NUMBER

L’eCommerce B2c in Italia supera i 27,4 miliardi di euro (+16% rispetto al 2017). È la crescita più alta di sempre

- # # # #

eCommerce B2c

Continua il percorso di crescita dell’eCommerce B2c in Italia: nel 2018 il valore degli acquisti online supera infatti i 27,4 miliardi di euro, con un incremento del 16% rispetto al 2017. La crescita del mercato in valore assoluto, pari a 3,8 miliardi di euro, è la più alta di sempre.

Gli acquisti online di prodotto valgono 15 miliardi di euro (+25%), mentre i Servizi 12 miliardi (+6%). Il Turismo (9,8 miliardi di euro, +6%), si conferma il primo comparto dell’eCommerce. Tra i prodotti, si consolidano Informatica ed elettronica di consumo (4,6 miliardi di euro +18%) e Abbigliamento (2,9 miliardi, +20%) e crescono a ritmi molto interessanti Arredamento (1,4 miliardi, +53%) e Food&Grocery (1,1 miliardi, +34%).

Questo lo scenario del mercato del commercio elettronico presentato questa mattina dall’Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm al convegno intitolato “eCommerce B2c in Italia: cresce il mercato, ma aumenta il valore?”.*

Il futuro ha nuove regole

Ha introdotto i lavori Roberto Liscia, Presidente di Netcomm ed Executive Board Member di eCommerce Europe sottolineando che “le tecnologie stanno evolvendo per servire in maniera personalizzata i nuovi consumatori. Nella nuova dimensione “onlife” tecnologie e consumatori sono gli asset chiave sui quali si sta sviluppando la sfida competitiva del retail moderno. Temi come blockchain, machine learnig, artificial intelligence, e robotica sono da considerarsi a tutti gli effetti come abilitatori di customer experience ma sono poche le aziende le stanno sperimentando realmente”.
BtoBtoC, online to offline, smart factory sono, per il presidente di Netcomm le parole chiave del futuro. Un futuro che deve dotarsi di nuove regole; regole sulle quali sta lavorando l’Associazione europea dell’eCommerce: “Lavoriamo sulle regole ma soprattutto lavoriamo sull’Europa”, è il monito di Roberto Liscia.

L’eCommerce B2c nel mondo

“Nel 2018 il valore degli acquisti online a livello mondiale dovrebbe superare i 2.500 miliardi di euro (+20% rispetto al 2017). La Cina si conferma il primo mercato, con oltre 1.000 miliardi di euro (+19% rispetto al 2017) e un tasso di penetrazione dell’online sul totale retail pari al 18%. Seguono gli USA con 620 miliardi di euro (+12%) e 17% di penetrazione e l’Europa con 600 miliardi di euro (+12%) e 10% di penetrazione”, afferma Alessandro Perego, Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.

In Europa i Paesi dove l’eCommerce è più maturo, cioè caratterizzato da tassi di penetrazione elevati, sono UK – 110 miliardi di euro di mercato (+11%) e 19% di tasso di penetrazione; Germania – 82 miliardi di euro (+9%) e 15% di penetrazione; Francia – 65 miliardi di euro (+9%) e 14% di penetrazione. Ci sono poi mercati eCommerce in fase di sviluppo, contraddistinti da tassi di penetrazione più contenuti, come l’Italia – 27,4 miliardi di euro (+16%) e 6,5% di penetrazione e la Spagna – 21 miliardi di euro (+13%) e 6% di penetrazione.

“In Europa, l’Italia è ancora lontana dai principali mercati eCommerce (Francia, Germania e Regno Unito). Lo sviluppo del nostro mercato deve passare in prima battuta dal potenziamento nell’offerta del Food&Grocery, la prima voce di spesa nel paniere degli acquisti degli italiani. Nonostante l’ingresso di diversi player locali e internazionali in questo settore, l’offerta non ha ancora la capacità di garantire una copertura territoriale capillare: oggi 4 italiani su 5 non possono ancora effettuare online la spesa da “supermercato” con un adeguato livello di servizio”, ha concluso Alessandro Perego.

L’evoluzione del mercato

“L’incremento dell’eCommerce italiano è frutto di dinamiche differenti. Da un lato i prodotti continuano a crescere con un ritmo sostenuto (+25%), spinti dagli ottimi risultati di diversi comparti, alcuni dei quali emergenti. Dall’altro lato ci sono i servizi che, entrati in una fase di maturità, hanno rallentato la crescita (+6%)”, afferma Riccardo Mangiaracina, Responsabile scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano”. “I prodotti, i cui acquisti online valgono 15 miliardi di euro, generano nel 2018 circa 260 milioni di spedizioni. La distribuzione geografica dei flussi logistici evidenzia una maggiore concentrazione dell’eCommerce al Nord, con il 56% dei volumi, mentre al Centro e al Sud, con le isole, abbiamo il 23 e il 21% rispettivamente”.

I prodotti

Nei prodotti, Informatica ed elettronica di consumo si conferma come primo comparto, con un valore di circa 4,6 miliardi di euro e un tasso di crescita del 18% rispetto al 2017. Gli acquisti nell’Abbigliamento crescono del 20% e sfiorano i 3 miliardi di euro, non solo grazie al fashion di lusso, ma anche alla componente mass market. Tra i settori che superano il miliardo di euro ce ne sono due contraddistinti da un ritmo di crescita elevato: Arredamento e home living (1,4 miliardi, +53%) e Food&Grocery (1,1 miliardi, +34%). L’Editoria cresce del 20% e vale circa 1 miliardo di euro.
Gli acquisti in tutti gli altri comparti di prodotto valgono insieme 4,3 miliardi di euro nel 2018, in crescita del 29% rispetto al 2017. In questo aggregato si distingue il contributo dei Ricambi auto, con l’acquisto online di pezzi di ricambio e pneumatici per un valore di 652 milioni di euro (+29%), del Beauty, con l’acquisto di profumi e cosmetici per un valore di 435 milioni (+31%), e dei Giocattoli, con 514 milioni (+48%). Nel 2017 i prodotti hanno generato 230 milioni di ordini, con uno scontrino medio di circa 70€.

I servizi

Nei servizi, il settore Turismo e trasporti, con 9,8 miliardi di euro, si conferma il primo comparto dell’eCommerce italiano. La crescita – +6% rispetto al 2017 – è determinata dagli acquisti di biglietti per i trasporti ferroviari e aerei, dalla prenotazione di appartamenti e case-vacanza (attraverso gli operatori della sharing economy) e dalla prenotazione di camere di hotel. Gli acquisti online nelle Assicurazioni superano quota 1,3 miliardi di euro (+5%) e rimangono focalizzati sulle RC Auto. I comparti di servizio aggregati nell’Altro, grazie a una crescita dell’11%, valgono circa 1 miliardo di euro. Rimangono importanti, in questa categoria, i contributi del Ticketing per eventi e delle Ricariche telefoniche. I servizi hanno generato 50 milioni di ordini negli ultimi 12 mesi, con uno scontrino medio di circa 230 €.

La penetrazione dell’online sul totale retail

“Il tasso di penetrazione degli acquisti online sul totale retail, grazie alla crescita più sostenuta rispetto al canale fisico, guadagna anche quest’anno un punto percentuale, raggiungendo il 6,5%: l’eCommerce, pur avendo un peso assoluto ancora ridotto, si sta appropriando quasi integralmente dell’aumento dei consumi. La penetrazione media passa dal 4% (2017) al 5% (2018) nei prodotti, mentre si avvicina al 10% nei servizi”, afferma Valentina Pontiggia, Direttore dell’Osservatorio eCommerce B2c. “Rimangono significative le differenze tra i diversi comparti merceologici: si passa dal 34% nel Turismo e trasporti e dal 24% nell’Informatica ed elettronica allo 0,8% nel Food&Grocery. Nel mezzo troviamo Assicurazioni, Arredamento e home living, Abbigliamento ed Editoria con penetrazioni comprese tra il 5% e il 15%”.

I canali di generazione della domanda

Diventa sempre più rilevante il ruolo dello smartphone: nel 2018 gli acquisti online generati attraverso lo smartphone costituiscono il 31% dell’eCommerce totale (era il 25% nel 2017). Il desktop – pur rimanendo il device preferito per fare shopping online – passa dal 67% nel 2017 al 62% nel 2018. Si riduce anche l’incidenza degli acquisti da tablet, che passano dall’8% al 7%. Nei principali comparti di prodotto lo smartphone ha una quota sull’eCommerce totale molto elevata e compresa tra il 32% del Food&Grocery e il 45% dell’Abbigliamento. Nei servizi l’incidenza è più contenuta, tra il 9% delle Assicurazioni e il 18% del Turismo e trasporti, a causa dello scontrino più elevato e del conseguente processo di acquisto più lungo e articolato.

In valore assoluto, l’eCommerce B2c da smartphone supera gli 8,4 miliardi di euro, con un incremento del 40% rispetto al 2017. La crescita in valore assoluto è pari a 2,4 miliardi e rappresenta il 64% di quella dell’eCommerce complessivo.

“Per il futuro ci aspettiamo che il peso di questo device sia dempre più importante grazie allo sviluppo di domanda e offerta, anche grazie a progetti omnicanale, continua Valentina Pontiggia. “La quota degli acquisti da smartphone dovrebbe arrivare al 50% tra il 2021 e il 2022”.

I web shopper

Nel 2018 i web shopper italiani – ossia i consumatori che hanno effettuato almeno un acquisto online nell’anno – sono 23,5 milioni e crescono dell’8% rispetto al 2017. Tra questi, gli acquirenti abituali – ossia i consumatori che effettuano almeno un acquisto al mese – sono 17,8 milioni e generano il 92% della domanda totale eCommerce (a valore), spendendo online in un anno, mediamente, 1.418 euro ciascuno. Gli acquirenti sporadici sono invece 5,7 milioni, generano il restante 8% della domanda eCommerce e spendono mediamente 385 euro all’anno.

L’offerta: cresce l’Export, trainato dall’Abbigliamento

Nel 2018 l’Export, inteso come il valore delle vendite da siti italiani a consumatori stranieri, vale 3,9 miliardi di euro e rappresenta il 16% delle vendite eCommerce totali.

I Servizi, pari a circa 1,3 miliardi di euro (+6% rispetto al 2017), sono spinti dal settore Turismo, grazie ad alcuni operatori del trasporto. I prodotti, grazie a una crescita dell’11%, valgono 2,6 miliardi di euro e rappresentano il 68% delle vendite totali oltre-confine. L’Abbigliamento è il principale comparto nell’esportazione e costituisce circa i due terzi dell’Export di prodotto.

Nonostante l’elevata richiesta di prodotti italiani all’estero, l’Export digitale fatica ancora a decollare, soprattutto in alcuni settori (Arredamento e home living, Food&Grocery), a causa di diversi fattori, tra cui le alte complessità operative (in primis onerosità delle attività logistico-distributive) e legislative. Se da un lato infatti cresce la consapevolezza, da parte delle nostre aziende italiane, delle potenzialità dell’eCommerce come strumento di vendita all’estero, dall’altro spaventa l’assenza di un modello unico di riferimento per operare efficacemente online in un Paese straniero. In questo senso possono aiutare le iniziative di aggregazione e coordinamento di più imprese italiane per valorizzare l’Export digitale verso specifici mercati.

Un mercato concentrato

L’eCommerceB2c resta in Italia abbastanza concentrato: i primi 250 merchant realizzano il 95% del mercato, i primi 50 l’86% e i primi 20 il 72%. A livello numerico nella top 20 sono predominanti le iniziative in ambito servizi (12, contro le 8 nei prodotti) e delle Dot Com (11, contro le 9 delle imprese tradizionali). Quasi la metà (9 su 20) sono aggregatori che abilitano l’offerta online di centinaia di migliaia di retailer, produttori, hotel e ristoranti.

In Italia, come in altri Paesi, il ruolo di questi operatori (in primis i marketplace) è sempre più centrale nello sviluppo dell’ecommerce. Nel 2018 gli aggregatori crescono a un tasso più alto della media del mercato (+25%) e generano il 43% del totale eCommerce.

Si consolida, infine, la leadership delle Dot Com nel panorama italiano: queste iniziative sono responsabili nel 2018 di quasi due terzi dell’eCommerce totale (63%). L rilevanza delle Dot Com è ancora più evidente nelle vendite di prodotto, dove il loro peso supera i tre quarti del mercato totale (78%).

 

*L’edizione 2018 dell’Osservatorio eCommerce B2c è realizzata con il supporto di Accenture Interactive, PwC; Alpenite, Axerve, BRT Corriere Espresso, DHL, Drop | e-business provider, eBay.it, GreenRouter, Intesa Sanpaolo, Milkman, Nexi, Nexive, PayPal, Poste Italiane, SAP Customer Experience; GLS Corriere Espresso, GS1 Italy, Keros Digital, Mastercard, PAYBACK, STEF Italia, Stiva.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Scalo Milano, on air la nuova campagna adv per uno shopping d’eccellenza “Come piace a me”

- # # #

Scalo Milano

E’ partita questa settimana la nuova campagna ADV dello shopping village Scalo Milano, punto di incontro delle eccellenze italiane e internazionali del design, della moda e del food. Il contenuto della campagna, dal titolo “Come Piace a Me”, ha come protagonisti persone con uno stile inconfondibile, amanti del fashion, entusiaste di vivere una giornata di shopping, ma anche di relax, in una struttura all’avanguardia, accogliente, ospitale come Scalo Milano. Il concept ha un mood  solare, colorato caratterizzato da foto vivaci ed espressive, perfettamente in linea con lo spirito che si si respira all’interno del shopping village.

“Per la nuova campagna abbiamo scelto di utilizzare una comunicazione completamente inedita scandita da un fil rouge individuabile e distintivo” ha dichiarato Filippo Maffioli, AD Promos. “Così la “S” di Scalo Milano prende forma all’interno del visual per caratterizzarlo diventando il “marchio di fabbrica”, un marchio che crea brand awareness sul logo e su tutto il format creativo. Strategica, inoltre, a livello commerciale, la volontà di focalizzare il copy sul pricing di Scalo Milano. La doppia tipologia di prezzo –full/off price – nuove collezioni e prodotti scontati tutto l’anno”.

La direzione creativa è stata curata da Acqua Group – società di comunicazione integrata – che per Scalo Milano segue anche la planning strategy. La campagna “Come piace a Me” sarà pianificata sui seguenti media: affissioni a Milano nel circuito cittadino, tv stazioni metropolitana, stazioni passante ferroviario, Radio locali Lombardia; stampa quotidiana di Milano e provincia; periodici nazionali e web e social networking.

Credits:
Account Director: Andrea Casneda
Account Manager: Valentina Pirali
Direttori Creativi: Luca Negretti e Massimo Del Monaco
Art Director: Roberto Ferrario
Copywriter: Veronica Maggi
Fotografo: Luca Maresca
Assistente: Giacomo Satti
Digital assistant: Silvia Consonni
Stylist: Pia Johansson
MUA: Luca Simone
Service produzione: M8studios

articoli correlati

MEDIA

CheckBonus lancia la call to action dedicata ai single nel giorno di San Valentino

- # # # # # #

Checkbonus

Quello di San Valentino è un giorno difficile per i single. Dedicata proprio a chi si trova senza anima gemella nel giorno più romantico dell’anno la nuova call to action di CheckBonus, la famosa app per gli amanti dello shopping. Il “Pòkemon Go dello shopping” offre punti doppi su una serie di negozi del network per riportare i single nelle vie della città, in giro tra le vetrine. Passeggiare per i negozi il giorno degli innamorati diventa divertente, conveniente e, soprattutto, permette di incontrare persone nuove, e mal che vada si accumulano buoni e gift card per coccolarsi anche senza un partner.
Il 14 febbraio, infatti, è alle porte e come ogni anno le vetrine dei negozi si colorano di offerte e proposte per la festa degli innamorati. Secondo una ricerca di Meetic (la fonte è il LoveGeist, lo studio di riferimento europeo annuale sui single e gli incontri), sono, però, i single quelli che spendono di più per fare colpo e sono pronti a raddoppiare l’investimento per festeggiare il 14 febbraio. Se le coppie consolidate ritengono che ogni giorno sia la propria festa e non sia necessario celebrare l’amore con un regalo in un unico giorno, diversamente per i single.
Diverse ricerche negli anni passati hanno già messo in luce come la maggior parte dei single acquisti comunque un pensiero per qualcuno nel giorno dedicato agli innamorati. E sebbene la maggior parte degli acquisti per San Valentino realizzati dalle coppie prediligano le piattaforme di e-commerce, di altro avviso è chi ancora non ha un partner e che, magari stufo del mondo virtuale, vorrebbe incontrare Cupido sul proprio cammino. Focus particolare, quindi, sul mondo dei single. Basta scaricare l’APP CheckBonus, indossare scarpe comode, ma sempre adatte a nuovi incontri, e semplicemente entrare nei punti vendita, dove si avranno due benefici: si viene immediatamente avvertiti delle offerte in corso nel negozio e si accumulano punti, doppi nel giorno degli innamorati per Douglas, Toys Center, Chicco, Upim, Feltrinelli e ZooPlanet. Più negozi si visitano, anche passeggiando all’interno dei punti vendita più grandi, più lo score aumenta e alla fine è possibile convertire il punteggio in buoni e gift card nel ricco elenco proposto da CheckBonus, che offre carte regalo da 5 a 50 euro su viaggi, elettrodomestici, alimentari, beauty e tantissime altre cose. Fare shopping diventa un gioco per riappropriarsi della città, dei punti vendita e del rapporto diretto con gli altri!

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La ricetta digital di Conversion: più traffico in-store e più conversioni

- # # # # #

Conversion

In piena coerenza con la sua mission d’agenzia, omnicanalità e conversione, e grazie alla tecnologia, Conversion ha sviluppato una nuova strategia di generazione di traffico e conversione, valida per qualunque brand e qualunque canale di vendita. L’agenzia lo spiega sinteticamente in questo video:

 

 

Marco Prelini, CTO di Conversion, ci racconta come cambieranno le attività del 2017 massimizzando traffico e conversione: “… sono tre gli step virtuosi di questa nuova strategia e del tool che abbiamo sviluppato: una campagna di Drive to Store, un engagement per stimolare il check-in in-store e spingere all’acquisto, grazie a opportuno tracciamento, attività di retargeting e comunicazioni mirate per convertire anche successivamente. Servirà quindi sempre una campagna di drive to store ed un incentivo all’acquisto nel punto vendita. Ciò che cambierà sarà lo strumento che Conversion ha concepito per integrare queste due iniziative. Infatti, grazie all’azione di check-in che stimoleremo lo shopper a compiere, sarà possibile tracciare ogni sua azione da quel momento in poi. Ciò garantisce la possibilità di mantenere la relazione con messaggi personalizzati e continuare a stimolare la conversione con attività di retargeting successive”.

Alberto Rossi, CEO di Conversion, commenta: “Conversion è tra le prime agenzie italiane a utilizzare uno strumento capace di tracciare gli accessi e le conversioni instore per stimolare un dialogo sempre più fertile tra brand e consumatore; un organico capace, tecnologia all’avanguardia e tools giusti consentono di fare conversione e portare il consumatore a un altro livello di shopping experience, sempre più personalizzata, rilevante e vicina”.

articoli correlati

MOBILE

CheckBonus premia lo shopping e aumenta la pedonabilità dei negozi

- # # # #

Checkbonus, l'app per gli amanti degli acquisti

Continua a crescere CheckBonus, l’app per gli amanti dello shopping che permette di guadagnare buoni sconto e gift card semplicemente entrando ed esplorando i punti vendita convenzionati. In questi giorni l’azienda ha realizzato un nuovo aumento di capitale di 2 milioni di euro, guadagnando la fiducia di una serie di investitori privati e istituzionali tra cui Mediaset.
La startup fondata da Pierluigi Casolari e Yuri Ceschin nel 2013 continua così la propria crescita: ad oggi collabora con oltre 2.000 negozi convenzionati appartenenti a ben 10 gruppi commerciali tra i più importanti in Italia che hanno scelto di affidarsi al sistema di marketing di prossimità di CheckBonus. Chicco, La Feltrinelli, OVS, Salmoiraghi & Viganò, Geox, Flying Tiger Copenhagen, Profumerie Douglas, Toys Center sono, infatti, solo alcune delle realtà del circuito che utilizzano CheckBonus per aumentare l’engagement nello store e creare una nuova esperienza d’acquisto, attivando una comunicazione diretta tra prodotti e consumatori.
L’applicazione, disponibile per iOs e Android, si basa, infatti, su un principio semplice, divertente e immediato che piace molto agli utenti: più tempo trascorri nei negozi, più punti vendita visiti tra quelli convenzionati, più accumuli punti che ti permettono di acquisire sconti attraverso buoni acquisto e gift card, oltre a ottenere offerte e promozioni esclusive.
CheckBonus, infatti, premia gli ingressi e la permanenza negli store reali, quella che viene definita “la pedonalità nei punti vendita”. In questo senso, l’applicazione rappresenta una delle soluzioni per catene commerciali e piccoli negozi per promuovere lo shopping in store, dove è possibile toccare con mano i prodotti, portare a casa direttamente quello che interessa e ricevere un servizio di supporto all’acquisto. Attraverso le leve del coinvolgimento all’interno del negozio e del monitoraggio degli ingressi, la piattaforma su cui si basa l’applicazione si rivela lo strumento ideale per aziende e utenti che porta a riappropriarsi degli spazi urbani e rende di nuovo lo shopping un modo divertente e interessante per interagire con gli altri e con i brand.
Provare l’app è semplicissimo: basta scaricarla, passeggiare tra le vetrine e entrare nei negozi accendendo l’app in modo da ricevere punti, sconti esclusivi e gift cards. Sullo smartphone è possibile sapere quali sono i negozi convenzionati più vicini e appena si entra si riceve un avviso relativo alle offerte in corso nel punto vendita e si inizia il gioco dell’accumulo punti. Automaticamente, l’utente riceve una notifica dei punti raccolti e delle promozioni presenti in negozio e in alcuni store il punteggio aumenta in base al reparto che si visita. Tra le notifiche è possibile salvare quelle di interesse, usufruendo subito dei buoni sconto ad esse collegati. Ma non è tutto: fin da subito, infatti, è possibile monitorare il proprio punteggio e decidere a quale premio accedere nel ricco elenco proposto da CheckBonus, che propone sconti da 5 a 50 euro su viaggi, elettrodomestici, alimentari, beauty e tantissime altre cose.

articoli correlati

AZIENDE

Yoox si rifà il look su desktop e app e rivoluziona l’esperienza di shopping

- # # # # #

Yoox si rifà il look sia su desktop che sull'app e rivoluziona l'esperienza di shopping

Il 16 settembre 2016 è un traguardo importante nei sedici anni di storia di Yoox, lo famoso store online di lifestyle. Pioniere assoluto dell’e-commerce di moda agli inizi degli anni 2000, a partire da metà settembre, Yoox presenta ai suoi milioni di utenti in tutto il mondo un look completamente nuovo, sia sulla versione desktop che sull’app nativa, grazie all’integrazione di nuove feature iOS 10.
Reinventato e ridisegnato allo scopo di semplificarne l’utilizzo e la navigazione, il nuovo Yoox offre un grado di personalizzazione sempre maggiore sviluppato a partire dalla posizione dell’utente, le abitudini d’acquisto e le preferenze di navigazione, calcolate in tempo reale. Sulla base degli acquisti e della cronologia di navigazione dell’utente, la nuova homepage permette di visualizzare i designer e le categorie preferite, mentre le previsioni meteo danno accesso a una selezione di prodotto all’interno di gallery selezionate, realizzate in base alle condizioni climatiche locali. Un menu semplificato e una maggiore attenzione ai consigli di stile semplificano ulteriormente l’esperienza di shopping su Yoox, facilitando la ricerca dei prodotti.
La grafica avvincente, elegante e colorata rende il viaggio attraverso l’immenso mondo della moda, del design e dell’arte di Yoox ancora più divertente. Nuove storie editoriali e collaborazioni esclusive accompagnano i clienti nelle sezioni Style Notes e Special Editions.
“Prima del lancio di Yoox nel 2000, Moda e Internet erano considerati due poli opposti, che Yoox è riuscito ad unire per la prima volta. Il nostro talento è sempre stato quello di dare vita a sinergie inusuali, creative e non convenzionali: negli anni abbiamo ideato il concetto di capsule collection, cercando sempre di sorprendere i nostri clienti. Ora viviamo in un mondo sempre più orientato al mobile, che ci proponiamo ugualmente di rivoluzionare… è incredibile pensare che quando Federico Marchetti ha fondato Yoox usava un telefono fisso! Questo è l’inizio di una nuova era, che vedrà importanti evoluzioni, in termini di innovazione, creatività e partnership esclusive”, afferma Luca Martines, presidente Off Season.

articoli correlati

Senza categoria

IGPDecaux promuove il tax free shopping di Sea Aeroporti nella Design Week

- # # # # # #

sea

La campagna ideata da SEA Aeroporti, pianificata da Media Italia e realizzata da IGPDecaux con la collaborazione di ATM, è andata on air il 4 aprile per due settimane: le pensiline che esponevano il manifesto “Get full shopping joy cutting tax off” erano dotate di connessione wifi gratuita. La campagna aveva infatti l’obiettivo di informare principalmente tutti i visitatori stranieri extra Unione Europea della Design week che presso le boutique dell’aeroporto di Malpensa è possibile acquistare direttamente in regime duty free, cioè senza pagare l’IVA.

IGPDecaux ha supportato SEA nel progetto di scelta e installazione dei dispositivi di attivazione del wi-fi gratuito in 25 pensiline ATM, posizionate in punti della città di massimo interesse, aree a intenso passaggio e di grande richiamo per lo shopping come Piazza Cavour, Corso Magenta, via Torino e via Dante.
Tutte le persone in attesa dei mezzi di trasporto potevano accedere al servizio tramite la landing page di SEA che consentiva di navigare gratuitamente in internet (oltre 5000 visite alla pagina con un tempo medio di quasi 3 minuti a sessione), previa registrazione con le proprie credenziali Facebook o Google+.

Durante gli spostamenti in città le persone utilizzano costantemente i propri smartphone e grazie a SEA e IGPDecaux l’attesa dei mezzi si è arricchita di un servizio utile e ed è stata trasformata in un momento più piacevole anche per i turisti.

Completavano l’offerta un tram Sirietto totalmente decorato e impianti Digital LCD in 9 stazioni della metropolitana, dove i manifesti sono in italiano, segno di una precisa attenzione anche al target italiano.

articoli correlati

AZIENDE

Supermercato24 è online: una spesa digitale ora attiva in 16 province e 300 comuni italiani

- # # # # #

Supermercato24 è ora attivo in 300 comuni e 16 province italiane

Con Supermercato24 risparmi tempo, fai la spesa con un click e la ricevi in un’ora. L’innovativa piattaforma di acquisto e consegna della spesa a domicilio, in un’ora dall’ordine, mette direttamente in contatto chi desidera ricevere la merce con persone, ‘i personal shopper’, che fanno fisicamente la spesa al posto loro. Un vero e proprio servizio che restituisce uno dei beni più preziosi per la società contemporanea: il tempo e solo a partire da 4,90€, cioè il costo della consegna. I clienti possono poi pagare la spesa anche in contanti alla consegna.

Con un semplice click i clienti di Supermercato24 hanno la possibilità di scegliere il loro supermercato di fiducia, i prodotti da acquistare tra quelli del punto vendita selezionato e quelli in offerta direttamente sulla piattaforma che, grazie ad accordi diretti, riesce ad offrire incredibili promozioni su diverse categorie di prodotto, e farsi consegnare il tutto all’indirizzo desiderato anche entro un’ora o nell’arco di tempo richiesto.

La colazione è servita grazie a una vasta scelta di prodotti tra Mulino Bianco, Vincenzi, Ferrero, Heineken, Pavesi con succhi e marmellate, e le tisane Pompadour cosi come schiscetta e cena grazie alle promozioni riservate a Supermercato24 dai salumi Negroni e Aia e per gli indecisi tra primo e secondo non mancano le offerte di Barilla, Riso Gallo, Galbani, Amadori, Exquisa e Sammontana. Non solo food ma anche beverage grazie agli accordi con Peroni e Tavernello oltre a tantissimi prodotti per la pulizia e alla conservazione di Spontex e Frio.
Questi e molti altri ancora, oltre al fresco, sono i prodotti che i già oltre 240 mila utenti di Supermercato24 possono acquistare online e farsi consegnare a casa o in altro luogo indicato al momento dell’ordine nelle più di 300 comuni in cui il servizio è già attivo.

Supermercato24, nato poco più di un anno fa, è già operativo in 16 province italiane in Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Lazio, e si sta espandendo velocemente grazie ai plus offerti: il nuovo modo tutto italiano per fare la spesa ovunque da pc e app, la consegna in giornata, la garanzia del fresco e del supermercato di fiducia.Il tempo è prezioso e Supermercato24 lo consegna direttamente ai suoi clienti, con anche una primavera di promozioni, tutto a portata di click.

articoli correlati

COMMERCE

Su vente-privee è il momento della Shopping Revolution

- # # # #

Dal 16 al 22 novembre, i primi 100 soci che ogni giorno accederanno a una qualsiasi vendita-evento in corso sul sito www.vente-privee.com, o tramite l’App vente-privee, vinceranno 100 euro in buoni d’acquisto da spendere sul sito entro la mezzanotte del giorno stesso.

Audacia e impulsività le parole d’ordine per arrivare dritte all’obiettivo: se per aggiudicarsi i premi in palio durante la settimana le sveglie devono essere puntate alle 7 del mattino, nel weekend anche le più addicted potranno dormire qualche ora in più e collegarsi alle 9, quando le nuove vendite-evento del giorno andranno online su vente-privee.

Un messaggio all’apertura del sito, o dell’App se ci si connette tramite smartphone e tablet, darà inizio alla competizione: se il socio risulterà tra i primi 100 riceverà subito una notifica del premio e potrà trovare il buono da 100 euro accreditato nella sezione “Il mio Account”, altrimenti dovrà attendere fino al giorno successivo per riprovare a giocare.

In occasione del Natale poi, oltre alle tradizionali sezioni in cui ritrovare le vetrine dei brand: Moda, Casa e Arredamento, Vino e Gastronomia e Lounge, vente-privee ha appena inaugurato la sezione “Idee Natale”, in cui i soci potranno ritrovare una selezione di idee regalo presenti online sul sito e riceverli prima del 24 dicembre per prepararsi al meglio a questa festività.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Parte oggi la nuova campagna Sottocosto da Leoni di Euronics

- # # # # # #

Se con il cambio di stagione si prevede il rinnovo non solo del guardaroba ma anche dei propri apparecchi tecnologici, da giovedì 1 ottobre la scelta per il proprio shopping hi-tech non potrà che essere Euronics.

Fino a sabato 10 ottobre, infatti, Euronics propone numerosi articoli in sottocosto, a scelta tra tutte le categorie merceologiche. Ricco l’assortimento di tv, smartphone e prodotti IT, tra cui notebook con processore Intel aggiornabili al recente Windows 10.

Agli appassionati del gaming sono dedicati due importanti bundle, che soddisferanno sia i fedelissimi di PS che di Xbox: la console di casa Sony, PlayStation 4 viene venduta insieme a Fifa 16, al secondo Dualshock 4 e all’abbonamento a PlayStation Plus da 365 giorni. Nel pack di Microsoft, invece, è prevista la XBox One insieme a Fifa 16, in versione digitale, al secondo controller wireless e l’accessorio Play&Charge, utile per ricaricare il controller senza smettere di giocare.

A conferma che da Euronics la tecnologia è al servizio dei consumatori, per accontentare tutte le esigenze è stato inserito nel volantino un ricco Speciale dedicato a piccoli e grandi elettrodomestici: un’ampia offerta di prodotti per la pulizia e lo stiro, articoli per la cucina e per il lavaggio. Su una selezione di grandi elettrodomestici, inoltre, Euronics regala buoni acquisto fino a 250 euro.

Sottocosto da Leoni sarà supportata da un’ampia campagna di comunicazione che prevede massima visibilità attraverso i volantini, il supporto televisivo, radiofonico e web.

Credits
Agenzia creativa: Max Information
Centro media: Media Italia
Credits online: La pianificazione e la grafica online sono gestite internamente dall’azienda

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via domani la settima edizione milanese della Vogue Fashion’s Night Out

- # # # # # # # #

Nata nel 2009, la manifestazione di respiro internazionale dedicata allo shopping, accenderà nuovamente i riflettori con l’obiettivo di festeggiare la moda e di dare impulso all’economia del settore, avvicinando il mondo del fashion al grande pubblico, agli interessati o semplicemente ai curiosi. Oltre 300 mila le persone che hanno partecipato all’edizione 2014 – che si è svolta a Milano e a Roma – e che hanno vissuto le emozioni dello shopping in un’atmosfera festosa.

Vogue Fashion’s Night Out, inserita nel calendario di Expoincittà, coinvolgerà anche quest’anno centinaia di negozi del centro milanese intorno al quadrilatero della moda, da via Montenapoleone a via Manzoni, da via della Spiga a corso Venezia, da Corso Vittorio Emanuele a Corso Genova, all’intero quartiere di Brera e Corso Como, già protagonisti negli scorsi anni, con la novità di Piazza Gae Aulenti e del quartiere di Porta Nuova. Aderiranno all’iniziativa le più importanti griffe e le più rappresentative boutique cittadine: i negozi, aperti per questo appuntamento speciale fino alle 23.00, creeranno allestimenti ad hoc nei punti vendita, organizzeranno cocktail party e ospiteranno celebrity e DJset. Importante come sempre il supporto delle Associazioni dei Commercianti: da quella di via MonteNapoleone a quella di via Fiori Chiari. Quest’ultima, in collaborazione con la Regione Abruzzo organizzerà una sfilata di abiti d’epoca e rappresentazioni storiche: la moda dal Medioevo a oggi.

“Un appuntamento che celebra il profondo legame tra Milano e la Moda facendo partecipe di questa festa tutta la città e i suoi abitanti”. Così commenta l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Moda e Design Cristina Tajani che prosegue: La Vogue Fashion’s Night Out, è insieme l’occasione per valorizzare un settore produttivo trainante per il nostro territorio e per connettere il mondo della moda con la città senza dimenticare l’importanza della ricerca. Grazie alla collaborazione stabile con Condè Nast, quest’anno riusciremo a contribuire alla ricerca dell’Istituto Monzino sulla malattie cardiovascolari, prima causa di malattia per le donne dopo il tumore al seno”.

“Siamo orgogliosi di rinnovare per il settimo anno consecutivo l’appuntamento con la città di Milano. Quest’anno con Expo la Vogue Fashion’s Night Out assume una rilevanza ancora maggiore, rivolgendosi a tutti i visitatori che arriveranno in città per l’esposizione universale, e naturalmente al pubblico milanese, che ha sempre risposto con grande entusiasmo alla serata. Una festa, dunque, da non perdere e in cui immergersi, toccando da vicino non solo la moda e i suoi protagonisti ma vivendo l’atmosfera. Come sempre, una parte del ricavato delle vendite sarà devoluto a un progetto a favore della città e della collettività sociale”, così il direttore di Vogue Italia Franca Sozzani.

Vogue Fashion’s Night Out rappresenta infatti anche l’occasione di partecipare attivamente a progetti di charity attraverso il coinvolgimento dei tanti brand partner dell’evento che, per l’occasione, realizzano oggetti limited edition, il cui ricavato sarà destinato a progetti benefici. Quest’anno sarà devoluto alla ricerca dell’Istituto Monzino sulla malattie cardiovascolari, prima causa di malattia per le donne dopo il tumore al seno.

I fondi raccolti nel corso delle edizioni italiane della Vogue Fashion’s Night Out hanno contribuito nel 2009 alla piantumazione di alberi nel comune di Milano e alla realizzazione e sistemazione del giardino pubblico del Villaggio Barona, sempre a Milano nel 2010. Il ricavato dei prodotti limited edition 2011 è stato messo a disposizione dell’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi. Con le edizioni VFNO 2012, in seguito al terribile sisma che ha colpito l’Emilia Romagna, Vogue Italia è sceso in campo per le zone coinvolte e grazie alle vendite di Milano, Roma e Firenze, i fondi sono stati impiegati per iniziative rivolte all’infanzia e all’adolescenza: sono stati destinati al Comune di Finale per il ripristino del polo scolastico, al reparto pediatrico dell’ospedale di Carpi per l’acquisto di attrezzature – in particolare di una macchina ecografica per eco prenatale – e al Comune di Mirandola per la gestione di una nuova sezione della Scuola dell’infanzia Sergio Neri e per il progetto della scuola media F.Montanari “Scuola aperta per ricominciare”. Grazie ai fondi raccolti nell’edizione 2013 è stato riqualificato il campo sportivo, gli spogliatoi e l’area verde annessa nel quartiere Quarto Oggiaro, a Milano. Nell’ultima edizione del 2014, i fondi sono stati devoluti ai centri comunali di formazione e per l’inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi in difficoltà, “Milano Ti Forma Fleming e San Giusto” e a “Differenza Donna”, l’Associazione che si rivolge alle donne oggetto di violenza e in condizione di disagio e ai loro figli minori, mettendo a disposizione centri di accoglienza Solidea della provincia di Roma.

Attraverso il sito http://vfno2015.vogue.it, i punti vendita possono confermare la loro adesione per entrare a far parte ufficialmente del circuito dell’evento. Il sito sarà poi costantemente aggiornato con le novità dell’edizione 2015.

Partner dell’edizione 2015 sono Martini, illy, Banca Popolare di Milano, QVC, vente-privee, Samsung e Lancia.

Partner di iniziative speciali sono invece: Tempo, Nastro Azzurro e Discoradio.

articoli correlati

AZIENDE

Orobianco si trasforma in eStore e lancia, insieme a PowaTag, l’app di instant shopping

- # # # # # # #

A un anno dall’inaugurazione del primo Mono Brand Store italiano in Piazza Duomo, Orobianco, azienda italiana specializzata in accessori di lusso, trasforma il proprio punto vendita meneghino in uno eStore, introducendo l’innovativa app di “instant shopping” PowaTag.
PowaTag è una soluzione pensata per la multicanalità che supera il divario tra esperienza online e offline, perchè trasforma ogni singolo materiale di comunicazione un punto vendita virtuale, attraverso una serie di punti di ingaggio tra cui QR code, Audio Tag, beacon Bluetooth, NFC e social media. Grazie a questa rivoluzionaria tecnologia, i clienti di Orobianco potranno sperimentare il primo viaggio multicanale nel tecnologico lusso della valigeria d’alta gamma TecknoMonster – punta di diamante del Mono Brand Store Orobianco – coccolati dall’ospitalità italiana di personale altamente qualificato.
Dopo aver scaricato l’app dall’Apple Store o, dal Google Play ed effettuata la registrazione in appena un minuto, ai clienti basterà inquadrare con uno smartphone il QR code riportato sul cartellino, per acquistare in maniera instantanea, semplice e sicura i prodotti Orobianco direttamente con lo smarphone.
“Il concetto di fast shopping si sposa perfettamente con  la filosofia del  nostro brand. Siamo pertanto orgogliosi di essere la prima luxury boutique in Italia ad adottare PowaTag, grazie alla quale velocizzeremo e semplificheremo il processo di acquisto”, ha dichiarato Giacomo Valentini, presidente di Orobianco Group. “La partnership con  PowaTag proietta  Orobianco nel futuro del luxury shopping”, ha concluso Valentini.
“L’introduzione dell’ eStore ad opera di Orobianco  è la prova dell’impegno del brand nel dare vita a una vera e propria esperienza multicanale che va incontro alle mutate esigenze del consumatore moderno”, ha dichiarato il General Manager Italia di Powa Technologies, Germano Marano. “Siamo entusiasti di aiutare Orobianco ad essere il primo marchio di lusso italiano ad abbracciare quest’unione senza precedenti tra commercio offline e online”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Appuntamento il 17 e 22 settembre a Firenze e Milano con la Vogue Fashion Night Out 2015

- # # # # # #

Il Comune di Milano e Vogue Italia annunciano la settima edizione milanese della Vogue Fashion’s Night Out che si terrà il prossimo 22 settembre. Quest’anno l’evento avrà luogo anche a Firenze il 17 settembre.

Nata nel 2009, la manifestazione di respiro internazionale dedicata allo shopping, accenderà nuovamente i riflettori con l’obiettivo di festeggiare la moda e di dare impulso all’economia del settore, avvicinando il mondo del fashion al grande pubblico, agli interessati o semplicemente ai curiosi.
Oltre 300 mila le persone che hanno partecipato all’edizione 2014 – che si è svolta a Milano e a Roma – e che hanno vissuto le emozioni dello shopping in un’atmosfera festosa.

Vogue Fashion’s Night Out, inserita nel calendario di Expoincittà, coinvolgerà anche quest’anno centinaia di negozi del centro milanese intorno al quadrilatero della moda, da via Montenapoleone a via Manzoni, da via della Spiga a corso Venezia, da Corso Vittorio Emanuele a Corso Genova, all’intero quartiere di Brera e Corso Como, già protagonisti negli scorsi anni, con la novità di Piazza Gae Aulenti e del quartiere di Porta Nuova. Aderiranno all’iniziativa le più importanti griffe e le più rappresentative boutique cittadine: i negozi, aperti per questo appuntamento speciale fino alle 23.00, creeranno allestimenti ad hoc nei punti vendita, organizzeranno cocktail party e ospiteranno celebrity e DJset. Importante come sempre il supporto delle Associazioni dei Commercianti: da quella di via MonteNapoleone a quella di via Fiori Chiari. Quest’ultima, in collaborazione con la Regione Abruzzo organizzerà una sfilata di abiti d’epoca e rappresentazioni storiche: la moda dal Medioevo a oggi.
“Un appuntamento che celebra il profondo legame tra Milano e la Moda facendo partecipe di questa festa tutta la città e i suoi abitanti”. Così commenta l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Moda e Design Cristina Tajani che prosegue: La Vogue Fashion’s Night Out, è insieme l’occasione per valorizzare un settore produttivo trainante per il nostro territorio e per connettere il mondo della moda con la città senza dimenticare l’importanza della ricerca. Grazie alla collaborazione stabile con Condè Nast, quest’anno riusciremo a contribuire alla ricerca dell’Istituto Monzino sulla malattie cardiovascolari, prima causa di malattia per le donne dopo il tumore al seno”.

I fondi raccolti nel corso delle edizioni italiane della Vogue Fashion’s Night Out hanno contribuito nel 2009 alla piantumazione di alberi nel comune di Milano e alla realizzazione e sistemazione del giardino pubblico del Villaggio Barona, sempre a Milano nel 2010. Il ricavato dei prodotti limited edition 2011 è stato messo a disposizione dell’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi. Con le edizioni VFNO 2012, in seguito al terribile sisma che ha colpito l’Emilia Romagna, Vogue Italia è sceso in campo per le zone coinvolte e grazie alle vendite di Milano, Roma e Firenze, i fondi sono stati impiegati per iniziative rivolte all’infanzia e all’adolescenza: sono stati destinati al Comune di Finale per il ripristino del polo scolastico, al reparto pediatrico dell’ospedale di Carpi per l’acquisto di attrezzature – in particolare di una macchina ecografica
per eco prenatale – e al Comune di Mirandola per la gestione di una nuova sezione della Scuola dell’infanzia Sergio Neri e per il progetto della scuola media F.Montanari “Scuola aperta per ricominciare”.
Grazie ai fondi raccolti nell’edizione 2013 è stato riqualificato il campo sportivo, gli spogliatoi e l’area  verde annessa nel quartiere Quarto Oggiaro, a Milano. Nell’ultima edizione del 2014, i fondi sono stati   devoluti ai centri comunali di formazione e per l’inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi in difficoltà, “Milano Ti Forma Fleming e San Giusto” e a “Differenza Donna”, l’Associazione che  si rivolge alle donne oggetto di violenza e in condizione di disagio e ai loro figli minori, mettendo a disposizione centri di accoglienza Solidea della provincia di Roma.

Attraverso il sito http://vfno2015.vogue.it, i punti vendita possono confermare la loro adesione per entrare a far parte ufficialmente del circuito dell’evento. Il sito sarà poi costantemente aggiornato con le novità dell’edizione 2015. Partner  dell’edizione 2015  sono Martini, illy, Banca Popolare di Milano, QVC e vente-privee. Il coinvolgimento, consolidato negli anni, di partner noti a livello internazionale conferma il successo di questa iniziativa voluta da Vogue Italia. Partner di iniziative speciali sono invece: Nastro Azzurro e Discoradio.

articoli correlati

AZIENDE

Amazon compie 20 anni e presenta Prime Day, una giornata di shopping globale

- # # # #

La prossima settimana Amazon compie 20 anni e, alla vigilia del suo compleanno, l’azienda presenta Prime Day, un nuovo evento globale di shopping che offrirà un numero di offerte ancora maggiore rispetto al Black Friday, in esclusiva per i clienti Prime.

Mercoledì 15 luglio, i nuovi iscritti e tutti coloro che sono già clienti Prime avranno l’opportunità di acquistare centinaia di prodotti scontati, grazie a Offerte Lampo e Offerte del Giorno a loro riservate, e di ricevere il tutto con spedizioni veloci e gratuite. Le offerte saranno disponibili per i clienti Prime di Gran Bretagna, Stati Uniti, Spagna, Giappone, Italia, Germania, Francia, Canada e Austria a partire dalla mezzanotte; ulteriori offerte verranno lanciate nel corso della giornata.

“Prime Day è un evento globale di una sola giornata che metterà a disposizione un numero di offerte ancora maggiore rispetto al Black Friday, in esclusiva per gli iscritti a Prime. I clienti ci comunicano ogni giorno il loro apprezzamento per il servizio Prime e desideriamo continuare a migliorarlo”, dice Greg Greeley, Vice Presidente di Amazon Prime. “Chi non è ancora cliente Prime desidererà diventarlo per non perdere neanche una di queste offerte.”

“In occasione del Prime Day offriremo ai clienti Prime centinaia di offerte speciali. In Italia, metteremo a disposizione dei clienti un numero di offerte 4 volte superiore rispetto a quelle disponibili durante l’intera settimana del Black Friday”, afferma Francois Nuyts, Country Manager di Amazon Italia e Spagna. “Il programma Prime è stato lanciato nel 2010 con consegne in 2-3 giorni su oltre due milioni di prodotti. Da allora abbiamo incrementato la selezione dei prodotti coperti dal servizio, fino a raggiungere 8 milioni di prodotti con consegna in 2-3 giorni e più di un milione di prodotti con consegna in un giorno. Prime Day è l’ultimo vantaggio che viene offerto ai clienti Prime e ulteriori vantaggi e servizi verranno aggiunti al programma nel corso del tempo”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nell’anno del 20° anniversario, Lush apre a Londra il negozio più grande al mondo

- # # # # # # #

Lush Fresh Handmade Cosmetics, brand etico di cosmetici freschi e fatti a mano, apre le porte al flagship store più grande al mondo a Oxford Street, la strada dello shopping più attiva e famosa d’Europa.

Lush Oxford Street offrirà ai clienti un’esperienza di shopping unica e senza paragoni: l’imponente negozio si sviluppa su una superficie di 9.500 sq ft (quasi 1.000 mq), una grandezza di 13 volte superiore alla grandezza media dei negozi Lush a livello internazionale. Lush Oxford Street rappresenta l’emblema dell’innovazione Lush e si propone di rivoluzionare la shopping experience per i visitatori di tutto il mondo nella capitale inglese.

Mark Constantine OBE, co-fondatore e Managing Director di Lush, commenta: “L’apertura di questo incredibile negozio nella centralissima Londra è la ciliegina sulla torta del 20° compleanno di Lush. A volte si dimentica quanto Lush sia diversa da tutte le altre aziende cosmetiche: abbiamo inventato i nostri prodotti in maniera innovativa e non tradizionale. Produciamo prodotti freschi e auto-conservanti in un’industria orientata a far durare i prodotti anni e anni. Quest’anno i consumatori britannici ci hanno premiato con un supporto incredibile: i nostri 104 negozi in Inghilterra hanno registrato un tasso di crescita del +46% nel primo trimestre del 2015 (se si pensa che il tasso di crescita registrato dal British Retail Consortium per marzo è stato del +3.2%)”.

L’apertura del negozio Lush in Oxford Street nell’anno del 20° anniversario del brand, rappresenta una celebrazione della creatività apportata all’industria cosmetica dall’apertura del primo negozio Lush a Poole, nel Dorset inglese nel 1995. Oxford Street vuole essere da un lato un tributo al passato, dall’altro si propone di incarnare il futuro del brand e della cosmesi offrendo un’esperienza di acquisto unica e indimenticabile a tutti coloro che si apprestano a visitare una delle aree shopping più iconiche di Londra.

Lush Oxford Street è stato costruito seguendo lo Ska Rating, uno strumento di valutazione per la progettazione di ambienti sostenibili promosso da Royal Institution of Chartered Surveyors (RICS). Tutto il legno utilizzato per la costruzione è certificato FSC (Forest Stewardship Council). La maggior parte dell’arredo è stato creato con legno di recupero e pezzi vintage – laddove gli arredi in legno non sono costituiti da pezzi di recupero sono comunque certificati FSC. In tutto il negozio sono utilizzati uno schema di illuminazione LED, rivestimenti murali Fermacell e una vernice ecologica Zero VOC; presenti su tutta la superficie anche timer e sensori per le luci e controlli per i livelli di illuminazione del magazzino e della superficie di vendita. L’efficienza energetica è garantita da un sistema HVAC che include isolamento delle tubature, del soffitto e dei muri. Sono presenti installazioni acustiche nella superficie dedicata alla Lush Spa. I muri e la pavimentazione sono fatti con materiali 50% riciclati. Durante il processo di costruzione, infine, è stato attivato un piano di Gestione dei rifiuti che ha portato a una percentuale di riciclo dei materiali di scarto pari al 100%.

articoli correlati