AGENZIE

The Big Now firma la campagna istituzionale per i 50 anni della Lega del Filo d’Oro

- # # # # # #

Una serie di paralleli tra le maggiori conquiste della storia e quelle dei sordociechi: la tecnologia touch e l’alfabeto tattile Malossi, lo sbarco dell’uomo sulla luna e i primi passi di un bimbo pluriminorato. Sono alcune delle immagini della nuova campagna istituzionale di Lega del Filo d’Oro ideata e realizzata dall’agenzia The Big Now per celebrare i primi 50 anni di storia dell’Associazione ONLUS che dal 1964 si occupa in Italia di sordociechi e pluriminorati psicosensoriali. Ideata in TV (con uno spot 30” on air sulle reti Mediaset e dal 3 novembre su quelle RAI) e declinata anche su stampa (settimanali del Gruppo Mondadori) e radio (Radio 101, Radio Italia e Radio Subasio) la nuova campagna istituzionale di Lega del Filo d’Oro si avvale della partecipazione del suo storico testimonial Renzo Arbore.

“Lavorare per la Lega del Filo d’Oro, specie in coincidenza di un anniversario tanto importante, è stata una delle rare occasioni in cui si recupera il senso più alto del lavoro di uomo di comunicazione”, afferma Stefano Morelli, Direttore Creativo esecutivo di The Big Now. Conoscere e provare a raccontare un mondo tanto distante e lontano dalla quotidianità comune è un’esperienza umana molto emozionante, ma anche il pretesto di una sfida professionale non da poco. Per questo abbiamo lasciato che i protagonisti del film fossero proprio tutti quei piccoli gesti che noi diamo per scontati e che per altri sono invece difficili e splendidi traguardi. La gioia di poter compiere un passo, la curiosità di accarezzare un oggetto, lo stupore di nuotare liberi nell’acqua non sono solo obiettivi che la Lega del Filo D’oro ha aiutato a raggiungere; sono storie legate a persone e alle loro conquiste”.

Lo spot TV è stato girato all’interno del Centro di Riabilitazione di Osimo con la regia di Luca Lucini, mentre alla campagna celebrativa dei primi 50 anni di Lega del Filo d’Oro hanno lavorato anche il fotografo Alberto Gottardo (stampa) e la casa di produzione Peperoncino (spot tv e radio). Con la direzione creativa di Stefano Morelli, per l’agenzia The Big Now hanno lavorato il copy Paolo Platania e l’account director Ilaria Affer.

articoli correlati

AGENZIE

Nasce The Big Now, l’agenzia del “grande tutto”. Adesso, qui e subito

- # # # # # # #

“The Big Now” è il nome scelto dai soci di Now Available e Dodicitrenta per l’agenzia che deriva dalla fusione delle due strutture. Un nome che descrive in sintesi il mondo di oggi, un “grande adesso” in cui tutto avviene in real time, il tempo e lo spazio si dilatano, le grandi idee si diffondono in un istante. E in cui “fare advertising” è un altro mestiere.

La nuova realtà unisce l’esperienza di Now Available, agenzia riconosciuta dal mercato per il suo approccio strategico e la capacità di anticipare i tempi, e Dodicitrenta, studio creativo che ha fatto dell’attenzione all’evoluzione tecnologica e all’eccellenza nel design le proprie chiavi di successo. Nel management della nuova agenzia i soci di Now Available Emanuele Nenna, Stefano Pagani e Alessia Oggiano insieme a Massimiliano Chiesa, fondatore di Dodicitrenta.

“Se abbiamo unito le forze, non è stato per motivi commerciali o finanziari – spiegano Nenna e Chiesa – ma per creare qualcosa di inedito e forte. Abbiamo sentito il bisogno di cambiare passo, di attrezzarci al meglio per questo presente in costante mutamento. Oggi occorre catturare dati e insight in tempo reale, leggerli strategicamente e utilizzarli per generare idee capaci di farsi spazio nell’affollamento dei messaggi e dei media. E per riuscirci davvero occorre abbattere tutte le distanze tra analisi, pensiero, creatività e realizzazione. Non solo sulla carta, ma nel modo di lavorare di tutti i giorni, su tutti i progetti.”

La nuova agenzia, che eredita da Now Available l’approccio media neutral poggerà su tre pilastri fondamentali: inspiration, creation, growth.

“Bisogna ascoltare e vivere il mondo per poterlo capire e raccontare – spiega Alessia Oggiano. In The Big Now le persone avranno certamente strumenti interni, inclusi dati e ricerche, ma anche l’opportunità – e la missione – di uscire fuori, viaggiare, visitare agenzie internazionali, per cogliere e importare nuovi stimoli e idee. La stra uova sede ospiterà corsi, workshop, mostre: dovrà essere un luogo di costante confronto, crescita e ispirazione.”

“In The Big Now non ci sono più barriere tra ideazione e realizzazione – precisa Massimiliano Chiesa – Abbiamo un unico grande reparto, che abbiamo chiamato dei “creator”, in cui lavorano tutti insieme planner, art e copy, content editor, programmatori, producer, videomaker. Coerenza e brillantezza di pensiero e qualità dell’output possono e devono fare la differenza. Anche per questo nella nuova sede ci sarà uno studio di produzione foto e video interno: velocità e efficienza non sono più opzionali, sono una componente centrale di un’idea che funziona.”

“La crescita è una parola chiave per l’agenzia – conclude Stefano Pagani. Il fatto di essere imprenditori ci aiuta a guardare al business dei nostri clienti come se fosse il nostro, perché il loro successo poi diventa il nostro. E la nostra costante voglia di ideare e di innovare verrà sempre più incanalata anche in progetti dell’agenzia: dall’apertura di nuove sedi (dopo l’Africa) al rilancio di progetti di business come Viniamo.it, alla creazione di nuovi servizi e prodotti firmati The Big Now”.

articoli correlati