NUMBER

Viple: Nasce una nuova idea di tv per smartphone

- # # #

Viple, la prima Social TV!

Arriva Viple la prima Social TV che crea numerosi canali tematici utilizzando i migliori video postati dalle social stars su Facebook, Instagram e Twitter. Qualunque sia la sua passione, su Viple Tv l’utente trova i migliori video in grado di esaltarla.

A breve verranno inoltre lanciati canali temporanei dedicati ai principali eventi nel mondo: festival musicali e cinematografici, eventi di moda, fiere, ecc..
Il claim e la promessa dell’applicazione è di fornire ogni giorno agli utenti i migliori contenuti delle social stars: “Your passions, The Best content”.

Il target di riferimento sono i giovani tra i 16 ed i 25 anni, sempre connessi, forti fruitori dei social, amanti degli eventi unici.

“Il modello di business di Viple si basa sulle passioni degli utenti. Il nostro target di riferimento sono per lo più giovani tra i 16 ed i 25 anni ormai molto attenti a riconoscere i contenuti puramente pubblicitari. Per questo su Viple verranno inseriti video pubblicitari nei diversi canali tematici in modo naturale, senza disturbare la fruizione del contenuto e massimizzando l’attenzione dell’utente”, ha commentato Luca Seminerio, CEO di Viple.

Una applicazione italiana che si pone l’obiettivo di conquistare utenti in tutto il mondo. Viple è infatti stata selezionata insieme ad altre tre startup italiane dalla Italian Trade Agency per presenziare allo Stand Italia al South By Southwest (SXSW), uno dei principali festival americani di interactive media, musica e cinema, appena tenutosi ad Austin in Texas.

 

articoli correlati

NUMBER

La “Social TV” ad Agosto: 6 milioni di autori e 22,5 milioni di interazioni

- # # # #

social content

Nielsen ha diffuso oggi per la prima volta i dati di Social Content Ratings, la nuova soluzione, attiva in Italia da agosto, per la misurazione della Social TV che include le interazioni su Facebook e Twitter relative a tutti i programmi televisivi mandati in onda sulle principali emittenti italiane. Nel mese di agosto Nielsen ha rilevato 6 milioni di autori unici sui due social network e un totale complessivo di 22,5 milioni di interazioni tra contenuti originali (post e tweet) e attività di engagement (commenti, condivisioni, like, retweet, citazioni, ecc).

A partire da oggi e ogni lunedì, inoltre, Nielsen pubblicherà sui propri profili ufficiali Twitter Italia (@NielsenItaly) e Facebook (@Nielsen) la top5 settimanale dei programmi televisivi più social tra quelli di prima e seconda serata, ordinati in base al numero complessivo di interazioni registrate nel nostro pease su Facebook e Twitter relative ai programmi in onda.

Questa prima Nielsen Social Top5, che copre il periodo dal 5 all’11 settembre, vede  spiccare il concerto di Laura Pausini, le prime puntate di Squadra Antimafia e di un Medico in Famiglia, la finale di Miss Italia e il concerto dei Modà. Complessivamente nel corso della settimana sono state registrate 4,3 milioni di interazioni sui programmi andati in onda, con picchi superiori a 700.000 autori unici in un giorno.

“Con Social Content Rating”, spiega Luca Bordin, general Manager media Sales&Solutions di Nielsen, “diamo a tutti i player della media industry italiana la possibilità di valutare come la fruizione televisiva venga vissuta dagli utenti sulle diverse piattaforme social e di cogliere di conseguenza le opportunità di engagement offerte dalla continua espansione della Social TV in Italia”.

Per quanto riguarda il mese di agosto, caratterizzato dalle Olimpiadi di Rio, il 7 agosto è risultato il giorno con il volume più alto di attività sulle due piattaforme con 900.000 autori unici che hanno effettuato 1,6 milioni di interazioni, grazie ai primi ori conquistati dagli atleti azzurri.

“In queste prime settimane uno degli elementi più interessanti che abbiamo rilevato”, ha aggiunto Bordin, “è stato il profilo demografico degli utenti di Facebook che varia molto considerando i diversi generi e programmi. Per esempio, durante i Giochi Olimpici il 55% degli utenti attivi erano donne e oltre 3 utenti su 4 avevano meno di 44 anni. Un profilo molto diverso rispetto a quanto riscontrato nel caso di altri importanti eventi sportivi andati in onda ad agosto, come la Champion’s League o le prime giornate del campionato di calcio”.

Social Content Ratings recepisce le direttive sulla misurazione delle piattaforme Social definite dal Media Rating Council (MRC), suddividendo l’attività Social tra Original Content, ovvero post e tweet, ed Engagement, ovvero interazioni quali commenti e retweet. Social Content Ratings fornisce inoltre lo spaccato per sesso ed età degli autori di Facebook. Unique Audience e Impression su Facebook saranno rilasciate successivamente e andranno a quantificare il numero di utenti esposti all’attività Social legata ai programmi TV e le visualizzazione complessive, anche in questo caso con dettaglio per episodio, programma ed emittente.

La misurazione offre al mercato dati aggregati e anonimi – nel pieno rispetto della privacy –  che includono sia i post e le interazioni sulle pagine pubbliche di Facebook, sia quelli condivisi solo con gli amici. Soltanto le conversazioni che avvengono su Facebook Messenger non sono incluse nella misurazione.

articoli correlati

NUMBER

Nielsen misura la Social TV con il nuovo “Social Content Ratings”

- # # #

social ratings

Nielsen ha lanciato oggi Social Content Ratings, il primo servizio in grado di misurare in modo standardizzato e omogeneo il fenomeno della Social TV su Facebook e Twitter, mentre Instagram entrerà in rilevazione nei prossimi mesi. Il servizio si basa sull’impianto metodologico di rilevazione della Social TV che Nielsen ha sviluppato negli ultimi anni a partire dall’iniziale accordo con Twitter per la soluzione Nielsen Twitter TV Ratings, già disponibile in USA, Italia, Australia e Messico.

Con l’avvento di Social Content Ratings sono ora disponibili dati aggregati e anonimi delle conversazioni relative ai programmi TV che si svolgono su Facebook, oltre alle metriche rilevate sulla piattaforma Twitter. Questi nuovi dati comprendono i post e le interazioni sulle pagine pubbliche di Facebook e quelli condivisi solo con gli amici, il tutto nel pieno rispetto della privacy. Soltanto le conversazioni che avvengono su Facebook Messenger non saranno incluse nella misurazione.

“I social media rivestono un ruolo sempre più centrale nel modo in cui il pubblico vive l’esperienza televisiva e di conseguenza cresce la loro rilevanza per broadcaster, agenzie e advertiser”, spiega Luca Bordin, General Manager Media Sales and Solutions di Nielsen Italia, aggiungendo: “È quindi fondamentale che il mercato possa contare su dati ‘terza parte’ in grado di rappresentare il fenomeno in modo completo e trasparente per supportare lo sviluppo di questa opportunità di comunicazione ed engagement. Social Content Ratings nasce proprio con questo obiettivo ed è molto positivo che l’Italia sia tra i primi mercati nei quali Nielsen ha lanciato una soluzione così innovativa”.

Social Content Ratings recepisce le direttive sulla misurazione delle piattaforme Social definite dal Media Rating Council (MRC), suddividendo l’attività Social tra Original Content, ovvero post e tweet, ed Engagement, ovvero interazioni quali commenti e retweet. Social Content Ratings fornisce inoltre lo spaccato per genere ed età degli autori di Facebook. Unique Audience ed Impression su Facebook saranno rilasciate successivamente e andranno a quantificare il numero di utenti esposti alla attività Social legata ai programmi TV e le visualizzazione complessive, anche in questo caso con dettaglio per episodio, programma ed emittente.

articoli correlati

MEDIA

“Social tv – Metodologie e metriche di analisi”, online l’ebook di Matteo G. P. Flora

- # # # #

Le analisi della Social TV fatte da soggetti differenti non danno mai gli stessi risultati. Il fenomeno della social tv è davvero misurabile? Matteo G.P Flora, fondatore di The Fool, la Digital Reputation Company, con il suo “Social TV – Metodologie e metriche di analisi” fornisce le risposte nel suo nuovo e-book, scaricabile gratuitamente online (qui il link), e apre uno spazio di riflessione su un tema complesso e variegato come quello della Social TV.

Uno studio dettagliato che illustra le modalità con cui vengono raccolti i dati, da che fonti provengono e come vengono analizzati. Non solo, nella seconda parte del libro offre un quadro riassuntivo delle metriche usate per misurare i fenomeni della Social TV.

“Social TV” vuole offrire spunti di riflessione e di discussione sullo stato dell’arte del settore: non si tratta tanto di un compendio di “best practice” quanto invece di un catalogo delle problematiche e delle soluzioni che negli anni Matteo Flora e The Fool hanno adottato e definito per cercare di dare al mercato i migliori dati possibili.
Nel libro vengono affrontati tutti i temi e punti cruciali per chi vuole trattare la Social TV:

articoli correlati

MOBILE

Nasce “Amici Real Time”, la app dedicata alla scuola di “Amici di Maria De Filippi”

- # # # # # #

Aveva già fatto della social Tv il suo punto di forza; tuttavia oggi la strategia digitale di “Amici di Maria De Filippi” si compone di un nuovo tassello, ovvero la nuova applicazione “Amici Real Time”.
Grazie alla nuova app, disponibile per iOs e Android, per l’utente sarà come vedere la puntata di Amici in mezzo al pubblico. Chi è il tuo cantante preferito? Quale ballerino si merita il serale? Quale insegnante è il più severo? Ogni giorno una domanda a cui poter rispondere, esprimendo una preferenza sui protagonisti della scuola con un riscontro immediato attravertso output grafici e sonori (applausi di sostegno e fischi di disapprovazione). Il gradimento sarà visualizzato, in tempo reale in TV, in specifici momenti delle puntate in onda dal lunedì al venerdì alle 13:50 su Real Time.

Inoltre attraverso la app si potrà accedere a tutte le puntate di “Amici di Maria De Filippi” e rivederle quando e dove si vuole direttamente dallo smartphone, seguire i tweet di tutti i fan di #Amici14 e scrivere i propri, che potranno apparire in TV durante la puntata.

Su Facebook, invece, ogni giorno sarà possibile interagire live attraverso i post dedicati alla trasmissione sulla fanpage ufficiale del canale (pagina che conta oggi circa 1.900.000 fan). Anche sul sito www.realtimetv.it sarà possibile trovare tutti gli episodi dopo la messa in onda, le foto e le biografie degli insegnanti, le immagini dei momenti salienti di ogni puntata e la classifica aggiornata con il gradimento quotidiano del pubblico.

articoli correlati

AGENZIE

Social Television: nasce la prima Associazione dedicata alla Social TV

- # # #

La creatività di un gruppo di giovani, professionisti e appassionati di tv, web e social media dà vita a un progetto nuovo e unico in Italia. L’associazione Social Television si pone l’obiettivo di diventare punto di riferimento per promuovere il confronto sugli aspetti innovativi, commerciali ed evolutivi della TV nel nostro Paese con un occhio di riguardo verso Social TV, Second Screen, Transmedia, Connected TV, TV Everywhere, Mobile Commerce e OTT.

“La TV è all’inizio di una profonda ridefinizione delle sue logiche”, dichiara David Ghirardello, Presidente dell’associazione, “le modalità di fruizione e i bisogni degli spettatori sono cambiati e con essi anche parte del sistema produttivo. La Social TV è diventata mainstream e ogni programma televisivo non può più prescindere da una strategia digitale che integri un’esperienza web, mobile e su social media”.

La rapida evoluzione del settore obbliga gli operatori a un aggiornamento continuo per poter sviluppare progetti e strategie proiettate nel futuro. Al fine di realizzare tutto ciò, l’associazione Social Television si pone come osservatorio e trasversale luogo di confronto, aperto a tutti gli stakeholder nazionali e internazionali appartenenti all’industria della televisione, dei media e della pubblicità. Persone fisiche, enti o aziende e operatori dei settori coinvolti. Un villaggio globale che riunisca e rappresenti tutti coloro che si occupano di gestire e sviluppare contenuti, prodotti e servizi connessi all’ecosistema della Social TV.

La mancanza di un ente super partes ha convinto gli ideatori di Social Television a farsi promotori di questo ambizioso progetto, consapevoli della sua complessità ma guidati dalla volontà di mettere in circolo competenze e idee per creare partecipazione e interazione a livello internazionale.

Sito di riferimento dell’associazione sarà socialtelevision.it, luogo dedicato alla divulgazione e condivisione di informazioni sul tema. L’attività sarà arricchita da convegni, seminari, corsi di formazione professionale, tavole rotonde e meetup. Parteciperanno agli appuntamenti operatori del settore e professionisti che di volta in volta affronteranno le tematiche da differenti prospettive, approfondendone implicazioni, criticità e potenzialità.

Il primo incontro è fissato per giugno e tratterà di Second Screen, monetizzazione e opportunità per editori e agenzie media; il successivo affronterà invece il tema della Social TV dal punto di vista dello storytelling e della costruzione di format tv nativamente transmediali.

“L’attuale offerta di Second Screen App, le future modalità di engagement del pubblico attivo, la necessità di individuare KPI condivisi e il crescente spostamento di budget pubblicitari destinati a iniziative multi-piattaforma, che trovano nella convergenza tra Web e TV un modo nuovo ed efficace di ottimizzare e rendere misurabili i propri investimenti, sono solo alcuni degli argomenti che l’associazione Social Television si prefigge di affrontare con i relativi player del settore”, conclude Ghirardello.

articoli correlati

NUMBER

Xister racconta in anteprima il film “Fratelli Unici” sul social diary di Facebook

- # # # # # # # #

Frame, immagini rubate dal set, videomessaggi e foto del cast al lavoro. Luca Argentero, Raoul Bova, Carolina Crescentini e Miriam Leone si mettono a nudo per questa operazione pensata dall’agenzia creativa xister e nata sui social, che racconta in anteprima il film “Fratelli unici” in uscita il prossimo autunno.

Nel diario confluiscono tutte le immagini della pagina Facebook di “Fratelli unici”, i video dal canale YouTube di 01 Distribution, i tweet e le foto pubblicati dai membri del cast sui propri profili Twitter e Instagram. Ogni giorno, immagini inedite e clip dal backstage raccontano la vita intensa di un set cinematografico fatto di tanti contrattempi, colpi di scena, piccole gag, “papere” e anche momenti di meritato riposo.

Il film è prodotto da Lux Vide con Rai Cinema, e distribuito da 01 Distribution.

Fratelli Unici sui social:
Social Diary: https://apps.facebook.com/fratelli-unici/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/fratelliunici/
Profilo Instagram: http://instagram.com/fratelliunici#

articoli correlati

MEDIA

MEC e Social Tv: nuovo strumento di social analytics su GRP e engagement

- # # # # #

La televisione vestita di social sempre più sotto i riflettori, vista la recente attenzione dell’ultima edizione dello Iab Forum, o la classifica dei trend più importanti del 2013 stilata dal MIT di Boston, che ha visto questo fenomeno al terzo posto. Proprio verso questa nuova idea di televisione si è rivolta l’attenzione di MEC nello sviluppare il primo strumento integrato di Social TV Analytics che permette di confrontare su un unico ‘cruscotto’ performance di audience classica e KPI di Social Analytics (su FB e Twitter).
Questo nuovo strumento permetterà, infatti, di analizzare le relazioni che esistono tra audience TV e audience Social, verificare il gradimento delle trasmissioni tramite analisi qualitativa del mood nel tempo, in funzione della curva di audience, e identificare le trasmissioni più social in linea con il proprio target come potenziali piattaforme per sviluppo di branded content; ultimo punto, ma probabilmente il più importante, sarà il rivedere la modalità di TV Planning per favorire, in funzione degli obiettivi dei clienti, una modalità di planning TV che privilegi il fattore E dell’engagement, che sostituirà a tutti gli effetti l’affinità che fino ad oggi tutti i planner utilizzano per la pianificazione televisiva.
E, come tiene a sottolineare Julian Prat, Chief Strategy Officer di MEC, utilizzare i social network mentre si guarda  un programma non è motivo di distrazione. “In MEC, anzi, crediamo si tratti di una nuova abitudine  che offre grandi vantaggi commerciali per advertiser e broadcaster e rappresenti  un’ottima risorsa per gli inserzionisti”. E tuttavia, a causa di questo nuovo fenomeno, occorrerà ripensare la pianificazione per la televisione. “E’ necessario rivedere la modalità attuale di TV Planning, e i marketer dovranno cominciare a guardare oltre il GRP’s così come lo conosciamo oggi,  per cogliere ciò che i Social Network aggiungono alla TV, cioè l’Engagement ”, conclude Julian Prat. “In MEC stiamo ragionando da tempo su questo fenomeno e su quali siano le implicazioni che dovremo tenere in considerazione nel TV Planning del futuro, e il primo passo è quello di Ampliare gli input di analisi. Per questo, dopo un intenso lavoro di R&D con Blogmeter, MEC ha messo a punto il primo strumento integrato di Social TV Analytics che permette di confrontare su un unico ‘cruscotto’ performance di audience classica e KPI di Social Analytics (su FB e Twitter)”.

articoli correlati

MEDIA

X-Factor e Servizio Pubblico guidano la classifica settimanale della social tv

- # # # # #

Sono X Factor e Servizio Pubblico a guidare la classifica Top Social TV Programs di Blogmeter relativa alla settimana dell’11-17 novembre. Il talent di Sky e il magazine di approfondimento di Michele Santoro hanno generato il maggior volume di conversazioni su Twitter.  Il quarto live di X Factor ha totalizzato, durante la puntata di giovedì 14 novembre, numeri record: 90.100 tweet, provenienti da 18.500 autori unici per un totale di 15.5 milioni di unique impressions.

 

Servizio Pubblico, invece, ha generato, durante la messa in onda, 14.300 tweet, provenienti da 4.100 autori unici, per un totale di 3.6 milioni di unique impressions.

Dando uno sguardo dall’alto alla classifica stilata da Blogmeter, troviamo quattro talk politici, quattro programmi di intrattenimento e due games show. Alla piattaforma Sky appartiene X Factor, come detto, il programma più social in assoluto della settimana. Su La7 troviamo il secondo programma più twittato, Servizio Pubblico, ma anche altri due talk politici come Piazza Pulita e La Gabbia, rispettivamente al sesto e al nono posto in classifica. La Rai dal canto suo è il network che riesce a inserire più programmi all’interno della Top Social TV Programs di Blogmeter, dai due game show come Un minuto per vincere su RaiDue e Tale e quale show su RaiUno, rispettivamente al terzo e al decimo posto, al campione dell’intrattenimento leggero Che tempo che fa su RaiTre (quarto posto), al talk Ballarò (quinto posto) sempre sulla terza rete. Infine le reti Mediaset entrano nel ranking con il rotocalco Lucignolo e con il programma cult Le Iene, rispettivamente al settimo e ottavo posto.

articoli correlati

NUMBER

Social Tv: “Amici” di Maria De Filippi e MTV Italia guidano la classifica Blogmeter di giugno

- # # # # # # #

Nella classifica di giugno di Blogmeter è ancora il programma di Maria De Filippi a primeggiare per il tasso di engagement su Facebook facendo il pieno di likes, condivisioni e commenti dei fan. Su Twitter ottima la performance di Mtv Italia che registra la maggior crescita di numero di fan sul social in blu, mentre Sky Tg24 fa il pieno di nuovi follower.

 

Amici di Maria de Filippi mantiene la prima posizione in classifica malgrado la flessione del numero di interazioni rispetto a quelle registrate a maggio (da più di 1 milione di interazioni passa a 666mila). Secondo posto per tasso di engagement alle Iene di Italia 1  con 137mila interazioni, terzo posto a Mtv Italia con 131mila), seguita da Fox Life Italia (più di 84mila), Qvc Italia (73mila), Real Time (66mila) e Sky Sport F1 Hd (63mila). Come si può notare la fine di molti programmi significativi della stagione (come appunto Amici, The Voice of Italy o Le Iene) e l’inizio della programmazione estiva ha fatto salire nella classifica le pagine Facebook di molti canali televisivi, che continuano a rimanere attivi indipendentemente dalla programmazione. E questo accade anche nella classifica di engagement dei profili Twitter, le cui prime posizioni sono occupate rispettivamente da MTV Italia (31mila), RaiTv (24mila), Sky Sport (22mila), Tgcom24 (10mila) e RaiNews24 (10mila).

MTV Italia guadagna la prima posizione anche per la crescita del numero di fan su Facebook: grazie agli MTV Awards si è infatti aggiudicata in giugno 75 mila nuovi “likers”, seguita al secondo posto da DMAX Italia (58mila) e al terzo da Le Iene (33mila). Per quanto riguarda invece il rating che mostra l’incremento del numero di follower su Twitter il podio più alto va a Sky Tg24 (25.900), seguito da Sky Sport (25.161) e Le Iene (20.300).

Infine i post più coinvolgenti su Facebook e Twitter sottolineano ancora una volta il connubio tra musica e Social Tv: su Facebook il post che ha generato il maggior numero di interazioni (oltre 100mila) è stata la foto della vittoria di Moreno alla finale di Amici di Maria de Filippi, mentre su Twitter ha ottenuto il primo posto un aggiornamento di Mtv Italia dedicato alle fan degli One Direction nella serata degli MTV Awards.

articoli correlati