BRAND STRATEGY

Il marchio Jeep e Juventus lanciano “Ultraspeech”, con Leo Burnett e Publicis.Sapient

- # # # # #

juventus

Parte il nuovo progetto “Ultraspeech” realizzato dal marchio Jeep che consentirà a tutti gli appassionati della Juventus d’inviare parole di incitamento, in vista dell’attesissima partita Juventus-Inter del 7 dicembre. In occasione del match, infatti, sarà trasmesso all’Allianz Stadium un messaggio corale, di circa 90”, che raccoglierà i messaggi vocali più belli e coinvolgenti dei tifosi bianconeri.

Partecipare è facile: basta collegarsi al sito www.jeepultraspeech.it e lasciare i propri dati personali, per poi ricevere il numero telefonico dove inviare, tramite Whatsapp, il messaggio vocale per supportare la squadra bianconera chiamata a questa ennesima sfida. Del resto, se è vero che alcune parole possono cambiare il mondo, lo è ancora di più nel calcio dove le parole giuste, dette al momento giusto, possono cambiare le sorti una partita o di un’intera stagione. Insomma, oltre alle parole che restano chiuse tra le mura di uno spogliatoio, ci sono anche le voci dei fan che spingono qualunque formazione sportiva a buttare il cuore oltre l’ostacolo.

Il progetto “Ultraspeech”, realizzata in collaborazione con le agenzia creative Leo Burnett Italia e Publicis.Sapient, consolida lo straordinario connubio tra Jeep e Juventus che è ormai giunto alla settima stagione ed è cresciuto di anno in anno nel segno del successo. Oltre alla tradizione gloriosa e alla fama mondiale, infatti, Jeep e Juventus condividono un’insaziabile fame di trionfi e la volontà di migliorare continuamente superando i limiti, senza sentirsi mai arrivati.

Credits
Leo Burnett
General Manager Leo Burnett Torino: Maurizio Spagnulo
Executive Creative Directors: Alessandro Antonini, Selmi Barissever, Lorenzo Crespi
Associate Creative Directors: Giuseppe Campisi, Michele Sartori
Art Director: Omar Meletti
Copywriter:  Pablo Cappellato
Account Director:  Pieraugusto Piergiovanni
Account Manager: Stefano Casuccio

Publicis.Sapient
Director/Client Executive: Federico Salomone
Social Media Manager: Valentina Bernardo

articoli correlati

AZIENDE

Adobe: arriva il Predictive Publishing per il social marketing su Facebook

- # # # # #

A margine dell’Adobe Summit Emea, iniziato questa mattina a Londra, Adobe ha annunciato l’implementazione della funzionalità di “predictive publishing” per la propria piattaforma Adobe Social, parte della Digital Marketing Suite. Grazie a tale capacità, Adobe Social è in grado di prevedere le dinamiche di engagement di un contenuto pubblicato sui social network, suggerendo così la tempistica ideale per massimizzare la performance dello stesso. Per il momento tale capacità è stata integrata nella piattaforma solo in relazione a Facebook (oggi in fase Beta, disponibile commercialmente dalla prossima estate), ma nel corso dell’anno verranno via via associati anche gli altri maggiori social network. La “predictive capability” si rivela particolarmente utile per scongiurare il rischio che contenuti teoricamente di notevole impatto e di sicura importanza per l’azienda e i consumatori, una volta lanciati sui social network, passino praticamente inosservati. In tali occasioni, e in assenza di strumenti “data driven” che ne spieghino la ragione, non rimane che tentare di indovinare se fosse sbagliato il momento della pubblicazione, o se le parole o lo stile usati fossero inadeguati. Il nuovo strumento di Adobe, invece, usa avanzate tecnologie di sentiment analysis e algoritmi di text mining predittivo per suggerire la tempistica e la notazione più efficace per entrare in sintonia con la propria audience. “Finora i social marketeri sono dovuto basare sostanzialmente sul loro istinto, per intuire quanto un contenuto fosse in sintonia con il proprio network in un istante dato”, ha commentato Bill Ingram, vice presidente di Adobe Social e Adobe Analytics. “Ora il processo diventa molto più efficace, grazie alla potenza dell’analisi predittiva”.

Oltre a basarsi sulle serie storiche di pubblicazione, orari e riscontri, la funzione è anche in grado di “imparare” dall’esperienza, raffinando la propria precisione man mano che viene utilizzata in un determinato contesto.

 

Sempre stamattina, inoltre, Adobe ha annunciato il rafforzamento della propria partnership globale con SapientNitro, che comprende l’integrazione nella Adobe Marketing Cloud della soluzione SapientEngagedNowSM, piattaforma specializzata nella creazione, ottimizzazione e distribuzione di consumer experience tramite una pluralità di canali: web, social, mobile e digital display.
“Con EngagedNow”, ha spiegato Alan Herrick, presidente e CEO di Sapient, “le marche possono costruire sontuose consumer experience multicanale senza la necessità di progettare, realizzare e gestire infrastrutture complesse. E con l’integrazione nella Marketing Cloud, hanno a disposizione tutte le analitiche necessarie a ottimizzare impatto e risposte”.

articoli correlati