AGENZIE

Tradelab si aggiudica la gara Valtellina e pianifica la nuova campagna programmatic

- # # #

Tradelab - Valtellina

Dopo una gara che ha coinvolto più agenzie, Tradelab si aggiudica l’incarico destinato a promuovere un’immagine di qualità della Valtellina attraverso il programmatic advertising, nell’ambito del progetto di valorizzazione della Destinazione Valtellina finanziato da Regione Lombardia e Camera di Commercio di Sondrio, di cui Valtellina Turismo è il braccio operativo.

Il programmatic pure player indipendente, guidato in Italia da Gaetano Polignano, è stato scelto per l’efficacia e la qualità delle proprie tecnologie, per il suo approccio su misura e per i criteri di trasparenza e sicurezza adottati nelle campagne.

“Siamo lieti che il comitato tecnico di valutazione abbia scelto la nostra tecnologia e che sia stata apprezzata soprattutto la nostra consulenza e la flessibilità delle nostre soluzioni”, dichiara Gaetano Polignano. “Grazie alle nostre tecnologie e la competenza dei nostri specialisti offriremo una targettizzazione iper granulare dell’audience per una diffusione personalizzata della pubblicità che ci permetterà di coinvolgere ogni utente attraverso uno storytelling che valorizza le molteplici peculiarità di questa splendida destinazione”.

L’incarico, oltre alla promozione del sito Valtellina.it, è esteso anche ad accrescere l’awareness del blog amolavaltellina.eu che raccoglie le esperienze vissute sul territorio da turisti e abitanti.

Per rispondere a questa doppia sfida Tradelab ha messo a punto una strategia costruita sulle specificità del brand con l’obiettivo di aumentarne la notorietà e il posizionamento sul mercato nazionale e internazionale. Per la campagna saranno creati dei cluster di utenti ad hoc partendo da alcune macro-categorie come famiglie, sportivi e appassionati di enogastronomia. Verrà inoltre fatta un’analisi dei percorsi di navigazione degli utenti e delle keyword presenti sulle pagine consultate per intercettarne l’intenzionalità o un interesse nel momento in cui si manifesta.

Tradelab raggiungerà gli italiani che si apprestano a partire per le festività invernali attraverso a un mix di formati impattanti e una whitelist di siti selezionata per ridurre al minimo il rischio di frode. La campagna prevede anche l’utilizzo del geotargeting e del meteo planning per erogare creatività diverse in base alle condizioni climatiche delle diverse zone.

articoli correlati

MEDIA

Trentino Marketing sceglie Tradelab per le campagne in programmatic

- # # # # #

Tradelab

Trentino Marketing, società impegnata nella realizzazione e nella promozione di iniziative e progetti orientati allo sviluppo del turismo trentino, ha scelto la tecnologia e l’esperienza di Tradelab per la pianificazione di una delle proprie campagne media internazionali in programmatic.

Con questa nuova collaborazione la programmatic platform indipendente va ad arricchire ulteriormente il suo portfolio clienti che operano nel settore Travel.

“Siamo felici di poter lavorare con Trentino Marketing”, dichiara Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab. “Per il cliente abbiamo sviluppato una strategia su più paesi, per raggiungere tutti gli amanti della natura, dello sport, del benessere e altre nicchie di viaggiatori appassionati per far conoscere la straordinaria bellezza turistica del Trentino a chi ancora non la conosce”.

Per questa campagna verrà fatta un’analisi accurata del comportamento degli utenti interessati a temi come natura, sport e benessere non solo sull’Italia ma anche in area DACH, e studiati contenuti ad hoc per segmento turistico per offrire all’utente un’esperienza utile e unica. Ad arricchire la profilazione anche l’integrazione con dati di seconde parti del settore Travel e l’utilizzo di dati intenzionisti che consentiranno intercettare l’interesse di ogni utente in quel determinato momento.

Pianificazione

La pianificazione coinvolgerà i quotidiani, le principali testate destinate alle famiglie, al mondo dei viaggi, dello sport e del turismo, selezionate sulla base della loro viewability e affinità con il brand. La campagna prevede anche l’utilizzo del geotargeting e del meteo planning per erogare creatività diverse in base alle condizioni climatiche e sulle diverse aree di interesse.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Black Friday: sette suggerimenti di marketing per aumentare il fatturato da Tradelab

- # # # #

tradelab

Mancano ancora pochi giorni al Black Friday, la giornata di sconti e di offerte che ogni anno scatena la voglia di shopping. Per molte aziende attive nell’eCommerce questo appuntamento rappresenta una opportunità per accrescere il proprio business sia online che offline. Nato come tradizione americana, oggi il Black Friday si è diffuso anche nel nostro paese ed è diventato un appuntamento da non perdere per tutti gli amanti dello shopping anche in vista dei regali di Natale. Secondo le stime del Codacons, l’evento quest’anno genererà in Italia un giro d’affari superiore a 1,6 miliardi di euro con una crescita del 10% rispetto al 2017.

Le promozioni inizieranno a partire a breve e per permettere ai brand di sfruttare questa occasione al meglio Tradelab ha 7 suggerimenti di marketing da tenere a mente per ottenere il massimo dal Black Friday e non perdersi neanche una conversione… (prosegue qui)

articoli correlati

AZIENDE

Tradelab spiega a Interact 2018 come ottimizzare l’impatto dei messaggi pubblicitari

- # # #

Interact - Tradelab

Tradelab partecipa a Interact 2018 Milano, l’evento per eccellenza di IAB Europe dedicato mondo del digital advertising che raccoglie ogni anno i maggiori esperti del settore. Ad arricchire il panel internazionale di speaker ci sarà anche Yohann Dupasquier, CEO Tradelab che salirà sul palco di Interact mercoledì 23 maggio alle ore 14.25 con il keynote dal titolo “Controllo della durata di esposizione per utente per aumentare la memorizzazione del messaggio pubblicitario”.

Come i brand possono oggi ottimizzare l’impatto dei loro messaggi pubblicitari? Numerosi studi hanno dimostrato che esiste una correlazione precisa tra tempo di esposizione alla pubblicità e memorizzazione del messaggio. Yohann Dupasquier illustrerà, attraverso un case study, come generare un uplift significativo dell’attrattività pubblicitaria con un tempo di esposizione cumulato per utente andando oltre gli standard di misurazione della viewability esistenti.

“Da diverso tempo si nota una insoddisfazione da parte degli inserzionisti sugli standard di misurazione esistenti che non sono sufficienti a massimizzare la memorizzazione del loro messaggio pubblicitario. È quindi necessario andare oltre e introdurre metodi di valutazione più evoluti e precisi rispetto alla viewability che permettano di andare più in profondità nella misurazione dell’impatto reale della pubblicità sul brand”, commenta Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia.

Il CEO durante l’evento spiegherà inoltre come è possibile aumentare le performance delle proprie campagne pubblicitarie con l’utilizzo di algoritmi costruiti su misura del proprio brand.

“Un algoritmo “one size fits all” può rispondere al 70% delle necessità di due brand di settori differenti. Il restante 30% delle necessità specifiche di ciascun brand non verrà invece gestito per un semplice motivo: industry differenti non possono essere trattate allo stesso modo dal momento che hanno esigenze di marketing differenti. Per raggiungere questo 30% mancante i brand hanno bisogno di soluzioni dedicate e un set di dati applicabili alla loro specifica industry. Gli inserzionisti che decidono di adottare soluzioni su misura ne guadagnano in performance e acquisiscono quote di mercato che loro competitor che si affidano a soluzioni standard non ottengono”, aggiunge Yohann Dupasquier, CEO Tradelab.

articoli correlati

AZIENDE

Tradelab ancora al fianco di Bluwater per la gestione delle campagne in programmatic

- # # #

tradelab bluwater

Bluwater Spa, gruppo italiano leader nel settore del tempo libero e del benessere, ha affidato nuovamente a Tradelab, piattaforma programmatica indipendente con un forte approccio data driven, la pianificazione delle nuove campagne programmatic a seguito dei risultati raggiunti lo scorso anno.

La società, consapevole dell’importanza e delle opportunità offerte dal programmatic, ha deciso di integrare lo strumento all’interno delle proprie strategie di marketing digitale e di rivolgersi al player tecnologico per esplorare questa nuova frontiera. Le sfide che Tradelab ha raccolto lo scorso anno sono state quelle di portare traffico qualificato sui siti e aumentare i volumi di vendita degli ingressi al parco acquatico e al centro benessere. Sfide vinte grazie ad una strategia di targeting mirata e geolocalizzata, all’utilizzo di tecnologie proprietarie e all’esperienza dei trader Tradelab che hanno portato ad un aumento del CTR della campagna per Monticello spa del 22% e ad abbassare il CPC medio di circa il 65% per quella di Acquaworld.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto con Bluwater” afferma Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia. “L’anno scorso abbiamo accompagnato il cliente nella sua prima campagna in programmatic, con un approccio sia tecnico che consulenziale, mantenendo sempre la massima trasparenza sui processi. Questa prima fase ci ha permesso di fare un prospecting iper pertinente e iper qualificato degli utenti, fondamentale per la pianificazione delle attività di remarketing di questa seconda wave”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Tradelab pianifica la nuova campagna native di Colmar a sostegno del lancio del web magazine “In caso di Mag”

- # # # #

Colmar - Tradelab

Colmar scende in pista con “In caso di Mag”, il nuovo web magazine dedicato agli appassionati di sci e di montagna. Un viaggio che parte da Sölden e che va a toccare le località sciistiche più amate, raccontate attraverso interviste esclusive ai campioni olimpici dello sci e catturate dagli scatti di alcuni instragrammer specializzati. A sostegno dell’attività una campagna native, gestita interamente da Tradelab, piattaforma indipendente specializzata nell’acquisto media in programmatic.

La campagna gira su soggetti creativi differenti per le diverse località e con un targeting specifico di appassionati della montagna. L’obiettivo del nuovo progetto editoriale di Colmar è quello di rafforzare la propria brand identity raccontandosi in maniera innovativa e interattiva attraverso storie, interviste e immagini legate al mondo dello sci che si uniscono con il lato più lifestyle della montagna.

“Per comunicare questo progetto spiccatamente editoriale, che unisce la presentazione di rinomate località montane a sport e lifestyle, abbiamo scelto di puntare sul formato native per la naturale integrazione del contenuto sponsorizzato con il contenuto editoriale. Vogliamo migliorare l’esperienza per l’utente e condurlo da un articolo all’altro in maniera fluida e non invasiva”, dichiara Luca Gargantini, Digital Manager di Colmar.

“Gli utenti sono stanchi di pubblicità invasive che impediscono di navigare senza interruzioni. È quindi fondamentale utilizzare formati che valorizzano la user experience e che rendono il contenuto pubblicizzato rilevante per il consumatore in maniera da aumentare le probabilità che venga visualizzato”, afferma Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia. “Il native è un formato che risponde perfettamente a questa esigenza perché si integra in maniera non invasiva nel flusso di navigazione dell’utente permettendo di raccontare brand stories e di veicolare contenuti con grande efficacia”.

articoli correlati

MEDIA

Ubisoft sceglie Tradelab e Multiplayer.it per la campagna programmatic di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege

- # # #

Ubisoft - Tradelab

Ubisoft annuncia di aver scelto il programmatic targato Tradelab per il supporto del “Free Weekend” di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, l’acclamata serie First Person Shooter ispirata alle azioni delle forze speciali mondiali.

Per incentivare la prova di gioco gratuita del videogioco per un periodo limitato, e successivamente le vendite all’interno dell’Ubisoft Store, Tradelab ha proposto due fasi strategiche complementari. La prima fase “data driven” è stata incentrata sull’utilizzo dei dati intenzionisti di Multiplayer.it, testata d’informazione leader nel mercato dei videogame e partner esclusivo, e su creatività multi soggetto veicolate nei formati skin e Trueview, selezionando publisher e canali di Youtube più in target.

“La nostra partnership con Netaddiction ci ha permesso di lavorare a una segmentazione iper granulare e iper profilata di utenti appassionati di videogiochi con forte interesse verso Tom Clancy’s Rainbow Six Siege e categorie di giochi affini, andando ad allargare la reach e ad aumentare l’impatto della campagna”, spiega Massimo Miele, Sales Director di Tradelab Italia. “Nel dettaglio, insieme a Ubisoft e grazie all’esperienza di Multiplayer.it, siamo riusciti a definire a quali altri videogiochi sono interessati gli utenti di Rainbow Six Siege, creando delle sinergie uniche e customizzate”.

Nella prima fase la campagna ha avuto una viewability superiore all’80% con una percentuale di traffico non fraudolento superiore al 98%.

“Il ruolo dei second party data sta diventando centrale all’interno delle nostre pianificazioni e la collaborazione con le testate di settore si evolverà sempre di più nei prossimi mesi”, afferma Alberto Coco, Direttore Marketing di Ubisoft Italia.

“Grazie alla creazione di questi nuovi segmenti” – aggiunge Angelo Zarcone, Digital Marketing Manager di Ubisoft Italia – “andiamo ad aumentare l’efficienza e l’efficacia delle nostre campagne, riuscendo a intercettare potenziali clienti per i nostri brand”.

La seconda fase, volta a promuovere l’edizione “Advanced” di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, sarà invece concentrata sul retargeting degli utenti che nella prima fase sono stati esposti al video oppure hanno scaricato la demo del gioco durate il weekend di prova, per riproporre l’acquisto del prodotto diffondendo il messaggio pubblicitario su un’inventory premium.

articoli correlati

COMMERCE

Tradelab lancia MMO, l’algoritmo d’Instant Marketing Mobile

- # # # #

MMO - Tradelab

In occasione dell’edizione 2018 del Mobile World Congress, Tradelab lancia MMO (Moment Marketing Optimization), un nuovo algoritmo di acquisto predittivo, basato sull’instant marketing, che permette ai brand di raggiungere il proprio target nel momento più adatto della giornata.

MMO analizza sia i dati provenienti da aspetti conosciuti – come il giorno, l’ora o il tipo di connessione – sia quelli più specifici, come ad esempio la geolocalizzazione o il modello di smartphone da cui l’utente si connette. Incrociando questi fattori con i dati sul profilo dell’utente, MMO mette a disposizione degli inserzionisti profili fortemente contestualizzati che permettono un maggiore coinvolgimento del proprio target.

Grazie all’individuazione dei momenti di maggiore ricettività dell’utente, MMO adatta il proprio modello di acquisto per veicolare il messaggio pubblicitario nel momento più propizio riuscendo così a massimizzarne l’impatto.

Tradelab ha presentato inoltre cinque nuovi formati pubblicitari 100% mobile. Innovativi, coinvolgenti e interattivi, questi formati vanno ad arricchire la customer experience dell’utente offrendo ai brand nuove opportunità di engagement e indicatori legati alle interazioni con la creatività.

Le nuove creatività Panorama, slides e scratch, sono disponibili nel formato 300×250 e interstitial (video o statico) e hanno il vantaggio di avere un’ampia copertura e di essere disponibili su tutte le inventory pubblicitarie, con l’aggiunta dei bottoni social che ne arricchiscono il formato e aumentano la viralità del messaggio.

articoli correlati

MEDIA

Il San Valentino di TGV viaggia in programmatic con Tradelab

- # # # #

Tradelab - TGV

È on air in questi giorni la nuova campagna di comunicazione per TGV firmata da Leagas Delaney Italia. E, soprattutto a San Valentino, la “Joie de voyager” (La gioia di viaggiare) rievoca scenari romantici e fa rivivere momenti a bordo di TGV che fanno sentire il viaggiatore come a casa.

La campagna online erogata 100% in programmatic sia video sia display è curata da Tradelab, piattaforma indipendente specializzata nell’acquisto media in programmatico, e ruota intorno a quattro soggetti creativi differenti divisi per fasce di età: giovani, coppie, famiglie e over 55. Grazie alla modalità di acquisto in programmatic il brand può contare su una segmentazione di dati ad hoc e sulla costruzione di esperienze di marca personalizzate in base ad età e alla geolocalizzazione del consumatore che lo accompagnano lungo tutta la sua customer journey.

“In uno scenario in cui il percorso di navigazione online dell’utente è diventato sempre più frammentato e multi-device, il programmatic permette di raggiungere gli utenti al momento giusto, al posto giusto e con un messaggio customizzato”, dichiara Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia. “Il mercato dell’advertising online sta cambiando e brand maturi in termini di marketing digitale come SNCF sono consapevoli delle evoluzioni in atto e del fatto che il programmatic sia diventato ormai uno strumento imprescindibile per il raggiungimento del proprio target e dei propri obiettivi”.

La campagna girerà su siti selezionati del settore viaggi, lifestyle e cucina e sarà online fino ad aprile.

articoli correlati

MEDIA

Tradelab e Sublime Skinz svelano quali sono i formati giusti per conquistare gli utenti

- # # # #

Tradelab

Tradelab e Sublime Skinz illustrano in un’infografica quali sono i formati online che vengono maggiormente apprezzati e che generano un alto potenziale di engagement degli utenti se integrati a una strategia programmatic.

Gli investimenti in online advertising sono sempre più imprescindibili per la crescita di un business. I numeri parlano chiaro: nel nostro paese e all’estero, dove il mercato è già più maturo, l’internet advertising si conferma un trend in crescita soprattutto per la parte mobile anche se l’investimento principale rimane quello su desktop.

Percepita a volte come troppo invasiva e poco rilevante, la pubblicità online ha difficoltà a generare l’engagement degli utenti. Con il vasto panorama di opzioni disponibili, trovare il formato e gli strumenti giusti che portano un più alto ritorno dell’investimento non è sempre facile.

La creatività da sola si rivela spesso insufficiente per raggiungere la massima efficacia del proprio messaggio. Grazie al programmatic e all’utilizzo di un’ampia mole di dati, è possibile offrire contenuti iper-pertinenti e personalizzati, veicolati alle persone giuste e al momento giusto e aumentare la visibilità della propria campagna su device differenti.

Parole d’ordine: personalizzazione, interattività e impatto visivo multi-device

articoli correlati

AZIENDE

Tradelab riceve l’ePrivacyseal per le misure adottate nella protezione dei dati

- # # # #

Tradelab eprivacyseal

In seguito ad un audit accurato sui processi di raccolta e condivisione dei dati, l’organismo di certificazione indipendente ePrivacy ha valutato il processo di trattamento delle informazioni degli utenti adottato da Tradelab conforme agli standard Europei, consegnandogli l’ePrivacyseal.

Il marchio ePrivacyseal EU, riconosciuto dal mercato adtech, garantisce agli utenti della rete e agli inserzionisti che i dati vengono raccolti da Tradelab per degli obiettivi specifici e che vengono conservati all’interno sistemi di sicuri. “L’ePrivacyseal EU testimonia l’impegno della nostra programmatic platform alla protezione e al rispetto degli utenti. Questo riconoscimento dei nostri sforzi è essenziale per contribuire a ridare alla pubblicità digitale il suo ruolo di servizio agli utenti” dichiara Vincent Mady, CTO dell’azienda.

“Per Tradelab il tema della protezione dei dati è molto importante. Come azienda che mette al centro del proprio business l’utilizzo di tecnologie e dei big data, ottenere questo riconoscimento rafforza il nostro impegno nell’assicurare che la raccolta, il trattamento e lo storage dei dati risponde ai parametri richiesti dalle normative europee” aggiunge Gaetano Polignano, Country Manager di Tradelab Italia.

articoli correlati

MEDIA

Tradelab e Netaddiction: accordo sui dati per il settore Entertainment

- # # #

netaddiction

Tradelab, piattaforma programmatica indipendente leader dell’acquisto media programmatic in Europa, si rafforza sul fronte data e sigla un nuovo accordo esclusivo con Netaddiction, editore italiano specializzato nell’entertainment online.

Attraverso questo accordo gli inserzionisti dell’entertainment, in particolare gaming e cinema, potranno entrare in contatto e raggiungere un’audience ancora più specifica grazie a una segmentazione altamente qualificata e dettagliata degli utenti.

Le tecnologie avanzate di profilazione e segmentazione dell’audience di Tradelab permetteranno di targettizzare in maniera specifica i dati di oltre quattro milioni di appassionati di cinema e videogiochi dei siti di Netaddiction (Movieplayer.it e Multiplayer.it), andando ad analizzarne interessi, percorsi di navigazione e intenzionalità di acquisto, creando un’offerta unica sul mercato.

Sarà inoltre possibile realizzare clusterizzazioni di utenti ad hoc (es: appassionati di film di animazione o di videogiochi di avventura) sulla base delle criticità degli inserzionisti e calcolare il grado di affinità degli utenti verso prodotti di interesse simile.

“Siamo davvero entusiasti di questa nuova partership strategica con Netaddicion”, dichiara Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia. “È importante per noi trovare fonti di dato trasparenti che permettano di andare oltre l’utilizzo di dati di terze parti ancora poco chiari in termini di origini e recency del dato. Noi questi dati li chiamiamo “SmartData”, dati intelligenti ma anche “furbi” perché ci dicono non solo chi sono i nostri utenti e quali sono i loro interessi, ma soprattutto se sono intenzionati all’acquisto del nostro prodotto. Questo ha un valore importantissimo per gli inserzionisti e per il raggiungimento delle loro performance di business”.

“Era da tempo ormai che ci stavamo guardando intorno e siamo felici di aver trovato sul mercato un player indipendente e all’avanguardia, capace di analizzare i nostri dati e di utilizzarli al meglio per i nostri partner, vecchi e nuovi, interessati al nostro segmento dell’intrattenimento”, aggiunge Daniele Gulti, Direttore Commerciale della unit Media di Netaddiction. “Siamo convinti che Tradelab possa darci il giusto know-how per strutturare l’obiettivo ambivalente di soddisfare gli inserzionisti e al tempo stesso gli utenti con un messaggio pubblicitario sempre più mirato”.

articoli correlati

AZIENDE

Annunciata la data-partnership all’insegna dell’automotive tra Tradelab e Edimotive

- # # #

Tradelab, automotive, edimotive

Tradelab annuncia una nuova partnership esclusiva con Edimotive per l’utilizzo di dati di seconda parte con l’obiettivo di offrire agli inserzionisti del settore automotive una profilazione degli utenti senza paragoni.

Unendo i dati degli utenti di Edimotive agli algoritmi di gestione dell’audience di Tradelab per la segmentazione e tracciabilità dei comportamenti di navigazione degli utenti, i due Partner permetteranno agli inserzionisti di accedere a una copertura e possibilità di profilazione unica di utenti qualificati e con forte intenzionalità di acquisto nel settore automotive. I segmenti interessati saranno auto, moto, veicoli commerciali, sport (F1, MotoGP, Rally, Endurance) ove sarà possibile attivare profilazioni sia per segmento/brand che per interesse di navigazione.

“Questa Parnership strategica con Edimotive rappresenta un forte valore aggiunto sia in termini di targeting che in termini di trasparenza delle fonti dei dati” dichiara Gaetano Polignano, Country Manager Tradelab Italia. “Gli inserzionisti hanno bisogno di informazioni di alta qualità sui loro interlocutori per indirizzare efficacemente la loro pubblicità online. Il nostro scopo è andare oltre al semplice dato e di intercettare l’intenzionalità di acquisto degli utenti per dargli ciò che stanno cercando e dare ai nostri clienti l’opportunità di poter comunicare direttamente con i diretti interessati”.

“Abbiamo scelto Tradelab perché si distingue sul mercato per trasparenza e avanzamento tecnologico con un team giovane e valori condivisi” afferma Federico Marongiu, Sales Manager Edimotive. “Ci sembra imprescindibile ormai offrire soluzioni customizzate sul comportamento dell’audience automotive potendo aggiungere analisi del comportamento e profilazioni molto spinte a beneficio degli inserzionisti”.

articoli correlati

AZIENDE

Tradelab cresce e annuncia l’ingresso di Massimo Miele come nuovo Sales Director

- # # #

Tradelab annuncia l'ingresso di Massimo Miele

Tradelab annuncia l’ingresso di Massimo Miele come Sales Director per la sede italiana. Massimo, forte di otto anni di esperienza nel mondo commerciale e della consulenza in ambito media, ha lavorato in .Fox e Piemme e successivamente in Hi-Media (ora Adpulse), dove ha ricoperto il ruolo di Responsabile Sales della divisione mobile e successivamente quella di Sales Director di tutta l’area media.

“Sono felice dell’ingresso di Massimo nel nostro team. La sua esperienza consulenziale e la vasta conoscenza del mercato in cui operiamo porterà un grande valore per la nostra azienda. In Tradelab quest’anno stiamo puntando a potenziare le nostre soluzioni sul versante Data con nuovi tool e partnership che rendono la nostra offerta unica sul mercato e Massimo è la persona giusta su cui investire in un momento di crescita dell’azienda in Italia” ha commentato Gaetano Polignano Country Manager di Tradelab.

In Tradelab Massimo avrà il compito di guidare il team vendite, contribuendo all’ideazione di nuove strategie commerciali volte ad estendere sul mercato nazionale le offerte e le soluzioni della piattaforma programmatica.

“Sono orgoglioso di entrare a far parte di una realtà innovativa e in crescita che mette al centro del suo business trasparenza, qualità del servizio e ricerca. Io e il team siamo già all’opera per portare e far conoscere le soluzioni di Tradelab ai clienti e raggiungere importanti risultati di crescita per l’azienda”, ha dichiarato Massimo Miele.

Insieme a Massimo Miele entrano a fare parte della piattaforma programmatica indipendente nata in Francia anche Erica Galluzzo e Chiara Cilardo. La prima assume il ruolo di Marketing e Communication Manager, mentre Cilardo andrà a rafforzare il team Client Service dedicandosi alle campagne dei clienti italiani.

articoli correlati

MEDIA

Tradelab e Photobox: una targeting strategy a 360°

- # # # # #

Photobox

Tradelab presenta il caso di studio Photobox, per mostrare al mercato come una collaborazione tra una DMP e la piattaforma programmatic possa portare a un targeting 100% personalizzato.

Personalizzare la strategia media per ogni utente è oggi più che mai uno degli obiettivi chiave per i Direttori Marketing. Tradelab ha lavorato passo a passo con Photobox e Eulerian Technologies, Data Management Platform, per adattare con successo l’immagine di marca e la comunicazione ai singoli profili utente. Grazie al case study prodotto, Tradelab mette a disposizione del mercato e dei lettori interessati un best case a cui ispirarsi per poter trarre pieno vantaggio dai big data e dalle strategie di programmatic advertising.

Contesto: Photobox è un’azienda leader in Europa di prodotti fotografici personalizzati. Molto matura in termini di marketing digitale, il brand ha deciso di mettere i dati al centro della sua strategia e sfruttare l’intelligenza programmatica per proporre delle offerte ogni giorno più personalizzate e adatte ai suoi consumatori.

Case Study: Grazie alla collaborazione tra due adtech francesi, Eulerian Technologies e Tradelab, Photobox ha realizzato una strategia marketing 100% data-driven, articolata intorno a 4 media planning in risposta a obiettivi precisi a seconda della posizione dell’utente nel funnel di trasformazione. Il caso di studio Photobox analizza l’interesse di una segmentazione dell’audience profilata (DMP Eulerian Technologies) per alimentare strategie di targeting programmatic convincenti (Tradelab Programmatic Platform).

Risultati: Tra i risultati più importanti presentati nello studio troviamo +300% delle performance dell’acquisto media programmatico su un target qualificato, accompagnato da una forte accelerazione del tempo di conversione degli utenti.

“Parte integrante del DNA di Photobox e fortemente legato alla nostra offerta prodotto, la personalizzazione è il cuore della nostra strategia Display. La promozione dei prodotti a forte potenzialeemotivo si deve costruire con un’immagine perfettamente adeguata al nostro target. Il nostro obiettivo è stato facilitato da questa collaborazione tecnica tra DMP e Piattaforma di acquisto personalizzabile”, commenta Xavier Suraud, Responsabile Display di Photobox.

articoli correlati