BRAND STRATEGY

Dynamo Camp compie 10 anni e si aggiudica il “Superbrands Charity of the year 2017”

- # # # # #

Superbrands

Superbrands ha scelto quest’anno di premiare Dynamo Camp con l’assegnazione del “Superbrands Charity of the year 2017”. L’iniziativa riguarda la valorizzazione delle marche a livello internazionale e ha l’obiettivo di aggregare le eccellenze di brand intorno ai principi valoriali per essere “super”.

Dynamo Camp è un luogo meraviglioso e organizzato in modo eccellente situato in Toscana, è un camp di Terapia Ricreativa che accoglie gratuitamente bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche per periodi di vacanza, proponendo un programma di attività divertenti, emozionanti e sfidanti, con l’obiettivo dello svago ma anche e soprattutto di essere di stimolo alle capacità dei bambini, di rinnovare la fiducia e la speranza.

Proprio quest’anno Dynamo Camp compie 10 anni, e in questi anni ha costruito un brand coerente con la missione, caratterizzato da integrità e autenticità, e un’immagine sorridente ma profondamente seria, nella comunicazione della propria attività e sempre rispettosa di bambini e famiglie.

Il prossimo 28 settembre, presso l’Auditorium di Radio Italia nell’ambito della serata che avrà come protagonisti tutti i Superbrands aderenti al programma e che vedrà l’assegnazione dei “Superbrands Awards 2017”, internazionalmente considerati gli Oscar della marca, Superbrands consegnerà a Dynamo Camp lo speciale riconoscimento assegnato “per la rilevanza della missione svolta e la costante professionalità con cui viene gestito il capitale di marca che la contraddistingue”.

“Superbrands vuole contribuire a promuovere il valore di brand come elemento fondamentale anche per chi è al servizio di cause rilevanti in campo sociale. Dynamo Camp mette da 10 anni il suo impegno quotidiano e la professionalità del suo staff al servizio di chi ne ha più bisogno e lo fa nel rispetto profondo dei valori e della reputazione del brand che ne identifica la missione”, ha dichiarato Sergio Tonfi, Editor Superbrands.

“Per Dynamo Camp la missione è centrale e la comunicazione avviene nel rispetto degli ospiti, bambini e famiglie. Le linee guida della comunicazione di Dynamo Camp prevedono, infatti, il massimo rispetto dell’identità dell’Associazione e focus sui benefici della Terapia Ricreativa e sulla sicurezza, serietà e responsabilità che sono alla base del progetto e da sempre caratterizzano la Onlus. Grazie a Superbrands per il riconoscimento proprio in questo anno significativo per il progetto, che nel 2017 compie 10 anni”, ha commentato Roberta Mottino, Direttore della Comunicazione di Dynamo Camp.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via con Radio Italia la terza edizione del Superbrands Pop Award

- # # # # #

Superbrands POP Award

Superbrands in collaborazione con Radio Italia lancia oggi la terza edizione del Superbrands Pop Award 2017.

Saranno proprio gli ascoltatori di Radio Italia e i suoi fans sui social, in rappresentanza di tutti gli italiani, ad esprimere le loro preferenze e a stabilire la classifica dei brand più amati: la meccanica prevede una prima settimana di votazione dove si potrà scegliere nella short list dei 100 brand “nominati” dal Superbrands Council e raggruppati in 10 categorie merceologiche, mentre la fase finale vedrà i 20 che avranno raccolto più voti concorrere all’assegnazione del Superbrands pop award 2017.

Quest’anno l’iniziativa è sostenuta da un concorso che mette in palio numerosi premi tra tutti i votanti: splendide confezioni di prodotti cosmetici Bottega Verde (linea Argan), rivoluzionari contenitori da frigorifero Tupperware (Set Ventsmart) e, per il più fortunato, la possibilità di vivere un’intera giornata negli studi della Radio e di assistere come ospite VIP alla serata di celebrazione dei Superbrands Awards il prossimo 28 settembre.

Nel 2015 il premio è andato a BMW mentre per il 2016 la “marca più amata dagli italiani” è risultata Amazon: nella classifica delle top 10 erano presenti anche Apple, BMW, Esselunga, Nutella, Samsung, Google, Coca-Cola, H&M e Mulino Bianco.

“Quando un brand entra nel nostro cuore, diventa un amico di cui ci fidiamo e con il quale desideriamo condividere passioni ed esperienze. Abbiamo voluto creare un premio per celebrare il brand più amato, quello che ha saputo creare più emozioni entrando per sempre nei cuori e nei sogni di tantissime persone”, ha dichiarato Sergio Tonfi, Superbrands Editor.

“Radio Italia è un grande contenitore di musica che vive sempre al fianco delle persone, creando sintonia e affinità e aiutando a vivere meglio. Ecco perché, ancora una volta, siamo la Radio ufficiale di Superbrands e vogliamo celebrare insieme le marche che, come Radio Italia, trasmettono emozioni e si fanno amare di più”, ha spiegato Alessandro Volanti, Responsabile Marketing di Radio Italia.

Radio Italia inviterà a votare il brand del cuore sul minisito dedicato con una campagna a base di spot, info-radio, news sul sito e post sui social della radio.

Il “Superbrands POP Award” sarà consegnato alla marca più amata dagli italiani nell’ambito della cerimonia di consegna dei prestigiosi Superbrands AwardS il 28 settembre all’Auditorium di Radio Italia, l’occasione davvero esclusiva che celebrerà tutte le marche che avranno ottenuto la qualifica di Superbrands 2017.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands promuove la brand sustainability con un convegno a Roma Tre

- # # # # #

Superbrands Convegno

Superbrands, l’iniziativa che aggrega le eccellenze di brand ed offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne l’immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, promuove il Convegno “brand sustainability, l’imperativo della crescita sostenibile” che si terrà venerdì 31 marzo a partire dalle h. 14.00 presso la sede della Facoltà di Economia dell’Università ROMA TRE.

Sempre più persone sono oggi convinte che le marche debbano giocare un ruolo determinante nel proporre soluzioni che tengano conto degli aspetti ambientali e sociali oltre che del proprio rendiconto economico.

Oggi ai brand si chiede di essere sempre più aperti e trasparenti nella gestione delle proprie pratiche commerciali e di marketing e di saper coinvolgere i propri pubblici in un’ottica di dialogo ed engagement in modo da produrre risultati di valore per la società e il pianeta.

Costruire la reputazione di un brand passa quindi sempre più dall’avere chiara la responsabilità che si assume sul mercato, dall’identificare uno scopo (“purpose”) che coinvolga i propri pubblici e abbia un impatto determinate sulla loro qualità della vita, dal prendere posizione e affrontare tematiche sociali e ambientali di interesse comune e anche dalla capacità di investire con convinzione sulla comunicazione a sostegno delle proprie scelte di responsabilità sociale.

Questo richiede la profonda consapevolezza dell’impegno necessario per distinguersi con l’innovazione, l’autenticità e la responsabilità delle proprie scelte, che sono drivers fondamentali dell’essere Superbrands.

Durante l’incontro ascolteremo dalla viva voce di alcuni Superbrands come affrontano le nuove sfide della marca in un contesto in cui il tema della sostenibilità diventa sempre più rilevante: quali scelte strategiche ed organizzative hanno attuato, quali nuovi paradigmi stanno mettendo in pratica, quali strumenti di comunicazione privilegiano per comunicare coi loro pubblici.

I protagonisti dell’incontro, rappresentati dagli autorevoli manager che ne testimoniano l’impegno per la brand sustainability saranno: 3M, Aran Cucine, Coca Cola, Enel, Fattorie Osella e Vaillant.

“La sostenibilità non è più un mero elemento per differenziare il brand e gestire in modo più agevole i complessi rapporti con gli stakeholders. La marca oggi deve garantire di aver fatto tutto il possibile per ridurre al minimo gli effetti negativi sull’ambiente e la società. La responsabilità sociale è la scelta indispensabile per un brand che vuole guadagnarsi il rispetto delle persone per il modo con cui contribuisce attivamente a plasmare un futuro migliore. I Superbrands sanno che il loro valore passa in modo determinante da come riescono a prendersi oggi la responsabilità del nostro domani”, ha spiegato Sergio Tonfi, Editor Superbrands.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il 23 giugno la serata-evento dei Superbrands Awards

- # # # #

superbrands

Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per certificarne l’eccellenza e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, celebrerà il prossimo 23 giugno all’Auditorium di Radio Italia l’evento di consegna dei “Superbrands Awards 2016”.
La serata vedrà sfilare le 24 grandi marche che hanno raggiunto valori di eccellenza nei drivers fondamentali per essere giudicati “super” (secondo il modello S-factors) e che si sono quindi guadagnate il prestigioso status di Superbrands 2016: 3M, Alitalia, Amazon, Aperol, Amplifon, Aran Cucine, Avis, BMW, Bottega Verde, Burger King, CheBanca!, Fastweb, Fattorie Osella, Genertel, ING Direct, QVC, RE/MAX, Sandoz, SisalPay, Telethon, Tupperware, Unieuro, Vaillant, Vallè.
Il premio più ambito sarà il Superbrands of the year 2016, considerato internazionalmente l’Oscar delle marche (l’anno scorso assegnato a Disney), che identifica chi più di tutti ha dimostrato concretamente la sua capacità di mettere l’innovazione, l’autenticità e la responsabilità al reale servizio dei clienti e dei consumatori. Saranno i membri del Superbrands Council a giudicare le marche aderenti sulla base degli S-factors alla base del modello di equity Superbrands.
“I Superbrands Awards sono l’occasione concreta per riaffermare il valore di marca come elemento vitale indispensabile per avere un successo duraturo sul mercato“ dichiara Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Per essere super occorre guardare lontano, costruire relazioni autentiche con le persone, e continuare ad investire sul valore del brand con determinazione e grande passione”.
Nel corso della cerimonia, ci sarà anche la consegna del “Superbrands POP Award 2016”, il premio alla marca più amata dalla gente realizzato in partnership con Radio Italia e il coinvolgimento diretto dei suoi ascoltatori: tra le 100 marche inizialmente in votazione, 20 hanno raggiunto la fase finale e la classifica della “marca più amata dagli italiani” ha visto primeggiare Amazon davanti ad Apple e BMW (vincitrice dell’edizione 2015).
Un altro premio particolarmente atteso è il “Superbrands Passion for Branding” che celebrerà il manager capace di dimostrare la sua passione per il brand e la leadership ispirata nel guidare il team di lavoro alla crescita del suo valore (l’anno scorso è andato a Valerio Di Natale, AD di Mondelez).
Superbrands ospita ogni anno nel suo programma anche l’eccellenza di una brand del terzo settore: il premio “Charity Superbrands 2016” sarà consegnato a Fondazione Telethon.
La serata sarà inoltre un momento di importante riflessione sul contesto in cui i brand sono chiamati ad operare e vedrà interventi di numerosi personaggi di riferimento del mondo accademico, del marketing e della comunicazione che offriranno spunti e indicazioni sui nuovi paradigmi che definiscono il branding e che guidano le strategie per essere davvero “super”.
La musica italiana di Radio Italia sarà la colonna sonora della serata: sottolineerà i diversi momenti della cerimonia di premiazione e offrirà l’energia vitale che è il vero motivo conduttore dell’evento e il segno distintivo dell’essere Superbrands.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands promuove la Brand Sustainability con un convegno a Roma Tre

- # # # # #

superbrands

Superbrands, l’iniziativa che certifica l’eccellenza dei grandi brand e offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne l’immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, promuove il Convegno “Brand Sustainability, driver di valore per essere Super” che si terrà venerdì 15 aprile a partire dalle h. 14.00 presso la sede della facoltà di Economia dell’Università Roma Tre.
“La sostenibilità non è un mero elemento per differenziare il brand e gestire in modo più agevole i complessi rapporti con gli stakeholders”, spiega Carlo Alberto Pratesi, Professore di Marketing presso tale Università. “Abbiamo continue evidenze che nessun brand può sopravvivere se non garantisce di aver fatto tutto il possibile per ridurre al minimo gli effetti negativi sull’ambiente e la società”.

Mentre oggi la fiducia nelle istituzioni tende a diminuire, infatti, un numero crescente di persone si attende che marche giochino un ruolo determinante nel proporre soluzioni che tengano conto degli aspetti ambientali e sociali oltre che del proprio rendiconto economico. Oggi ai brand si chiede di essere sempre più aperti e trasparenti nella gestione delle proprie pratiche commerciali e di marketing e di saper coinvolgere i propri pubblici in un’ottica di dialogo ed engagement in modo da produrre risultati di valore per la società e il pianeta.
Costruire la reputazione di un brand passa sempre più dall’avere chiara la responsabilità che si assume sul mercato, dall’identificare uno scopo (“purpose”) che coinvolga i propri pubblici e abbia un impatto determinate sulla loro qualità della vita, dal prendere posizione e affrontare tematiche sociali e ambientali di interesse comune, ma anche dalla capacità di investire con convinzione sulla comunicazione a sostegno delle proprie scelte di responsabilità sociale. Chi riesce in quest’impresa entra nell’elite delle “super marche”, brand rispettati che sanno attrarre magneticamente l’interesse e l’attenzione delle persone.

Durante l’incontro alcuni Superbrands (3M, Avis, Barilla, Carlsberg, ING e Unilever) “racconteranno” come affrontano le nuove sfide della marca in un contesto in cui il tema della sostenibilità diventa sempre più rilevante: quali scelte strategiche ed organizzative hanno attuato, quali nuovi paradigmi stanno mettendo in pratica, quali strumenti di comunicazione privilegiano per comunicare coi loro pubblici, e lo faremo con esempi concreti tratti dall’esperienza di chi lavora ogni giorno perché la propria marca possa aggiungere valore ed essere riconosciuta come role player nel campo della responsabilità sociale d’impresa.
I brand che parteciparanno all’iniziativa appartengono a settori diversi ma hanno in comune la scelta di un “purpose” che contribuisce a migliorare la qualità delle nostre vite e fa del nostro mondo, un modo migliore.

“La responsabilità sociale è la scelta indispensabile per un brand che vuole guadagnarsi il rispetto delle persone contribuendo attivamente a plasmare un futuro migliore“, afferma Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “I Superbrands sanno che il valore della marca passa in modo determinante da come riescono a prendersi oggi la responsabilità del nostro domani“.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands 2016: autenticità e responsabilità sono i key drivers della marca

- # #

superbrands

Superbrands, il programma di valorizzazione delle “grandi marche”, ha iniziato il 2016 con l’esame delle “nominations” emerse dal giudizio del Superbrands Council* sulla base delle valutazioni degli “s-factors” e dei “Superdrivers” alla base del proprio modello di interpretazione della brand equity.
È il primo passo per arrivare entro giugno all’identificazione delle grandi marche che, grazie alla rilevanza di ciò che offrono ai propri clienti/consumatori, entreranno a far parte del “Club dei Superbrands 2016” accettando la sfida di continuare ad investire in innovazione, autenticità e responsabilità per costruire il solido rapporto di fiducia che le certifica Superbrands.
Sono emersi due elementi determinanti per la capacità di aggiungere più valore alla marca nel 2016: il fatto di essere riconosciuti “veri” e la capacità di costruire relazioni fiduciarie basate sul rispetto reciproco e il senso di responsabilità.
La fiducia (trust) resta certamente il fattore critico più rilevante nel guidare la preferenza e la fedeltà ma vale solo quando si fonda sul rispetto e la verità di una relazione matura tra la marca e le persone che entrano in contatto con lei attraverso i suoi sempre più numerosi touchpoints.
In un contesto super affollato e iper-competitivo in cui troppo spesso gli effetti promozionali e la scarsa trasparenza delle politiche commerciali e di comunicazione dominano il mercato, le persone chiedono ai Superbrands di essere esempi di un comportamento rispettoso che privilegi la relazione nel lungo periodo alla transazione di breve e dimostri nei fatti la loro capacità di essere autentici e socialmente responsabili.

“Dopo l’hype della crisi e gli sfarzi di Expo, dobbiamo accettare di vivere una neo normalità in cui è necessario riportare il focus della strategia aziendale sul long term value” spiega Sergio Tonfi, Editor Superbrands. “Superbrands vuole promuovere un movimento di marche che vivono l’autenticità e la responsabilità come elementi essenziali per generare valore e continuare a crescere”.

Sulla base di questi elementi, la selezione dei Superbrands 2016 ha prodotto i primi risultati: alcuni grandi nomi già presenti nell’edizione dello scorso anno (tra cui 3M, CheBanca!, Sandoz, Vaillant)
hanno scelto di continuare il percorso proposto da Superbrands e di fare un ulteriore passo nella qualificazione della loro reputazione.
Tra i nuovi membri del “Club” ci sono Bottega Verde, Genertel e SisalPay, che grazie alla loro continua capacità di innovazione, al rispetto dei valori fondanti che le hanno rese marche di successo e soprattutto alla capacità di un dialogo trasparente con i loro clienti e consumatori, si aggiungono ai protagonisti del programma 2016.

I prossimi appuntamenti di Superbrands sono:
– il lancio della seconda edizione del SUPERBRANDS POP AWARD, il premio assegnato direttamente dalla passione della gente alla “marca più amata dagli italiani” (BMW e Nutella sono stati i vincitori 2015)
– il lancio del premio SUPERBRANDS PASSION FOR BRANDING, assegnato al manager che avrà saputo porre il valore di brand al centro del suo lavoro e della sua carriera
– la realizzazione di una serie di eventi in collaborazione con le importanti Università rappresentate nel Superbrands Council (a cominciare con Economia 3 a Roma e la Cattolica a Milano)
– la realizzazione di incontri promossi ed ospitati dai singoli Superbrands come momenti di networking in cui condividere i progressi nel loro percorso di crescita del valore di marca
il lancio di una nuova ricerca sul tema della marca con l’obiettivo di proiettare nel futuro le caratteristiche vincenti dell’essere Superbrands
l’assegnazione dei SUPERBRANDS AWARDS, gli “oscar della marca”, nel corso di un evento irrinunciabile che si terrà nel prestigioso Auditorium di Radio Italia il prossimo 23 giugno.

* Il Superbrands Council è composto da: Emanuele Acconciamessa (COO Focus Management), Laura Cantoni (AD Astarea), Sandro Castaldo (Docente di Marketing & Retail Università Bocconi), Stefano Del Frate (Direttore Generale ASSOCOM), Andrea Farinet (Docente di Marketing e Psicologia dei Consumi Università LIUC), Armando Garosci (Responsabile Editoriale Progetti Speciali Largo Consumo), Alberto Mattiazzi (Presidente SIM, Società Italiana Marketing, Docente di Economia e Gestione delle Imprese Università La Sapienza), Patrizia Musso (Fondatrice di Brandforum.it, Docente di Brand Communication Università Cattolica), Alessandro Pavesi (Presidente ASSOREL), Carlo Alberto Pratesi (Professore Ordinario Dipartimenti di Studi Aziendali, Università Roma Tre), Jolanda Restano (Digital Entrepreneur e Founder Fattore Mamma), Rossella Sobrero (Presidente Koinetica e Consigliere FERPI), Cesare Valli (Presidente & CEO SEC Relazioni Pubbliche), Fabrizio Valente (Presidente KikiLab), Maurizio Vitale (Founding Director Movement Entertainment), Nicoletta Vittadini (Direttore Master Digital Communication Specialists, Università Cattolica). 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Prende il via Superbrands 2016. Tutte le novità della nuova edizione

- # # # #

È sul nastro di partenza l’edizione italiana 2016 di Superbrands, la realtà internazionale che si propone di riconoscere i brand eccellenti nei diversi mercati ed offrire un sistema di comunicazione che li supporti nel promuovere la propria reputazione.
Il programma attribuisce il certificato d’eccellenza Superbrands (seal) e celebra chi continua a credere e ad investire sul valore di brand pubblicando la sua storia, i fatti salienti che lo contraddistinguono, i nuovi prodotti che ne continuano il successo sul mercato e i profili di chi lavora ogni giorno per renderlo una vera “super marca” nel prestigioso volume “Il libro delle grandi marche”.
Essere “Superbrands” comincia con il giudizio di eleggibilità attribuito dal Superbrands Council, un panel di qualificati professionisti indipendenti che si basano sulla loro esperienza e l’analisi delle ricerche di mercato disponibili.
A questo giudizio si aggiunge poi il voto popolare (POP) raccolto con il contributo di importanti media partner dell’iniziativa (Radio Italia è la Radio ufficiale di Superbrands).

Le principali novità del programma 2016 si segnalano il Superbrands Council ampliato e parzialmente rinnovato per garantire una crescente rappresentatività di giudizio nell’eleggibilità dei Superbrands, nonché l’allargamento dei media partners dell’iniziativa: a quelli confermati, TVN Media Group (il gruppo editoriale che pubblica questa rivista, ndr), Radio Italia, Largo Consumo e Spot&Web, si sono aggiunti brandforum.it, il primo portale totalmente dedicato ai temi del branding e Business People, il noto magazine economico.
Altre iniziative di questa edizione dell’Award sono l’ attivazione di una serie di qualificati incontri di networking per il “Club dei Superbrands” (il primo è stato organizzato con 3M in Expo a tema “innovazione come driver della brand reputation”; e la realizzazione di incontri sui temi della marca organizzati in collaborazione con importati Università (il primo è previsto per il 24 novembre con l’Università Carlo Cattaneo LIUC).

Per ulteriori informazioni: sergio.tonfi@superbrands.com

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands presenta “Il libro delle grandi marche”: storie di brand che sanno essere “Super”

- # # # # # # #

Superbrands, l’iniziativa che certifica l’eccellenza dei grandi brand e offre una piattaforma di comunicazione per valorizzarne l’immagine agli occhi di stakeholders, clienti e consumatori, presenta oggi il volume “Il libro delle grandi marche” con cui celebra le storie di successo di quei brand che, sulla base delle ricerche condotte e del giudizio del Superbrands Council, hanno raggiunto valori di eccellenza nei drivers fondamentali per essere considerati “super”.
Nelle oltre 100 pagine in grande formato, impreziosite dalle immagini delle campagne di comunicazione delle “super marche”, dopo una panoramica sugli elementi fondanti del sistema Superbrands e l’approfondimento della ricerca condotta da Astarea-Demoskopea per definire quali siano i fattori vincenti dell’essere “super”, vengono presentate, attraverso brevi capitoli che passano in rassegna i mercati di riferimento, i risultati ottenuti, la storia, i prodotti, i valori e gli sviluppi più recenti di ciascuna marca, le case history dei 21 grandi brand che hanno ottenuto il certificato d’eccellenza Superbrands 2015.

“I grandi brand presenti nel libro”, spiega Sergio Tonfi, Editor & Promoter Superbrands, “con le loro storie di successo sono bussole di orientamento per le scelte dei clienti e dei consumatori e rappresentano esempi di come, continuando a credere nell’investimento di marca e ponendola al centro delle proprie strategie, si possa davvero essere “Super”.

La presentazione del volume avviene stasera all’interno dello spazio RED di Piazza Gae Aulenti a Milano: LaFeltrinelli è infatti il circuito di librerie in cui il libro sarà in vendita al pubblico, ma la sua visibilità sarà amplificata dalla presenza nelle VIP Lounge Alitalia, uno dei Superbrands 2015, e dalla possibilità di consultare la versione ebook direttamente dal sito Superbrands.
L’evento è anche l’occasione per annunciare il lancio della APP Superbrands, un’applicazione gratuita che consente di visualizzare direttamente i contenuti del libro e le storie di successo delle marche sui dispositivi mobili e tablet: in un mondo della comunicazione sempre più dominato dal digitale, la APP si propone come contenuto “virale” perché le storie delle “super marche” possano essere conosciute da tutti coloro, e sono sempre di più, che vogliono scoprire cosa c’è dietro un prodotto o una marca di successo.
Si completa così il programma 2015 che ha visto l’assegnazione del Superbrands Award of the year a Disney, dei Superbrands POP Awards a BMW (la più votata in assoluto dagli ascoltatori di Radio Italia, radio ufficiale di Superbrands) e Nutella (la marca italiana più amata dagli italiani) e del Superbrands Onlus Award a CESVI.
Il programma 2016 presenta un Superbrands Council rinnovato ed ampliato con l’obiettivo di rendere la certificazione ancor più autorevole e qualificata garantendo un punto di vista “super partes” nella valutazione dei brand eleggibili allo status di Superbrands: l’appuntamento per l’assegnazione dei prestigiosi Superbrands Awards 2016 è per il prossimo mese di giugno.
“La pubblicazione del volume Superbrands e il lancio della APP dedicata”, conclude Tonfi, “rappresentano un modo concreto per valorizzare chi ha scelto di riconoscersi nell’eccellenza della certificazione Superbrands”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A tu per tu con… Paolo Bertini, Direttore marketing e Servizi commerciali Simply Market

- # # # # #

“Essere Superbrands porta con sé il senso della sfida: la sfida di contribuire a migliorare la vita delle persone. Può suonare ambizioso, e va articolato caso per caso in funzione del comparto in cui si opera. Ma se non fosse così, che senso avrebbe potersi definire Superbrands?”.

Qui la video intervista

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A tu per tu con… Luca Prina, Direttore Marketing e Comunicazione CheBanca!

- # # # # #

“Essere un Superbrands vuol dire riuscire a vincere l’indifferenza mentale nel processo decisionale d’acquisto. Se in una marca non c’è emozione si diventa “merce”. È importante – soprattutto nella realtà di oggi, dove il confine tra prodotti e servizi è sempre più labile – riuscire a conferire sempre un vero valore aggiunto”.

Qui la videointervista

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Superbrands assegna il POP Award 2015: vince BMW

- # # # #

La domanda era: quali sono veramente le marche più amate ed apprezzate dagli italiani?
Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per qualificarle con il certificato d’eccellenza “Superbrands” e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine agli occhi di clienti e consumatori, ha scelto Radio Italia, la seconda radio in Italia secondo l’ultima rilevazione di ascolti RadioMonitor e prima radio per numero di fans su Facebook con oltre 2,3 milioni di likers, per dare una risposta rappresentativa che venisse dal direttamente cuore della gente, un giudizio “POP” che andasse oltre il valore delle classifiche esistenti, spesso basate su valutazioni di tipo finanziario, per assegnare un premio alle marche che stanno davvero più a cuore alle persone.

Per tre settimane è stato attivato un sistema di sistema di votazione online che, supportato da un ampio piano di comunicazione composto da comunicati e post sui social della radio, ha visto la partecipazione di oltre 1600 fans e ha generato la classifica finale delle marche più amate ed apprezzate dagli italiani.
BMW è risultata la marca più votata e si aggiudica il Superbrands POP Award 2015: per la grande marca automobilistica tedesca il premio è un’ulteriore occasione di celebrare l’eccellenza della sua storia di successo e di veder riconosciuta la preferenza, la fedeltà e l’amore di tante persone.
Al secondo posto si classifica Apple, il brand tecnologico che ha fatto del design e della semplicità i propri elementi distintivi e che sulle orme del suo fondatore Steve Jobs sta continuando a generare innovazione con un’offerta sempre più ampia di oggetti che cambiano la nostra vita. Al terzo posto Nike, la marca sportiva americana che ha rivoluzionato il mondo delle calzature e dell’abbigliamento comunicando che dentro ciascuno di noi c’è un atleta e che tutti possiamo aspirare a una vita più sana fatta di esercizio, fitness e magari anche agonismo.
Seguono nella classifica Disney, la marca di entertainment che continua a far sognare grandi e piccini con la sua magia, Nutella, prima marca italiana in classifica, un prodotto diventato iconico e simbolo di un’alimentazione piacevole e irresistibile e Coca Cola, la bevanda simbolo del sogno americano che da sempre porta un pizzico di felicità nelle nostre vite quotidiane.
Completano la lista dei primi dieci Superbrands votati dalla gente Amazon, la piattaforma di e.commerce che sta rivoluzionando il nostro modo di acquistare, SKY, la rete televisiva che ha trasformato la televisione con un’offerta di canali tematici in alta definizione, Armani, il marchio dell’eccellenza che fa da ambasciatore alla moda e allo stile italiano nel mondo e GOOGLE, il motore di ricerca che ci aiuta a risolvere molti dei nostri problemi con un’interfaccia intuitiva e i suoi preziosi algoritmi.

“Superbrands voleva ascoltare direttamente quello che pensano le persone mettendo in gioco le loro emozioni e premiando con il POP award i brand che stanno davvero nel loro cuore“ ha commentatoSergio Tonfi, Editor Superbrands.“I votanti hanno scelto con un semplice click di esprimere il loro likes alle marche generando una classifica che va a premiare chi ha saputo costruire con loro una relazione ricca e coinvolgente che va ben al di là delle semplici performance di prodotto”.
“Radio Italia ha voluto affiancare Superbrands in questa iniziativa mettendo al suo servizio la forza e il coinvolgimento dei propri ascoltatori e fans per scoprire quali fossero le marche più amate ed apprezzate dagli italiani” ha aggiunto Alessandro Volanti, Responsabile Marketing di Radio Italia. “Siamo felici di vedere che la partecipazione è stata così consistente e che, ancora una volta, la reattività di chi ci segue è elevata quando li coinvolgiamo in qualcosa che davvero li interessa”.

Il “Superbrands POP Award” sarà consegnato insieme agli altri Superbrands Awards nell’ambito del “Tribute Event” che si terrà nell’Auditorium di Radio Italia il 25 giugno prossimo e che vedrà presenti tutti i Superbrands aderenti al programma e le marche che vorranno condividere una serata speciale all’insegna del valore dei brand, della passione per il marketing e dell’efficacia della comunicazione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A tu per tu con… Sergio Rossi, Direttore Marketing ING

- # # # # #

“In sintesi, diventare un superbrand significa essere riusciti a trovare la giusta connessione tra la propria offerta e il proprio modello  di  interazione con i consumatori e i clienti, che da parte loro riconoscono in ciò che comunichiamo una reale e rilevante esperienza”.

Qui la videointervista

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A tu per tu con… Mario Volanti, Presidente Radio Italia SMI e Vicepresidente R101

- # # # # #

“Essere un superbrand significa innanzitutto avere un’identità, che si traduce immediatamente in un posizionamento ben preciso e in un brand identificativo e riconoscibile. Guardando specificatamente al mondo della radiofonia, ormai il brand non significa più solo “radio”, ma rappresenta un “sistema radio” che sotto il medesimo “ombrello” racchiude uno spazio di condivisione emozionale che da dai social alla tv, agli eventi sul territorio, ai contenuti della programmazione e ai personaggi-simbolo dell’emittente”.

Qui la videointervista

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A tu per tu con… Gherardo Magri, Amministratore Delegato Gruppo Vaillant

- # # # # #

“Essere un superbrand, soprattutto in un comparto tecnico come il nostro, rappresenta un elemento forte di differenziazione e un valore aggiunto nei confronti dell’intera filiera, non solo del consumatore finale. Siamo nati in Germania 141 anni fa, e anche questa longevità è unacomponente del “superbrand”, in quanto mantenersi a livelli di eccellenza per un tempo così lungo è già di per se stessa una performance straordinaria”.

 

Qui la video intervista

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A tu per tu con… Monica Astuti, Chief Marketing Officer The Walt Disney Company Italia

- # # # # #

“Essere un superbrand costituisce una responsabilità importante. Per noi significa essere sempre rilevanti per il consumatore, essere riconosciuti e saper trasmettere i nostri valori, così da costruire con lui una relazione a lungo termine. Senza dimenticare mai ciò da cui tutto ebbe inizio, ma riuscendo ad anticipare le dinamiche innovative, mantenendo un forte ancoraggio alla nostra tradizione”

Qui l’intervista video

articoli correlati