AZIENDE

SAP ed Eurobasket lanciano l’EB Sackathon per premiare il miglior storyteller dei dati

- # # # # #

SAP - SACkathon

SAP ha avviato una collaborazione con Euroleague Basketball (EB) per dare il via a una competizione innovativa che vedrà i migliori storyteller del mondo confrontarsi con i dati del basket. L’EB SACkathon, risultato dalla combinazione del tradizionale Hackathon delle competizioni del mondo tech e di SAP Analytics Cloud, la tecnologia d’avanguardia per i predictive analytics e il machine learning, vedrà i concorrenti gareggiare per creare nuovi modi di costruire storie sulla pallacanestro attraverso le statistiche e i dati di questo sport.

 

LA COMPETIZIONE

La competizione sarà strutturata in tre fasi, a partire dal 17 dicembre con l’apertura delle iscrizioni. I partecipanti ammessi continueranno con una seconda fase online durante la quale si cimenteranno nell’individuare soluzioni ingegnose e originali per rispondere a una sfida predeterminata. Una giuria selezionata determinerà i finalisti, che si troveranno infine a gareggiare in una competizione non-stop di 48 ore al termine della quale verranno nominati i migliori data storyteller del mondo.

 

La fase finale dell’EB SACkathon si terrà a Barcellona il 15 e il 16 marzo presso l’ImaginCafé, uno spazio dove la tecnologia, la creatività e la musica si riuniscono per creare un universo di concerti, workshop, mostre e attività di varia natura.

 

REGISTRAZIONI E PREMI IN PALIO

Le registrazioni sono aperte dal 17 dicembre a studenti universitari o di master, che abbiano compiuto 18 anni, d’età presso accreditate Università o centri idi formazione noti in Europa, Medio Oriente e Africa.

 

I premi in palio sono un assegno di € 2.000 per il vincitore (o i vincitori) della fase finale e un contratto di collaborazione retribuito con Euroleague Basketball per sviluppare nuovi strumenti di visualizzazione dei dati per le piattaforme officiali della lega. Cinque persone potranno infine competere per un posto presso la SAP Sales Academy in California.

 

“La pallacanestro è uno sport che si basa sulle statistiche”, ha dichiarato Alex Ferrer Kristjansson, Senior Director, Marketing & Communication di Euroleague Basketball. “Il formato dell’hackathon ci permetterà di identificare modi innovative per raccontare le storie attraverso i dati a beneficio dei tifosi, assicurandoci al contempo di rispondere alle loro esigenze di informazione. Siamo ansiosi di partire con la competizione e di vederne i risultati”.

 

“Fin dall’inizio della sua storia, l’Euroleague Basketball ha offerto ai suoi tifosi esperienze uniche mettendo a loro disposizione dati e insight prima, durante e dopo le partite”, ha aggiunto Carlos Diaz, Chief Innovation Officer, SAP EMEA South. “Vogliamo ora fare un passo in più permettendo agli studenti di creare nuovi scenari e prevederne i risultati con SAP Analytics Cloud. Questo farà evolvere le cose e consentirà ai tifosi di sentirsi parte del gioco”.

 

articoli correlati

TECH & INNOVATION

SAP aiuta i 49ers a migliorare l’esperienza dei fan con i dati in tempo reale

- # # # # # # # # #

SAP

In tutto il mondo, SAP aiuta le società sportive e i loro impianti a semplificare le operation per diventare più efficienti, redditizi e di successo. Mentre i team si sfidano per il piacere dei tifosi, i franchise sportivi stanno esplorando nuovi modi per far entrare i fan nei loro stadi e massimizzare la loro esperienza per invogliarli a una costante partecipazione, aumentare la loro spesa media e mantenere la fedeltà al brand per tutta la vita. Le operation dello stadio, in particolare, svolgono un ruolo chiave per aiutare i team a raggiungere questi obiettivi.

In questo articolo Bonnie Rothenstein di SAP, racconta l’esperienza con i San Francisco 49ers e spiega come è nata Executive Huddle, la soluzione che consente la gestione dell’impianto sportivo per individuare eventuali criticità e impostare nuove strategie basate su dati e analytics in tempo reale dei sistemi critici che influenzano l’esperienza di un fan.

L’efficenza operativa di uno stadio

Creare un’esperienza ottimale all’interno dello stadio per i fan è una sfida impegnativa per una società sportiva considerando le dimensioni e l’ambito di gestione di un impianto in una giornata di gioco: da migliaia di dipendenti a tempo pieno e part-time, a decine di migliaia di fan fino alla gestione di diversi sistemi e fornitori utilizzati per biglietteria, parcheggio, concessioni, vendita al dettaglio e assistenza clienti. La capacità di raccogliere, consolidare e generare insights basati su dati in tempo reale su tutti gli aspetti dell’esperienza di un fan allo stadio è la chiave per sbloccare le efficienze operative che mantengono contenti i tifosi.

La collaborazione con i San Francisco 49ers

I San Francisco 49ers gestiscono uno degli stadi più innovativi negli sport professionistici e volevano massimizzare il modo di catturare, evidenziare e reagire alle attività del gameday in tempo reale per migliorare l’esperienza della giornata dei propri fan, aumentare l’efficienza operativa e abbattere i costi.

Riconoscendo l’esperienza di SAP nel contribuire a creare esperienze connesse allo stadio per l’FC Bayern Monaco, Addler Manheim e TSG Hoffenheim, i 49ers hanno collaborato con SAP per trasformare la loro sfida in un’opportunità rivoluzionaria.

A seguito di un workshop di Design Thinking, SAP, i 49ers e il loro partner NIMBL hanno pianificato una roadmap di tre mesi che avrebbe portato alla creazione di una soluzione unica nel suo genere di gestione dell’impianto sportivo che consentisse al team durante le partite di gestire eventuali criticità e impostare nuove strategie basate su dati e analytics in tempo reale dei sistemi critici che influenzano l’esperienza di un fan.

Executive Huddle

Testato durante la preseason e pienamente operativo dalla prima partita in casa della squadra, Executive Huddle consente ai 49ers di monitorare e valutare in tempo reale i dati che provengono da nove fonti diverse, tra cui biglietteria e presenze, parcheggio, cibo e bevande, vendita al dettaglio e social media. Ospitato in una suite al Levi’s Stadium e disponibile su dispositivi mobili, Executive Huddle consente al team di business analytics dei 49ers di identificare tempestivamente una problematica o un’opportunità, intervenire in tempo reale e ottenere risultati immediati.

In precedenza, al team ci volevano dai due ai tre giorni dopo la partita per ricevere i dati dai fornitori e dai partner. A quel punto, era ovviamente troppo tardi per influenzare le operation di quel giorno, perdendo di conseguenza tutte le opportunità per migliorare l’esperienza dei fan. Avendo a disposizione solo 10 partite in casa in una stagione, questo ha impattato significativamente sulla capacità di implementare i cambiamenti necessari. Le funzionalità in tempo reale di Executive Huddle ora risolvono questo problema.

“Con un’esperienza casalinga diventata così importante, vogliamo essere sicuri che ogni momento del percorso di un nostro tifoso, dall’ingresso nei parcheggi, all’entrata nello stadio godendosi shopping e acquisti, sia un’occasione memorabile e indimenticabile”, ha detto Moon Javaid, 49ers Vice President of Business Strategy and Analytics. “Siamo stati molto determinati nel trovare un modo per fornire analisi in tempo reale e capacità di risposta per le esigenze dei nostri ospiti al Levi’s Stadium, e con un partner innovativo come SAP, sapevamo che sarebbe stato possibile”.

Il segreto di Executive Huddle è un mix di tecnologie SAP che offrono flessibilità e una base per un’innovazione costante. Executive Huddle utilizza soluzioni SAP Leonardo, incluso SAP Analytics Cloud su SAP Cloud Platform, nonché il database SAP HANA.

“Executive Huddle è un perfetto esempio di innovazione collaborativa tra SAP e i suoi partner”, ha dichiarato Mike Flannagan, Senior Vice President, SAP Leonardo and Analytics. “Insieme, abbiamo identificato la sfida, utilizzato soluzioni fondamentali come SAP Leonardo e co-innovato per creare strumenti personalizzati per soddisfare le esigenze dei nostri partner”.

Con le ultime partite casalinghe che rimangono nella regular season, i 49ers sono ben posizionati per agire immediatamente con insights basati sui dati per ottimizzare le loro operation e creare un’esperienza memorabile ogni volta che un fan muove un passo all’interno del Levi’s Stadium.

 

Nella foto: Moon Javaid, 49ers Vice President of Business Strategy and Analytics e Mark Lehew, Vice President of SAP Sports and Entertainment, davanti all’Executive Huddle.

 

articoli correlati

AZIENDE

SAP è partner del Gruppo Piaggio e Aprilia Racing per l’internet of things e i big data

- # # # # #

Il Gruppo Piaggio sta sviluppando una partnership tecnologia con Sap al fine di attivare la trasformazione digitale del proprio business.  Oggi SAP è quindi Official Technology Partner di Piaggio e di Aprilia Racing.

Il Gruppo Piaggio, grazie alla collaborazione con SAP, potrà usufruire di tecnologie e soluzioni per migliorare l’esperienza e il coinvolgimento dei clienti, offrire nuovi servizi, sviluppare nuovi prodotti e raggiungere nuovi mercati, attraverso una piattaforma che supporta l’operatività e i processi decisionali in tempo reale, con un sensibile miglioramento dell’efficienza operativa.

Più specificamente Piaggio si avvale di una serie di tecnologie e soluzioni innovative tra cui SAP HANA, SAP Predictive Analysis, SAP Mobile Platform e hybris for Marketing and Commerce per supportare il proprio processo di trasformazione verso il digitale e la real-time enterprise in linea con i propri obiettivi strategici. La collaborazione tra SAP e Gruppo Piaggio vede due aree di intervento principali: Internet of Things e Digital Customer Journey:

La prima area favorirà l’implementazione di soluzioni Internet of Things su veicoli Piaggio e permetterà la creazione di nuovi servizi e modelli di business basati sull’analisi dei Big Data. Il portfolio delle soluzioni SAP per il Data Management permetterà a Piaggio di rilevare, integrare e disporre di informazioni accurate e complete in tempo reale su qualsiasi dispositivo. SAP aiuterà Piaggio a definire un approccio innovativo per la gestione dei dati provenienti dai veicoli e dai clienti.

Nella seconda area di intervento, invece, le soluzioni di SAP consentiranno a Piaggio di interpretare in modo veloce e agile i desideri dei consumatori. Le soluzioni renderanno possibile l’elaborazione delle esperienze dei clienti senza interruzioni e attraverso tutti i punti di contatto nel percorso di acquisto, con un considerevole miglioramento del tasso di conversione e della fedeltà dei clienti.

“Portare sul mercato quello che c’è in gara, trovare nuove interazioni tra pilota, veicolo e ambiente circostante, avvicinare i clienti al mondo Piaggio con esperienze uniche e memorabili, sono questi gli obiettivi che ci siamo posti di raggiungere con la casa di Pontedera”, ha dichiarato Luisa Arienti, Amministratore delegato SAP Italia. “Grazie all’adozione di SAP HANA e di soluzioni innovative per analisi predittive, e-commerce e mobile vogliamo aiutare Piaggio a sviluppare prodotti, modelli di ingaggio e offerte per i propri clienti ad oggi inimmaginabili”.

articoli correlati

COMMERCE

Apre le porte la digital boutique. Il progetto di DS Group con Samsung, Microsoft, Sap e Intel

- # # # # # # #

Grazie a un ecosistema di partner leader di mercato come Samsung Electronics, Microsoft, SAP, Intel, Ingenico, Motorola, DS Group ha creato la Digital Boutique, uno spazio tecnologico basato sull’integrazione fra dinamiche proprie del retail e tecnologie digitali che oggi è possibile visitare presso la sua sede milanese. Un centro di eccellenza sul modello di negozio innovativo che DS Group sta progettando insieme ai propri clienti.

La Digital Boutique è quindi dotata delle migliori tecnologie per un modello di Multichannel Retail Experience di avanguardia. In particolare, Samsung Electronics ha fornito schermi LFD, videowall, soluzioni di digital signage e tablet per la cura degli aspetti tecnologici visuali; Microsoft, oltre a fornire i tablet Surface Pro 3 e gli smartphone Lumia 1520 e 830, ospita ed eroga l’intera piattaforma tecnologica attraverso la propria piattaforma cloud Azure; Intel ha supportato il progetto fornendo le tecnologie innovative in grado di migliorare la relazione con il cliente (soluzioni di digital signage) e per la gestione e l’analisi dei dati di mobile payment (dispositivi NUC – Next Unit of Computing).

Il layout e l’estetica di questo spazio sono stati realizzati dal designer Alessandro Luciani (alessandrolucianidesigner.com/) con i canoni di una boutique di lusso per struttura e stile; lo showroom di Milano propone quindi un percorso fisico ed emozionale attraverso le tecnologie digitali, seguendo le tappe che portano a una nuova esperienza d’acquisto.

“La Digital Boutique nasce, dopo anni di studio e lavoro in sinergia con i nostri clienti e con i nostri partner tecnologici, come il negozio ideale per i nuovi scenari economici e sociologici del mercato retail; questo vale sia per la persona che viene messa al centro di tutto il processo di acquisto sia per la marca che impara a conoscere meglio il consumatore ed entra in relazione diretta con lui e che può sostenere i prodotti, ottimizzare magazzino e distribuzione, rendere efficiente marketing e customer care”, afferma Romeo Quartiero, Presidente e CEO di DS Group. “Si tratta di una soluzione che aiuta in modo concreto le imprese del settore moda, uno di quelli strategici per il Made in Italy, nei loro obiettivi fondamentali di brand reputation e di business, contribuendo significativamente a migliorare efficienza e produttività e ad abbattere i costi”.

Cuore di tutta la struttura è Combenia, piattaforma che DS Group ha sviluppato specificamente per il retail per integrare le diverse tecnologie; ogni tecnologia supporta una tappa specifica dell’esperienza di acquisto.
Si parte da riconoscimento e mappatura (Store Analytics and Virtual Check-In) del cliente che entra nel negozio: attraverso tecnologie di rilevazione fra cui telecamere, beacon e wi-fi, mappa gli ingressi della persona e la permanenza nello store e ne individua le caratteristiche principali (può essere usata anche fuori dalla vetrina per quantificare le presenze dei passanti nei diversi momenti della giornata); permette quindi di identificare e profilare il consumatore e attuare comunicazioni personalizzate;
seconda tappa, Interactive Digital Signage: un grande schermo, per mezzo di una web cam incorporata, proietta video e contenuti personalizzati proponendo outfit diversi a seconda del sesso e della fascia d’età della persona;
si passa alla Hybrid Shop Experience con tavoli e totem touch interattivi che permettono al consumatore l’e-shop direttamente nello store: mentre prova un capo, può selezionare ulteriori misure e colori da catalogo e ordinare modelli non disponibili in negozio, con consegna successiva a casa o altra destinazione;
quindi, segue la Smart Dressing Room: il camerino multimediale che, all’ingresso del cliente, effettua la rilevazione dei capi muniti di tag in transito, consentendo alla marca di effettuare statistiche tra il provato e il venduto e profilare le preferenze delle persone; inoltre, può raccogliere feedback sull’abito provato attraverso lo specchio touch screen interattivo che, adeguandosi alle scelte del cliente comunicate con un ‘tap’, propone altri outfit o prodotti;
il percorso si chiude con il Mobile Payment: i dispositivi mobili dedicati al pagamento, fra cui il Mobile Pos, che, sempre mantenendo massima sicurezza, smaterializzano il punto cassa eliminando le code e le attese e garantendo flessibilità e comodità.
Ogni momento della customer experience è disponibile e governato da un dispositivo mobile in dotazione allo store manager e allo staff in store, messo quindi nelle condizioni di mappare e seguire il cliente in tutte le fasi dell’esperienza di acquisto, fornendo da un lato un servizio a valore per il consumatore, dall’altro raccogliendo dati preziosi per l’analytics/intelligence dello store e del brand.

articoli correlati