AZIENDE

Zodiak Advertising e nugg.ad insieme all’insegna dell’audience management

- # # # # #

Zodiak Advertising e nugg.ad (azienda tedesca parte del gruppo Deutsche Post DH) annunciano una partnership per l’integrazione delle soluzione di data management a potenziamento dell’offerta premium di Zodiak.

Obiettivo dell’accordo è assicurare ai publisher una migliore monetizzazione del proprio inventory online e rispondere alle esigenze del mercato della domanda che con sempre maggiore attenzione richiede audience profilate, raggiungibili in modalità automatizzata ed efficiente. La soluzione Predictive Behavioural Targeting di nugg.ad permette la profilazione approfondita e in tempo reale dell’audience online. L’integrazione nella soluzione Sell Side Zodiak rappresenta un ulteriore valore aggiunto per il network di publisher che beneficeranno di una modalità di vendita della propria inventory maggiormente in linea con le richieste dei buyer.

Zodiak sarà infatti in grado di offrire ai propri advertiser la possibilità di pianificare campagne su target di audience specifici e selezionati in base ai parametri prescelti garantendo migliori ritorni sull’investimento. “Il fatto che un attore innovativo sul mercato italiano come Zodiak ci abbia scelto come partner in un’area chiave come quella dei dati, non può che renderci felici: entrambi abbiamo una visione rivolta alla valorizzazione della componente premium dell’offerta” ha commentato Enrico Ciampini, Country Director di nugg.ad. “L’esperienza di nugg.ad come partner di successo di marketplace leader come ad esempio La Place Media in Francia, ci permetterà di sviluppare questa collaborazione con Zodiak, rispondendo alle esigenze sempre più sofisticate del mercato in tema di audience”.
“Vendere inventory in programmatic senza l’utilizzo dei propri dati diventerà presto obsoleto e sconveniente” ha dichiarato Nicola Drago, CEO Zodiak Advertising. “La soluzione di nugg.ad è quella che al momento consente di creare i migliori, più attendibili e statisticamente rilevanti profili di audience, consentendo le migliori opportunità di monetizzazione ai publishers, oltre al migliore ROI per i buyer.”

articoli correlati

MEDIA

Unconventional Baby con il nuovo circuito di Bulsara Adv

- # # # # # #

Bulsara Advertising punta ad allargare il suo parterre di circuiti sul territorio nazionale con il nuovo Circuito Baby che va ad aggiungersi ai circuiti Cultura, Shopping, On the Way, Sport e Young. L’agenzia entra così nelle aree nursery, presenti in centri commerciali, aeroporti e circoli sportivi. A inaugurare il circuito Baby è stata la comunicazione dell’Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù di Roma. Bulsara Adv ha creato una campagna ad hoc per il progetto La Via Lattea.

Grazie a La Via Lattea, il Bambino Gesù, con la collaborazione della Provincia di Roma, fornisce il servizio di recupero del latte materno presso il domicilio delle neomamme. Il prezioso alimento viene convogliato nella Banca del Latte Umano Donato dell’Ospedale Pediatrico e distribuito ai piccoli pazienti che ne hanno bisogno. La campagna è indirizzata al “target dei target”: le mamme. In particolare le mamme che allattano e che utilizzano i fasciatoi in strutture pubbliche ad alto profilo, per cambiare i loro piccoli, arrivati da poco.

Il Circuito Baby nasce proprio con l’intento di attirare l’attenzione delle mamme su iniziative per il post parto o su prodotti per neonati e per la prima infanzia. Anche le aree fasciatoio e nursery assicurano una specifica dinamica di targetizzazione e di memorabilità del messaggio e il potenziale di ricezione rispetta la media di contatti delle altre strutture già incluse da anni nel portafoglio di Bulsara Adv.

articoli correlati

MOBILE

Vanity Fair lancia la prima mag series italiana

- # # # # # # # #

“Una Grande Famiglia” è stata una delle fiction di maggior successo, di pubblico (ha chiuso la prima stagione con oltre 7 milioni di telespettatori) e di critica del 2012 e vincitrice del Premio come miglior serie dell’anno al Roma Fiction Fest. In attesa della seconda serie – che andrà in onda su Raiuno nel prossimo autunno e che promette di svelare alcuni dei misteri su cui la prima si è chiusa – Vanity Fair lancia in esclusiva il prequel “Una Grande Famiglia – 20 Anni Prima”, grazie a un’operazione multimediale che si realizza per la prima volta in Italia: la prima mag series (serie per magazine) fruibile da smartphone e tablet, in 6 puntate della durata di 7 minuti ciascuna.

Questi appuntamenti, unici nella loro particolarità, saranno promossi in esclusiva dalle pagine del settimanale Condé Nast dal numero in edicola il 24 luglio. Le sei puntate del prequel, prodotte da Cross Production per Rai, saranno visibili sul proprio device dal mercoledì, giorno di uscita in edicola di Vanity Fair, per 96 ore, attraverso l’applicazione Target. A partire da domenica le puntate saranno disponibili e visualizzabili anche sul sito rai.tv, dove resterà un archivio di tutti gli episodi. Gli spettatori, grazie a questa innovativa sinergia tra Vanity Fair e Rai Fiction, potranno fare un salto indietro nel tempo e scoprire che cosa è successo ai tre protagonisti della storia, vent’anni fa, quando erano ragazzi.

“Una Grande Famiglia – 20 Anni Prima” non è un prodotto all’avanguardia solo nel formato e nei modi di diffusione: i produttori hanno infatti deciso di affidare tutta la creatività e la realizzazione del progetto a una squadra di giovani, i migliori talenti della nuova generazione, selezionati con criteri trasparenti e volti a valorizzare il merito. L’età media di tutti i partecipanti alla realizzazione di questo progetto, autori, attori, tecnici e maestranze è al di sotto dei 30 anni.

articoli correlati

MEDIA

Tag Advertising e PMI.it: una scelta a prova di target

- # # # #

Negli ultimi anni la frammentazione dei mezzi di comunicazione ha comportato la suddivisione dell’audience in specifiche nicchie caratterizzate al loro interno da interessi e profili socio-demografici comuni. Il segreto per una comunicazione di successo oggi risiede dunque nella capacità di individuare i target del brand e raggiungerli in maniera sempre più efficace attraverso canali specializzati. Per questo anche gli operatori del settore, tra cui le concessionarie digitali, hanno potenziato il proprio servizio attraverso l’offerta di mezzi e prodotti editoriali dedicati a utenze prestigiose e ben definite. Un caso vincente è quello di TAG Advertising, concessionaria di pubblicità digitale leader nei settori Tecnologia, Automotive, Green e BtB.

Tra i prodotti editoriali di maggior successo in ambito BtB c’è sicuramente PMI.it, il primo e unico sito italiano che si occupa esclusivamente d’informazione rivolta alle piccole e medie imprese. PMI.it offre aggiornamenti su tutti i temi riguardanti gli aspetti legati alla vita d’impresa: contabilità e management, conformità e sicurezza, normative e fiscalità, bandi pubblici e incentivi, evoluzione tecnologica e attualità economico-finanziaria. La qualità dei contenuti di PMI.it è confermata dal grande successo di pubblico e lettori del sito, che attualmente conta 710 mila utenti unici al mese (fonte Audiweb Netview) e 4,5 milioni di pagine viste al mese (fonte Google Analytics). Oltre a essere quantitativamente rilevante, questa audience rappresenta anche un target raro e prezioso per gli inserzionisti. L’utenza di PMI.it è infatti composta da ruoli di alta responsabilità all’interno delle imprese e delle libere professioni: commercialisti, consulenti, avvocati, dirigenti e imprenditori legati a tutti i settori di attività con particolare rilevanza del Terziario (Finanza e Assicurazioni), dell’Edilizia e dell’Industria. La qualità dei contenuti e la rilevanza del target di riferimento fanno di PMI.it il partner ideale per qualunque tipologia di pianificazioni advertising, garantendo sempre un’ampia efficacia perché dirette al pubblico giusto e disegnate intorno alle esigenze del proprio brand.

“Come dimostrato dalla campagna Inail pianificata in queste settimane – spiega la Responsabile Direzione Vendite TAG Advertising Giusy Cappiello – su PMI.it è possibile sviluppare soluzioni editoriali personalizzate su temi condivisi: un’opportunità unica per gli investitori che intendano rafforzare il proprio messaggio con approfondimenti editoriali creati ad hoc.

articoli correlati