MEDIA

4 spot a misura di spettatore con la campagna “Famiglia FoxLife”

- # # # # # #

FoxLife

Parte la campagna “Famiglia FoxLife”: una normale famiglia italiana, fa affezionare gli spettatori ai personaggi riportando l’attenzione alle serie tv e allo svolgimento del palinsesto serale.

Prende il via oggi la campagna di spot ideata da Fox Networks Group per accompagnare i suoi spettatori durante i momenti più importanti della “vita” delle loro serie tv preferite. Protagonista una normale famiglia italiana, la famiglia FoxLife che vive a casa FoxLife, che, in 4 spot, attraverso associazioni logiche in chiave comica, ci racconta le 4 fasi della messa in onda di una serie tv: inizio, interruzione, ripresa e finale di stagione.

Situazioni e gag ispirate alla più innovative sit-com internazionali fanno dei 5 componenti della Famiglia FoxLife veri e propri personaggi di una serie tv parallela a quelle in onda sui canali Fox, nuovi testimonial che riportano l’attenzione alle serie in onda.

Una vera e propria mini sit-com, un format che parte su FoxLife potenzialmente applicabile a tutti i canali di intrattenimento proposti da Fox Networks Group a tutti gli abbonati Sky e in grado di crescere ed evolversi.

I personaggi

La famiglia Fox è formata da 5 personaggi: il padre Luigi (Luca Scapparone), la madre Laura (Paola Tarantino) e tre figli: il piccolo Andrea (Francesco Stazi), la sorella di mezzo Sofia (Francesca Sophia Porchetta) e la sorella maggiore Ilaria (Beatrice Bruschi). Ogni personaggio ha un carattere preciso, una connotazione funzionale e narrativa che scatena la gag comica e porta in luce il messaggio promozionale.

Luigi, è un buon padre di famiglia ma si sente in difetto numerico rispetto alla maggioranza femminile. Il figlio maschio, Andrea, ha sempre un joypad in mano, non partecipa molto alle discussioni ma alla fine è quasi sempre la chiave per risolvere i problemi. Ilaria sta diventando grande ed è in grande sintonia con la madre Laura, mentre Sofia è in piena crisi pre-adolescenziale.

I 4 spot

La partenza della serie
È lunedì sera. La famiglia FoxLife è riunita davanti l’ingresso della casa. Luigi, il padre, sta cercando di far entrare dalla porta principale un oggetto enorme tirandolo con delle corde. Laura, la moglie, lo osserva preoccupata poi, seguita dalle figlie, decide di andare a fare spazio al gigantesco e misterioso oggetto lasciando a Luigi il lavoro più duro. Andrea, il figlio più piccolo, guarda verso l’oggetto, che non vediamo mai, e gioca con il suo joypad. Qualcosa di grande è arrivato. Come le serie FoxLife.

La pausa tra la prima e la seconda parte della stagione
È domenica mattina. Le due figlie, Ilaria e Sofia, vogliono fare una sorpresa ai genitori portandogli la colazione a letto. Le due sorelle arrivano nella stanza dei genitori, che hanno dimenticato di chiudere a chiave, e li sorprendono in atteggiamento intimo, l’interruzione provocata dall’arrivo delle figlie crea un momento di comicità grottesca. Il piccolo Andrea, non si sa come, è sotto il letto dei genitori, con il joypad in mano. Questo stop è come l’interruzione che vivono gli spettatori quando la loro serie preferita va in pausa di programmazione.

La ripresa della messa in onda post-pausa
Ilaria è sul divano di casa e dorme. La casa è un disastro, durante la notte c’è stata una festa organizzata all’insaputa dei genitori. Arriva una videochiamata di Sofia sul cellulare di Ilaria: i genitori stanno rincasando. Per Ilaria è panico: i genitori sono a pochi metri da casa. Il piccolo Andrea è seduto su una sedia con un cappellino da festa in testa, degli occhiali enormi che si illuminano a intermittenza e un bicchiere di birra pieno sulle gambe. Il rientro a casa dei genitori sarà quantomeno elettrizzante, come la ripresa della messa in onda post-pausa delle serie FoxLife.

Il finale di stagione della serie
Interno casa FoxLife. Si vede una bara, è quella della nonna materna. Laura sta piangendo e Luigi l’abbraccia. Ilaria e Sofia sono lì vicino. Luigi fa segno alle figlie, con dolcezza, di non parlare e inizia un improbabile monologo di in ricordo della nonna. Il piccolo Andrea intanto, dando le spalle alla famiglia e con gli occhi sbarrati, guarda il suo joypad come se avesse fatto qualcosa. Tutti si girano e guardano terrorizzati in direzione della bara. La nonna è seduta, si è alzata ed è viva, guarda la sua famiglia sorpresa ma tranquilla. Luigi perde i sensi e cade a terra. Curiosi di sapere come continua? Le serie FoxLife vi invitano al gran finale…

Gli spot sono stati realizzati con la collaborazione della Maestro production per la regia di Claudio di Biagio.

articoli correlati

MEDIA

A Milano fino a domenica FeST, il Festival delle Serie TV, al Santeria Social Club

- # # #

fest

Amazon Prime Video, Discovery, Fox Networks Group Italy, Infinity, Netflix, Rai, Sky e TIMVISION parteciperanno al Festival delle Serie Tv, ciascuno con i propri titoli e volti. I più grandi player della filiera audiovisiva hanno infatti aderito al progetto nato su iniziativa dei giornalisti Marina Pierri e Giorgio Viaro, previsto da oggi al 14 ottobre a Milano, nella cornice polifunzionale di Santeria Social Club e con il patrocinio del Comune di Milano.  Il padrino della prima edizione del FeST sarà Flavio Parenti (To Rome With Love, 1993, Un medico in famiglia, Io sono l’amore, Un matrimonio), senza dubbio un rappresentante del cinema e della serialità in Italia, che nel corso della sua giovane carriera ha già lavorato con grandi maestri del cinema come Woody Allen, Peter Greenaway e Luca Guadagnino. Oltre a tenere le fila delle diverse attività, Parenti racconterà al pubblico del FeST nel corso di un incontro dedicato le tappe più significative della sua giovane carriera, rivelando aneddoti e curiosità.

Al seguente link http://www.ilfestivaldelleserietv.it/programma.php il programma del FeST, qui di seguito qualche anticipazione della quattro gioni

Ad inaugurare il FeST, oggi, è il panel targato Sky: “Scrivere e interpretare le donne: Gomorra – La Serie e Il Miracolo”. Al centro dell’incontro ci sarà proprio il talento delle donne nelle serie Tv, in compagnia di grandi interpreti. Domani invece
altre tre grandi serie TV saranno protagoniste del secondo giorno del FeST: “I Medici”, Elite, e  “Skam2”, l’attesissimo lavoro
di TIMVISION.
Anche nella giornata di sabato numerosi volti saranno protagonisti di incontri “seriali” nei diversi spazi della Santeria Social Club. Ad inaugurare la giornata saranno Saverio Raimondo e Michela Giraud con l’incontro Tutto il binge watching in 40 minuti. A seguire, un panel con il regista e sceneggiatore Mattia Torre (Boris, La linea verticale) che porterà la sua preziosa esperienza al pubblico del FeST.
Appuntamento con Walter Iuzzolino, ideatore di “WALTER PRESENTS”, il servizio di video streaming appena lanciato in Italia da Discovery che raccoglie sulla piattaforma digitale DPLAY il meglio del drama mondiale, in lingua originale con sottotitoli. In anteprima al Fest verrà poi presentata “13 COMMANDMENTS”, la serie che racconta i toni più cupi e dark del Belgio.

Domenica 14, infine, altri grandi titoli, volti e appuntamenti nella giornata di chiusura del FeST. Si parte con KIDDING che vede Jim Carrey dopo oltre vent’anni alle prese con il suo primo ruolo da protagonista in una serie. mentre al centro del panel successivo verrà affrontato il tema della diversity,  con una speciale proiezione di WILL & GRACE.

Non mancheranno presentazioni di libri ispirati alle serie TV, come quello di Bojack Horseman, e speciali appuntamenti musicali, venerdì la serata A night at San Junipero e sabato appuntamento con con Myss Keta e Just Cavalle.

articoli correlati

MEDIA

FoxLife sfida i Mondiali tra grandi finali di stagione e nuovi arrivi. Al via la campagna

- # # #

foxlife

Grandi finali di stagione e nuovi arrivi. Da Grey’s Anatomy a Scandal, Station 19 e The Resident fino alla partenza della nuova serie 800 Words e dell’ultima stagione di Bones. FoxLife si prepara ai Mondiali 2018 mettendo in campo i suoi migliori fuoriclasse a cui dedica una nuova campagna.

“Ai Mondiali delle serie, FoxLife è sempre in finale” è il claim che strizza l’occhio alla classica atmosfera da grande sfida calcistica. Quattro amiche insieme sul divano davanti alla TV. Le vediamo gioire e soffrire insieme ai loro beniamini, come tutti i tifosi. Solo alla fine capiremo che non si tratta di una partita della nazionale bensì del finale di stagione di Grey’s Anatomy.
Protagoniste della campagna, il volto del broadcaster Andrea Delogu e Ema Stokholma, conduttrice radiofonica, dj e vincitrice di Pechino Express 2017. Ideata e prodotta dal team creativo di Fox Italia, la campagna sarà in onda sulla piattaforma Sky.

articoli correlati

MEDIA

Netflix, il 2018 è bianconero: annunciata la docu-serie di approfondimento sulla Juventus

- # # #

Netflix e Juventus

Netflix annuncia oggi la produzione di Juventus FC, una docu-serie, in 4 episodi di un’ora ciascuno, che racconterà le storie del club calcistico italiano e che verrà lanciata in tutto il mondo all’inizio del 2018. Il media racconterà le storie e i personaggi più coinvolgenti del club, seguendo i giocatori nella loro vita privata e professionale, dentro e fuori dal campo per catturare in profondità le vere esperienze di vita che fanno della Juventus una delle squadre più affascinanti del mondo.

I tifosi di tutto il mondo avranno accesso al “dietro le quinte” della squadra e potranno così sentirsi più vicini che mai ad alcuni dei più grandi calciatori della storia, ma anche al club vincitore di sei titoli di campionato consecutivi. La docu-serie Juventus FC permetterà al pubblico di scoprire i giocatori, gli allenatori e il management della squadra, con uno stile rivoluzionario mai visto prima. Dopo il debutto di altre serie originali europee, tra cui Suburra, la serie – appena lanciata – e Dark in arrivo, la docu-serie Juventus FC darà seguito all’investimento di Netflix nella produzione di contenuti internazionali e italiani.
Erik Barmack, Netflix Vice President of International Original Series, afferma: “Netflix è la culla di storie appassionanti e non esistono tifosi più appassionati di quelli bianconeri. Siamo entusiasti di avere accesso esclusivo ad uno dei club più importanti del mondo”.

“Ci riempie di orgoglio il fatto che la Juventus sia la prima squadra di calcio ad essere oggetto di un documentario originale Netflix”, ha dichiarato Federico Palomba, Co-Chief Revenue Officer del club calcistico. “Collaborazioni di questo tipo non fanno che confermare la nostra passione per l’innovazione e il nostro essere un marchio sportivo d’intrattenimento. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere i tifosi di tutto il mondo e milioni di utenti di Netflix, che grazie a questa docu-serie potranno conoscere la Juventus sotto ogni aspetto”.

articoli correlati

MEDIA

blackpills sbarca anche in Italia: disponibili da oggi nuove serie tv per giovani adulti

- # # # # #

Blackpills

In seguito al grande successo del lancio in Francia e negli Stati Uniti, i fondatori Daniel Marhely e Patrick Holzman hanno annunciato l’ingresso ufficiale di blackpills nel mercato italiano il 10 luglio. Con blackpills viene lanciato un media digitale mobile first, dedicato a una fruizione anzitutto attraverso smartphone. Dal momento in cui i Millennials portano con sé il proprio cellulare ovunque vadano, blackpills crea programmi adatti ai piccoli schermi di questi dispositivi. Le serie visionarie e audaci puntano a stare al passo rapido dei Millennnials: con formati brevi e innovativi (dai 6 ai 15 minuti per episodio) le serie sono facili da guardare in movimento. blackpills crea serie che parlano ai Millennials attraverso un linguaggio crudo, diretto e senza filtri, trattando argomenti come sesso, droga e violenza.

“Siamo lieti di entrare in un secondo mercato europeo dopo la Francia. Con il nostro lancio in Italia, non stiamo solo estendendo la nostra presenza a livello internazionale, ma stiamo anche offrendo ai Millennials italiani una possibilità del tutto nuova di fruire le serie”, spiega Patrick Holzman, co-fondatore di Blackpills. “Il nostro obiettivo è produrre serie che presentino una immagine autentica delle generazioni più giovani e che colpiscano l’utente attraverso contenuti crudi”. Oggi i contenuti sono diventati la nuova dipendenza della generazione che va dai 15 ai 30 anni. Considerando che circa 700 milioni di Millennials in tutto il mondo “divorano” le serie su smartphone e tablet settimanalmente, blackpills sta soddisfacendo questo nuovo tipo di esigenza attraverso un piccolo schermo nelle tasche dei Millennials.

Ma l’interesse non è assicurato dal solo formato innovativo. In pochissimi mesi, blackpills ha radunato alcuni dei più grandi talenti internazionali tra autori, attori, registi, produttori e influencer digitali, come Zoe Cassavetes, Bryan Singer, Patrick J. Adams e James Franco. Offrendo una nuova serie originale ogni settimana, blackpills mostra una line-up estremamente forte.
blackpills fornisce immediatamente ai propri utenti accesso gratuito a tutte le serie con nuovi episodi ogni giorno.  Il servizio trae valore dall’inserimento di video pubblicitari durante la visione di ciascun episodio. Presto sarà disponibile un’offerta premium. Uno dei punti di forza della piattaforma è quello di non dipendere da un unico modello di distribuzione, sia esso OTT, media o compagnie di telecomunicazioni/mobile. In ogni Paese blackpills sottoscrive la migliore “partnership” per diffondere la sua piattaforma e condividere le sue serie, così come il suo DNA e il posizionamento del proprio marchio. Al momento le serie sono disponibili nella versione originale (Inglese) con sottotitoli in italiano (tre tracce audio e sette lingue sottotitolate). Dopo il mercato italiano, la piattaforma verrà lanciata, nello stesso mese di luglio, in altri tre Paesi chiave europei: Regno Unito, Spagna e Germania. Sono previsti ulteriori lanci in altri Paesi fino alla fine dell’anno; blackpills è già disponibile su iOS e lo sarà tra pochi giorni anche per Android.

articoli correlati

MEDIA

8 episodi per raccontare il cybercrime: “Online- Connessioni Pericolose” da domani su Sky

- # # # # #

Cybercrime

Online – Connessioni pericolose, la nuova produzione originale A+E Networks Italy, realizzata in collaborazione con la Polizia di Stato e condotta dalla giornalista Elena Stramentinoli, racconta alcuni dei più importanti casi di cybercrime che hanno sconvolto l’Italia negli ultimi anni. Si parte martedì 20 giugno 2017 alle 22.00 su Crime+Investigation (in esclusiva su Sky al canale 118). Un viaggio in otto episodi, due a serata di mezz’ora ciascuno, alla scoperta delle diverse tipologie di crimini in rete. Prodotta da Ascent Film per A+E Networks Italy, la serie è diretta da Christian Letruria, mentre gli autori sono Matteo Billi, Fausto Massa e Paolo Palmarocchi.

Ogni anno almeno 400 milioni di persone nel mondo sono vittime di crimini informatici, i cosiddetti “delitti del nuovo millennio”: dallo stalking alla pedopornografia, dal cyberbullismo alla sextortion fino alle truffe online. Dando la parola alle vittime, ai persecutori e alla Polizia di Stato, Online – Connessioni pericolose punterà i riflettori su quei reati che, sfruttando le nuove tecnologie informatiche legate ad internet, rischiano di trasformarsi in pericolose e quotidiane minacce. Una nuova emergenza sociale che colpisce le nostre abitudini, che riguarda da vicino i più giovani e che costringe le forze dell’ordine e la magistratura ad aggiornarsi continuamente per stare al passo con le nuove armi a disposizione di hacker e criminali di ogni tipo.

Il primo episodio sarà incentrato sulla tragedia di Carolina Picchio, studentessa quattordicenne piemontese. Attraverso la testimonianza del padre, Paolo, sono stati ricostruiti gli eventi che portarono Carolina a suicidarsi, nel gennaio del 2013, in seguito alla diffusione in rete di un video a sfondo sessuale.  La vicenda di Carolina ha lasciato un segno indelebile e ha determinato un cambio di passo definitivo sul tema, infatti, lo scorso 18 maggio 2017 è stata approvata la legge sul cyberbullismo. Inoltre, il programma racconterà altre storie tra cui:
– l’inquietante storia di un imprenditore pedofilo delle Marche, che si mascherava dietro il falso profilo Facebook di una ventenne per richiedere, ricorrendo anche alle minacce, foto osé di ragazzine tra i 13 e i 14 anni. Lo stesso imprenditore si confessa alle telecamere del canale 118 di Sky.
– la storia di Andrea Spezzacatena, il ragazzo di 15 anni “bullizzato” a scuola per la sua presunta omosessualità, che il 20 novembre 2012 si è suicidato, impiccandosi.
-le vicende di Natalia, quindicenne che dopo aver accettato l’amicizia di uno sconosciuto su Facebook, è finita ostaggio della sextortion, che l’ha costretta ad inviare all’uomo foto e video in situazioni estremamente intime.
– la storia di Laura, vittima del revenge porn: il suo ex fidanzato, dopo la fine del loro rapporto sentimentale ha iniziato a pubblicare foto, video e numero di cellulare della ragazza su siti pornografici e di incontri. Il ragazzo esperto di informatica aveva inserito nel computer di Laura il keylogger, un software che permetteva di registrare tutti i tasti digitati dall’utente, quindi password username e altri dati.
– la vicenda di un trentenne pedofilo adescatore di minorenni, che è riuscito ad attirare nella sua rete decine di adolescenti liguri, tra gli 11 e i 14 anni, costringendoli con minacce psicologiche e fisiche ad inviare foto, video e ad avere rapporti sessuali.
– la storia di Irene, ventottenne ligure che dopo aver aperto il negozio di profumi da sempre sognato, trovandosi in difficoltà economiche, decide di inviare un video hard ad una persona conosciuta su Facebook che prometteva di aiutarla economicamente, purtroppo con l’inganno.

Ma la collaborazione tra il canale e la Polizia di Stato non finisce qui. E’ stata realizzata una campagna sociale con la Polizia Postale e delle Comunicazioni con l’obiettivo di sensibilizzare le persone che subiscono i crimini in rete a segnalare e/o a denunciare alla Polizia i casi di cui loro stesse o altri ne sono vittima. Lo spot, con l’hashtag: #NonPerdertiNellaRete, andrà in onda sui canali del gruppo A+E Networks Italy (Crime+Investigation, History e Blaze) e sulla piattaforma Sky. Inoltre, a partire dal nuovo anno scolastico, il canale 118 di Sky collaborerà con la Polizia Postale e delle Comunicazioni in un’attività che coinvolgerà le scuole italiane e che prevedrà la proiezione di alcuni episodi della serie agli studenti e al corpo docente per prevenire e sensibilizzare i giovani all’uso corretto, sicuro e consapevole della rete.

“L’unica arma veramente efficace per contrastare i crimini informatici oltre alla repressione è una incisiva attività di sensibilizzazione e prevenzione” dichiara il Prefetto Roberto Sgalla, Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, “ricostruire episodi di cronaca quotidiana e portarli all’attenzione delle nuove generazioni ci aiuta a fare comprendere e a far riflettere i giovani su alcuni comportamenti che potrebbero risultare letali per i coetanei vittime di vessazioni, violenze e insulti sulla rete internet. Questa iniziativa ha lo scopo di rendere la rete sempre più sicura ed essere vissuta come una grande opportunità e non un limite.

“Siamo orgogliosi del progetto che stiamo realizzando con la Polizia di Stato” spiega Sherin Salvetti, General Manager A+E Networks Italy. “Da sempre il nostro canale Crime+Investigation affianca alla sua programmazione una serie di iniziative con finalità sociali. In passato abbiamo realizzato programmi e attività contro la violenza di genere. Ora, di fronte all’emergenza dei crimini in rete, riteniamo importante sensibilizzare gli spettatori su questo tema, che riguarda da vicino i più giovani”.

articoli correlati

AZIENDE

Netflix, 400 posti di lavoro e due nuove serie originali europee entro la fine del 2018

- # # # # #

Netflix

Netflix ha annunciato la creazione di 400 posti di lavoro nel suo nuovo centro europeo dedicato al servizio clienti che ha aperto questa settimana ad Amsterdam. Assistendo i clienti di dieci stati Europei (Belgio, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Svezia e Regno Unito) e altri mercati internazionali, il centro multilingue del servizio clienti assumerà inizialmente 170 dipendenti, per poi crescere a 345 entro la fine del 2017 e oltrepassare i 400 entro la fine del 2018.

Amsterdam è anche la sede degli headquarters del brand per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa (EMEA), che ha raddoppiato i suoi dipendenti dall’inizio del 2016. Più di 120 dipendenti provenienti da 18 Paesi sono impiegati presso gli headquarters EMEA nei settori del business development, marketing, PR, public policy, e funzioni corporate come finanza, legale e recruiting. La continua espansione del personale di Netflix completa la crescita costante dell’investimento della compagnia nelle produzioni europee (in licenza, originali e co-produzioni). Segnando il lancio globale di Las Chicas del Cable lo scorso mese, la prima serie originale Netflix spagnola, la compagnia ha confermato il piano di annunciare almeno sei nuove serie originali Europee prima della fine del 2017. La prima di queste, Dogs of Berlin, è stata annunciata il 28 Aprile e sarà scritta, prodotta e girata in Germania, per poi essere lanciata nel 2018. La seconda, una nuova serie originale francese chiamata Osmosis, è stata annunciata oggi e l’inizio della sua produzione è previsto entro il 2018 in Francia. Netflix ha impegnato più di 1.75 miliardi di dollari nelle produzioni europee da quando è entrato nel mercato europeo nel 2012, includendo ad oggi più di 90 produzioni originali in vari stadi di sviluppo.

“Siamo lieti di annunciare la creazione di posti di lavoro in Europa e l’apertura di un nuovo centro per l’assistenza dei clienti ad Amsterdam, così come due nuove serie originali europee. L’Europa è un centro creativo per un grande storytelling che ha un’eco in tutto il mondo e noi continuiamo a investire nei contenuti europei”, afferma Reed Hastings, co-fondatore e CEO di Netflix.
“La decisione di Netflix di aggiungere un centro per il servizio clienti accanto agli headquarters EMEA di Amsterdam mostra che il nostro clima imprenditoriale è esattamente ciò che le compagnie leader cercano quando stanno investendo nel loro futuro,” ha detto Jeroen Nijland, Commissario per gli Investimenti Stranieri, Netherlands Foreign Investment Agency (NFIA). “La velocità di Internet, le forze dell’eCommerce e il talento linguistico dei Paesi Bassi rendono il nostro Paese un’ottima scelta nell’espansione di Netflix per supportare il suo crescente mercato europeo”.

Le opportunità di lavoro nel nuovo centro di assistenza clienti di Netflix possono essere visionate qui; le opportunità di lavoro negli headquarters EMEA di Netflix possono essere visionate qui.

articoli correlati

MEDIA

Debutta Untraditional, la nuova serie tv di Fabio Volo: il lancio è curato da Friendz

- # # # # #

Untraditional di Fabio Volo

È on air dal 9 novembre “Untraditional“, la nuova serie tv ideata e interpretata da Fabio Volo. La campagna di lancio della nuova serie tv “autobiografica” di Fabio Volo, trasmessa sul canale NOVE del digitale terrestre, è realizzata in collaborazione con Friendz, startup nata a fine 2015, che attraverso un’applicazione offre ad ogni utente l’opportunità di guadagnare divertendosi e condividendo foto e azioni sui social.

Per ogni episodio della serie, a partire dal 9 novembre, NOVE pubblicherà sul proprio profilo Instagram il trailer della puntata in cui Fabio Volo rivolge una domanda a un ospite che non verrà svelato fino alla messa in onda dell’episodio. La prima domanda che Fabio pone ad un ospite “misterioso” è questa:
“Avere grandi sogni è da presuntuosi o da coraggiosi?”:

Friendz coinvolge la propria community (che vede protagonisti 80mila utenti) per pubblicare su Instagram la loro video-risposta utilizzando l’hashtag #Untraditional, #RispondialVolo e mention @Nove.

In seguito, per ogni episodio, Friendz realizzerà un montaggio con i migliori contributi degli utenti, che verranno pubblicati da NOVE su Facebook e Instagram.

“In poco più di un anno abbiamo curato centinaia di campagne per grandi brand e i nostri utenti hanno svolto 1,5 milioni di azioni sui social” spiegano i fondatori di Friendz, Cecilia Nostro, Alessandro Cadoni e Daniele Scaglia. “Il tasso di coinvolgimento che abbiamo registrato è altissimo e la nostra community è molto ricettiva”.

Il format delle video-risposte, proposto in questa campagna di lancio legata alla serie tv di Fabio Volo, è riuscito a creare elevato engagement tra gli utenti della community, che oltre ad aver mostrato un interesse diretto nei confronti di Untraditional, hanno anche suscitato la curiosità dei loro amici.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

I party del #StRappartyTour più divertenti e creativi di Tuborg diventano una mini serie TV

- # # # # #

I party del #StRappartyTour più divertenti e creativi di Tuborg diventano una mini serie TV

Le feste organizzate dagli Youtubers in occasione del Tuborg #StRappartyTour 2016 sono state un vero successo che è andato oltre il momento dell’evento vero e proprio. Tanto che, come annuncia il brand, sono diventate oramai una mini serie tv, in onda dal 6 al 26 novembre nella fascia pomeridiana di Italia 1, sotto forma di tre “pillole” settimanali perfette come antidoto a freddo e monotonia.
La mini serie, in onda alle ore 15:10 durante la serie cult The Big Bang Theory, racconterà le avventure degli Youtubers nell’organizzazione della festa perfetta dello #StRappartyTour 2016 di  Tuborg. Ad ogni youtubers è stata affidata l’organizzazione di una festa e ai The Show il ruolo dei soliti guastafeste. Ad aprire lo #StRappartyTour 2016 di Tuborg è stato Daniele doesn’t matter con la festa Hip Hop al Demodè Club a Bari. Claudio di Biagio ha organizzato la seconda tappa con
una festa a tema Flower Time ai Giardini del Monk di Roma. Il gran finale è stato degli Hmatt con un party in perfetto stile Anni ’90 all’Alcatraz di Milano. Ogni settimana, 3 pillole da 90” dedicate a uno dei tre eventi. Le pillole racconteranno i tre party che hanno registrato grandi numeri sia in termini di presenze (da 1.200 a 2.500 ospiti a serata) sia a livello di coinvolgimento social.
Da quest’ultimo punto di vista, le cifre sono impressionanti:
• 40 contenuti video messi online;
• 2,75 milioni di visualizzazioni;
• oltre 420.000 interazioni degli utenti sui canali Facebook, Twitter e Instagram.

articoli correlati

MEDIA

Viral marketing firmato Sky e Jungle per il lancio della serie TV Westworld

- # # # # # # #

Sky Atlantic - Westworld

La campagna di viral marketing per il lancio della serie tv Westworld progettata da Sky in collaborazione con Jungle ha coinvolto in meno di due settimane più di 325.000 persone, e dal 26 settembre al 2 ottobre si prepara per una nuova attività onfield in Piazza Argentina a Milano.

La campagna è iniziata online, con la creazione e la diffusione di contenuti editoriali inediti finalizzati a generare curiosità intorno all’inaugurazione di Westworld Experience, il servizio di luxury travel ideato dalla finta azienda americana Ford&Lowe. Il risultato sono state più di 325.000 persone coinvolte finora, e 11.000 interazioni in meno di due settimane.

Prendendo spunto da quelli che sono gli aspetti caratterizzanti della serie, si è aperto un dibattito tra gli utenti intorno ai futuri utilizzi della tecnologia e al rapporto tra etica e robotica.

Il secondo step della campagna si è svolto per le strade di Milano, con un’attività prank che prevedeva l’utilizzo di un visore per la realtà virtuale e di un container perfettamente allestito come un saloon western. Durante il weekend del 17/18 settembre sono state coinvolte decine di ignari passanti ai quali è stata offerta la possibilità di vivere in prima persona quelle sensazioni di smarrimento e ambiguità tra reale e virtuale raccontate dalla serie TV.

Il lancio della serie TV in Italia, in onda in contemporanea con gli Stati Uniti dal 2 Ottobre su Sky Atlantic, sarà preceduto dalla pubblicazione del video reportage che racconterà le emozioni vissute dai partecipanti durante la due giorni di attività. Appuntamento sul canale Facebook di Westworld Experience da venerdì 23 Settembre.

Dal 26 settembre al 2 Ottobre la campagna continuerà in Piazza Argentina a Milano, con incontri, intrattenimento e tantissime iniziative promozionali per il lancio ufficiale della nuova serie TV firmata HBO.

La struttura utilizzata per il video reportage sarà aperta al pubblico, affiancata da una scultura a grandezza naturale riproducente un prototipo dell’androide simbolo di Westworld. All’interno della struttura i curiosi potranno provare l’esperienza della realtà virtuale, immergersi in un set perfettamente allestito, partecipare a dibattiti sul tema robot-vita quotidiana e conoscere tutti i dettagli della serie più attesa dell’anno.

Westworld, le info
Westworld è una serie televisiva ideata da Jonathan Nolan (sceneggiatore tra le altre cose di Interstellar, Memento, The Prestige) e basata sull’omonimo film di Michael Crichton del 1973. La produzione è firmata JJ Abrams e prodotta da HBO.
Westworld mescola fantascienza e western, e narra di un parco divertimenti futuristico, popolato da umanoidi, dove i turisti possono vivere ogni loro recondito desiderio senza limite. Almeno fino a quando, nel mondo creato dal Dr. Ford qualcosa inizia a sfuggire al controllo dei supervisori e i robot iniziano a sviluppare una propria coscienza.
Tra gli interpreti di Westworld Anthony Hopkins, Ed Harris, Evan Rachel Wood, James Marsden e Thandie Newton.
La serie sarà trasmessa il 2 Ottobre negli Stati Uniti e in contemporanea in Italia in versione originale sottotitolata su Sky Atlantic.

 

articoli correlati

MEDIA

Centoeventi firma la ‘Summer of Love’ per il lancio di Aquarius su Sky

- # # # # #

È stata realizzato a Milano dall’agenzia Centoeventi l’evento ‘psichedelico’ in stile hippie a supporto della campagna di lancio della nuova serie televisiva ‘Aquarius’ in onda in Italia su Sky Atlantic HD dal 14 ottobre 2015.

Per attrarre il target di riferimento della nuova serie televisiva – giovani, amanti delle serie tv, del genere poliziesco e dell’atmosfera degli anni’60 – Centoeventi ha studiato per Sky Atlantic HD, con la collaborazione di Virgin Radio, un’iniziativa completa. Il concept dell’evento – che si è svolto l’11 ottobre 2015 a Milano – riprendeva il tema della serie tv ambientata nella Los Angeles degli anni’60 e ha permesso agli invitati di vivere la stessa atmosfera, organizzando la “Summer of Love” al The Tank di Milano, ex scalo ferroviario di Porta Romana che per l’occasione si è trasformato in un vero Hippie Camp.

L’attività è iniziata il 9 ottobre con una due giorni di promozione itinerante dell’evento e della serie tv con attori travestiti da hippie che hanno dato vita alle vie del centro di Milano girando con un airstream totalmente brandizzato, richiamando l’attenzione dei passanti cantando e distribuendo gadget e flyer. La promozione è stata supportata anche da lanci sui social network e comunicazioni dirette a blog, siti e portali in target per rendere partecipi anche gli utenti fuori dal capoluogo lombardo.

Durante la giornata dell’evento, l’11 ottobre 2015 al The Tank, è stato allestito un vero hippie camp e varie sono state le attività ideate da Centoeventi e curate in ogni singolo dettaglio: realizzazione di magliette TIE-DYE, Psichedelic Water, gadget e molto altro. La musica è stata protagonista con l’esibizione live dei C+C MAXIGROSS, collettivo psichedelico tra i più conosciuti nel genere in Italia e i THE ROSE, il tributo internazionale di Janis Joplin più autorevole e conosciuto nel nostro Paese. Tutta l’iniziativa era condivisibile sui social network attraverso l’hashtag ufficiale dell’evento #AquariusIT.

Il primo episodio, che è andato in onda il 14 ottobre alle 21.10 su Sky Atlantic HD, è rimasto disponibile sul sito skyatlantic.it/aquarius per una settimana.

articoli correlati

MEDIA

L’apocalisse zombi di Z Nation arriva su AXN SCI-FI

- # # # #

Una nuova serie tv dedicata ai morti viventi sbarca nella tv italiana, da mercoledì 10 giugno alle 21 debutteranno infatti gli zombi di Z Nation in prima assoluta su AXN SCI-FI (in esclusiva su Sky, 134).
Appuntamento mercoledì 10 giugno con un doppio episodio per serata a partire dalle 21.
Serie TV ideata dall’eclettica casa di produzione The Asylum, già artefice dell’action-horror di culto Sharknado, Z Nation ha saputo fin da subito distinguersi per la sua capacità di reinterpretare in maniera originale, ed in parte ironica, il ruolo degli zombie nell’immaginario collettivo, tanto da ritagliarsi uno spazio tutto suo nel cuore degli amanti del genere.

Z Nation narra le vicende di un gruppo di sopravvissuti a tre anni dallo scoppio di un virus zombie che ha annientato gli Stati Uniti. Questa squadra di eroi ordinari è chiamata a trarre in salvo e trasportare da New York alla California l’unico paziente al quale è stato iniettato un vaccino sperimentale anti zombie. Il gruppo rappresenta l’unica speranza di trovare un rimedio all’apocalisse annunciata e l’ultimo baluardo per la sopravvivenza del genero umano .

Il lancio in Italia di Z Nation è sostenuto da una campagna di marketing, che prevede accanto alla promozione in TV (formati teaser da 15 secondi, di lancio da 30 secondi sia sul network AXN che in cross promotion sui canali Sky) anche un forte investimento online. E’ stato realizzato infatti un piano editoriale ad hoc per Facebook e Twitter, veicolato sulle pagine ufficiali di AXN SCI-FI, che copre le fasi teaser, lancio ed ongoing dello show. A supporto dell’iniziativa sono previsti investimenti su entrambi i social media con video ed annunci sponsored su Facebook e annunci promoted su Twitter, unitamente a formati impattanti su youtube.it e bestmovie.it.
Ogni mercoledì sera il pubblico potrà commentare live ogni episodio di Z Nation con l’hashtag #ZNationITA sui profili ufficiali di Facebook (AXN SCI-FI Italia) e Twitter (@AXNSCIFIItalia). Inoltre, ogni settimana i fan della serie potranno partecipare alla call to action indetta dal canale in cui saranno chiamati a rispondere a delle domande sugli episodi della settimana, i primi fortunati che risponderanno correttamente saranno omaggiati con un simpatico Baby Zombie, incredibile protagonista del primo episodio.
L’intera serie sarà anche disponibile su Sky On Demand e Sky Go.

articoli correlati

AZIENDE

MEC lancia la Social Audience Analysis, ovvero come profilare attraverso le pagine social

- # # # # # #

Profilare il proprio target e quello dei principale competitor attraverso l’analisi delle pagine social: nasce la Social Audience Analysis, il nuovo strumento lanciato dalla media agency MEC.

“I vantaggi di questo nuovo approccio d’analisi sono molteplici: la possibilità di delineare concretamente il target di comunicazione attraverso i veri comportamenti sul Social media permette, ad esempio, di ottimizzare la distribuzione dei messaggi e di guidare la creazione di nuovi contenuti editoriali, favorendo quindi la relazione nel tempo e riducendo i costi di acquisizione per fan (CPF) delle campagne social”, afferma Julian Prat, Chief Strategy Officer di MEC.
Il servizio di Social Audience Analysis è stato testato con successo da MEC indagando uno dei fenomeni emergenti più interessanti: la passione per le TV Series. Sono stati individuati sei generi, Crime (i.e. ‘Gomorra’), Comedy (i.e. ‘The Big Ben Theory’), Teen Drama (i.e. ‘Violetta’), Horror (i.e. ‘The Walking Dead’), Action (i.e. ‘Breaking Bad’) e Fantasy (i.e. ‘Game of Thrones’), le cui fanbase di Facebook sono state la fonte dei dati che hanno alimentato l’analisi. La prima evidenza riscontrata riguarda il genere più amato, a sorpresa il Crime, con 9.5 milioni di utenti Facebook, seguono la Comedy, che vanta una community virtuale di 5.9 milioni e la Teen, con 4 milioni di giovani fan. Le informazioni socio-demografiche pubbliche, dunque accessibili, sono sesso, età, istruzione e stato civile. A titolo esemplificativo, sappiamo che la Comedy ha un seguito più sbilanciato sulla componente maschile (55%), giovane, tra i 17 e i 28 anni, composto da single (55%) e laureati (66%).

Il genere più femminile è il Teen Drama (86% dei fan), seguono Fantasy (65%) e Crime (58%). Se l’Action è sicuramente un territorio maschile (63%), l’Horror è invece tra i generi più bilanciati (56% uomini e 44% donne). Guardando all’età dei fan, la passione per le TV Series risulta molto trasversale, coinvolge, infatti, utenti dai 13 ai 58 anni. I generi mostrano, però, forti differenze in termini di affinità a diverse classi di età: naturalmente, il Teen Drama coinvolge il pubblico più giovane, così come la Comedy. Crime e Action vantano, invece, un pubblico più maturo, mentre gli spettatori di Horror e Fantasy sono giovani-adulti.
Le informazioni condivise dagli utenti consentono di approfondire l’analisi dei nostri target di comunicazione in modo molto dettagliato.

Lo studio permette, infatti, di profilare le diverse audience anche a seconda dei mezzi di comunicazione fruiti, ricostruendone un dettaglio estremamente accurato. Attraverso le analisi statistiche effettuate sulle audience di ogni tipologia possiamo anche scoprire, ad esempio, che gli appassionati di Crime (l’audience, ricordiamo, più matura) sono anche assidui fruitori di radio e stampa. Mentre i fan di serie Fantasy dimostrano con i propri comportamenti social di non essere particolarmente affini alla stampa periodica.

Scendendo più in profondità nei consumi mediatici dei differenti cluster è possibile ad esempio indagare quali sono le fonti di informazione online più affini per ognuno, scoprendo che gli amanti dei teen drama consultano Grazia.it, che tra gli appassionati di Action è forte l’interesse verso il Post.it, che per il Crime l’attenzione è rivolta a Tgcom24, che il pubblico delle serie Horror consulta YouMovies.it mentre gli appassionati di Comedy seguono Fanpage.it

Le potenzialità dell’analisi sono molteplici, poiché i fan hanno l’opportunità di esprimere le proprie preferenze e le proprie passioni nell’ambito di qualsiasi categoria merceologica e brand.

Un’attenta analisi dei dati raccolti consente di mappare le aree di interesse più affini ad ogni bacino, permettendo di scoprire così che gli spettatori di Crime sono anche Food Lover, mentre i fan Fantasy si rivelano amanti dei motori e follower di personaggi noti. Le appassionate di Teen Drama sono anche le più coinvolte dalla moda, l’audience di Action invece, dall’arte, soprattutto quella moderna.

articoli correlati

MEDIA

Gli amori fedifraghi di AshleyMadison sbarcano sul piccolo schermo

- # # # # #

Gli amori fedifraghi di AshleyMadison.com diventano una serie televisiva. È quanto annunciato dalla casa di produzione canadese Marblemedia che, in accordo con la OutEast Entertainment, è già al lavoro per sviluppare le prime sceneggiature ispirate alle vicende degli oltre 29 milioni di utenti che ogni giorno si incontrano sul social network del tradimento.

Al centro della trama non ci saranno, dunque, politici e celebrità alle prese con giochi di potere e scandali come nei più recenti House of Cards, Scandal o The Good Wife, bensì insospettabili vicini di casa o anonimi colleghi d’ufficio che nascondono un passionale amore extraconiugale dietro una condotta pubblica impeccabile. Non è ancora noto il titolo della fiction ma le prime indiscrezioni vedono, tra i protagonisti della serie, un personaggio ispirato proprio alla figura di Noel Biderman: il “re della scappatella”, CEO e fondatore di AshleyMadison.com.

“Questa nuova serie è una grande opportunità per sfidare l’idea convenzionale di monogamia, grazie soprattutto alle storie che ogni giorno i nostri 29 milioni di membri portano avanti da ogni parte del mondo su AshleyMadison.com”, ha dichiarato Biderman. “Siamo diventati un termine di paragone culturale, quotidianamente citati nei notiziari dei maggiori networks e nei migliori show televisivi; avere una serie tv basata sul nostro sito era il prossimo passo, quasi una naturale evoluzione. Siamo tutti molto eccitati da questa opportunità e io, personalmente, sto ancora cercando di immaginarmi la nostra storia raccontata in questo modo”.

Biderman sarà anche tra i produttori esecutivi della serie, insieme ad Alex Hertzberg, Steven Marrs (OutEast Entertainment), Mark Bishop e Matt Hornburg (Marblemedia), il quale commenta: “AshleyMadison è un brand con un’audience non convenzionale, che affascina tutti con i suoi intrighi e flirt online. Rivolgersi a nuovi target, mettendo in mostra mondi unici e complessi come quello di AshleyMadison, ci consente di stuzzicare il pubblico in modo stimolante ma sofisticato su argomenti tabù come l’infedeltà”.

Le prime puntate della serie saranno distribuite prossimamente negli Stati Uniti e in Canada, arrivando entro il 2015 anche in Italia.

articoli correlati

MEDIA

Al via il countdown per Sky Atlantic sulla facciata della Diamond Tower di Milano

- # # #

È già iniziato il conto alla rovescia che avrà termine il 9 aprile, quando inizieranno le trasmissioni di Sky Atlantic, il nuovo canale di Sky interamente dedicato alla serie tv più acclamate e coinvolgenti, tutte caratterizzate da un’alta qualità di scrittura e da forme di racconto inedite.

Per l’occasione Sinergie ha organizzato un evento nella luminosa Diamond Tower di Milano, occasione che ha immerso i presenti nel mood del canale televisivo e, in contemporanea, sulla facciata dell’edificio è partito il countdown live per Sky Atlantic.

Dal 9 aprile Sky Atlantic sarà in esclusiva per tutti gli abbonati Sky HD che, primi in Italia, potranno godere di un canale unico nel suo genere.

articoli correlati