MEDIA 4 GOOD

Appuntamento il 30 maggio allo Juventus Stadium per la 26° Partita del Cuore

- # # # # # #

26° partita del cuore

I campioni di Formula Uno Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, che con le loro rosse Ferrari sono tornati a far sognare i tifosi del Cavallino Rampante, Gianni Morandi, che per la prima volta giocherà a Torino, Eros Ramazzotti, Paolo Belli, Andrea Agnelli, sono questi alcuni dei protagonisti della 26° Partita del Cuore, un grande evento di sport, spettacolo e solidarietà che vedrà la Nazionale Italiana Cantanti affrontare i Campioni della Ricerca​, martedì 30 maggio​ allo Juventus Stadium​.

L’ evento è stato presentato oggi nella Sala delle Colonne del Comune di Torino dalla Sindaca, Chiara Appendino, dal Presidente del Consiglio Regionale, Mauro Laus, dalla Presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, Allegra Agnelli, dal Presidente della Fondazione del Piemonte per l’Oncologia-Istituto di Candiolo, Andrea Agnelli, dal Direttore Generale della Fondazione Telethon, Francesca Pasinelli, dal Direttore di Rai 1, Andrea Fabiano, e dal Presidente della Associazione Nazionale Italiana Cantanti, Paolo Belli. Proprio a Torino la Nazionale Italiana Cantanti (Nic) festeggerà i suoi 30 anni di concreto associazionismo e tornerà a sfidare i “Campioni per la Ricerca”, raccogliendo fondi per sostenere la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro e la Fondazione Telethon​. La Partita del Cuore fa tappa nel capoluogo piemontese per la terza volta negli ultimi cinque anni, dopo i grandi successi del 2013 e del 2015 e punterà a un obiettivo ambizioso: superare il record di 2 milioni e 111 mila euro di raccolta complessiva (biglietti, sms, sponsor), ottenuto nell’ultima edizione torinese. Alla XXVI^ Partita del Cuore, hanno già confermato, a oggi, la loro presenza: il Presidente Paolo Belli​, Gianni Morandi​, Eros Ramazzotti​, Luca Barbarossa​, Enrico Ruggeri​, Niccolò Fabi​, Neri Marcorè​, Paolo Vallesi, Briga, Benji e Fede​, Ermal Meta​, Raoul Bova​, Boosta​, Clementino​. Fra le novità più significative, la presenza come allenatore, a fianco del Dg Gianluca Pecchini, del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi​, per dare un segnale di affetto anche verso le popolazioni colpite dal terremoto. Molte le sorprese che si attendono per la formazione dei “Campioni per la Ricerca”: oltre a Vettel, Raikkonen e Andrea Agnelli noti vip a livello internazionale.

“Vogliamo sottolineare l’importanza dell’obiettivo di quest’anno” ha affermato Paolo Belli, “puntare a raccogliere 2.500.000 euro​. Il senso della storia e della missione dell’Associazione Nazionale Italiana Cantanti è quello di amplificare l’energia positiva di ognuno degli artisti nella Partita del Cuore, ma i veri protagonisti di questa avventura sono tutti coloro che con spirito di solidarietà sono venuti allo stadio e/o che hanno inviato i loro sms. Hanno permesso di realizzare tantissimi, utilissimi progetti per la collettività. Questa è un’ iniziativa unica al mondo , uno spettacolo da non perdere”.
“La Nazionale Cantanti in questi 36 anni di attività” ha aggiunto Gianluca Pecchini, “ha ostenuto importanti progetti con le Partite del Cuore. Inoltre, fra le altre varie attività solidali, ha raccolto fondi in favore delle popolazioni terremotate dell’ Abruzzo e del Centro Italia. A Roma abbiamo realizzato in collaborazione con la Fondazione Capitano Ultimo una casa famiglia e il Parco Tutti Insieme, esempio di parco inclusivo e totalmente accessibile ai diversamente abili, gestito direttamente dall’Associazione Nazionle Cantanti”. La prevendita ha già coperto più della metà dei posti disponibili allo Juventus Stadium. I biglietti sono in vendita, oltre che su internet, nei punti vendita del circuito Listicket. Inoltre è possibile acquistare alcuni biglietti (tribuna est e curva nord) in via Governolo 21 (campanello AICR), Torino, dalle 11 alle 17 e al negozio Space 23 in via Santa Teresa 6, Torino.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Sport e solidarietà insieme nella nuova raccolta fondi Subito e Ayas For Friends

- # # # # #

Sport e solidarietà

SubitoAyas for Friends, organizzazione no-profit che promuove eventi sportivi per aiutare i più bisognosi, lanciano una speciale raccolta fondi. Fino al 13 aprile sarà infatti aperto a tutti un negozio che vede come protagonisti sport e solidarietà: la piattaforma di Subito ospita per l’occasione una speciale selezione di oggetti e servizi donati da aziende come Brekka, società sportive, calciatori e atleti olimpici e nazionali. L’intero ricavato delle vendite sarà devoluto all’Associazione art4sport ONLUS di Bebe Vio, volto della campagna assieme a Demetrio Albertini, dirigente sportivo ed ex calciatore, e Kristian Ghedina, ex sciatore e pilota automobilistico italiano.
Nel corso delle quattro settimane saranno pubblicati sempre nuovi annunci di beni, servizi o oggetti unici autografati, tra cui gli sci di Tina Maze, le maglie del Futbol Club Barcelona di Suarez, Neymar e Messi e ancora le scarpe da rugby di Mathieu Bastareaud, oltre a tanti altri oggetti dei più famosi calciatori del nostro Paese come Paolo Maldini, Marco Verratti e Roberto Gagliardini. Anche la Federazione Italiana Giuoco Calcio, Inter F.C., A.C. Milan, A.S. Roma, così come Flavia Pennetta, Gregorio Palrtinieri e gli stessi Kristian Ghedina e Bebe Vio, parteciperanno all’iniziativa.
Subito e Ayas for Friends, assieme a tutti coloro che partecipano a questa iniziativa, mostrano il lato più bello dello sport, fatto non solo di prestazioni fisiche, ma anche di solidarietà e spirito di squadra: la passione per lo sport non conosce barriere di alcun genere e può unire tutti coloro che vogliono sorridere, anche attraverso il corpo.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Il Pastificio Rana contro la povertà: al via la seconda edizione del progetto di solidarietà insieme a Banco Alimentare

- # # # # # # #

Giovanni Rana e Banco Alimentare

 

Sono stati oltre 2 milioni i piatti di pasta fresca donata, 950 pallet consegnati con 33 trasporti, più di 7.500 strutture caritative territoriali incluse nel progetto, distribuite nelle 20 regioni italiane, con oltre 300.000 famiglie raggiunte. Questi sono solo alcuni degli importanti numeri fatti registrare dalla prima edizione del progetto di solidarietà del Pastificio Rana, lanciato insieme a Banco Alimentare. Un progetto che si è posto l’obiettivo di dare un contributo alle famiglie che non hanno le risorse economiche necessarie per vivere in modo dignitoso. Il successo della prima edizione ha stimolato il Pastificio Rana a bissare il progetto. Dal 14 novembre 2016 al 15 gennaio 2017 per ogni confezione acquistata di Duetto, il Pastificio Rana donerà una confezione di pasta ripiena al Banco Alimentare. Si rinnova quindi il patto tra Giovanni Rana e i consumatori, la sua grande “famiglia allargata”, in modo da poter raggiungere tutti insieme le famiglie in difficoltà. Così ogni scelta d’acquisto coinciderà con una scelta di solidarietà.

“Credo che la solidarietà sia un sentimento sociale, innato e istintivo, presente in ciascuno di noi e la grande adesione avuta per questa iniziativa ne è la prova tangibile” ha dichiarato Gian Luca Rana, Amministratore Delegato del Pastificio Rana “Donare oltre due milioni di piatti di pasta alle persone più bisognose è stata anzitutto un grande emozione. Ma questo risultato, anche se eccezionale, non basta. L’onda di solidarietà, che ha unito tutti gli amici di Giovanni Rana in un unico gesto di generosità, non si deve fermare, soprattutto di fronte alla condizione di povertà in cui si trova un numero crescente di persone. Per questo motivo desideriamo ripetere l’attività chiedendo a tutti di supportarci”. Oggi, infatti, non sono più solo anziani o disoccupati a vivere al di sotto della soglia di povertà, ma anche moltissimi giovani, lavoratori e famiglie. Un numero in continuo aumento che nel 2015 ha superato la quota dei 4,5 milioni di persone in stato di povertà assoluta, il dato più alto degli ultimi 10 anni. Tra questi 1 milione 131 mila sono minori e ciò che preoccupa di più è che in Italia un bambino su 10 soffre la fame. Inoltre oggi la povertà assoluta è inversamente proporzionale all’età, anche a causa della crisi del lavoro che ha penalizzato i giovani in cerca di prima occupazione e gli adulti rimasti senza impiego. “Il nostro obiettivo è poter donare ancora di più rispetto alla precedente edizione” ha aggiunto Gian Luca Rana. “Per questo metteremo in campo tutte le nostre forze e le nostre energie, impegnandoci con quell’amore e quella passione che da oltre 50 anni mettiamo in tutto quello che facciamo”.

“Accogliamo con vera soddisfazione la notizia della rinnovata collaborazione che unisce il Pastificio Rana al Banco Alimentare per la campagna dei prossimi mesi dei ravioli “Duetto”, fiore all’occhiello di questo grande Brand italiano” ha dichiarato Andrea Giussani, Presidente Fondazione Banco Alimentare. “Il riproporsi di questa iniziativa mostra come la partnership tra profit e no–profit sia di successo per entrambi quando coinvolge esplicitamente il consumatore nel sostegno dei più deboli, attraverso la donazione di cibo, utilizzando come veicolo un prodotto di qualità, sostenuto da un messaggio trasparente e di forte entusiasmo”. Grazie alle oltre 8000 strutture caritative convenzionate con la Rete Banco Alimentare, la pasta fresca Rana arriverà in modo capillare in tutta Italia nelle case di chi ha più bisogno, a partire dal Centro Italia recentemente colpito dal sisma. La missione è riportare il sorriso e il calore di un piatto realizzato con passione sulle tavole di centinaia di migliaia persone in difficoltà. Siamo tutti invitati quindi a prendere parte a questa importante campagna di solidarietà: più consumatori parteciperanno e più grande sarà l’impatto della donazione. Perché insieme la gioia è due volte più buona.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Sono gli “Hotels with a Heart” i protagonisti della campagna di solidarietà natalizia di NH Hotel Group

- # # # # #

Il logo dell'iniziativa Hotels with a Heart

Per un altro anno NH Hotel Group porta avanti, a livello internazionale, la campagna natalizia “Hotels with a Heart”, con la quale rafforza l’impegno sociale del Gruppo nei Paesi in cui opera. In collaborazione con varie ONG e fondazioni locali, la Società donerà a famiglie con risorse limitate aventi bambini o adolescenti ricoverati lontani dai luoghi di residenza abituali, stanze nei propri hotel affinché possano passare insieme il Natale, mentre questi ricevono le cure necessarie.
Da oggi fino all’11 gennaio 2016, il Gruppo offrirà alloggio gratuito a queste famiglie negli hotel vicini agli ospedali di 30 città, in 9 paesi di Europa e America Latina (Germania, Argentina, Belgio, Spagna, Francia, Olanda, Italia, Messico e Regno Unito). Inoltre, in ogni destinazione, le fondazioni locali e le ONG collaboratrici si occuperanno dell’identificazione delle famiglie più bisognose. Tra queste entità possiamo elencare la Fondazione Menudos Corazones, la Fondazione Josep Carreras, Ronald McDonald Foundation e Make a Wish International.
Va inoltre sottolineato il ruolo dei dipendenti del Gruppo nel successo di questa iniziativa che, come “Ambasciatori” del programma fanno da anfitrioni alle famiglie affinché l’hotel diventi una seconda casa. Quest’anno la Società ha voluto ringraziare l’atteggiamento solidale e il “cuore” dei dipendenti coinvolti in questo progetto trasformandoli nei protagonisti del video della campagna natalizia. Dall’inizio del programma, oltre 2.000 dipendenti all’anno hanno partecipato volontariamente a differenti cause solidali nei paesi in cui il Gruppo è presente.
Marta Martín, Director of Corporate Responsibility di NH Hotel Group, ha affermato:“Il miglior modo per contribuire e creare valore sociale nelle città in cui gestiamo i nostri hotel è attraverso la nostra stessa attività: l’ospitalità. “Hotels with a Heart” è uno dei progetti che ogni anno sviluppiamo con più emozione e affetto, per la sua natura solidale e per l’impegno che i nostri dipendenti di tutto il mondo mettono in questa iniziativa”. Inoltre, Marta ha segnalato che “anno dopo anno, la continuità del programma “Hotels with a Heart” è la dimostrazione dell’impegno a lungo termine che NH Hotel Group ha nei confronti della società e che si materializza in molteplici collaborazioni che hanno lo scopo di far fronte, durante l’anno, al bisogno di alloggio di numerose entità sociali”.
In Italia il programma “Hotels with a Heart” verrà realizzato in collaborazione con l’associazione Make a Wish, che ha già selezionato una famiglia che soggiornerà presso l’NH Milano 2 e verrà seguita dagli Ambassador Sandro La Rocca e Marco Niccolò; un’altra famiglia verrà ospitata all’NH Roma Villa Carpegna, seguita dall’Ambassador Gaetana Iannicelli; infine, una terza famiglia è stata selezionata per l’NH Roma Leonardo Da Vinci, affidata alle cure degli Ambassador Gianluigi Coppola e Alessandra Vailardo.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

LG, Bruno Euronics e Katanè insieme per Caritas Catania

- # # # # # #

Foto dal progetto LG, Bruno Euronics e Katanè per Caritas Catania

LG Electronics, Bruno Euronics e Katanè uniscono le forze per supportare la Caritas di Catania con un progetto attivo da dicembre alla prossima primavera 2016 presso il centro commerciale di Gravina di Catania.
Gli abitanti di Gravina, di Catania e delle aree circostanti sono invitati a portare gli abiti dismessi presso la galleria commerciale del centro Katané, dove verranno presi in carico dai volontari Caritas, lavati con cura con lavatrici LG e donati a chi ne ha bisogno.
“Siamo molto orgogliosi di aver dato vita insieme al Gruppo Bruno a questo progetto” dichiara Sergio Buttignoni, Marketing Manager Home Appliance di LG. “Speriamo di poter presto replicare l’iniziativa in altre città e di dare il nostro contributo a molte più persone, poiché questo tipo di iniziative a supporto della comunità sono da sempre nel DNA di LG”. Don Piero Galvano, Direttore della Caritas Catania, aggiunge “Questa collaborazione aiuterà tanti poveri, italiani e stranieri, a vivere con dignità la loro esistenza”. “Anche il Gruppo Bruno è contento di aver potuto dare il proprio contributo alla realizzazione di questo progetto, che aiuterà persone del territorio in cui operiamo commercialmente da ottant’anni” dichiara la Signora Provvidenza Bruno, Presidente della Società. “Abbiamo sin da ora il desiderio e la disponibilità di estendere il progetto negli altri nostri ventitre punti vendita presenti in Sicilia e Calabria”.
“Il Centro Commerciale Katanè è lieto di collaborare attivamente mettendo a disposizione del progetto un’area dedicata all’interno della propria galleria per la buona riuscita di questa lodevole iniziativa benefica” afferma Rocco Ramondino, Responsabile Centro Commerciale Katanè.
Come parte dell’iniziativa – e per supportare in maniera ancora più consistente l’attività di Caritas Catania – LG ha donato all’associazione una lavatrice 15kg, 2 asciugatrici e 8 frigoriferi.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Un ferragosto di solidarietà per chi resta a Milano, l’iniziativa dei City Angels

- # # # #

Condividere un ferragosto di solidarietà con i profughi e i senzatetto: questo l’invito che i City Angels rivolgono ai milanesi che resteranno in città. Sabato 15 agosto, infatti, i City Angels organizzano un pranzo speciale per i profughi che quotidianamente ospitano nella scuola Media “Manzoni” di Piazza XXV Aprile 8, dall’altra parte della strada rispetto ad Eataly.
 Al pranzo di solidarietà saranno presenti, e serviranno a tavola, il Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e gli assessori Pierfrancesco Majorino, Marco Granelli e Pierfrancesco Maran.
 
 
“I nostri ospiti profughi e senzatetto ci hanno chiesto di vivere un Ferragosto speciale, e li vogliamo accontentare” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels.


Alle ore 12.00 di Ferragosto, nel salone della scuola “Manzoni”, circa 200 persone, tra profughi e clochard, mangeranno i piatti vegani offerti dal ristorante Govinda e da Coop Lombardia, e le granite di Viel. Il tutto allietato da musica sia eritrea (la maggior parte dei migranti ospiti sono eritrei), sia italiana.

I milanesi che vorranno partecipare, servendo a tavola con la pettorina dei City Angels, possono dare la loro adesione scrivendo a info@cityangels.it.

“C’è una ingiustificata paura nei confronti dei profughi, ci teniamo che i cittadini li conoscano da vicino, guardandoli negli occhi; e ci teniamo che siano presenti anche clochard italiani ospiti dei nostri centri d’accoglienza, perché non facciamo differenze tra etnie e nazionalità: aiutiamo tutti allo stesso modo” sottolinea Furlan. I City Angels chiedono a chi parteciperà di portare un pensierino per gli ultimi: almeno una bottiglia d’acqua, oppure biancheria intima da uomo, o prodotti per l’igiene, o cibo a lunga conservazione. “Sono cose che ci servono quotidianamente, e non ne abbiamo mai abbastanza” dice Furlan.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Giocare per un futuro migliore, successo per la campagna solidale di Imaginarium

- # # #

Ottimi risultati per la campagna solidale “Giocare per un futuro migliore” promossa da Imaginarium e L’Albero della Vita. A essere coinvolti dal progetto tutti i punti vendita Imaginarium dove era possibile acquistare uno speciale braccialetto solidale, disponibile in due misure, adulto e bambino.
In otto mesi, grazie alla buona visibilità della campagna ottenuta sui media e sui social network dei due partner coinvolti – individuabile dall’hashtag #GiocarePerUnFuturoMigliore – sono stati venduti 9.500 braccialetti.
Boom di vendite anche per la limited edition del KicoNico Red, pupazzo simbolo di Imaginarium. Quasi 500 sono stati i pezzi acquistati negli store Imaginarium, destinando così 5€ del prezzo di listino direttamente alle attività de L’Albero della Vita.

“E’ stato bello vedere come il lavoro di accoglienza e sostegno ai minori a rischio d’esclusione sociale, verso i quali ci impegniamo ogni giorno per restituire un futuro migliore nelle nostre case, ha incontrato in questa campagna la sensibilità di tanti nuovi amici” – dichiara Ivano Abbruzzi, Vice Presidente della Cooperativa Sociale L’Albero della Vita. “Una sensibilità che genera frutti concreti per i più piccoli accolti nella comunità ZeroSei: l’educazione, la socializzazione, il gioco, la ricerca di una nuova famiglia, fattori chiave per superare traumi e deprivazioni, ritrovare serenità e costruire nuovi progetti di vita”.
“Siamo davvero grati della generosità dei nostri clienti e di tutti coloro che hanno voluto contribuire alla campagna “Giocare per un futuro migliore” – dichiara Nicoletta Catozzella, Retail Manager Italia di Imaginarium -. “Aver aiutato i bambini più bisognosi, contribuendo al loro diritto di crescere serenamente, anche attraverso il gioco, è per noi di Imaginarium l’obiettivo più bello mai raggiunto”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Samsung presenta “Gli occhi della speranza – Impressioni da Haiti”, del fotografo Alessio Ursida

- # # # # # #

Samsung e Alessio Ursida portano in mostra la realtà di Haiti attraverso immagini che raccontano volti, luoghi ed emozioni di una terra ancora speranzosa dopo il terremoto del 2010. Un viaggio unico che svela attraverso gli obiettivi della Samsung NX1 un’esperienza alla scoperta di una situazione umanitaria al limite, dove i bambini sanno ancora sorridere e sperare nel proprio futuro.

Lo Spazio Espositivo VISIVA ospita in via esclusiva la mostra di Ursida dal 10 al 28 giugno (Via Assisi 117, Roma).

Alessio Ursida, giovanissimo talento, si è distinto durante il programma Scattastorie NX Generation, il primo format televisivo dedicato al mondo della fotografia ideato da Samsung Electronics e YAM112003, che lo ha poi curato e prodotto per Discovery Italia, e andato in onda lo scorso autunno su Real Time. Il vincitore di Scattastorie NX Generation si è aggiudicato un meraviglioso premio, ovvero l’opportunità di partire insieme a Stefano Guindani, famoso fotografo di eventi, moda e celebrities, per un viaggio alla scoperta di Haiti per svelare, attraverso la fotografia, quanto svolto quotidianamente da N.P.H. – Nuestros Pequenos Hermanos (organizzazione umanitaria internazionale rappresentata in Italia dalla Fondazione Francesca Rava) nell’aiutare i bambini che vivono una condizione di povertà e disagio.

“Il viaggio ad Haiti è stato per me un punto di partenza, un nuovo inizio, dove ho vissuto la vera essenza dell’essere in un paese del quarto mondo dove miseria e morte si uniscono alla più alta espressione dei sentimenti e della speranza, andando al di là di ogni parola e giudizio. Documentare questo mondo, dove i bambini giocano su cumuli di detriti, le donne trasportano cibo su strade non asfaltate, la vita di tutti i giorni si svolge tra container trasformati in negozi e bancarelle di merce riciclata, ha lasciato in me una crepa, la coscienza di una differenza incolmabile, che dalle mie foto vorrei trasferire a tutti coloro che visiteranno la mostra e che potranno avere maggior consapevolezza della realtà di questa popolazione” spiega Alessio Ursida.

Samsung, in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava, ha offerto ad Alessio Ursida il viaggio fotografico ad Haiti per poter coltivare le proprie passioni, vivendo un’esperienza esclusiva insieme ad una tecnologia che lo ha accompagnato nell’espressione del proprio potenziale. Ursida, spinto dalla bellezza dell’isola, ha deciso di scattare per la prima volta a colori dopo un approccio alla fotografia da sempre in bianco e nero; le caratteristiche della Samsung NX1 gli hanno consentito di farlo in maniera eccellente e di documentare un’isola fatta di tonalità e luci dall’intensità mai sperimentate prima. Un’innovazione che si mette al servizio delle persone per cogliere appieno l’essenza delle esperienze e dei momenti che restano nell’anima.

La mostra “Gli Occhi della Speranza – Impressioni da Haiti” è accessibile a tutti in modo gratuito presso lo Spazio Espositivo VISIVA dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 19:00, sabato e domenica su appuntamento e continuerà il suo viaggio attraverso l’Italia fino ad arrivare al Samsung District di Milano.

articoli correlati

AZIENDE

Bambini malati di tumore, un sms per la raccolta fondi lanciata Fondazione Umberto Veronesi

- # # # # #

Garantire ai bambini malati di tumore le cure più efficaci, per aumentare la probabilità di successo delle terapie e migliorare la loro qualità della vita. Questo lo scopo della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale al 45595 lanciata da Fondazione Umberto Veronesi fino al 23 febbraio 2015. L’iniziativa rientra nel progetto Gold for Kids, promosso dalla Fondazione per sostenere le cure mediche nell’oncologia pediatrica e per promuovere l’informazione e divulgazione scientifica in questo ambito.

Ogni anno in Italia si ammalano di cancro circa 1.600 bambini (fino a 14 anni) e 1.000 adolescenti (fra 15 e 19 anni). I tumori maligni in età pediatrica sono un evento relativamente raro, ma che ha un grande impatto sui pazienti e le loro famiglie. Il 70% dei tumori infantili guarisce (con percentuali che arrivano all’80-90% nel caso di leucemie e linfomi), ma le neoplasie rappresentano comunque la prima causa di morte per malattia nei bambini.
Per essere curati al meglio, i piccoli pazienti devono essere arruolati in un protocollo di cura, che garantiscono elevati standard internazionali e le migliori terapie disponibili rispetto alle cure non strutturate. I protocolli però hanno costi aggiuntivi quasi sempre a carico dei centri di cura che spesso non hanno i fondi necessari per attivarli.
I fondi raccolti grazie a questa campagna della Fondazione Umberto Veronesi serviranno proprio per contribuire a finanziare questi protocolli di cura, che permetteranno ai bambini di usufruire delle terapie migliori per ogni forma di tumore.
Nel nostro paese, infatti, l’oncologia pediatrica sta vivendo un periodo di grandi difficoltà a causa di un decreto ministeriale del 2009, deliberato per adeguarsi a una Direttiva Europea, che ha aumentato i costi di avviamento dei protocolli di cura, rendendoli difficilmente accessibili se a carico delle sole strutture ospedaliere. Le conseguenze sono state irrilevanti per gli studi clinici nell’adulto (i cui costi vengono prevalentemente coperti dalle case farmaceutiche), ma sono invece drammatiche nell’oncologia pediatrica, i cui costi devono essere affrontati interamente dagli ospedali.
Nello specifico, la raccolta fondi con SMS solidale promossa dalla Fondazione Umberto Veronesi ha l’obiettivo di coprire i costi del protocollo EuroNet PHL-C2, uno studio internazionale sul linfoma di Hodgkin di bambini e adolescenti, coordinato dal Centro Regionale Oncologico di Aviano (PN), per curare 500 pazienti in 5 anni. Il linfoma è un tumore che si origina nel sistema linfatico, cioè quel sistema di cellule e tessuti che hanno il compito di difendere l’organismo dai patogeni esterni e dalle cellule anomale e di garantire la circolazione dei fluidi nell’organismo. Dal momento che il tessuto linfatico è presente come una rete in tutto l’organismo, il linfoma di Hodgkin si può sviluppare in diversi organi, anche se molto spesso prende origine dai linfonodi di collo, torace e braccia.

articoli correlati

NUMBER

Blogmeter, Top Social Campaigns: a dicembre trionfa la solidarietà di Telethon

- # # # # #

Sarà stato per il periodo natalizio o per la forza del proprio hashtag, fatto sta che la campagna #OgniGiorno di Telethon Italia, come rilevato dall’Osservatorio Top Social Campaigns di Blogmeter, ha sbaragliato la concorrenza durante il mese di dicembre, riuscendo a generare oltre 17.400 tweet pubblicati da 6.600 autori unici che hanno generato un potenziale di 35,2 milioni di unique impressions. Pensata per il 25° anniversario della maratona televisiva, quest’anno andata in onda tra l’8 e il 14 dicembre, la campagna su Twitter ha fatto parte di una più ampia campagna di raccolta fondi, promossa durante la maratona tv e riproposta sui social. Gli italiani hanno partecipato con entusiasmo, sia offline, donando oltre 31 milioni di euro da destinare alla ricerca, sia online, portando la campagna #OgniGiorno in cima alla classifica di dicembre.

Al secondo posto tra le migliori 10 campagne su Twitter, la campagna #VediamoPositivo, con cui Generali Italia ha invitato gli italiani a rivolgere lo sguardo alle bellezze del Paese. All’invito hanno risposto oltre 4.700 autori unici, generando in un giorno un picco di 1.400 messaggi, mentre la campagna ne ha totalizzati un totale di 11.900. Anche in questo caso, la partecipazione del profilo promotore ha giovato alla campagna, infatti buona parte dei messaggi sono stati retweet di contenuti da esso pubblicati, portandolo di conseguenza ad essere il secondo profilo più retwittato di tutto il panel, con 1.500 RT ottenuti. Al terzo posto l’hashtag #ProgrammixNatale, l’iniziativa di @SkyOnline per promuovere l’applicazione Sky Online Magic App, portata avanti con un tocco di ironia dall’account ufficiale che, in base ai programmi dichiarati dagli utenti, suggeriva loro film o serie.  A seguire, l’hashtag #UnLibroèUnLibro, la campagna promossa dall’Associazione Editori Italiani che ha raggiunto l’obiettivo: dal 1 gennaio l’Iva sugli e-book sarà al 4% come quella dei libri cartacei. Al quinto posto invece troviamo le partite giocate e commentate con l’hashtag #TIMStadium, iniziativa di TIM_Official per promuovere il campionato di calcio di Serie A,  che anche questo mese ha ottenuto un buon risultato anche grazie alla commentatissima partita #MilanNapoli del 14 dicembre.
Oltre a @TelethonItalia e @vediamopositivo, che sono stati gli autori più retwittati in assoluto, in terza posizione per viralità dei contenuti pubblicati troviamo l’account @Iddio, che ha contribuito a ben tre campagne: #VediamoPositivo, #PortoConMe e #TIMStadium. Tra i tweet più virali ne emergono due legati alle campagne #ImpresaStraordinaria e #AlwaysAcMilan, rispettivamente in 7° e in 6° posizione della Top Ten, con circa 2.500 tweet a testa, con uno scarto minimo tra l’una e l’altra. Il tweet più condiviso in assoluto, con 792 RT, è del cantante Mika, che annuncia l’uscita del suo nuovo singolo i cui diritti andranno all’UNICEF, promotore della campagna #ImpresaStraordinaria, che ha come testimonial d’eccezione la prima donna italiana ad essere stata scelta dall’ESA per andare nello spazio: Samantha Cristoforetti. È invece Riccardo Montolivo a pubblicare il secondo tweet più condiviso: una foto insieme alla moglie e la figlia che indossano la maglia del Milan, accompagnato dall’hashtag #AlwaysAcMilan, la campagna lanciata lo scorso 6 ottobre dalla squadra rossonera in collaborazione con Adidas in cui si invitano gli utenti a condividere le proprie foto con la maglia per celebrare il 115° anniversario del club. Per chiudere la Top Ten segnaliamo l’ottavo posto dell’hashtag #STOPEbola, lanciato da Medici Senza Frontiere per una raccolta fondi finalizzata a poter inviare aiuti nei paesi colpiti dall’Ebola e già presente nella classifica Top Social Campaigns di novembre, e il decimo posto dell’hashtag #MilioniDiPassioni, di @Tim_Official, anch’essa già presente tra le top social campaigns di marzo e aprile.

articoli correlati

AZIENDE

La tecnologia al servizio della comunità: nasce Famezero, app per donare cibo ai bisognosi

- # # # # #

Passmakers, brand della software-house Velamic, mette la propria tecnologia a servizio della comunità sviluppando Famezero, un’app compatibile con sistemi operativi iOS e in seguito Android, nata per ridurre lo spreco di cibo e aiutare le persone più bisognose.
Specializzata nella creazione di strumenti di marketing basati su sistemi di comunicazione via mobile, Passmakers ha intrapreso una collaborazione con Monsignor Francisco Frojan della Segreteria di Stato della Santa Sede e con l’ambasciata del Belize in Italia, creando un’applicazione tecnologicamente avanzata che permette di sfruttare i dispositivi mobili per migliorare la gestione degli sprechi alimentari sul territorio.  L’idea è semplice: dare a tutti la possibilità di condividere il surplus di cibo con i più bisognosi, tutti i giorni e senza doversi recare presso i centri di raccolta. Per realizzarla, uno strumento entrato ormai nella quotidianità di ogni utente: un’applicazione per smartphone, dall’evocativo nome Famezero.
L’applicazione verrà lanciata l’8 dicembre a Roma, nel giorno in cui si ricorda l’Immacolata Concezione.
Scopo dell’app è mettere in contatto i singoli cittadini e le aziende (donatori) con incaricati (angeli) che si occuperanno di raccogliere il cibo messo a disposizione e portarlo ai centri di raccolta (mense o associazioni di volontariato). Scaricando l’app sul proprio dispositivo e registrandosi anche tramite i propri profili social, sarà quindi possibile visualizzare i centri di raccolta sulla mappa interattiva e inviare segnalazioni in tempo reale.  L’angelo più vicino riceverà tale comunicazione e procederà al ritiro del cibo.
La vera innovazione, che sarà possibile grazie agli avanzati sistemi creati da Passmakers che sfruttano la geolocalizzazione, il cibo verrà tracciato in modo che il donatore possa sapere se e quando la donazione sarà andata a buon fine, in real time. La tecnologia di Passmakers consentirà inoltre la totale trasparenza, certificando tramite un voucher digitale il ruolo e l’identità di ciascun angelo e donatore, garantendo (se richiesto) l’anonimato dei donatori e classificando i soggetti coinvolti in un sistema di ranking: laddove angeli o donatori non si dimostrino all’altezza del ruolo, verranno infatti segnalati con un punteggio negativo e bloccati dal sistema.
Sviluppata all’insegna della semplicità di utilizzo, l’app Famezero intende mettere tutti in contatto in tempo reale tramite un sistema di notifiche push che vanno incontro alle esigenze di utenti sempre in movimento.
“Nell’era digitale in cui smartphone e tablet sono diventati il principale mezzo di comunicazione e informazione, abbiamo ritenuto importante sfruttare le tecnologie all’avanguardia di cui disponiamo per sensibilizzare le persone su un tema come la fame, che spesso coinvolge da vicino anche chi vive nella moderna società occidentale”, spiega Gianluca Orsini, Responsabile Settore Tecnico e Socio di Passmakers. “L’app Famezero consente, in 3 semplici click, di entrare in contatto e contribuire attivamente alla community della solidarietà con uno strumento intuitivo e alla portata di tutti. Siamo fiduciosi che questo progetto possa dare risultati molto positivi, rappresentando un’importante svolta nel modo di approcciare le necessità dei più bisognosi”, conclude Orsini.

articoli correlati

AZIENDE

È on line Wineforgood, l’e-commerce di vino italiano che sostiene progetti umanitari

- # # # # #

Promosso dall’impresa sociale Ekuò dei Missionari Giuseppini del Murialdo, Wineforgood si ispira al motto “fare il bene e farlo bene” vuole offrire ai consumatori un buon prodotto/servizio e un valore sociale superiore di rispetto e condivisione, insito nella cultura del vino stesso.

L’obiettivo di Ekuò è quello di associare alla solidarietà un modus operandi imprenditoriale in grado di generare autosostentamento economico e sviluppo nel medio e lungo termine, realizzando attività come botteghe, bar, ristoranti, cinema, catering e travelling e oltretutto inserendo nel proprio organico anche persone più bisognose.

“Autogenerare risorse economiche da indirizzare a progetti umanitari dando lavoro anche ai giovani è la sfida che l’impresa sociale Ekuò sta affrontando”, spiega Alessandro Pellizzari, direttore di Ekuò. “A mio avviso Wineforgood.com rappresenta una straordinaria occasione per tutti di acquistare bene facendo del bene! Quindi invitiamo i consumatori a bere sempre più responsabilmente, condividendo con gli altri e soprattutto nella giusta misura”.

Il portale vuole dare un contributo concreto a favore di iniziative solidali in Italia e all’estero donando il 5% del valore degli acquisti in vino a sostegno di iniziative benefiche.

Gli utenti direttamente sul sito www.wineforgood.com potranno decidere quale progetto finanziare tra: Aggiungi un Posto a Tavola, a sostentamento dell’attività ricreativa, educativa ed alimentare dei minori e delle loro famiglie che vivono in povertà a Medellin in Colombia, oppure sostenere il progetto Borsa Lavoro We Wanna Work che favorisce l’inserimento e l’integrazione lavorativa in Italia dei giovani indigenti al fine di aiutarli a crescere con dignità.

Per il 2014 le aziende partner di Wineforgood.com si impegnano a donare 50.000 euro per l’avvio dei progetti, mentre per Ekuò l’impegno è quello di mantenere i costi di gestione degli stessi entro un limite del 10%.

I vini proposti da www.wineforgood.com sono prevalentemente in bottiglie più ecologiche e leggere, che conservano tutti i pregi del vetro quali compattezza, trasparenza e inerzia, migliorando da una parte l’efficienza dei costi di produzione e dall’altra riducendo notevolmente le emissioni di CO₂.

Queste bottiglie in vetro alleggerito, grazie anche al loro minor costo, hanno permesso alle aziende produttrici partner di Wineforgood.com di contribuire negli ultimi quattro anni alla realizzazione di 31 pozzi di acqua potabile in Sierra Leone, dove si stima che oltre 30 milioni di litri d’acqua annui vengano garantiti alle popolazioni locali per i prossimi 30 anni.

articoli correlati

AZIENDE

L’Associazione Trenta Ore per la Vita e Hi! Roma Ancora insieme per una nobile causa

- # # # # #

Ancora insieme l’Associazione Trenta Ore per la Vita (Onlus no profit impegnata a sostenere le organizzazioni di volontariato in Italia e nel mondo) e Hi! Roma, questa volta con una campagna a sostegno dei bambini e degli adolescenti malati di tumore che sono costretti a curarsi lontano da casa.
La creatività, sviluppata su stampa, radio e sui principali social network, nasce da un simbolo immediatamente riconoscibile. Un cartello blu con l’“H” di ospedale. Sul muro, vicino al cartello, qualcuno ha aggiunto con una bomboletta una scritta: ome. Letta insieme al cartello forma la parola home, casa. È la richiesta silenziosa di tutti i piccoli malati di tumore. Esprime il bisogno di sentire sempre vicini i propri familiari e il desiderio di ritrovare il calore della loro cameretta anche in una camera d’ospedale.
La campagna è stata realizzata dal copywriter Roberto Raffone e dall’art director Carlo Barbanera con la direzione creativa di Erminio Perocco. Lo scatto è stato realizzato dal fotografo Andrea Boccalini.
Da domenica 30 marzo a domenica 20 aprile è possibile sostenere la campagna con un SMS o con una chiamata da rete fissa al numero solidale 45508.

articoli correlati

AGENZIE

Oknoplast partner di “TUTTI INSIEME PER IL SIC” allo stadio Tardini, tra sport e solidarietà

- # # # # #

Solidarietà e sport protagonisti durante questo fine settimana allo Stadio Tardini di Parma: Oknoplast, sponsor di ben tre squadre di calcio della nostra massima serie calcistica, ha infatti partecipato all’evento TUTTI INSIEME CON IL SIC in cui la Nazionale Cantanti, insieme agli “Amici del Sic”,  è scesa in campo con l’obiettivo di raccogliere fondi per la realizzazione, nella città natale di Marco Simoncelli, di un centro diurno per persone disabili,  un progetto che è sempre stato nel cuore del Campione Romagnolo.
Tanti i personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo presenti in entrambe le squadre, da Valentino Rossi (capitano della squadra degli “Amici del Sic) con Marco Materazzi, Loris Capirossi, Hernan Crespo, a Paolo Belli (capitano della Nazionale Cantanti) con Neri Marcorè, Enrico Ruggeri, Gene Gnocchi, Antonio Mirante e tanti altri.
A poco più di due anni da quella tragica mattina, il ricordo del Sic, con il suo inconfondibile numero 58 e i riccioli d’oro sotto il casco, è ancora vivido in tutti i fans tanto da raccogliere ben 11.240 spettatori entusiasti allo Stadio Tardini di Parma.
Entrata nel mondo del calcio di serie A con la sponsorizzazione dell’F.C. Internazionale – in  qualità di Top Sponsor – dal dicembre 2011, OKNOPLAST – leader nel settore delle finestre di design in PVC e presente in ben dieci mercati europei – è sponsor anche della tedesca Borussia Dortmund e Sponsor Principale dell’Olympique Lyonnais. “Non potevamo pertanto mancare” afferma il Presidente Mikolaj Placek “di fronte ad una occasione che unisce sport, spettacolo ma soprattutto solidarietà”.

articoli correlati