BRAND STRATEGY

Legea si affida a Gruppo Digitouch per rafforzare la brand awareness. Video strategy al centro del progetto

- # # #

Legea

Con l’obiettivo di consolidare la propria brand e product awareness e favorire il riposizionamento del marchio sul mercato, Legea, brand storico italiano di abbigliamento sportivo, si è affidato a Gruppo DigiTouch, società quotata sul mercato AIM Italia e specializzata nel Mar-Tech, per la definizione strategica e l’implementazione di un progetto di comunicazione integrata on e offline, basato su campagne di video advertising dedicate.

Ben conosciuto sul mercato italiano e internazionale, Legea è stato per anni associato al mondo del calcio, di cui è spesso sponsor ad eventi di settore. Di fatto Legea è un brand di abbigliamento per diversi tipi di sport e anche per il tempo libero.

Se nel 2018 l’esigenza di Legea è stata quella di far conoscere al pubblico la propria offerta in campo sportivo, nel 2019 l’obiettivo si allargherà, includendo anche la promozione dell’offerta streetwear.

Il progetto di comunicazione integrata

Il Gruppo DigiTouch si è attivato internamente per disegnare e implementare la strategia di comunicazione, dalla definizione e sviluppo del concept creativo sino alla pianificazione media, con targeting mirato. In particolare, il Gruppo ha curato e diffuso sui canali sportivi di Sky e sui canali social di YouTube, Facebook e Instagram differenti video spot, volti a rispondere agli obiettivi specifici di posizionamento del brand. Il Gruppo DigiTouch ha offerto a Legea la propria consulenza nell’identificare i canali, le attività e la forma di comunicazione migliore per ogni obiettivo.

“Siamo lieti di aver trovato nel Gruppo DigiTouch un partner di fiducia, che ha dimostrato di saperci supportare nel rafforzare la nostra brand e product awareness su tutto il territorio italiano. Presidiare in modo sinergico sia i canali tradizionali che quelli digitali si è dimostrata una strategia vincente e i risultati positivi conseguiti nella prima parte dell’anno ci hanno portato a rinnovare la fiducia nel Gruppo e a proseguire insieme la collaborazione, attivando nuovi progetti”, commenta Luigi Franco Acanfora, Amministratore Unico, Legea S.p.A.

“Siamo felici della fiducia che Legea ripone in noi e lieti di avere l’opportunità di accompagnare il brand in questo suo percorso di crescita e di consolidamento sul mercato. La componente consulenziale rappresenta un tassello importante del nostro approccio di Gruppo perché crediamo fermamente nell’efficacia dei progetti ritagliati su misura per ogni singolo nostro cliente. Disporre di diverse specialties verticali ci consente di poter sviluppare progetti di comunicazione integrata di ampio respiro, mantenendo il focus sui KPI del cliente”, dichiara Paolo Mardegan, CEO del Gruppo DigiTouch (nella foto).

Progetti per il 2019

Per il 2019, al fine di raggiungere in modo efficace il target giovane di appassionati di streetwear, Legea e Gruppo DigiTouch stanno collaborando a un progetto di product placement, che prevede il coinvolgimento del brand nel celebre programma Italian’s Got Talent in onda su Sky da gennaio 2019. Nuovi concept creativi e nuovi spot sono in produzione per questa novità.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nike e FKA twigs presentano la nuova campagna “Do you believe in more”

- # # # # #

Nike

Con un cast d’eccezione “Do you believe in more?” di Nike celebra la natura del movimento moderno osservandolo attraverso una nuova lente creativa.

In veste di Direttore Creativo della campagna Spring Zonal Strength Tights di NikeWomen, FKA twigs ha ideato, diretto, eseguito e creato la colonna sonora di una raccolta di lavori che getta luce sulla potenza del movimento moderno e definisce lo sport come importante canale di espressione. Nelle sue parole lo storytelling della campagna.

“Quando Nike mi ha contattato per collaborare a questo progetto, l’ho visto come una opportunità per ispirare coloro che vogliono usare i propri corpi in modo positivo. Ho coinvolto quindi un gruppo di persone straordinarie che prendono molto seriamente la loro fisicità e hanno un proprio senso dello stile, per motivare gli altri a mantenersi in salute e a capire, attraverso ogni genere di sport, che possono diventare la versione migliore di se stessi.

Bisogna essere incredibilmente in sintonia con se stessi e concentrati per poter competere o creare qualcosa: la vulnerabilità e la forza hanno molto a che fare con queste situazioni. Da atleta, nei momenti finali di una gara, tutto quello che hai fatto, tutto quello che i tuoi genitori hanno fatto per te e tutti quelli che ti hanno sostenuto sono lì, tutti insieme in quel preciso secondo. Bisogna accettare il proprio destino e avere sia la potenza fisica che la forza di volontà per fare ciò che si deve fare.

La stessa cosa accade quando si è dei creativi. Si può lavorare così tanto su un progetto creativo per più di un anno: sei rimasto in ufficio fino alle 4 del mattino, magari hai dovuto chiedere ai tuoi amici di aiutarti. Poi ecco arrivare, tutto d’un colpo, l’attimo prima di consegnarlo libero al mondo. E una volta che lo hai lasciato andare, è fatta.

La gente non sempre considera i ballerini dei veri e propri atleti, ma lo siamo. Attraverso la danza e la ginnastica, ho incontrato dei giovani che lavorano veramente intensamente e che hanno dedicato le proprie vite alIa attività fisica. Per me loro rappresentano ciò che amo definire il “movimento moderno”, che significa esplorare ogni genere di sport senza limiti di sorta. Come ballerina, cerco di abbracciare la mia fragilità e accettare che ciò che faccio è sufficientemente buono. Ai ballerini viene insegnato di guardarsi sempre allo specchio, fin da piccoli, per essere sicuri di avere un allineamento perfetto. Ma arriva un momento in cui devi lasciar perdere e fidarti del fatto che raggiungerai il punto in cui devi essere. In generale la danza ti fa capire che c’è bellezza nelle imperfezioni. Credo che sia questo che la rende più intrigante da guardare agli occhi del pubblico.

Il mio sogno è che non ci si accorga nemmeno che ci si sta allenando. Lo si sta facendo solo per sé e poi i risultati arriveranno e li si valuterà in quel momento. Noi, essendo giovani, come quelli del film, possiamo fare del movimento qualcosa che va oltre il fitness. Quando danzo, non penso a lavorare sui miei addominali o sulle gambe. Ma se mi alleno duramente, ho così tanta fiducia nel mio corpo. Mi basta allenarmi, godermi la musica, stare con i miei amici ed esplorare il mio corpo e improvvisamente mi sento più forte.

“do you believe in more?” fa riferimento a una ragazza che è cresciuta sembrando completamente diversa da tutti quelli che le stavano intorno, che voleva fare delle cose che nessun altro voleva fare in una piccola città, che non è cresciuta con un sacco di soldi, ma era molto molto determinata e aveva enormi speranze. Volevo fare qualcosa di più della mia vita. Volevo fare tutto.

“do you believe in more?” è una domanda che tutti si possono porre. Credi di poter correre più veloce o di saltare più in alto tra sei mesi? Credi di poter stare sull’ellittica più a lungo? Credi di poter raggiungere la tua migliore forma fisica? Credi di poter confidare del tutto in te stesso per ottenere quella promozione al lavoro o portare a termine quel progetto creativo? Si può applicare a tutto ciò che si desidera essere o fare.
#nikewoman #nike #fkatwigs #doyoubelieveinmore

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Reebok inaugura in piazza Gae Aulenti a Milano il suo primo Experience Store. Firma Adverteam

- # # # #

Reebok inaugura a Milano il suo primo Experience Store

Nasce il primo Experience Store di Reebok: il famoso brand di sportswear ha scelto una prestigiosa cornice milanese, Piazza Gae Aulenti, per lanciare un importante punto di contatto con il cliente nel periodo pre natalizio. Dal 26 novembre al 24 dicembre, infatti, una superficie di circa 350 metri quadrati sarà la location per presentare una selezione footwear e apparel delle collezioni FW16 delle due anime del brand, sport e lifestyle.

La Reebok Experience si vuole lanciare come un’esperienza vera e propria, non un semplice temporary store: il payoff #BeMoreHuman è il concetto che esprime il punto principale della filosofia che sta alla base dell’operazione, ovvero rendere le persone migliori attraverso il movimento, lo sport, ossia una vita attiva, superando i pripri limiti e onorando il proprio corpo ogni singolo giorno. All’interno dello store sarà presente un listino prezzi differenziato per seguire alla perfezione l’headline “non premiamo i migliori, ma chi dà il meglio di sè”, essenza dello store stesso. Il valore dei prodotti saranno a scalare da 10 a 100 euro di sconto, in base alle performance sportive che i consumatori saranno in grado di sostenere durante il loro shopping. Gli utenti avranno davanti a sè una scelta: o pagare a prezzo pieno i prodotti, oppure sostenere degli esercizi fitness prestabiliti all’interno dell’area gym dedicata, suddivisi in base alle categorie CrossFit, Running, Combat e Yoga, per accedere a sconti sempre più consistenti. Reebok Experience Store e la sua formula originale nasce da un’idea dell’agenzia Adverteam, che è stata sviluppata ed implementata insieme al team Reebok.
“Siamo fortemente convinti che fare movimento e vivere in modo attivo sia uno dei principali motivi per una vita felice, per sè stessi e per le persone intorno a noi”, afferma Massimo Carnelli, Senior Director Brand Activ & eCommerce Reebok. “Reebok Experience è il nostro personale modo di raccontarlo direttamente al consumatore, di renderlo partecipe della nostra passione. Brand campaign, activation e engagement non bastano, è arrivato per noi il momento di dimostrare quanto ci crediamo, quanto lo sport sia divertente e non solo sfidante e possa essere motivo di consivisione. E vogliamo premiare chi dimostrerà di aver accettato la nostra sfida”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Cara Delevigne è il nuovo volto di Puma

- # # # #

Puma - Cara Delevigne

Il Global Sports Brand Puma presenta oggi la nuova campagna “Do You” che ha come obiettivo principale quello di ispirare fiducia e motivare le donne di tutto il mondo. Protagonista degli scatti è la ventiquattrenne modella, attrice e attivista britannica Cara Delevingne che da oggi entra ufficialmente a far parte del crescente portoflio di influential female ambassadors di Puma insieme a Rihanna che è stata anche la Creative Director della nuova campagna.

“Lo scopo principale di “Do You” è quello di spingere le donne a credere sempre di più in se stesse e mostrare la forza che hanno dentro, senza paura. Questo è uno statement davvero molto forte”, ha sottolineato Cara. “Si tratta di accettare chi sei senza preoccuparti dei tuoi difetti. “Do You” vuole motivare le donne a trovare la propria verità e a crederci. Penso che sia un messaggio diretto e nuovo, diverso per tutti”.

Cara incarna perfettamente la donna Puma. Lei è senza paura, cerca sempre nuovi modi per esprimere se stessa e usare il suo corpo come un catalizzatore di messaggi e valori globali. Il suo atteggiamento deciso e di sfida è lo status quo che ha dato tono a questa campagna. Protagoniste insieme a Cara saranno altre donne forti e determinate come Mimi Staker e Olivia Boisson del New York City Ballet, la campionessa di salto in lungo Alexandra Wester, la sprinter Tatjana Pinto e le giocatori di pallavolo cubane Leila Consuelo Ortega Martinez e Lianma Flores Stabile.

La campagna è stata ispirata da Rihanna che in una recente intervista ha dichiarato “mi impegno da sempre con me stessa per far funzionare le cose, non faccio nulla per avere risposte o dissenso. Lo faccio solo per vivere al meglio la mia vita. La campagna ispira le donne a rimanere fedeli a se stesse, alle proprie regole e mai a prendere un “no” come risposta. Questo crea un messaggio chiaro che incoraggia le donne a essere fiduciose, motivate e mai disposte a rinunciare a nulla, dalla quotidianità all’allenamento”.

La campagna “Do You”, presentata oggi insieme alle collezioni Running & Training e Sportstyle, sarà protagonista in selezionati negozi, negli Store Puma, online al sito puma.com e sui profili social @PumaWomen e @puma.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Deha conferma Elisabetta Canalis come volta della campagna Feminine Certified

- # # # # # #

Deha conferma Elisabetta Canalis come volta della campagna Feminine Certified

Feminine Certified” è la nuova campagna di Deha, brand trevigiano legato alla danza e approdato alla dimensione dell’activewear e del lifestyle, che ha come testimonial, anche per questa stagione, la showgirl Elisabetta Canalis, immortalata dal fotografo Mario Gomez. Nella nuova campagna il brand si rivolge alle donne invitandole a “certificare” la propria femminilità in tutte le molteplici situazioni quotidiane, attraverso le cinque linee di Deha (Dance, Easy, Harmonic, Active ed Expression), dedicate alle diverse anime della stessa donna.
Racconta Brenno Tauro, Direttore Marketing di Deha: “Le donne hanno questa caratteristica unica che le rende speciali. Seppur impegnate nelle situazioni più diverse – dalla spesa allo sport, dalla scuola all’ufficio – riescono ad essere femminili in tutti i momenti. Il nuovo claim “feminine certified” è quindi è un vero e proprio invito a “certificare” proprio questa femminilità.” La campagna “#femininecertified” sarà on-air sui più importanti mezzi di comunicazione (stampa, digital e social) e coinvolgerà i punti vendita monobrand Deha e selezionati retailer nelle principali città italiane.

articoli correlati

AZIENDE

Zlatan Ibrahimovic lancia il suo brand sportivo A-Z

- # # # # #

Zlatan Ibrahimovic lancia il suo brand sportivo A-Z

Zlatan Ibrahimovic non ha mantenuto la promessa, questo martedì: precedente il campione svedese aveva annunciato infatti che nel corso di una conferenza stampa a Parigi avrebbe svelato la sua prossima destinazione calcistica. Così, a dire il vero, non è stato: mettendo da parte ammiccamenti e allusioni a questa o quella squadra. Ibrahimovic ha invece annunciato, con un’abilissima mossa di marketing (trasmettendo la conferenza in diretta video sulla propria pagina, rendendola disponibile ai 25 milioni di fan, e facendo rimbalzare la news sui quotidiani sportivi di mezzo mondo), la nascita del suo brand di moda, A-Z.

Il lancio ha visto la partecipazione di oltre 300 ospiti, tra cui ovviamente i giornalisti sportivi di tutto il mondo. Una grande parte della lista degli invitati era composta dai fan francesi di Ibrahimovic, seduti in prima fila insieme al partner d’affari di Zlatan nel brand A-Z, Petter Varner, e ovviamente alla sua famiglia. La collezione A-Z è stata presentata con un’esplosiva coreografia, facendo il botto sui canali social. Ibrahimovic, ringraziando gli spettatori di tutto il mondo per l’attenzione, ha introdotto il proprio marchio nel suo stile (“Prenderemo il sopravvento. Fidatevi. Non ci arrenderemo fino a quando non diventeremo i migliori”), insieme a uno spot assolutamente da guardare.

 

articoli correlati

AGENZIE

Puma ha scelto JWT New York come nuova agenzia globale

- # # # #

La Sports company PUMA ha nominato l’agenzia pubblicitaria JWT New York come nuova agenzia creativa globale che con effetto immediato assumerà una posizione di leadership su tutta l’advertising e la creatività di PUMA su base globale comprendendo Nord America, Europa, America Latina, APAC e Medio Oriente/Africa.

JWT lavorerà con PUMA per sviluppare e definire un processo creativo in rapido movimento pronta a capitalizzare culturalmente i più rilevanti momenti sportivi. In collaborazione con PUMA l’agenzia inizierà immediatamente a lavorare su un progetto che punterà a riaccendere il calore del marchio e definire le nuove strategie per la seconda metà del 2014.

“In JWT abbiamo trovato un’agenzia agile con una visione globale che ha compreso il brand e la sua cultura”, ha dichiarato Bjorn Gulden, CEO di PUMA “la squadra ha subito dimostrato di poter supportare la nostra nuova missione per diventare il brand sportivo più veloce del mondo. Insieme faremo realizzare una struttura creativa più agile che ci permetterà di supportare tutte le categorie sport e lifestyle del brand con un unico messaggio e un concept creativo razionalizzato per tutti i territori.”

“PUMA è più di una advertising relationship per noi, è una vera e propria brand and business partnership”, ha sottolineato Peter Sherman, CEO di JWT New York. “Sarà un privilegio lavorare con questa squadra.”

PUMA è l’ultimo di una serie di nuovi business acquisiti da JWT New York che negli ultimi tre mesi ha visto un consolidamento dei marchi Energizer e un nuovo incarico creativo da parte di Google.

articoli correlati