AGENZIE

Al via la campagna “I Raggi X non vanno più di moda” contro la guida in stato di ebbrezza

- # # # # #

Sensibilizzare alla guida in stato di ebbrezza: è stato questo l’obiettivo dell’iniziativa “I Raggi X non vanno più di moda”, ideata da SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica) e SILB (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo), che ha preso il via questa notte a Milano presso la celebre discoteca Alcatraz.
Per tutta la serata il Presidente di Sirm e primario di radiologia al CTO di Torino, Dott. Carlo Faletti, ha distribuito alle centinaia di ragazzi presenti 10 tipologie differenti di radiografie ritraenti fratture di diverse ossa del corpo causate da incidenti stradali per guida in stato d’ebbrezza. Le lastre, rivisitate in maniera originale con cornici barocche e colorazioni fluo, in gran voga tra i teenager, sono diventate quindi uno strumento positivo per far desistere i giovani dal mettersi al volante dopo aver bevuto.
La singolare iniziativa, la prima di un centinaio di tappe che toccheranno discoteche e locali di aggregazione giovanile in tutta Italia, rappresenta una conferma dell’impegno di SIRM sul fronte della prevenzione, e ha trovato un valido alleato nel SILB nel segno del comune obiettivo di lanciare ai giovani un monito a non eccedere con l’alcol e a evitare il consumo di sostanze stupefacenti prima di mettersi alla guida, salvando in questo modo la propria pelle e quella degli altri.
“Questa iniziativa” spiega il Dott. Faletti, “ha lo scopo di raggiungere quei giovani che sono allergici alle ramanzine di genitori e istituzioni. Abbiamo scelto colori allegri, nonostante la tematica, proprio per lanciare un messaggio di ottimismo e ammonire in maniera bonaria i ragazzi parlando il loro linguaggio, perché solo così si possono sensibilizzare efficacemente sui rischi della guida in stato d’ebbrezza”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Maurizio Pasca, Presidente Nazionale di SILB, che aggiunge: “Nonostante quanto si pensi, questa nuova generazione, soprattutto grazie ai nuovi mezzi di comunicazione, è più informata di quanto lo fosse la mia. Il problema è che la tematica della guida responsabile è stata spesso trattata in modo allarmistico ottenendo il risultato opposto. Queste radiografie che SIRM distribuisce non solo sono un modo accattivante di trattare l’argomento, ma scatenano anche la curiosità, che è il principio della presa di coscienza”.

articoli correlati