NUMBER

Audiweb: a settembre online il 70.5% della popolazione italiana dai due anni in su

- # # # # #

Audiweb rende disponibile il nastro di pianificazione, Audiweb Database, con i dati della fruizione di internet (total digital audience) del mese di settembre 2018.
Prodotti con la nuova metodologia Audiweb 2.0, i nuovi dati dell’Audiweb Database, sono stati distribuiti alle software house e consultabili dagli operatori iscritti al servizio tramite i tool di analisi e pianificazione.

La total digital audience nel mese di settembre 2018 ha raggiunto 42,7 milioni di utenti unici collegati da almeno uno dei device rilevati tra computer, smartphone e tablet. In questo mese di rilevazione, l’online in Italia ha interessato – in sintesi – complessivamente il 70,5% della popolazione dai 2 anni in su e, per quanto riguarda la fruizione in mobilità, ha visto coinvolto il 75,1% della popolazione maggiorenne (18-74 anni), pari a 34,1 milioni di persone collegate da smartphone.

Nel giorno medio hanno navigato almeno una volta dai device rilevati 33,5 milioni di utenti dai 2 anni in su, per quasi 3 ore in media per persona.
Per quanto riguarda il device d’accesso nel giorno medio, nel giorno medio a settembre risulta che hanno navigato 11,7 milioni di utenti da computer (il 19,4% della popolazione di 2+ anni), 5,4 milioni di persone da tablet e/o 27,7 milioni da smartphone (rispettivamente l’11,8% e il 60,9% della popolazione maggiorenne).

I segmenti più coinvolti nella fruizione quotidiana dell’online risultano: il segmento più ampio dei giovani tra i 18 e i 34 anni, con l’82,4% dei casi online nel giorno medio da almeno uno dei device rilevati e circa il 74% di questa parte della popolazione che ha navigato da smartphone; il segmento della fascia più matura dei 45-54enni, online nell’81,7% dei casi, con il 71,7% online almeno una volta anche o solo da smartphone; la fascia dei 35-44enni online nel 78,2% dei casi da uno dei device rilevati e, più in dettaglio, nel 65,9% dei casi online da smartphone, che si lascia superare dall’area più matura della Generazione X (45-54enni).

I dati di sintesi dell’audience online nel giorno medio e degli editori iscritti al servizio sono disponibili sul sito Audiweb per tutti gli utenti registrati.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Prima di ogni cosa”: al via la campagna Samsung con Fedez

- # # # # # #

samsung a9

Samsung Italia annuncia l’arrivo della nuova campagna ADV a sostegno della recente ed innovativa gamma di smartphone Samsung Galaxy A, che comprende Galaxy A9, lo smartphone pensato per la generazione Z, dotato di quattro fotocamere posteriori per esplorare, immortalare ogni momento e condividerlo istantaneamente.

La campagna, che – come annunciato –  vede protagonista l’artista Fedez, ha preso il via ieri in TV, Radio, Digital ed affissione nelle maggiori città italiane. La pianificazione copre le principali reti Tv in chiaro tra canali Mediaset, Rai e La7, attorno ai programmi di riferimento per il target, e le reti satellitari .

La creatività della campagna rivela come gli smartphone Galaxy A7 e A9 siano i device perfetti per veicolare gli attimi più importanti della nostra vita sui social; infatti, lo spot racconta momenti tratti dalla vita di Fedez con una narrativa intima ed emozionale che ritrae alcune delle ‘prime volte’ dell’artista sulle note del suo ultimo singolo “Prima di ogni cosa.

Il video inizia con le inquadrature di un giovanissimo Federico alle prese con le prime partite al campetto di basket, poi nella sua cameretta davanti al monitor per le sue prime dirette Youtube, nella stanza del figlio Leone e al suo primo stadio.

Grazie ai nuovi smartphone della serie Galaxy A e al loro avanzato comparto fotografico, composto rispettivamente da 3 fotocamere per A7 e da 4 fotocamere per A9, il cantante è in grado di realizzare una serie di scatti, sfruttando tra gli altri anche l’obiettivo grandangolare, per documentare in prima persona un viaggio dal passato al presente. Un viaggio che pone l’accento sul superamento dei propri confini, che vuole spronare gli utenti ad andare oltre i consueti limiti che abbiamo imparato a conoscere, a vivere la vita come un’avventura con la A maiuscola.

Credits
Agenzia creativa: Cheil
CDP: Filmmaster
Regista: Alan Masferrer
Centro Media: Starcom

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Huawei P20 e P20 Pro, al via la campagna per il “nuovo rinascimento nella fotografia”

- # # #

huawei

È on air la nuova campagna integrata Huawei, dedicata ai nuovi device P20 e P20 Pro; quest’ultimo è il primo telefono al mondo con una tripla fotocamera realizzata in partnership con Leica. I nuovi smartphone regalano agli utenti anche meno esperti un’esperienza fotografica professionale grazie all’intelligenza artificiale. La campagna, in particolare, presenta in maniera emozionale le principali caratteristiche di Huawei P20 Pro: lo zoom ibrido 5x per scatti sempre nitidi anche a grande distanza, Super Low Light Performance per scatti perfetti in ogni condizione di luce e il riconoscimento dei soggetti grazie all’AI.

“Un Nuovo Rinascimento nella Fotografia” è il claim scelto per la campagna di comunicazione integrata, che prevede diversi strumenti a supporto, tra cui affissioni nelle principali città Italiane, iniziative digital e stampa, oltre ad uno spot TV firmato da FCB Inferno, il product placement e un progetto di media integration nel noto programma Rai, The Voice of Italy. La campagna televisiva, a cura di Wavemaker, è pianificata sulle principali emittenti nazionali e prevede, anche, una serie di attività sul territorio mirate alla product experience.

Il nuovo progetto di comunicazione integrata dimostra come i nuovi flagship, ed in particolare il nuovo Huawei P20 Pro, siano lo strumento perfetto per realizzare scatti professionali senza il supporto di accessori e set. Il soggetto dello scatto è il protagonista, davanti solo alla tripla fotocamera. Un vero sogno che diventa realtà per tutti gli appassionati di fotografia, anche quelli meno esperti, che potranno esprimere in modo semplice ed immediato la propria creatività attraverso le caratteristiche dei nuovi device della famiglia P20.

“La campagna è un inno al rinascimento nella fotografia, agli scatti perfetti in qualsiasi condizione di luce ed è un invito ad andare oltre anche nella vita quotidiana, superando i propri limiti e le barriere precostituite e le convenzioni. Rinascimento, quindi, inteso come l’attitudine e la capacità di vivere un’evoluzione interiore. La nuova serie P contribuirà a rendere possibili i sogni delle persone e a trasferire in uno scatto le proprie passioni” afferma Lindoro Ettore Patriarca, Marketing Director Huawei CBG Italia.

Credits
Agency: FCB Inferno
DIRECTOR: Anders Jedenfors
Creative Director:  Martin McAllister
Senior Copywriter:  Austin Hamilton
Senior Art Director:  Jessica Giles
Managing Partner: Hollie Loxley
Production company: Believe Media
Executive Producer: Mark O’Sullivan
PRODUCER: Harvey Ascott
Senior Agency TV Producer: Alison Cooper
Audio Producer: Anna Pollard
VFX Company: Unit
Audio: Unit
Colour/ Grade:  Unit
Editorial: Stephen Dunne @ The Whitehouse
Adattamenti Italiani: Cayenne
Pianificazione: Wavemaker

Music:
Musica Publishing,
Song: “Undeniable Ft. Richie Sosa”
Writers: Omar West Forbes (SOCAN) and Stephen Noel Kozmeniuk (SOCAN)
Publishers: Omar West Forbes (SOCAN) and Stephen Noel Kozmeniuk (SOCAN)
Performer: Donnie Daydream

articoli correlati

NUMBER

Rallenta il mercato delle app, cresce l’mcommerce: lo State of Mobile 2017 di Flurry

- # # #

Christina Lundari, Oath. Mercato app 2017

Il 2017 è stato il primo anno in cui si è visto il rallentamento del mercato delle applicazioni. Se infatti, fino allo scorso, il segmento aveva visto una crescita imponente e costante, ora solo le categorie più robuste riescono a consolidare la propria posizione sul mercato, mentre le meno solide hanno faticato non poco a trovare una certa stabilità. A dirlo è lo studio State of Mobile pubblicato grazie agli insight di Flurry, piattaforma di mobile analytics, oggi parte dell’offerta di Oath. Nell’ultimo anno, Flurry ha esteso la sua presenza fino a monitorare più di un milione di app su 2,6 miliardi di smartphone in tutto il mondo.

Rispetto al 2016, in cui l’utilizzo delle app è cresciuto dell’11%, nel 2017 Flurry rileva un aumento delle attività connesse alle app solo del 6%. Mentre la crescita rallenta, cambia anche il comportamento degli utenti: trascorriamo più di cinque ore al giorno sullo smartphone ma questo tempo, invece di aumentare con l’installazione di nuove applicazioni, viene ripartito tra vecchie e nuove. I consumatori si stanno abituando sempre di più a fare acquisti dal loro smartphone e questo è confermato dal 54% di crescita della categoria Shopping. Tendenza che viene sostenuta da servizi come Apple Pay e Samsung Pay, che consentono un accesso diretto alle informazioni di pagamento memorizzate sui dispositivi.

Musica, media e intrattenimento sono al secondo posto con una crescita annuale del 43%, confermando il trend che vede il mobile come strumento fondamentale per la fruizione dei contenuti. La categoria Lifestyle ha registrato il calo più marcato con un -40% nel 2017. La diminuzione del Lifestyle, considerata come una categoria onnicomprensiva sia da Google Play sia da App Store, mette in evidenza l’importanza di sviluppare app che forniscano una valida ragione di utilizzo su base quotidiana, al fine di mantenere o aumentare la crescita anno su anno. La sezione Gaming, invece, ha vissuto un altro anno di calo nelle sessioni con un -15%. A giugno 2017, però, Flurry ha fotografato comunque un andamento positivo con l’audience dei gamer sempre più disposti ad investire tempo e denaro nei giochi per cellulare rispetto al passato.

“Comprendere il modello di adozione dei device è fondamentale sia per gli sviluppatori di app sia per le aziende, in virtù del diverso utilizzo che si fa delle diverse categorie di dispositivi” dicono Chris Klotzbach, Flurry Director e Lali Kesiraju, Flurry Marketing e Analytics Manager. Il 2017 ha dimostrato che la crescita dei phablet, che rappresentano già il 55% dei dispositivi attivi, non mostra segni di rallentamento. Chi usava telefoni di medie dimensioni, infatti, sembra che stia optando per i phablet, e la ricerca stima che il 9% della crescita di questo mercato derivi proprio dalla dismissione di cellulari di medie dimensioni”.

Sebbene il sistema operativo Android rappresenti i due terzi del mercato nel 2017, Apple è il produttore di telefoni con la più ampia quota di mercato (34%) fra gli smartphone attivi. Samsung ha mantenuto la propria quota tra il 2016 e il 2017 con il 28% e probabilmente tornerà a crescere nel 2018 grazie al lancio del nuovo S9. I produttori cinesi Huawei, Xiaomi e OPPO completano le prime cinque posizioni e stanno lentamente ampliando la loro marketshare, grazie a una maggiore penetrazione in Asia e nei mercati europei.

Apparentemente la crescita dell’utilizzo delle app potrebbe essere in stallo, ma non è mai stato così evidente che le app mobile e gli smartphone abbiano consolidato i loro ruoli nella vita dei consumatori. Mentre gli utenti, i marketer e l’industria tecnologica guardano al futuro, gli sviluppatori hanno un pubblico estremamente ricettivo e la piattaforma perfetta per coinvolgerli. Flurry comunque sarà presente per aiutare l’evoluzione del mercato dell app anche nel 2018.

“Questa ricerca ci offre un’ulteriore conferma del fatto che il mobile sia imprescindibile per instaurare un dialogo efficace con i consumatori. Oath vuole mettere a disposizione di clienti e consumatori, in tutto il mondo, le migliori esperienze su mobile offrendo contenuti premium in ambienti brand-safe, dati mobile affidabili basati su interessi, comportamenti, luoghi e acquisti effettuati, così come tecnologie per l’advertising create appositamente per i dispositivi mobili” afferma Christina Lundari, General Manager Oath Italia. “Oggi le persone si aspettano di più dalla pubblicità e siamo pronti a offrire nuovi formati per una piacevole esperienza che non interrompa la navigazione, e che possa sfruttare anche tecnologie native dei dispositivi mobili come formati 360, AI e molto altro”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Wiko, on air la nuova campagna OOH e radio per il lancio del nuovo smartphone VIEW

- # # # #

Wiko VIEW

Wiko dà il via alla campagna di comunicazione “Vedi di più”, realizzata in occasione dell’arrivo negli store della famiglia VIEW, la nuova gamma di smartphone con display widescreen in formato 18:9. La campagna “Vedi di più”, concept diretto e semplice sviluppato dal team del brand, mira ad attirare l’attenzione sulle caratteristiche distintive della nuova famiglia VIEW, con un duplice significato: da una parte, la visione allargata rispetto ai display tradizionali, dall’altra la possibilità di catturare immagini più ampie con la doppia selfie camera con grandangolo a 120° (disponibile solo nella versione Prime). Ma non solo: proponendo il primo 18:9 sotto 200€, Wiko (di recente sbarcato anche a Milano) vuole rinnovare ancora una volta la sua promessa di rendere le ultime tendenze tecnologiche accessibili a tutti.

La campagna, attiva fino a metà novembre su tutto il territorio nazionale, si pone l’obiettivo di incrementare la brand awareness di Wiko e di massimizzare la visibilità dei suoi prodotti in aree strategiche, costruendo una copertura che bilanci frequenza e impatto visivo. La campagna OOH si sviluppa sui circuiti di Clearchannel nelle città di Milano, Roma e Torino, in 40 stazioni ferroviarie della Lombardia e di Roma, Aosta, Trento e Bolzano coperte attraverso la rete di Exomedia, infine in 14 aeroporti nazionali, le stazioni della metropolitana di Milano e Roma e nel circuito bus meneghino grazie ai formati video di Telesia. Fino al 18 novembre, i messaggi della campagna “Vedi di più” saranno veicolati infatti in diversi formati: maxi affissioni, pensiline, medi formati retroilluminati e poster distribuiti capillarmente sulle principali vie d’ingresso e uscita delle città, oltre che nei più importanti punti d’interesse e sui mezzi di trasporto più frequentati.

Ma soprattutto, Wiko lancia la sua nuova campagna anche in radio con Manzoni, on air dal 7 novembre su Radio Deejay, Radio Italia e m2o con dei testimonial d’eccezione: il Trio Medusa. Il celebre trio romano, in onda tutte le mattine dalle 7 alle 9 su Radio Deejay con l’apprezzatissimo programma Chiamate Roma Triuno Triuno, ha sviluppato direttamente l’idea creativa e darà quindi anche voce al nuovo spot Wiko da 30”, per raccontare in modo irriverente ed ironico l’esperienza selfie della nuova gamma VIEW. I nuovi smartphone del brand francese saranno inoltre citati all’interno del programma Everyday, condotto da Albertino, iconica voce dell’emittente.
“Siamo davvero orgogliosi di annunciare ufficialmente la campagna “Vedi di più”” commenta Petra Ventura, Marketing & Communication Director Wiko Southern Europe. “Con lo stile semplice e fresco che contraddistingue Wiko, lanciamo la famiglia di smartphone VIEW, focalizzando l’attenzione sui due benefici distintivi: il nuovo formato del display e il potenziamento della fotocamera anteriore, concepito per tutti gli amanti del selfie. Parliamo ai teenager, ai quali comunichiamo sui mezzi di trasporto mentre vanno a scuola, ma anche ai loro genitori, magari nel tragitto verso il lavoro, attraverso la campagna radio e la copertura outdoor delle principali direttrici urbane”.

articoli correlati

AGENZIE

Ninetynine si aggiudica digital marketing e consulenza creativa di Motorola

- # # #

Motorola e Ninetynine

“Possibilità illimitate” per il nuovo Moto Z2 Play con Moto Mods. È questo il nuovo claim che Motorola ha scelto per il suo rilancio in Italia; Ninetynine è stata scelta dal brand per la definizione e la gestione del piano di digital marketing e per la consulenza sui contenuti creativi.

“La sfida è importante. Il marchio Motorola, brand storico, iconico e sinonimo di stile, gode ancora oggi di un’elevata awareness pari all’84%, risultato dell’importante successo ottenuto negli anni passati grazie ai suoi prodotti di telefonia noti in tutto il mondo. Più di recente però, complice anche un mercato in continua evoluzione come questo, il brand ha perso terreno e non risultava più tra i marchi maggiormente citati in maniera spontanea dai consumatori. Serviva dunque pensare a un’azione molto tattica su diversi canali per riattivare la consumer base e riavvicinare il pubblico al mondo Motorola, che è tornata e lo ha fatto con un prodotto all’avanguardia e dalle possibilità illimitate appunto. Il mix strategico di strumenti di marketing, sia mainstream che fortemente mirati, che abbiamo sviluppato ad hoc per questa campagna, ci ha fatto capire di aver fatto le scelte giuste registrando fin da subito eccellenti risultati” afferma Simone Mazzarelli, fondatore e CEO di Ninetynine.

In una prima fase, è stata attivata una piattaforma di Influencer Marketing che ha permesso al marchio di accrescere la sua visibilità sui canali social entrando in contatto diretto con l’utente finale attraverso retweet, commenti o condivisioni di video e foto. Il “popolo dei social network” sta rendendo il mondo digitale sempre più importante, per questa ragione è stato fondamentale coinvolgere la nuova realtà dei nanoinfluencer e permettere a Motorola di rivolgersi a questo nuovo universo social in continua crescita per ingaggiare un pubblico più esteso. Infatti, in soli tre mesi, sono stati raggiunti 10 milioni di utenti ed effettuate più di 122.000 azioni dai brand lover, che sono diventati quindi parte attiva della comunicazione del marchio.

A supporto di questa attività, è stata avviata una pianificazione di post sponsorizzati sui principali social network (YouTube, Instagram e Facebook), cui sono andate a integrarsi successivamente una domination adv sui più importanti publisher online con un mix di testate che ha compreso anche soluzioni di premium placement come Repubblica.it, LaStampa.it, Huffingtonpost.it. Con l’obiettivo di generare traffico in-store e aumentare le vendite offline, nell’ultimo mese è stata implementata una piattaforma di geomarketing che offre innovative possibilità di ingaggio tramite comunicazioni e call-to-action mirate e geolocalizzate. Questo strumento sfrutta tecnologie di ottimizzazione integrate con le API di Google, Facebook e decine di altri canali internazionali e sistemi di tracking intelligenti e permette di accelerare il confronto diretto tra utente e store. Motorola ha iniziato una prima fase di prova su 23 punti vendita per poi estendersi in tutta Italia per raggiungere l’obiettivo di 30.000 contatti in store su 50 punti vendita totali entro la fine dell’anno.

articoli correlati

NUMBER

I due terzi degli abitanti della Terra avranno uno smartphone nel 2018

- # #

zenith smatphone prigrammatic bonori

Secondo le previsioni pubblicate oggi nel Mobile Advertising Forecasts 2017 di Zenith, nel 2018 il 66% degli individui nei 52 paesi oggetto dell’indagine sarà proprietario di uno smartphone; dato in crescita rispetto al 63% del 2017 e al 58% del 2016. La rapida espansione dei possessori di smartphone, che ha trasformato il modo di comunicare con i consumatori, sta rallentando a livello worldwide, mentre raggiunge l’80/90% nei mercati più avanzati. Il numero di possessori di smartphone aumenterà del 7% nel 2018, contro il 10% di crescita nel 2017, il 14% nel 2016 e il 21% nel 2015.

I dispositivi mobili (compresi smartphone e tablet) sono oggi il mezzo principale per accedere a internet per la maggior parte degli utenti, e rappresenteranno il 73% del tempo impiegato in internet nel 2018, in crescita rispetto al 70% del 2017 e al 65% del 2016. La navigazione web tramite mobile è raddoppiata dal 2011, quando costituiva il 36% dell’intero traffico internet. Entro il 2019, ci aspettiamo che arrivi ad una quota del 76%. Diverso l’utilizzo di internet tramite mobile nei vari paesi. La Spagna è al top, con una previsione per quest’anno di una quota dell’81%, seguita dall’Italia (78%), dalla Cina e dagli Stati Uniti (entrambi al 77%), e dall’India (73%).

Come documentato negli Advertising Expenditure Forecasts trimestrali, per la prima volta quest’anno gli investimenti pubblicitari internet su mobile hanno superato l’importo speso per gli annunci su desktop. Prevediamo che il 53% del totale della comunicazione pubblicitaria sarà visualizzata sui dispositivi mobili nel 2017 e che tale percentuale raggiungerà il 59% nel 2018 e il 62% nel 2019, con un totale di 156 miliardi di dollari (il 26% del totale investimenti media).

“Dal momento che internet è oggi mobile, i brand hanno l’opportunità di utilizzarlo per comunicare ai consumatori durante i diversi momenti della giornata, quando fanno shopping, mentre socializzano, quando viaggiano o quando sono al lavoro”, commenta Vittorio Bonori, Global Brand President di Zenith (nella foto). “Raggiungendo i consumatori con messaggi personalizzati nelle diverse occasioni, i brand possono guidarli più efficacemente attraverso il consumer journey”IN Italia

In Italia gli abbonamenti mobile hanno raggiunto i 97 milioni nel 2016. 21 milioni di italiani si connettono quotidianamente a internet tramite dispositivi mobile; circa 27 milioni ogni mese. La mobile reach quotidiana è simile per uomini e donne (47,5% vs 48,1%), ma le donne trascorrono più tempo online via mobile rispetto alla controparte maschile (+30 minuti). La penetrazione mobile è più alta nei gruppi di età più giovane, tra i 18 e i 34 anni, raggiungendo circa l’80% su base mensile.

Nel 2017, il valore degli investimenti pubblicitari su mobile dovrebbe raggiungere 875 milioni di euro (+ 30% rispetto al 2016).
Il 70% dei formati utilizzati sui cellulari è composto da display advertising (video e social inclusi), seguito dalla search (27%). La crescita registrata nel 2017 è attribuibile agli OTT (in particolare Google e Facebook), che incidono più dell’80%.

In Italia, infine, le vendite al dettaglio tramite mobile hanno raggiunto i 3,3 miliardi di euro nel 2016 (+ 63% vs 2015), pari al 17% del valore totale delle vendite online in Italia. Il forte aumento è dovuto a siti che si concentrano sui modelli di business che si basano sull’acquisto immediato (come le vendite flash), e le iniziative adottate per offrire una customer experience semplice ed efficace.

Inoltre, l’evoluzione dei pagamenti digitali ha creato opportunità interessanti per gli smartphone: banche, operatori e produttori telefonici stanno investendo nel portfolio mobile e si stanno sviluppando sistemi di pagamento peer-to-peer, anche da messaggistica istantanea e da social network. Sempre più rivenditori alimentari offrono inoltre servizio di couponing da mobile.

Un’altra area di sviluppo è l’uso del mobile come canale di interazione con gli oggetti fisici (Internet of Things). Gli smartphone sono lo strumento principale che consente agli individui di interagire in tempo reale con i loro oggetti personali. Questo tipo di approccio richiede che le strategie mobili diventino parte integrante del processo di sviluppo del prodotto. La costante presenza di dispositivi mobile nelle tasche dei consumatori consente la raccolta di dati utili per la segmentazione degli utenti in base alla posizione, o per capire meglio il comportamento del cliente nei punti vendita.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Wiko sceglie XFactor 11 di Sky per parlare ai Millennials

- # # # #

wiko

Wiko, brand di telefonia francese tra le prima cinque aziende di smartphone in Europa occidentale e quarto player sul mercato italiano, torna in comunicazione in TV con il lancio della nuova gamma di smartphone WIM.

On air da ieri fino al 14 dicembre, lo spot da 30” in vero stile Game Changer strizza l’occhio ai Millennials e agli instancabili dei Social. Interamente girato a Marsiglia, Headquarters europeo dell’azienda e cuore creativo dello spirito colorato e irriverente del brand, il commercial gioca sulle prospettive e sull’illusione ottica e vede come protagonisti WIM e WIM Lite, i nuovi top di gamma dell’azienda, che puntano a offrire una stupefacente esperienza visiva e multimediale: il messaggio “Doppia visione – scatta lo share” allude infatti alla doppia fotocamera di WIM, ma soprattutto alla doppia proposta di smartphone dedicati alla fotografia mobile e per questo particolarmente adatti alla condivisione sui Social.

Obiettivo della nuova campagna di Wiko è quella di parlare alle giovani generazioni social-addicted sfruttando i trend del momento: non a caso, lo spot andrà in onda esclusivamente su SKY (canali SKY1 e SKY1 +1), durante la nuova edizione di XFactor 11, divenuto negli ultimi anni lo show TV di riferimento del pubblico più giovane e connesso di sempre.

La pianificazione prevede 306 passaggi totali, dal 14 settembre fino al 14 dicembre, nel minuto immediatamente precedente a tutte le puntate del programma e delle sue repliche (Opening break di Casting, Live, Puntata Finale e Daily).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

URBAN.:FX supporta il nuovo LG G6 e lancia customer experience nei centri commerciali

- # # # #

URBAN.:FX supporta il nuovo LG G6

Urban.:FX ha supportato la presentazione di LG G6 (H870) nei principali punti vendita sul territorio nazionale.

È il primo Smartphone dal formato 18:9, dotato di display fullvision 5.7″, doppia fotocamera grandangolare da 13 MP (una vera marcia in più per tutti gli amanti di fotografia), resistenza all’acqua, massima ergonomia e ottima autonomia.

Per cinque fine settimana dal primo weekend di maggio fino al 4 giugno, Urban.:FX ha organizzato vere e proprie customer experience in oltre 20 centri commerciali sull’intero territorio nazionale. Percorsi esplorativi per conoscere a fondo tutte le potenzialità del nuovo LG G6. A tutti i partecipanti all’iniziativa è stato suggerito di scattare una foto con LG G6 sfruttando la doppia fotocamera grandangolare da 13 MP con cui è possibile scattare selfie con più persone e tutto il panorama alle spalle e chiesto di rielaborare lo scatto usando una delle quattro modalità di Square Camera, perfetta per condividere la creatività sui social network.

Compilando una apposta cartolina, a tutti i visitatori è stata offerta la possibilità di vincere uno dei quattro LG G6 in palio. Per chi invece avesse già acquistato il nuovo smartphone LG G6 in uno dei negozi H3G, TIM o Vodafone, nei centri commerciali coinvolti nell’iniziativa, ha potuto ricevere una SD Card da 64 GB.

In questo contesto, Urban.:FX non solo ha ideato e realizzato concept e immagine degli allestimenti, ma ha anche sviluppato tutta la creatività delle attività interne alle aree allestite, con il supporto di oltre 20 persone del proprio staff interno.
Oltre 3.600 persone hanno così potuto godere di questa Marketing Experience, che ha visto più di 3.000 foto scattate, con un successo di immagine e vendite per LG.
Urban.:FX si conferma così un partner d’eccezione in grado di proporre ai Clienti progetti originali e creativi sul panorama nazionale grazie a un team italo-olandese sempre attivo a esplorare idee uniche e innovative. Idee che sono realizzate e seguite in toto grazie alle singole specializzazioni dei professionisti di Urban.:FX.

articoli correlati

MOBILE

NearIT presenta ReedemIT, per lanciare campagne sconti sugli smartphone dei clienti

- # # # #

reedemit

Nata nel 2015 e già accreditata di un valore post-money di 10 milioni dopo l’ottenimento di un seed round da parte di Innowatio, NearIT propone ai retailer ReedemIT, una soluzione per  pianificare campagne di marketing in pochi minuti grazie all’interazione via Geofencing o Bluetooth con gli smartphone dei propri clienti.
“Una volta creati i coupon sconto tramite la piattaforma NearIT è possibile dotare il proprio
personale di cassa di questa pratica app”, dichiara Claudio Suardi, Product Owner di NearIT. “Utilizzando RedeemIT si potrà facilmente verificare la validità dei coupon presentati dai clienti al momento di un acquisto e
successivamente procedere con il loro riscatto. Al personale basterà infatti scannerizzare i codici promozionali generati da NearIT, e associati per esempio a QR Code o barcode, per potere applicare ai propri clienti uno sconto istantaneo tramite i propri sistemi di cassa”.

La piattaforma NearIT, strumento per il contextual mobile engagement permette infatti di pianificare e inviare ai propri clienti notifiche e coupon sconto tramite l’ App già esistente della propria attività, integrandosi in pochi minuti grazie a un Kit di Sviluppo Software (SDK).
RedeemIT si propone come applicazione complementare per ogni tipo di retailer che voglia gestire in autonomia campagne promozionali tramite couponing senza l’obbligo di investire in ulteriori sistemi “hardware” di scansione alle casse.
“L’App è disponibile per i retailer già oggi su App Store e Google Play”, conclude Suardi. “Ogni tipologia di negozio può rendere ancora più veloce ed efficace ogni attività di marketing: grazie alla piattaforma di NearIT è possibile inviare
contenuti in base ai comportamenti passati dei propri clienti e alla loro localizzazione, con RedeemIT si potrà facilmente verificare la validità dei coupon presentati dai clienti al momento dell’acquisto e successivamente procedere con la redemption e l’applicazione allo scontrino finale”

articoli correlati

NUMBER

Italia, in 5 anni raddoppiati gli smartphone users: il focus Google e Kantar TNS

- # # # # #

Smartphone

L’adozione degli smartphone è più che raddoppiata in soli cinque anni a livello globale. È quanto emerge da un nuovo report commissionato da Google a Kantar TNS, che raccoglie i risultati di 625.000 interviste in tutto il mondo sulle nuove abitudini dei consumatori. Da una valutazione fatta su 40 paesi diversi, nel 2012 chi aveva accesso a uno di questi device era una persona su tre. Cinque anni dopo, questo numero è salito addirittura al 70%. Oggi per esempio in Italia, il 70% delle persone possiede uno smartphone, contro il 28% del 2012, con un aumento complessivo del +42%.
Come sono cambiate le nostre abitudini in soli cinque anni? Dall’uso delle mappe alla ricerca di una notizia, una delle trasformazioni più evidenti è sicuramente il modo di accedere alle informazioni. Gli smartphone ci permettono di trovare risposte in modo molto semplice e immediato, con tempi di attesa sempre più brevi. Una persona su quattro nel mondo possiede e utilizza sia questi device, che tablet e computer. Il 58% degli utenti internet va online mentre guarda la TV. Il 51% degli utenti internet usa un motore di ricerca da smartphone almeno una volta a settimana.

 

Continua a leggere l’articolo su MyMarketing.Net!

articoli correlati

NUMBER

Audiweb 2016: 42,6 milioni di italiani (88,7%) possono accedere a internet

- # # # #

smartphone

Con la pubblicazione dei dati relativi al mese dello scorso Dicembre, Audiweb fotografa la fruzione di Internet in Italia nei dodici mesi dell’anno scorso:  la diffusione dell’online in Italia ha raggiunto l’88,7% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni, 42,6 milioni di italiani che dichiarano di poter accedere a internet da location fisse (da casa, ufficio o da un luogo di studio) o da mobile (smartphone e tablet).
I dati sulla disponibilità di accesso a internet dai vari device e dalle singole location esaminati, oltre a confermare una capillare diffusione del mezzo tra i diversi segmenti socio-demografici, registrano l’evidente l’affermazione degli smartphone con accesso a internet (36,4 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni, pari al 75,8% dei casi) sulla disponibilità di accesso tramite computer da casa (35,4 milioni, pari al 73,8% dei casi).

Più in dettaglio, la disponibilità di accesso a internet tramite smartphone presenta ancora margini di crescita, registrando un incremento dell’11,5% rispetto ai dati cumulati del 2015, così come i dati sulla diffusione di televisori connessi, disponibili per 5 milioni di individui (il 10,5% della popolazione di 11-74 anni), che presenta un incremento di circa il 13% in un anno.

Dai dati dell’Audiweb Database, il nastro di pianificazione sui dati della effettiva fruizione di internet – total digital audience -, risulta che nel 2016 hanno navigato mediamente 29 milioni di utenti unici nel mese e 22,1 milioni nel giorno medio.
L’audience media quotidiana nel 2016 ha raggiunto 19 milioni di utenti unici da mobile (smartphone e/o tablet), +8,1% rispetto al dato medio dell’anno precedente e circa 11 minuti in più per persona dedicati alla navigazione nel giorno medio, confermando l’affermazione del mobile surfing sul pc che, con 10,7 milioni di utenti, registra un calo di accessi dell’11,2%.

Per quanto riguarda i dati di fruizione relativi all’ultimo mese di rilevazione, dicembre 2016, risulta che hanno navigato almeno una volta dai device rilevati (PC e mobile smartphone e tablet al netto delle sovrapposizioni) 30,6 milioni di utenti unici, il 55,6% della popolazione dai 2 anni in su, collegati complessivamente per 52 ore e 37 minuti (pari a 2 giorni, 4 ore e 37 minuti).
La total digital audience nel giorno medio a dicembre 2016 ha raggiunto complessivamente 23,1 milioni di italiani, collegati per 2 ore e 15 minuti per persona: 20,2 milioni da mobile (il 45,8% degli italiani tra i 18 e i 74 anni) e 10,2 milioni da PC (il 18,6% degli italiani dai 2 anni in su).
Nel giorno medio a dicembre hanno navigato esclusivamente da mobile 12,8 milioni di utenti unici.

Sono online nel giorno medio il 61,5% dei 18-24enni e il 62,2% dei 25-34enni, tre giovani su cinque, ma anche per la fascia più matura della popolazione, i 35-54enni, si registra un dato significativo nella fruizione quotidiana di internet (59,5%).
L’uso abituale della rete raggiunge solo il 31,7% dei 55-74enni, anche se presenta valori in crescita nella fruizione di internet da mobile nel giorno medio, pari al 56,5% in più rispetto al mese di dicembre del 2015.

Per quanto riguarda la distribuzione del tempo trascorso online, nel mese di dicembre risulta che il 77,2% del tempo totale online è stato generato dalla navigazione da mobile (smartphone e tablet) e, più in dettaglio, l’88,8% del tempo totale da mobile è stato generato da mobile applications, con un incremento del 36,8% rispetto al mese di dicembre 2015.

La navigazione da mobile è preferita dalle donne maggiorenni che spendono l’84% del proprio tempo online da questi device. Anche i giovani, in particolare i 18-24enni, prediligono la fruizione di internet da mobile, dedicandovi, a dicembre, l’87% del tempo complessivo online.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

LG lancia la campagna multicanale dedicata al G5 Smart Edition e la serie K

- # # # # #

LG lancia la campagna per il G5 e la serie K

Cinema, social, app, web: LG esplora la maggior parte dei canali di comunicazione per la nuova campagna di lancio di LG G5 Smart Edition, il suo top di gamma, e della serie K, modelli dedicati a un pubblico più giovane.

Il brand ha scelto la forza e l’impatto visivo del grande schermo come mezzo privilegiato per raggiungere i consumatori. Grazie a una pianificazione capillare, che copre 1.800 schermi di 337 cinema su tutto il territorio nazionale, G5 Smart Edition e serie K saranno i protagonisti di due spot che verranno proiettati nelle sale cinematografiche italiane poco prima della proiezione dei film, in modo da catturare la massima attenzione da parte del pubblico. Protagonista del video di LG G5 Smart Edition sarà Jason Statham, il celebre attore protagonista di action movie quali The Transporter e della nota serie cinematografica The Expendable. Per la serie K verranno proiettati spot da 40 secondi incentrati sulle principali caratteristiche del prodotto: stile ricercato, ampi display e fotocamere con controllo gestuale, tutto a un prezzo accessibile.

La campagna digital si articola su diversi canali. La serie K viene promossa attraverso una campagna di video seeding sui maggiori network digitali. Da dicembre il brand avvierà anche un’attività di proximity marketing attraverso l’applicazione “DoveConviene”in grado di indicare il punto vendita più vicino dove poter acquistare uno dei prodotti della serie K. E per coinvolgere gli amanti della fotografia, LG sceglie Instagram. Alcuni top influencer italiani del mondo lifestyle, fotografia e viaggi realizzeranno degli scatti dando voce alla propria creatività, esaltando le qualità uniche di G5 Smart Edition con la doppia fotocamera grandangolare .

articoli correlati

MEDIA

Subito con Publicis e Zootropio “fotografa” i luoghi comuni sugli acquirenti online

- # # # # #

subito

Subito insieme all’agenzia Publicis e ai ragazzi di Zootropio, raccontano i luoghi comuni più famosi di chi sta cercando un’auto o uno smartphone da acquistare.
L’irriverente voce della Generazione Y ha realizzato due video, online da oggi sulla pagina Facebook di Subito, pianificati da MEC, in cui stilano la classifica degli stereotipi dei possibili acquirenti di autovetture o smartphone attraverso alcuni divertenti sketch.

Nel primo video i personaggi-tipo (come l’allocco, o  l’ecologico, che vuole far andare la macchina con le verdure, o il sognatore che cerca una macchina top gamma con 3.000 euro, o il pigro che non ha voglia di alzarsi dal divano, si alternano alla disperata ricerca della quattroruote dei desideri, in grado di soddisfare le esigenze di vari personaggi,. Per ciascuno la soluzione è affidarsi a Subito e agli oltre 20.000 nuovi annunci di privati e di concessionari certificati Subito Impresa+ che ogni giorno vengono pubblicati per trovare l’auto facilmente e comodamente.
Nel secondo video la ricerca si sposta sul mondo smartphone dove sono oltre 7.000 i nuovi annunci di privati e di negozi certificati Subito Impresa+ che ogni giorno soddisfano le esigenze di tutti gli utenti. Qui gli stereotipi di utenti spaziano dal complottista, convinto di avere delle microspie nel telefono, all’influencer, senza soldi ma con un canale YouTube, o all’indeciso.

Credits
Agenzia: Publicis Italia
CEO Publicis Italia and Global CCO Publicis WW: Bruno Bertelli
Executive Creative Director Publicis Italia: Cristiana Boccassini
Associate Creative Directors: Bruno Vohwinkel e Aureliano Fontana
Copywriter: Mattia Basti
Art Director: Jacopo Menozzi
Group Account Director: Simona Coletta
Account Manager: Serena Girola
Agency Producer: Clelia Lazzaro

CDP: Zootropio
Director: Giacomo Zanni
DOP: Cristian De Gilio
Video Post Production: Gianpaolo Rizziato
Audio Post Production: Ivan Tonucci

articoli correlati

MEDIA

Nasce la radio Mentor.FM, un DJ personale a portata di smartphone

- # # # # #

Nasce Mentor-FM, la radio che diventa DJ personale

Una radio che conosce i tuoi gusti musicali e ti propone solo brani che ti appassionano, al momento giusto e senza mai annoiarti. È questa, in sintesi, la sfida che vuole vincere Mentor.FM un’applicazione 100% made in Italy pronta a rivoluzionare il modo di ascoltare musica, da pc e da oggi sia per smartphone iOS che Android. Già attiva in oltre 170 paesi nella versione web, Mentor.FM funziona è un “DJ personale” che conosce il tuo gusto e ti propone solo la musica che ami, quando sei al mare o in montagna, ma anche mentre fai sport.

Mentor.FM funziona esattamente come una radio, ma il flusso musicale è personalizzato ed unico perché si basa sui profili Facebook, Deezer, Last.FM – ma comprenderà presto anche Spotify, Twitter e libreria iTunes – dell’utente e sui feedback (like, dislike, skip) relativi ad ogni singola canzone proposta, che l’utente stesso può indicare tramite semplici gesture. L’applicazione attinge, per quanto riguarda il catalogo, alla libreria di Deezer, streaming partner di Mentor.FM. Per questo, per poter usufruire della radio in modo completo su smatrphone è necessario un account Deezer Premium. L’app Android funziona anche con l’account Free e permette di sentire 30 secondi per ogni brano, ma permette di ottenere un trial gratuito di 30 giorni.

Come nasce Mentor.FM?
“Ci sono momenti” dichiara Eugenio Tacchini, docente di Information Systems presso l’Università Cattolica di Piacenza, esperto di music recommendation ed ideatore di Mentor.FM, “durante i quali abbiamo voglia di ascoltare un artista o una canzone in particolare, altre volte, invece, vogliamo solo accendere la radio e lasciare che qualcuno scelga per noi: Mentor.FM copre questa seconda esigenza e noi ci stiamo impegnando per curare al meglio ogni dettaglio”.

Come funziona Mentor.FM?
Mentor.FM crea un canale radio personalizzato, in linea con i gusti musicali dell’utente, sulla base delle informazioni del profilo Facebook (importato automaticamente durante l’iscrizione) ed eventualmente anche dei profili Deezer e Last.FM.

Questo significa, in altre parole, che Mentor.FM non propone mai playlist monotematiche ed evita noiose ripetizioni di artista o brano. Ma c’è di più: l’ordine dei brani non è casuale (così come non lo è quando un “vero” DJ crea una playlist) e Mentor.FM cerca di adeguarsi in tempo reale allo stato d’animo dell’utente: se sta proponendo indie rock e l’utente risponde con una serie di “skip” sui brani proposti, la radio interpreta il segnale come “non è il momento giusto per l’indie rock” e cerca di aggiustare il tiro proponendo altro. Man mano che si usa, l’applicazione impara il gusto dell’utente in base ai feedback ricevuti. C’è poi la funzione “SURPRISE ME!” pensata per gli utenti che vogliono scoprire nuovi mondi musicali ed ampliare i propri orizzonti.

“Mi piace pensare” continua Eugenio Tacchini, “di aver creato un DJ personale che conosca ogni utente e che sappia cosa fargli ascoltare in un preciso momento, ma anche un “mentore” che, invece, sappia introdurlo a brani ed artisti nuovi. È chiaro che più i profili social degli utenti sono ricchi, più sarà facile per Mentor.FM proporre i primi brani”.

articoli correlati