BRAND STRATEGY

Facebook lancia “un nuovo strumento educativo contro la disinformazione”

- # # # # # #

Strumento contro la disinformazione

“Un nuovo strumento educativo contro la disinformazione”
dal blogpost Facebook, Adam Mosseri, VP, News Feed

Sappiamo che le persone vogliono vedere su Facebook informazioni corrette, e lo vogliamo anche noi. Le notizie false e le bufale sono pericolose per la nostra comunità e rendono il mondo un luogo meno informato. Tutti noi abbiamo la responsabilità di frenare la diffusione di notizie false.

In Facebook ci siamo concentrati su tre aree chiave:
-Interruzione delle possibilità di guadagno, perché gran parte delle notizie false derivano dalla volontà di trarne profitto;
-Costruzione di nuovi prodotti per frenare la diffusione di notizie false e migliorare la diversità di informazione; e
-Aiutare le persone a prendere decisioni più informate quando si trovano davanti a delle notizie false.

Abbiamo lavorato consultandoci preventivamente con First Draft, un’associazione non profit dedicata a migliorare la capacità e la metodologia utilizzata per segnalare e condividere informazioni online, in modo da lanciare uno strumento educativo con lo scopo di aiutare le persone ad identificare le notizie false.
Questo nuovo strumento sarà visibile in cima al News Feed di Facebook per alcuni giorni agli utenti di 14 Paesi. Quando le persone cliccheranno su questo strumento educativo posizionato in cima al loro News Feed, potranno accedere a più informazioni e risorse all’interno del Centro Assistenza Facebook, dove sono presenti consigli su come individuare meglio notizie false, come ad esempio controllare l’URL del sito, investigare sulle fonti e cercare altre segnalazione sul tema.
Il News Feed è il luogo per una comunicazione autentica. Rafforzare l’alfabetizzazione mediatica è una priorità globale, e noi dobbiamo fare la nostra parte per aiutare le persone a capire come prendere decisioni e su quali fonti poter fare affidamento. Le notizie false sono contrarie alla nostra missione di connettere le persone attraverso storie significative.
Continueremo a lavorare su questo progetto e siamo consapevoli di avere molto altro lavoro da fare.

articoli correlati

AZIENDE

Eure presenta un nuovo strumento per il Web Adv Monitoring

- # # # # #

Eure lancia la nuova soluzione di web adv monitoring

Eure presenta un essenziale strumento a disposizione delle aziende per analizzare le campagne adv dei competitor, il Web Adv Monitoring.
“Studiare le mosse dei player concorrenti nel proprio mercato è oggi una prassi ormai consolidata per molte aziende perché consente di sviluppare una strategia più competitiva e di successo. Sapere come si muovono, dove investono, che tipo di campagne realizzano e i formati che adottato, sono informazioni preziose e ricercate soprattutto nel campo del digital advertising. Ecco perché, consapevoli dell’importanza di questi dati, abbiamo deciso di condividere gli insight del Web Adv Monitoring con i nostri clienti, garantendo loro massima trasparenza ed efficienza”, commenta Piero Vento, CEO del gruppo.
Il tool permette di tracciare le pianificazioni pubblicitarie dei concorrenti, delineando un quadro completo sullo status delle loro attività di promozione. In particolare, questo monitoraggio adv consente di individuare quali aziende del proprio settore investono in pubblicità online, di controllare la corretta erogazione dei propri banner, di analizzare le attività e le creatività dei concorrenti ed infine di identificare nuovi possibili competitor, tutto in real time.
Grazie al software utilizzato da Eure, le aziende possono quindi recuperare informazioni utili non solo riguardo i propri investimenti ma anche e soprattutto su quelli dei loro diretti competitor. Oltre infatti ad osservare come la loro creatività viene utilizzata all’interno del portale online sui cui hanno deciso di investire, hanno la possibilità di monitorare quando, dove, come e per quanto tempo la concorrenza promuove le proprie campagne adv. Un’analisi più attenta e accurata dei punti di forza e di debolezza delle creatività che ha come obiettivo l’ottimizzazione dell’investimento pubblicitario.

articoli correlati