BRAND STRATEGY

momondo apre agli ambassador: al via il programma Open World Travelers

- # # # # #

open world

Open World Travelers” è il nuovo programma che raccoglie gli ambassador del brand in una esclusiva community, dove confrontarsi e raccontarsi, nonché mettersi in gioco con attività e prove che consentono di ottenere riconoscimenti e guadagnare punti, utili per raggiungere premi e passare di livello in livello.

“Open World Travelers si aggiunge alle numerose iniziative che negli anni momondo ha sviluppato per promuovere il viaggio come uno strumento per abbattere le barriere e i pregiudizi” commenta momondo. “Per noi è fondamentale essere vicino a quanti scelgono di fare del viaggio uno stile di vita, supportarli e raccogliere le loro esperienze ed opinioni. Mettendo tutto questo e la nostra conoscenza del mercato a fattor comune possiamo continuare a innovare la nostra offerta di servizi, contenuti e suggerimenti di viaggio per rispondere sempre meglio alle esigenze dei nostri utenti”.

In palio non solo premi in denaro, buoni regalo e gadget indispensabili per i propri viaggi, ma anche utili workshop e tutorial online per scoprire come migliorare le performance del proprio blog o canale social e collaborazioni con i team brand e marketing di momondo.

Candidarsi è semplicissimo: fino al 31/10/2018 gli influencer con almeno 500 follower che utilizzano almeno un canale social per raccontare la propria passione per i viaggi (Facebook, Instagram, YouTube oppure un blog) possono accedere alla pagina di registrazione, inserire i dati relativi al proprio profilo e interessi, nonché esprimere le proprie motivazioni nel creare contenuti e condividere esperienze. In alcune settimane momondo vaglierà le richieste ricevute e comunicherà l’ammissione al programma Open World Travelers Ambassador.

articoli correlati

MEDIA

Nasce il nuovo Condé Nast Traveller, trimestrale dall’anima digitale

- # # # # # #

In edicola da fine marzo, il nuovo Traveller avrà una nuova formula editoriale che predilige il sogno, il bel viaggiare e soprattutto la grande qualità fotografica. Fin dalla prima uscita, porterà con sé un’anima digitale. Ettore Mocchetti, anche direttore di AD, Architectural Digest, il mensile delle case più belle al mondo, aveva già diretto Condé Nast Traveller dal 1999 al 2004, firmandone il primo numero che aveva un formato pocket e una formula monografica.

“Il nuovo Traveller si propone di  essere un giornale di viaggio pensato per un pubblico che, grazie alle esperienze personali e agli approfondimenti dei nuovi media, ha visto ormai tutto o crede di aver visto tutto”, spiega Ettore Mocchetti. “Traveller farà vivere il mondo in modo sorprendente, con uno sguardo “curioso” dedicato ai paesaggi, alla natura selvaggia, al volto contraddittorio delle metropoli, e soprattutto alla gente, ai costumi, alle grandi e piccole realizzazioni umane. Si propone di essere dichiaratamente insolito, una “lente di ingrandimento” sulla Terra, sui suoi segreti più nascosti, sulle sue meraviglie”. Il nuovo Traveller ricrea in modo contemporaneo la fascinazione del Voyage Pittoresque e si propone di far sognare il lettore, mostrando luoghi che suscitano stupore o leggendo in modo inusuale territori conosciuti o, ancora, di svelare lati del pianeta più nascosti, alle più ardite realizzazioni della civiltà, luoghi non ancora divenuti “di consumo”.

Il giornale attraverso i suoi reportage fotografici, consente ai lettori di vivere le emozioni provate dai grandi viaggiatori. Inoltre, suggerisce l’idea del “viaggio da casa” che tutti possono compiere sfogliando la rivista. Il giornale invita a immaginare e sperimentare un nuovo modo di viaggiare grazie anche alla App Traveller Cards, l’anima digitale che integra attivamente il nuovo magazine fornendo un’esperienza unica e innovativa, in piena sintonia con l’heritage del brand.

L’App propone un approccio originale al viaggio: ogni giorno la redazione di Traveller invierà all’utente una cartolina digitale caratterizzata, sul fronte, da una straordinaria immagine di Traveller, sul retro, tre consigli dedicati ai luoghi più esclusivi e ricercati dove dormire, mangiare, da visitare, visualizzabili immediatamente su una mappa integrata con Google Maps. La postcard digitale racchiude in sé ampie potenzialità comunicative ed esperienziali. I contenuti potranno essere commentati, inviati via mail o condivisi sui social network. All’interno dell’App si potranno salvare le proprie cartoline preferite, organizzandole in uno “stack”. Le card più amate dagli utenti (quelle più condivise, commentate, inviate) si trasformeranno in oggetto fisico, stampato, tangibile, che sarà allegato allo stesso Traveller.

Il progetto si propone come App dedicata al mondo Apple (iPhone e iPad) e successivamente sarà disponibile anche su Android (smartphone e tablet).

articoli correlati