MEDIA

Anche Favij si allea con YouTube contro l’articolo 13 della norma europea sul copyright

- # # # #

favij

YouTube intensifica la propria offensiva contro l’articolo 13 della nuova normativa sul copyright dell’Unione Europea: dopo il post di qualche giorno fa dell’amministratrice delegata Susan Wojcicki sul blog ufficiale di Google, il colosso dello streaming arruola i creator di tutti i paesi europei, e quindi anche gli italiani, per avere man forte nella lotta.

Favij, il creator più popolare d’Italia, ha risposto all’invito di YouTube, pubblicando un video contro la nuova norma della UE. “Ho incontrato alcuni esponenti di YouTube. Questo allarme è stato lanciato da pochissimi protagonisti del web. L’articolo 13 propone di far ricadere sulle piattaforme online la responsabilità di controllare le violazioni del copyright per ogni contenuto caricato dai rispettivi utenti”, spiega

YouTube ha ribadito infatti che potrebbe essere costretta a bloccare milioni di video, nuovi ed esistenti, nell’Unione europea e potrebbe limitare drasticamente i contenuti che possono essere caricati sulla piattaforma in Europa. Rischio che non riguarda soltanto YouTube, ma tutte le grandi piattaforme online ( Facebook, Reddit, Snapchat e Instagram).

Con oltre 2,7 miliardi di visualizzazioni su YouTube, e unico creator in Italia ad aver quasi raggiunto i 5 milioni di iscritti sul proprio canale, Favij accusa i media tradizionali (la televisione in primis) per il silenzio sulla normativa e su quale rischio si stia correndo. “Perché non ne parla nessuno?”, continua il creator. “Il web è il più grande competitor dei media tradizionali. Se YouTube fosse fuori dai giochi, gioverebbe alla tv. Per quello non ne parlano. Vi chiedo di firmare la Petizione per preservare la libertà del web”.

L’articolo 13 andrebbe infatti a sfavore di tutti i creatori di contenuti Web e agevolerebbe i grandi detentori di copyright (Tv, Radio, Case discografiche etc.), e purtroppo allo stato attuale delle cose potrebbe modificare l’intero sistema e utilizzo di Internet come lo conosciamo oggi.

“C’è ancora tempo per cambiare le cose, visto che i legislatori stanno ancora scrivendo la versione finale della legge”, conclude Favij, brandendo l’hashtag: #SaveYourInternet.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Hic Mobile intensifica le attività pubblicitarie su Snapchat. Tra le novità i filtri sponsorizzati

- # # #

Hic Mobile

Dopo essersi aggiudicata pochi mesi fa l’opportunità di realizzare dall’Italia campagne mobile su Snapchat grazie ad una partnership con MakeMeReach, Hic Mobile amplia la gamma di opzioni di adversting sul social network preferito dagli under 25 grazie a nuove partnership commerciali.

La novità è rappresentata dai filtri, che possono essere applicati alle foto e alle storie (il format tipico di Snapchat), con presenza di cornici personalizzate, immagini, loghi o messaggi del cliente.

Secondo numerose ricerche, le festività rappresentano il momento migliore per utilizzare i social network, per cui la proposta di Hic Mobile arriva con perfetto tempismo, a breve distanza dal Natale.

Snapchat conta 2 milioni e mezzo di utilizzatori solo in Italia e circa 200 milioni nel mondo. 160 milioni di utenti usano la piattaforma tutti i giorni e il 55% dichiara di ricordare gli ads che non vengono percepiti come invasivi dal momento che sono facilmente skippabili.

“Dopo aver erogato con successo numerose campagne di mobile advertising su Snapchat, una delle piattaforme social più amate del momento, siamo felici di proporre al mercato un prodotto appena reso disponibile in Italia, i filtri sponsorizzati, che a nostro parere offrono enormi opportunità agli inserzionisti soprattutto nel periodo di festività che si sta avvicinando”, ha commentato Max Willinger, co-founder della società milanese insieme a Enrico Majer.

articoli correlati

MEDIA

Eurosport e Snap: accordo strategico su adv e contenuti per i Giochi Olimpici Invernali

- # # # # #

Eurosport - Snap

Eurosport, parte di Discovery Communications, e Snap, Inc. hanno annunciato oggi un accordo strategico che riguarda advertising e contenuti per i Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018. Grazie a questo accordo gli Snapchatter europei avranno accesso alle emozioni dei Giochi Olimpici attraverso diverse tipologie di contenuti realizzati in modo professionale sulla piattaforma Discover di Snap.

Questa collaborazione è la prima di portata europea e multilingua per Snap per la copertura delle Olimpiadi, e darà la possibilità a un numero sempre più ampio di brand di raggiungere le nuove generazioni di appassionati di sport grazie a un punto di vista sui Giochi Olimpici più fresco e dedicato al mobile. L’accordo includerà il dietro le quinte degli eventi olimpici quali sci, snowboard, freestyle e hockey su ghiaccio, così come contenuti rilevanti provenienti dagli atleti e dagli influencer più amati dai fan.

Questa partnership europea multilivello, prima nel suo genere, comprenderà sia le Our Stories – realizzate con gli Snap pubblicati dagli Snapchatter – sia le Publisher Stories – storie in formato magazine prodotte dai media – curate da Eurosport e dedicate ai Giochi Olimpici Invernali.

Catturando l’esperienza e le emozioni del più grande evento sportivo al mondo, le nuove Eurosport Publisher Stories porteranno gli Snapchatter nel cuore dell’azione, permettendo loro di creare, personalizzare (con grafiche, testi, animazioni e suoni) e condividere contenuti sulla piattaforma, attraverso una content experience immersiva. I team pubblicitari di Discovery in Europa saranno in grado di offrire ai brand la possibilità di raggiungere un pubblico più ampio, giovane e “digitale” grazie ai pacchetti Snap Ad.

“Siamo felici di poter trasmettere le emozioni e la passione dei Giochi Olimpici al pubblico giovane e dinamico di Snap, permettendo a Discovery di mantenere la promessa di portare i Giochi a più persone e su più schermi in Europa”, dichiara Michael Lang, President, International Development & Digital di Discovery International. “Questa partnership proporrà contenuti originali, attraverso lo storytelling innovativo e senza rivali di Discovery per i Giochi Olimpici, destinati a una delle piattaforme social più potenti e influenti al mondo.”

“Snapchat offre agli appassionati di sport un’opportunità unica per vivere i Giochi Olimpici ed entrare in contatto con le proprie squadre e i propri atleti preferiti. Discovery si è dimostrato un nostro grande partner finora, rivisitando la famosa Shark Week per renderla uno Show su Snapchat”, afferma Ben Schwerin, Vice President of Partnerships di Snap Inc.

Una media di 57 milioni di persone utilizza giornalmente Snapchat in Europa e gli utenti attivi nel mondo accedono a Snapchat più di 20 volte al giorno, creando oltre 3 miliardi di Snap ogni 24 ore. In media, uno Snapchatter passa oltre 30 minuti al giorno sull’app, dato che aumenta a 40 minuti per gli utenti under 25.

Le due società hanno annunciato, negli scorsi mesi, una partnership negli Usa che ha visto Discovery produrre alcuni show destinati agli utenti mobile, disponibili sulla piattaforma Discover di Snapchat.

articoli correlati

MEDIA

“Story”: arriva il nuovo formato mobile video di S4M, per una comunicazione più coinvolgente

- # # # #

story

Snapchat ha introdotto le Storie verso la fine del 2013, e da allora altri social media, come Instagram, hanno intrapreso questa strada. Le Storie hanno avuto da subito un grande successo e sono diventate un contenuto importante per gli utenti mobile di Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger.

Partendo da questa nuova tendenza, il team di grafici di S4M ha sviluppato un nuovo formato chiamato “Story”.
(visibile qui). Gli inserzionisti, con Story, possono deliverare contenuti pubblicitari utilizzando una formato già molto familiare agli utenti.

Questo formato mobile, in primo luogo, può integrare fino a 3 video che possono essere skippabili dall’utente con gli stessi gesti intuitivi di Snapchat o Instagram.
Gli inserzionisti, per rendere il formato più coinvolgente, possono personalizzare i video con emoticon, doodle e testi scritti a mano. Ora i brand possono utilizzare contenuti ancora più coinvolgenti, proponendo formati meno tradizionali per soddisfare la curiosità sempre crescente degli utenti.
I clienti di S4M possono pianificare questo formato a CPLP (cost per landing page) avendo la sicurezza di ricevere un report certificato dal Media Rating Council.

articoli correlati

MOBILE

Il mobile adv di Hic Mobile sbarca su Snapchat grazie alla partnership con MakeMeReach

- # # # # # #

Logo Hic Mobile

Hic Mobile si è aggiudicata l’opportunità di realizzare dall’Italia campagne mobile su Snapchat grazie a una partnership con MakeMeReach.

Anche in Italia ora è quindi possibile pianificare annunci pubblicitari sul social preferito dalle nuove generazioni, con oltre 200 milioni di utenti nel mondo – attivi per il 30% in Europa, per il 46% negli Stati Uniti e per il 20% nel resto del mondo. Le campagne su Snapchat potranno essere programmate sia in Italia, sia all’estero e potranno essere declinate con banner e/o video posizionati all’interno delle “storie”, format di successo tipico del social network. In media il 60% delle storie, oltre 500 milioni a livello mondiale, viene visualizzato con l’audio acceso. Qualche numero su Snapchat: il 63% degli user ha meno di 34 anni, si connette ogni giorno alla piattaforma in media per 30 minuti ed è molto ben disposto verso i messaggi pubblicitari, percepiti come non-intrusivi anche perché skippabili se non graditi.

“Hic Mobile sta crescendo a ritmi del 70% annuo grazie all’offerta di prodotti altamente tecnologici e innovativi”, commenta soddisfatto Max Willinger, co-founder della società milanese insieme a Enrico Majer. “Abbiamo afferrato al volo questa straordinaria opportunità e siamo contenti di essere i primi, e ad oggi gli unici in Italia, a realizzare campagne di mobile advertising su quella che è già stata definita dai media la piattaforma social più interessante del 2017”.

articoli correlati

AZIENDE

Una maratona di snap per vincere un soggiorno in ibis hotels: arriva su Snapchat la Sleepathon

- # # # # #

Una maratona di snap per vincere un soggiorno in ibis hotels: arriva su Snapchat la Sleepathon

I marchi ibis, ibis Styles e ibis budget proseguono nello sviluppo della propria comunicazione rivolta ai giovani. Dopo l’apertura dell’account Snapchat @ibishotels è in arrivo la campagna Sleepathon by ibis, un’eccentrica e innovativa operazione digital a colpi di snap creata in collaborazione con l’agenzia di comunicazione BETC, che partirà sabato 29 ottobre.

Proprio come una vera maratona, i Millennials dovranno affrontare una “sleepathon” lasciando tuttavia a casa le scarpe da corsa. Per partecipare occorre semplicemente farsi scattare una foto in una “sleeping position” ovvero in quelle posizioni che si assumono quando si dorme. Ma che cosa si intende esattamente per sleeping? Dopo le tendenze Planking, Pottering e Vadering che hanno invaso la rete in anni recenti, questa volta ibis lancia Sleeping. L’obiettivo è quello di fare uno snap di se stessi fingendo di essersi addormentati in luoghi inusuali.

Per partecipare alla competizione e completare la Sleepathon by ibis, i concorrenti dovranno:
-Postare ogni ora uno snap di se stessi in posizione “addormentata”;
-Aggiungere il filtro temporale di Snapchat;
-Inviare lo snap all’account Snapchat @ibishotels

La Sleepathon si svolgerà dalle 10 di mattina fino alle 22 di sera di sabato 29 ottobre totalizzando quindi un totale di 12 ore per 12 snap in posizione addormentata per ciascun partecipante. In palio ci saranno 12 notti negli ibis, ibis Styles e ibis budget di tutto il mondo. Per i ritardatari che perderanno la partenza della maratona ma vorranno comunque partecipare alla Sleepathon, ci saranno vari “sleep challenges” in momenti inaspettati durante il giorno che faranno recuperare a questi partecipanti il tempo perduto. Queste sfide verranno inviate tramite un messaggio privato agli account dei followers con suggerimenti sul tipo di foto che dovranno scattare con la possibilità di vincere ancora più premi.

Antoine Dubois, vice presidente senior di Comunicazione, pubblicità, Social & Media di AccorHotels ha raccontato: “da diversi anni ormai, i marchi economici the ibis, ibis Styles e ibis budget cercano di creare esperienze digitali innovative e dirompenti. Dopo Sleep Art, Ultimate Sleep e Capture ibis Styles, questa operazione mostra ancora una volta come i marchi della Famiglia ibis siano capaci di rinnovarsi ed entrare in contatto con i giovani aumentando la propria notorietà in questo pubblico. Per la prima volta, il sistema di comunicazione ora include SnapAds, il formato pubblicitario del tutto verticale disponibile su Discover Snapchat in Francia e Regno Unito”.

La Sleepathon by ibis sarà un evento internazionale che si terrà in diversi paesi europei (Francia, Regno Unito, Germania, Italia, Spagna, Portogallo, Polonia, Paesi Bassi, Belgio), in Africa e in Medio Oriente. Il team sta considerando la possibilità di organizzare l’evento anche in altri luoghi, in particolare Brasile e alcuni paesi asiatici.

articoli correlati

MEDIA

Con Teads i video landscape diventano verticali e a 360°

- # # # # # #

teads

Teads, ideatore della pubblicità video outstream e primo video advertising marketplace al mondo secondo la classifica di comScore, è lieta di annunciare oggi un’innovazione particolarmente rilevante per lo scenario dei video verticali, che permette agli advertiser di tutto il mondo di trasformare le creatività landscape in loro possesso in video verticali con effetto 360° e di distribuirle all’interno di contesti editoriali premium.

Teads permetterà infatti di modificare le creatività landscape pre-esistenti, affinché possano adattarsi a formati video verticali perfettamente compatibili con i sistemi operativi Android e iOS. Le creatività così “zoommate” saranno più larghe dello schermo del telefono, ma sarà possibile esplorarle nella loro interezza come accade con i video 360° (qui la demo). Questa nuova funzione è completamente gratuita per tutti i clienti Teads e sarà accessibile anche a tutti i premium publisher che utilizzano l’Ad server di Teads o la sua SSP.

Con la diffusione sempre più pervasiva di Snapchat, infatti,  i consumatori si sono abituati a fruire video verticali che si adattano in modo naturale alle dimensioni del loro smartphone. Questo ha aperto una nuova sfida per gli advertiser, poiché distribuire video verticali richiede uno sforzo aggiuntivo, in termini di denaro e di risorse, che consiste nel produrre creatività nuove, appositamente realizzate per gli schermi verticali.

“Teads affianca gli advertiser nelle sfide si trovano ad affrontare in un mondo che sta velocemente diventando mobile-first”, spiega Bertrand Quesada, CEO di Teads (nella foto). “Ci sforziamo, come abbiamo sempre fatto, di garantire che i nostri clienti siano sempre un passo avanti rispetto agli ultimi trend del mercato, mentre raggiungono le loro audience in ambienti premium con formati video innovativi. Siamo molto entusiasti di portare questo progresso all’interno dell’industry e di anticipare che avrà un effetto straordinario sulla capacità dei nostri clienti di raggiungere gli utenti sui loro dispositivi mobile”.

Infatti, secondo un recente studio commissionato da Teads, se comparato alle creatività TV riproposte su mobile, l’ad recall sui video verticali è 2.9 volte superiore e gli utenti esposti ad un video vertical sono il 39% più propensi ad avere un’opinione favorevole del brand che ha rilasciato l’annuncio pubblicitario.

 

articoli correlati

NUMBER

È boom di Snapchat e Instagram, ma il 26% degli utenti ignora i branded content. I dati Kantar TNS

- # # # # # # #

È boom di Snapchat e Instagram, ma il 26% degli utenti ignora i branded content. I dati Kantar TNS

Crescono sempre più i social network, ma il momento non è tutto rose e fiori: infatti ben il 26% degli utenti dichiara di ignorare i post sui social o i contenuti condivisi dalle marche. Lo scetticismo maggiore è stato riscontrato nei paesi scandinavi dove il 57% dei rispondenti, sia in Svezia che in Danimarca, aveva dichiarato di ignorare i branded content. All’estremità opposta della scala solo il 15% dei rispondenti in Arabia Saudita e il 19% in Brasile avevano dichiarato di non essere interessati a contenuti brandizzati, mentre la Cina, come l’Italia, si posizionano intorno alla media globale con il 24%.
La popolarità di Snapchat e Instagram è cresciuta negli ultimi due anni rispondendo alla richiesta di contenuti veri, personali, e istantanei, “in the moment” secondo lo studio dell’istituto globale di ricerca Kantar TNS svolto su 70.000 consumatori.

Quasi un quarto (23%) degli utilizzatori internet è ora su Snapchat, un grande salto rispetto al 12% di due anni fa. Situazione simile in Italia (con il 25% degli utenti internet ora attivi sulla piattaforma, verso un 15% vs 2015), mentre in America Latina assistiamo ad un balzo dal 12 (2014) al 38% (2016). Anche Instagram ha acquisito popolarità, con un livello di utilizzo globale che oggi è al 42% dal 24% del 2014 – In Italia, è sulla piattaforma il 51%, con una crescita di 15 punti percentuali negli ultimi due anni…

Leggi l’articolo completo su MyMarketing.Net!

articoli correlati

NUMBER

Oracle e Snapchat insieme per misurare l’incremento delle vendita in negozio

- # # # #

snapchat

Oracle e Snapchat hanno annunciato oggi una partnership volta a misurare l’incremento delle vendite in negozio derivante dalle campagne di marketing eseguite su Snapchat. Analizzando l’impatto delle campagne sulle vendite in-store, Oracle Data Cloud può così aiutare gli inserzionisti di beni di consumo confezionati (CPG) a quantificare e migliorare le attività di marketing su tale social.

Su l tema, Oracle Data Cloud ha inoltre reso nota una ricerca che analizza l’aumento delle vendite in-store a seguito di 12 campagne CPG lanciate su Snapchat per marchi leader nel settore cosmetico, della cura della persona, della pulizia, degli alimenti confezionati, e delle bevande. Tra le evidenza più significativa emerse dalla ricerca appare il fatto che il 92% delle campagne pubblicitarie su Snapchat prese in esame ha portato a un incremento positivo delle vendite in-store. Al contempo questa stesse campagne pubblicitarie hanno superato i parametri di Oracle Data Cloud in tutte le metriche fondamentali e questo è avvenuto grazie alla crescita delle vendite quale fattore trainante.

“Siamo lieti di lavorare con una delle piattaforme in più rapida crescita della storia per aiutare gli inserzionisti di Snapchat a conoscere e migliorare l’efficacia delle loro campagne”, ha commentato Eric Roza, Senior Vice President di Oracle Data Cloud. “Combinando i dati di vendita off-line con analisi innovative, siamo in grado di aiutare gli inserzionisti di Snapchat a ottimizzare il ritorno sugli investimenti e ottenere profitti più elevati.”

“Abbiamo ascoltato attentamente gli inserzionisti e siamo in grado di fornire loro i dati di cui hanno bisogno”, ha aggiunto Clement Xue, Global Head of Revenue Operations di Snapchat. “Questa ricerca dimostra che Snapchat è più efficace nel guidare le vendite per gli inserzionisti, e ora siamo lieti di offrire questa soluzione di misurazione”.

Oracle Data Cloud è la più ampia soluzione data-as-a-service a livello globale, con accesso a oltre 3 trilioni di dollari in dati sulle transazioni dei consumatori, 2 miliardi di profili di consumatori globali e oltre 1.500 dati di partner. Oracle Data Cloud integra questi dati con più di 200 grandi media company, inclusi editori, reti pubblicitarie, DSP, DMP e agenzie di trading

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Magnum Double libera “la belva” su Snapchat

- # # # # #

magnum double

Snapchat, con i suoi 10 miliardi di video visualizzati ogni giorno in tutto il mondo, da poco ha aperto anche ai brand senza intaccare la propria coolness, il tratto distintivo che l’ha reso così popolare soprattutto tra i giovani.
Magnum l’ha infatti scelto, anche per il suo essere il più innovativo dei social network, per una campagna inconsueta che invita gli utenti a lasciarsi andare a un piacere intenso ed estremo, così come a volte possono essere i nostri istinti.

Proprio seguendo questo invito, il 21 maggio – in esclusiva e per un solo giorno – grazie a Snapchat, gli utenti hanno liberato il loro lato nascosto trasformandosi in bestie feroci. Un’operazione su scala globale che ha permesso l’inserimento della Lens per tutti gli iscritti al social network.

L’ambassador del Magnum Double non poteva che essere la graffiante personalità di Selvaggia Lucarelli, opinionista e blogger di grande successo.
Un tour nei 5 capoluoghi italiani, a partire da Milano, Roma, Venezia, Napoli e Firenze, sarà l’occasione per celebrare la nuova linea Magnum Double che presenta il nuovo gusto Peanut Butter e l’amatissimo Double Chocolate attraverso il pay off Libera il tuo istinto, osa con Double.

Cinque date nei templi del piacere Magnum, per mettere a confronto cinque volti del cinema, della musica e della televisione come Nina Zilli, Carolina Crescentini, Tess Masazza, Lucia Ocone e Martina Colombari sottoponendole alla interviste affilate e taglienti di Selvaggia Lucarelli che ne farà conoscere i segreti e il lato più istintivo.

Tante le digital activities firmate xister – agenzia digital di Magnum Italia – tra cui il contest Osa con Double che, dal 20 maggio, sfida i consumatori a creare il miglior selfie con Magnum Double. Sarà sufficiente acquistare un Magnum Double in un bar rivenditore Algida e caricare un proprio selfie con il goloso gelato sul sito www.osacondouble.it per vincere l’irripetibile opportunità di diventare protagonisti di uno shooting fotografico realizzato dal famoso fotografo di moda Simone Falcetta. Info sul regolamento e premi sul sito. Il concorso scade il 28 giugno 2016.
L’intera campagna sarà shazammabile permettendo così l’accesso diretto ai contenuti creati ad hoc.

articoli correlati

AGENZIE

Il fantasmino bianco di Snapchat sceglie le metriche di Millward Brown Digital

- # # #

Nuova partnership per l’agenzia Millward Brown Digital che annuncia la collaborazione con Snapchat. Millward Brown Digital ha già misurato le prime sei campagne adv apparse su Snapchat per aiutare le aziende i proprietarie dei brand a comprendere l’efficacia di comunicare sulla piattaforma Snapchat.
Snapchat ha inoltre implementato due differenti formati publicitari valutando, grazie alla ricerca di Millward Brown Digital, la loro ricezione da parte di utenti e marketers. Il primo formato, Brand Story, è stato lanciato a ottobre 2014. Gli utenti Snapchat scelgono di guardare ogni Brand Story formata da 20 secondi di contenuto adv video e foto e distribuita insieme al contenuto organico del servizio Snapchat Story. A partire da novembre, le aziende hanno iniziato a sponsorizzare i contenuti di Snapchat Our Stories, raccolte di foto e video create da utenti che offrono una finestra con viste differenti all’interno di eventi geo-localizzati. Con l’introduzione di un semplice messaggio “brought to you by” e un contenuto branded di foto e video della durata di 5-10 secondi inserito nel flusso dei contenuti organici, i brand possono interagire con i consumatori fornendo un’esperienza di contextual marketing.

Tra i primi utenti del formato Brand Story troviamo campagne associate ad eventi limitati nel tempo come quelle realizzate per i weekend di uscita dei film NBC Universal “Ouija” e “Scemo e Più Scemo 2”, e il lancio del terzo capitolo del video game “Dragon Age” di Electronic Art. Tra gli sponsor del servizio Snapchat Our Stories troviamo Samsung collegato all’American Music Award, Macy’s all’interno dell’annuale Thanksgiving Day Parade organizzata dallo stesso retailer, e attività legate al Black Friday per Amazon e Hollister.

L’analisi realizzata da Millward Brown Digital ha evidenziato che le campagne sono state ricevute in modo positivo dagli utenti Snapchat: il 60% degli utenti esposti al formato Our Stories e il 44% di quelli esposti al formato Brand Stories hanno dichiarato di aver gradito la presenza del brand. Questi livelli di receptivity positiva sono tre volte superiori alla media di altri formati più tradizionali; secondo lo studio AdReaction 2014 realizzato da Millward Brown in oltre 30 paesi, solo il 17% dei consumatori americani si dichiarano “molto o abbastanza favorevoli” alle forme di comunicazione pubblicitaria veicolate sui loro smartphone o tablet.

La ricerca ha dimostrato che le prime sei campagne hanno avuto un impatto positivo sulle metriche di marca come Adv Awareness e Brand Favourability.
Analizzando la relazione tra esposizione alla campagna ed attività offline, gli utenti esposti alla attività in formato Brand Stories per il video game Dragon Age sono risultati il 7% più propensi ad acquistare il gioco: risultato che pone la campagna nel quartile più elevato del database di attività simili. Millward Brown Digital ha misurato inoltre l’impatto del formato Brand Stories sugli spettatori nelle sale del primo weekend di uscita dei film “Ouija” e “Scemo e Più Scemo 2” di NBC Universal, rilevando che le campagne hanno portato un incremento del 13% di affluenza tra gli esposti all’attività.

“La piattaforma Snapchat è stata una componente fondamentale della strategia di marketing che abbiamo sviluppato per questi film” afferma Doug Neil, EVP, Digital Marketing di NBC Universal. “Trattandosi di una nuova piattaforma, necessitavamo di comprenderne la forza nel generare notorietà e call-to-action. La partnership tra Millward Brown Digital e Snapchat ci ha permesso di ottenere importanti insights su come possiamo rendere le nostre campagne video mobile più impattanti per i consumatori.”

Parlando dell’esperienza con il formato Our Stories legata alla Thanksgiving Day Parade, Jennifer Kasper, group vice president digital media and multicultural marketing per Macy’s ha detto che “Macy’s è entusiasta di essere tra le prime aziende ad utilizzare i formati pubblicitari offerti da Snapchat. Questi formati adv full-screen e mobile-only offrono una esperienza nuova e fresca assicurando la totale attenzione dell’audience. In queste prime esperienze, i nostri contenuti divertenti e memorabili hanno generato un forte engagement.”

“Le persone di marketing vogliono sapere se riescono ad associare un contenuto rilevante e coinvolgente con la giusta audience, e ottenere un risultato reale grazie i propri investimenti di comunicazione,” ha affermato Stephen DiMarco, presidente di Millward Brown Digital. “Siamo contentissimi di questa partnership con Snapchat per la misurazione dell’impatto delle campagne di comunicazione su questa piattaforma e di poter quindi aiutare le aziende a massimizzare il valore dei propri investimenti di marketing.”

articoli correlati