AZIENDE

Nasce origini.it, la bottega digitale di eccellenze vinicole di 7Pixel

- # # # # #

7Pixel lancia Origini.it

7Pixel presenta Origini.it, nuovo marketplace dedicato alle eccellenze vitivinicole. Il nuovo portale è una vera e propria bottega digitale dove ogni ricerca diviene un viaggio nel gusto; basterà lasciarsi guidare dalle selezioni proposte dai sommelier e dagli esperti del settore per conoscere, trovare e assaporare i prodotti delle migliori cantine italiane ed estere. Su Origini.it è possibile scegliere tra le proposte di oltre 50 aziende vinicole, rappresentative delle eccellenze regionali come Borgo dei Posseri e Tenute Sella.
Origini.it non è solo una bottega dove trovare le migliori etichette e quelle più ricercate, ma un punto di riferimento per gli appassionati del buon bere, per informarsi, per scoprire le varietà di vitigni, le tipologie di vino e gli abbinamenti gastronomici più indicati, per conoscere la storia e i protagonisti delle più importanti case vinicole italiane e straniere, grazie agli approfondimenti tematici degli Speciali curati da enologi ed esperti.
“Origini nasce come uno spazio di condivisione in cui far convergere il digitale e la passione di chi ha scelto di promuovere le tradizioni del territorio di riferimento” dice Paolo Cereda, Fondatore di 7Pixel e Responsabile di Origini.it. “Il nostro network è italiano al 100% per cui conosciamo bene la volontà dei produttori e dei venditori di trasmettere la qualità e l’unicità dei loro prodotti così come, grazie alle nostra esperienza quindicennale nell’ambito dei servizi agli operatori e-commerce, sappiamo bene quanto sia importante garantire ai clienti una buona esperienza d’acquisto digitale”.
Con la semplicità di utilizzo che caratterizza tutti i siti del network 7Pixel, Origini offre agli utenti la possibilità di accedere a un’ampia selezione di vini premiati provenienti dalle enoteche e dalle cantine presenti su tutto il territorio italiano, dalle realtà più note fino alle più piccole, e si avvale di importanti partnership con cantine internazionali, fornendo così visibilità digitale anche a quei produttori che sino a oggi non disponevano di un e-commerce o di una vetrina online.
Il portale è ideato per garantire una piacevole user experience permette all’utente di navigare con semplicità, impostando le ricerche per tipologia, per regione di provenienza o lasciandolo libero di visionare tutti i prodotti offerti. Per guidare il cliente nella scelta sono fruibili gli Speciali dedicati ai vitigni, alle tipologie di vino e alle differenti tradizioni e culture regionali italiane e non solo, oltre alla pubblicazione delle classifiche delle etichette più premiate e alla presentazione delle migliori cantine e dei lori prodotti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’azienda vitivinicola Tedeschi sceglie TrueCompany per la comunicazione 2015

- # # # #

Sarà True Company a curare tutte le attività di comunicazione 2015 dell’azienda vitivinicola della Valpolicella Tedeschi. L’agenzia è già al lavoro con il repositioning del brand, attraverso le campagne stampa, gli eventi, le PR, l’ufficio stampa, la gestione dei social network e dei progetti digital.
Sarà possibile scoprire le nuove guidelines della brand identity di Tedeschi al Vinitaly, il primo importantissimo appuntamento a Verona dal 22 al 25 marzo.

Le agenzie del gruppo TrueCompany – TRUE (www.trueadv.it), 3DESIGN (www.3design.net), CHILI PR (www.chilipr.it) e TREEWEB (www.treeweb.it) – agiranno sinergicamente per raggiungere questo obiettivo: un consistente aumento della notorietà e della rilevanza del marchio a livello nazionale e internazionale.

Massimilano Gusmeo, fondatore e CEO di TRUE COMPANY, ha dichiarato: “Siamo contenti di intraprendere questa collaborazione con Tedeschi. Il cliente premia il nostro expertise nell’ambito food and beverage.”

Sabrina Tedeschi, responsabile marketing e comunicazione di Tedeschi: ”Questo incontro ci ha entusiasmato fin dall’inizio, un team di grandi Professionisti, siamo certi sapranno portare novità e andranno a valorizzare il nostro brand, evidenziandone le sue peculiarità come lunga tradizione e passione famigliare, profonda conoscenza del territorio con personale e solida interpretazione dello stesso”

articoli correlati

AGENZIE

Sagna affida ad Arrow Communication Ufficio Stampa e PR

- # # # #

Inizia un nuovo percorso in comunicazione per Sagna S.p.A., la Società, fondata nel 1928 dal Barone Amerigo Sagna, che fin dai suoi inizi si è specializzata nell’importazione e distribuzione di vini, liquori e distillati d’altissima qualità. Ad Arrow Communication il compito di curare i rapporti con i media dell’azienda, con l’obiettivo di accrescere e consolidare la notorietà del brand attraverso lo sviluppo di una comunicazione istituzionale che evidenzi i valori legati al marchio, come tradizione, passione ed eccellenza dei prodotti distribuiti.

Negli ultimi anni, infatti, la filosofia che ha ispirato le scelte della società è stata fondata sulla ricerca dei vini e dei distillati più prestigiosi, al fine di presentarsi come un punto di riferimento per tutti coloro che aspirano al meglio. Questa politica rigorosa, che rifugge le mode passeggere e i facili volumi, ha portato Sagna a occuparsi della distribuzione di prodotti a volte di piccolissimo mercato, spesso molto rari, ma altamente sofisticati e ricercati: lo Champagne Cristal di Louis Roederer, i vini della Romanée Conti, i vini del Baron de Ladoucette, i grandi Châteaux di Bordeaux, i rari cognac Delamain, la Purity Vodka ed i preziosi Vintage di Graham’s.

articoli correlati

NUMBER

Il lato digital del vino italiano. La classifica FleishmanHillard Italia

- # # #

La società di consulenza strategica FleishmanHillard  ha realizzato la mappa digitale del vino italiano, analizzando la presenza sul web delle prime 25  aziende vinicole italiane in ordine di fatturato.

Sul podio la Compagnia De’ Frescobaldi, seguita da Masi Agricola, Mezzacorona, Gruppo Santa Margherita e P. Antinori.

Per quanto riguarda i siti aziendali, buona l’attenzione riservata alla versione mobile, non altrettanto sul versante Seo con bassi PageRank. Gli ecommerce interni restano presidio di una sparuta minoranza

17 aziende su 25 hanno una pagina su Facebook, 15 sono presenti su YouTube, appena 11 sono su Twitter. Solo 7 aziende hanno un canale su Pinterest e Instagram. Sul piano degli aggiornamenti, solo il 64% delle aziende analizzate ha pubblicato un post sulla propria pagina Facebook nell’ultima settimana presa in considerazione; in Twitter, nel 99% dei casi l’ultimo tweet è invece avvenuto negli ultimi sette giorni. Infine, nel canale YouTube del 34% delle aziende vinicole l’ultimo video risale agli ultimi 6 mesi presi in esame.

“Questa ricerca evidenzia il dinamismo e la capacità di cambiamento del settore vinicolo italiano. Tuttavia il processo di digitalizzazione è ancora di fase di consolidamento e per ora il comparto sembra essere più caratterizzato dalla quantità che dalla qualità, pur non mancando casi di eccellenza”, ha commentato Alessandra Fremondi, Senior Consultant e responsabile dell’area Food&Beverage di FleishmanHillard Italia. “Le principali opportunità che vediamo sono rappresentate da strategie di comunicazione basate su un adeguato storytelling, dall’e-commerce e, soprattutto in ottica esportazione, dalla capacità di rispondere alle peculiarità digital dei diversi mercati, inclusi motori di ricerca e social network”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il Consorzio Vini di Romagna comunica in Italia e “aggredisce” gli Usa

- # # # # # #

Valorizzare e internazionalizzare: queste le keyword che disegnano l’impegno assunto dal Consorzio Vini di Romagna – oltre 100 cantine aderenti – suffragato istituzionalmente dal riconoscimento Erga Omnes ottenuto lo scorso anno dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e ora finalmente operativo. Il decreto sancisce la centralità del Consorzio Vini di Romagna in tutte le attività di promozione e valorizzazione dei vini a Denominazione d’Origine. Sono circa 20 milioni le bottiglie prodotte annualmente dalle uve dei 15.000 ettari di vigneto Doc della Romagna. Sostenendo i vini della Romagna e promuovendoli in Italia e nel Mondo, con budget adeguati e strategie pluriennali, il Consorzio contribuirà a elevare la percezione di valore dei vini romagnoli e a rendere giusta reputazione alla loro qualità e a questo straordinario territorio. Perché, come hanno evidenziato le aziende da più tempo impegnate sui mercati internazionali, per riuscire nelle vendite occorre avere alle spalle una “regione del vino” credibile e presente, che evochi eccellenza produttiva e che sappia comunicare efficacemente i propri valori.

Ed è così che il Consorzio Vini di Romagna apre la sua prima campagna di comunicazione nazionale sui media di riferimento per l’enogastronomia e il turismo (da “Gambero Rosso” alla rivista di Slow Food, da “Tempi liberi” del Corriere della Sera a “I viaggi” di Repubblica). “Con questa campagna la Romagna fa udire forte la sua voce – sottolinea il presidente del Consorzio, Giordano Zinzani – Negli ultimi anni ci siamo impegnati molto sulla qualità dei vini e abbiamo messo ordine nei disciplinari di produzione, è ora il tempo di comunicare questi valori ai consumatori italiani ed esteri”..La campagna è la prima di un investimento che si manterrà rilevante e anzi si accrescerà per gli anni a venire. La scelta visuale è forte e innovativa: cingere la bottiglia con un packaging vivace, espressivo e favolistico nel quale i luoghi e le atmosfere che caratterizzano la Romagna, la sua terra, la sua gente, sono protagonisti e metafora di un vero desiderio di scoperta: svelare e gustare il carattere autentico dei suoi vini, viverne l’esperienza unica”. Creativityà e pianificazione della campagna sono firmate dall’agenzia Hoop srl, con sede a Faenza  e Cesena.

Inboltre, nel mese di ottobre il Consorzio Vini e nove aziende romagnole parteciperanno a un tour negli USA che li vedrà impegnati a Boston, Chicago e Los Angeles. Il Wine-riot di Boston è un innovativo e riuscitissimo evento nel quale cento etichette italiane vengono servite a tavoli aziendali/consortili, con i visitatori che possono scaricare gratuitamente su Smartphone APP di promemoria dei migliori vini degustati. Grazie alla tecnologia e alla comunicazione “social” sono molti anche i giovani che si avvicinano al mondo del vino. A Chicago e Los Angeles si svolgeranno, invece, dei workshop ai quali sono attesi circa 300 operatori commerciali americani, titolari di esercizi o che detengono licenze per import e distribuzione dei vini nel nord del continente, ma anche per i principali stati dell’America del sud.

A partire dall’autunno e per tutto l’inverno, infine, il Consorzio organizzerà nelle proprie enoteche (Osteria di Piazza Nuova a Bagnacavallo, Ca’ de Ven a Ravenna, Ca’ de Bé a Bertinoro) delle degustazioni “dinner-educational” per diffondere con piacevolezza la conoscenza dei vini di Romagna.

articoli correlati