BRAND STRATEGY

Make-A-Wish Italia sarà la Superbrands Onlus of the Year 2018

- # # #

Make-A-Wish - Istituzionale

Superbrands, la più importante iniziativa di aggregazione delle eccellenze di marca a livello internazionale, da sempre attenta ai brand che operano in campo sociale, ha scelto di premiare come Superbrands Onlus of the Year 2018, Make-A-Wish Italia, Onlus con sede a Genova che dal 2004 opera su tutto il territorio nazionale per realizzare i desideri di bambini e ragazzi affetti da gravi patologie.

Per molte Onlus e Fondazioni, l’impegno dedicato allo svolgimento della loro missione è affiancato da un’attenzione crescente per il valore e l’importanza della gestione del brand, un impegno che segue gli stessi criteri di affidabilità, autenticità e responsabilità che caratterizzano e qualificano tutti i Superbrands.

Sulla base delle indicazioni emerse dal Superbrands Council e delle successive valutazioni di merito, il prezioso riconoscimento 2018 va a Make-A-Wish Italia “per la rilevanza della missione svolta al servizio dei bambini gravemente ammalati e per la passione messa in campo per trasformare i loro desideri in realtà”.

Il premio sarà consegnato il prossimo 27 settembre, presso l’Auditorium di Radio Italia, nell’ambito della serata che avrà come protagonisti tutti i Superbrands aderenti al programma e che vedrà l’assegnazione dei “Superbrands Awards 2018”, considerati “gli Oscar” della marca.

Make a Wish Italia è una Onlus che è stata fondata nel 2004 da Sune Frontani e da suo marito Fabio in ricordo della loro Carlotta, prematuramente scomparsa, con l’obiettivo di realizzare i desideri del cuore dei bambini affetti da gravi patologie. Grazie a un network di 250 volontari e alle segnalazioni dai più importanti ospedali pediatrici presenti su tutto il territorio nazionale, Make-A-Wish Italia ha realizzato più di 1.700 desideri impegnandosi per aiutare ogni bambino a ritrovare la gioia e la speranza di poter tornare a essere “semplicemente un bambino”.

L’impegno di Make-A-Wish è supportato anche da un’intensa attività di comunicazione per affermare il brand e portarlo all’attenzione di nuovi volontari e donatori con la tag line “Trasformiamo ogni desiderio in un bambino più forte”.

“Superbrands continua a promuovere il valore di brand come elemento fondamentale anche per chi è impegnato sul fronte sociale” , dichiara Sergio Tonfi, Editor Superbrands,  “Make-A-Wish® trasforma i desideri dei bambini gravemente ammalati in un’esperienza ricca di emozioni, e li rende più forti nella loro battaglia contro la malattia migliorando la loro vita”.

“Siamo nati con un obiettivo ambizioso: cambiare la vita a tutti quei bambini e a quelle famiglie che attraversano momenti di grande difficoltà a causa di gravi malattie. Con l’aiuto di tanti, ci stiamo riuscendo”, commenta Sune Frontani, Co-Fondatrice e Direttore Generale di Make-A-Wish Italia. “È dimostrato infatti che la realizzazione di un desiderio ha il potere di migliorare la qualità della vita di chi è affetto da una grave patologia perché offre l’opportunità di vivere intense emozioni positive che rendono il paziente più forte. Un desiderio che si realizza, aiuta bambini e ragazzi a ritrovare la gioia di vivere”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands 2018: al via la ricerca dei brand riconosciuti “super” da consumatori e clienti

- # # # #

superbrands marche

Superbrands, l’iniziativa di aggregazione delle eccellenze di brand che ne qualifica la reputazione sul mercato con il suo seal dorato e offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne ulteriormente la crescita, lancia oggi il programma 2018 con cui celebrerà le storie di successo dei brand riconosciuti “super” dai clienti e i consumatori.

Il primo passo dell’accurato percorso selettivo coinvolge il Superbrands Council, il qualificato gruppo di accademici e professionisti del marketing e della comunicazione che funge da guida e giuria al programma e che vede il prestigioso ingresso di Leonardo Buzzavo (Università Cà Foscari), Angelo Di Gregorio (Università Bicocca), Vicky Gitto (Presidente ADCI), Maria Carmela Ostillio (Università Bocconi), Luca Pellegrini (IULM), Filomena Rosato (Presidente ASSOREL) e Riccarda Zezza (Imprenditrice sociale e consulente aziendale).

Le “nominations” dei brand con le caratteristiche di eleggibilità vengono formulate analizzando i drivers globali del modello Superbrands, validati in oltre 90 paesi del mondo su più di 20000 brands, e gli specifici S-factors emersi dalla ricerche condotte in Italia per definire in dettaglio quali siano oggi i fattori vincenti per essere “super”.

Vincere non dipenderà però solo dal giudizio analitico dei professionisti: a inizio 2018 sarà infatti lanciata la quarta edizione del POP Award, l’iniziativa di voto popolare realizzata in partnership con Radio Italia (nel 2017 sono state oltre 22000 le preferenze espresse per il brand del cuore) che ha l’obiettivo di eleggere “la marca più amata dagli italiani” sulla base del giudizio emozionale diretto dei consumatori.

L’insieme del giudizio professionale e di quello popolare condurrà alla selezione finale delle marche che entreranno nel “Club dei Superbrands”, parteciperanno all’assegnazione dei prestigiosi Superbrands Awards (“gli Oscar per i brand”) e verranno celebrate con la pubblicazione nel volume “Superbrands, il libro delle grandi marche 2018”.

L’edizione 2017 ha visto l’adesione di 30 grandi brand e l’assegnazione del Superbrands Award of the year ad AMPLIFON, del Superbrands POP Award a NUTELLA, del Superbrands Charity of the year a DYNAMO CAMP, del Superbrands “Passion for Branding” (in collaborazione con Business People) a OSCAR FARINETTI (Founder EATALY) e del Superbrands “Passion for Communication” a (in collaborazione con FERPI) a VITTORIO CINO (EU Public Affairs Director Coca-Cola).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands pop award 2017: Nutella è la marca più amata dagli italiani

- # # # # #

Nutella vince il Superbrands POP Award 2017

Superbrands ha annunciato oggi il vincitore del SUPERBRANDS POP AWARD 2017: Nutella si è aggiudicato il premio dedicato alla “marca più amata dagli italiani” realizzato in collaborazione con Radio Italia attraverso il coinvolgimento diretto dei suoi ascoltatori e dei fans sui social media.

Più di 22000 persone, nel corso delle due settimane di votazione, hanno voluto esprimere le loro preferenze per i brand che amano di più consentendo di eleggere Nutella come la “marca più amata dagli italiani” per il 2017.

Nutella è il brand che ha saputo creare una complicità del tutto particolare coi suoi consumatori diventando l’icona del Made in Italy. Al secondo posto, Amazon, vincitore del premio l’anno scorso, l’azienda che ha rivoluzionato il nostro modo di acquistare prodotti e servizi con la sua piattaforma di e.commerce e che basa la sua forza sulla qualità della customer experience e l’apprezzamento dei millennials.

Al terzo posto DISNEY e in quarta posizione Apple, il brand tecnologico che ha fatto del design e dell’esperienza d’uso i propri elementi distintivi. Quinta Coca Cola e al sesto posto la multinazionale coreana Samsung, che si sta imponendo in diversi settori del mercato grazie alla qualità e al design dei suoi prodotti.

Al settimo Google, il motore di ricerca che ci aiuta a risolvere molti dei nostri problemi quotidiani con un’interfaccia intuitiva e i suoi preziosi algoritmi, un amico di cui ci fidiamo, diventato parte indispensabile delle nostre vite.

Seguono, Mulino Bianco, Bottega Verde, per la prima volta nella top 10, con la sua proposta di una bellezza naturale e sincera vicina al vissuto di tante donne italiane e Vespa, altra icona del Made in Italy che ha appena computo 70 anni e rappresenta per tutti un simbolo di gioventù, libertà e passione.

La classifica del Superbrands Pop Award, pur non avendo pretese di scientificità, ha il pregio di basarsi sul giudizio emotivo degli individui, quello stesso giudizio che li spinge poi a scegliere ed acquistare i brand nel mondo reale.

La classifica finale è pubblicata sul sito di Superbrands e su quello di Radio Italia.

“Tantissime persone hanno voluto dimostrare la loro passione per i brand esprimendo le loro preferenze e premiando quelli che hanno saputo costruire con loro relazioni autentiche e coinvolgenti. Un brand che vuole essere super deve parlare ai cuori delle persone e la classifica POP celebra quelli capaci di donare emozioni ed esperienze vivide e memorabili, lasciando un segno indelebile nelle nostre vite”, ha dichiarato Sergio Tonfi, Editor Superbrands.

Il “Superbrands POP Award” sarà consegnato a Nutella nell’ambito della cerimonia dei SUPERBRANDS AWARDS il 28 settembre all’Auditorium di Radio Italia, l’occasione in cui saranno celebrati tutti i brand che hanno ottenuto il prestigioso status di Superbrands 2017.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Dynamo Camp compie 10 anni e si aggiudica il “Superbrands Charity of the year 2017”

- # # # # #

Superbrands

Superbrands ha scelto quest’anno di premiare Dynamo Camp con l’assegnazione del “Superbrands Charity of the year 2017”. L’iniziativa riguarda la valorizzazione delle marche a livello internazionale e ha l’obiettivo di aggregare le eccellenze di brand intorno ai principi valoriali per essere “super”.

Dynamo Camp è un luogo meraviglioso e organizzato in modo eccellente situato in Toscana, è un camp di Terapia Ricreativa che accoglie gratuitamente bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche per periodi di vacanza, proponendo un programma di attività divertenti, emozionanti e sfidanti, con l’obiettivo dello svago ma anche e soprattutto di essere di stimolo alle capacità dei bambini, di rinnovare la fiducia e la speranza.

Proprio quest’anno Dynamo Camp compie 10 anni, e in questi anni ha costruito un brand coerente con la missione, caratterizzato da integrità e autenticità, e un’immagine sorridente ma profondamente seria, nella comunicazione della propria attività e sempre rispettosa di bambini e famiglie.

Il prossimo 28 settembre, presso l’Auditorium di Radio Italia nell’ambito della serata che avrà come protagonisti tutti i Superbrands aderenti al programma e che vedrà l’assegnazione dei “Superbrands Awards 2017”, internazionalmente considerati gli Oscar della marca, Superbrands consegnerà a Dynamo Camp lo speciale riconoscimento assegnato “per la rilevanza della missione svolta e la costante professionalità con cui viene gestito il capitale di marca che la contraddistingue”.

“Superbrands vuole contribuire a promuovere il valore di brand come elemento fondamentale anche per chi è al servizio di cause rilevanti in campo sociale. Dynamo Camp mette da 10 anni il suo impegno quotidiano e la professionalità del suo staff al servizio di chi ne ha più bisogno e lo fa nel rispetto profondo dei valori e della reputazione del brand che ne identifica la missione”, ha dichiarato Sergio Tonfi, Editor Superbrands.

“Per Dynamo Camp la missione è centrale e la comunicazione avviene nel rispetto degli ospiti, bambini e famiglie. Le linee guida della comunicazione di Dynamo Camp prevedono, infatti, il massimo rispetto dell’identità dell’Associazione e focus sui benefici della Terapia Ricreativa e sulla sicurezza, serietà e responsabilità che sono alla base del progetto e da sempre caratterizzano la Onlus. Grazie a Superbrands per il riconoscimento proprio in questo anno significativo per il progetto, che nel 2017 compie 10 anni”, ha commentato Roberta Mottino, Direttore della Comunicazione di Dynamo Camp.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via con Radio Italia la terza edizione del Superbrands Pop Award

- # # # # #

Superbrands POP Award

Superbrands in collaborazione con Radio Italia lancia oggi la terza edizione del Superbrands Pop Award 2017.

Saranno proprio gli ascoltatori di Radio Italia e i suoi fans sui social, in rappresentanza di tutti gli italiani, ad esprimere le loro preferenze e a stabilire la classifica dei brand più amati: la meccanica prevede una prima settimana di votazione dove si potrà scegliere nella short list dei 100 brand “nominati” dal Superbrands Council e raggruppati in 10 categorie merceologiche, mentre la fase finale vedrà i 20 che avranno raccolto più voti concorrere all’assegnazione del Superbrands pop award 2017.

Quest’anno l’iniziativa è sostenuta da un concorso che mette in palio numerosi premi tra tutti i votanti: splendide confezioni di prodotti cosmetici Bottega Verde (linea Argan), rivoluzionari contenitori da frigorifero Tupperware (Set Ventsmart) e, per il più fortunato, la possibilità di vivere un’intera giornata negli studi della Radio e di assistere come ospite VIP alla serata di celebrazione dei Superbrands Awards il prossimo 28 settembre.

Nel 2015 il premio è andato a BMW mentre per il 2016 la “marca più amata dagli italiani” è risultata Amazon: nella classifica delle top 10 erano presenti anche Apple, BMW, Esselunga, Nutella, Samsung, Google, Coca-Cola, H&M e Mulino Bianco.

“Quando un brand entra nel nostro cuore, diventa un amico di cui ci fidiamo e con il quale desideriamo condividere passioni ed esperienze. Abbiamo voluto creare un premio per celebrare il brand più amato, quello che ha saputo creare più emozioni entrando per sempre nei cuori e nei sogni di tantissime persone”, ha dichiarato Sergio Tonfi, Superbrands Editor.

“Radio Italia è un grande contenitore di musica che vive sempre al fianco delle persone, creando sintonia e affinità e aiutando a vivere meglio. Ecco perché, ancora una volta, siamo la Radio ufficiale di Superbrands e vogliamo celebrare insieme le marche che, come Radio Italia, trasmettono emozioni e si fanno amare di più”, ha spiegato Alessandro Volanti, Responsabile Marketing di Radio Italia.

Radio Italia inviterà a votare il brand del cuore sul minisito dedicato con una campagna a base di spot, info-radio, news sul sito e post sui social della radio.

Il “Superbrands POP Award” sarà consegnato alla marca più amata dagli italiani nell’ambito della cerimonia di consegna dei prestigiosi Superbrands AwardS il 28 settembre all’Auditorium di Radio Italia, l’occasione davvero esclusiva che celebrerà tutte le marche che avranno ottenuto la qualifica di Superbrands 2017.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands promuove la brand sustainability con un convegno a Roma Tre

- # # # # #

Superbrands Convegno

Superbrands, l’iniziativa che aggrega le eccellenze di brand ed offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne l’immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, promuove il Convegno “brand sustainability, l’imperativo della crescita sostenibile” che si terrà venerdì 31 marzo a partire dalle h. 14.00 presso la sede della Facoltà di Economia dell’Università ROMA TRE.

Sempre più persone sono oggi convinte che le marche debbano giocare un ruolo determinante nel proporre soluzioni che tengano conto degli aspetti ambientali e sociali oltre che del proprio rendiconto economico.

Oggi ai brand si chiede di essere sempre più aperti e trasparenti nella gestione delle proprie pratiche commerciali e di marketing e di saper coinvolgere i propri pubblici in un’ottica di dialogo ed engagement in modo da produrre risultati di valore per la società e il pianeta.

Costruire la reputazione di un brand passa quindi sempre più dall’avere chiara la responsabilità che si assume sul mercato, dall’identificare uno scopo (“purpose”) che coinvolga i propri pubblici e abbia un impatto determinate sulla loro qualità della vita, dal prendere posizione e affrontare tematiche sociali e ambientali di interesse comune e anche dalla capacità di investire con convinzione sulla comunicazione a sostegno delle proprie scelte di responsabilità sociale.

Questo richiede la profonda consapevolezza dell’impegno necessario per distinguersi con l’innovazione, l’autenticità e la responsabilità delle proprie scelte, che sono drivers fondamentali dell’essere Superbrands.

Durante l’incontro ascolteremo dalla viva voce di alcuni Superbrands come affrontano le nuove sfide della marca in un contesto in cui il tema della sostenibilità diventa sempre più rilevante: quali scelte strategiche ed organizzative hanno attuato, quali nuovi paradigmi stanno mettendo in pratica, quali strumenti di comunicazione privilegiano per comunicare coi loro pubblici.

I protagonisti dell’incontro, rappresentati dagli autorevoli manager che ne testimoniano l’impegno per la brand sustainability saranno: 3M, Aran Cucine, Coca Cola, Enel, Fattorie Osella e Vaillant.

“La sostenibilità non è più un mero elemento per differenziare il brand e gestire in modo più agevole i complessi rapporti con gli stakeholders. La marca oggi deve garantire di aver fatto tutto il possibile per ridurre al minimo gli effetti negativi sull’ambiente e la società. La responsabilità sociale è la scelta indispensabile per un brand che vuole guadagnarsi il rispetto delle persone per il modo con cui contribuisce attivamente a plasmare un futuro migliore. I Superbrands sanno che il loro valore passa in modo determinante da come riescono a prendersi oggi la responsabilità del nostro domani”, ha spiegato Sergio Tonfi, Editor Superbrands.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands 2017: alla ricerca dei brand “super” per i consumatori

- # # # # #

superbrands 2017 programma

 

Superbrands, l’iniziativa che qualifica l’eccellenza dei grandi brand con il suo seal dorato e offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne la reputazione sul mercato, lancia oggi il programma 2017 con cui celebrerà le storie di successo di quei brand che sono riconosciuti “super” per la loro capacità di essere sempre nei cuori e nei sogni di clienti e consumatori.

Il primo passo percorso selettivo ha coinvolto il Superbrands Council, il qualificato gruppo di professionisti del marketing e della comunicazione che funge da guida e giuria al programma e che vede il prestigioso ingresso di Alberto Contri, Presidente Pubblicità Progresso, Carmine D’Arconte, Professore di Marketing all’Università Roma Tre, Valerio Di Natale, Consulente Aziendale, Remo Lucchi, Presidente di Eumetra Monterosa, Enrico Sassoon, Direttore Harvard Business Review e Pierdonato Vercellone, Presidente FERPI.

Il giudizio per “nominare” le marche che hanno le caratteristiche necessarie per l’eleggibilità tra i Superbrands 2017 è stato formulato tenendo conto dei drivers globali del sistema Superbrands, validati in oltre 90 paesi del mondo su più di 15000 brands, e degli specifici “S-factors” emersi dalla ricerca condotta da Astarea-Demoskopea per definire in dettaglio quali siano oggi in Italia i fattori vincenti per essere riconosciuti “super”.

Essere Superbrands non dipenderà però solo dal giudizio analitico dei professionisti: nel mese di marzo sarà infatti lanciata la terza edizione dei Superbrands POP Awards che avranno l’obiettivo di eleggere “le marche più amate dagli italiani” aggiudicando gli ambiti premi basati sul giudizio emozionale diretto dei consumatori (per la prima volta ci saranno premi anche per le singole categorie merceologiche).

L’insieme del giudizio professionale e di quello popolare condurrà alla selezione finale delle marche che entreranno a far parte del “Club dei Superbrands”, parteciperanno all’assegnazione del Superbrands Awards of the year (“l’Oscar della marca”) e verranno celebrate con la pubblicazione nel prestigioso volume “Superbrands, il libro delle grandi marche 2017”.

L’edizione 2016 ha visto l’adesione di 24 grandi marche e l’assegnazione del Superbrands Award of the year a BMW, del Superbrands POP Award a Amazon, del Superbrands Charity of the year a Fondazione Telethon, e del Superbrands “Passion for Branding” a Benedetto Lavino, AD di Bottega Verde.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Mercoledì sera, a Villa Campari, Superbrands presenta “Il libro delle grandi marche 2016”

- # # # #

Libro Superbrands

Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per certificarne l’eccellenza e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine sul mercato, presenta il prestigioso volume “Il libro delle grandi marche 2016” con cui celebra le storie di successo di quei brand che, sulla base delle ricerche condotte e del giudizio del Superbrands Council (1), hanno raggiunto valori di eccellenza negli S-Factors (2) determinanti per essere considerati “super”.

Oltre 120 pagine in grande formato, impreziosite dalle immagini delle campagne di comunicazione delle “super marche”, passano in rassegna gli elementi fondanti del sistema Superbrands, le ricerche condotte per definire quali siano i fattori vincenti oggi per essere “super”, e le case histories dei 24 grandi brand che hanno ottenuto lo status di Superbrands 2016.

Il sistema di marca e il branding sembrano sotto attacco in un contesto economico dove si parla sempre più spesso di crisi dei desideri e dei consumi, di frammentazione dei media, di esplosione di contenuti generati un po’ da chiunque, ma il brand resta l’indispensabile faro identificativo e valoriale capace di fungere da bussola di orientamento per le scelte di consum-autori sempre più empowered, ma anche più frastornati e confusi dalla proliferazione delle opzioni di scelta e da offerte commerciali troppo spesso contraddistinte da un’intollerabile mancanza di trasparenza.

Le “super” marche si distinguono per i grandi poteri (capacità di innovazione, di comunicazione, di relazione) che usano quotidianamente per rendere il nostro mondo un mondo migliore, ma come i nostri supereroi preferiti, sanno che da quei grandi poteri conseguono anche grandi responsabilità: ecco perché continuano ad investire con passione per innovare, essere autentiche e responsabili, per comunicare in modo chiaro e rispettoso coi propri pubblici di riferimento, per essere vere agli occhi delle persone che, proprio per questo, le rispettano, le amano, le scelgono.

Il “Club dei Superbrands” è composto da marche che si sono prese l’impegno di distinguersi con la qualità, l’affidabilità e la rilevanza di ciò che fanno ma anche per il coraggio di mettere il valore del brand al centro delle loro strategie di crescita: dai loro racconti c’è molto da imparare per tutti coloro che affrontano quotidianamente le nuove sfide del marketing e della comunicazione.

La presentazione del libro avverrà il 5 ottobre sera proprio a “casa” di uno dei Superbrands 2016 (Aperol), all’interno della splendida cornice di Villa Campari, sede storica dell’azienda, della Campari Academy e anche di un prestigioso e accogliente ristorante.

Si completa così il programma 2016 che ha visto l’assegnazione del prestigioso Superbrands Award of the year a BMW (proprio nell’anno del suo centenario), dei Superbrands POP Awards a AMAZON (la marca più amata dagli italiani secondo la votazione popolare che ha coinvolto gli ascoltatori di Radio Italia e che ha raccolto oltre 15000 voti) e del Superbrands Charity of the year a TELETHON.

Il programma 2017 parte con l’ambizione di essere ancora più autorevole e diventare un chiaro riferimento per tutta l’industria del marketing e della comunicazione quando si analizzano i fattori chiave per costruire brand di successo e si vuole imparare da chi c’è riuscito. L’appuntamento per l’assegnazione dei prestigiosi Superbrands Awards 2017 è fissato per il prossimo mese di giugno.

“Essere Superbrands, di fronte alle nuove sfide che il sistema economico e sociale impone, richiede il coraggio di assumersi più responsabilità, di essere veri, autentici, sinceri nelle relazioni coi clienti e i consumatori, di mettere il rispetto al di sopra di tutto”, dichiara Sergio Tonfi, Editor & Promoter Superbrands. ”I grandi brand presenti nel volume sono la conferma di come, continuando a credere nell’investimento di marca e ponendola al centro delle proprie strategie, si possa eccellere sul mercato ed essere riconosciuti “super”.
(1) Il Superbrands Council 2017 sarà composto da: Laura Cantoni (AD Astarea), Sandro Castaldo (Docente di Marketing & Retail Università Bocconi), Carmine D’Arconte (Docente di Economia, Marketing e Comunicazione Università La Sapienza), Valerio di Natale (Consulente aziendale), Andrea Farinet (Docente di Marketing e Psicologia dei Consumi Università LIUC), Remo Lucchi (Presidente Eumetra Monterosa), Patrizia Musso (Fondatore di Brandforum.it, Docente di Brand Communication Università Cattolica), Alessandro Pavesi (Presidente ASSOREL), Carlo Alberto Pratesi (Professore Ordinario Dipartimenti di Studi Aziendali, Università Roma Tre), Enrico Sassoon (Direttore Harward Business Review), Rossella Sobrero (Presidente Koinetica e Consigliere FERPI), Pierdonato Vercellone (Presidente FERPI), Fabrizio Valente (Presidente KikiLab), Nicoletta Vittadini (Direttore Master Digital Communication Specialists, Università Cattolica).

(2) Gli S-Factors sono gli elementi alla base del modello per l’eleggibilità dei Superbrands e sono: TRUST, il livello di fiducia che la marca ha saputo generare con il suo pubblico, LEADERSHIP, la componente di presenza rilevante e di successo nel tempo, DIALOGUE, la capacità di generare una relazione positiva, trasparente e vera attraverso gli strumenti della comunicazione, SOCIETING, il ruolo della marca nel proporre soluzioni che migliorano la qualità della vita e promuovono lo sviluppo di un modello economico che tiene conto delle istanze ambientali e sociali oltre che di quelle economiche e DYNAMISM, la forza innovatrice che porta la marca a perseguire costantemente la crescita attraverso l’offerta di soluzioni che rappresentano significativi passi avanti nella soddisfazione dei bisogni del mercato.
Questi cinque S-Factors si distillano in tre S-Drivers: INNOVAZIONE, AUTENTICITA’, RESPONSABILITA’.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BMW è il “Superbrands of the year 2016”. Amazon la marca più amata dagli italiani

- # # # #

superbrands

Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per certificarne l’eccellenza e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine sul mercato, ha celebrato ieri sera nell’Auditorium di Radio Italia l’assegnazione dei prestigiosi Superbrands Awards 2016, internazionalmente considerati gli “oscar” delle marche.
Il premio più prestigioso, il “Superbrands of the year 2016 ” è andato a BMW, la marca automobilistica tedesca che compie proprio quest’anno 100 anni di storia ricchi di successi e di continue innovazioni tecnologiche: BMW ha ottenuto valori di eccellenza in tutti i drivers (S-factors) identificati dalle ricerche condotte da Superbrands per definire cosa sia oggi una “super” marca per la gente.
Nel ritirare il riconoscimento, Salvatore Nanni, Direttore Marketing di BMW, ha commentato: “BMW Group celebra nel 2016 il proprio centenario con il motto The Next 100 Years. L’orientamento verso il futuro e la capacità di trasformazione caratterizzano da sempre la nostra immagine. Sin dalla sua fondazione nel 1916, l’azienda gioca un ruolo fondamentale sia nella definizione della mobilità sostenibile sia nella capacità di anticipare i nuovi trend. Il premio che ho l’onore di ritirare oggi testimonia il lavoro fatto in Italia e nel mondo per trasmettere questi valori e per rendere il nostro brand un punto di riferimento globale sia oggi che in futuro”.
Nel corso della cerimonia, è stato consegnato ad Amazon il “Superbrands POP Award 2016”, il premio alla “marca più amata dagli italiani” emerso dal giudizio di oltre 15000 appassionati che grazie all’invito di Superbrands e Radio Italia, hanno espresso la loro preferenza per il brand che hanno più nel cuore.
Il “Superbrands passion for branding 2016”, nato dalla volontà di celebrare la passione distintiva di chi ha saputo mettersi al servizio del brand e dei suoi valori più profondi, è stato assegnato a Benedetto Lavino, AD di Bottega Verde, per la sua capacità di tenere fede alla tradizione di famiglia del saper fare italiano facendo evolvere la marca in una dimensione di autenticità e naturalità che ha trovato ampio riscontro sul mercato.
A Fondazione Telethon è stato invece consegnato il premio “Superbrands Charity of the year 2016” per il costante impegno nella ricerca contro le malattie genetiche rare e il grande lavoro svolto in termini di branding e di comunicazione per raccogliere consensi e donazioni.
Una menzione speciale è andata a Unieuro come “Superbrands Retailer of the year 2016” per la forza con cui sta costruendo la sua muova identità di insegna specializzata con un posizionamento che combina il pragmatismo tipico della distribuzione alle emozioni della grande marca.
Sono 24 i prestigiosi brand che hanno acquisito lo status di Superbrands 2016: 3M, Alitalia, Amazon, Amplifon, Aperol, Aran Cucine, Avis, BMW, Bottega Verde, Burger King, CheBanca!, Fastweb, Fattorie Osella, Genertel, ING Direct, QVC, RE/MAX, Sandoz, SisalPay, Telethon, Tupperware, Unieuro, Vaillant, Vallè.
La serata ha permesso di fare il punto sulle nuove sfide che i brand devono affrontare: è emerso un quadro di crescente complessità che conferma la marca come elemento fondamentale nell’indirizzo delle scelte dei consum-autori, ma che richiede, sempre più insistentemente, una maggior autenticità e un impegno responsabile e sostenibile se vuole essere riconosciuta “super”.
“I Superbrands Awards premiano e qualificano quei brand che continuano a dimostrare grande passione nel costruire relazioni vere ed intense con le persone“ dichiara Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Le 24 marche d’eccellenza che formano l’esclusivo Club dei Superbrands condividono l’impegno quotidiano per distinguersi sul mercato con innovazione, autenticità e responsabilità, e pongono il valore di brand al centro delle proprie strategie di crescita”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Clear Channel al fianco delle “Superbrands” con una campagna dedicata

- # #

clear channel

Where brands meet people”, la strapline di Clear Channel, una delle più importanti media company del mondo, leader di mercato nel settore dell’OOH, spiega la rogiuone per cui è anche protagonista, in qualità di “Special Partner”, della serata di celebrazione dei Superbrands Awards 2016, il prestigioso evento conclusivo del programma che celebra il valore delle marche con l’obiettivo di certificarne l’eccellenza e promuoverne la visibilità sul mercato.

Il ruolo dei Superbrands richiama metaforicamente quello dei Supereroi e delle grandi sfide che devono affrontare per rendere migliore la qualità della nostra vita. in tale ottica, il programma Superbrands intende stimolare le grandi marche a mantenere vivi i loro poteri e a metterli al servizio del mercato e dei consumatori, senza rinunciare alla voglia di comunicare e di investire per essere sempre compagni delle nostre vite. Un aspetto importantissimo per chi opera nel mondo dei Media.

Per Clear Channel, essere al fianco dei “Superbrands” ha molteplici significati: in primo luogo quello di continuare a costruire la propria identità di marca, rinforzandola e rendendola più rilevante e riconoscibile per il consumatore. Inoltre, quello di lavorare con i brand per trasmettere i loro valori nel modo più efficace e distintivo possibile, ottenendo quel valore aggiunto che li rende davvero “super”. Infine la voglia di creare con loro una relazione a lungo termine basata su una comune passione per la marca, mettendo al loro servizio le competenze sviluppate e la qualità dei propri team di lavoro che diventano ambasciatori convinti dei brand di cui si occupano.

La partnership con Superbrands non si esaurisce però nell’essere protagonisti della serata del 23 giugno, ma vedrà Clear Channel realizzare una speciale campagna dedicata a tutti i Superbrands che verrà declinata sul prestigioso circuito nazionale digitale aeroportuale della multinazionale americana: saranno 7 gli aeroporti italiani coinvolti (Fiumicino, Venezia, Bologna, Ciampino, Treviso, Bari e Brindisi) e la campagna sarà visibile nel periodo post estivo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il 23 giugno la serata-evento dei Superbrands Awards

- # # # #

superbrands

Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per certificarne l’eccellenza e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, celebrerà il prossimo 23 giugno all’Auditorium di Radio Italia l’evento di consegna dei “Superbrands Awards 2016”.
La serata vedrà sfilare le 24 grandi marche che hanno raggiunto valori di eccellenza nei drivers fondamentali per essere giudicati “super” (secondo il modello S-factors) e che si sono quindi guadagnate il prestigioso status di Superbrands 2016: 3M, Alitalia, Amazon, Aperol, Amplifon, Aran Cucine, Avis, BMW, Bottega Verde, Burger King, CheBanca!, Fastweb, Fattorie Osella, Genertel, ING Direct, QVC, RE/MAX, Sandoz, SisalPay, Telethon, Tupperware, Unieuro, Vaillant, Vallè.
Il premio più ambito sarà il Superbrands of the year 2016, considerato internazionalmente l’Oscar delle marche (l’anno scorso assegnato a Disney), che identifica chi più di tutti ha dimostrato concretamente la sua capacità di mettere l’innovazione, l’autenticità e la responsabilità al reale servizio dei clienti e dei consumatori. Saranno i membri del Superbrands Council a giudicare le marche aderenti sulla base degli S-factors alla base del modello di equity Superbrands.
“I Superbrands Awards sono l’occasione concreta per riaffermare il valore di marca come elemento vitale indispensabile per avere un successo duraturo sul mercato“ dichiara Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Per essere super occorre guardare lontano, costruire relazioni autentiche con le persone, e continuare ad investire sul valore del brand con determinazione e grande passione”.
Nel corso della cerimonia, ci sarà anche la consegna del “Superbrands POP Award 2016”, il premio alla marca più amata dalla gente realizzato in partnership con Radio Italia e il coinvolgimento diretto dei suoi ascoltatori: tra le 100 marche inizialmente in votazione, 20 hanno raggiunto la fase finale e la classifica della “marca più amata dagli italiani” ha visto primeggiare Amazon davanti ad Apple e BMW (vincitrice dell’edizione 2015).
Un altro premio particolarmente atteso è il “Superbrands Passion for Branding” che celebrerà il manager capace di dimostrare la sua passione per il brand e la leadership ispirata nel guidare il team di lavoro alla crescita del suo valore (l’anno scorso è andato a Valerio Di Natale, AD di Mondelez).
Superbrands ospita ogni anno nel suo programma anche l’eccellenza di una brand del terzo settore: il premio “Charity Superbrands 2016” sarà consegnato a Fondazione Telethon.
La serata sarà inoltre un momento di importante riflessione sul contesto in cui i brand sono chiamati ad operare e vedrà interventi di numerosi personaggi di riferimento del mondo accademico, del marketing e della comunicazione che offriranno spunti e indicazioni sui nuovi paradigmi che definiscono il branding e che guidano le strategie per essere davvero “super”.
La musica italiana di Radio Italia sarà la colonna sonora della serata: sottolineerà i diversi momenti della cerimonia di premiazione e offrirà l’energia vitale che è il vero motivo conduttore dell’evento e il segno distintivo dell’essere Superbrands.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Fondazione Telethon è il “Charity Superbrands 2016”

- # # # # # #

telethon

Superbrands, la più importante iniziativa di valorizzazione delle marche a livello internazionale, ha sempre riconosciuto il grande valore dei brand che operano nel sociale: dietro l’impegno di una Fondazione o di una Onlus e alla gestione dei loro brand non possono che esserci le stesse regole di affidabilità, autenticità e responsabilità che caratterizzano la rilevanza e l’eccellenza di tutti i Superbrands.
Ecco perché Superbrands ospita ogni anno nel suo programma una di queste realtà: sulla base delle indicazioni emerse dal Superbrands Council e delle successive valutazioni di merito, ha scelto quest’anno di premiare Fondazione Telethon con il “Charity Superbrands 2016”.

Il prossimo 23 giugno, presso l’Auditorium di Radio Italia nell’ambito della serata che vedrà l’assegnazione dei “Superbrands Awards 2016”, pertanto, Superbrands consegnerà a Fondazione Telethon lo speciale riconoscimento assegnato “per la meritoria opera svolta e per la professionalità con cui viene gestito il capitale di marca che ne contraddistingue la missione”

“Comunicare per una Charity come la nostra”, commenta Alessandro Betti, Direttore raccolta fondi della Fondazione Telethon, “significa portare la missione per la quale esistiamo ogni giorno all’attenzione delle persone che non sono colpite dal problema di cui ci occupiamo ma che possono e vogliono essere generose con chi è stato meno fortunato: sappiamo quanto è importante, in questa attività, presidiare un marchio portatore di valori nei quali crediamo fermamente e che diventa il simbolo del nostro impegno e della speranza di milioni di pazienti rari in tutto il mondo. È un onore essere stati scelti da Superbrands a ulteriore conferma della qualità del nostro lavoro”.

Nata nel 1966 in USA da una brillante idea di Jerry Lewis per raccogliere fondi a favore della distrofia muscolare, la formula di successo di Telethon è approdata anche in Italia grazie alla determinazione e all’impegno di Susanna Agnelli che nel 1990 volle aiutare gli sforzi della Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) dando il via ad un modello di raccolta dei fondi di solidarietà da destinare alla ricerca medico-scientifica che hanno fatto storia e aperto gli occhi a milioni di persone sull’importanza di supportare gli studi che possono salvare tante vite umane.
Da allora, Fondazione Telethon lavora ogni giorno per dare risposte concrete a tutte le persone che lottano contro quelle malattie genetiche rare che sono spesso dimenticate dai progetti di ricerca perché ritenute non prioritarie proprio perché colpiscono un numero limitato di persone.
Fondazione Telethon finanzia, con i fondi raccolti dalla maratona televisiva e dalle altre iniziative di sensibilizzazione, i migliori ricercatori in Italia selezionati
esclusivamente sulla base di criteri di eccellenza da parte di una commissione scientifica dedicata, e gestisce direttamente due Istituti di ricerca, l’Istituto San Raffaele Telethon di Milano e l’Istituto Telethon di Pozzuoli, con l’obiettivo di produrre concreti passi avanti per la cura delle malattie genetiche rare.

“La cerimonia dei Superbrands Awards ci offre un’occasione preziosa per celebrare e valorizzare l’impegno della Fondazione Telethon nel campo della ricerca contro le malattie genetiche rare”, conclude Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Solo la grande determinazione con cui si sposa una missione così complessa con la passione per costruire la credibilità di una marca forte e affidabile, possono garantire risultati di eccellenza come quelli raggiunti da Telethon negli oltre 25 anni di costante impegno per salvare vite umane nel nostro paese”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Amazon vince il “SuperBrands Pop Award 2016”

- # # # # #

superbrand

Superbrands, la più importante iniziativa di valorizzazione delle grandi marche, ha annunciato oggi il brand vincitore del Superbrands Pop Award 2016, il premio dedicato alla marca più amata dagli italiani, realizzato in collaborazione con Radio Italia e la partnership di CheBanca!

Dopo due settimane di votazione e la raccolta di un numero sorprendente di adesioni, più di 15.000 preferenze complessive, la classifica ha visto al primo posto Amazon, davanti a Apple e Bmw. Il brand più amato dagli italiani per il 2016 è risultato dunque Amazon: l’azienda che sta rivoluzionando il nostro modo di acquistare in tutto il mondo con la sua piattaforma di eCommerce, ha saputo conquistare anche il cuore della gente con la ricchezza della propria offerta, con la sua semplicità d’uso, con il grado di innovazione nei servizi di consegna e la costante attenzione al cliente. Al secondo posto, come già nella scorsa edizione, Apple, il brand tecnologico che ha fatto del design e dell’esperienza d’uso i propri elementi distintivi e che sta continuando a generare innovazione con un’offerta sempre più ampia di oggetti che cambiano la nostra vita. Terza Bmw, la grande marca automobilistica tedesca si riconferma Superbrands per tantissimi italiani e questo ulteriore riconoscimento celebra i primi 100 anni di una storia di grande successo e sottolinea ancora una volta la passione con cui sa conquistare le preferenze e la fedeltà degli automobilisti. Quarta in classifica e prima tra le marche italiane, Esselunga, un’eccellenza della distribuzione che ha saputo costruire un rapporto di grande fiducia coi suoi clienti e ha sviluppato un’offerta commerciale in grado di conquistare sempre più consensi. Al quinto posto, Nutella, un prodotto diventato iconico e simbolo di un’alimentazione piacevole e irresistibile, una marca capace di entrare nell’immaginario collettivo e di essere amata di generazione in generazione. Al sesto posto Samsung, la grande multinazionale coreana di elettronica che ha scalato la classifica POP (non era tra i primi brand lo scorso anno) grazie alla qualità dei suoi prodotti e alla consolidata leadership di mercato nel mondo della telefonia e dell’entertainment. Al settimo Google, il motore di ricerca che ci aiuta a risolvere molti dei nostri problemi con un’interfaccia intuitiva e i suoi preziosi algoritmi, un amico di cui ci fidiamo e che è diventato parte indispensabile delle nostre vite. Seguono, Coca Cola, la bevanda simbolo del sogno americano che da sempre porta un pizzico di felicità nelle nostre vite quotidiane, H&M, la marca di fast fashion che ha rivoluzionato le regole della moda e, al decimo posto, Mulino Bianco, il brand di biscotti più conosciuto ed apprezzato per le sue tantissime varianti di forma e gusto e l’impegno costante per una alimentazione di qualità, sana e piacevole. Una menzione speciale per Bottega Verde che conquista il premio per il brand che ha scalato più posizioni in classifica e si afferma Superbrands “best jumper” 2016.

Pur non avendo pretese di scientificità, ma anzi basandosi sul giudizio emotivo di chi ha scelto di sostenere il brand che ama di più con la propria preferenza, emergono alcune interessanti considerazioni sull’evoluzione del tema della marca:
– La rilevanza dei brand che grazie alla tecnologia ci aiutano a vivere meglio (Amazon e Google, ma anche Apple, Bmw e Samsung)
– La differenza tra brand della distribuzione (Esselunga) e dell’industria tende a sfumare
– I grandi brand che tutti hanno nel cuore (Nutella, Coca Cola, Mulino Bianco) restano saldi nell’elite delle grandi marche e continuano ad essere riferimenti per le scelte di consumo
– La presenza di H&M come unico rappresentante della moda/abbigliamento è emblematica dell’evoluzione del settore e sottolinea l’importanza della dimensione “affordability”
– Il coinvolgimento emotivo della categoria merceologica ha un effetto moltiplicatore sulle preferenze dei brand che vi appartengono (pochi i voti raccolti dal settore finanza e servizi)

La classifica finale è pubblicata sul sito di Superbrands e su quello di Radio Italia. “Siamo rimasti sorpresi di quante persone hanno voluto dimostrare la loro passione per i brand che amano esprimendo i loro voti e premiando quelli che hanno saputo costruire con loro una relazione ricca e coinvolgente”, dichiara Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Un brand oggi deve entrare nei cuori della gente per essere davvero super e la classifica POP celebra chi è andato al di là delle performance di prodotto o servizio per donarci emozioni ed esperienze che sono entrate per sempre nelle nostre vite”

Il “Superbrands POP Award” sarà consegnato ad Anazon nell’ambito della cerimonia di consegna dei Superbrands Awards il 23 giugno all’Auditorium di Radio Italia, l’occasione in cui saranno celebrati tutti i brand che avranno ottenuto la qualifica di Superbrands 2016.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands promuove la Brand Sustainability con un convegno a Roma Tre

- # # # # #

superbrands

Superbrands, l’iniziativa che certifica l’eccellenza dei grandi brand e offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne l’immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, promuove il Convegno “Brand Sustainability, driver di valore per essere Super” che si terrà venerdì 15 aprile a partire dalle h. 14.00 presso la sede della facoltà di Economia dell’Università Roma Tre.
“La sostenibilità non è un mero elemento per differenziare il brand e gestire in modo più agevole i complessi rapporti con gli stakeholders”, spiega Carlo Alberto Pratesi, Professore di Marketing presso tale Università. “Abbiamo continue evidenze che nessun brand può sopravvivere se non garantisce di aver fatto tutto il possibile per ridurre al minimo gli effetti negativi sull’ambiente e la società”.

Mentre oggi la fiducia nelle istituzioni tende a diminuire, infatti, un numero crescente di persone si attende che marche giochino un ruolo determinante nel proporre soluzioni che tengano conto degli aspetti ambientali e sociali oltre che del proprio rendiconto economico. Oggi ai brand si chiede di essere sempre più aperti e trasparenti nella gestione delle proprie pratiche commerciali e di marketing e di saper coinvolgere i propri pubblici in un’ottica di dialogo ed engagement in modo da produrre risultati di valore per la società e il pianeta.
Costruire la reputazione di un brand passa sempre più dall’avere chiara la responsabilità che si assume sul mercato, dall’identificare uno scopo (“purpose”) che coinvolga i propri pubblici e abbia un impatto determinate sulla loro qualità della vita, dal prendere posizione e affrontare tematiche sociali e ambientali di interesse comune, ma anche dalla capacità di investire con convinzione sulla comunicazione a sostegno delle proprie scelte di responsabilità sociale. Chi riesce in quest’impresa entra nell’elite delle “super marche”, brand rispettati che sanno attrarre magneticamente l’interesse e l’attenzione delle persone.

Durante l’incontro alcuni Superbrands (3M, Avis, Barilla, Carlsberg, ING e Unilever) “racconteranno” come affrontano le nuove sfide della marca in un contesto in cui il tema della sostenibilità diventa sempre più rilevante: quali scelte strategiche ed organizzative hanno attuato, quali nuovi paradigmi stanno mettendo in pratica, quali strumenti di comunicazione privilegiano per comunicare coi loro pubblici, e lo faremo con esempi concreti tratti dall’esperienza di chi lavora ogni giorno perché la propria marca possa aggiungere valore ed essere riconosciuta come role player nel campo della responsabilità sociale d’impresa.
I brand che parteciparanno all’iniziativa appartengono a settori diversi ma hanno in comune la scelta di un “purpose” che contribuisce a migliorare la qualità delle nostre vite e fa del nostro mondo, un modo migliore.

“La responsabilità sociale è la scelta indispensabile per un brand che vuole guadagnarsi il rispetto delle persone contribuendo attivamente a plasmare un futuro migliore“, afferma Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “I Superbrands sanno che il valore della marca passa in modo determinante da come riescono a prendersi oggi la responsabilità del nostro domani“.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands 2016: autenticità e responsabilità sono i key drivers della marca

- # #

superbrands

Superbrands, il programma di valorizzazione delle “grandi marche”, ha iniziato il 2016 con l’esame delle “nominations” emerse dal giudizio del Superbrands Council* sulla base delle valutazioni degli “s-factors” e dei “Superdrivers” alla base del proprio modello di interpretazione della brand equity.
È il primo passo per arrivare entro giugno all’identificazione delle grandi marche che, grazie alla rilevanza di ciò che offrono ai propri clienti/consumatori, entreranno a far parte del “Club dei Superbrands 2016” accettando la sfida di continuare ad investire in innovazione, autenticità e responsabilità per costruire il solido rapporto di fiducia che le certifica Superbrands.
Sono emersi due elementi determinanti per la capacità di aggiungere più valore alla marca nel 2016: il fatto di essere riconosciuti “veri” e la capacità di costruire relazioni fiduciarie basate sul rispetto reciproco e il senso di responsabilità.
La fiducia (trust) resta certamente il fattore critico più rilevante nel guidare la preferenza e la fedeltà ma vale solo quando si fonda sul rispetto e la verità di una relazione matura tra la marca e le persone che entrano in contatto con lei attraverso i suoi sempre più numerosi touchpoints.
In un contesto super affollato e iper-competitivo in cui troppo spesso gli effetti promozionali e la scarsa trasparenza delle politiche commerciali e di comunicazione dominano il mercato, le persone chiedono ai Superbrands di essere esempi di un comportamento rispettoso che privilegi la relazione nel lungo periodo alla transazione di breve e dimostri nei fatti la loro capacità di essere autentici e socialmente responsabili.

“Dopo l’hype della crisi e gli sfarzi di Expo, dobbiamo accettare di vivere una neo normalità in cui è necessario riportare il focus della strategia aziendale sul long term value” spiega Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Superbrands vuole promuovere un movimento di marche che vivono l’autenticità e la responsabilità come elementi essenziali per generare valore e continuare a crescere”.

Sulla base di questi elementi, la selezione dei Superbrands 2016 ha prodotto i primi risultati: alcuni grandi nomi già presenti nell’edizione dello scorso anno (tra cui 3M, CheBanca!, Sandoz, Vaillant)
hanno scelto di continuare il percorso proposto da Superbrands e di fare un ulteriore passo nella qualificazione della loro reputazione.
Tra i nuovi membri del “Club” ci sono Bottega Verde, Genertel e SisalPay, che grazie alla loro continua capacità di innovazione, al rispetto dei valori fondanti che le hanno rese marche di successo e soprattutto alla capacità di un dialogo trasparente con i loro clienti e consumatori, si aggiungono ai protagonisti del programma 2016.

I prossimi appuntamenti di Superbrands sono:
– il lancio della seconda edizione del SUPERBRANDS POP AWARD, il premio assegnato direttamente dalla passione della gente alla “marca più amata dagli italiani” (BMW e Nutella sono stati i vincitori 2015)
– il lancio del premio SUPERBRANDS PASSION FOR BRANDING, assegnato al manager che avrà saputo porre il valore di brand al centro del suo lavoro e della sua carriera
– la realizzazione di una serie di eventi in collaborazione con le importanti Università rappresentate nel Superbrands Council (a cominciare con Economia 3 a Roma e la Cattolica a Milano)
– la realizzazione di incontri promossi ed ospitati dai singoli Superbrands come momenti di networking in cui condividere i progressi nel loro percorso di crescita del valore di marca
il lancio di una nuova ricerca sul tema della marca con l’obiettivo di proiettare nel futuro le caratteristiche vincenti dell’essere Superbrands
l’assegnazione dei SUPERBRANDS AWARDS, gli “oscar della marca”, nel corso di un evento irrinunciabile che si terrà nel prestigioso Auditorium di Radio Italia il prossimo 23 giugno.

* Il Superbrands Council è composto da: Emanuele Acconciamessa (COO Focus Management), Laura Cantoni (AD Astarea), Sandro Castaldo (Docente di Marketing & Retail Università Bocconi), Stefano Del Frate (Direttore Generale ASSOCOM), Andrea Farinet (Docente di Marketing e Psicologia dei Consumi Università LIUC), Armando Garosci (Responsabile Editoriale Progetti Speciali Largo Consumo), Alberto Mattiazzi (Presidente SIM, Società Italiana Marketing, Docente di Economia e Gestione delle Imprese Università La Sapienza), Patrizia Musso (Fondatrice di Brandforum.it, Docente di Brand Communication Università Cattolica), Alessandro Pavesi (Presidente ASSOREL), Carlo Alberto Pratesi (Professore Ordinario Dipartimenti di Studi Aziendali, Università Roma Tre), Jolanda Restano (Digital Entrepreneur e Founder Fattore Mamma), Rossella Sobrero (Presidente Koinetica e Consigliere FERPI), Cesare Valli (Presidente & CEO SEC Relazioni Pubbliche), Fabrizio Valente (Presidente KikiLab), Maurizio Vitale (Founding Director Movement Entertainment), Nicoletta Vittadini (Direttore Master Digital Communication Specialists, Università Cattolica). 

articoli correlati