Motorsport vanta una lunga tradizione di innovazione: è stato infatti uno dei primi costruttori a offrire un’app dedicata per smartphone e un sito web ottimizzato per vari dispositivi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Impazza la Sticker Mania, Nescafé lancia la Red Mug sulle maggiori piattaforme di messaging

- # # # # #

Impazza la Sticker Mania, Nescafé lancia la Red Mug sulle maggiori piattaforme di messaging

“Non hai tempo per scrivere? Usa gli stickers”. E’ questo il titolo che appare su un articolo del The New York Times, che descrive la nuova frontiera dell’instant messaging. Divertenti, simpatici e risolutivi, da oggi gli sticker entrano a fare parte della vita quotidiana non solo degli utenti, ma anche di grandi brand internazionali. Un passaggio che ha aperto la strada ad altri settori come il food&beverage tra i quali Nescafé che da oggi rende social la sua iconica Red Mug. Comunicare un’emozione con un semplice click o fare intendere un messaggio con la forza di un simpatico adesivo digitale, al giorno d’oggi sembra essere il modo più semplice per conquistare l’attenzione degli utenti. Ma se in principio erano le emoticon, ovvero le riproduzioni stilizzate delle principali espressioni facciali, a spopolare sui social, oggi sono queste icone colorate le protagoniste della messaggistica digitale.

“Nescafé ha sempre cavalcato i trend più emergenti che spingono a comunicare in modo innovativo e dinamico” afferma Matteo Cattaneo, Marketing Manager del brand. “Gli adesivi digitali sono la nuova frontiera della comunicazione nonché strumenti veloci di grande impatto e rappresentano una nuova modalità di raggiungere i consumatori. Per questo abbiamo voluto rendere la nostra iconica Red Mug protagonista degli sticker condivisibili su qualsiasi piattaforma di instant messaging, da Whatsapp a Messenger”.

Attraverso l’app Nescafé Emoticon, sia per iOs che per Android, gli utenti potranno infatti scaricare la tastiera emoji e usufruire di tantissimi sticker in cui la Red Mug è protagonista di stati d’animo, situazioni quotidiane e simpatiche, e ruoli comuni: dal businessman allo chef in cucina.

Non solo Nescafé, anche altre aziende come Coca Cola o Starbucks ultimamente hanno utilizzato le loro icone per promuovere il proprio brand attraverso gli adesivi digitali. Gli sticker infatti sono un nuovo e divertente strumento per aggiungere un ulteriore tocco di creatività alle foto e condividerle con il mondo. Nascono sulla scia del grande successo incassato negli ultimi anni dalle emoticon, riproduzioni stilizzate delle principali espressioni facciali umane che esprimono un’emozione. Utilizzate prevalentemente su Internet e negli sms, queste faccine hanno aggiunto componenti extra-verbali alla comunicazione scritta. L’emoticon è rappresentata attraverso un insieme di segni primitivi o estremamente stilizzati e il suo nome nasce dall’accostamento delle parole “emotion” e “icon”, per indicare proprio un’icona che esprime emozioni.

Su questa base nasce l’idea di sviluppare delle immagini più grandi, più accentuate e più dirette al pubblico che sono gli sticker, riproduzioni capaci di scatenare la fantasia e rendere più semplice l’espressione. Gli adesivi digitali spesso contengono messaggi sociali ed hanno la capacità far nascere nelle persone emozioni forti, creando situazioni fresche e piacevoli. È quello che ha fatto Nescafé presentando un’app in cui la Red Mug è resa social da espressioni divertenti e situazioni quotidiane da condividere con gli amici.

articoli correlati

COMMERCE

Buy-me.it: l’eCommerce con il supporto di WhatsApp

- # # #

buy-me

Buy-me.it è la digital company italiana del gruppo Mail Boxes Etc., un progetto dedicato alle eccellenze italiane, il cui obiettivo è sviluppare l’e-commerce, promuovere la presenza online dei brand partner e la cultura del vivere meglio.
Prodotti enogastronomici di qualità, cosmetici naturali e biologici, oggetti d’artigianato locale, Buy-me.it raccoglie un ricco catalogo di articoli che rappresentano l’essenza del Made in Italy, selezionati e messi a disposizione dell’utente con un servizio impeccabile. Alla base del progetto valori quali artigianalità, territorialità e tradizione, ma anche l’efficienza e la sicurezza delle spedizioni grazie al supporto del network Mail Boxes Etc. e il servizio di customer care attento e personalizzato.

Per garantire al cliente il miglior servizio di assistenza possibile è stata introdotta una novità in grado di rivoluzionare il mondo del customer care. Buy-me.it è, infatti, tra le prime piattaforme italiane a mettere a disposizione dei propri clienti un numero
cui inviare messaggi rapidi via WhatsApp, dando loro la possibilità di comunicare in tempo reale.
Domande specifiche relative ai propri ordini, richieste di informazioni o semplicemente esigenza di soddisfare una curiosità: da oggi tutti i clienti di Buy-me.it, anche chi non ha accesso al computer, chi è fuori casa o fuori ufficio, potrà interagire con lo staff nel modo più semplice e veloce possibile.

Oltre al servizio di messaggistica istantanea su WhatsApp, con Buy-me.it è possibile effettuare l’acquisto telefonico. Contattando il numero +39 030 24 51 299, dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle 18.30, riceverete assistenza telefonica cordiale e competente, in grado di guidarvi durante tutto il processo di acquisto: esperti consulenti disponibili a fornire non solo informazioni tecniche o di servizio, ma anche consigli e suggerimenti per trovare l’articolo adatto a ogni esigenza.

Buy-me.it si conferma quindi un e-commerce al passo con i tempi, capace di coniugare tradizione e innovazione mettendo a disposizione di produttori e consumatori massima qualità e il miglior servizio possibile.

articoli correlati

MOBILE

WhatsHippo! A Torino anche gli ippopotami ‘whatsappano’. Firma Wacky Weapon

- # # #

Non si sa ancora se gli androidi sognano davvero pecore elettriche ma gli ippopotami già chattano con WhatsApp. Ze Maria, un giovane ippopotamo di 2 anni, nato in un parco di Lisbona e trasferitosi poche settimane fa al bioparco ZOOM Torino, è il primo utilizzatore della App a quattro zampe. Tutto questo è il progetto “WhatsHippo!” che porta la firma del bioparco ZOOM Torino e dell’agenzia Wacky Weapon.

Chiunque potrà essere costantemente in contatto con l’ippopotamo Ze Maria inviando un messaggio al suo numero (393 5849637) grazie al team messo a disposizione del bioparco ZOOM Torino che comprende 4 persone: dalla biologa che segue gli ippopotami fino ai responsabili dei settori marketing, comunicazione e digital che, quotidianamente, dalle 10.00 alle 19.00 gestiscono la App, pianificano i lanci e rispondono alle domande
Tutti gli “amici” di Ze Maria riceveranno 2,00€ di sconto sul prezzo del biglietto intero per loro e per 3 altre persone dello stesso nucleo familiare.

Ze Maria, insieme alla sua compagna Lisa, sono i due ippopotami ospitati presso l’habitat Hippo Underwater del Bioparco ZOOM Torino, il primo ed unico in Italia dove è possibile vederli nuotare sottacqua in mezzo a migliaia di pesci tropicali.

articoli correlati

NUMBER

La Mobile Economy varrà 40 miliardi del 2016, pari al 2,5% del PIL

- # # # # # # # # # #

Una scossa che tutto attraversa e tutto trasforma, il mobile divelle ogni reparto conosciuto dell’economia, scardinando giganti e più che collaudate certezze monolitiche. È sufficiente analizzare il caso di Whatsapp che è riuscita a polverizzare il mercato degli sms in appena 4 anni, trasformando l’investimento iniziale di 60 milioni di dollari in un’operazione senza precedenti. Secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio Mobile & App Economy del Politecnico di Milano, il reparto crescerà dagli attuali 25 sino ai 40 miliardi di euro nel 2016. A mutare radicalmente sono i consumi e gli investimenti delle aziende, travolti dalla carica dei mobile surfer. Secondo gli analisti dell’Osservatorio, i mobile surfer italiani diventeranno 30 milioni entro la fine del 2014, sempre più connessi, grazie ai 12 milioni di tablet e ai 45 milioni di smartphone che saranno attivi nel Belpaese entro la fine dell’anno.

LA RELAZIONE DIVENTA MOBILE Un drappello di sempre più sottili e accessoriati device in cui installare app o fare shopping. 1 Mobile Surfer su 3 ha infatti scaricato applicazioni a pagamento sul proprio smartphone e 1 su 5 ha acquistato almeno un prodotto o servizio, 4 su 5 interagiscono con la pubblicità da questo device e 1 su 2 vorrebbe utilizzarlo anche come strumento di pagamento al posto della carta di credito. Si aprono infinite possibilità per le imprese: “Questa domanda ha abilitato opportunità innumerevoli per le imprese per gestire via Mobile la relazione con i propri consumatori e per automatizzare e rendere più efficienti i propri processi aziendali. Sta sviluppandosi quindi una nuova porzione di economia che chiamiamo Mobile & App Economy e che nel 2013 vale già 25,4 miliardi di euro, pari all’1,6% del PIL” afferma Andrea Rangone, Coordinatore Osservatori ICT del Politecnico di Milano. “Questo mercato è destinato a crescere significativamente nei prossimi anni arrivando a raggiungere i 40 miliardi di €, pari al 2,5% del PIL, grazie soprattutto alla spinta generata dall’utilizzo crescente di soluzioni di Mobile Commerce e Mobile Payment”.

COME CAMBIANO LE ABITUDINI Al proliferare di device si aggiungono anche gli sviluppi tecnici, con la banda sempre più larga che permette di veicolare dati a velocità crescenti; a cui si aggiunge il proliferare di offerte bundle a prezzi in caduta libera; le Applicazioni disponibili negli store hanno toccato quota 2,5 milioni e aumentano le soluzioni Mobile sviluppate all’interno delle imprese o delle pubbliche amministrazioni.
Una rivoluzione che ridisegna le abitudini di consumo, mandando in pensione i vecchi pc: “Tra gli effetti generati sul consumatore dalla maturità dell’ecosistema Mobile è stato riscontrato anzitutto un incremento del tempo trascorso dagli italiani su Internet dai Mobile device, che sottrae quote alla navigazione da Pc: stiamo parlando di 75 minuti medi giornalieri per lo Smartphone e 66 per il Tablet contro i 106 minuti (-14% sull’anno precedente) del Pc portatile” afferma Guido Argieri, Telco & Media Director Doxa. “La maggior parte delle attività (circa la metà nel caso dei Tablet e addirittura due terzi nel caso degli Smartphone) è svolta tramite Applicazioni piuttosto che siti Web. Oltre a Social, Gaming, Meteo e Mappe, tra le Applicazioni scaricate dagli utenti ci sono anche quelle delle imprese di cui loro sono consumatori: al primo posto troviamo le Applicazioni legate a trasporti e viaggi, seguite da quelle del settore finanziario e da quelle dei retailer dell’elettronica di consumo.”

LE PROSPETTIVE PER L’ADV Si aprono nuove possibilità anche per gli investitori pubblicitari; già l’85% dei navigatori Internet da Smartphone vede annunci pubblicitari all’interno di siti o applicazioni e la metà li clicca più o meno consapevolmente. Tre quarti dei Mobile Surfer sono interessati al Mobile Couponing ossia vorrebbero ricevere i buoni sconto sullo Smartphone ed, inoltre, più della metà sono propensi all’utilizzo dello Smartphone come sostituto della carta di credito per i pagamenti nei punti vendita fisici.

LO SCENARIO DEI PROSSIMI 3 ANNI La valanga mobile ha travolto settori che devono reinventarsi per non soccombere, come quello delle Telco che sono in forte contrazione, con l’abbandono dei servizi di Voce e Sms in favore del traffico dati.
Oltre l’80% della Mobile & App Economy proviene dai consumi diretti di consumatori e imprese, che complessivamente hanno speso oltre 20 miliardi di euro; la restante parte fa riferimento agli investimenti delle imprese in reti mobili, nello sviluppo di soluzioni software Mobile rivolte ai consumatori o ai propri dipendenti, in soluzioni che sfruttano gli “oggetti intelligenti” (Internet of Things) per migliorare i processi aziendali o offrire nuovi prodotti e servizi e in attività di Marketing tramite device mobili (Mobile Marketing).
Le stime dell’Osservatorio per il 2016 puntano soprattutto sulla crescita del Mobile Commerce, che potrebbe superare i 7 miliardi di euro, rappresentando in un prossimo futuro il 40% del totale eCommerce e soprattutto sugli sviluppi delMobile Proximity Payment che potrebbe lievitare sino a 4 miliardi di euro. A questo si aggiunge il mercato dei Mobile POS, ovvero le transazioni legate a beni e servizi che verranno accettate da dispositivi Mobile (Smartphone e Tablet), che stimiamo potrebbero valere circa 2 miliardi di euro.

Non sarà da meno la spesa delle imprese in attività di Marketing tramite i nuovi device (Smartphone e Tablet), trainati in particolare dalla Pubblicità, ma anche dalla nascita dei servizi di Mobile Couponing. Ma la grande scommessa è sugli “oggetti intelligenti”: dalle Smart Car che potrebbero crescere dell’80% in 3 anni).
Sempre più peso avranno le startup, capaci di offrire nuovi modelli di business rivolti direttamente al consumatore finale e di supportare le imprese nel loro processo di trasformazione digitale e Mobile. Sono oltre 600, infatti, le startup finanziate a livello internazionale in questi ambiti nel corso del 2013, di cui 36 in Italia.

articoli correlati

AGENZIE

Quest’anno Babbo Natale è su Whatsapp grazie a Hub09

- # # # #

Scioperi nazionali, rallentamenti dei servizi postali, traffico natalizio… niente paura, i desideri da materializzare sotto l’albero non subiranno ritardi. Quest’anno Babbo Natale ha infatti deciso di optare per una rete di sicurezza, anzi una rete vera e propria: l’invio dei desideri sarà assicurato tramite Whatsapp.

L’idea è di Hub09, social agency torinese, che ha “vinto la gara del secolo” sbaragliando la pluripremiata Santos&Rennes brasiliana e la temibile TVTTTB francese, aggiudicandosi proprio Babbo Natale, il cliente più speciale del mass market e dotandolo di un numero di telefono e di un account sul servizio di instant messaging più diffuso del 2013.

L’iniziativa di Natale di Hub09, raccontata sulla pagina Facebook , mira a raccogliere quanti più desideri possibili, pubblicare i più creativi ed esaudire il più speciale con l’arrivo dell’anno nuovo.

Pony, Edge rank nuovi, cene con celebrities e influencer… in meno di un’ora dalla pubblicazione dell’operazione i messaggi ricevuti sono stati più 150! Non resta che rimanere sintonizzati sulle pagine di Hub09 e provare a inviare un desiderio, chissà che non sia proprio quello vincente.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

WhatsApp nuova leva di comunicazione per ScuolaZoo

- # # # #

ScuolaZoo, l’innovativa community studentesca, integra nella propria strategia di comunicazione l’utilizzo di WhatsApp per dialogare con il proprio target di riferimento. Gli oltre 940.000 fan del gruppo, da circa un mese, possono effettuare i propri acquisti sull’eShop godendo dell’assistenza in tempo reale offerta dall’app, risultato: una crescita del + 10,2% sulle vendite.

La fase test ha visto affiancarsi alle numerose telefonate ricevute anche un elevato numero di richieste attraverso WhatsApp, canale certamente più immediato e utile nelle fasi d’acquisto. Velocità e chiarezza sono caratteristiche che i ragazzi hanno apprezzato nell’utilizzo del servizio d’assistenza clienti, un vero e proprio customer care 2.0. Alla luce del successo riscontrato nella fase test, ScuolaZoo ha deciso di integrare l’uso di WhatsApp anche nei suoi piani di comunicazione: un canale di dialogo sempre aperto che consente il trasferimento di informazioni e contenuti UGC in modo spontaneo.

Esempi dell’integrazione dell’App nel modus operandi del gruppo sono visibili grazie ai risultati ottenuti per la promozione degli ultimi due contest fotografici proposti al target di riferimento, “Capodanno” e “Miss maturità”. Il 90% dei partecipanti ha scelto WhatsApp per inviare la propria foto preferendo il nuovo canale rispetto all’uso del form online e, più di 50 foto al giorno vengono archiviate grazie a questo sistema.

ScuolaZoo si conferma interlocutore di riferimento per il target 16-25 grazie alla velocità con cui aggiorna il proprio linguaggio comunicativo anticipando le tendenze del mondo giovanile. WhatsApp, Ask e Snapchat sono solo gli ultimi strumenti d’interazione che ScuolaZoo ha adottato prima dell’esplosione del loro successo.

articoli correlati