BRAND STRATEGY

Santàl on air con “I Fruttivendoli d’Italia” radio e digital. Firma Caffeina

- # # #

santal caffeina

Caffeina ha ideato e sviluppato la campagna I Fruttivendoli d’Italia, in comunicazione digital, social e radio lanciata da Santàl, iconico brand del gruppo Parmalat leader nel mercato dei succhi di frutta.

Durante l’estate Santàl ha presentato due nuove referenze, arricchendo la sua già ampia gamma di prodotti a base di ingredienti naturali e genuini con le linee Santàl Centrifughe e Santàl Bio. Con la prospettiva di questi importanti lanci e con la bella stagione in vista, il brand aveva l’obiettivo di rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento, comunicando il prodotto con il messaggio: “Santàl, assapora la frutta“.

L’incarico è stato affidato ancora una volta a Caffeina, con cui il gruppo Parmalat lavora in continuità, grazie alla creatività e all’impatto del concept sviluppato. Alla base della campagna c’è infatti un’idea semplice ma efficace: chi può comunicare il sapore della frutta meglio di una persona che la sceglie quotidianamente? Qualcuno che conosce le eccellenze del territorio, le abitudini, lo stile di vita e i gusti dei clienti: insomma, i fruttivendoli che animano i nostri mercati locali.

Così Caffeina ha ideato i Fruttivendoli d’Italia, 4 personaggi provenienti da 4 regioni diverse, che trasmettono grazie al loro carattere i sapori genuini dei prodotti che consigliano ai propri clienti. Una siciliana (Concetta), un toscano (Simone), un lombardo (Gianni) e un campano (Salvatore): ognuno di loro si esprime con i modi di dire e la cadenza tipica della regione di origine, ed è ripreso in brevi video ambientati in un mercato rionale.
La campagna ha previsto una produzione con il modello della Content Factory, ottimizzando lo shooting per ottenere vari formati video digitali, snack content e 2 soggetti radio da 15” in onda sulle principali radio nazionali.

La campagna digital è partita il 13 luglio, insieme alla radio, e continuerà fino a metà agosto. Quindi, su Facebook, è stata realizzata una brand lift con Nielsen per confermare l’efficacia della campagna, che ha dato risultati straordinari: aumento dell’Ad Recall di +7 punti (benchmark: 6,5pt) e un aumento dell’intenzione di acquisto di +5 punti (benchmark: 1,5pt). La campagna ha comunicato a più di 10,5 milioni di persone con oltre 52 milioni di impression.

“Siamo felici di dimostrare che la conoscenza approfondita di una marca non è una prigione creativa ma un trampolino dove evolvere la comunicazione per essere sempre più efficaci”, ha commentato Tiziano Tassi, CEO di Caffeina. “Le prime evidenze dei risultati di campagna dimostrano che il nostro team è riuscito a esplorare nuovi territori potenziali in cui la marca si può esprimere e quello dei Fruttivendoli d’Italia è uno spazio che da oggi è associato a Santàl.”.

 

Credits

Caffeina:
Tiziano Tassi, CEO e Partner
Antonio Marella COO e Partner
Davide Paganessi, Operations Director
Pietro Mandelli, Senior Art Director
Lorenzo Bassi, Senior Content Designer
Leonardo Valeri, Content Designer
Alessandro Lapetina, Senior Copywriter
Lidia Strusi, Social and Content Associate
Alberto Barba Sanchez, Senior Content Designer
Alice Cagnani, Digital Strategist
Francesca Frigeri, Account Manager
Oleksandra Melnyk, Account Executive

CdP: Withstand Film
Davide Ferazza, Executive Producer – Partner
Giulia Solia, Executive Producer
Jacopo Rondinelli, Regista

articoli correlati

AZIENDE

Virtus Segafredo sceglie Santàl come co-sponsor per la stagione 2017-2018

- # # #

Santàl sponsor Virtus Segafredo

Debutta ufficialmente sulla canotta della prima squadra di Virtus Segafredo il marchio Santàl, che diventa co-sponsor della V nera per la stagione 2017-2018, quella del ritorno nella massima serie della pallacanestro italiana in cui ha scritto indelebili pagine di storia.

Si tratta di un rientro in grande stile nel mondo dello sport; negli anni d’oro del Parma Volley Ball, il brand accompagnò la squadra emiliana ai suoi più grandi successi: gli scudetti dell’83 e dell’84, i titoli di campione d’Europa dell’84 e dell’85, oltre a tre edizioni della Coppa Italia. Santàl ha inoltre accompagnato, per alcune stagioni, l’avventura del Parma Calcio nel campionato italiano. Per questo importante ritorno, Santàl ha scelto di abbinare il suo nome a quello di Virtus Pallacanestro, uno dei club più titolati del basket italiano, con 15 scudetti, 8 Coppe Italia, 2 titoli di campione d’Europa in bacheca.

“Siamo particolarmente orgogliosi”, commenta Luca Baraldi, Amministratore Unico di Segafredo Zanetti Grandi Eventi e membro del CdA di Virtus Pallacanestro, “per la nascita di questa partnership, e pronti ad accogliere nella grande famiglia di Virtus Pallacanestro un’azienda di enorme prestigio a livello internazionale come Parmalat, che ha scelto il marchio Santàl per affrontare questa nuova avventura nel mondo del basket. Il fatto che questa scelta sia caduta sulla Virtus ci onora: è un premio alla nostra serietà, alla nostra volontà di preservare un passato glorioso cercando al contempo di spianare la strada ad un futuro altrettanto significativo. Oggi, insieme, facciamo un altro passo importante in questa direzione”.

“Santàl è la marca perfetta per intraprendere questo progetto di sponsorizzazione con Virtus Pallacanestro”, commenta Giuliano Gherri, Direttore Marketing di Parmalat Italia. “E’ un brand fortemente vicino ai valori dello sport, da oltre trent’anni sinonimo di qualità e dinamismo grazie a un portafoglio di prodotti ampio e variegato, perfettamente in linea con le esigenze dello sportivo e suo valido alleato in tutte le fasi dell’allenamento (dal nutrimento da prima colazione alla reidratazione post-esercizio). Per queste ragioni, siamo certi che Santàl possa essere un fedele compagno della Società e dei suoi giocatori!”.

articoli correlati

MEDIA

Le Balene bevono i succhi di frutta Santàl: al via le affisioni nelle principali città italiane

- # # # # #

Le Balene cura l'adv dei succhi di frutta Santàl

Le Balene si avvicinano all’estate con in mano i succhi di frutta Santàl: l’agenzia con sede a Milano cura l’advertising Out of Home dell’azienda del gruppo Parmalat Lactalis, che parte con una mega-affissione che colorerà di frutta per tutta l’estate i muri delle principali città italiane a cominciare dell’ultima settimana di giugno.
La campagna presenta al pubblico una rappresentazione iconografica surrealmente allegra e molto spettacolare dell’autenticità del sapore dei succhi di frutta Santàl, con particolare riferimento al gusto originale di alcuni dei prodotti innovativi di punta dell’azienda di Parma, come Santàl Benessere all’acqua di cocco, Santàl Plus pesca e mango e Santàl Refresh all’uva e melograno.
Per le Balene hanno lavorato: Davide Canepa, Eleonora Petrolati ed Elisa Villa con la direzione creativa di Francesco Guerrera e Sandro Baldoni. Le immagini, in parte scattate da Marco Casale e in parte eseguite con un certosino quanto spettacolare lavoro di CGI, sono state affidate ai sapienti mouse della LSD Milano. La pianificazione è a cura di Zenith Optimedia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Santàl e la crowd di Userfarm insieme per la strategia video dell’estate 2015

- # # # # #

“Metti in scena il tuo momento Santàl”: i filmmakers della crowd italiana di Userfarm hanno raccontato l’esperienza Santàl in video “super rinfrescanti” di 15” . Sempre di più i progetti di Userfarm_Content Creators, partono dalla piattaforma di crowdsourcing, alimentano gli ambienti digitali del brand e atterrano in tv.

È proprio quello che è accaduto con Santàl, un brand aperto, sociale di per sé, solare, dinamico, allegro, praticamente perfetto per la crowd che, infatti, ha risposto con straordinari video tra i quali è stato difficile scegliere.

134 video partecipanti, tra cui sono stati scelti i 10 migliori, che diventeranno il contenuto eroe della campagna digital. I 3 top videos, invece, celebreranno l’operazione #MySantàlMoment con 2 mesi di pianificazione estiva. Un progetto a 360° che ha al suo centro la creatività partecipativa e la partnership tra Userfarm e Zenith Optimedia, che ha saputo vedere in questo progetto un’opportunità di avvicinare il contenuto sempre di più alla distribuzione, come il native content insegna. E un cliente, Santàl, che sa guardare lontano.

articoli correlati