BRAND STRATEGY

Zurich Connect torna on air. Da ieri in tv il quarto flight della campagna di DBB

- # # # #

zurich connect

Zurich Connect, marchio che identifica l’assicurazione online del Gruppo Zurich in Italia, sceglie il rientro dalle vacanze per tornare on air con la nuova campagna di comunicazione “online, da 150 anni”, lanciata lo scorso febbraio.

Il quarto flight tv del 2018, in programma da domenica 2 settembre, trasmetterà spot tv da 15 e 30” con protagonista Hans, personaggio simbolico che rappresenta con un pizzico di ironia i tipici valori svizzeri di serietà, affidabilità, trasparenza, innovazione e precisione che contraddistinguono il Gruppo Zurich e Zurich Connect.

La nuova creatività sarà trasmessa sulla tv generalista e sul digitale terrestre delle principali emittenti RAI e Mediaset, oltre che su La7 e Sky. La presenza di prime time raggiungerà picchi superiori al 50%.

 

Il payoff della nuova campagna “online, da 150 anni” esprime i valori di Zurich Connect: tutti i vantaggi di un’assicurazione online (flessibilità, rapidità di servizio e accessibilità 24 ore al giorno anche in mobilità) con l’affidabilità e la solidità di un grande gruppo internazionale (presente sul mercato da quasi 150 anni), uniti alla serietà e alla precisione di una Compagnia svizzera.

La creatività è ideata e curata da Tribal (Gruppo DDB Italia) e la pianificazione media da Simple Agency (Gruppo Dentsu)

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Per Liu Jo l’Autunno/Inverno 2018 è la stagione del #glamourizing

- # # # #

liu jp glamourizing

Una campagna che racconta Liu Jo in una nuova fase del suo percorso; #Glamourizing è più di un semplice concept: è un vero statement, nato per raccontare tutto lo spirito di un brand che ha fatto del glamour il proprio tratto più autentico e che, oggi più che mai, trova nelle immagini della prossima campagna adv la sua espressione più alta. Così le immagini di adv della prossima stagione si fanno prime testimoni di un percorso di comunicazione strategico che punta all’aspirazionalità e che ne sottolinea il posizionamento all’interno del segmento premium.

Così il glamour diventa, negli scatti della prossima stagione di Liu Jo, una vera affermazione di DNA e al contempo una definizione di brand attitude, fil rouge attraverso cui esprimere i key values di marca, ora riletti in una veste inedita e lontana dai codici lifestyle.

Orotaginista una top model che ammalia, Anna Ewers, e un duo di fotografi, Mert&Marcus, indiscussi interpreti di questo tempo, per un brand dall’identità forte come Liu Jo: il risultato è una campagna in cui la splendida Anna, fotografata in uno studio arricchito da elementi e props sofisticati, mette in scena tutta la propria self-confidence, da vera celebrity. Tra uno scatto e l’altro, si intravedono i gesti attenti di chi le sistema i capelli o le cura il make up, in un processo di glamourizzazione reso possibile da Liu Jo.

Il glamour si fa espressione di un empowering profondo che parte dall’attestazione della propria immagine come strumento per l’affermazione di sé in senso più ampio: un messaggio body-booster, ma anche un insight che tocca le corde più profonde dell’individualità femminile.
“Questa campagna rappresenta il risultato più visibile della chiara strategia di consolidamento che stiamo portando avanti all’interno del segmento premium”, commenta Anna Baschirotto Global Marketing & Communication Director di Liu Jo. “I talent coinvolti, la qualità delle immagini e le declinazioni di questo nuovo concept adv raccontano il percorso di un brand che, come Liu Jo, sta evolvendo senza dimenticare il proprio DNA e che sta lavorando in maniera sinergica e univoca dal punto di vista dell’immagine e della comunicazione, con un’attenzione particolare al mondo digital e social”.

La campagna adv Autunno-Inverno 2018, ideata dall’agenzia MACSIOTTI, vive in tutti i principali mercati in cui il brand è presente, su diversi mezzi e diversi touchpoint: dalla pianificazione stampa a quella digital, dall’adv social all’OOH. La pianificazione è interamente a cura del Dipartimento Marketing & Comunicazione di Liu Jo, ad eccezione della pianificazione digital affidata a Simple Agency.

Credits
Client: Liu Jo
PR & Marketing Manager: Daniela Vignoli
Production Manager: Sara Paragnani
Agency: MACSIOTTI
Exe Creative Director: Macs Iotti
Photographer: Mert Alas & Marcus Piggott
Stylist: Sissy Vian
Hair Stylist: Paul Hanlon

Make Up artist: Isamaya Ffrench

articoli correlati

AGENZIE

Fattoria Scaldasole vira verso il digitale. Guida la trasformazione GreatPixel

- # # # #

greatpixel

A GreatPixel, agenzia milanese guidata da Giovanni Pola (nella foto), la riorganizzazione e la gestione delle piattaforme di comunicazione dello storico marchio che dal canto suo punta a riaffermare l’unicità della sua mission legata ai valori del Biologico e a conquistare i Millennial

Un forte restyling della comunicazione con l’obiettivo di aumentarne l’efficacia, allargandone anche il bacino di utenza e puntando su elementi distintivi in grado di riaffermare il valore di un marchio che in Italia pochissime altre aziende possono vantare. Il 2018 di Fattoria Scaldasole parte col turbo. L’azienda biologica che ha fatto da apripista nel mercato italiano per la diffusione del biologico, è consapevole di avere maturato un patrimonio di valori e prodotti che la rendono un unicum nel settore di riferimento. L’obiettivo strategico che si è data è quello consolidare il proprio posizionamento aumentando al contempo la penetrazione della marca per conquistare nuove fette di consumatori tra tutti coloro che amano riempire la tavola di prodotti biologici. Si tratta di individui e famiglie che nel cibo ricercano la qualità come sicurezza per sé e per i propri figli e utilizzano internet come fonte di informazione.

Il primo passaggio di questa strategia riguarda quindi la messa a punto di un nuovo sistema di comunicazione che abbia nel digitale il suo punto di forza. Il partner che l’affiancherà in questo progetto è GreatPixel, “Che ha vinto la gara perché ha dimostrato di essere in sintonia con il nostro progetto”, spiega Massimo Trevisan, responsabile commerciale e marketing di Fattoria Scaldasole. “GreatPixel ci aiuterà a riorganizzare e a gestire le nostre piattaforme a partire dal sito che dovrà diventare più responsive, più fruibile e rapido, in una parola più moderno, ma ci darà una mano anche a individuare i canali di comunicazione più interessanti per parlare ai consumatori. Infine sempre Great Pixel, questa volta affiancata da Simple Agency, agenzia di Digital Maketing del gruppo Dentsu Aegis Network, si occuperà di gestire la comunicazione social al fine di aumentare la penetrazione dell’azienda tra i Millennial”.

Ripartire dalla comunicazione quindi, sia da un punto di vista tecnologico che di contenuti e di linguaggio dando priorità agli aspetti creativi e alla produzione di video per parlare con più efficacia alle persone, in particolare ai giovani che dimostrano uno spiccato interesse verso il biologico. Un progetto sostenuto in primis dal Ceo di Fattoria Scaldasole Jean Paul Rippert, il quale nel corso di questi dieci anni trascorsi alla guida dell’azienda ha avuto il merito di sviluppare e ottimizzare lo stabilimento produttivo al fine di renderlo ancora più green ed efficiente. “Oggi il biologico è vissuto come una moda e come un opportunismo da parte di molte marche” spiega Rippert. “Questo comporta un rischio di affollamento che fa perdere un po’ di brillantezza e banalizza l’intera categoria. Noi siamo l’unica azienda che fa prodotti esclusivamente biologici. Ecco perché vogliamo riaffermare ciò che più ci contraddistingue e che garantisce l’unicità e la differenziazione di Fattoria Scaldasole rispetto al resto dell’offerta”.

Intorno al concetto di Biologico, l’azienda sta quindi ridisegnando l’intera offerta: l’assortimento a scaffale e l’attività a punto vendita, l’immagine di marca, in primis attraverso il packaging, la comunicazione convenzionale, sia advertsing che digital. A maggio Fattoria Scaldasole lancerà una serie di nuovi prodotti, contemporaneamente al cambio di packaging e ad un significativo allargamento distributivo, e sempre in quel periodo il nuovo progetto di comunicazione entrerà a regime con la pubblicazione del nuovo sito. Per l’agenzia digitale milanese GreatPixel, che si caratterizza per l’utilizzo della metodologia Data Design Thinking, la partnership siglata con l’azienda nata nel 1987 da un’intuizione di Marco Roveda è la sesta nuova acquisizione dall’inizio dell’anno: “Un cliente importante”, spiega il Ceo Giovanni Pola, “fin da subito abbiamo sposato il progetto di aiutarli a comunicare i valori di un brand che è unico in Italia e che ha fatto dell’autenticità uno dei suoi valori piú importanti, ma anche il suo punto di forza e il fulcro della sua nuova strategia coerente col messaggio “Solo Bio da sempre”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Zurich Connect lancia la nuova comunicazione. La creatività è di Tribal, pianifica Simple Agency

- # # # #

Zurich Connect

Zurich Connect, il marchio del Gruppo Zurich Italia che offre assicurazioni online e telefoniche direttamente ai clienti, lancia la nuova campagna di comunicazione presentandosi al mercato con un nuovo posizionamento.

Online, da 150 anni. È il payoff che esprime i valori di Zurich Connect: tutti i vantaggi di un’assicurazione online (flessibilità, rapidità di servizio e accessibilità 24 ore al giorno) con l’affidabilità e la solidità di un grande gruppo internazionale (presente sul mercato da quasi 150 anni) uniti alla serietà e alla precisione di una Compagnia svizzera.

Valori che da sempre fanno parte del DNA di Zurich Connect e che ora vengono comunicati nella nuova campagna pubblicitaria, on air dal 25 febbraio sulle principali tv e online sulle maggiori testate e portali. La campagna vivrà anche sui social network, con l’hashtag #Prendilasulserio.

Il nuovo concept viene presentato attraverso la figura simbolica di Hans che, in chiave ironica, interviene in situazioni scomode e fornisce la soluzione immediata al problema. Hans rappresenta infatti i tipici valori svizzeri di serietà, affidabilità, trasparenza, innovazione e precisione che contraddistinguono il Gruppo Zurich e Zurich Connect.

 

 

 

La creatività è ideata e curata da Tribal (Gruppo DDB Italia) e la pianificazione media sarà curata da Simple Agency (Gruppo Dentsu). Lo spot tv prevede due soggetti da 30” con un successivo taglio a 15”.

Angela Cossellu, Direttore generale di Zurich Connect, ha dichiarato: “Flessibilità, semplicità e accessibilità 24 ore al giorno sono le caratteristiche indispensabili di un’assicurazione online. Noi di Zurich Connect le garantiamo ai nostri clienti da sempre, ma a loro offriamo molto di più perché mettiamo a disposizione anche la storia, la solidità e l’affidabilità svizzera del nostro Gruppo. Per questo abbiamo scelto un payoff che esprime ciò che siamo: Online, da 150 anni.”

articoli correlati

AZIENDE

Zurich compie 20 anni e per festeggiare lancia un concorso

- # # # # # #

Zurich Connect 20 anni

Zurich Connect, nata nel 1997 con il marchio Zuritel, rappresenta l’offerta del Gruppo Zurich Italia per coloro che preferiscono acquistare l’assicurazione online. Raggiunge il traguardo dei 20 anni di attività e per festeggiare promuove un concorso a premi.

Cominciando con le polizze auto tramite call center, Zurich Connect si è aperta all’e-commerce che, in continua crescita, è diventato il canale di vendita principale, tanto che oggi, visto il forte aumento dell’utilizzo di smartphone e tablet, il 35% del traffico sul sito Zurich Connect avviene in mobilità.

Partiti all’inizio con la polizza auto, l’offerta si è estesa prima alle polizze moto, poi ai furgoni, fino ad arrivare a proporre anche l’assicurazione per la casa e la famiglia online.
Il concorso per celebrare i 20 anni sarà valido fino al 19 Novembre e metterà in palio ogni settimana 20 buoni Amazon da 50 euro per chiunque richieda un nuovo preventivo auto, moto, furgone o casa. Chi invece decide di sottoscrivere una polizza parteciperà all’estrazione di 20 iPhone7. Per i già clienti che faranno un preventivo per una polizza aggiuntiva, in caso di vincita, l’importo dei buoni Amazon sarà raddoppiato, partecipando anche all’estrazione degli iPhone7 in caso di acquisto della polizza stessa.

“Sembra ieri che sono nate le assicurazioni dirette e invece Zurich Connect festeggia già vent’anni di attività. Si tratta di un compleanno importante, ed è per questa ragione che vogliamo festeggiare con i nostri clienti, attuali e potenziali, attraverso un concorso che premierà chi vorrà conoscerci meglio o assicurarsi con noi. Un modo per far provare l’affidabilità del nostro servizio e la convenienza della nostra offerta unite alla solidità del Gruppo Zurich, oltre che per ringraziare quei clienti che da anni si sono affidati a noi”, ha dichiarato Angela Cossellu, direttore generale di Zurich Connect.

Il concorso, gestito in collaborazione con lo studio Garofalo Consulting, è promosso sul sito web di Zurich Connect, sui principali siti e motori di ricerca e contemporaneamente sui social network attraverso una creatività e un piano media dedicato. La campagna è stata realizzata dall’agenzia creativa AKQA e pianificata da Simple Agency del Gruppo Dentsu Aegis.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Liu Jo in comunicazione con una campagna adv ideata da Wednesday. Pianifica Simple

- # # # # #

LIU JO campagna adv

Per l’Autunno-Inverno 2017 Liu Jo rinnova ancora una volta il concept che interpreta le tante espressioni della femminilità più contemporanea: #StrongTogether è il claim della nuova campagna adv scattata dal fotografo turco Cuneyt Akeroglu che ha il volto delle bellissime Joan Smalls e Anna Mila Guyenz: due interpreti internazionali che rappresentano, anche, due stadi di vita professionale differenti, la prima è infatti una delle top più famose ed affermate al mondo, la seconda un astro nascente del panorama fashion.

Le legano qui complicità e sostegno, esperienza e debutto, in un gioco di solidarietà e supporto che racconta del mondo femminile e dell’indipendenza, professionale ed umana, di quelle stesse donne che Liu Jo ritrae e a cui parla.
Storytelling è, inequivocabilmente, la parola chiave che più si lega oggi al brand: Liu Jo racconta infatti la femminilità nella sua dimensione più attuale, esplorando il concetto dI female empowerment e le sue molteplici declinazioni.

Proprio sull’affermazione dell’indipendenza femminile e sulla forza della solidarietà tra donne è costruito il concept di adv AI17, espressione di un new feminism contemporaneo di cui il visual di campagna rappresenta solo l’aspetto più immediato.
L’utilizzo di strumenti innovativi e digitali è la chiave privilegiata, scelta ormai da diverse stagioni, per raccontare al massimo livello proprio quell’empowerment femminile su cui la campagna si fonda, grazie alla produzione ad hoc di materiali studiati per i canali social ufficiali del brand, in un progetto che vede coesistere dimensione creativa e produttiva affinché attività e piani editoriali vivano e crescano in una logica integrata e multipiattaforma.

Lo shooting è stato organizzato su tre set distinti: uno dedicato alla produzione degli scatti di adv, uno dedicato alla produzione di video che in questa stagione sostengono ed amplificano lo storytelling in maniera ancora più accurata, ed uno dedicato esclusivamente alla produzione di contributi digital e social. Il risultato è una produzione che si fa massima interprete di un racconto di marca innovativo “rotondo”, sfruttando le specificità intrinseche dei mezzi utilizzati per rafforzare lo storytelling del brand in un’ottica di integrazione assoluta.

“Stiamo costruendo ormai da qualche stagione un’immagine della marca che racconta la donna di Liu Jo con un riflesso più profondo e intimo che va oltre la semplice visione estetica. L’idea è quella di valorizzare il portato emotivo e valoriale della donna contemporanea, perché ci siamo accorti che la relazione tra Liu Jo e le consumatrici è ben più profonda e stratificata di quello che pensavamo: Liu Jo è percepita infatti come una marca accogliente, mai impositiva e sempre aperta al confronto, il “territorio ideale” per accogliere la più ampia libertà di espressione femminile. Sapere di poter vantare un asset così specifico ci ha convinto che potevamo inserire nel modello estetico della comunicazione anche una serie di chiavi di lettura per valorizzare e sostenere al massimo il mondo femminile nella sua meravigliosa unicità. Da questo assunto siamo partiti, qualche stagione fa, con il concept #StrongTogether; per la campagna Autunno-Inverno proprio a quel concept abbiamo attribuito un’ulteriore connotazione, quella della solidarietà femminile che spesso si esprime attraverso le dinamiche di mentoring. Joan e Anna Mila hanno interpretato la campagna magnificamente incarnando in maniera naturale ed emblematica i valori più puri di complicità ed empowerment. Siamo molto soddisfatti. Anche perché abbiamo ulteriormente potenziato la nostra capacità creativa e produttiva per dare vita ad una campagna che ha nelle donne e nel loro empowerment il centro della narrazione, nello storytelling un linguaggio chiaro ed avvincente e nella versatilità delle piattaforme di atterraggio della campagna un punto di forza e di contatto con tutti i touchpoint della marca”, ha dichiarato Cristiano Sturniolo, Global Marketing & Communication Director di Liu Jo.

La campagna adv Autunno-Inverno 2017, ideata dall’agenzia inglese Wednesday, vive in tutti i principali mercati in cui il brand è presente, su diversi mezzi e diversi touchpoint: dalla pianificazione stampa a quella digital, dall’adv social all’out-of-home. La pianificazione è interamente a cura del Dipartimento Marketing &Comunicazione di Liu Jo, ad eccezione della pianificazione digital affidata a Simple Agency.

Credits:
Client: Liu Jo
Global Marketing &Communication Director: Cristiano Sturniolo
Communication & Image Coordinator: Sara Paragnani
Agency: Wednesday Agency (London)
Creative Director: Mooks Hanifiah
Photographer: Cuneyt Akeroglu
Stylist: Maya Zepinic
Hair Stylist: Paolo Soffiatti
Make Up artist: Gemma Smith-Edhouse
Social & digital content photographer: Eddie Wrey
Video: Pundersons Gardens

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Liu Jo: addressability e analisi del dato al centro della strategia di comunicazione. On air con Bottom Up Amazing Fit

- # # # # # # # #

Liu Jo

Liu Jo è  in comunicazione da giovedì 2 marzo per le successive tre settimane con uno spot TV tutto nuovo, dedicato al lancio del proprio iconic jeans Bottom Up Amazing Fit. Il film, ispirato al concept #StrongTogether incentrato sulla forza ineguagliabile dell’amicizia femminile e sulla proverbiale complicità delle donne, attraverso l’uso del bianco nero esalta il prodotto e la bellezza delle due top che lo interpretano, Martha Hunt e Jasmine Tookes, amiche vere nella vita e quindi perfette testimoni del concept #StrongTogether; il commercial racconta con due tagli da 30 e 15 secondi un capo dedicato a tutte le donne che desiderano valorizzare la propria femminilità grazie all’effetto bottom up e ad una elasticità sorprendente, senza rinunciare alla comodità e alla versatilità che hanno reso celebre il denim di Liu Jo.

Identificata la natura del target di campagna, composto da consumatrici adulte ma dal profilo estremamente dinamico sia dal punto di vista della fruizione mediale sia dei comportamenti di consumo, si è deciso di puntare su un media mix differente rispetto ai canoni tradizionalmente adottati dell’industry fashion, spesso polarizzati attorno al mezzo stampa. Oltre dunque a una presenza istituzionale sul print e un presidio sulle porzioni di territorio più strategiche con l’OOH, Liu Jo ha scelto un approccio dominato dalla spinta propulsiva della televisione unito all’estrema precisione garantita dai canali digitali.

Grazie all’utilizzo della metodologia proprietaria TV Stack, che consente di fondere i dati di audience certificati da Auditel ed Audiweb sulle rispettive piattaforme, Carat e Simple Agency – le due agenzie del Gruppo Dentsu Aegis Network che hanno curato il media planning in collaborazione con il team Liu Jo – hanno costruito una video strategy che ha permesso di ottenere una curva di copertura estremamente ottimizzata: saturando il mezzo televisivo sino alla soglia di massima efficienza, e integrando con il digitale su quella porzione di target che per natura è meno esposta ed affine alla TV generalista, Liu Jo ha ottenuto punti di reach incrementale ad un costo sensibilmente minore rispetto a quello garantito da una pianificazione tradizionale.

Di centrale importanza per il successo dell’attività è stata l’introduzione, già da dicembre 2016, di un elemento di novità all’interno delle pianificazioni di Liu Jo: l’esplosione del concetto di addressability, ossia l’estrema precisione di targeting garantito dall’adozione della tecnologia programmatica che abilita l’acquisto di inventory video in contesti editoriali premium in linea con i valori del Brand, qualificata in tempo reale da dati di natura socio-demografica e comportamentale. Questa scelta, connotata da un impianto di matrice fortemente tecnologica, consente di ridurre sensibilmente la quota di dispersione sul target naturalmente connaturata a mezzi tradizionali, correggendo al contempo la distribuzione di frequenza verso intervalli ottimali.

Questo approccio incentrato sulla precisione e sulla rilevanza del contenuto è ulteriormente rafforzato grazie a un costante presidio editoriale sui profili social di Liu Jo, volto a massimizzare l’engagement delle community (che su Facebook è ormai prossima al milione di fan e su Instagram ha da tempo superato quota 300.000 follower), e attraverso un’attività di product seeding che prevede il continuo coinvolgimento di influencer di primo piano nel vertical fashion.

Cristiano Sturniolo, ‎Global Marketing & Communication Director Liu Jo (nella foto), commenta così il lancio della nuova campagna Amazing Fit: “Abbiamo deciso di affiancare alla TV strumenti digital & addressable perché sappiamo che il consumer journey della cliente Liu Jo è mutato. Non c’è niente di particolarmente coraggioso o “rivoluzionario” in questo, c’è solo la consapevolezza che per costruire un contatto costante e stabile tra la nostra marca e le nostre clienti dobbiamo seguire loro, le loro abitudini di fruizione dei media qualsiasi essi siano, su qualsivoglia device utilizzino, nel momento esatto in cui ne fruiscono. Crediamo moltissimo nell’analisi del dato. Il fatto che sosteniamo una quota di investimento digitale sul totale del budget della campagna Amazing Fit pari a circa il 20% è la naturale conseguenza di un atteggiamento strategico che muove i suoi passi proprio dall’analisi e dalla osservazione di una serie di elementi di carattere analitico. Negli ultimi 3 anni infatti i touchpoint digitali di Liu Jo si sono moltiplicati: oltre a curare l’online store l’azienda presidia con grande attenzione il mondo social (Facebook, Instagram, Twitter), quello più tipico del liquid content (Youtube e Spotify), e a breve presidieremo anche quello dell’instant messaging. Dal punto di vista dell’accesso al mondo Liu Jo in termini digitali esso avviene prima di tutto in mobilità (oggi il 68% delle consumatrici che visitano liujo.com lo fanno da smartphone e tablet), testimonianza della forte dinamicità ed evoluzione della consumatrice Liu Jo. Se a questi elementi associamo il fatto che la crescita Year-on-Year della community sulle piattaforme social è a dir poco imponente (+ 18% su Facebook, + 136% su Instagram) e che il tempo speso da parte del target sulle properties digitali di Liu Jo (website e social) è cresciuto significativamente, abbiamo una misura molto chiara del perché investiamo quote significative di budget sul digitale. Questo scenario ci stimola e ci motiva enormemente, fare matching tra creatività e analisi del dato, tra rilevanza emotiva e segmentazione tecnologica rappresenta “la sfida perfetta” per il marketing e la comunicazione di un’azienda consumer come la nostra”.

articoli correlati

AGENZIE

Fastweb conferma il media a Vizeum

- # # # #

fastweb

Si è conclusa oggi la consultazione  indetta da Fastweb a fine 2015 per decidere quale agenzia di pianificazione media supporterà la società per il biennio 2016-2017. Alla gara hanno partecipato le agenzie Zenith Optimedia, MindshareOMD e Vizeum, quest’ultima risultando vincitrice della selezione.

“Desideriamo ringraziare tutte le agenzie coinvolte nella consultazione, il lavoro presentato è stato di altissimo livello e la decisione è stata molto lunga, accurata,  frutto di un attento lavoro di analisi e confronto interno”, ha dichiarato Luca Pacitto, Responsabile Comunicazione di Fastweb. “Facciamo naturalmente i complimenti a Vizeum che ha saputo confermarsi nostra agenzia media grazie a un progetto strategico e a un team fortemente rafforzato anche dalla presenza di Simple Agency sul web”.

articoli correlati

AGENZIE

Nasce Optimize, la business unit di Simple Agency per l’inbound marketing

- # # # # # #

Simple Agency, già parte del gruppo Dentsu Aegis Network guidato in Italia da Giulio Malegori, presenta la nuova Business Unit Optimize (www.optimize.it), specializzata nell’ideazione e realizzazione di soluzioni complete di Inbound Marketing. In particolare Optimize, guidata da Francesco Terenzani e Giovanni Di Giuseppe (nella foto) realizza infatti strategie di content marketing creando contenuti branded, ottimizza la presenza dei marchi sui motori di ricerca (SEO) con un approccio integrato tra attività on-site e off-site e, infine, migliora l’usabilità dei siti Web o dei relativi flussi di acquisto online. Il tutto con una forte componente analitica, incentrata sulla fruizione e sul comportamento dell’utente (data analytics), e tecnologica, attraverso l’uso di tools di ottimizzazione dedicati e A/B testing.

Optimize punta in questo modo a rafforzare e valorizzare gli asset di marketing proprietari delle aziende utilizzando tecniche di inbound marketing che permettono di intercettare l’utente in una fase avanzata del processo decisionale, massimizzando il ROI online. L’inbound marketing così proposto diventa dunque un asset strategico del marketing mix digitale, permettendo alle aziende di capitalizzare sugli investimenti fin paid media

L’innovazione di Optimize scaturisce dalle più efficaci tecniche di Search Engine Optimization (SEO) utilizzando un approccio integralmente data-driven, ossia basato sull’utilizzo dei dati disponibili, considerando che la fruizione dell’utente è sempre più multi-device (desktop, smartphone, tablet, connected TV) e varia nell’arco della giornata anche in relazione al contesto in cui si trova: mobilità, punto vendita fisico o digitale, affiancata anche dall’uso sempre più intenso dei social network.

Questo approccio estende il concetto tradizionale di posizionamento sui motori di ricerca, prendendo in considerazione tutti i mezzi fruiti dall’utente nell’arco della giornata per soddisfare i propri bisogni e le proprie esigenze informative, adottando dunque una prospettiva User Centric.

articoli correlati

AGENZIE

Aegis Media Italia si rafforza nel digitale acquisendo la maggioranza di Simple Agency

- # # # # #

Aegis Media Italia annuncia oggi l’acquisizione di una quota di maggioranza di Simple Agency, agenzia dedicata ai servizi di marketing di nuova generazione, che esplicita il potenziale dell’advertising digitale grazie a un modello di gestione multicanale basato su: display, programmatic buying, video advertising, performance media, search, mobile e social media.

Fondata nel 2008 e cresciuta molto rapidamente, Simple Agency annovera tra i propri clienti importanti Aziende nazionali e multinazionali. Unendo Simple Agency e iProspect – l’agenzia globale del Gruppo Aegis Media specializzata in digital performance – Aegis Media si propone come centro di eccellenza nell’ecosistema dei servizi di marketing digitale in Italia, sia in termini di qualità che di volume.
“Simple Agency rafforzerà l’offerta di Aegis Media”, è il commento di Giulio Malegori, President and CEO di Aegis Media (nella foto) “accelerando lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, quali data & analytics, video advertising e mobile marketing”.

Simple Agency opererà in maniera indipendente all’interno del Gruppo mantenendo il suo Management formato da Marco Caradonna, Sandro Moretti, Umberto Bottesini, Angela Stillo, Leonardo Casini, Gloria Caldirola, Cesare Pasca, Matteo Bilancioni e riportando direttamentea Malegori.

“Unire le forze con Aegis Media apre un mondo di nuove opportunità sia al team di Simple Agency che ai nostri clienti e partner”, spiega infine Marco Caradonna, CEO & Founder di Simple Agency. “È l’opportunità perfetta di portare ciò che abbiamo costruito finora ad un livello ancora più elevato. Ci ha colpito la visione di Giulio Malegori e l’approccio di Aegis Media nel reinventare le regole dell’advertising facendo leva sul digitale, la tecnologia e l’uso dei dati”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Simple Agency per Vodafone rinuncia ai cookies.

- # # # # #

Nuova “tappa” per Simple Agency, che per misurare le campagne mobile di Vodafone Italia, sta infatti utilizzando – prima in Italia – una tecnologia di tracciamento di nuova generazione denominata fingerprinting.

L’obiettivo è quello di giungere preparati nell’era dell’advertising digitale post-cookie: il famoso “biscottino” inizia infatti a mostrare il fianco circa la profondità di tracking e misurazione delle campagne digitali. Da qui la decisione di Simple Agency (nella foto, i fondatori) di adottare una tecnologia diversa, applicandola a campagne il cui obiettivo è favorire la distribuzione dell’applicazione Vodafone Calcio, App che consente ai clienti Vodafone di vedere in streaming sul proprio device mobile una selezione delle migliori partite di campionato di Seria A. Grazie al nuovo sistema l’agenzia è in grado di fornire, oltre alle tradizionali metriche di campagna, informazioni relative alla tipologia di device raggiunto, l’operatore di rete in uso sullo smartphone dell’utente, i dati relativi all’effettivo utilizzo dell’App nonché l’attivazione di promozioni ad hoc interne all’applicazione stessa.
Questa campagna Vodafone non “marchia” l’utente depositandogli un cookie nel browser, bensì memorizza un’impronta dello stesso (di qui il naming Fingerprint) attraverso la raccolta di alcuni parametri (ID del device, sistema operativo in uso, modello dell’hardware, tipo di connessione etc…). L’aspetto più interessante risiede nel fatto che tale tecnologia consentirà nel prossimo futuro di riassociare le diverse impronte realizzate durante la campagna ad un unico utente, utente che nel corso della giornata si è probabilmente collegato da casa e da lavoro con due computer diversi e successivamente in mobilità con uno smartphone o un tablet.

articoli correlati

AGENZIE

Simple Agency si aggiudica Zurich Connect. Obiettivo: comunicazione multidevice

- # # #

Cresce il business di Simple Agency che da gennaio si occuperà della strategia e della pianificazione digitale in Italia di Zurich Connect con l’obiettivo di incrementare la base clienti mediante attività volte sia a sostenere la riconoscibilità del brand, sia all’acquisizione di nuovi clienti.

Simple Agency sarà impegnata nella definizione della strategia di investimento del budget digital con una pianificazione focalizzata primariamente sull’acquisizione di nuovi assicurati e sul miglioramento dell’efficienza complessiva. Contestualmente l’agenzia sarà chiamata ad effettuare la pianificazione e la gestione di tutti gli strumenti di advertising coinvolti dalla strategia stessa, in particolare motori di ricerca, display advertising, video advertising, direct emailing e affiliate marketing. Particolare attenzione sarà rivolta agli strumenti e formati di real-time bidding, utilizzati per realizzare un acquisto efficace secondo criteri di targeting di precisione volti a minimizzare la dispersione connaturata a un approccio tradizionale al media planning.

L’orchestrazione della pianificazione coinvolgerà tutti i device disponibili e sarà veicolata con comunicazioni dedicate al desktop computer, al laptop, al tablet, agli smartphone fino alle smart tv.

Marco Caradonna, CEO di Simple Agency (nella foto), commenta: “Quello delle assicurazioni online è un settore che conosciamo molto bene, in continua evoluzione e con un elevato livello di concorrenza. Riuscire a innovare vuol dire acquisire un significativo vantaggio competitivo”.

articoli correlati