BRAND STRATEGY

Vogue Italia presenta “Life in Vogue”: 8 designer interpretano gli spazi della redazione

- # # # #

Vogue

In occasione del Salone del Mobile e dell’uscita della nuova versione di Casa Vogue, Vogue Italia presenta “Life in Vogue”, un progetto che incoraggia una riflessione sul modo contemporaneo di vivere l’ufficio, un messaggio fedele all’approccio inclusivo che caratterizza il nuovo corso della testata. Emanuele Farneti, Direttore di Vogue Italia, ha invitato otto designer di rilevanza internazionale a interpretare con il loro stile unico gli spazi e gli arredi della redazione.

“Se da anni si parla del mondo dell’ufficio con una sempre maggior apertura e vicinanza a quello della casa, a oggi non ci si è ancora spinti a presentare l’ufficio quale oggetto di un vero e proprio intervento di interior decoration”, dice Farneti. “Life in Vogue è un progetto che vede le aree della redazione interpretate, secondo i diversi stilemi del contemporaneo, da interior e architetti di rilevanza internazionale. Aperto al pubblico, per rendere accessibili a tutti i luoghi in cui ogni mese prendono forma le nostre idee”.

Mario Bellini, Michael Bargo, Antonio Citterio Patricia Viel, Sabine Marcelis, Faye Toogood, Patricia Urquiola, Muller Van Severen e Quinconces–Dragò hanno accettato la sfida e lavorato al progetto, immaginando un luogo, concepito a cavallo tra uno studio e una lounge.

Per l’occasione sarà anche allestito un vero e proprio Guardaroba di redazione, dove saranno esposti abiti, gioielli, accessori e tutto ciò che gravita intorno al mondo dei servizi fotografici. Punto fondamentale di Vogue Italia, grazie al quale si creano le storie che vestiranno le sue pagine, il Guardaroba sarà interpretato da una giovane e talentuosa illustratrice.

Dal 17 al 20 aprile – dalle 12.00 alle 20.00, Piazza Cadorna 5/7 – Vogue Italia aprirà i propri uffici al pubblico dando la possibilità di visitare i progetti e incontrare il team editoriale. È possibile registrarsi qui.

Il progetto è stato reso possibile grazie al supporto dei seguenti partner: il materiale d’avanguardia Alcantara valorizzerà ulteriormente alcune delle stanze reinterpretate dagli architetti; Lavazza offrirà agli ospiti il caffè preparato con le nuove macchine Tiny; SEAT per l’occasione metterà a disposizione di un editor di Vogue Italia la SEAT Arona durante tutta la settimana del Salone. Per seguire l’iniziativa #DesignTourWithSEATarona.

A partire dalla Design Week, Vogue Italia e SEAT lanciano un progetto di scouting aperto a designer, artisti e illustratori che sono chiamati a realizzare nuove grafiche per SEAT Arona.

articoli correlati

MOBILE

A partire da aprile Seat integrerà Shazam nei modelli del marchio

- # # # # #

SEAT - Shazam

SEAT sarà il primo brand automobilistico al mondo a incorporare Shazam, il servizio di riconoscimento musicale che vanta milioni di utenti. L’annuncio è arrivato durante la conferenza stampa che il Presidente SEAT Luca de Meo ha tenuto alla prima giornata del Mobile World Congress. L’integrazione nei modelli del Marchio sarà operativa a partire dal prossimo aprile, grazie a SEAT DriveApp per Android Auto.

L’accordo congiunto consentirà ai clienti SEAT di dare un nome alle proprie canzoni preferite direttamente in auto, in un modo facile e, soprattutto, sicuro. Si concretizza così un ulteriore passo avanti nella strategia di SEAT volta a offrire ai propri Clienti un’esperienza sempre più semplice, personalizzata e in grado di garantire la minor distrazione possibile alla guida.

“Per gli amanti della musica, il riconoscimento delle canzoni è ora a portata di “clic”. L’integrazione di Shazam ci permette di avanzare ancora verso l’obiettivo che ci siamo prefissati come SEAT, ossia offrire la massima sicurezza ai nostri clienti e abbattere gli incidenti sulla strada”, ha condiviso Luca de Meo. “Presenziare al MWC non è solo l’occasione per presentare i nostri ultimi ritrovati tecnologici, ma l’opportunità di creare connessioni e imparare da aziende di riferimento del panorama tecnologico, il tutto per poter trasformare in realtà gli scenari futuri”, ha aggiunto de Meo.

articoli correlati

AZIENDE

Il nuovo SUV SEAT si chiamerà Tarraco, nome scelto da 146mila partecipanti al contest

- # # #

seat tarraco

Si chiamerà Tarraco il nuovo SUV della casa iberica SEAT. Sono stati 146.124 i fan del gruppo, provenienti da 134 paesi, che hanno partecipato all’ultima fase del #SEATseekingName. Con 51.903 voti (35,52%), Tarraco si è posizionato in testa alla classifica, davanti ad Ávila, votato da 41.993 partecipanti (28,74%), Aranda, in terza posizione con 39.321 voti (26,91%) e Alboran, che ha raccolto 12.907 consensi (8,83%). I risultati delle votazioni sono certificati da EY.

Il nome Tarraco, come le altre tre proposte finaliste, è allineato ai valori di SEAT e rappresenta appieno la personalità del nuovo modello. La città, ora conosciuta come Tarragona, è stato il più antico insediamento romano della penisola iberica e fu la capitale dell’Hispania durante l’Impero Romano. Tarragona, oggi, è una città mediterranea in cui si respira cultura, spirito giovane, storia e architettura, valori con cui SEAT identifica e che trasmette attraverso le proprie vetture. Tarraco è il primo nome di un modello SEAT scelto dal pubblico e il quattordicesimo luogo spagnolo associato a un’auto del marchio. Il primo modello SEAT che deve il proprio nome alla toponimia spagnola, la Ronda, risale all’anno 1982. Da allora, ne sono nati altri 12: Ibiza, Malaga, Marbella, Toledo, Inca, Alhambra, Cordoba, Arosa, Leon, Altea e le due più recenti, Ateca e Arona.

La casa automobilistica ci ha tenuto a ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno partecipato, in particolar modo le città di Avila, Aranda e Alboran per la loro attivazione e mobilitazione. Nella prima fase le proposte dei fan SEAT (provenienti da 106 Paesi diversi) sono state 133.332, per un totale di 10.130 differenti nomi di luoghi spagnoli, come da linee guida definite dal marchio. Nella fase successiva di questo rigoroso processo di selezione, ciascuna proposta è stata vagliata seguendo criteri linguistici e giuridici, mentre gli esperti coinvolti hanno verificato che i nomi si abbinassero ai valori della Casa e fossero in grado di trasmettere l’essenza del nuovo modello. Inoltre, il Marchio ha organizzato focus group nei suoi principali Mercati e ulteriori prove e analisi di mercato nei Paesi dove SEAT vende le proprie vetture, fino a chiudere il cerchio con i quattro nomi finalisti. Alboran, Aranda, Avila e Tarraco sono stati i toponimi scelti. A quel punto, è stato dato nuovamente il via alla votazione affinché tutti i fan del marchio potessero esprimere la loro preferenza, e il nome Tarraco è risultato vincitore.

articoli correlati

MOBILE

SEAT e Saba, con Deliberry e Glovo, presentano Droppit, app che ti consegna la spesa in auto

- # # # #

seat e saba presentano droppit

SEAT e Saba presentano Droppit, l’applicazione che consentirà di fare la spesa in un supermercato virtuale e ricevere gli acquisti direttamente nella propria auto, precedentemente posteggiata in un parcheggio Saba. Il test pilota del progetto, che vede la collaborazione del marketplace di supermercati Deliberry e la società di messaggeria Glovo, verrà effettuata in due parcheggi Saba di Barcellona (nello specifico, quelli di Pau Casals e di Lluís Companys) e avrà una durata di sei mesi.

In questa prima fase, Droppit, disponibile sia per iOS, sia per Android, consentirà al Cliente di fare e ricevere la spesa tramite Deliberry, che si occuperà degli acquisti nel negozio fisico e della consegna all’auto del Cliente. Allo stesso tempo, sarà possibile contattare Glovo per ricevere qualsiasi tipo di commissione, sempre nei due parcheggi coinvolti. Il Cliente consegnerà le chiavi dell’auto al personale Saba, incaricato di accompagnare il fornitore e riporre la spesa all’interno dell’auto. L’obiettivo, in futuro, sarà poi di semplificare al massimo il processo, utilizzando una tecnologia che permetta ai fornitori del servizio di accedere direttamente all’auto, con riconoscimento tramite impronta digitale reso possibile dalla stessa app.

Il lancio di questa soluzione rappresenta un ulteriore elemento dell’impegno dimostrato dalla SEAT per arricchire l’ecosistema della mobilità incentrata sulle auto (“veicolocentrica”) attraverso l’offerta di nuovi servizi. Droppit rientra nell’accordo di collaborazione conclusosi tra Luca de Meo, Presidente di SEAT, e Josep Martínez Vila, Amministratore delegato di Saba, lo scorso maggio, in occasione del Salone dell’Automobile di Barcellona. Per Saba, l’obiettivo di questa partnership è unirsi all’ecosistema digitale SEAT per lo sviluppo di servizi relativi all’auto e ai parcheggi.

Tra le varie soluzioni, le due Aziende stanno valutando di poter offrire un sistema di prenotazione e pagamento dei parcheggi tramite app e, nel contempo, stanno lavorando congiuntamente a progetti come il “Parkfinder 2.0”, servizio che punta a fornire informazioni in tempo reale sui posti auto liberi per parcheggiare, suggerendoli ai conducenti in base a necessità e geolocalizzazione. Infine, l’accordo prevede di sviluppare congiuntamente servizi che ottimizzino il tempo di sosta delle auto (il rifornimento della vettura, ad esempio), sfruttando il fatto che i veicoli a uso privato, secondo le stime, passano oltre il 95% del tempo parcheggiati.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

787 SEAT 600 riunite per il 60° anniversario dell’icona spagnola

- # # # #

60° anniversario della SEAT 600

La SEAT ha stabilito un nuovo record mondiale (GUINNESS WORLD RECORD), con il più grande raduno di 600 mai realizzato nella lunga storia del modello lanciato nel 1957. 787 SEAT 600 (sopranominate “pelotillas”) si sono riunite nel Circuito di Barcellona-Catalonya (Montmeló) durante la cerimonia di chiusura delle celebrazioni del 60° anniversario della SEAT 600.

La SEAT ha fatto un appello per rendere quest’occasione un evento di successo, e la risposta entusiasta dei fieri proprietari delle SEAT 600 non si è fatta attendere: il numero massimo di iscrizioni all’evento è stato infatti raggiunto in soli 2 mesi, e un totale di 774 proprietari e oltre 4.000 visitatori da tutto il Paese hanno preso parte al tributo che la Casa spagnola ha voluto dedicare alla vettura che ha messo la Spagna su ruote, chiudendo in bellezza la celebrazione del suo 60° anniversario. Il tutto condito, ovviamente, da una meritatissima torta di compleanno.

Luca de Meo, Presidente della SEAT, ha ricevuto il certificato ufficiale del Guinness World Records dalle mani del Commissario dell’organizzazione.

“La 600 è profondamente radicata nella storia della Spagna, è l’auto che ha permesso la motorizzazione del Paese in un importante periodo di sviluppo economico. Grazie alla sua produzione, la SEAT è diventata uno dei pilastri fondamentali dell’industria spagnola, come è oggigiorno”, ha dichiarato de Meo con i partecipanti alla manifestazione.

Tra i tanti partecipanti, proprietari e appassionati della “Seita”, così come i fan club privati della 600, spiccava la presenza di Mikel Palomera, Amministratore Delegato di SEAT Spagna, con una 600 di sua proprietà. “La 600 rappresenta per gli spagnoli l’auto che ha riavvicinato famiglie e città all’interno del Paese, permettendo la mobilità alle tante persone che, per la prima volta in quel momento, hanno potuto iniziare a viaggiare per piacere. Sono qui con la mia 600, circondato da amici e appassionati, prendere parte a questo festoso tributo alla vettura che ha messo la Spagna su ruote”, ha spiegato l’Amministratore Delegato

Si concludono così le manifestazioni organizzate per festeggiare il 60° anniversario della SEAT 600, la vettura che ha permesso la motorizzazione del Paese e dato la possibilità di unire famiglie, paesi e città spagnole.

articoli correlati

AZIENDE

Cambiamenti al vertice in Volkswagen Group Italia

- # # # # #

Variazioni organizzative in Volkswagen Group Italia

Gianpiero Wyhinny (61 anni), dal 2013 Direttore della Divisione SEAT di Volkswagen Group Italia, dal 1° ottobre assumerà un incarico internazionale per conto della Casa madre. Nel nuovo ruolo Gianpiero riporterà direttamente all’Executive Vice-President Sales and Marketing di SEAT S.A., Wayne Griffiths.
Peter ha dato un grande contributo nella crescita del brand SEAT in anni complessi e sfidanti per l’andamento del mercato italiano e per la profonda trasformazione intrapresa dal Gruppo Volkswagen.

La posizione di Brand Manager SEAT sarà ricoperta da Pierantonio Vianello (in foto), 48 anni, attuale Direttore Vendite Audi. Pierantonio ha una lunga esperienza nel business dell’auto, maturata in aziende competitor, ma soprattutto come Direttore Vendite Audi, ruolo che svolge dal 2010. A lui il compito di costruire sulle basi gettate da Peter, per dare a SEAT il ruolo da protagonista che le compete.

Sempre dal 1° ottobre Vincenzo Vavalà (46 anni) lascerà la Direzione Marketing SEAT, per assumere la responsabilità di Direttore Vendite Audi. Vincenzo è entrato in Volkswagen Group Italia nell’aprile del 2011 come Direttore Vendite SEAT ed è poi passato al marketing nel settembre 2015. Vincenzo riporterà a Fabrizio Longo, Direttore Divisione Audi.

“Desidero ringraziare Gianpiero per il lavoro svolto in questi anni e augurargli un futuro altrettanto di successo nel nuovo ruolo. Il Management della nostra Azienda è forte e molto competente. Sono certo che lo sviluppo e la crescita professionale maturata in questi anni da Pierantonio e Vincenzo darà un impulso positivo rendendolo ancora più competitivo. A loro va il mio sincero in bocca al lupo per le sfide che li attendono”, ha dichiarato Massimo Nordio, Amministratore Delegato di Volkswagen Group Italia.

 

articoli correlati

AZIENDE

Luca De Meo, presidente di SEAT, conquista il ricoscimento di “miglior CEO dell’anno”

- # # # #

seat

Luca de Meo, Presidente di SEAT, ha constato il riconoscimento della rivista Automotive News Europe come miglior CEO dell’anno, nella categoria Auto. Il premio, che sarà consegnato il prossimo 11 settembre in occasione del Salone dell’Automobile di Francoforte, rappresenta un riconoscimento al percorso dirigenziale di De Meo, che ha riportato il brand alla redditività

Con oltre 25 anni di esperienza nel settore automotive, De Meo ha portato la Casa spagnola a diventare protagonista della più grande offensiva di prodotto della propria storia, con il lancio di quattro modelli (Ateca, Leon, Ibiza e Arona) in 18 mesi, spingendo le vendite oltre il +13% nel 2017, e posizionando la SEAT tra i marchi a maggior crescita in Europa. Inoltre, dopo aver registrato nel 2016 i migliori risultati finanziari di sempre, nella prima metà dell’anno in corso la Casa segna una crescita dell’utile operativo del 40,9%.

“Sono profondamente grato. È un onore ricevere questo premio da una testata così prestigiosa come Automotive News Europe e far parte della lista di nomi di spicco del settore automotive che hanno meritato il riconoscimento negli ultimi anni”, ha dichiarato il Presidente Luca de Meo quando gli è stata comunicata la notizia del premio. de Meo, che aveva già ricevuto il medesimo riconoscimento nel 2007 e quello come Manager Marketing e Vendite nel 2014, ha sottolineato che “il premio di oggi è reso possibile dalla grande squadra SEAT. I risultati che stiamo cominciando a raggiungere sono frutto del lavoro congiunto affinché il Marchio cresca nella direzione che merita”.

 

articoli correlati

AZIENDE

10mila nomi di località proposti dagli utenti per il nome del nuovo modello SEAT

- # # # # #

Nomi nuovo modello Seat

Il progetto #SEATseekingName, lanciato lo scorso 1 giugno, ha coinvolto ben 133.332 persone provenienti da 106 Paesi nell’iniziativa promossa dalla SEAT per cercare il nome per il suo terzo SUV, in arrivo nel 2018. La prima fase si è conclusa ieri con un totale di 10.130 nomi di località spagnole (criterio fondamentale stabilito dall’azienda) suggeriti dal pubblico attraverso i siti seat.com/seekingname e seat.es/buscanombre.

Quando, lo scorso marzo, la SEAT ha annunciato il lancio del nuovo SUV, il Marchio ha ricevuto oltre 500 proposte di nomi provenienti dalla geografia spagnola per la nuova vettura 7 posti. Così, forte dell’interesse e dell’impatto sociale riscosso, la SEAT ha deciso di ridefinire il consueto processo di nomenclatura, aprendolo a tutti i fan del Marchio in Spagna e in qualsiasi parte del mondo, perché ciascuno possa esprimere la propria preferenza e, infine, scegliere il nome vincitore. Luca de Meo, Presidente SEAT, ha espresso la propria soddisfazione per la massiva risposta riscontrata dal progetto: “I risultati ottenuti hanno ampiamente superato ogni aspettativa. L’iniziativa non solo ha suscitato grande interesse tra i fan del nostro Marchio, ma ha coinvolto migliaia di nuove persone che hanno contribuito a proporre il nome del nostro nuovo SUV. Confidiamo che a settembre votino per il loro candidato favorito”.

Conclusa la prima fase del progetto, è tempo di iniziare con pre-selezione delle proposte, che vedrà il coinvolgimento degli esperti del Marchio, un’agenzia esterna specializzata in naming e Clienti provenienti da tutte le parti del mondo, coinvolti nei focus group organizzati da SEAT. Verranno realizzati inoltre dei test nei vari mercati per selezionare almeno tre nomi finalisti: per fare questo, verranno considerati alcuni fondamentali criteri, come ad esempio il fatto che il nome sia in linea con i valori del Brand, con le caratteristiche del prodotto e che sia facilmente pronunciabile in diverse lingue. Il Salone dell’Automobile di Francoforte è il palcoscenico prescelto da SEAT per annunciare i nomi finalisti. Chiunque abbia piacere di partecipare alla votazione finale del proprio candidato favorito potrà quindi farlo dal 12 al 25 settembre; il nome che avrà ottenuto il maggior numero di consensi, e quindi vincitore dell’iniziativa, verrà ufficializzato il 15 ottobre. Così, il terzo SUV del Marchio diventerà ufficialmente uno dei tredici modelli che hanno ricevuto il proprio nome da un luogo della geografia spagnola, portando avanti la tradizione SEAT iniziata nel 1982 con la Ronda, e perpetrata fino alla più recente Arona, il crossover compatto che sarà svelato lunedì prossimo 26 giugno, a Barcellona. Infine, per la prima volta nella storia del Marchio il nome di un nuovo modello verrà scelto per votazione popolare.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

SEAT rivoluziona gli schermi. Più persone impegnate nel design e 1.000 bozzetti per la realizzazione

- # #

Rivoluzione Seat

Jaume Sala, Responsabile del Design degli interni in SEAT afferma, “Una volta disegnavamo l’interno dell’auto e, solo alla fine, vedevamo dove fosse rimasto spazio per inserire lo schermo”, inoltre continua dicendo, “prima progettiamo lo schermo, poi adattiamo di conseguenza tutto il resto”.

L’irruzione degli schermi ha completamente rivoluzionato il processo di sviluppo degli interni di un’auto. La connettività applicata all’industria dell’auto ha un impatto sempre maggiore, ed è per questo che in SEAT ci sono addirittura più persone impegnate nel design degli schermi, che negli esterni dell’auto. Entro la fine dell’anno, il team impegnato nell’UX Design (l’area dedicata allo sviluppo dei display) raggiungerà quota 30 persone. Di queste, alcune sono dedicate all’interfaccia, altre si occupano delle applicazioni (proprio come per qualunque altro dispositivo di connettività) e, infine, vi è un terzo gruppo di collaboratori specializzati in simulazione e animazioni, e come queste ultime vengano integrate e visualizzate nel dispositivo.

La progettazione di un display di un’auto è un lavoro estremamente meticoloso, che richiede un anno e mezzo di impegno e 1.000 bozzetti. In SEAT, tutti gli schermi hanno una cosa in comune: un posizionamento a portata di sguardo, orientato verso il conducente. Gli ultimi nati, ossia quello della Ateca, primo SUV del marchio, e della nuova SEAT Leon, misurano 8” (20 cm circa), l’equivalente di un tablet. E, per quest’ultimo modello, sono state disegnate 3.000 icone.

Negli ultimi 15 anni abbiamo assistito a una rivoluzione “incredibile”. Siamo passati, spiega Sala, “da una semplice radio, che era possibile estrarre e portarci a casa, a un vero e proprio computer istallato nell’auto”, in grado di offrire gli stessi contenuti di altri dispositivi, come un tablet. Esattamente ciò che il Cliente di oggi ci chiede.

articoli correlati

AGENZIE

HUB09 è la nuova agenzia social di Seat Italia

- # # #

Hub09 - Seat

HUB09 Brand People aggiunge un nuovo importante cliente al suo portafoglio: si tratta di Seat Italia, il brand spagnolo di Volkswagen Group Italia.

Con la gestione dei profili social di Seat, l’agenzia torinese rafforza ulteriormente la sua collaborazione con la Casa della Consociata italiana del gruppo automobilistico tedesco in ambito automotive, settore in cui è attiva già da tempo con altri marchi.

“Seat è un brand fortemente dinamico e in continua evoluzione: la nostra strategia social rafforzerà questo concetto, declinandolo in modo costante in tutti i contenuti e canali social grazie a un nuovo team di risorse completamente dedicato alla Marca. Siamo lieti che le nostre competenze nel settore siano state riconosciute anche dalla Seat”, afferma Marco Faccio, Presidente dell’agenzia.

Da gennaio 2017, HUB09 si occuperà dell’animazione social di Seat, attraverso la creazione e la gestione di piani editoriali e contenuti per Facebook, Instagram e Twitter, oltre a Youtube e alle attivazioni speciali connesse ai lanci dei nuovi modelli.

articoli correlati

AZIENDE

SEAT e Cosmopolitan ancora insieme per il lancio della nuova Mii by Cosmopolitan

- # # # # #

SEAT e Cosmopolitan ancora insieme per il lancio della nuova Mii by Cosmopolitan

Nel 2015, il 64% delle city car in Europa è stato acquistato da donne. La SEAT risponde prontamente alla sfida, con un’auto in grado di assecondare le esigenze di donne urbane alla ricerca di “auto piccole e facili da manovrare”, racconta Vincenza Magliocco, Marketing Prodotto SEAT, che sottolinea inoltre quanto questo segmento di mercato “dia importanza al design”. A due anni dal lancio della SEAT Mii by MANGO, la Casa spagnola è pronta a presentare un altro modello frutto di una collaborazione. La Mii by Cosmopolitan è un’auto appositamente disegnata per la donna Cosmo, “divertente, intraprendente, femminile, indipendente e sicura di sé”, racconta il Caporedattore di Cosmopolitan Spagna, Ana Ureña. Il processo di creazione della vettura, culminato nella progettazione degli accessori (“la parte più divertente del progetto”, a detta di Ana) è il frutto del lavoro congiunto dei designer SEAT con le redattrici di Cosmopolitan e le lettrici del magazine femminile di tutta Europa. Vincenza Magliocco, condividendo il punto di vista del Caporedattore di Cosmo, sottolinea inoltre quanto importante sia oggi creare auto ad alto tasso di personalizzazione, in grado di rispondere alle richieste di un pubblico più ampio e assicurare ai Clienti un prodotto “perfettamente in linea con la propria personalità”.La sfida è stata dura, ma il risultato estremamente soddisfacente. A detta di Vincenza, infatti, “il fatto che la Mii by Cosmopolitan nasca in così stretta collaborazione con le donne sarà la chiave del successo di quest’auto”.

articoli correlati

AZIENDE

SEAT e Cosmopolitan, nasce la partnership per la creazione dell’edizione limitata della Mii

- # # # # #

Susanne Franz, Direttore Marketing della Seat, e Kim St. Clair Bodden, Vicepresidente e Direttore editoriale di Hearst Magazines International

Seat rilancia la piccola citycar Mii, e lo fa scegliendo come partner Hearst Magazines Internationl, editore della famosa rivista Cosmopolitan. La nuova Mii by Cosmopolitan nasce dal lavoro congiunto dei designer del marchio con redattori e lettrici del magazine: la vettura sarà presentata durante il Cosmopolitan #FashFest, il prossimo 15 settembre a Londra: cinque giorni di festival della moda totalmente orientato al pubblico, che vedrà le lettrici in prima fila.

La Seat e Cosmopolitan hanno stretto questa collaborazione a inizio 2015. Cosmopolitan, vera autorità nel mondo lifestyle per le giovani donne, si è unita alla Seat, riconosciuta a sua volta per il design delle proprie auto, per creare una vettura che risponda ai desideri della donna contemporanea. In questi 18 mesi, il team creativo globale di Cosmopolitan, i redattori regionali e lettrici di tutta Europa hanno dato suggerimenti e riscontri per plasmare il design della Mii by Cosmopolitan, supportando anche il processo di ideazione di accessori specifici inclusi nel nuovo modello. Idee e suggerimenti da parte del brand Cosmopolitan continueranno per tutto il corso della collaborazione.

Susanne Franz, Direttore Marketing della Seat, S.A., sottolinea: “La Mii by Cosmopolitan è disegnata per rispondere ai bisogni delle donne in termini di uso quotidiano. Questa nuova auto va oltre l’estetica, tanto che il design non resta fine a se stesso, bensì è pensato per un determinato scopo funzionale. Cosmopolitan ha contribuito alla trasformazione del ruolo della donna nella società e la Mii by Cosmopolitan vuole portare una ventata d’aria e una prospettiva fresca sulle auto. L’accordo siglato con il più diffuso magazine femminile del mondo ci permette di lanciare l’auto più femminile della nostra gamma. La Mii by Cosmopolitan è un tributo alla donna contemporanea”.

Kim St. Clair Bodden, Vicepresidente e Direttore editoriale di Hearst Magazines International, aggiunge: “Cosmopolitan è il più grande e influente brand del mondo per il target di giovani donne, dedito a ispirare le nostre lettrici a prendersi con intraprendenza la vita spensierata che desiderano. È stato estremamente gratificante disegnare la nuova Mii allestendola con tutto, ma proprio tutto ciò che è in grado di personalizzare al massimo l’esperienza di guida e non vedo l’ora di svelarla al Cosmopolitan #FashFest di settembre, a Londra”.

La Mii by Cosmopolitan incarna appieno i valori di entrambi i Marchi ed è orientata a un pubblico femminile giovane e “giovane dentro” con la passione per moda e bellezza, a donne che lavorano sodo per realizzarsi, con una vita attiva e piena e con le idee chiare su chi sono e cosa vogliono. Questa speciale edizione limitata riparte esattamente dal punto in cui siamo arrivati con la Mii by Mango, l’edizione di successo lanciata nel 2014.

L’accordo porterà anche a nuove forme di collaborazione, con l’obiettivo di far conoscere l’auto a potenziali clienti attraverso i diversi canali di comunicazione di Hearst Magazines. Cosmopolitan è un punto di riferimento per le ragazze di tutto il mondo, con un pubblico di quasi 100 milioni di lettori e una distribuzione in 82 Paesi e in 32 lingue.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rebranding e campagna TV per la nuova Italiaonline, nata dalla fusione con Seat PG

- # # # # # #

italiaonline

Presentato oggi il logo della nuova Italiaonline S.p.A., nata dalla fusione per incorporazione tra la prima internet company nazionale e SEAT Pagine Gialle. Il nuovo brand è un colorato punto digitale, creato dal brand architect newyorkese Amir Fayo, già artefice di lavori per alcuni tra i più noti marchi internazionali.

Il complesso lavoro di rebranding della neocostituita azienda, che ha accompagnato la fase finale del suo lungo iter di M&A, si è svolto con l’ausilio di Interbrand Italia, agenzia leader nella brand consultancy che offre ai propri clienti servizi di carattere strategico, creativo e analitico volti alla creazione, alla gestione e alla valutazione del loro più importante asset: il brand.

“Siamo orgogliosi di aver supportato Italiaonline, la più grande Internet company d’Italia, nella definizione della nuova piattaforma di crescita e di essere stati partner dell’importante processo di fusione tra SeatPg e Italiaonline”, commenta Manfredi Ricca, Chief Strategy Officer Emea & LatAM, Interbrand. “La collaborazione con Italiaonline si è principalmente focalizzata sull’aspetto strategico della fusione: dalla definizione della nuova Brand Architecture fino allo sviluppo del nuovo posizionamento di Italiaonline. Un importante lavoro che ci ha visti impegnati anche nel processo di Brand Engagement interno per gestire al meglio la fusione delle due società anche da un punto di vista della cultura organizzativa”.

The “Italian digital dot” così è stato denominato il “punto digitale” di Fayo è il risultato di un lavoro di ricerca e analisi volto a individuare il DNA italiano nel linguaggio grafico e tipografico di illustri designer nazionali (quali Vignelli, Grigniani e Munari), nonché nella realtà paesaggistica, nella produzione artistica, industriale e culturale del nostro Paese, per giungere a isolarne la cellula primaria, il nucleo, reso graficamente con un punto. Un punto che identifica, crea senso, connette. Un punto speciale, che ha al suo interno il DNA italiano fatto di creatività, passione e tradizione. Il punto digitale italiano, base del nuovo linguaggio del nostro futuro.

“Dall’integrazione di SEAT Pagine Gialle e Italiaonline nasce una nuova realtà industriale italiana, con la mission di essere la guida delle Piccole e Medie imprese, ma non soltanto, nello sfruttare tutte le potenzialità che il digitale può consentire al loro business”, ha dichiarato Antonio Converti, CEO di Italiaonline e SEAT Pagine Gialle. “Il nuovo brand rappresenta un mix di creatività, passione ed eccellenza italiane, unito al know-how e all’esperienza delle due grandi aziende che formano la nuova Italiaonline. Il rebranding ci ha visti impegnati per mesi nella ricerca della perfetta rappresentazione di quello che vogliamo essere, senza trascurare valori per noi fondamentali quali l’innovazione nel solco della tradizione e l’attenzione al cliente prima di tutto”.

A corollario del brand è stato creato anche un set di emoji, 8 icone che rappresentano graficamente i valori e i sentimenti che hanno ispirato il nuovo brand, ovvero tutto quello che un punto può esprimere: tradizione, esperienza, creatività, dinamismo, connessione, identità, globale/locale, passione. Questa è la prima volta che che un nuovo brand è accompagnato da un set di emoticon.

Lo storico marchio Pagine Gialle diventa brand di prodotto e la sua rappresentazione un pin point a forma di G, ossia la digitalizzazione della puntina con la quale nel mondo fisico siamo abituati a segnare su una mappa i luoghi per noi importanti. Luoghi definiti dalle persone e dalle esperienze ivi vissute. Perché “noi rendiamo digitale ciò che è locale e rendiamo locale ciò che è digitale”. anche i brand di PagineBianche e TuttoCittà sono ora pin point a forma di B e di T. Il concetto di punto digitale torna anche nel nuovo logo di Virgilio, con la prima I che si trasforma in due punti.

Il processo di rebranding è inoltre accompagnato da una campagna sui principali media, sia online che offline, con varie iniziative lungo tutti i prossimi mesi. Da oggi, infatti, è onair su quotidiani nazionali, locali e stampa trade la campagna stampa, affiancata da quella online su tutte le properties digitali ddell’azienda. Mindshare cura la pianificazione, che prevede anche la TV con uno spot firmato da Ovni che andrà in onda sulle reti Mediaset, Discovery e Fox. In previsione anche campagne radio, eventi sul territorio e una DEM a oltre mezzo milioni di clienti per spiegare loro i dettagli e il significato dell’operazione. Nel complesso (rebranding più campagne) è stato stanziato da Italiaonline un budget di circa mezzo milione di euro.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Discovery Media lancia il nuovo progetto di brand solution integrato per Seat Mii

- # # # # # #

SEAT

Discovery Media presenta #cogliloccasione, il nuovo progetto di brand solutions integrato per la casa automobilistica spagnola SEAT. L’iniziativa è stata ideata da MediaCom MBA e Team SEAT dedicato a supporto della comunicazione di SEAT Mii, la city car spagnola dedicata alle donne contemporanee sempre attente alle nuove tendenze.

Il progetto brand solutions Discovery prevede una declinazione on air e social con protagonista Madalina Pometescu, vincitrice della prima edizione di Bake Off Italia.

Dal 22 maggio su Real Time (canale 31) è partita una campagna on air che include uno spot 20” e 3 speciali formati Top&Tail prodotti dalla D-Agency, team creativo interno alla divisione Brand Solutions di Discovery Media. Nei vari soggetti, Madalina Pometescu, volto dell’iniziativa, introduce alcune situazioni per illustrare le caratteristiche della nuova city car, con soluzioni pratiche sviluppate pensando alle donne giovani e dinamiche. A conclusione, l’hashtag #cogliloccasione rimanda alle attività dedicate sui social.

L’iniziativa include anche una promozione sinergica sui canali social di Real Time, SEAT e di Madalina attraverso posting di immagini e video, che rimandano alle tematiche lanciate dalla campagna e condivisione di contenuti extra di backstage creati ad hoc.

articoli correlati