BRAND STRATEGY

Il Natale Ikea è una Virtual Reality Experience

- # # # #

IKEA

Il 23 novembre gli store Ikea di Roma Anagnina e San Giuliano Milanese hanno presentato in anteprima una nuova esperienza di Virtual Reality che per una settimana animerà a rotazione i negozi IKEA delle due metropoli: San Giuliano e Agnanina, dal 23 al 27 novembre, Carugate e Porte di Roma, dal 28 novembre al 3 dicembre e infine Corsico, dal 4 al 9 dicembre.

La realtà virtuale ritorna negli store IKEA rivoluzionando completamente la customer experience, con una tecnologia ancora più avanzata e sorprendente, e permette al pubblico di “vivere” gli ambienti dello spot tv natalizio “The Lift” grazie ad animazioni e interazioni inaspettate.

Dopo il progetto di settembre 2016, in cui è stato possibile esplorare 5 ambienti in store in modo inedito e coinvolgente grazie alla VR, quest’anno la Christmas Virtual Reality Experience sarà ancora più immersiva e divertente, grazie alla possibilità di interagire con gli ambienti del set tv con un computer animated 360° gaming che coinvolgerà i consumatori in modo ancora più interattivo.

Il setting, realizzato in scala 1:1, avrà come focus il tavolo da ping pong al primo piano e la “Xmas Land” al secondo piano, e l’illuminazione verrà modificata per simulare il ciclo giorno-notte.

Con l’ausilio di oculus e joystick sarà possibile proiettarsi in una nuova dimensione e vivere un’esperienza unica, cambiando la propria idea di realtà.

articoli correlati

AZIENDE

Widiba, le filiali virtuali sono realtà: nasce Widiba Home, la nuova VR bancaria

- # # # # # #

Widiba Home

Si può ora affermare con certezza: la Virtual Reality la Mixed Reality è ufficialmente sbarcata nel mondo bancario. Tutto questo ad opera di Widiba, banca nata dalla costola digitale del Monte dei Paschi di Siena, che (dopo aver lanciato lo scorso novembre Wise, piattaforma di consulenza) ha presentato oggi a Milano, alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, tutta una serie di futuristiche novità orientate alla tecnologizzazione della user experience in ambito bancario. Andrea Cardamone, il CEO di Widiba, ha infatti annunciato il lancio ufficiale di 252 nuove filiali della banca, tante quante erano i visori VR consegnati ai presenti. Il nuovo progetto si chiama infatti Widiba Home, una nuova “realtà” bancaria pensata proprio per semplificare la vita bancaria dell’utente, a partire dal divano di casa propria. Per poi passare alla Mixed Reality nei propri uffici, grazie a Widiba Dialog, visore, sviluppato insieme a Microsoft, che permette di unire una conversazione con un consulente bancario a tutta una serie di informazioni virtuali. “Abbiamo incrociato gli ultimi trend della tecnologia, studiato le nuove prospettive e alcuni tra i possibili scenari che impattano il mondo della distribuzione in generale” commenta Andrea Cardamone, CEO di Widiba. “Abbiamo calato tutto ciò nella nostra industria, quella bancaria, individuando nuovi percorsi che attraverso forme tecnologicamente semplici ed economicamente sostenibili, ci permettono di recuperare e restituire fedelmente l’esperienza di una filiale tradizionale. Un lavoro che dalla strategia alla scrittura del codice, ha la targa Widiba ed ancora una volta ci pone nell’equilibrio ottimale tra modello di servizio ed eccellenza nella consulenza finanziaria”.

Widiba Home: la filiale in Virtual Reality
Widiba lancia Widiba Home e ripropone, prima al mondo, l’esperienza della tradizione attraverso le tecnologie di ultima generazione. Comandi oculari e vocali anche accompagnati dalla presenza di un umanoide restituiranno un modello di relazione semplificato e immediato. Scaricando l’app e indossando solo un paio di “occhiali”, da metà novembre sarà possibile entrare nella filiale Widiba, un’agenzia vera e propria riprodotta virtualmente in ogni suo particolare di arredo.
Il cliente potrà vivere una nuova prossimità della banca e avere un servizio 24x7x365. All’utente sarà sufficiente voltare la testa per vedere ciò che accade intorno a sé e comunicare vocalmente con l’umanoide per poter effettuare le disposizioni che desidera. Ancora una volta Widiba sviluppa un progetto di cui è proprietaria dell’idea strategica così come dello sviluppo.

Widiba Dialog: la Mixwd Reality negli uffici dei consulenti finanziari
Widiba stringe una partnership con Microsoft per l’utilizzo di HoloLens, il primo computer olografico al mondo in grado di dare forma a una realtà mista, in cui il mondo reale si fonde con ologrammi virtuali. Una modalità che consentirà ai consulenti finanziari, sia di condividere informazioni, sia di accedere a strumenti e report di consulenza globale. Un arricchimento del dialogo, da cui il nome della piattaforma (Dialog), tra consulente e cliente per rendere incisiva la relazione attraverso un’esperienza immersiva. Grazie alla visiera trasparente, l’advisor potrà proiettare ad esempio il report sull’analisi dei bisogni, così come la situazione del portafoglio o una nuova proposta di consulenza. Il cliente, sfruttando la capacità di HoloLens di comprendere i movimenti, potrà confermare la proposta elaborata tramite la piattaforma Wise di robo for advisor. Un sistema che trasforma le password dispositive in gesti rendendo ancora più immediata la fruizione della parte transazionale della banca. Inoltre, il cliente, sempre negli uffici dei consulenti finanziari, potrà utilizzare il device per accedere in modalità self service ed effettuare anche disposizioni bancarie con un mix di comandi vocali e gestuali supportati da un assistente virtuale, nuovo “partner” a supporto dei consulenti per consolidare il livello di servizio verso i loro clienti.

“La tecnologia è un fattore sempre più strategico per la trasformazione dei modelli di business delle organizzazioni di ogni dimensione e settore. Il futuro appartiene alle aziende che sapranno sfruttare i dati per trarne informazioni strategiche, così da poter offrire ai propri clienti servizi nuovi ed esperienze sempre più complete. Siamo felici di accompagnare Widiba in questo progetto di innovazione reale, capace di migliorare e arricchire l’esperienza dei correntisti” spiega Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. Widiba Dialog sarà frutto di un processo di co-creazione. La prima fase del set up avverrà con il team Widiba e Microsoft, nel suo headquarter americano a Seattle, per poi aprire il dialogo sul web con gli utenti che, con i loro suggerimenti, potranno partecipare alla costruzione attiva dell’applicazione così come è stato per la nascita della banca. Entro dicembre 2017 le prime istallazioni.

Widiba Sttreet: la “Delivery Bank”
Widiba porterà il concetto di prossimità della banca anche sulla strada. Un mezzo itinerante all’interno del quale fruire della banca a 360°, dal prelievo dei contanti alla componente informativa e dispositiva tramite mixed reality. Per determinare la presenza della street bank sul territorio, Widiba utilizzerà il suo datamart per creare segmenti dinamici in base ai bisogni che vengono osservati in una determinata zona. Questo consentirà a Widiba di essere presente là dove c’è maggior esigenza e concentrazione di utenti minimizzando i tempi di delivery.

articoli correlati

MEDIA

La Martina propone la Polo experience in 3D grazie a Rekall

- # # # # # # #

La Martina

Grazie alla collaborazione con Rekall VR, prima virtual company italiana e divisione interna dell’agenzia milanese Orange Media Lab, il brand argentino La Martina ha cercato di avvicinare il grande pubblico al polo coinvolgendolo in modo inusuale e divertente: ha trasportato l’utente direttamente su un campo di gioco professionistico grazie alla tecnologia VR, facendogli vivere in prima persona un’esperienza unica. Rekall VR, infatti, ha raccolto la sfida di La Martina ideando e realizzando un video a 360 gradi di grande impatto.

L’agenzia social del brand ha raccontato la “Polo Experience” dal punto di vista privilegiato degli otto giocatori in campo e in tutte le sue fasi, dalla vestizione ai momenti di gioco. Potenza e agilità dei cavalli, classe e visione di gioco dei giocatori, eleganza dei capi La Martina applicata a uno sport di contatto in cui il fattore del rischio non è secondario, in uno scenario suggestivo nel cuore delle valli toscane presso il Relais la Martina. È questo ciò che si percepisce entrando nella dimensione virtuale del video 360 disponibile qui.

“Un tale progetto era quasi tecnicamente irrealizzabile per problematiche relative alla stabilizzazione delle camere e ai repentini cambi di direzione. Ma con alcuni accorgimenti e molti tentativi abbiamo ottenuto un ottimo risultato”, ha commentato Alessandro Fabozzi, CEO di Rekall VR (nella foto). “Siamo orgogliosi di poter collaborare con un brand di caratura internazionale come La Martina, mettendogli a disposizione il meglio della nostra innovazione tecnologica nel campo della realtà virtuale”.

“La Martina ha scelto di affidarsi a un’agenzia giovane ma che ha saputo distinguersi nel mercato per le proprie abilità tecnologiche di virtual reality. Abbiamo così deciso di aprirci alla sperimentazione di nuove e coinvolgenti tecniche di comunicazione, collaborando a un progetto innovativo e dal respiro internazionale”, ha affermato Enrico Roselli, CEO La Martina Europe.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Gardaland sceglie Figment Productions per la realtà virtuale. Investimento da 5 milioni

- # # # #

Gardaland

Fervono i lavori a Gardaland per la preparazione della nuova stagione 2017 e da oggi i visitatori del Parco potranno iniziare a scoprire la tematizzazione della leggendaria Montagna Russa che, dall’inizio della prossima stagione, assicurerà la più coinvolgente esperienza virtuale.

Un grande Acchiappasogni, suggestivo oggetto-simbolo della cultura degli Indiani Americani, rappresenta il portale attraverso il quale raggiungere il mondo degli Spiriti. Posizionata lungo il percorso dell’attrazione e visibile a tutti, l’imponente scultura suggerisce che l’avventura sarà ambientata nell’epoca in cui i Nativi Americani consideravano l’Acchiappasogni un oggetto sacro.

Non mancheranno in tutta l’area riferimenti a totem, oggetti, simboli e icone tipici di quell’affascinante parte di mondo. Scenografia e tematizzazione sono state studiate per coinvolgere gli Ospiti nell’avventura ancor prima di salire sulla Montagna Russa; anche la circostante area verde sarà trasformata in un’ambientazione tipica delle Montagne Rocciose dell’ovest americano.

L’esperienza diventerà davvero travolgente quando, indossati gli appositi visori, gli ospiti di Gardaland vivranno una straordinaria e immersiva avventura virtuale: una volta attraversato l’Acchiappasogni, i passeggeri abbandoneranno il mondo reale per affrontare l’ignoto ed essere immersi in una realtà parallela dove vivranno, in prima persona, un’esperienza unica e memorabile raggiungendo livelli adrenalinici mai provati prima.

L’innovativo progetto prevede un investimento complessivo di 5 milioni di euro per sviluppo tecnologico, scenografia e tematizzazione dell’attrazione.

Il partner tecnico scelto da Gardaland è Figment Productions, leader a livello internazionale nella tecnologia della Virtual Reality e nelle esperienze interattive audiovisive. Figment è pioniere nell’industria della Virtual Reality e ha già dato vita ad alcune esperienze di enorme successo. All’inizio del 2016 ha lanciato – presso il Parco tematico Alton Towers in Inghilterra – la prima montagna russa al mondo interamente dedicata alla Virtual Reality: Galactica. Pochi mesi dopo è stato inaugurato a Thorpe Park, vicino a Londra, “Il Treno Fantasma di Derren Brown”.

Per Gardaland, Figment ha messo a punto un sistema avanzato che permette di equipaggiare ogni singola seduta della Montagna Russa con la realtà virtuale sincronizzata alle variazioni di movimento. Ogni passeggero dispone di uno speciale processore che, attraverso l’invio di segnali al visore, risponderà, in modo dinamico, alle sollecitazioni generate dagli spostamenti. I visori, integrati nel convoglio, impiegano display per Virtual Reality che offrono effetti visivi di ultima generazione mentre le cuffie garantiscono un audio totalmente coinvolgente. In questo modo tutto ciò che si vivrà durante l’avventuroso viaggio nel mondo degli Spiriti dei Nativi Americani diventerà immediatamente un intenso e totale coinvolgimento sensoriale e fisico.

“Gli elevati standard grafici e un sistema audio completamente immersivo e all’avanguardia fanno della novità 2017 di Gardaland una tra le più sofisticate esperienze di Realtà Virtuale sulle Montagne Russe attualmente esistenti”, conferma Simon Reveley, CEO di Figment Productions Ltd e Presidente di Figment Productions LLC. “Un’esperienza di realtà virtuale di questo livello non si trova in alcun’altra parte d’Italia!”.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

Rekall e Ultràchic portano la realtà virtuale made in Italy alla Arab Fashion Week di Dubai

- # # # # # #

Rekall VR

Rekall VR, virtual reality company italiana di Orange Media Lab, è sbarcata alla Arab Fashion Week di Dubai, tenutasi poche settimane fa, con un progetto innovativo di sfilata immersiva a 360 gradi per l’esclusivo brand di alta gamma Ultràchic.

È grazie alla creatività del proprio team nell’utilizzare le innovative tecniche di ripresa e di montaggio proprie della virtual reality, che la divisione dell’agenzia milanese ha fatto vivere la magia di una sfilata dal punto di vista di una modella del prestigioso brand, dalla prova vestito fino al relax post passerella, in sei scene in contemporanea con anche una sorpresa finale che ha stupito il pubblico radunato per l’occasione.

“Il principale motivo per cui Ultràchic è rimasta colpita da Rekall è stata la nostra voglia di sperimentare e innovare, che ci ha portati a essere coinvolti nella Arab Fashion Week”, commenta Alessandro Fabozzi, CEO e Fondatore di Orange Media Lab, alla guida di Rekall. “Infatti, mai prima d’ora erano stati proposti, in questo contesto, questa nuova tecnologia, ma soprattutto questo nuovo modo di interpretare i contenuti”.

L’esperienza ha permesso all’agenzia milanese di confermare le potenziali sinergie e l’interesse del mondo del fashion verso la virtual reality. Il mondo della moda è molto funzionale al business di una realtà come Rekall, la cui offerta creativa innovativa e moderna può avvicinare al fashion un target tecnologico che, fino ad oggi, ne è rimasto molto distante.

Nell’orizzonte della virtual reality company non solo moda. Rekall è infatti tra le prime realtà italiane a lavorare anche sull’audio 360 gradi, con alcuni progetti in ambito musicale e in ambito real estate proprio a Dubai. “Gli sviluppi della VR sono molteplici – conclude Fabozzi – dal gaming (si pensi alla nuova Playstation VR), agli eventi, fino ad applicazioni in campo medico, come già sta avvenendo negli Usa”.

articoli correlati

AZIENDE

Orange Media Lab presenta la prima VR made in Italy: ecco Rekall

- # # # # #

Orange Media Lab presenta la prima VR made in Italy: ecco Rekall

Immersività, esperienza a 360 gradi, virtual reality: espressioni e concetti che sempre più spesso sono utilizzati nel mondo digitale. Una delle maggiori realtà dedicate a questi futuristici concetti è Rekall VR, prima virtual reality company italiana, nata nel 2016 come divisione di Orange Media Lab, agenzia milanese di digital marketing ed eventi. Rekall VR ha come mission l’ideazione e la realizzazione di contenuti in virtual reality, partendo dal concept fino alla declinazione finale del contenuto sui vari canali e sul territorio.
Con la creazione di Rekall VR, Orange Media Lab si posiziona come una delle prime agenzie di comunicazione europee ad aver investito in sviluppo, innovazione e commercializzazione di contenuti ed esperienze totalmente immersive, grazie a un laboratorio interno di sperimentazione e a un team di produzione e di post produzione dedicato.
Lo spirito creativo dell’agenzia Milanese, unito all’esperienza maturata negli anni nella proposizione e realizzazione di contenuti digitali, hanno permesso a Rekall VR di conquistare in pochi mesi la fiducia di importanti brand internazionali, che si sono affidati all’agenzia milanese per realizzare percorsi comunicativi in realtà virtuale in stereoscopia, in grado di portare all’utente il medesimo messaggio dell’adv tradizionale, ma potenziato e fruito in una modalità nuova e all’avanguardia. Tra questi brand, Samsung, La Martina, Burger King.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Proxima Milano, il lancio del primo teaser italiano in Virtual Reality all’IF! Italians Festival

- # # # #

Proxima Milano, il lancio mondiale del primo teaser italiano in Virtual Reality all'IF! Italians Festival

Dal 6 all’8 ottobre al Teatro Franco Parenti di Milano il pubblico di IF! Italians Festival potrà provare e scoprire la Virtual Reality grazie ad un’installazione appositamente allestita da Proxima Milano VR powered by HTC Vive.
Non si tratterà di una semplice dimostrazione tecnologica aperta al pubblico, ma di una presentazione ufficiale di un nuovo genere di prodotto che, grazie alla tecnologia di Vive e alla diffusione della VR come nuovo media, potrà diventare in breve tempo un potentissimo linguaggio di comunicazione interattivo.
In qualità di content partner del festival della creatività, Proxima Milano lancerà in anteprima mondiale il primo VeaseR di un progetto cinematografico italiano: il cortometraggio “Yonder” diretto dal regista Roberto Saku Cinardi, prodotto dalla casa di produzione Section80 di Marco Orlando, con VFX e post-produzione di Proxima Milano, Operà Music come SFX e post-produzione audio, musiche di Guido Smider ed interpretato da Simon Merrels, attore inglese teatrale e cinematografico con ruoli nei lungometraggi Spartacus, Dominion, Wolfman e recentemente nel ruolo protagonista di Lorenzo il Magnifico per il film di successo Firenze e gli Uffizi 3D/4K. Il VeaseR verrà successivamente reso disponibile in tutte le piattaforme internazionali di diffusione di contenuti VR.

“Il termine VeaseR” spiega Andrea Masera, Partner&General Manager di Proxima Milano, “è nato dall’esigenza di dare un nome ad un nuovo genere di prodotto di comunicazione che già nella realtà esiste ed è chiamato Teaser mentre nel mercato della VR non aveva ancora una sua precisa identificazione. Per un nuovo linguaggio e per un nuovo settore in piena espansione come quello della VR, era necessario definire un nuovo termine. VeaseR mi è sembrato da subito quello più giusto”.
Il VeaseR di Yonder proietterà il visitatore all’interno della storia e gli proporrà, sotto forma di sfida, un’avventura ed un’esperienza interattiva. L’obiettivo del VeaseR è esattamente simile a quello di un prodotto pubblicitario anticipando e invogliando il visitatore verso un determinato prodotto, in questo caso un cortometraggio cinematografico. La forza del VeaseR risiede nell’incredibile coinvolgimento sensoriale e nella totale immersività in cui il visitatore viene proiettato.
Durante il festival della creatività, Proxima Milano dimostrerà al pubblico dell’IF! le potenzialità della VR non solo come nuova tecnologia, ma anche come vero e proprio nuovo linguaggio di comunicazione. Un linguaggio in grado di generare nuovi stili di comunicazione e al contempo nuovi Media per i quali produrre specifici contenuti interattivi.

articoli correlati

MEDIA

Con Eurosport il ciclismo “ufficiale” debutta nella VR

- # # # #

eurosport

A conferma del suo essere tecnologicamente all’avanguardia, Eurosport lancia su Eurosport VR App  un esclusivo video a 360° che vede protagonista Jaco Venter, corridore della Dimension Data e Campione Nazionale sudafricano. Gli appassionati di ciclismo, attraverso l’innovativo filmato, potranno rivivere insieme a Venter le emozioni di una delle tappe della Vuelta 2016, che sta vivendo la sua fase conclusiva, scoprendo il punto di vista del ciclista sudafricano e immergendosi totalmente nella straordinaria atmosfera della corsa a tappe spagnola. Si tratta di una prima volta assoluta: mai, prima d’ora, qualcuno era riuscito ad offrire al proprio pubblico le riprese a 360° di una gara ciclistica ufficiale.

Questa applicazione di realtà virtuale permette infatti agli appassionati di sport di immergersi direttamente nel cuore delle più importanti competizioni mondiali. L’applicazione è stata lanciata nel corso dell’ultimo anno, in occasione del Roland Garros, e i video più recenti hanno visto protagonisti Andy Murray e Jo-Wilfried Tsonga, durante gli ultimi US Open di tennis.

L’applicazione è disponibile per dispositivi iOS, Android e Oculus, mentre  I fan possono vivere l’esperienza a 360° sia attraverso occhiali VR, quali Samsung Gear VR, sia tramite soluzioni come Google Cardboard.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Una spiaggia nel centro di Budapest, firmata MyAd Marketing

- # # # #

budapest spas

L’agenzia ungherese MyAd Marketing ha sviluppato una innovativa campagna per il cliente Budapest Spas, basata su un utilizzo originale della Virtual Reality (VR) che associa concettualmente il richiamo delle iconiche immagini di una spiaggia tropicale con il wellness delle terme cittadine.
Dal 6 giugno, infatti, una delle più frequentate fermate d’autobus del centro di Budapest è stata trasformata in una “piscina”: mentre i passeggeri attendono il mezzo pubblico, hanno davvero l’impressione di essere in acqua. Per rafforzare la sensazione è stato realizzato anche un grande acquario con vera acqua all’interno, mentre un schermo VR è a disposizione dei passanti per far vivere loro la più immersiva (in senso letterale) esperienza. Coloro che “si sentono” in piscina, infatti, grazie al display VR possono guardarsi interno e scoprire sempre nuovi avvenimento nel mondo sottomarino.

 

Credits

Advertised brand: Budapest Spas
Advert title: Beach feeling at a bus stop with VR glass
Advertising Agency: MyAd Marketing Ltd. Budapest Hungary
Creative Director: Team MyAd
Art Director: Team MyAd
Illustrator: Nikolett Koltai
Photographer: Gergo Kiss
Additional credits: JC Decaux Hungary

articoli correlati

MOBILE

Nuovo Gear VR Innovator Edition: design, comfort e contenuti cinematografici nella VR Mobile

- # # # #

gear vr

Samsung Electronics Italia spinge sul pedale dell’innovazione in ambito realtà realtà virtuale mobile, presentando l’ultima versione di Gear VR Innovator Edition, studiata per completare l’esperienza di intrattenimento degli smartphone di ultima generazione Galaxy S7 e Galaxy S7 edge. Il visore, sviluppato in collaborazione con Oculus, è progettato per offrire una visione ancora più immersiva grazie a un design confortevole e a contenuti cinematografici.
Grazie allo schermo Super AMOLED da 5.1 pollici di Samsung Galaxy S7 e Galaxy S7 edge, infatti, Gear VR Innovator Edition permette alle persone di immergersi completamente nella visione di film ad alta definizione, programmi TV, VOD e foto come mai prima d’ora
Il visore è inoltre ancora più comodo da indossare grazie alla riduzione delle dimensioni del 15% e alle cinghie ergonomiche, completamente riprogettate per dare maggiore equilibrio nel peso. Inoltre l’aggiunta della ventilazione meccanica consente un utilizzo prolungato del dispositivo evitandone così il surriscaldamento
Sotto il profilo della parformance, la potenza di calcolo e la miglior qualità grafica del terminale permettono di vivere esperienze di visione senza precedenti, mentre la possibilità di ricaricare il dispositivo attraverso la porta di connessione USB garantisce un’autonomia superiore
Il Gear VR Innovator Edition arriva accompagnato da una library m: contenuti dedicati a Gear VR sono scaricabili dallo Store Oculus tra una vasta selezione di proposte realizzate dai principali player del settore per mettere a disposizione degli utenti giochi emozionanti a 360° e video esclusivi, tra cui nuove performance del Cirque du Soleil o Kurios

articoli correlati