BRAND STRATEGY

Con Grey United e Mika alla scoperta della nuova stagione di Sky TV.

- # # # # # #

Per presentare la nuova stagione di televisiva ricca di novità e di programmi in esclusiva, Sky ha scelto un testimonial altrettanto originale ed esuberante: Mika, la pop star già giudice di X Factor. Ed è proprio al suo stile pop che si è ispirata la creatività di Grey United, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, per la campagna di lancio del prossimo palinsesto.

Nello spot, seduto al pianoforte nel soggiorno di casa, Mika ci invita a seguirlo alla scoperta dei grandi show e le serie TV di cui tutti parlano. È qui che la magia ha inizio: sulle note piene di energia di “We are golden” dello stesso Mika, il pianoforte comincia a muoversi con la star a bordo. Mentre Mika suona, le vie della città si accendono al suo passaggio e le immagini dei grandi show e delle serie TV ricoprono con stendardi, affissioni e maxischermi tutte le pareti degli edifici. Un tripudio di luci e colori celebra la stagione no-stop degli show di Sky Uno HD: la nuova edizione di X Factor e MasterChef e, per la prima volta su Sky, anche Italia’s Got Talent. Non mancano le grandi serie in arrivo, come True Detective, e l’atteso ritorno di altre, come la seconda stagione di House of Cards. L’incredibile viaggio di Mika e del suo pianoforte magico termina a casa di una famiglia di clienti Sky, dove tutti insieme si godono meravigliati la nuova stagione.

Lo spot è chiuso dalla line “La vita un po’ te la cambia”, che da luglio scorso ribadisce il posizionamento di Sky: concretezza, vicinanza, importanza dei “piccoli” ma sempre utili cambiamenti di vita. Lo spot, realizzato da Akita Film con la regia di Nez, è pianificato sulle emittenti nazionali e la campagna sarà declinata anche in stampa.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Carosello 3.0: la moda dei reality strizza l’occhio all’adv, l’Italia investe nel brand entertainment

- # # # # # #

Fino alla fine degli anni ’80 dettava regole e orientava le scelte del pubblico. Nel decennio successivo era il marchio a dominare su tutto. Poi si è passati alla centralità del consumatore. La comunicazione pubblicitaria cambia e si reiventa, proprio come le mode. E nell’era della crisi economica e creativa dello spot, attinge dal baule dei ricordi e torna a raccontare storie alla maniera del vecchio Carosello.
Se Calimero, nel 1954, riuniva grandi e piccini attorno all’unica tv di casa, il nuovo Branded Entertainment punta a costruire cortometraggi, talent e web series attorno ad un unico marchio, con lo scopo di far rivivere quel legame intimo con lo spettatore/consumatore, chiave di volta per una comunicazione più efficace ed impattante.
Con il 20% all’attivo nel settore degli investimenti in adv e previsioni di crescita esponenziale entro la fine del 2014, il contenuto sponsorizzato si fa strada anche sul piccolo schermo italiano con format di successo come La Casa degli Assi (PokerStars), Un giorno per me – Missione Giovinezza (Pantene), The Apprentice o RDS Academy. È in questa direzione che puntano anche i player USA: gli investimenti per il Branded Content sono aumentati dell’8%, con una spesa di 1,86 milioni di dollari nel 2013 rispetto a 1,73 milioni dell’anno precedente (fonte: ContentWise).
Dalla soap opera allo spot, andata e ritorno.

Pioniera del Branded Entertainment, la soap opera americana – sorella maggiore dell’italiano Carosello – serie o mini-drama pensata per le casalinghe, prodotta o sponsorizzata da aziende di detersivi e saponi. Una su tutte, la soap Sentieri di P&G che dal 25 gennaio 1937 conta più di 15.000 puntate.
Dopo circa mezzo secolo di strapotere, il fiume d’oro degli investimenti pubblicitari televisivi ha iniziato a cambiare direzione e morfologia, in concomitanza con le aspettative dei telespettatori 3.0.
“Negli ultimi anni coloro i quali hanno ricercato un coinvolgimento di tipo emotivo con i clienti, investendo in contenuti brandizzati, hanno ottenuto un considerevole vantaggio competitivo sulla concorrenza – spiega Massimo Romano, Media Hunter e A.D. di Spencer & Lewis – Ne è un esempio il format ibrido ‘La Casa degli Assi’, a metà tra Branded Entertainment e talent show, realizzato da PokerStars e prodotto da Magnolia. Dalla seconda serata di Italia2, il reality di poker sportivo è balzato in replica sull’ammiraglia Italia1 appassionando un numero sempre maggiore di neofiti di questa disciplina”.
Uno studio condotto da 2BResearch-Demoskopea per l’OBE – il primo Osservatorio del Branded Entertainment – dimostra quanto i nuovi contenuti sponsorizzati rappresentino un plus-valore per il consumatore stesso e un’ottima opportunità per il brand. Il 50% degli intervistati ammette: “Mi fa venire voglia di provare il prodotto”, “Mi ha avvicinato alla marca” e “Ha cambiato il mio approccio al brand”.

Raccontare il marchio attraverso una storia.

Pur non essendo mai in primo piano, nel BE il marchio viene raccontato attraverso tutti i suoi valori, i suoi stili tipici e iconici risultando immediatamente riconoscibile. Tutto questo imprimendo nello spettatore la sensazione che i contenuti siano stati pensati e realizzati dalla società per arricchire la sua esperienza e non per invitarlo esplicitamente all’uso o all’acquisto di un prodotto.
Oltre al fortunato “La Casa degli Assi”, un altro format sponsorizzato attualmente in onda su SkyUnoHD è l’adventure reality “Calzedonia Ocean Girls”, in cui il nome del brand è presente già nel titolo. Lo stesso vale per “RDS Academy”, talent per aspiranti speaker radiofonici prodotto in collaborazione con Vanity Fair; lo show  si è concluso il 7 luglio con la vittoria della varazzina Giuditta Arecco, che ha battuto in finale il trentenne barese Stefano Mastrolitti: “Il tratto distintivo di RDS Academy è stato proprio la crossmedialità, tradotta nel tentativo di riavvicinare i giovani alla radio attraverso un talent – continua Massimo Romano – Grazie al format, che ha portato gli spettatori alla scoperta delle dinamiche pure del mezzo radiofonico, la stessa emittente RDS è riuscita a riposizionarsi, guadagnando in termini di ascolti e di immagine.”
Prima di approdare in tv, il Branded Entertainment ha stregato anche il grande schermo. La rivista Esquire ha ribattezzato il film “Gli Stagisti” il nirvana del product placement, una pubblicità a chiarissime lettere per il colosso Google sotto forma di commedia. Il gemello italiano potrebbe forse essere Benvenuti al Nord che, con una marcia in più rispetto al capitolo precedente Benvenuti al Sud, intreccia avventure e disavventure dei protagonisti nella realtà di Poste Italiane.
Dimenticatevi l’era dello spot a metà programma: è il format stesso a diventare pubblicità, il talent brandizzato ha la meglio e i consigli per gli acquisti diventano reality.

 

Intervento di Massimo Romano, Media Hunter e AD di Spencer & Lewis

articoli correlati

MEDIA

Mediaset: presentati i palinsesti. Ricavi in calo nel primo semestre, ma “ascolti in crescita”

- # # # # #

“Come imprenditore, faccio il tifo per le riforme”, è stato l’esordio un po’ a sorpresa del VicePresidente di MediasetMediaset. “Noi abbiamo recuperato risorse per 620 miliardi in due anni”, ha ricordato Piersilvio Berlusconi, “puntando sull’efficienza senza ridurre al qualità del prodotto. “In Italia c’è una concorrenza spietata, le nostre 150 reti nazionali sono più di quelle attive in Francia, Germania e Spagna sommate insieme. Ma noi siamo l’unico editore televisivo che nei primi mesi di quest’anno guadagna ascolti”. Quanto alla raccolta pubblicitaria, dopo un primo semestre chiuso ancora con il segno meno, si punta su un secondo semestre in ripresa, “ma è ancora presto per averne certezza”.

Sempre per il futuro, dopo aver ribadito la centralità dei contenuti in un’offerta televisiva che sarà sempre più multipiattaforma, il VicePresidente di Mediaset ha annunciato l’avvio di collaborazioni internazionali, sia nella produzione,how interno, e quello di Medusa e di TaoDue2″, sia nella distribuzione di programmi televisivi. I primi realizzati andranno on air in contemporanea sulle reti del Biscione in Italia e in Spagna (“dove i nostri investimenti produttivi ammontano a un 15/18% del totale complessivo), e in seguito in altri paesi con le cui emettenti sono in corso colloqui.

Ribadendo che l’esclusiva sulla Champions League è un valore aggiunto che renderà nel 2015 l’offerta di Mediaset Premium la più completa in ambito calcistico, Berlusconi ha spiegato che prevedono l’arrivo di “parecchie, parecchie centinaia di migliaia di nuovi abbonati”, mentre “è ancora troppo presto per discutere di una possibile cessione del diritti del satellite”. Il direttore dei palinsesti Marco Paolini ha infine concluso indicando nella tv generalista il “motore di Mediaset”, illustrando la logica di palinsesto nell’ottica di un’offerta televisiva a 360°, utilizzando tutte le tecnologie di distribuzione disponibili, articolata su due linee di prodotto: “Una di taglio popolare, con ascolti alti, quando non altissimi, e una seconda sperimentale, che ci consente di accelerare sull’innovazione dei linguaggi e dei format”.

Qui di seguito i dettagli dei palinsesti annunciati. 

Canale 5

Italia 1

Rete 4

Premium

Iris

La5

Italia 2

TopCrime

TgCom24

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Domenica in tv i “surfisti invernali” di Telecom Italia. Firma Leagas Delaney

- # # # # #

Sarà on air a partire da  domenica 16 marzo il secondo soggetto del nuovo format Tv di Telecom Italia, firmato dall’agenzia Leagas Delaney. Il protagonista della campagna, Pif, parte nel suo viaggio alla ricerca delle passioni che uniscono gli Italiani andando a incontrare un gruppo di surfisti invernali: una piccola “community” di persone unita dall’amore per il surf, specialmente in inverno, che comunica sia fuori che a casa utilizzando la tecnologia fornita da TIM per essere sempre connessi con la propria passione: trovare le onde, scambiarsi informazioni, video e messaggi.

Anche in questo nuovo spot, girato a Varigotti con la regia di Luke Scott, Pif si rivolge direttamente agli spettatori sottolineando la sua “missione” alla ricerca delle passioni degli italiani, incarnando così lo spirito della campagna che, grazie anche all’hashtag #milionidipassioni, raccoglierà nel web le impressioni degli utenti internet. La pianificazione del nuovo soggetto – dedicato alla nuova offerta TIM Smart che in un’unica bolletta offre ADSL illimitata da casa,  2 Giga di traffico per lo smartphone, 400 minuti di chiamate verso fissi e mobili e 400 SMS – prevede uscite sui principali network nazionali e sul web anche grazie a contributi extra.

 

Credits

Agenzia: Leagas Delaney (Milan/London)

Direzione Creativa: Stefano Campora, Stefano Rosselli (Direttori Creativi Esecutivi Leagas Delaney Italia)

Supervisione creativa. Tim Delaney (Presidente e Direttore Creativo Leagas Delaney Group)

Art Director: Stefano Rosselli

Copywriter: Stefano Campora

Casa di Produzione: RSA Films

Produttore Esecutivo: Kai Hsiung

Producer: James Smith

Direttore della Fotografia: Sebastian Wintero Hansen

Regia: Luke Scott

articoli correlati

AZIENDE

Nuovo assetto in Magnolia. Leonardo Pasquinelli nuovo Amministratore Delegato

- # # # # #

Magnolia S.p.A., la società di produzione televisiva specializzata nella creazione, produzione e adattamento di format di intrattenimento per i principali network televisivi, annuncia che a breve termine Ilaria Dallatana lascerà i suoi incarichi operativi in azienda. Ilaria manterrà la sua collaborazione rimanendo all’interno del board di Magnolia e Zodiak Media Group come consigliere e mantenendo la sua posizione nell’International Development Board (IDB) di Zodiak Media Group, organo di propulsione della creatività del Gruppo, con l’obiettivo di continuare a dare il suo contributo all’identificazione di nuovi contenuti creativi. Insieme a lei, lascerà l’azienda e il suo incarico di Chief Content Officer anche Francesca Canetta.

A subentrare a Ilaria Dallatana sarà Leonardo Pasquinelli, in arrivo da Endemol Italia dove ricopriva la carica di Vice Presidente Operativo della società. Pasquinelli, collega e amico di Dallatana fin dai tempi di Mediaset, da metà febbraio assumerà la guida operativa dell’azienda, ricoprendo la carica di Amministratore Delegato di Magnolia S.p.A, assicurando così continuità al gruppo di lavoro di Magnolia.

Marc-Antoine d’Halluin, Amministratore Delegato di Zodiak Media Group, ha dichiarato: “Prendiamo atto con dispiacere della decisione di Ilaria e Francesca di lasciare gli incarichi operativi in Magnolia, conseguenti a diverse scelte di vita, dopo l’intenso e lungo periodo di collaborazione con la società, fin dalla fondazione della stessa. Siamo al tempo stesso molto contenti del fatto che Ilaria e Francesca continueranno a supportare attivamente lo sviluppo del Gruppo Zodiak Media. In particolare Ilaria continuerà a far parte del consiglio di Magnolia e soprattutto dell’IDB di Zodiak. Ringraziamo Ilaria e Francesca per l’importante lavoro svolto in questi anni che ha portato Magnolia ad essere uno dei primari operatori del mercato italiano. Diamo il benvenuto a Leonardo, manager di riconosciuta esperienza in questo settore in Italia, il cui ingresso in Magnolia assicurerà quei presupposti di professionalità, qualità di performance e managerialità che hanno caratterizzato fino a oggi la società nella sua attività”.

articoli correlati

AGENZIE

Now Available si aggiudica la gara per il digital di Fox International Channels Italy

- # # # # # # #

 Fox International Channels Italy ha scelto in una gara con altre nove sigle la neutral agency Now Available come nuovo partner di comunicazione digitale a livello nazionale. L’agenzia è già al lavoro insieme al cliente  per la gestione della piattaforma digital di Fox Channels Italy, integrando media digitali e social network (Facebook, YouTube e Twitter), e all’ideazione e realizzazione di iniziative speciali che durante la stagione supporteranno il lancio di alcuni programmi di punta presenti nel palinsesto Fox.

L’agenzia aveva già collaborato insieme al team di Fox alla campagna di lancio della seconda stagione di “Cosa ti dice il cervello?”, programma record di ascolti che è andato in onda a settembre su National Geographic Channel. E nelle scorse settimane ha supportato il lancio della quarta stagione della serie tv cult “The Walking Dead” con una campagna di comunicazione ideata ad hoc sui canali Facebook (https://www.facebook.com/foxitalia) e Twitter di Fox Italia.

“L’affidamento dell’incarico a Now Available è frutto di un’accurata valutazione che ha premiato essenzialmente tre caratteristiche determinanti: un approccio creativo pubblicitario non solo tradizionale, l’aver messo a disposizione un team strategico e digitale e una passione tangibile per la televisione e per i nostri show – commenta Alessandro Militi, Vice President, Marketing & Sales di Fox International Channel Italy – Consideriamo il team di Now Available come gente Fox e speriamo che loro continuino a sentirsi tali ogni giorno di più, non vogliamo dei partner, cerchiamo piuttosto persone che facciano squadra insieme a noi. Siamo il media brand a più alto tasso di coinvolgimento in Italia e vogliamo mantenere questa leadership. Quello che cerchiamo è qualcuno che riesca a stupirci ogni giorno”.

“In uno scenario sempre più affollato e competitivo come quello digital – aggiunge Francesco Barbarani, Head of Fox Networks and Digital Fox International Channels Italy – siamo riusciti negli anni ad affermarci e a creare un fortissimo legame con il nostro pubblico. Dimostrando forti competenze sia nella parte strategica che in quella creativa, siamo sicuri che Now Available ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi di marketing”.

 

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via dal 28 ottobre, accompagnata da uno spot tv, la nuova promozione Sisa

- # # # # #

Parte il 28 ottobre la nuova promozione Sisa, “Sconti fino al 50%”, che durerà fino al 10 novembre e che coinvolgerà molti prodotti tra industria di marca, alimentari confezionati e surgelati, articoli per la cura della casa e della persona. A supporto di questa nuova iniziativa promozionale uno spot tv di 20 secondi che andrà in onda dal 28 ottobre al 2 novembre sui canali tematici Real Time (canale 31 del Digitale Terrestre e 124 di Sky) e Giallo (canale 38 del Digitale Terrestre), due canali che si rivolgono a un target specifico, composto principalmente da donne e senior.
Dopo l’esperienza sui network generalisti, parte dunque un’inedita avventura televisiva per Sisa attraverso l’accordo con due canali nuovi, giovani, che stanno ottenendo ottimi risultati d’ascolto grazie a una programmazione mirata, in linea con le ultime tendenze del consumo televisivo. Accompagnato dal jingle di Sisa, lo spot vede la protagonista, insieme a sua figlia, aprire la porta di casa e ritrovarsi davanti a una cassa su cui sfilano i prodotti compresi dall’offerta.
Un concept fondamentale per l’insegna bolognese, che vuole trasmettere l’atmosfera accogliente, sotto casa, comoda e di qualità dei suoi punti vendita. Per un mood ancora più familiare, l’immancabile Sisolo, l’alberello testimonial del Gruppo, indica con la sua manina un carrello ricco di prodotti, oltre a quelli proposti dalla promozione.
“Seguiamo con attenzione l’evolversi delle piattaforme a cui necessariamente deve seguire un cambiamento nelle nostre strategie di comunicazione” ha dichiarato Danilo Preto, direttore marketing di Sisa. “Attraverso la collaborazione con questi nuovi canali vogliamo raggiungere un pubblico di consumatori selezionato e maggiormente ricettivo verso la nostra offerta commerciale”.

articoli correlati

MEDIA

Al via Giglio Tv di Giglio Group, il nuovo canale cinese che porta un po’ d’Italia in Oriente

- # # # # # #

Partirà domani 10 settembre il nuovo progetto Giglio Tv, ideato dall’editore italiano Giglio Group, canale televisivo italiano che avrà il compito di portare una fetta del nostro paese nei televisori cinesi.

 

Lo sviluppo del canale è frutto di un accordo strategico ed esclusivo tra Cibn Oriental Network, broadcaster cinese di proprietà del colosso China Radio International, e Giglio Group, editore italiano di canali digitali presente in 35 Paesi, che porta con sè anche i principali player dell’audiovisivo italiano. Il canale è stato lanciato oggi a Pechino presso l’Ambasciata Italiana alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia presso la Repubblica Popolare Cinese, Alberto Bradanini, il Vice Presidente del broadcast orientale, Gong Yuguo, e l’Amministratore delegato di Giglio Group, Alessandro Giglio. Il canale costituirà uno strumento d’eccezione per promuovere l’immagine del nostro paese nei confronti di centinaia di milioni di consumatori cinesi. Il canale sarà accessibile da tutte le tecnologie digitali, da satellite al cavo, al web fino al mobile attraverso una piattaforma integrata che già oggi raggiunge oltre 150 milioni di utenti. La piattaforma sarà a breve implementata con un sistema e-commerce con accesso diretto da decoder e web.

 
Molto vasto il palinsesto televisivo, organizzato in percorsi tematici accessibili sia in chiaro che in pay per view. Dal backstage delle sfilate di moda con gli speciali di ‘That’s Fashion’ e ‘M.O.D.A’, ai programmi dedicati al viaggio come ‘Gulliver’, dai segreti dei grandi chef italiani alle produzioni musicali del Teatro alla Scala di Milano; ad arricchire la vetrina il meglio del design e le novità dal mondo del lusso e dello sport. Il pubblico cinese potrà anche apprezzare tv movies di azione come “Squadra Antimafia” e “Intelligence”, fiction e commedie di successo come “Carabinieri”, “Crociera Vianello” e “Amore e Vendetta”; inoltre non mancherà il cinema con le storie d’amore e di intrattenimento leggero con film come “L’ultimo bacio” e “ Immaturi”. Accanto a Giglio Group si sono infine compattati in un progetto comune produttori grandi e piccoli che insieme rappresentano il 90% del comparto. In prima fila Mediaset che, attraverso un accordo annunciato durante l’incontro, metterà a disposizione per la prima volta un’ampia ‘library’ con il meglio della fiction e del cinema italiano; presenti anche i principali contenuti life style di Class Life TV. Tra gli altri partner del progetto: Classica Italia, Delta TV programs, Federazione Motociclistica Italiana-Civ (Campionato Italiano di Velocità); Futura Produzioni televisive, LT Multimedia e Wige.

articoli correlati

MEDIA

C’è una tv che ti somiglia: nuova campagna per i canali kids del network Discovery

- # # # # #

Con l’headline “C’è una tv divertente come te” e “C’è una tv che ti somiglia” i canali kids del network Discovery si presentano dopo l’operazione di brand refresh che ha interessato K2 e Frisbee. Nella campagna  pianificata da MEC i bambini vengono accostati per somiglianza ai protagonisti delle loro serie preferite: i personaggi di K2 e Frisbee sono energici, divertenti e sognatori proprio come i piccoli fan che quotidianamente seguono le loro avventure in tv.

 

I soggetti scelti per la campagna sono i protagonisti delle serie televisive e dei cartoni animati che hanno riscosso un maggior successo di pubblico.  Tra questi, all’interno dell’offerta K2, sono stati scelti “A tutto reality”, “I fantaeroi” e “Pokemon”: Chris, Eric e Ash e i bambini che in loro si immedesimano hanno animato i manifesti della campagna e gli spot dedicati a K2. La vampira Sarah di “La mia babysitter è un vampiro” e Blythe di “Littlest Pet Shop” hanno invece colorato le affissioni e i video riservati a Frisbee.

 

Sono stati realizzati tre divertenti spot multisoggetto e, oltre alla pianificazione televisiva sui propri canali e sulle generaliste, in onda a partire dal 1° Settembre, Discovery ha deciso di partire dal web utilizzando un formato inedito: per la prima volta in Italia gli spot sono stati resi disponibili (rispettivamente il 29 e il 31 agosto) con il formato Video Masthead sull’homepage di YouTube (piattaforma su cui i fans di K2 e Frisbee superano mensilmente il milione di visualizzazioni): a conferma dell’approccio innovativo e multipiattaforma che caratterizza le produzioni Discovery e di come il video sia da sempre strumento privilegiato nelle attività digital del network.

 

Il 24 agosto ha preso il via anche la campagna outdoor a Milano e a Roma: le città si sono colorate dell’energia di K2 e Frisbee grazie a pensiline retroilluminate, gli innovativi formati lenticolari, autobus integralmente decorati e station domination delle stazioni metropolitane di San Babila e Cadorna. In particolare, il formato lenticolare è stato selezionato proprio per la sua capacità di veicolare perfettamente il concept della campagna grazie alla tecnologia che permette di cambiare rapidamente le immagini e rendere visivamente l’illusione ottica dell’identificazione bambino/personaggio tv. Una scelta che vede Discovery ancora una volta tra i primi per la capacità di sperimentare nuove modalità di comunicazione che stimolano l’engagement.

Il brand refresh è stato infine supportato dall’evento che dall’8 al 18 agosto ha coinvolto tutti i piccoli presenti al parco divertimenti di Mirabilandia: tra giochi, gare, scatti fotoricordo e gadget i fans hanno avuto l’occasione di incontrare i richiestissimi live characters delle serie animate “Due fantagenitori” e “A tutto reality”.

Su Frisbee sono infatti in arrivo le divertentissime sit-com Disney A.N.T. Farm e Raven, i nuovi episodi di Mr. Young e le nuove puntate di Hamtaro; mentre su K2 oltre alla serie 16 dei Pokémon, arriva il cartone action-comedy Yin Yang Yo e B-Daman Cross Fire, nuovo capitolo della fortunata saga dell’anime giapponese” dichiara Simona Fabbri, Consulente Editoriale Canali Kids di Discovery Italia.

 

articoli correlati

AGENZIE

A Young & Rubicam Group la gara Seat PG Italia per la nuova campagna istituzionale

- # # # # # #

Seat PG Italia ha ufficializzato la vittoria di Young & Rubicam Group (in foto il Group Executive Creative Director Vicky Gitto)  nella gara a sei per la nuova campagna pubblicitaria istituzionale, che dovrà comunicare il nuovo positioning dell’azienda.
Indetta a maggio, la gara ha coinvolto le agenzie con cui Seat PG Italia collabora già da anni in continuità: STV DDB, 1861united e Simonetti Studio, a cui sono state affiancate altre due strutture, Saatchi & Saatchi e Young & Rubicam Group, con cui l’azienda non ha mai avuto modo di lavorare in precedenza. Coinvolta, infinem per la prima volta anche l’agenzia creativa interna a Seat PG. Per la gara era previsto un rimborso spese.
“Tutte le agenzie in gara hanno presentato proposte di buon livello; solo al termine di un serratissimo confronto siamo giunti alla decisione finale, che ha premiato il progetto presentato da Young & Rubicam Group. Progetto che pensiamo risponda meglio alle esigenze e agli obiettivi di Seat PG in questo momento” ha commentato Paolo Portioli, responsabile Marketing Services di Seat PG Italia.
La nuova campagna istituzionale sarà on air a partire dall’autunno.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Discovery annuncia il refresh dei canali Kids Frisbee e K2

- # # # # # # # # #

Discovery Networks rinnova la visual identity dei canali K2 e Frisbee (Dtt 41-44, Sky 626-627) che da domenica 30 giugno sono onair con le nuove grafiche e i nuovi loghi. Il Brand refresh ha come obiettivo il rafforzamento del posizionamento dei due canali attraverso la valorizzazione degli elementi che li rendono distintivi e unici nel panorama dell’offerta kids in Italia.

La nuova veste grafica di K2 e Frisbee esprime lo spirito dinamico e curioso delle giovani audience dei canali: ragazzini principalmente in cerca di azione e avventura per K2 e giovani telespettatrici moderne appassionate di telefilm e comedy per Frisbee. Per celebrare l’operazione di restyling sono appena partite, e proseguiranno nel corso dell’estate, le nuove stagioni delle property di punta dei canali e titoli esclusivi inediti, mentre sono previsti per il Back-to-school alcuni lanci in prima tv esclusiva. Un’offerta di contenuti complementari, innovativi e di qualità, frutto della collaborazione con partner importanti come Pokémon Company e Hasbro, che confermano K2 e Frisbee come le piattaforme ideali dove trovare il meglio dell’intrattenimento televisivo internazionale dedicato al pubblico dei kids 4-14 anni e della famiglia.

“Il nuovo look di K2 e Frisbee e la campagna di comunicazione a supporto sono il frutto di un’accurata riflessione che è un primo importante step verso la valorizzazione di canali che riteniamo ad alto potenziale e in cui crediamo molto. Siamo certi che gli spettatori apprezzeranno ciò che Discovery – che ha acquisito i canali a gennaio 2013 – sta facendo in termini di qualità dei contenuti e di complementarietà della nostra offerta”, dichiara Paolo Lorenzoni, Vice President Marketing & Digital di Discovery Italia.

“Il segmento Kids è fra i più presidiati del digitale terrestre, ma riteniamo possa ancora esprimere livelli di crescita significativi. L’ascolto combinato di K2 e Frisbee raggiunge il 9% di share sul target 4-14 (Giugno 2013, timeslot: 7-22.00). Bisognava dare allo spettatore un segnale forte di rinnovamento anche per inquadrare i nuovi titoli in un contesto accattivante che posizionasse in modo immediato i due brand”, commenta Fabrizio Salini, Vice President Content, Fiction & Kids di Discovery Italia.

Il rilancio di K2 e Frisbee è supportato da una campagna integrata multipiattaforma che prevede 3 piani di comunicazione attivi già da alcuni giorni. L’attività off air media prevede pagine teaser su testate trade alle quali seguirà, durante l’autunno, un secondo flight. Per la TV è stato realizzato uno spot da 30’’ in onda su un selezionato bouquet di canali e sul portfolio Discovery. Sul fronte “digital” social network e canali istituzionali creeranno buzz sul nuovo look e sulle novità di palinsesto. Inoltre, nel corso dell’estate sono previste iniziative in field che toccheranno alcuni degli appuntamenti estivi più attesi dai ragazzi per coinvolgere il target nel nuovo mood di K2 e Frisbee. Infine, i migliori parchi divertimento d’Italia ospiteranno per tutta la stagione il tour estivo dedicato con concorsi, giochi e attività di intrattenimento per tutta la famiglia.

La strategia di comunicazione ideata da Discovery per supportare il rilancio di K2 e Frisbee proseguirà anche in autunno in occasione del ritorno sui banchi di scuola con i nuovi programmi protagonisti di attività di promozione creative e accattivanti rivolte al consumer.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky festeggia dieci anni in Italia con la firma di 1861United

- # # # # #

Te la ricordi la tv prima di Sky? È questa la domanda che pone la campagna stampa per festeggiare i dieci anni del network televisivo in Italia. La creatività è stata ideata da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, i quali aggiungono: “è uno di quegli anniversari che non potevamo assolutamente dimenticare, visto e considerato che questi ultimi dieci anni sono stati i più significativi della nostra vita professionale”.

Dieci anni in cui Sky ha cambiato non solo la Tv ma il vero e proprio modo di viverla. Grazie soprattutto alle grandi innovazioni come My Sky e Sky Go che hanno permesso di andare oltre il palinsesto televisivo e avere una TV ai nostri comandi dove decidiamo cosa vedere, quando vederlo e dove vederlo.

I protagonisti della campagna sono gli abbonati ai quali è affidato il racconto in prima persona di come hanno vissuto sulla loro pelle questi ultimi dieci anni e la grande rivoluzione di Sky. Tutto quello che non potevano fare con la Tv e tutto quello che, invece, hanno oggi. Finiremo per chiederci se sono passati solo 10 anni o molti di più.

Firmano la campagna, sotto la direzione creativa di Mario Esposito e Massimo Verrone, il copy Riccardo Di Capua e l’art Veronica Ciceri. Client Director Marta Di Girolamo, Account Executive Manuela Baietta. Fotografia e post produzione, Andrea Melcangi e Livello 6. Art buyer del progetto è Maria Benenati.

La campagna è pianificata su Sky Life per i mesi di Luglio e Agosto.

articoli correlati

MEDIA

“Buon compleanno, Superman”: Studio Universal festeggia i primi 75 anni dell’Uomo d’Acciaio

- # # # #

Per festeggiare i primi 75 anni del capostipite dei supereroi, Studio Universal trasmette ogni venerdì i film di Superman con l’indimenticabile Christopher Reeve. Ad aprire la rassegna è la pellicola del 1978 diretta da Richard Donner e si prosegue sino al Superman IV del 1987. A completare la super-maratona sono i 17 cortometraggi di Max Fleischer, piccolo gioiello d’animazione trasmessi in versione originale con sottotitoli che saranno trasmessi ogni giorni da sabato 1 giugno alle 20.30.

 

Questi i titoli: Superman, Il mostro meccanico, La grande rapina al treno, Il dinosauro venuto dal freddo, Il ricatto, L’asteroide impazzito, Terremoto, Il vulcano si risveglia, La fuga del gorilla, Il superaereo, Showdown, Undicesima ora, Metropolis minacciata, Il ritorno della mummia, Il tamburo della giungla, Il mondo sotterraneo, L’agente segreto.

 

Questo sarà un anno speciale per Superman che torna al cinema nel film Man of Steel diretto da Zack Snyder e interpretato da Henry Cavill. L’ultimo figlio di Krypton è stato creato nel 1933 a Jerry Siegel ma compare per la prima volta nel 1938 su Action Comics.

L’appuntamento con i 17 cortometraggi in versione originale sottotitolata in italiano, è a partire da sabato 1 giugno, tutti i giorni alle 20:30 e ogni venerdì ad accompagnare i film di Superman.

articoli correlati

MEDIA

“Bye Bye Cinderella”: le nuova sketch com firmata Daygum Protex

- # # # # # #

Daygum Protex, il chewing gum alleato del sorriso e dell’igiene orale fuori casa, ama chiunque sappia affrontare la vita con la giusta dose di ironia, ma in particolare le donne fuori dagli schemi, consapevoli e disincantate, che sanno mettersi in gioco e ridere di gusto anche nelle situazioni più difficili. Dal profilo di queste donne fuxia è nata l’idea di “Bye Bye Cinderella”, un nuovo punto di vista sull’universo femminile, i suoi paradossi, i suoi vezzi e la sua essenza caotica e indecifrabile.

Il cuore del programma sono le sfaccettature diverse delle donne fuxia – interpretate dalle talentuose Simona Borioni, Carola Clavarino, Brenda Lodigiani, Marta Zoboli – insieme intelligenti e svampite, ironiche e imprevedibili, che affrontano le sfide quotidiane della vita da una prospettiva unica e originale, ognuna con i suoi tic, le sue paranoie e soprattutto le sue frasi e gesti rituali, destinati a diventare tormentoni.

Da lunedì 13 maggio nella fascia di prime time, “Bye Bye Cinderella” prenderà vita su La5, diventando il primo progetto di branded content in onda sulle reti Mediaset. 9 puntate della durata media di 24 minuti composte da una decida di sketch di durata variabile. La donna fuxia di Daygum Protex non vivrà soltanto in TV, ma anche online con un sito di storytelling e una Pagina Facebook. Il primo raccoglierà le clip di tutte le puntate e offrirà un vario assortimento di contenuti e notizie relative al programma, mentre su Facebook un piano editoriale ad hoc, basato sulle tematiche dello show, sosterrà e favorirà la conversazione con le donne fuxia di tutta Italia.

Bye Bye Cinderella è una co-produzione Zodiak Active Media e Selection per il brand Daygum Protex.

Credits
Produttore esecutivo Zodiak Active Media: Valentina Bolognesi.
Produttore esecutivo Mediaset: Reana Turra.
Capoprogetto: Furio Andreotti.
Scritto da: Magda Barile, Massimo Chiellini, Lucia Minati, Marco Renzi, Ugo Ripamonti, Renato Sannio, Giovanni Zola.
Regia: Antonio Monti.

 

 

articoli correlati

MEDIA

Purple Program by Mindshare: “La tv: fine di un’illusione?”

- # # # # # # #

Si è svolto questa mattina il primo degli incontri di “Purple Program”, il ciclo di appuntamenti organizzati da Mindshare per stimolare un confronto realistico e costruttivo su alcuni temi della Media Industry.

Tema del giorno: “La Tv: fine di una illusione?”, che Roberto Binaghi, Chairman e Ceo di Mindshare ha introdotto riallacciandosi alla citazione dell’opera di Freud. “L’Authority ha anche recentemente ribadito che, a suo giudizio, i troppi investimenti italiani sulla televisione rappresentano un errore”, ha spiegato Binaghi. “Noi siamo invece certi che le aziende italiane abbiamo scelto di comunicare sulla televisione a ragion veduta, non certo in risposta ai freudiani “desideri istintuali”. E il dibattito, a cui hanno preso parte Maurizio Carlotti, vice Presidente Operativo di Antena Très; Carlo Freccero, Direttore di Rai 4; e Giorgio Gori, Past Ceo di Magnolia in veste di panelist, con Carlo Momigliano, CMO di Minshare nel ruolo di moderatore-provocatore, era proprio indirizzato ad analizzare in quale misura – come recitava il sottotitolo – si stia assistendo alla “Fine della televisione o all’espansione delle televisione su altri media”.
Partendo da un’analisi storica del ruolo delle tv commerciali – “con la fine delle classi e delle ideologie, le masse fanno massa, ed è la tv il dispositivo del cambiamento”, ha sottolineato Freccero, mentre Gori ha asserito “non il direttore di rete fare la tv, bensì il pubblico. La televisione si limita a prendere nota del pubblico sentire” – si è arrivati al pragmatismo di Carlotti: “noi facciamo tv per vendere pubblicità, non vendiamo pubblicità per poter fare fare televisione”.
Concordi invece sulle “anomalie” del contesto italiano, con una Rai-servizio pubblico che, come evidenziato da Momigliano, raccoglie una quota di risorse pubblicitarie ben superiore alle analoghe emittenti europee. “La tv commerciale vende contatti e I suoi clienti sono gli spender”, ha chiosato Carlotti, “la pay tv invece vende le trasmissioni agli spettatori, mentre il cliente del servizio pubblico dovrebbe essere la società tutta”.
Di qui anche proposta di Gori di creare “due Rai”, una finanziata esclusivamente dal canone, l’altra solo dalla pubblicità, con una ripartizione dei canali che, secondo la stima presentata da Momigliano, “accrescerebbe il numero di Grp’s disponibili, evitando l’effetto inflattivo verificatosi in Spagna dopo un simile provvedimento”.
Più articolate. Invece, le opinioni sulla “migrazione” della tv verso la Rete. “In futuro”, ha detto Freccero, “vedo una televisione delle major hollywoodiane, su grandissimi schermi, probabilmente in 3D, dalla visione sostanzialmente passiva, e un’altra tv, individuale e interattiva, dove predomineranno i big player del web: Google, Apple, Microsoft e i loro simili”.
“Chi si attendeva una sottrazione di audience”, ha affermato Gori, “deve invece prendere atto che proprio i contenuti televisivi nutrono i social network. Il traffico va dalla Rete alla tv, e non viceversa”.

articoli correlati