AZIENDE

#CuriamoLaBellezza: vecchia mission ma nuova visual identity per Urban Vision

- # # # # # #

“Da oltre dieci anni lavoriamo a progetti di Fund Raising per la tutela e la valorizzazione del nostro Patrimonio Artistico”, si presenta così il sito di Urban Vision, completamente rinnovato nei contenuti e nel layout. Da anni capofila nel recupero di monumenti ed edifici storici, Urban Vision punta su una visual identity più votata a trasmettere l’importanza dell’intervento privato per la valorizzazione delle opere che caratterizzano i tesori dell’arte nazionale.

Una mission che adesso diventa ancora più evidente, assumendo un peso ben definito già dalla homepage, dove campeggia il claim #CuriamoLaBellezza e sono ben visibili i numeri dell’azienda guidata da Gianluca De Marchi: in oltre dieci anni di attività, grazie alla collaborazione con istituzioni pubbliche e private, sono stati restaurati più di 180 edifici tra chiese, monumenti e palazzi storici, per un totale di 54 milioni di fondi stanziati per i progetti di restauro.

I contenuti del sito, frutto della collaborazione tra la web agency Amaranto e l’unità creativa di Urban Vision, Addendo, sono classificati attraverso le categorie #CuriamoLaBellezza, che riprende i principali progetti di restauro realizzati di recente, come la Barcaccia di Piazza di Spagna a Roma o la comunicazione del restauro del Ponte di Rialto a Venezia; Dal Mondo del Restauro, con gli aggiornamenti sullo scenario artistico e culturale italiano e social responsability, che raccoglie le campagne di sensibilizzazione che hanno visto il contributo e il supporto di Urban Vision, come le recenti #OFF4aDAY di Samsung contro il cyberbullismo, Pink is Good per la ricerca contro il tumore al seno e In + ci sei tu, con Croce Rossa Italiana.

“Mai come adesso è importante dare valore al nostro patrimonio artistico e non lasciare che le incurie del tempo e di una parziale gestione sgretolino la bellezza che secoli di arte italiana ci hanno donato” afferma Gianluca De Marchi, Presidente di Urban Vision. “È per noi un dovere e un onore partecipare al processo di recupero di un bene che tutto il mondo ci invidia. Questo è ciò che vogliamo comunicare fin dal primo approccio con chi si appresta a conoscere Urban Vision attraverso il sito ufficiale, che abbiamo voluto semplificare ma, allo stesso tempo, arricchire di contenuti e di messaggi”.

Nuovo look anche per il logo istituzionale, basato su linee e armonie che richiamano lo stile della scrittura latina e romana, per comunicare anche graficamente la tensione verso la storia e la tradizione. Urban Vision si presenta dunque nella sua nuova veste accendendo i riflettori sulla sua nuova immagine: quella di attore esperto e consapevole nel mondo del moderno mecenatismo, portavoce ufficiale dell’impegno di tutela dell’arte italiana.

articoli correlati

AGENZIE

Visual, una luxury edition per il libro di art direction di Lorenzo Marini

- # # #

Visual, il fortunato libro di art direction trasversale di Lorenzo Marini, torna in libreria pubblicato dalla casa editrice RED in una nuova luxury edition. La nuova veste grafica e il cambio dell’editore vengono incontro alla necessità di esportare ancora di più questo prodotto editoriale, che toccando i vari punti di creatività, arte, graphic design e art direction si colloca in una fascia di prodotti che all’estero incarnano il made in Italy meglio del singolo comparto dell’advertising italiano. Anche i testi sono tutti in inglese con la traduzione italiana nella parte finale del libro.

Proprio muovendo dall’insuccesso all’estero di pubblicazioni specializzate come l’annual dell’Art Director Club, il libro Visual è un annual lungo dieci anni e ripercorre la storia delle idee, le foto della vita nelle sedi delle agenzia del gruppo, i progetti di design e quelli di dipinti, attualmente in esposizione alla galleria di Soho in 178 prince street. Con gli interventi di Alberto Abruzzese, Vanni Codeluppi, Oliviero Toscani, Giovanni Baule e Vincenzo Mollica e con le immagini di Lucio Gelsi, Gian Paolo Barbieri, Christian Coigny e Giovanni Gastel il volume di 300 pagine narra il percorso trasversale di un imprenditore italiano che resta fermamente al comando della sua fucina creativa, facendo dell’intreccio tra le discipline della comunicazione il laboratorio privilegiato per l’art direction tout court. Questa terza edizione aggiunge la ragguardevole cifra di 3000 copie alle precedenti due edizioni, sempre con la stessa tiratura, che rendono Visual uno dei rari libri italiani che può essere trovato sia allo Strand che al Moma  di New York che alla libreria Arcana Books a Los Angeles che alla libreria TongJi di Sahanghai. Red Publishing inizierà inoltre a distribuire Visual nei bookstore di musei e biennali d’arte italiane, online tramite Books Import (www.booksimport.it).

Per presentare questa new luxury edition,  l’editore e l’agenzia web di Lorenzo Marini hanno creato un video trailer che anticipa e mostra frammenti  dei progetti creativi presenti nel libro, creando un mix emotivo ed impattante.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Libero.it lancia la sua nuova campagna visual ‘fantozziana’ dedicata al Mondiale

- # # # # # #

Libero.it saluta l’imminente inizio dei Mondiali 2014 con una nuova campagna visual, dal claim fantozziano “Birra gelata, tifo indiavolato e rutto Libero”.
In attesa della prima partita della Nazionale contro l’Inghilterra, che si disputerà sabato 14 giugno, sui canali social del portale è online una creatività dal tono divertente e autoironico che si ispira al leggendario momento in cui il Ragioniere Ugo Fantozzi si apprestava a godersi il match Italia- Inghilterra. Per condividere la campagna anche sui propri profili social, basta collegarsi ai canali Facebook e Twitter di Libero.it.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Barclays Art Prize for Young Talents: un progetto che investe sull’arte accessbile

- # # # # # # #

Barclays Italia ha lanciato, in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera, il progetto Barclays Art Prize for Young Talents (www.barclays.it/artprize), un concorso creativo aperto a giovani studenti ed ex- studenti del Dipartimento di Arti Visive dell’Accademia. Ai giovani e promettenti artisti è stato chiesto di reinterpretare in chiave creativa i nuovi cinque valori di Barclays – rispetto, integrità, servizio, eccellenza, stewardship – che rappresentano un punto di riferimento nell’agire quotidiano di tutti i dipendenti della Banca.

La fase finale dell’iniziativa, durante la quale il pubblico potrà votare le tre opere finaliste selezionate da due commissioni di esperti, sarà supportata da un originale visual, ideato e realizzato da LookAround e giocato sull’inusuale accostamento tra mondo della finanza, rappresentato da “businessman in bombetta”, e mondo dell’arte, attraverso una ragazza che porta sulla propria pelle gli sgargianti colori della pop art, in una totale esplosione di creatività. In particolare, a partire dal 9 aprile, le opere potranno essere votate in tre diverse modalità: attraverso il sito www.barclays.it/artprize; all’interno della Flagship Barclays di Via Mercanti, 10; attraverso smartphone, utilizzando il Codice QR presente nelle vetrine delle filiali di Milano e su tutti i materiali di comunicazione.

Tutti i materiali promozionali a supporto del progetto, così come il minisito dedicato e finalizzato alla raccolta voti, sono stati ideati e realizzati da LookAround.

Attraverso Barclays Art Prize for Young Talents, Barclays si pone il duplice obiettivo di dare visibilità ai talenti dell’Accademia e di rendere l’arte accessibile a un pubblico più ampio rispetto ai circuiti tradizionali. Pensata nell’ambito delle iniziative promosse per permettere ai giovani di avvicinarsi al mondo del lavoro, il progetto si rivolge però anche ai clienti della Banca che potranno, così, conoscere giovani promesse nel panorama dell’arte contemporanea. La premiazione dell’opera vincente si terrà nei primi giorni di maggio nella storica filiale Barclays di Piazza della Repubblica, 8, che – in occasione della serata – verrà inaugurata e presentata al pubblico con il nuovo look&feel: elevati standard tecnologici, spazi pensati per migliorare l’esperienza dei clienti, consulenti altamente specializzati negli investimenti faranno di questa filiale il secondo fiore all’occhiello di Barclays sulla Piazza di Milano.

L’artista finalista si aggiudicherà un weekend per due persone a Londra, mentre una persona estratta a sorte tra tutti i partecipanti al voto potrà vincere un fine settimana per due persone in una città d’arte italiana. Entrambi i premi sono messi a disposizione da Barclays Italia.

articoli correlati