MEDIA 4 GOOD

Rajapack lancia una campagna social per la prevenzione contro il tumore al seno

- # # # #

Rajapack

Una campagna social realizzata per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione contro il tumore al seno. L’iniziativa Ogni donna è come un fiore sostenuta da Rajapack, la filiale italiana del gruppo RAJA, specializzato nella distribuzione di imballaggi, invita gli utenti a condividere su Facebook un post creato proprio per dare voce e risonanza a un tema estremamente delicato e spesso sottovalutato.

Una campagna digital che racchiude un importante fine sociale: per ogni condivisione che sarà effettuata tra il 14 febbraio e l’8 marzo, Rajapack si impegna a donare 1€ ad Armonia Onlus in favore del Centro Salute Donna di Piacenza. Il ricavato della donazione verrà utilizzato per il restyling pittorico della sala relax della struttura di piazzale Torino, polo di riferimento provinciale per lo screening di prevenzione del tumore al seno. L’obiettivo dell’intervento è quello di utilizzare colori e immagini per creare un ambiente più confortevole possibile per le donne che si sottopongono ai controlli periodici o a un’eventuale biopsia.

Il progetto di umanizzazione pittorica del Centro Salute Donna di Piacenza è curato da Sally Galotti, celebre designer e cartoonist. Insieme al personale sanitario e all’associazione Armonia, la disegnatrice forlivese sta lavorando per agevolare l’accoglienza delle donne in un momento che può essere molto delicato. Gli ambulatori di piazzale Torino sono oggetto di un intervento decorativo volto a migliorare le condizioni psicologiche ed emotive delle pazienti. È stato scelto il tema dei fiori, come simbolo che parla alla donna: ciascun ambulatorio sarà caratterizzato da un decoro floreale differente.

Nella sala relax il fiore rappresentato sarà il papavero, scelta effettuata proprio dalle collaboratrici di Rajapack. Questo piccolo gesto è simbolo di un’ideale catena di solidarietà al femminile, per far sentire meno sole le donne che devono affrontare la malattia.

“Secondo l’ultimo rapporto presentato dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e dell’Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM), il tumore al seno è la neoplasia più diagnosticata nelle donne. Ecco perché riteniamo fondamentale insistere sulla prevenzione e sui controlli periodici. Con questa iniziativa vogliamo sensibilizzare le donne sul tema, renderle più consapevoli e aiutarle ad affrontare la malattia attraverso i benefici dell’arte e dei colori. È un gesto delle donne per le donne”, afferma Lorenza Zanardi, Direttore Generale di Rajapack Italia.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

#ilditorosa: Lilt Milano e Cattelan contro il tumore al seno

- # # # # # #

Un gesto forte e irriverente per dire no al tumore al seno. È con questo spirito che la Lega per la Lotta contro i Tumori di Milano il 7 ottobre vestirà L.O.V.E., opera dell’artista Maurizio Cattelan comunemente nota come il “Dito”, con l’ormai famoso fiocco rosa, simbolo internazionale della lotta contro il carcinoma mammario. La scultura oggi alle 10.30 è stata presentata alla cittadinanza in questa nuova veste. L’arte si mette, quindi, a servizio della prevenzione per lanciare un messaggio provocatorio, per ribadire insieme a LILT Milano che non bisogna mai abbassare la guardia.

“Con questa iniziativa vogliamo lanciare un messaggio di sfida contro il tumore al seno. Abbiamo pensato a un’immagine inequivocabile per colpire e attirare l’attenzione di tutti su questo tema”, afferma il professor Marco Alloisio, Presidente della Lilt di Milano. “Siamo, quindi, orgogliosi e grati al Comune di Milano e a Maurizio Cattelan per averci concesso di appropriarci temporaneamente di un simbolo, come la scultura L.O.V.E, per aiutarci a diffondere la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce. Ogni anno solo in Italia si stima che siano circa 48mila i nuovi casi di cancro alla mammella. Ma il tumore al seno si può e si deve sconfiggere. LILT Milano è da sempre in prima linea nella lotta contro questa neoplasia sensibilizzando la popolazione femminile a prendersi cura di sé attraverso diverse iniziative e in tanti modi. Questo particolare connubio dell’arte con la prevenzione rientra, infatti, nelle attività che la Sezione Milanese di LILT ha organizzato per il mese di ottobre in occasione della Campagna Nastro Rosa”.

“Arte pubblica e salute: in apparenza un binomio privo di collegamenti immediati, ma in realtà un progetto che comincia a funzionare in vari luoghi della Città”, dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno. Oltre a questa bella iniziativa, ricordiamo anche l’opera di Kounellis installata nell’atrio della Mangiagalli alcuni mesi orsono, per sottolineare come l’arte e la bellezza possono accompagnare ogni momento della vita accrescendone il senso e la profondità”.

Il fiocco rosa addobberà il “Dito” fino alla fine del mese di ottobre. Ma non solo. La forza dirompente dell’immagine, raffigurante la scultura del grande artista vestita dal fiocco rosa, è stata riprodotta anche su un numero limitato di shopper che si potranno trovare in esclusiva nello store Excelsior da Antonia in Galleria del Corso 2 a Milano che devolverà l’intero ricavato della vendita delle shopper a Lilt Milano per finanziare le attività di prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Armando Testa e Testa Digital Hub sostengono Lines e Pink Is Good contro il tumore al seno

- # # # # #

Due segni “da guerriera” tracciati sulle guance, di colore rigorosamente rosa: questo il key visual dell’operazione #donaminuti per #pinkisgood con cui Armando Testa/Testa Digital Hub e Lines hanno sfidato gli instagramer italiani per sostenere Pink is Good e la sua battaglia contro il tumore al seno.

Entro il 31 maggio, ogni foto con i segni rosa di Pink is Good caricata su Instagram con gli hashtag #pinkisgood e #donaminuti sarà trasformata in minuti di ricerca che LINES donerà ai ricercatori della Fondazione Umberto Veronesi.

A fine operazione i minuti raccolti saranno aggiunti a quelli che LINES, dallo scorso 8 marzo, sta collezionando per Pink is Good grazie alle donazioni pervenute tramite i codici presenti sui propri prodotti: ad oggi sono oltre 200,000 i minuti inseriti sul contatore del sito ufficiale.

L’operazione social è stata realizzata insieme all’associazione Instagramers Italia che ha fornito il proprio supporto coinvolgendo tutte le comunità sparse nel bel paese in questa colorata e benefica challenge. Gli instagramers hanno già risposto nella prima settimana di challenge, la partecipazione è destinata a crescere via via che aumenterà il passaparola. Per diffondere la conoscenza di Pink is Good e il gesto sigla delle “guerriere” è stata inoltre lanciata in rete una catena promossa da alcune personalità del web.

La prima a rispondere all’appello è stata Nicole Husel, una youtuber specializzata in make up, sul suo canale KissAndMakeUp01 seguito da oltre 300.000 utenti. Nicole ha sorpreso le sue fan con questo innovativo modo di indossare un rossetto di colore rosa. Come se fosse uno dei suoi soliti tutorial di trucco ha spiegato come farsi i segni rosa sulle guance, ed ha invitato le proprie followers a fare lo stesso per dichiarare il proprio sostegno a Pink is Good. Tante ragazze e ragazzi – e anche alcune altre webstars – armati di rossetto rosa e cellulare hanno risposto all’appello, e l'”armata rosa” della ricerca cresce “di minuto in minuto” veicolando il proprio messaggio di prevenzione e sostegno alla ricerca.

Pink is Good è il progetto della Fondazione Veronesi che si occupa di informazione, prevenzione e ricerca sul tumore al seno. Testa Digital Hub è la unit di operazioni digitali e non convenzionali di Armando Testa. Al progetto hanno lavorato team creativi congiunti sotto la direzione creativa di Jacopo Morini e Piero Reinerio.

articoli correlati

AZIENDE

Successo per la campagna “Oggi tutto il rosa è per la vita” de La Gazzetta dello Sport

- # # # # #

La Gazzetta dello Sport a un anno esatto dalla speciale prima pagina tutta rosa che il quotidiano ha dedicato alla lotta contro il tumore al seno ha raggiunto un importante traguardo donando un ecografo di ultima generazione per la diagnosi precoce dei tumori femminili allo spazio prevenzione di Sesto San Giovanni appena inaugurato.

 

Con la frase “Oggi tutto il rosa è per la vita” che campeggiava quel giorno sulla prima pagina, La Gazzetta dello Sport dava ai suoi lettori e alle sue molte lettrici il messaggio fondamentale: “Ogni donna dovrebbe fare un controllo. Ogni uomo dovrebbe ricordarglielo” e ribadiva con forza il suo impegno al fianco della prevenzione.

 

La Gazzetta dello Sport ha devoluto alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) 20 centesimi per ogni copia venduta quel giorno e parte del ricavato pubblicitario, grazie alla collaborazione di tutti gli sponsor che avevano aderito.

articoli correlati

AZIENDE

Estée Lauder Companies e BikeMi insieme contro il tumore al seno

- # # # # #

Al via il mese della Campagna Nastro Rosa, il programma di responsabilità sociale di Estée Lauder Companiesideato negli Stati Uniti da Evelyn Lauder e promosso in oltre 70 Nazioni per sensibilizzare un numero sempre maggiore di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce del tumore al seno. Il tema di quest’anno è “SIAMO PIÙ FORTI INSIEME” ed è dedicata alle unioni e alle partnership.

Molte sono le iniziative che attrarranno l’attenzione sul tema: dalle visite senologiche gratuite presso gli ambulatori LILT, all’illuminazione in rosa di monumenti, alla raccolta fondi.

 

Quest’anno per la prima volta un nuovo partner che promuove una sana qualità della vita: BikeMi, gestito dalla società Clear Channel.

In partnership con BikeMi, Estée Lauder Companies ha organizzato una biciclettata per i propri dipendenti. Con partenza dai giardini di Via Palestro e passando per le vie illuminate di rosa del Quadrilatero della Moda, 100 dipendenti Estée Lauder Companies, indossando la maglietta rosa, simbolo della Campagna, sono arrivati a Palazzo Marino in sella alle bici BikeMi, gentilmente concesse da Clear Channel, per assistere alla conferenza stampa organizzata dalla LILT e per tagliare il nastro dell’unità mobile che, come ogni anno, consente alle donne di fare una visita gratuita al seno. Durante la conferenza stampa Orna Schezen Nofarber, direttore generale e amministratore delegato di Estée Lauder Companies Italia, ha consegnato l’assegno alla ricerca a Eleonora Guzzetti, ricercatrice della LILT.

articoli correlati

AZIENDE

3 Italia partner di “Pink is Good”, il progetto a sostegno della lotta al tumore al seno

- # # # # # #

3 Italia è partner di Pink is Good, il progetto della Fondazione Umberto Veronesi che ha l’obiettivo di sostenere il lavoro di dieci ricercatori specializzati sul tumore al seno. L’iniziativa è anche volta a promuove l’importanza della prevenzione, fase indispensabile per l’individuazione della malattia nelle primissime fasi, e a fare informazione in modo serio, accurato e aggiornato, su un male che in Italia colpisce in media 42.000 donne ogni anno. Ad Ottobre, mese mondiale della prevenzione, sarà possibile dare il proprio contributo alla ricerca attraverso il sito www.pinkisgood.it e acquistando i prodotti a marchio Pink is Good.

Dal 1 Ottobre, nei negozi “3” che aderiscono all’iniziativa, sarà infatti possibile acquistare le custodie “griffate” Pink is Good per iPhone 5, iPhone 5S e Samsung Galaxy S4. Di colore rosa shocking e dal look estremamente femminile, le cover Pink is Good sono state realizzate da iNature, azienda specializzata in materiale plastico biodegradabile al 100%. iNature ha curato anche il packaging che, proprio come le custodie, è interamente biodegradabile. Le cover Pink is Good saranno in vendita a 14,90 euro e il ricavato (al netto dei costi sostenuti e dell’iva versata) sarà interamente devoluto alla ricerca.

Per dare un contributo ancora più significativo al progetto della Fondazione Umberto Veronesi, 3 Italia ha deciso di estendere l’iniziativa nei propri punti vendita ben oltre il mese della prevenzione e di proseguire con la vendita delle custodie Pink is Good  fino al 31 gennaio 2014. Oltre alle custodie nei punti vendita “3” saranno disponibili anche i materiali informativi sulla prevenzione al tumore al seno curati dalla Fondazione Umberto Veronesi con le dieci regole d’oro per vivere in salute e ridurre i rischi di contrarre la malattia attraverso uno stile di vita sano, una corretta alimentazione e gli accertamenti clinici di routine.

Attraverso il finanziamento di borse di studio e progetti di ricerca, l’iniziativa della Fondazione Umberto Veronesi sosterrà il lavoro di dieci medici che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio e alla cura del tumore al seno.

articoli correlati