AZIENDE

Criptomining: nasce nel cuore di Milano la fabbrica di bitcoin italiana

- # # # #

criptomining

Nata nel febbraio 2018, proprio nel cuore di Milano a due passi dal Duomo, Criptomining.online produce criptovalute su scala industriale attraverso un processo informatico noto come mining. Grazie all’accordo con Treedom, la startup è 100% green.

“Grazie a sinergie e importanti accordi commerciali possiano ritenere marginale il costo dell’energia elettrica, quindi concentrarci sulla produzione delle macchine. CriptoMining attualmente non vende le macchine, lo faremo in futuro, ma lei stessa fa mining. Abbiamo al momento 12 macchine dedicate all’attività – spiega l’Avv. Elio Viola, socio fondatore – e ognuna è in grado di generare circa 0,0014 Bitcoin al giorno. Potrebbe essere poco, ma numerosi sono i progetti che stanno nascendo sulla blockchain e che avranno bisogno delle nostre macchine. Molto dipende anche dal valore del Bitcoin, lo scorso dicembre, quando superò quota 19 mila dollari, qualcuno è arrivato addirittura a pronosticare valori vicini al milione di euro”.

“Siamo orgogliosi – afferma Viola – di essere a Milano, il cuore finanziario d’Italia. Andare all’estero poteva essere una scelta, “facile”, ma qui abbiamo trovato le sinergie giuste che servono. Nel pieno centro di Milano, la struttura che ci ospita al piano -3 dello stabile mette a disposizione tutto quello che serve: spazi, sorveglianza h24 e basse temperature per mantenere stabili i sistemi. Nella sala di 60 metri quadri possiamo ospitare a regime circa 250 macchine, nostro obiettivo di realizzazione. Come in ogni rivoluzione tecnologica, a grandissimi rischi corrispondono grandissime opportunità. Ma qui ci crediamo davvero, infatti abbiamo investito personalmente, non solo denaro ma anche know-how, tempo e notevoli sacrifici. Creare la struttura attuale ha portato investimenti per circa 50.000 euro, ma stiamo crescendo molto rapidamente anche grazie ai proventi quotidiani dell’attività di mining. Crediamo fermamente che le valute digitali siano solo l’inizio di una svolta tecnologica che rivoluzionerà tutti i settori industriali e finanziari, e accelererà l’internet delle cose. Se succederà potremmo dire che noi c’eravamo in prima persona”.

“Aspiriamo a essere il progetto industriale più grande d’italia e ci stiamo muovendo su diversi fronti”, afferma Matteo Moretti, co-fondatore di CriptoMinig. “Ci hanno valutato 1,5 milioni di euro e stiamo dialogando, da un lato per il possibile ingresso di grossi investitori già attivi sulle Cryptovalute, dall’altro l’intenzione di avvicinarci all’equity crowdfunding per far partecipare chi fosse interessato al nostro progetto in modo attivo. Ci piacerebbe rendere “social” il mining di criptovalute. Forti delle nostre esperienze siamo convinti di poter diventare una realtà che crea valore e lavoro”.

Matteo Moretti è property trader per un grosso broker europeo con diverse esperienze in startup. È investitore e finanziatore di molti progetti vincenti e in criptomining raccoglie tutta la sua esperienza finanziaria e strategica.
 Elio Viola, milanese di adozione, è avvocato specializzato in startup. Lavora con alcune tra le più importanti startup milanesi.

Leggi qui il nostro approfondimento su blockchain e criptovalute.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Treedom sceglie Auiki per “Regali senza futuro” la campagna natale 2017

- # # #

Treedom

Treedom è online con la campagna di Natale “Regali senza futuro”. La campagna è stata curata da AUIKI, agenzia di comunicazione con sede a Reggio Emilia, con l’obiettivo di promuovere un nuovo concetto di regalo natalizio in modo coerente con lo stile di comunicazione fresco e irriverente che contraddistingue Treedom. Quante volte in questo periodo abbiamo ricevuto regali inutili, finiti poco dopo in soffitta?

Regalare un albero con Treedom significa donare qualcosa che avrà un destino migliore, e, in più, contribuire a migliorare il futuro del nostro pianeta. La campagna prevede due soggetti video che raccontano il momento dello scambio dei regali tra due diverse coppie. Un punto di vista maschile e uno femminile per rappresentare con tono ironico una situazione che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo vissuto: ricevere un regalo brutto.

I due spot, prodotti da INDACO, sono in pianificazione dal 27 novembre al 25 dicembre in formato 45” e 30” sui principali canali social e circuiti di digital advertising. Oltre al concept creativo e allo sviluppo tecnico, AUIKI ha seguito la pianificazione media per l’Italia e la Germania, orientata al presidio di social e siti generalisti tramite video, campagna display e formati innovativi.

articoli correlati

AGENZIE

A Connexia la gestione delle attività di Ufficio Stampa e Pubbliche Relazioni di Treedom

- # # #

Treedom sceglie Connexia

Treedom ha scelto Connexia per la gestione delle attività di PR & Media Relation con l’obiettivo di sviluppare e rafforzare il proprio posizionamento in Italia.

Nata a Firenze nel 2010, sin dai suoi esordi Treedom si prefigge di sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a tematiche legate all’ambiente e alla sostenibilità, così da contribuire a rendere concretamente il nostro pianeta un “mondo più verde”. L’originalità dell’approccio di Treedom consiste nell’associare il singolo albero all’utente che ha scelto di piantarlo e consentire l’interazione tra i due, concorrendo a costruire e consolidare un legame. Ogni albero viene, infatti, geolocalizzato e pubblicato sul profilo on-line creato per il proprietario, che riceverà aggiornamenti via e-mail sullo stato dell’albero e contribuirà così all’assorbimento di CO2.
Attraverso il sito è infine possibile decidere se custodire l’albero oppure se regalarlo virtualmente a terzi, accompagnato da una dedica personalizzata.

Connexia è stata scelta per supportare la strategia di comunicazione di Treedom con l’obiettivo di massimizzare la visibilità del brand, rafforzarne il posizionamento e comunicare l’offerta dell’azienda utilizzando un “tone of voice” originale, così da raggiungere e coinvolgere un’audience sempre più ampia.

“Siamo davvero entusiasti di questa collaborazione. Siamo certi che Connexia, con il suo team di consulenti ed esperti, saprà garantirci il supporto di cui abbiamo bisogno per consolidare la nostra strategia comunicativa. Puntiamo a rafforzare il posizionamento di Treedom sul mercato italiano con l’obiettivo di intraprendere un percorso di crescita e diffusione internazionale e crediamo che Connexia sia il partner giusto per favorire il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati”, ha commentato Federico Garcea, CEO di Treedom.

“Treedom è la prima benefit corporation con la quale siamo chiamati a collaborare, una realtà profondamente innovativa, per approccio e modello di business, e pienamente in linea con i nostri valori. Connexia, per la sua storia e per l’appartenenza a un Gruppo notoriamente molto impegnato nel sostegno al terzo settore, è da sempre particolarmente sensibile alle tematiche ambientali e sociali. Mettere a punto una strategia di comunicazione, posizionamento e promozione sul mercato italiano per Treedom, un’azienda profittevole che allo stesso tempo opera come una società benefit, stimola la nostra vena creativa e ci consente di esplorare e sperimentare nuove possibilità espressive e raccontare una storia unica e originale”, ha dichiarato Paolo D’Ammassa (in foto), CEO di Connexia.

articoli correlati

AZIENDE

San Benedetto e Treedom insieme per un progetto ecogreen. Piantati 6.000 alberi a Scorzè

- # # # #

Foresta San Benedetto

Parte un progetto green: grazie alla bottiglia di Acqua Minerale San Benedetto 1L Easy “progetto ecogreen” verranno piantati 6.000 alberi nel Comune di Scorzè (Venezia) in collaborazione con l’azienda fiorentina Treedom. I consumatori di San Benedetto potranno partecipare all’iniziativa; dal 18 aprile al 9 ottobre 2017, infatti, chi acquista la confezione da 6 bottiglie di 1L Easy, potrà adottare un albero con Treedom all’interno della Foresta San Benedetto e partecipare al concorso a premi con l’estrazione finale di 3 BMW Cruise e-bike.

“Contribuire alla salute del pianeta e dei nostri figli è da sempre un valore della nostra azienda, e questa iniziativa rappresenta un ulteriore passo in avanti sulla strada della sostenibilità”, ha dichiarato Enrico Zoppas, presidente e amministratore delegato del Gruppo Acqua Minerale San Benedetto S.p.A.

Nella Foresta San Benedetto verranno piantate specie arboree tipiche del bosco della pianura padana, come il pioppo e il salice. Sarà inoltre ricostituito l’intero habitat naturale grazie ad arbusti e specie tipiche dell’ecosistema umido della pianura veneta.

“Un ringraziamento particolare al Presidente Enrico Zoppas per la sua sensibilità verso l’ambiente e le generazioni future, e a tutti i soggetti che hanno contribuito fattivamente alla realizzazione di questo progetto che ricostituirà l’habitat della nostra bella campagna veneta”, ha commentato il Sindaco del Comune di Scorzè, Giovanni Battista Mestriner.

Nei prossimi anni tutti i visitatori della Foresta San Benedetto potranno vedere concretamente gli effetti di un intervento di riqualificazione ambientale, che darà la possibilità alle persone di poter passeggiare tra alberi e laghetti dove oggi vi è una distesa di terra e poco altro. Gli alberi rappresentano un polmone per il nostro pianeta, a favore delle generazioni di oggi e di domani.

Il Gruppo San Benedetto nel 2012 ha lanciato la linea “progetto ecogreen”: una generazione di bottiglie di acqua minerale dedicate a chi ama la natura e studiata per contribuire a preservare le risorse nel nostro pianeta. Questa linea ha il 100% di emissioni di CO2eq. completamente compensate e utilizza fino al 50% di R-PET (PET rigenerato), il massimo previsto dalla normative italiana.

I risultati dell’impegno ambientale sono sotto gli occhi di tutti: nel periodo 2013-2015, sono state ridotte le emissioni di CO2 equivalenti del 12,7% sui prodotti “progetto ecogreen” imbottigliati negli stabilimenti di Scorzè e Viggianello (dati su base litro).

Una riduzione di CO2 pari a quella assorbita da 90.000 nuovi alberi piantati oppure a non aver percorso 20.193 chilometri con un autotreno da 40 tonnellate. Inoltre, “progetto ecogreen” è stata la prima linea di prodotti in Italia a ricevere dal Ministero dell’Ambiente la certificazione del Programma per la valutazione dell’impronta ambientale.
Per questa iniziativa, San Benedetto ha scelto Treedom come partner per piantare alberi in Italia: ogni albero, conformemente con la metodologia Treedom, sarà geolocalizzato e fotografato e chi parteciperà al concorso potrà adottare un albero a proprio nome e seguirlo online.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Treedom lancia per San Valentino una campagna decisamente unconventional

- # #

Treedom

La piattaforma Treedom per San Valentino ha lanciato sui suoi canali social un video che riassume in 17 secondi l’atteggiamento smart e simpaticamente irriverente tipico della piattaforma.

Al bando eccessivi romanticismi e troppo miele: amore significa passione senza controllo, ardore senza freni e libertà. Niente meglio di un albero può riassumere il forte legame fra istinto e natura e così ecco una serie di animali che, in una sorta di corto animato, danno sfogo ai loro istinti sopra ad un albero, in modo fantasioso e divertente. Un modo unconventional e dissacrante per promuovere la campagna dedicata al giorno degli innamorati. Per festeggiare al meglio, Treedom propone di piantare un albero da regalare alla propria dolce metà.

Il messaggio è: “sì alla diversità e segui l’istinto!” San Valentino 2017 deve essere l’occasione perfetta per ogni coppia per sperimentare e divertirsi: fra le lenzuola ma anche in fatto di regali. Per il giorno dell’amore Treedom offre ai suoi utenti, oltre ai consueti alberi presenti sul sito, quattro nuove specie di alberi Limited Edition: Cacao (albero della dolcezza), Grevillea (albero della pazienza), Arancio (albero dell’ottimismo) e Banano (albero delle fantasie). Chi vorrà potrà scegliere l’albero da piantare sia sul sito ufficiale, sia su quello dedicato all’iniziativa, cliccando sulle simpatiche grafiche personalizzate. L’albero sarà realmente piantato da un contadino, che se ne prenderà cura; insieme alla comunità ed alla propria famiglia, il contadino beneficerà dei vantaggi che gli alberi apporteranno all’ecosistema locale e dei loro frutti che, oltre ad essere preziosi per finalità di autoconsumo, offriranno nel tempo anche la possibilità di ottenere un guadagno aggiuntivo grazie alla loro vendita sul mercato locale. Scegliendo di regalare un albero sì farà quindi un gesto d’amore per la propria dolce metà, per i contadini beneficiari e per il pianeta intero.

articoli correlati

AZIENDE

Treedom lancia la campagna We make it real: 4 alberi limited edition da regalare a Natale

- # # # #

Treedom

Natale 2016 si tinge di verde. Treedom, piattaforma web che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha in serbo l’idea regalo giusta, in grado di divertire e sensibilizzare al tempo stesso: da oggi è online la campagna “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e amici 4 alberi Limited Edition, per rendere il periodo natalizio ancora più magico e stimolante.

Treedom, infatti, per festeggiare al meglio il Bianco Natale, ha affiancato alla consueta offerta di alberi piantabili in Italia, Africa e America Latina, 4 nuove varianti natalizie. Si tratta di Avocado, Guava, Mango e Markhamia: durante le feste gli alberi saranno disponibili sul sito decorati in stile natalizio e chiunque potrà finanziarne la piantumazione in Kenya, indirizzando, poi, il regalo a una persona speciale. Un’idea innovativa per rendere il mondo più verde, offrendo un prezioso contributo ai contadini locali.

La scelta di Treedom non è affatto casuale. Mango, Avocado e Guava sono tre alberi da frutto, e tutti i frutti prodotti resteranno alla popolazione locale (per autoconsumo o eventuale commercio). La Markhamia è invece un albero che fa ombra a colture che necessitano di essere ombreggiate. Come nella migliore tradizione di Treedom, infatti, lo scopo finale è quello di offrire alle popolazioni locali fonti di sostentamento e opportunità di crescita e guadagno. La piattaforma cerca di raggiungere questi importanti traguardi attraverso un approccio cool e fuori dagli schemi, capace allo stesso tempo di far riflettere e incitare al cambiamento.

Chi vorrà potrà scegliere l’albero da piantare sia sul sito ufficiale, sia su quello dedicato all’iniziativa.  L’albero sarà realmente piantato da un contadino locale, che se ne prenderà cura. Una volta scelta la variante desiderata sul sito della campagna, cliccando sulla simpatica nuova grafica natalizia, il visitatore potrà visionare un video a 360° nel quale il contadino svelerà succosi e divertenti aneddoti sulla pianta. Dopodiché potrà procedere con l’acquisto dell’albero scegliendo l’amico al quale indirizzare questo prezioso regalo, personalizzandolo con un messaggio di auguri.

“We make it real” rappresenta l’ultima iniziativa di Treedom, da anni attiva nel coinvolgere persone e aziende sul tema ambientale. Regalando o custodendo un albero chiunque può comunicare il proprio impegno per l’ambiente, lanciando un importante messaggio: la Terra è la nostra casa ed è arrivato il momento di prendercene cura, al fine di salvaguardare il futuro delle prossime generazioni. L’effetto serra e il cambiamento climatico rappresentano problemi reali e Treedom vuole fare la sua parte, affrontando queste tematiche con la serietà necessaria ma anche con un pizzico di sano divertimento.

Regalare (o regalarsi) un albero è davvero semplice con Treedom. Dopo averlo piantato, si può scegliere di personalizzarlo con un messaggio e regalarlo: la notifica del dono può arrivare al destinatario via email, via Facebook o tramite un biglietto di auguri scaricabile direttamente dal sito, a seconda delle preferenze. Ogni singolo albero piantato verrà fotografato, geolocalizzato e pubblicato sul profilo online creato per il proprietario. In questo modo il destinatario del regalo sarà coinvolto in prima persona nel progetto, ricevendo aggiornamenti via email sullo stato della pianta. Inoltre le accattivanti grafiche di treedom.net consentiranno a donatori e destinatari di visualizzare la mappa degli alberi piantati, con l’opportunità di condividerli sui social media o su altre piattaforme online. Un modo di creare engagement divertente e impattante, in pieno stile Treedom, che può diventare strumento di comunicazione e marketing per aziende.

articoli correlati