MEDIA

Il debutto di ELLE settimanale: dal 1 novembre nuovo layout grafico e tanti contenuti

- # # #

Elle settimanale

Il primo novembre debutta in edicola il primo numero di Elle settimanale. Una piccola rivoluzione quella di Elle Italia, prima edizione del network a puntare sulla periodicità settimanale dopo Elle Francia, che da giovedi sarà in edicola con un nuovo layout grafico, ma soprattutto con una straordinaria ricchezza di contenuti: 372 pagine con un focus importante su moda, beauty, entertainment, cultura e lifestyle e con un occhio di riguardo per l’attualità, raccontata sempre con un punto di vista positivo e femminile.

A coordinare la straordinaria redazione composta da oltre 60 professionisti, Maria Elena Viola (Direttore Responsabile) e Antonella Antonelli (Creative Director). Il progetto grafico è affidato a Pilar Ibanez, art consultant del magazine.

“Saremo il giornale delle donne per le donne”, dichiara Maria Elena Viola. Credo nel valore dell’informazione giornalistica, e mai come oggi ho reputato necessario fare informazione al femminile: pur essendo nel 2018, spesso veniamo messe ancora in seconda linea, perfino nei Paesi più evoluti come il nostro. Eppure le donne sono le principali fruitrici di cultura, quelle che leggono di più, che vanno di più alle mostre, sono curiose di tutto ciò che accade intorno. Sento il diritto-dovere e la gioia di poter fare un pezzo del cammino verso le pari opportunità, verso i diritti, insieme alle nostre lettrici”.

La moda catturerà l’attenzione sin dalla copertina e sarà il fil rouge di tutto il giornale, sarà “irresistibile, femminile, sfaccettata – afferma Antonella Antonelli – e naturalmente alta in termini di qualità, grazie alla collaborazione con i migliori fotografi di moda, ma comprensibile, come si conviene ad ogni pubblicazione Elle del network”.

Per Antonella Antonelli una delle caratteristiche dell’immagine del nuovo settimanale sarà soprattutto l’energia. “Nella quantità di notizie, nell’attitudine, nella forza dello sguardo di una modella. Energia che attraversa tutto il giornale e che ne è il fulcro, un fulcro che può avere solo Elle”.

Novità anche per elle.it, che dal 1 novembre sarà ancora più completo e ricco grazie al contributo di una redazione più ampia e al supporto di un team di contributor esterni nazionali e internazionali. La redazione di elle.it à guidata da Paola di Marcantonio, Digital Managing Editor con Barbara Digiglio, Deputy Digital Managing Editor.

Per supportare il lancio del nuovo Elle, Hearst ha previsto una campagna di comunicazione su tv, radio, social, punti vendita oltre ai periodici Hearst.  La creatività è stata affidata alla coppia creativa Velia Mastropietro e Sonia Cosentino che ha studiato l’immagine e il claim di campagna: Mai far aspettare una donna. Elle diventa settimanale.

articoli correlati

MEDIA

Lo sport oltre lo sport: dal 1° luglio in omaggio con Gazzetta il nuovo settimanale “Fuorigioco”

- # # #

fuorigioco, gazzetta

Fuorigioco“, il nuovo settimanale de La Gazzetta dello Sport, è un supplemento estivo in omaggio tutte le domeniche dall’1 luglio al 26 agosto, ispirato alla grande tradizione dei giornali famigliari e popolari, con filo conduttore lo sport oltre lo sport, fabbrica di miti e palcoscenico di celebrità.

“Nel nome c’è già il programma: Fuorigioco comincia dove la fatica quotidiana della Gazzetta finisce. Oltre quel perimetro rosa che racchiude il risultato sportivo, la competizione, la sua epica e i suoi protagonisti c’è un altro territorio, sempre più grande e importante, in cui lo sport diventa un luccicante fenomeno sociale”, scrive nell’editoriale il direttore Andrea Monti. “Il calcio è diventato il più grande spettacolo globale dopo il Big bang. La vita dorata dei suoi eroi, con mogli, figli, fidanzate e wags ha ormai soppiantato nell’immaginario collettivo la fascinazione che prima esercitavano le star del cinema e della tv. Lo stesso sta accadendo nelle altre discipline maggiori, dal basket al tennis, agli sport olimpionici. È questo il mondo di cui Fuorigioco apre le porte”.

“Come avevamo promesso, La Gazzetta dello Sport sta offrendo un’estate di grande informazione, anche senza la nostra nazionale al Mondiale, come ci conferma l’apprezzamento di lettori e utenti” dice Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di RCS. “Vediamo premiato l’impegno della direzione e della redazione, e gli investimenti per arricchire il quotidiano corredandolo di supplementi in omaggio. Negli ultimi mesi abbiamo creato nuove pagine locali, rilanciato Sportweek, sviluppato le Grandi Gazzette e le nuove testate G Magazine, lanciato Gazza Mondo. Con Fuorigioco aggiungiamo un nuovo tassello alla nostra offerta settimanale: un supplemento perfetto per la lettura della domenica”.

Stampato su carta bianca, 32 pagine, Fuorigioco esce il primo luglio con una cover story dedicata a Ilary Blasi, protagonista del Mondiale in tv, che in un’intervista esclusiva parla di sé a tutto tondo e racconta la strana estate dei Totti: lei in campo con i fuoriclasse, lui a casa con i tre bambini.  Riflettori puntati anche su Giorgia Palmas, che racconta a Fuorigioco la sua storia d’amore con Filippo Magnini e lo difende da ogni accusa di doping. Un’altra coppia in evidenza, quella di Valentino Rossi e Francesca Sofia Novello. Fuorigioco ha intervistato la bellissima modella ed ex-ombrellina. Vasco Rossi parla di sport, e a proposito della strana estate mondiale degli italiani lancia il suo precetto: l’Italia non gioca? È il momento di fare l’amore. E poi tante altre storie di amori e di famiglie: l’estate di Mauro Icardi e Wanda Nara, di Andrea Pirlo con Valentina Baldini e i loro due gemelli, di Ciro Immobile con Jessica Melena, il tormentone Belen-Iannone: pit stop o fine corsa?

Fuorigioco coinvolge lettori e utenti puntando sulla loro capacità di scrivere opinioni e racconti di avventure sportive: sulla piattaforma Gazzetta Fan News saranno pubblicati i loro interventi e una selezione troverà spazio su Fuorigioco nella pagina Gazza Caffè. Nel primo numero i lettori intervengono sul tema delicato del calcio in tv, dopo la recente assegnazione dei diritti per il triennio 2018-2021. Ne parlano anche Paola Ferrari e Giuseppe Cruciani: per lui “il calcio di tutti” è uno slogan senza senso, per lei guardare i gol è un diritto e va garantito.

In tutti i numeri le sezioni: Tipi candidi di Candida Morvillo, GazzaLeaks sul calciomercato, Le classifiche pazze, L’intervista impossibile, Fuorigioco week-end, Sport Style e le pagine dedicate ai consigli per il tempo libero, il fitness, i giochi, gli appuntamenti top della settimana in tv e al cinema. Per chiudere, la graphic novel di Denis Medri, un feuilleton che ci accompagnerà per tutta l’estate con una trama gialla a tema sportivo. Il lancio di Fuorigioco è supportato da una campagna di Hi! Comunicazione con il claim “Dentro la vita, Fuorigioco”, on air da venerdì 29 e in tutti i week-end di luglio su televisione, radio, stampa, web, social.

articoli correlati

MEDIA

pensallasalute.com: online il primo numero

- # # #

pensallasalute

È online il primo numero di www.pensallasalute.com, un settimanale online – edito da Almost Blue, piccola casa editrice digitale – dedicato a Salute, Benessere e Bellezza. Tre sezioni, un unico obiettivo: fornire notizie e approfondimenti accurati con un tono di voce semplice ed elegante. Cura estetica e accuratezza dei contenuti fanno di pensallasalute una nuova proposta nel panorama dei giornali di salute on line.

Pensallasalute vuol essere un luogo d’incontro, un traduttore simultaneo che metta più chiaramente e semplicemente in relazione il mondo scientifico e le persone; ma anche un invito alla consapevolezza, al pensarci un po’ di più.

“Contenuto e forma sono due categorie coincidenti – afferma Raffaella Cosentino, Direttore Editoriale e responsabile della testata – bellezza e serietà possono e devono convivere. Saremo accurati, responsabili, appassionati. Sceglieremo gli spunti guardando il mondo con curiosità e spirito critico”.

In questo numero il tema dell’invecchiamento è affrontato in maniera trasversale nelle 3 sezioni. Invecchiare è un processo naturale, ma a che età dovremmo occuparci di rallentarlo? Quali sono le malattie strettamente connesse con la vecchiaia? Quanto lo stile di vita influisce realmente con il nostro stato di salute?

articoli correlati

MEDIA

Mondadori lancia Il mio Papa. Tita firma la campagna di comunicazione

- # # # # # #

Mondadori lancia Il mio Papa, il primo settimanale al mondo interamente dedicato al Santo Padre. “L’idea di un giornale pensato per raccontare e condividere gli atti e le parole di Papa Francesco è nata osservando come la sua elezione abbia provocato una nuova attenzione nei confronti dei temi etici, religiosi e di morale”, dice il Direttore Aldo Vitali. “Il nostro Pontefice è infatti una figura che grazie alla sua empatia, insieme alla potenza, al coraggio e alla semplicità del suo messaggio, ha conquistato tutti, fedeli e non”, conclude Vitali.

Il mio Papa, in edicola tutti i mercoledì a partire dal 5 marzo, ha un taglio positivo e popolare, con una grafica di facile lettura, colorata e vitale, e fotografie di grande impatto emotivo. Il giornale racconterà la settimana del capo della Chiesa – gli incontri, le frasi, gli impegni e le udienze (in particolare l’Angelus e l’Udienza generale del mercoledì) – prestando grande attenzione ai messaggi di cambiamento che caratterizzano il pontificato di Francesco. Non mancheranno articoli dedicati a persone e fatti che si ispirano alla sua opera e alle sue parole, ma anche curiosità e immagini che ritraggono la grande semplicità del Santo Padre nei piccoli gesti quotidiani.

Il mio Papa sarà un luogo di incontro per i lettori che potranno inviare lettere, poesie e contributi che saranno pubblicati sul giornale. Ogni settimana sarà dedicato uno spazio ad una Onlus meritevole, al fine di mettere in luce il valore del loro impegno e aiutare anche a raccogliere adesioni. Inoltre per i lettori ci sarà in regalo il doppio poster del Santo Padre con la frase più significativa della settimana e, all’interno di ogni numero, la storia illustrata della vita di Francesco scritta per Il mio Papa da Tiziana Lupi e pubblicata a puntate dal settimanale sotto forma di inserto da staccare e conservare. Completano il giornale una rubrica sui santi della settimana, gli appuntamenti con la fede in tv e le vignette che in tutto il mondo vengono dedicate al Papa. Nel primo numero di Il mio Papa ci sarà un ampio servizio per celebrare l’anno di Pontificato che sarà ripercorso anche in uno speciale dvd allegato al magazine la settimana successiva.

Il nuovo magazine avrà una tiratura complessiva per il primo mese di lancio di 3 milioni di copie. La campagna di comunicazione, curata da Tita, coinvolgerà più mezzi: tv, quotidiani, magazine Mondadori, affissioni nei punti vendita e strilloni in piazza San Pietro a Roma.

Il settimanale sarà in edicola al prezzo di lancio di 0,50 euro. A breve sarà possibile seguire Il mio Papa anche sul sito www.miopapa.it, Facebook e Twitter.

articoli correlati

MEDIA

Quo Media, al settimo anno si volta pagina

- # # # #

In parallelo con le dinamiche evolutive, sempre più rapide, della comunicazione, cambia volto anche il sito che vuole raccontarne la convergenza. Dopo sette anni di attività, Quo Media si rinnova, graficamente e nell’organizzazione dei contenuti. Da oggi i lettori avranno a che fare con una homepage più fresca e attuale, in cui le notizie saranno suddivise nelle sezioni Business, Media, Mobile e Tivù.

“Tanti cambiamenti per continuare ad anticipare i tempi, come facciamo dagli anni Novanta”, commenta il direttore responsabile Giorgio Tedeschi. “Questo almeno è l’auspicio. Niente crisi del settimo anno, a dispetto dell’infelice contesto globale, ma una voglia rinnovata di raccontare il mondo attraverso i dispositivi, i modi e le invenzioni della comunicazione”.

Un modo semplice ed efficace per rappresentare i grandi temi della comunicazione odierna, con smartphone e tablet a farla da padroni: è così indispensabile dedicare un’intera sezione ai dispositivi mobili, sempre più importanti anche per il mercato. Quella riservata al piccolo schermo, invece, stazionerà in un riquadro verde e racconterà in modo leggero i personaggi e i fatti televisivi. Cambio di look anche per le rubriche: interviste ed editoriali troveranno spazio ne L’angolo, mentre La voce dei tg raccoglierà i titoli dei telegiornali nazionali, evidenziando le notizie più discusse e come vengono trattate.

La rivoluzione di inizio 2013 coinvolge anche Broadcast&Video. Il giornale, nato nel 1996 agli albori della comunicazione digitale e progenitore dello stesso Quo Media, cambierà nome e struttura, diventando Quo Media Mag. Il settimanale avrà un’impaginazione ispirata ai magazine anglosassoni, con una copertina vera e propria, un articolo d’apertura (il fatto della settimana, trattato da una voce autorevole) e quattro sezioni (le stesse del sito). Ciascuna di esse consterà di un approfondimento e di un’accurata selezione delle news di settore. Sedici pagine in totale, che arriveranno nella casella e-mail degli abbonati ogni venerdì mattina.

articoli correlati