AZIENDE

Nonno Nanni insieme a Radio Italia per la Festa dei Nonni 2017

- # # # #

Nonno Nanni insieme a Radio Italia per la Festa dei Nonni 2017

Nonno Nanni si appresta a celebrare la Festa dei Nonni 2017 con un’iniziativa di comunicazione insieme a Radio Italia e rivolta a tutti gli italiani. Si chiama “Grazie Nonni!” la campagna che l’azienda veneta ha siglato in questi giorni con l’emittente radiofonica, rivolta a tutti coloro che vogliono ringraziare ed emozionare i propri nonni durante l’annuale ricorrenza del 2 ottobre, facendo loro degli auguri davvero indimenticabili.

Partecipare è semplice: basta accedere al sito cliccare sulla pagina “Partecipa” e raccontare con un breve testo, all’interno di un form da compilare, il motivo per cui il proprio nonno (o la propria nonna) è il più buono che c’è. Una giuria, composta da rappresentanti di Nonno Nanni e di Radio Italia, sceglierà i 12 contenuti più originali e attinenti al tema. Gli autori avranno la possibilità di sorprendere i propri nonni con una sorpresa speciale: potranno fare gli auguri in diretta radiofonica su Radio Italia ai loro nonni nel giorno della loro festa.

Ogni storia verrà inoltre pubblicata sul sito di Nonno Nanni dove, in una sezione dedicata all’iniziativa, è già possibile vedere le prime storie e alcuni video, con gli auguri speciali che trenta nipoti da tutta Italia hanno dedicato ai loro nonni. Esempi da cui trarre ispirazione per i propri racconti, e da cui emerge l’attenzione che l’azienda veneta rivolge a queste importanti figure.

“Noi di Nonno Nanni siamo profondamente convinti del fondamentale ruolo che ogni nonno ricopre in famiglia, soprattutto per i propri nipoti. Non mi riferisco solo al contributo che tante volte i nonni danno nella gestione della vita famigliare di oggi, densa di impegni e obblighi, ma soprattutto al loro ruolo morale. Sono i testimoni delle nostre radici e i portavoce della storia di ciascuno di noi, sono splendidi esempi di vita da cui trarre insegnamento. Sono amore incondizionato e aiuto costante. Ci teniamo particolarmente a questa ricorrenza, proprio perché crediamo che ogni giorno si debba ricordare il loro valore. La nostra azienda ha nel suo DNA il ricordo di mio nonno Giovanni Lazzarin, il detto Nanni, fondatore dell’azienda, come si evince già dal nostro nome. Senza la sua tenacia, la sua competenza e la passione, non saremmo passati dal piccolo laboratorio artigianale di 70 anni fa, alla solida realtà di oggi. È tutto grazie a lui”, ha spiegato Silvia Lazzarin, Responsabile Marketing e Comunicazione di Latteria Montello.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nonno Nanni in comunicazione fino a settembre con attività instore e digital

- # # # #

caprese Nonno Nanni

La caprese di Nonno Nanni viene reinterpretata con lo Stracchino Nonno Nanni. Un prodotto storico del marchio, che proprio quest’anno compie settant’anni.

Sarà possibile conoscere questa nuova ricetta, grazie alla campagna di comunicazione prevista fino a settembre intrapresa dall’azienda veneta, che prevede una massiccia attività di instore promotion in tanti punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata in tutta Italia, oltre a una specifica attività digital che convolgerà il sito Internet e i presidi social di Nonno Nanni.

La prima iniziativa prevede la realizzazione di materiali di comunicazione sul punto vendita dedicati (POP), quali totem, stopper a scaffale e locandine. Oltre a ciò, all’acquisto di una confezione di Stracchino Nonno Nanni, il consumatore riceverà, dove possibile, un utile coppapasta personalizzato Nonno Nanni, ottimo per comporre a dare forma alla caprese e ad altre ricette, e un ricettario con sedici differenti varianti della Caprese. Spunti e strumenti utili, per stimolare la fantasia e la creatività in cucina.

La campagna digital, realizzata da TSW, prevede invece la realizzazione di una serie di post, con foto e video, per raccontare e mostrare questo piatto, fornendo anche qui tanti utili consigli, anche grazie a videoricette e guest post che coinvolgono la presenza di blogger del settore food.

Obiettivo dell’iniziativa è estendere le modalità d’uso di un prodotto, lo Stracchino Nonno Nanni, che oltre a essere di altissima qualità, è molto versatile in cucina, aumentandone così penetrazione e frequenza d’uso.

“Normalmente il nostro stracchino viene consumato da solo, magari spalmato su una fragrante fetta di pane fresco. Ci piace però pensare che, con la sua bontà, possa arricchire tante ricette, rendendole ancora più sfiziose. È il caso della Caprese di Nonno Nanni, che acquisisce, grazie alla morbidezza e alla dolcezza dello stracchino, un sapore decisamente unico. La scelta di proporlo in un’attività di instore capillare nasce dalla convinzione che la prova assaggio sia vincente e di grande supporto alla vendita: il nostro prodotto è semplicemente buono”, ha sottolineato Silvia Lazzarin, Responsabile Marketing e Comunicazione di Latteria Montello.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via i video animati firmati Nonno Nanni per raccontare la storia degli “stracchini volanti”. Firma Gruppo Rem

- # # # # # #

Tutti ci ricordiamo del famosissimo spot televisivo degli “stracchini volanti” firmato Nonno Nanni: ma ci siamo mai chiesti come gli stracchini hanno imparato a volare? Per spiegarlo, il brand noto grazie alla bontà dei suoi formaggi freschi ha realizzato un cartone animato, suddiviso in cinque episodi della durata di un minuto ciascuno, che racconta la storia di Stracchino, Stracchino con fermento Probiotico, Robiola e Squaquerello. I simpatici protagonisti che interpretano degli audaci “apprendisti formaggi volanti” dovranno imparare a diventare responsabili, affrontando molte avventure, prima di spiccare il volo per poi atterrare sulle tavole degli italiani.

La storia inizia con uno strano sogno di Silvia, la nipote di Nonno Nanni, che un pomeriggio si appisola sotto un albero e inizia a fantasticare su uno strano aeroporto per stracchini: lo stracchinoporto. Silvia è in realtà Silvia Lazzarin, Responsabile Marketing dell’azienda-famiglia Latteria Montello e il video è dedicato a grandi e piccini. I cinque episodi, oltre a divertire con le storie dei quattro simpatici protagonisti Nonno Nanni, ha l’obiettivo di spiegare la mission aziendale in favore dell’ambiente in cui il brand è impegnato. Lo Stracchino (confezionato anche a mano), lo Stracchino con fermento probiotico, lo Squaquerello e la Robiola Nonno Nanni, infatti, sono così sostenibili da essere entrati in un progetto realizzato da Latteria Montello sotto l’egida del Ministero dell’Ambiente, con l’obiettivo di contabilizzare le emissioni di CO2 generate lungo la loro filiera produttiva (“Carbon Footprint”) e successivamente operare per ridurle e compensarle.

“Per narrare la storia della nostra azienda e quella dei nostri prodotti – spiega Silvia Lazzarin – abbiamo deciso di realizzare un vero e proprio cartone animato perché crediamo che i racconti abbiano un potere grandissimo: alzano il livello di attenzione e ci rendono più ricettivi. I personaggi che abbiamo creato, infatti, sono in grado di emozionare, divertire e coinvolgere, ma anche di formare ed educare. Dedicato anche ai più piccoli, il video sottolinea l’importanza di temi quali la responsabilità sociale e l’eco-sostenibilità. Non a caso, la tecnica grafica scelta per  realizzare il corto ricorda la carta e il cartone: tutto, insomma, rievoca il concetto di rispetto per l’ambiente”.

Il primo episodio sarà pubblicato sul sito Nonno Nanni e sul canale YouTube del brand venerdì 1 febbraio 2013 e, per aumentarne la visibilità, sarà condiviso sui profili Facebook e Twitter (#NonnoNanniCartoon) del brand. Così sarà per tutti gli altri episodi. Lo scopo è quello di ottenere un effetto “moltiplicatore”, grazie a una comunicazione in grado di coinvolgere attivamente l’utente della rete. La promozione del video sarà inoltre supportata da azioni mirate quali attività di ufficio stampa, digital pr e social media marketing.

Il concept del cartoon è stato firmato da Gruppo Rem, agenzia di comunicazione integrata specializzata in green consultancy con sede a Udine; la produzione è opera di Racoon Studio, le musiche sono di 30” e gli effetti del suono di Paolo Ingraito.

articoli correlati