AGENZIE

Teads e Samsung svelano il futuro del video online alla Milano Design Week

- # # # # #

Continua l’impegno di Teads per garantire che un annuncio pubblicitario sia correttamente visualizzato, attraverso la promozione di formati fuori dallo stream di altri video, così da tutelare anche la navigazione dell’utente. Il futuro del video online va in scena alla Milano Design Week, nell’ambito del FuoriSalone con due partner di prestigio su tutti Samsung, che da sempre sposa i valori d’innovazione, soprattutto, negli ambienti dei media digitali. Due bike tecnologiche si aggireranno tra le strade di Milano per invitare il pubblico a immergersi in una esperienza più unica che rara. S’inizia oggi alla Tortona Design Week, si continua domani al Brera Design District, ultimo appuntamento il 19 aprile a Ventura Lambrate.

“Secondo eMarketer, si prevede che la spesa in video adv (in US) raggiungerà 9,59 miliardi di dollari entro la fine del 2016, mentre si prospetta che nel 2017 il 74% del traffico totale su Internet si riferirà al segmento del video (fonte Invesp). A partire da questi trend, dobbiamo capire come calibrare e orientare le strategie in maniera efficace. La nostra risposta più concreta alla Viewability e all’Outstream è l’inRead un formato di video advertising rivoluzionario che oggi porta i brand nel cuore dei contenuti editoriali, creando nuove inventory per i publisher. Stiamo “pedalando” per innovare. Parallelamente agli eventi del FuoriSalone, avvolti dalla brillante atmosfera della Design Week, inviteremo il pubblico a scoprire il futuro della pubblicità video online che è sempre più vicino al concetto d’arte, tanto per citare McLuhan. Si sente spesso parlare di “native advertising”, l’inRead è la risposta più concreta che stiamo proponendo – con grandissimi successi mondiali – da oltre due anni grazie a partner di prestigio come: Reuters, Forbes, The Washington Post, La Razón, Die Welt, II Messaggero, The Guardian, The Telegraph, O Globo e TF1 e molti altri” spiega Antonella La Carpia Marketing & Communications Director Teads Italia

articoli correlati

BRAND STRATEGY

All’A-Day di Firenze si scruta l’orizzonte del Video ADV

- # # # # #

Organizzato oggi a Firenze da Simply, piattaforma di comunicazione digitale del Gruppo DADA, e promosso dall’associazione Editori Digitali (www.editoridigitali.org), si è svolta oggi a Firenze la 3° edizione di “A-Day -Advertising Day: Display the Future”, che ha posto il Video Advertising al centro della scena.

Con 24,3 milioni di persone che fruiscono di video via PC e 12,3 milioni via smartphone e device mobili (fonte ComScore) il Video ADV rappresenta infatti una leva d’ingaggio fondamentale per le aziende di qualsiasi settore e dimensione.
Fabrizio Angelini, CEO di Sensemakers, rappresentante comScore in Italia, ha sottolineato la maturità del mercato italiano in termini di penetrazione dei video online: l’88% della popolazione online su PC e ben il 49% di coloro che si connettono in mobilità guarda video, in linea con i dati degli Stati Uniti e dei principali Paesi Europei, per un totale di 16 ore al mese di fruizione, pari a un terzo (35%) del tempo speso online davanti al PC. Un tendenza in crescita che offre grandi opportunità al mondo dell’advertising: nell’ultimo anno i minuti per viewer hanno infatti registrato un incremento superiore al 12% e i video per viewer del 25%. Sta prendendo piede anche il consumo di video da mobile che si rivela in crescita: il 49% guarda video da mobile una volta al mese e il 15% quotidianamente (solo il 38% e il 12% a settembre 2013).
Interessante anche l’utilizzo dello smartphone mentre si guarda la TV, una pratica diffusa tra il 45% dei possessori di smartphone che per il 29% compiono azioni legate al contenuto televisivo. Questa rappresenta quindi una grande opportunità per le aziende, perché oltre 2 milioni di possessori di smartphone cercano prodotti e servizi pubblicizzati in tv, uomini e donne in egual misura, principalmente tra i 25 e i 44 anni (50%). In questo scenario il Video Advertising offre grandi opportunità di ingaggio e l’esperienza degli Stati Uniti dimostra che sono i format più lunghi a coinvolgere maggiormente, tanto che la domanda supera l’offerta. In generale il Video ADV si rivela molto efficace, perché consente di raggiungere un pubblico sempre crescente nell’arco della campagna.
All’evento sono intervenuti guidando la discussione sul tema del Video Advertising, Roberto Barberis, Direttore di Simply Advertising, e Layla Pavone, Venture Partner in Digital Magic e Presidente Onorario IAB Italia e Assocom Consulta Digitale, e il giornalista di Radio 24 Enrico Pagliarini ha moderato due tavole rotonde tematiche. A partire dalla fotografia dello scenario da cui il video advertising è emerso essere il leader indiscusso dei ricavi derivanti dalla distribuzione di pubblicità digitale, una serie di esponenti dei centri media, investitori e responsabili di piattaforme tecnologiche si sono, infatti, confrontati in una tavola rotonda dal titolo “L’orizzonte del Video Adv: sinergie, congiunzioni, opportunità”. Michele Marzan di Zanox (Vice Presidente IAB Italia), Davide Fiorentini di Stickyads, Marco Muraglia di SMG Italy e Giorgio Mennella di Ciaopeople Advertising hanno approfondito le grandi potenzialità della comunicazione attraverso il video, in grado di offrire un accesso semplice alla programmazione e costi di realizzazione contenuti. A seguire si è poi sviluppata un’ulteriore tavola rotonda dal titolo “Online video adv, democrazia digitale”, durante la quale si sono confrontati imprenditori e associazioni di categoria con editori e fornitori di tecnologia, che hanno illustrato come le piccole e medie imprese possono sfruttare le nuove tecnologie per far crescere il proprio business. Nino Ragosta di Quadronica, Ugo Benini di The Vortex, Sabrina Canese dei Giovani Imprenditori Confcommercio di La Spezia, Simona Salustro dei Giovani Imprenditori Confcommercio di Ferrara, Tommaso Gianassi di Confartigianato Firenze e Fabio Giavara di ItaliaOnline Local hanno parlato tra le altre cose di Social, di Real Time Bidding come strumento democratico di pubblicità digitale, e di come le associazioni, le agenzie o i vari attori del settore dell’ADV digitale possono diventare centri di competenza per garantire alle PMI un accesso più facile alle nuove tecnologie.

articoli correlati

AZIENDE

QUISMA e H-Art in partnership per lo sviluppo di nuovi prodotti nel performance marketing

- # # # # # # # #

QUISMA, agenzia internazionale di performance marketing, parte di GroupM, firma una partnership d’eccellenza con H-ART, agenzia interattiva digitale anch’essa parte di GroupM, per lo sviluppo di nuovi prodotti orientati all’innovazione nel campo del performance marketing. Il primo risultato della collaborazione è QUISMA Performance Video, la nuova soluzione di video adv interamente basata sulla vendita a performance.

La soluzione, frutto del profondo know how, dell’approccio consulenziale e delle specifiche capacità tecnologiche di QUISMA, offre degli innovativi formati video adv ideati per veicolare un deciso messaggio di call to action e dunque adatti a sollecitare l’interazione dell’utente ad esempio con test drive, instant poll, click to download, click to call. I video, che hanno l’abituale durata degli spot, offrono 5 soluzioni di lead generation e ben 36 variabili di personalizzazione del form, con feed automatico di passaggio dati.

“Il video viene solitamente utilizzato sul mercato come strumento per raggiungere obiettivi di branding. La sfida che ci poniamo con QUISMA Performance Video è cercare di renderlo efficace anche per raggiungere scopi di performance, forti della nostra tecnologia proprietaria. La soluzione sviluppata con H-ART è uno degli eccellenti risultati della strettissima collaborazione tra le diverse anime di GroupM, che siamo sicuri ci porterà allo sviluppo di altri prodotti fondamentali per raggiungere gli obiettivi dei clienti”, dichiara Ilaria Zampori, Managing Director di QUISMA Italia (nella foto).

“La ricerca di nuove soluzioni di comunicazione e interazione è una costante di H-ART, che da sempre lavora come realtà di eccellenza nell’innovazione del mondo digitale. Abbiamo quindi accolto con entusiasmo la sfida di coniugare le potenzialità del video advertising con le soluzioni per il performance marketing di QUISMA, realizzando una gamma di formati unici nel loro genere, in grado di soddisfare le esigenze di editori e advertiser alla ricerca di strumenti che permettano di raggiungere gli obiettivi e ottimizzare gli investimenti nei media digitali”, aggiunge Umberto Basso, VP New Media and Advertising di H-ART.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Telecom italia e ebuzzing sperimentano l’emotional tracker sui video adv pubblicati sul web

- # # # # # # # # #

Telecom Italia e Ebuzzing hanno concluso la sperimentazione sul web, realizzata sullo spot di lancio del  nuovo format unico di Telecom Italia che ha come protagonista Chiara, che permette di rilevare la soddisfazione dell’utente analizzando le espressioni facciali. Si tratta di una partnership che ha consentito a Telecom Italia di essere la prima azienda in Europa ad aver sottoposto i propri contenuti pubblicitari a un’analisi emozionale qualitativa.

L’Emotional Tracker è un innovativo strumento per la valutazione del tasso di gradimento di un contenuto da parte dell’utente online.  Il suo utilizzo, inoltre, rappresenta un’opportunità per dilatare l’esperienza dello user che non sarà soggetto a un’analisi invasiva poiché potrà decidere se attivare la video-camera per consentire il monitoraggio delle sue espressioni del viso.

La sperimentazione del tracker “Ebuzzing Index”  – sviluppato in collaborazione con il MIT (Massachusetts Institute of Technology –  è stato annunciata lo scorso 15 maggio in occasione dell’I-Strategy di Hague in Olanda e ha rilevato che il video ha sortito emozioni positive e di stupore che si sono accentuate nella parte centrale della storia su un doppio target – prevalentemente femminile – compreso tra i 14 e i 24 anni e tra i 30 e i 38 anni. Il video ha registrato inoltre più di 1.400.000 view e l’hashtag della campagna #AmoilTalento è stato utilizzato su Twitter circa 1800 volte.

“La nostra azienda è sempre in prima linea nel campo dell’innovazione”, ha dichiarato Gaetano di Tondo (nella foto) Responsabile Advertising Consumer Telecom Italia. L’esigenza di ricercare continuamente nuove soluzioni per migliorare l’offerta e i messaggi dei video online, non solo in ambito pubblicitario, è una delle priorità per Telecom Italia considerando che nel solo mese di marzo, Audiweb ha rilevato 68 milioni di video fruiti su internet e che oltre 6,5 milioni sono gli utenti che hanno visualizzato almeno un contenuto video. E’ per questo motivo che stiamo riservando una particolare attenzione a questo settore al fine di garantire ai nostri utenti un’offerta sempre migliore attraverso  linguaggi di comunicazione corretti”.

“Sappiamo come le emozioni giocano un ruolo fondamentale e centrale nella viralità di un video” – commenta Andrea Febbraio, Co-founder & VP Sales Ebuzzing – “e per la prima volta grazie a questo strumento innovativo è possibile “leggere” il viso degli utenti per capire in tempo reale l’emozioni suscitate dal video e misurarne la performance grazie al confronto con oltre 10.000 Facial Expression inserite nel database. Sembra fantascienza invece la realtà spesso supera la fantasia. La platea olandese è rimasta impressionata”.

articoli correlati

AZIENDE

10 milioni di unique viewer in Italia e più di 97 milioni di video per smartclip

- # # # # #

Oltre 10 milioni di unique viewer, il 42,5% dell’audience video totale, e più di 97,5 milioni di video erogati in Italia.  Questi i numeri di comScore Video Metrix che confermano il trend di crescita di smartclip, la piattaforma globale per il brand e il video advertising multi-screen. Nel periodo preso in esame, smartclip ha inoltre erogato 97,5 milioni di video, generando una media di fruizione di 9,5 video per utente (risultato estremamente positivo in termini di frequency).

“Il nostro continuo impegno per distribuire video premium di alta qualità, in un ambiente protetto brand-safe, sta dando risultati estremamente positivi e soddisfacenti per noi e per tutti i nostri partner ai quali continueremo ad offrire la nostra più avanzata tecnologia e nuove soluzioni di engagement” dichiara Luca Di Cesare, Managing Director di smartclip Italia.

 

Ma oltre ai numeri comScore Video Metrix, che fanno riferimento esclusivamente ai video fruiti via PC e laptop, anche alcuni dati interni di smartclip relativi alle view post-pc, sono fonte di soddisfazione per la società: mobile, smart TV e tutto il mondo delle app di Facebook registrano, infatti, importanti risultati. Nell’ultimo mese smartclip in Italia ha rilevato più di 100 milioni di video stream per le ingame app e Facebook app, oltre 33 milioni di video stream per il mobile e oltre 25 milioni di impression dai diversi format per le smart TV.  “Questi dati fotografano uno scenario di accessi ai contenuti digitali multi-device. Per i brand e per gli inserzionisti è diventato, quindi, fondamentale applicare strategie di comunicazione multi-piattaforma ai loro piani di advertising per riuscire a raggiungere un’audience sempre più cross-channel” aggiunge Di Cesare.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nel 2013 Hi-Media Group punta su Video e Mobile con fullscreen e Mobvious

- # # # # # #

Hi‐Media Group inizia il 2013 con due grandi novità: il gruppo multimediale online, che nel 2012 ha dato vita a un processo di innovazione all’interno della struttura per rispondere alle nuove esigenze del mercato dell’online advertising, lancia una nuova divisione dedicata al Video Adv e un nuovo brand dedicato al Mobile Adv.

fullscreen è il nome della nuova divisione creata all’interno di Hi‐Media Advertising, focalizzata sulla gestione dei formati video, lanciata dal Gruppo a livello internazionale con l’obiettivo di ampliare l’offerta, mettendo a disposizione del proprio network una serie di nuove opportunità per la monetizzazione di soluzioni video e dando modo agli inserzionisti di acquistare con formati in‐stream, in‐banner, in‐app e in‐social per raggiungere risultati efficaci in termini di reach su tutti i target. fullscreen va ad aggiungersi alle due business unit Adexchange – focalizzata sulla gestione delle campagne pubblicitarie in real‐time ‐ e Magic – dedicata ai Progetti Speciali.

Mobvious è invece il nuovo brand, che nasce nel 2013 come spin‐off del Gruppo Hi‐Media, dedicato interamente al mobile. La realtà Mobvious andrà quindi ad affiancare Hi‐Media Advertising e Hi‐ Media Payments completando l‘offerta italiana. Il network Mobvious, che conta circa 60 milioni di impression mensili e 12.8 milioni di utenti unici, si avvale di collaborazioni esclusive con editori che operano in diversi ambiti ‐ Entertainment, News&Tech, Women, Auto & Travel, ecc. ‐ tra cui Shazam, Alfemminile, Viamichelin, Cinetrailer e Tom’s Hardware.

“Dal nostro osservatorio abbiamo modo di vedere da vicino l’orientamento del mercato e di identificare in anticipo i trend che lo caratterizzeranno. Questo, insieme al confronto costante con le realtà che fanno parte del nostro network, ci dà modo di fare delle valutazioni tempestive per rispondere alle nuove esigenze. Da qui la spinta ad ampliare il nostro know‐how per mettere a disposizione un’offerta di livello anche in ambito Video e Mobile”, commenta Carlo Poss, Amministratore Delegato Hi‐Media Italia (nella foto).

articoli correlati