NUMBER

Nielsen: i primi nove mesi del 2018 confermano la crescita, a +2,3%. Includendo social e search

- # #

settembre

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di settembre con un segno lievemente positivo, a +0,6% (-2,4% senza search e social), portando i primi 9 mesi del 2018 a +2,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen sul search e sul social, l’andamento nel periodo gennaio-settembre è stabile. Buona la raccolta nel terzo trimestre rispetto al periodo luglio/settembre del 2017 (+3,6%). Il mese di settembre si chiude in sostanziale parità, come era previsto: il +0,6% va però Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di settembre con un segno lievemente positivo, a +0,6% (-2,4% senza search e social), portando i primi 9 mesi del 2018 a +2,3% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Se si esclude invece dalla raccolta web la stima Nielsen sul search e sul social, l’andamento nel periodo gennaio-settembre è stabile. Buona la raccolta nel terzo trimestre rispetto al periodo luglio-settembre
del 2017 (+3,6%). “Il mese di settembre si chiude in sostanziale parità, come era previsto: il +0,6% va però
letto in chiave positiva se consideriamo che si inserisce in un contesto politico condizionato dai rapporti tesi con l’UE per la discussione della manovra economica presentata dal Governo”, spiega Alberto Dal Sasso, AIS Managing Director di Nielsen. “L’andamento del terzo trimestre è comunque un segnale di vitalità del mercato, nonostante l’ambiente di incertezza esterna e la crescita zero della nostra economia: guardiamo con fiducia alla conclusione dell’anno, in vista di un 2019 di ancora difficile lettura”.

Relativamente ai singoli mezzi, la TV a settembre cala del -0,8%, senza impattare sull’andamento positivo dei primi 9 mesi (+1,2%). Segno negativo per i quotidiani, che a settembre calano del -10%, consolidando il periodo cumulato a -6,2%. Stesso andamento per i periodici, sia nel singolo mese che nei primi 9 mesi, con cali rispettivamente del -11,6% e del -8,9%. Stabile il mese di settembre per la radio (+0,1%) che chiude il periodo cumulato a +5,5%.

Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del web advertising nei primi 9 mesi dell’anno chiude in positivo a +8,3% (+4% se si escludono il search e il social).
In crescita il cinema (+13,4% nonostante il mese di settembre negativo), il transit (+13%) e la Go TV (+14,3%). Rimane in calo l’outdoor (-11%).

Per quanto riguarda i settori merceologici, infine, se ne segnalano 13 in crescita, con un apporto di
circa 132 milioni di euro. Per i primi comparti del mercato si registrano andamenti differenti
nel primi 9 mesi dell’anno. Alla buona performance di bevande e alcoolici (+8,1%) e media e editoria (+12,3%), si contrappongono i cali di toiletries (-16,6%), abbigliamento (-7,1%) e telecomunicazioni (-7,5%). Tra gli altri settori che contribuiscono alla crescita, continua l’andamento positivo del tempo
libero (+31,2%), servizi professionali (+18%) e di automobili (+3%). Relativamente all’andamento nel singolo mese di settembre, buone performance per distribuzione (+9,7%), e turismo e viaggi (+14,9%).

 

articoli correlati

NUMBER

Investimenti: mercato di settembre a +3,6%, ma i primi nove mesi restano in calo

- # # #

settembre

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il mese di settembre in crescita del 3,6% (+2,1% senza search e social), mentre la raccolta nei primi tre trimestri (gennaio-settembre 2017) rimane in calo dello 0,6%, rispetto allo stesso periodo del 2016. Se si esclude dalla raccolta web la stima sul search e sul social, l’andamento dei nove mesi registra una contrazione del 3,3%. Lo ha comunicato oggi Nielsen, aggiornando i dati mensili pubblicati regolarmente.

“Come avevamo previsto”, spiega Alberto Dal Sasso, TAM e AIS Managing Director di Nielsen, “dopo la buona crescita di agosto, anche il mese di settembre si consolida in terreno positivo, portando il terzo trimestre in calo dell’1%, condizionato soprattutto da un mese di luglio che ha fatto registrare la peggior performance dell’anno (-8%). L’ultimo trimestre dovrebbe consolidare la ripresa e affermarsi come il migliore del 2017 in termini di crescita”.

Relativamente ai singoli mezzi, la tv recupera terreno a settembre, crescendo del 2,8% e chiudendo il periodo cumulato a -2,7%, in miglioramento rispetto ai mesi estivi, ma l’andamento della stampa continua a essere negativo: nel singolo mese, i quotidiani e i magazine perdono rispettivamente il 5% e il 2,1%, portando la raccolta nel periodo cumulato gennaio-settembre rispettivamente a -9,9% e -6,3%. Prosegue invece il buon trend della radio che chiude i nove mesi con una crescita del 4,2%, trainata da un ottimo settembre (+11,7).

Sulla base delle stime realizzate da Nielsen, la raccolta dell’intero universo del web advertising nel periodo cumulato chiude in positivo a +7,2% (0,7%, se si escludono il search e il social).
Continua il buon andamento della GoTV (+14,5%) e del transit (+3,3%) nei nove mesi, mentre l’outdoor resta negativo (-16,7%). Il cinema conferma la sua fase di recupero, attestandosi a -2%. Il direct mail chiude a -5%.

Per quanto riguarda i settori merceologici, se ne segnalano 10 in crescita nei primi nove mesi dell’anno, con un apporto complessivo di circa 55 milioni di euro. Per i primi cinque comparti a livello di quote di mercato, si registrano andamenti differenti. Gli investimenti del settore automobilistico si fermano a 0,8%. Positiva la performance del pharma (+2%). Continua invece l’andamento negativo per le telecomunicazioni (-4,3%), per gli alimentari (-5,4%) e per la distribuzione (-10,6%). Limitatamente al singolo mese di settembre, un rilevante contributo alla crescita arriva dai settori Finanza/Assicurazioni, Gestione casa e Turismo/Viaggi che tornano in positivo rispettivamente del +25,7%, +15,3% e +37,2% con un apporto complessivo di circa 9 milioni di euro.

“Ci aspettiamo un autunno in buona salute: i segnali di settembre ci confermano una previsione positiva per la chiusura dell’anno”, conclude Dal Sasso. “Il trend del mercato rimane in fase di recupero nel medio periodo, seppur contenuta. La probabile chiusura in positivo di un anno privo di eventi mediatici importanti può essere un buon indicatore di stabilità anche in vista del 2018, in attesa delle novità legate alle elezioni politiche in primavera e alla partecipazione dell’Italia ai Mondiali di calcio: due temi apparentemente distanti tra di loro, ma significativi per il mercato della comunicazione”.

articoli correlati

NUMBER

Audiweb Settembre 2017: l’80% della navigazione nel giorno medio è da mobile

- # # # #

audiweb

Con 32,7 milioni di utenti unici mensili, la total digital audience a settembre ha raggiunto circa il 60% della popolazione di oltre due  anni di età, online tramite i device rilevati, che sono sia PC, sia Mobile (smartphone e/o tablet).

Nel giorno medio sono stati 25,4 milioni gli italiani che si sono collegati almeno una volta a internet, trascorrendo in media 2 ore e 11 minuti a persona. Più in dettaglio, nel giorno medio hanno navigato da PC 11 milioni di italiani (il 20% della popolazione 2+ anni) e/o da mobile (smartphone e/o tablet) 22,7 milioni (il 51,8% della popolazione tra i 18 e i 74 anni).

Nel giorno medio di settembre erano online il 46,3% degli uomini (12,6 milioni dai due anni in su) e delle donne (12,8 milioni). Anche in questo mese di rientro dalle ferie per gran parte degli italiani, restano confermati i principali indicatori sulle abitudini di consumo del mezzo e sui livelli di penetrazione tra le differenti fasce d’età. I giovani, ad esempio, restano in prima linea in fatto di accesso a internet nella quotidianità, con il 66,5% dei 18-24enni online almeno una volta nel giorno medio e, più in dettaglio, il 62,8% che accede da Mobile (smartphone e/o tablet).

Per quanto riguarda il tempo trascorso online, emerge ancora il dominio del Mobile sul PC, con l’80,4% del tempo totale online generato dalla fruizione in mobilità. Entrando nel dettaglio dei consumi associati alle differenti fasce di età e genere, è sempre più significativa la preferenza delle donne e dei giovani per la fruizione da mobile. Nel giorno medio a settembre, infatti, le donne hanno dedicato 2 ore e 26 minuti alla fruizione da mobile, mentre i 18-24enni e i 25-34enni vi hanno dedicato rispettivamente 2 ore e 36 minuti e 2 ore 27 minuti.

Tra i servizi e i contenuti che conquistano l’attenzione di almeno l’80% degli italiani online si posizionano ancora i servizi dedicati alla ricerca di contenuti e servizi online (categoria Search, con il 93,6% degli italiani online nel mese di settembre), i portali generalisti (con l’89,3% degli utenti online), i servizi e strumenti online della categoria Internet Tools / Web Services (l’87,2%), i social network (Member communities con l’86,1%), i siti dedicati ai tool e software (l’84%) i siti e applicazioni dedicati alla distribuzione e alla fruizione di contenuti video (l’82,1% per la categoria Video/Movies).

articoli correlati

NUMBER

Audiweb: 20 milioni di italiani online da mobile nel giorno medio

- # # # #

online

Secondo i dati Audiweb relativi alla total digital audience, nel mese di settembre hanno navigato almeno una volta (dai device rilevati dalla ricerca) 29,5 milioni di italiani dai due anni in su. La total digital audience nel giorno medio è invece rappresentata da 22,8 milioni di utenti, online per 2 ore e 13 minuti.

Più in dettaglio, hanno navigato da mobile (smartphone e/o tablet) nel giorno medio circa 20 milioni di utenti unici (il 45,2% degli italiani tra i 18 e i 74 anni), mentre l’accesso a internet da computer si attesta a 10,6 milioni di utenti (il 19,3% degli italiani dai 2 anni in su).

Dai dati demografici ( dai due anni in su) emerge che a settembre hanno navigato almeno una volta nel giorno medio il 40,3% degli uomini (11 milioni) e il 42,3% delle donne (11,8 milioni), il 55,9% dei 18-24enni (2,3 milioni), il 60% dei 25-34enni (4,2 milioni) e circa il 61% dei 35-54enni (11,2 milioni).
Sempre in vantaggio le donne anche nelle navigazioni da mobile: nel giorno medio infatti si collega da smartphone o tablet il 47,9% delle donne (10,7 milioni tra i 18-74 anni), contro 42,4% degli uomini: Vantaggio che si conferma anche nel tempo trascorso su internet mobile: in media 2 ore e 10 minuti al giorno le donne, contro 1 ora e 42 minuti degli uomini.
Dai dati di consumo sulla fruizione mensile in funzione delle finalità di utilizzo, infine, emerge che il 93,4% degli utenti online ha consultato siti o applicazioni di ricerca (sotto-categoria “Search”, con 27,5 milioni di utenti unici), il 90,3% almeno uno tra i portali generalisti (sotto-categoria “General Interest Portals & Communities”, con 26,6 milioni di utenti), l’87,4% i siti che offrono servizi e tool online (sotto-categoria “Internet tools / web services” con 25,8 milioni di utenti), l’87,3% i social network (“Member Communities”, con 25,7 milioni di utenti). Tra le categorie di siti dedicati all’intrattenimento, la categoria Video/Movies raggiunge l’82% degli utenti online, con 24,2 milioni di utenti, così come raggiungono valori molto rilevanti le categorie di siti e applicazioni dedicati alla messaggistica “in mobilità”, Cellular/Paging con il 75,7% degli utenti, all’ecommerce con il 73,6% degli utenti (21,7 milioni), e alle news (categoria Current Events & Global News), con il 68,4% degli utenti (20,2 milioni).

articoli correlati

NUMBER

Nielsen: investimenti pubblicitari in crescita (+1%) nel mese di settembre. Buone indicazioni per i prossimi mesi

- # # #

Il mercato degli investimenti pubblicitari nei primi nove mesi del 2015 cresce dell’1% considerando anche la porzione web (principalmente search e social) stimata da Nielsen.

Sulla base del perimetro attualmente rilevato nel dettaglio si registrano invece un calo dell’1,6% rispetto allo stesso periodo del 2014 (70,7 milioni in meno) e un incremento del 3,8% per il singolo mese di settembre.

“Gli ultimi due mesi hanno favorito una significativa ripresa del mercato, grazie a un apporto complessivo di circa 32 milioni di euro”, ha dichiarato Alberto Dal Sasso, Advertising Information Service Business Director di Nielsen (nella foto). “Alla luce di questo consolidamento del trend, stimiamo che tutti i mezzi, a eccezione di stampa e direct mail, possano chiudere in crescita i mesi che ci separano dalla fine dell’anno, impattando positivamente sull’andamento generale del mercato 2015”.

“La previsione di una chiusura del 2015 verso il 2%, appare a portata di mano, anche perché per i prossimi mesi abbiano buone indicazioni”, ha commentato il Presidente dell’Upa Lorenzo Sassoli de Bianchi.

Relativamente ai singoli mezzi, la TV cresce del 6,6% nel singolo mese, portando il periodo cumulato gennaio-settembre a ‐1,6% e confermando la tendenza di avvicinamento a quota zero anche per il resto dell’anno.

Tornano in terreno negativo i quotidiani, che registrano un mese di settembre a ‐3,6% e chiudono i nove mesi a ‐7,3%, così come i periodici, in perdita del 3,9% per lo stesso periodo.

Il mezzo radio continua a distinguersi con un andamento molto positivo: +10,2% a settembre e +10% nel periodo consolidato.

Internet, relativamente al perimetro attualmente monitorato, cresce del +4,6% nel singolo mese di settembre (+4,6%), riducendo a ‐1,3% il decremento sui nove mesi del 2015. Sulla base delle stime di Nielsen relative al totale del web advertising, aggiungendo dunque la porzione di mercato non monitorata, il digitale crescerebbe del 9,1% nel periodo gennaio-settembre.

Il periodo è ancora negativo per il cinema, rispettivamente a ‐14,8% nel singolo mese e ‐2,3% nel cumulato, e per il direct mail (‐1,8% a settembre, ‐3,6% nei 9 mesi).

Continua l’ottimo momento dell’intero mondo dell’out of home che, sempre trainato da Expo, chiude in terreno positivo a gennaio‐settembre: outdoor a +4,1%, transit a +19,4% e out of home TV +9,5%.

Per quanto riguarda i settori merceologici, se ne segnalano 11 stabili o in crescita, con un apporto di circa 91,1 milioni di euro. Per i primi comparti del mercato si registrano andamenti differenti nei 9 mesi del 2015: alla crescita di alimentari (+4,9%, circa 27,3 milioni) e farmaceutici (+5,1%, circa 11,2 milioni), si contrappongono i cali di finanza/assicurazioni (‐6,4%, circa 14,5 milioni), automotive (‐1,5%, circa 6,2 milioni) e telecomunicazioni (‐10,7%, circa 28,3 milioni). I maggiori apporti alla crescita arrivano da servizi professionali (+20,9%), enti/istituzioni (+10,4%), gestione casa (+8,2%) e oggetti personali (+3,8%).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Presentato a Milano il Festival della Comunicazione di Camogli

- # # # # # #

Lo storico (e ormai – come annunciato – prossimo alla dismissione) Centro di Produzione Rai di Corso Sempione a Milano ha ospitato stamattina la presentazione della prima edizione del Festival della Comunicazione di Camogli. La manifestazione, che si svolgerà da venerdì 12 a domenica 14 settembre 2014 nella cittadina ligure, è ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e promossa da Comune di Camogli, Regione Liguria, Encyclomedia Publishers in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, l’Ente Parco di Portofino e l’Area marina protetta.

Il festival, che si propone come appuntamento annuale di riflessione e confronto sul tema della comunicazione intesa nella sua accezione ampia di “trasmissione di messaggi”, sarà inaugurato dalla lectio magistralis di Umberto Eco, forte sostenitore del progetto. In programma conferenze, workshop, spettacoli, escursioni e mostre – tutti gratuiti e aperti al pubblico – e oltre 60 ospiti tra i quali giornalisti, blogger, social media editor, scrittori, editori, semiologi, filosofi. Gli interventi si articoleranno in tre grandi aree tematiche: Comunicazione come linguaggio, segno, racconto, messaggio; Comunicazione come informazione, network, social media; Comunicazione come distribuzione e condivisione di saperi, risorse, sogni, cultura. Tra i relatori: lo scrittore Corrado Augias, l’enigmista e saggista Stefano Bartezzaghi, il giornalista Mario Calabresi, l’ex magistrato Gherardo Colombo, il sociologo Nando Dalla Chiesa, lo scrittore Andrea De Carlo, l’esperto di comunicazione televisiva Carlo Freccero, lo storico dell’alimentazione Massimo Montanari, l’esperta di comunicazione e creatività Annamaria Testa.

Il pubblico del web potrà seguire gratuitamente il festival grazie a Dialoghi con la rete, una piattaforma multimediale e multicanale che permetterà di connettersi live oppure on demand agli eventi. Ogni giorno, inoltre, l’innovativo canale di video streaming LIVEon4G Tim proporrà approfondimenti e interviste ai protagonisti della manifestazione. Main sponsor del Festival sono Intesa Sanpaolo e Telecom Italia. I media partner sono Rai, Wired, La Repubblica, Mentelocale.it e Blue Liguria. L’AD della Rai Luigi Gubitosi, presente all’incontro, ha sottolineato il valore di informazione e intrattenimento del Festival: “un progetto che racchiude idee interessanti con un cast straordinario, proprio come un programma televisivo”. “Tutti i giornalisti della Rai dovrebbero parteciparvi”, ha concluso scherzando.

 

articoli correlati