MEDIA

DAZN, al debutto in Spagna, sceglie Marc Márquez come brand ambassador fino al 2021

- # # # # #

DAZN

Sarà Marc Márquez il nuovo volto di DAZN in Spagna. La piattaforma di streaming, prossima al debutto, ha scelto infatti il pilota catalano e cinque volte campione del mondo di MotoGP™ come brand ambassador fino al 2021. Una scelta strategica quella di DAZN che in Spagna si è aggiudicata i diritti esclusivi a trasmettere fino al 2021 le gare di MotoGP™, Moto2™, Moto3™ e MotoE™, a partire dalle prove libere (FP1).

 

L’obiettivo è quello di far crescere ulteriormente il pubblico in uno dei mercati di maggior successo per quanto riguarda le gare su due ruote trasmettendo ogni evento in streaming live e in modalità on demand. Saranno inoltre disponibili sulla piattaforma ormai prossima al lancio altre competizioni sportive tra cui la Premier League inglese e l’Eurolega di basket.

 

“Siamo davvero onorati e felici di poter dare il benvenuto a Marc Márquez nella famiglia DAZN”, ha affermato Veronica Diquattro, EVP Revenue, Southern Europe di DAZN. “La sua ambizione, passione e determinazione abbracciano perfettamente i valori del nostro brand. Il ruolo di Marc in qualità di ambassador rafforza il legame di DAZN con la MotoGP, che trova in Spagna la sua nuova casa”.

 

“Sono felice di far parte della famiglia di DAZN”, ha aggiunto Marc Márquez. “Mi sento davvero onorato di essere testimone di questa nuova era per lo sport in Spagna e spero di poter aiutare a far crescere la piattaforma. Il servizio di streaming renderà accessibile lo sport a tutti i fan dando loro la possibilità di vedere i loro sport preferiti dove e quando vogliono. Non vedo l’ora di iniziare la nuova stagione e dare il mio meglio, offrendo un grande spettacolo a tutte le persone che seguiranno le gare su DAZN.”

articoli correlati

AGENZIE

LeanFactor arriva in Italia e prosegue l’espansione internazionale, dopo il lancio in Spagna

- # # # #

leanfactor

LeanFactor, la nuova agenzia internazionale di comunicazione e strategia digitale, sbarca in Italia dopo il lancio in Spagna avvenuto durante il 2018. L’arrivo in Italia fa parte del focus di espansione a livello globale.

 

L’agenzia, nata con l’obiettivo di costruire un modello più sostenibile tra brand e consulenti, offre un modello trasparente e integrato attraverso il quale i clienti possono ottimizzare le proprie risorse con campagne più efficienti e redditizie. Il modello di business di LeanFactor si basa sul metodo del ‘Lean Manufacturing’, ovvero concentrandosi su miglioramento continuo e ottimizzazione delle risorse durante il flusso di lavoro.

 

Questo modello ha lo scopo di rispondere alle esigenze di brand e industry, dove la frammentazione dei media e l’onnipresenza degli ecosistemi digitali, rendono le strategie di comunicazione sempre più complesse e costose, sia nella fase di pianificazione sia nell’esecuzione. LeanFactor semplifica l’intero processo attraverso servizi trasversali, riducendo i costi e massimizzando il ROI.

 

“In qualità di attori chiave del settore, le agenzie hanno la responsabilità di proporre e attuare un modello di relazione più sostenibile con i brand, diventando veri partner strategici dei clienti, dove la misurazione dei risultati è direttamente correlata agli obiettivi di business a breve, medio e lungo termine”, commenta Yashim Zavaleta, Global Managing Director di LeanFactor. “Perché concentrarsi su un’unica attività durante tutto l’anno, se è possibile progettare campagne complementari capaci di generare risultati diretti più velocemente e a un costo inferiore?”.

La value proposition, a differenza del modello delle agenzie tradizionali, è che questo insieme di azioni e attività non implica un aumento dell’investimento del cliente, ma un’ottimizzazione delle risorse per ridurre i costi e migliorare i risultati. Ciò che è veramente importante è l’impatto sui risultati del business dei clienti, e non la disciplina o lo strumento utilizzato.

Attraverso questo modello agile e trasversale, LeanFactor offre una grande flessibilità nei servizi, nonché conoscenza e specializzazione in varie discipline, grazie alla natura multidisciplinare. “L’era digitale richiede un focus trasversale sui servizi che solo le realtà agili native digitali possono offrire senza sprecare costi. Il nostro nuovo modello di business è stato ben accolto in Spagna durante questi mesi, l’obiettivo di LeanFactor è quello di crescere ed espandersi nei più importanti paesi europei e in America Latina, dove abbiamo appena stretto importanti partnership”, conclude Zavaleta.

articoli correlati

AZIENDE

Beintoo sbarca a Madrid con la filiale spagnola: la guida Patricia Cañada

- # # # #

Patricia Canada - Beintoo Espana (1)

BeintooMobile Data Company che opera su scala globale, con sedi a Milano, Roma, Londra e Madrid – prosegue il processo di internazionalizzazione con un’importante apertura nel mercato spagnolo. A guidare i nuovi uffici di Madrid sarà Patricia Cañada (nella foto), nuova Sales Director España di Beintoo: il suo compito sarà quello di coordinare i rapporti con gli advertiser e i centri media, posizionando Beintoo sul mercato e rispondendo a tutte le necessità di formazione e informazione dei clienti.

L’ingresso di Patricia Cañada nel team di Beintoo è strategico per il rafforzamento della società sui mercati esteri. Grazie a un’esperienza decennale in importanti aziende attive nel mercato digital e nella comunicazione come L’Oréal, Condé Nast, Ebuzzing e Teads, dove ha ricoperto l’incarico di Sales Managing Director negli ultimi tre anni, Patricia Cañada metterà a disposizione la sua profonda conoscenza del mercato spagnolo, tra le aree più promettenti in Europa, consentendo a Beintoo di avviare una nuova strategia di crescita e di rafforzare la propria leadership nel settore del mobile advertising.

“La Spagna oggi è un mercato imprescindibile per chi, come noi, lavora nel digital advertising. È infatti uno dei pochi Paesi che, in questi anni, ha registrato investimenti in costante crescita, in particolare sul fronte del mobile che nel 2017 ha registrato un giro d’affari in salita del 43% a 378 milioni di euro. Inoltre, la Spagna è il primo paese al mondo per fruizione di Internet da mobile con una quota stimata intorno all’81%, subito prima dell’Italia al 78%”, ha dichiarato Andrea Campana, CEO di Beintoo. “Il nostro obiettivo è quello di replicare in Spagna i risultati che abbiamo messo a segno in Italia, per rafforzare la nostra posizione di ‘esperti del mobile’ anche sui mercati esteri. La Spagna, infatti, rappresenta solo il primo tassello di una strategia di internazionalizzazione più ampia di Beintoo: stiamo osservando con attenzione diversi mercati, tra cui l’America Latina, e prevediamo di accelerare la nostra crescita internazionale nel corso del 2019”.

articoli correlati

AGENZIE

WebAds sviluppa la partnership con Flipboard in Spagna, Italia e Paesi Bassi

- # # # # #

flipboard

WebAds, concessionaria indipendente di media digitali, ua intrapreso una nuova partnership con Flipboard, la pluripremiata piattaforma di content curation, come suo rappresentante ufficiale per la vendita di pubblicità in Italia, Spagna e Paesi Bassi. Dopo Regno Unito, Francia e Germania, la partnership avvia all’espansione dell’attività commerciale di Flipboard in Europa.

Lavorando con un’ampia gamma di top publisher in tutto il mondo, Flipboard offre al suo pubblico di 145 milioni di utenti l’accesso alle storie più rilevanti per i loro interessi. Grazie alla creazione di un ambiente in cui gli utenti possono appassionarsi alla lettura delle storie a cui tengono di più, Flipboard è in grado di costruire un potente interest graph per quelle audience a cui i brand vogliono rivolgersi e raggiungere così i propri obiettivi di marketing.

Uno studio di Kantar Millward Brown pubblicato all’inizio di quest’anno, ha rilevato che le persone accedono a Flipboard con la chiara intenzione di esplorare le passioni che definiscono la loro identità e le loro aspirazioni. Si tratta di un pubblico reattivo e dalla mentalità aperta, pronto a recepire messaggi pubblicitari che considera rilevanti.

“Flipboard è ben noto in Italia e apprezzato per il suo bellissimo design e per i contenuti di qualità”, commenta Constantijn Vereecken, Managing Director WebAds “Abbiamo già ricevuto le prime richieste di campagne sulla piattaforma e ci aspettiamo che l’interesse aumenti in vista delle festività”.

WebAds offrirà soluzioni di video, content e display advertising tramite sia vendita automatizzata sia diretta. L’utilizzo di sofisticati dati di prima parte consentirà ai brand di targettizzare in modo preciso la proprie campagne e di connettersi con il pubblico premium di Flipboard mentre è coinvolto nella lettura delle storie che riguardano le sue passioni e i suoi interessi, il tutto all’interno di un elegante ambiente mobile.

articoli correlati

COMMERCE

Disney EMEA presenta shopDisney, il nuovo “one-stop-shop” online

- # # # # # # #

shopdisney

Disney EMEA lancia oggi shopDisney, il nuovo “one-stop-shop” online con il migliore assortimento di prodotti Disney, Pixar, Star Wars e Marvel: abbigliamento, accessori, giocattoli, articoli per la casa e molto altro, dedicato ai fan del brand di ogni età.

Il nuovo eCommerce viene infatti lanciato in contemporanea nel Regno Unito, Francia, Italia, Spagna e Germania per offrire una varietà di prodotti destinati a una clientela più vasta rispetto al tradizionale pubblico Disney e che comprende quindi, oltre a bambini e famiglie, anche teenager e giovani adulti. L’offerta online è inoltre arricchita da nuove categorie che includono Moda & Accessori, Giocattoli & Baby, Articoli per la Casa e Oggetti da Collezione.

Shopdisney.it si caratterizza anche per una nuova, importante offerta: un ricco assortimento di prodotti in co-branding, fra cui abbigliamento, accessori, giocattoli e articoli per la casa creati in collaborazione con marchi come Samsonite, Lego, Clarks, IXXI, Swarovski, Funko, Danielle Nicole, Garmin e Musterbrand.
Oltre alle tantissime novità shopDisney continuerà a offrire i migliori prodotti Disney Store, in particolare prodotti personalizzati e da collezione come la nuova linea Disney Monogram disponibile nel Regno Unito.

“shopDisney è il nuovo, straordinario eCommerce che offre la maggiore collezione di articoli Disney, Pixar, Star Wars e Marvel provenienti dai nostri Store e dai nostri partner”, presenta il nuovo sito Graham Burridge, Managing Director Disney Stores Europe. “Sapendo quanto sia amato il brand Disney, abbiamo deciso di offire ai nostri fan tutto ciò che desiderano all’interno di un negozio Disney virtuale che contiene la più vasta gamma di articoli Disney di tutte le categorie oltre ai prodotti provenienti dalle migliori collaborazioni con altri brand. Estremamente elegante e funzionale, il nuovo shopDisney è rivolto a vecchi e nuovi fan di ogni età”.

A complemento del lancio di shopdisney, numerosi Disney Store europei presenteranno un ricco assortimento di prodotti rivolti a un pubblico adulto che comprendono soprattutto capi di abbigliamento e accessori.

Per celebrare il lancio del nuovo shopDisney, il noto artista fotografico inglese, Darryll Jones ha dato vita alle action figure Disney in una serie di scatti-diorama, che ritraggono alcuni dei personaggi più amati alla scoperta del nuovo eShop.

articoli correlati

COMMERCE

Report Comscore Online Banking in Europa: anche la banca sta migrando verso il mobile

- # # # # # # # #

online banking

Il Report comScore Online Banking in Europa relativo all’inizio del 2018 mostra che il 70% della Digital Population EU5 ha utilizzato un sito o un’App di Banking a Marzo 2018. L’evidenza è frutto di dati multi-piattaforma da cinque Paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) per evidenziare come i trend online influenzino il settore bancario, facendo emergere differenze cruciali nelle abitudini comportamentali dei consumatori.

L’adozione dell’online banking è relativamente alta in Europa ma c’è ancora spazio per crescere; i consumatori digitali in Spagna sono quelli che con maggiore probabilità visitano un sito o un app di banking: 85% della popolazione digitale maggiorenne vi ha fatto accesso a marzo 2018. La Germania ha una delle penetrazioni più basse, al 61%, ma ha il mercato più ampio in valori assoluti, con 33 milioni di visitatori di siti o app di online banking a marzo 2018. Inoltre, la stagionalità dell’utilizzo dell’online banking varia a seconda del Paese: il picco di attività cade nel mese di Gennaio in Francia, Germania e Regno Unito. In Spagna il picco corrisponde a Maggio, mentre in Italia a Ottobre.

“Il settore bancario si sta trasformando rapidamente, spinto da cambiamenti nel panorama competititvo, tecnologico (basti pensare al fintech), e nei comportamenti dei consumatori” afferma Guido Fambach, senior vice presidente, EMEA in comScore. “Il Report “Online banking in Europa” 2018 fornisce un’ampia overview sull’attuale stato del settore del banking onlinee, non meno importante, include dati di grande valore per gli addetti al marketing sugli heavy user dei servizi di online banking,.”

Il report mostra che la penetrazione del mobile banking è stata la più alta in Spagna e in Italia: a marzo 2018, il 48% dei consumatori digitali hanno effettuato accesso a servizi banking esclusivamente tramite smartphone o tablet.
Gli heavy users rappresentano il 20% dell’audience dell’online banking, ma il 71% del tempo totale speso sui siti. La probabilità di trovarli varia in base alla categoria del sito e alla nazione. In Francia, ad esempio, gli heavy user hanno una probabilità pari a 2,3 volte in più di essere trovati su siti di auto che su social media. In Germania c’è una probabilità 2.6 volte maggiore di trovarli su siti di retail, mentre In Italia 3 volte su siti di regali, in Spagna 2.5 volte su siti di noleggio auto e UK 2.6 volte su siti di corrieri.

Per chiudere, l’analisi del device utilizzato mostra una maggioranza “mista”, attiva sia sul mobile che sul desktop: in tutte le nazioni almeno un terzo dell’audience è multiplatform. Inoltre, oltre un terzo dell’audience è mobile-only, fatta eccezione per la Germania.

 

articoli correlati

COMMERCE

Transactionale porta in Spagna il proprio modello di eCommerce win-win per tutti

- # # #

transactionale spagna

Obiettivo: rivoluzionare il digital marketing. Questo è il traguardo che Transactionale si propone di tagliare con il recente sbarco in Spagna, dove il programma di accelerazione di EGI Booster lo ha visto raggiungere il primo posto, con l’azienda pronta a conquistare anche gli eCommerce Manager spagnoli.

Il sistema rivoluzionario di Transactionale permette infatti agli eCommerce di acquisire nuovi contatti, premiare la propria customer base ed allo stesso tempo monetizzare. Attraverso un meccanismo dalla estrema semplicità. Tutto inizia con un cliente che acquista in un eCommerce (publisher) del Network Transactionale. Poi, insieme alla conferma d’ordine riceve delle offerte a lui dedicate di altri membri del network (advertiser): in tale modo si ha un classico modello win-win, con il cliente premiato con offerte interessanti, l’advertiser che acquisisce un contatto, e il publisher che monetizza.

Il nuovo team spagnolo, giovane e dinamico (nella foto), guidato dalla CEO Marianna Chillau, sta iniziando ad incontrare Marketing Manager di importanti eCommerce spagnoli interessati al servizio offerto da Transactionale.
Con l’ingresso nel mercato spagnolo Transactionale compie il suo primo passo verso l’internazionalizzazione.

articoli correlati

AZIENDE

Poker online: firmato l’accordo su liquidità condivisa tra Italia, Spagna, Francia e Portogallo

- # # # # # #

poker online

Ieri è stata posta la firma per l’avvio della liquidità condivisa per il Poker online: a sottoscrivere l’accordo sono state Italia, Spagna, Francia e Portogallo. La firma è avvenuta a Roma, dettaglio importante in quanto proprio l’autorità italiana è stata tra i principali promotori dell’iniziativa.

Ma che cos’è realmente la liquidità condivisa? Precisamente si intende la possibilità di poter unire giocatori di nazioni diverse su un’unica piattaforma di gioco. Al momento un giocatore italiano è autorizzato a giocare a Poker esclusivamente sui siti dei concessionari di gioco italiani; con la liquidità condivisa invece il giocatore italiano potrà sfidare su una piattaforma “.eu” utenti spagnoli, francesi e portoghesi.

Una novità che porterà un impulso positivo all’ecosistema del Poker, in difficoltà dopo l’effetto moda del triennio 2008-2011 e rinvigorito solo ultimamente grazie all’introduzione dei tornei a montepremi variabile.

L’effetto dell’accordo non è però immediato, ci vorranno almeno 6 mesi prima che la liquidità condivisa diventi realtà. Nel frattempo le autorità firmatarie dovranno lavorare alla definizione di standard comuni e alla risoluzione degli aspetti tecnici/amministrativi per far sì che la liquidità condivisa sia una reale opportunità di estensione del mercato per tutti i concessionari di gioco e per garantire una corretta fruizione delle piattaforme.

La questione cruciale per l’applicazione della liquidità condivisa riguarda lo schema tassativo. I singoli Paesi, infatti, hanno una struttura normativa con proprie aliquote fiscali. E di conseguenza un impatto differente sui costi, e quindi sui margini, dei concessionari di gioco.

Con l’accordo sottoscritto, le diverse tassazioni inerenti al Poker rimarranno effettive generando alla base un problema di gestione delle vincite (payout) e delle commissioni (rake) per i giocatori.

Al fine di garantire equità nella redistribuzione dei margini degli operatori di gioco, concessionari e autorità stanno lavorando a un sistema per gestire efficacemente la rake. Una soluzione individuata è quella dell’applicazione di una rake differente a seconda della nazionalità del giocatore. In questo modo l’effetto della differente imposizione fiscale per i concessionari di gioco verrebbe annullato e al giocatore verrebbe garantita la stessa commissione applicata nei confini nazionali. La soluzione potrebbe però essere temporanea, in quanto l’obiettivo reale è un’armonizzazione dello schema tassativo a livello comunitario.

Tecnicismi a parte, l’intesa è un avvenimento importante per il settore del gioco online: è il primo passo verso un mercato comunitario. Nel prossimo futuro l’accordo potrebbe essere esteso ad altri stati membri e/o potrebbe essere allargato ad altre tipologie di gioco P2P (ad esempio il Betting Exchange) o in cui è previsto un jackpot (ad esempio Casinò Games e Bingo), così come avvenuto in passato per il SuperEnalotto.

articoli correlati

AZIENDE

10mila nomi di località proposti dagli utenti per il nome del nuovo modello SEAT

- # # # # #

Nomi nuovo modello Seat

Il progetto #SEATseekingName, lanciato lo scorso 1 giugno, ha coinvolto ben 133.332 persone provenienti da 106 Paesi nell’iniziativa promossa dalla SEAT per cercare il nome per il suo terzo SUV, in arrivo nel 2018. La prima fase si è conclusa ieri con un totale di 10.130 nomi di località spagnole (criterio fondamentale stabilito dall’azienda) suggeriti dal pubblico attraverso i siti seat.com/seekingname e seat.es/buscanombre.

Quando, lo scorso marzo, la SEAT ha annunciato il lancio del nuovo SUV, il Marchio ha ricevuto oltre 500 proposte di nomi provenienti dalla geografia spagnola per la nuova vettura 7 posti. Così, forte dell’interesse e dell’impatto sociale riscosso, la SEAT ha deciso di ridefinire il consueto processo di nomenclatura, aprendolo a tutti i fan del Marchio in Spagna e in qualsiasi parte del mondo, perché ciascuno possa esprimere la propria preferenza e, infine, scegliere il nome vincitore. Luca de Meo, Presidente SEAT, ha espresso la propria soddisfazione per la massiva risposta riscontrata dal progetto: “I risultati ottenuti hanno ampiamente superato ogni aspettativa. L’iniziativa non solo ha suscitato grande interesse tra i fan del nostro Marchio, ma ha coinvolto migliaia di nuove persone che hanno contribuito a proporre il nome del nostro nuovo SUV. Confidiamo che a settembre votino per il loro candidato favorito”.

Conclusa la prima fase del progetto, è tempo di iniziare con pre-selezione delle proposte, che vedrà il coinvolgimento degli esperti del Marchio, un’agenzia esterna specializzata in naming e Clienti provenienti da tutte le parti del mondo, coinvolti nei focus group organizzati da SEAT. Verranno realizzati inoltre dei test nei vari mercati per selezionare almeno tre nomi finalisti: per fare questo, verranno considerati alcuni fondamentali criteri, come ad esempio il fatto che il nome sia in linea con i valori del Brand, con le caratteristiche del prodotto e che sia facilmente pronunciabile in diverse lingue. Il Salone dell’Automobile di Francoforte è il palcoscenico prescelto da SEAT per annunciare i nomi finalisti. Chiunque abbia piacere di partecipare alla votazione finale del proprio candidato favorito potrà quindi farlo dal 12 al 25 settembre; il nome che avrà ottenuto il maggior numero di consensi, e quindi vincitore dell’iniziativa, verrà ufficializzato il 15 ottobre. Così, il terzo SUV del Marchio diventerà ufficialmente uno dei tredici modelli che hanno ricevuto il proprio nome da un luogo della geografia spagnola, portando avanti la tradizione SEAT iniziata nel 1982 con la Ronda, e perpetrata fino alla più recente Arona, il crossover compatto che sarà svelato lunedì prossimo 26 giugno, a Barcellona. Infine, per la prima volta nella storia del Marchio il nome di un nuovo modello verrà scelto per votazione popolare.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Ritorna Shakira per la nuova campagna globale di Costa Crociere, on air da Natale

- # # # #

shakira

Costa Crociere lancia una nuova campagna pubblicitaria internazionale, on air su tv, social media, web, ve de la riconferma di Shakira nel ruolo di main character e testimonial.
Preceduta da un teaser on air il 18 dicembre in Italia, Francia, Spagna, Germania, Svizzera e Austria, il film completo andrà in onda dal giorno di Natale. In Italia l’appuntamento è per le ore 21 su tutte le reti Mediaset.

Shakira sarà la protagonista di una misteriosa storia d’amore con finale a sorpresa, ambientata ad Amalfi: lo stile è molto cinematografico, con riferimenti evidenti al cinema italiano d’autore, a cominciare da Federico Fellini. Nelle immagini sono tradotti, in chiave , alcuni elementi caratteristici dello stile di vita italiano: eleganza, bellezza, fascino, gioia, evocando le emozioni che si possono vivere in crociera con Costa. Anche la musica rimanda eslicitamente a Fellini, con il tema più famoso della colonna sonora scritta da Nino Rota per il film Amarcord.

“In questa nuova campagna abbiamo introdotto elementi di grande innovazione rispetto al modo in cui si è comunicato sinora nel settore del turismo” spiega Luca Casaura, SVP Global & Strategic Marketing di Costa Crociere. “Abbiamo realizzato un vero e proprio cortometraggio cinematografico, con uno stile italiano molto riconoscibile, giocando, in maniera anche un po’ ironica ed evocativa, sulle emozioni e sul sogno che le nostre crociere regalano. Ci sono ovviamente elementi di continuità con la campagna precedente, che ha avuto un grande successo. Questo spiega la scelta di avere ancora come protagonista una grande star come Shakira e quella di proseguire con il claim “Benvenuti alla felicitಔ, che esprime bene la promessa che facciamo a chi sceglie di andare in vacanza con Costa”.

Il film, che sarà proposto in formati da 120″, 60″, 30″, 20″ 15″, 10″, è stato diretto da Jaume de Laiguana, autore in passato di alcuni dei più famosi video musicali di Shakira. La pianificazione, importante, vede l’utilizzo soprattutto di tv (in Italia, Francia e Spagna) e social media (in tutti i paesi), oltre a web, digital advertising e dem. La campagna sarà declinata anche con materiale punto vendita nelle principali agenzie di viaggio partner della compagnia, con soggetti che riprenderanno la nuova creatività.
La campagna è stata realizzata in collaborazione con l’agenzia creativa Young & Rubicam Spagna, guidata dal direttore creativo esecutivo Manu Diez. Per Costa Crociere ha contribuito la Direzione Global & Strategic Marketing.

 

Credits
Agenzia:  Vinizious Young & Rubicam
Direttore creativo: Manu Diez, Albert Seguin, Victor Arriazu
Art director: Sergio Ortiz
Copywriter: Albert Seguin
Account Director: Alessandro Venturelli
Account Executive: Maximiliano Izquierdo
Agency Producer: Anna Cuevas
Art buyer: Esther Codina
Production Company:  Laiguana
Executive Producer: Sergio Ciurò
Producer: Daniel Molina
Director:  Jaume de Laiguana
Photographer: Jaume de Laiguana
Editor: Jaume García
Post-production: El Ranchito
Musica: dalla colonna sonora di Nino Rota per il film Amarcord

articoli correlati

MEDIA

WebAds venderà l’inventory di MailOnline in Italia, Paesi Bassi e Spagna

- # # # # # #

webads mailonline

MailOnline, il più grande sito di news in lingua inglese al mondo, con 235 milioni di browser globali unici al mese, ha annunciato di aver scelto WebAds Europe per la vendita della propria inventory in Italia, nei Paesi Bassi e in Spagna.
MailOnline è il leader globale per le breaking news, indagini, spettacolo, politica, viaggi e salute. Raggiunge più di 5,8 milioni di visitatori unici nei tre Paesi ogni mese, sviluppando oltre 50 milioni di impressions al mese tra Italia, Olanda e Spagna.

“Con oltre 5,8 milioni di visitatori unici al mese tra Italia, Paesi Bassi e Spagna, questi Paesi sono molto importanti per MailOnline”, spiega James Leaver, International General Manager di MailOnline. “Confidiamo che WebAds Europe sia il collegamento tra i maggiori inserzionisti in Europa e i lettori altamente ingaggiati e di valore di MailOnline. ”

“Siamo molto soddisfatti dellìingresso di MailOnline nel nostro network”, conclude Xavier Schijffelen, Managing Director di WebAds Europe, “e lieti di poter offrire tutti i più conosciuti formati video e display sia su desktop che su mobile”.

articoli correlati

AGENZIE

Blue 449 sempre più globale apre anche in Spagna

- # # # # #

Andras Vigh Blue 449

Col l’agenzia in Spagna, Blue 449, parte di ZenithOptimedia Group, ha aperto la sua settima sede dal lancio nel marzo dello scorso anno e dal  contestuale avvio delle attività in Regno Unito, Francia, Italia, Australia e Belgio.

In Spagna Blue 449 sarà guidata dal managing director Carlos Casado e sarà supportata da Adam Hemming, che assume il ruolo di general manager. Carlos Casado è entrato in ZenithOptimedia nel 2002 come new business manager ed è stato responsabile del lancio di Newcast, la divisione di ZenithOptimedia specializzata in branded content, in Spagna. Adam Hemming, invece, arriva da ZenithOptimedia Singapore, che ha guidato negli ultimi sei anni.

“Siamo di fronte a uno sviluppo entusiasmante della comunicazione sui media”, commenta Carlos Casado. “Blue 449 sarà un network dinamico e costruito su più hub, che trae beneficio da tutte le risorse di ZenithOptimedia Group e Publicis Groupe”.

Blue 449 Spagna avrà sede a Madrid, negli uffici di Zenith Media e Optimedia, e lavorerà a stretto contatto con tutte le unit specializzate di entrambe le società, con clienti globali come Clarins, Disneyland Paris, Puma, Polo Ralph Lauren e BASF.

Contando su 17 city hub entro la fine del suo primo anno di attività, Blue 449 collabora operativamente con gli altri brand di ZenithOptimedia, inclusi Performics, Newcast e Ninah, avvalendosi anche dell’accesso all’ampia gamma di servizi forniti da Publicis Groupe e VivaKi, il tutto all’interno di una nuova architettura per i clienti, chiamata “Open Source”.
“Il mondo non ha bisogno di un’altra agenzia media globale”, spiega Andras Vigh (nella foto), global CEO di Blue 449, “Ciò di cui ha bisogno è una nuova fonte d’energia per i clienti che vogliono rompere con le tradizioni. Blue 449 è la concretizzazione di mentalità e pensiero visionari, in grado di rivoluzionare radicalmente il mercato”.

Il modo di agire collaborativo e “Open Source” dà infatti forma anche alle relazioni di Blue 449 con i partner media e tecnologici, oltre ad influenzare l’approccio del network alla pianificazione e le sue risposte alle sfide dell’economia digitale.

articoli correlati

AGENZIE

ClickPoint fa team building a Barcellona

- # # # # #

Clickpoint Spagna_TeamBuilding

Nell’era digitale e dell’always connect non è certamente un problema lavorare in città o in Paesi diversi. Talvolta però è utile anche un incontro fisico: scambiare opinioni o discutere del proprio lavoro, senza la mediazione di una webcam o di una connessione telefonica continua a essere quaòcosa di difficilmente sostituibile. Partendo da questo presupposto, Clickpoint lo scorso 11 dicembre ha riunito il suo team italiano e quello spagnolo a Barcellona, per un’attività di team building. Fortemente convinta che uno degli asset intangibili più rilevanti per un’azienda è il capitale umano, Clickpoint ha pensato proprio di raggruppare le sue persone a Barcellona, dove  nel 2013 l’agenzia ha aperto una sede in cui lavorano oggi 14 persone (da settembre è operativo anche l’ufficio commerciale di Madrid).

L’incontro di Barcellona  è diventato così un’occasione per confrontarsi, per fare il punto sui mercati internazionali (il team catalano si occupa di Spagna, Francia e Latam) e, anche, per svagarsi in attesa della festa serale con i colleghi spagnoli. Accantonato il lavoro, sabato 12 dicembre il team ha dedicato la giornata al turismo culturale e alla conoscenza della città: un’immersione nelle opere di Gaudì con Sagrada Familia e Park Guell. In serata, i festeggiamenti sono continuati con una cena al Port Olympic.

“Da due anni siamo presenti sul mercato spagnolo”, ha ricordato Roberto Siano, Ceo & Founder di Clickpoint. “I due team lavorano costantemente insieme, anche se a distanza. Certo le tecnologie consentono a tutti noi di vedersi e sentirsi da qualunque luogo, però ogni tanto poter condividere opinioni e vivere esperienze comuni è fondamentale. Così quest’anno, per approfondire ancora di più il legame e azzerare le distanze geografiche, abbiamo pensato di “sfruttare” il periodo di fine anno che tradizionalmente si presta anche ai festeggiamenti, per dar vita a un evento di team building, dal sapore ludico e professionale. È nata così l’idea di dedicare un intero fine settimana alle persone che sono e rappresentano Clickpoint”

articoli correlati

MEDIA

Accordo tra HiMedia Group e Orange: acquisite le concessionarie di Spagna, Miami e Messico

- # # # # # # #

HiMedia Group ha annunciato la firma di un accordo con Orange per l’acquisizione delle sue concessionarie in Spagna, Miami e Messico (le ultime due coprono i mercati ispano-americani).

“L’acquisizione dei network pubblicitari di Orange, con vendite intorno ai 10 Milioni di Euro, permetterà ad HiMedia di rafforzare la sua posizione di leadership nel mercato spagnolo, sempre più crescente e dinamico e guadagnare posizioni nei mercati Latino-Americani”, spiega Cyril Zimmermann, Fondatore e CEO di HiMedia Group. “Parallelamente, accelereremo la distribuzione delle nostre offerte innovative – Mobvious (mobile), Fullscreen (Video) a AdExchange (RTB) in quei mercati e beneficeremo di un time-to-market ideale, traendo vantaggio dalla forte crescita del marketing digitale Ispano-americano”.

Questa operazione, che MiMedia prevede di finalizzare entro il primo trimestre di quest’anno, include la firma di accordi con gli affiliati di Orange per la concessione degli spazi advertising nei rispettivi mercati.

“Anche se l’accordo non riguarda l’Italia, il processo di acquisizioni messo in atto da HiMedia Group e l’utilizzo evoluto di tecnologie e piattaforme innovative confermano ulteriormente una visione strategica e sempre più internazionale del Gruppo”, conclude Carlo Poss, CEO di HiMedia Italia (nella foto).

articoli correlati

AZIENDE

MailUp in crescita nei mercati internazionali, ora parla anche spagnolo

- # # # # #

MailUp ha tradotto in spagnolo la sua console, già disponibile in italiano e in inglese. La traduzione della piattaforma multicanale in spagnolo permetterà di rivolgersi anche ai mercati latino- americani, coerentemente con il piano di espansione internazionale di MailUp, già attivo sul mercato USA con oltre cento clienti.

Il nuovo partner commerciale sul territorio di Valencia sarà il riferimento per tutti gli utenti che già lavorano con i mercati di lingua spagnola o che aspirano a farlo. È possibile attivare una console di prova gratuita compilando il modulo di attivazione presente sul sito www.mailup.es, dove gli utenti hanno a disposizione un manuale di supporto in spagnolo per scoprire tutte le funzioni della piattaforma.

Fondata da 5 soci nel 2004 a Cremona, MailUp conferma il proprio trend in costante crescita, con una media di 180 nuovi clienti al mese e uno staff di 80 collaboratori (erano 15 fino a 3 anni fa) distribuiti nelle tre sedi di Cremona, Milano e San Francisco tramite la controllata MailUp Inc.

Luca Azzali, COO MailUp: “Il nostro obiettivo è aprirci al mercato internazionale mantenendo una forte focalizzazione sul cliente e sui suoi bisogni. Adattare un prodotto come MailUp a un mercato ben definito, in una diversa nazione e con una differente cultura, è una sfida importante e, al contempo, imprescindibile. Oggi, anche grazie all’accordo con un nuovo partner commerciale a Valencia, siamo pronti a confrontarci sul campo con i nuovi e competitivi scenari che proporrà il mercato”.

articoli correlati