BRAND STRATEGY

Samsung Electronics Italia e i campioni della Juventus lanciano la nuova campagna web

- # # # # # #

Samsung Electronics Italia lancia un’esclusiva campagna web dedicata alle sue ultime novità tecnologiche con protagonisti 4 giocatori della Juventus che, in tre ironiche video pillole, si interrogano sul nuovo acquisto della squadra. Le linee curve dei nuovi SUHD TV, lo schermo laterale di Galaxy S6 edge e la potenza della lavatrice Crystal Blue si svelano così agli utenti con un linguaggio originale e coinvolgente.

Il calcio mercato diventa il tema della nuova iniziativa digitale di Samsung in collaborazione con Juventus. In tre divertenti video, i 4 calciatori bianconeri – Andrea Barzagli, Giorgio Chiellini, Stefano Sturaro e Arturo Vidal – si chiedono chi possa essere il nuovo arrivo in squadra: uno specialista della fascia laterale, un fuoriclasse amato e sostenuto dalla “curva” o un abile regista. Con un divertente effetto sorpresa, il mister Massimiliano Allegri svela che a supportarli in squadra saranno le ultime innovazioni Samsung, rispettivamente lo smartphone dallo schermo laterale Galaxy S6 edge, i nuovi TV SUHD dal design curvo e l’efficace lavatrice Crystal Blue.

“Con questa nuova iniziativa vogliamo raccontare le caratteristiche innovative dei nostri prodotti attraverso originali forme di comunicazione. E proprio per appassionare e coinvolgere gli utenti abbiamo dato una nuova veste ironica e divertente ai giocatori della Juventus e al loro allenatore, a conferma di una consolidata e proficua collaborazione tra Samsung e Juventus” ha commentato Luca Danovaro, Corporate Marketing Director di Samsung Electronics Italia.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Leo Burnett e Samsung Italia lanciano l’operazione eMotion Project per i bambini in ospedale

- # #

Leo Burnett, l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, in collaborazione con Samsung Italia lancia l’operazione eMotion Project, un progetto che mira a restituire ai bambini ricoverati in ospedale la spensieratezza che appartiene all’infanzia.

Nel corso del progetto, le potenzialità di Samsung Gear VR sono state messe a disposizione del reparto pediatrico dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Combinando la tecnologia della realtà virtuale a riprese effettuate con telecamere a 360°, è stato possibile offrire ai piccoli pazienti un’indimenticabile visita al parco divertimenti “Movieland”, sul lago di Garda – mentre i bambini si trovavano fisicamente in ospedale.

L’esperienza ha confermato il suo valore di vero e proprio supporto emotivo, rivoluzionando non solo lo stato d’animo dei piccoli pazienti ma anche il modo in cui i bambini stanno affrontando la degenza in ospedale.

Credits:
Agency: Leo Burnett
Executive Creative Director: Francesco Bozza, Alessandro Antonini
Creative Director: Christopher Jones
Copywriter: Nicoletta Zanterino
Art Director: Alessandro Polia
Creative team: Alice Jasmine Crippa, Federica Rebuzzini
Social Media Manager: Raffaella Ramondetti
Project Manager: Andrea Castiglioni
Account Director: Viktoria Ovtcharenko
Account Manager: Federica Giacomotti
Producer: Isabella Guazzone
Regista: Claudio Gallinella
Casa di produzione: Bedeschi Film

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Leo Burnett e Special Glue firmano per Samsung l’attività di product placement Blue Vernissage

- # # # #

Leo Burnett realizza per il secondo anno consecutivo un’attività a supporto della gamma di prodotti premium di Samsung. L’attività 2015, tre tappe di product placement in unconventional locations, prende il nome di Blue Vernissage, ed è stata curata nella realizzazione da Special Glue, agenzia di eventi e di attività di social media marketing, che diventa per la seconda volta partner di Leo Burnett.

Blue Vernissage toccherà tre città: Milano, Verona e Roma. Il primo appuntamento è iniziato mercoledì 15 aprile, presso le QC Terme di Milano e durerà fino a martedì 28 aprile.

I prodotti selezionati da Samsung per questa attività sono nove: smartphone Galaxy S6 e Galaxy S6 edge, televisore S UHD, frigorifero Food Showcase, frigorifero T9000, lavatrice Crystal Blue, asciugatrice Crystal Blue, robot POWERbot, aspirapolvere a traino Motion Sync, climatizzatore AR9000.

Il concept dell’iniziativa prende vita da una pratica diffusa tra tanti artisti famosi: il vernissage – ovvero la vernice trasparente che si applicava ad alcuni dipinti per proteggerli e cioè l’ultimo atto della realizzazione di un quadro. Nel passato gli artisti invitavano gli amici ad assistere a questa fase di verniciatura in quella che era una specie di inaugurazione della mostra, da qui il suo significato attuale. Quindi “vernissage” non solo come inaugurazione ma come tentativo di “fermare” un momento o un’opera per renderla straordinaria e immortale.

Special Glue ha rafforzato il significato del naming attraverso un allestimento ad hoc che si ispira alle linee e ai motivi dell’art nouveau trasformando i prodotti in vere e proprie opere d’arte. Ogni prodotto è stato inserito all’interno di una cornice, e decorato con figure stilizzate in plexiglass che rappresentano i motivi ricorrenti dell’iconografia art nouveau: pesci, fiori, pavoni, cigni, fenicotteri, ecc.  Un concetto unconventional in cui i codici estetici dell’arte supportano la comunicazione di tutti i prodotti.

Special Glue, insieme a Samsung e Leo Burnett, ha scelto tre locations molto particolari e diverse fra loro per rivolgersi ad un target selezionato. Per la prima tappa si è optato per la città di Milano, presso le QCTerme, dal 14 al 28 aprile cogliendo l’occasione della presenza del Salone del Mobile. Il secondo appuntamento si terrà al Golf Club Verona di Sommacampagna dal 30 aprile all’11 maggio e infine l’ultimo si svolgerà a Roma presso Aquaniene The Sport Club dal 14 al 28 maggio.

articoli correlati

AGENZIE

Teads e Samsung svelano il futuro del video online alla Milano Design Week

- # # # # #

Continua l’impegno di Teads per garantire che un annuncio pubblicitario sia correttamente visualizzato, attraverso la promozione di formati fuori dallo stream di altri video, così da tutelare anche la navigazione dell’utente. Il futuro del video online va in scena alla Milano Design Week, nell’ambito del FuoriSalone con due partner di prestigio su tutti Samsung, che da sempre sposa i valori d’innovazione, soprattutto, negli ambienti dei media digitali. Due bike tecnologiche si aggireranno tra le strade di Milano per invitare il pubblico a immergersi in una esperienza più unica che rara. S’inizia oggi alla Tortona Design Week, si continua domani al Brera Design District, ultimo appuntamento il 19 aprile a Ventura Lambrate.

“Secondo eMarketer, si prevede che la spesa in video adv (in US) raggiungerà 9,59 miliardi di dollari entro la fine del 2016, mentre si prospetta che nel 2017 il 74% del traffico totale su Internet si riferirà al segmento del video (fonte Invesp). A partire da questi trend, dobbiamo capire come calibrare e orientare le strategie in maniera efficace. La nostra risposta più concreta alla Viewability e all’Outstream è l’inRead un formato di video advertising rivoluzionario che oggi porta i brand nel cuore dei contenuti editoriali, creando nuove inventory per i publisher. Stiamo “pedalando” per innovare. Parallelamente agli eventi del FuoriSalone, avvolti dalla brillante atmosfera della Design Week, inviteremo il pubblico a scoprire il futuro della pubblicità video online che è sempre più vicino al concetto d’arte, tanto per citare McLuhan. Si sente spesso parlare di “native advertising”, l’inRead è la risposta più concreta che stiamo proponendo – con grandissimi successi mondiali – da oltre due anni grazie a partner di prestigio come: Reuters, Forbes, The Washington Post, La Razón, Die Welt, II Messaggero, The Guardian, The Telegraph, O Globo e TF1 e molti altri” spiega Antonella La Carpia Marketing & Communications Director Teads Italia

articoli correlati

AZIENDE

Samsung App Academy, al via la seconda edizione

- # # #

Samsung in collaborazione con il MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, e il DEIB, Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, annuncia oggi la seconda edizione di Samsung App Academy, il progetto di formazione professionale gratuita, ideato per fornire competenze avanzate nello sviluppo di App Android, tra i settori in maggiore espansione anche nel nostro Paese. Dopo il successo della prima edizione, ritorna con l’obiettivo di continuare a favorire opportunità lavorative in linea con gli ultimi sviluppi tecnologici e le richieste del mercato del lavoro, soprattutto sulle potenzialità dell’IoT e della tecnologia indossabile.

Già durante la prima edizione molti studenti sono arrivati a realizzare delle app creando modelli di business, e i migliori svolgono attualmente stage in Samsung e in società partner per continuare a perfezionare e applicare quanto appreso. Samsung App Academy Second Edition sarà focalizzata sullo sviluppo di app destinate all’Internet delle Cose e alla Tecnologia Indossabile, le nuove frontiere dell’innovazione che trasformeranno la nostra vita, aprendo possibilità ancora inesplorate.

In partenza il 4 maggio, la nuova edizione di Samsung App Academy si articola su 20 giornate distribuite su poco più di 2 mesi con un programma formativo di 160 ore che prevede tre macro-moduli: “Fondamentali per la creazione di servizi Mobile”, per l’apprendimento delle principali nozioni necessarie per iniziare a sviluppare servizi e applicazioni Mobile, “Sviluppo Android,” per acquisire le basi per lo sviluppo di App su piattaforma Android, e “Wearable e Internet of Things” durante il quale si approfondirà la realizzazione di app specifiche per questi mercati ad alto potenziale di sviluppo. Ogni studente, inoltre, avrà a disposizione all’interno dell’Aula Samsung tablet, smartphone e PC Samsung, per poter testare in un contesto reale le differenti soluzioni proposte durante il corso.

Come per il primo corso, gli studenti che creeranno i progetti più interessanti saranno inoltre valutati per svolgere uno stage in Samsung.

“Alla luce del bilancio estremamente positivo della scorsa edizione, siamo particolarmente lieti di poter replicare anche quest’anno Samsung App Academy, progetto che aiuta in modo concreto i talenti italiani a sviluppare competenze allineate con i trend del mercato, che richiede professionalità sempre più specializzate, soprattutto in ambito digitale,” ha affermato Mario Levratto, Strategic Planning & External Relations Director Samsung Electronics Italia. “Valorizzare i talenti e offrire loro opportunità per un futuro migliore è da sempre una delle nostre priorità, che in Italia promuoviamo con progetti come questo, che rispondono alle esigenze locali. La tecnologia, il supporto e le risorse Samsung, integrate con il metodo didattico del MIP, aiuteranno questi ragazzi ad acquisire un vantaggio competitivo in Italia, ma anche all’estero.”

“Siamo orgogliosi di essere partner di un’iniziativa così innovativa che consente a giovani non occupati di rivalutarsi così rapidamente nel mondo del lavoro. Le prime indicazioni che ci pervengono dalle aziende coinvolte nei tirocini attivati a valle del corso sono infatti estremamente incoraggianti.” Andrea Rangone, Professore, Dipartimento Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano.

“La prima edizione è andata oltre le più rosee aspettative. I risultati ottenuti sono stati molto interessanti sia per quanto riguarda le app sviluppate, sia per l’interazione con la classe. La nuova edizione è un’ottima occasione per confermare e ampliare le notevoli potenzialità che ha dimostrato questa iniziativa. Inoltre l’estensione al mondo dell’Internet delle Cose e dei Dispostivi Indossabili, ne amplia ulteriormente le potenzialità.” Ha spiegato Luciano Baresi, Professore, Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano  

Per partecipare al corso a numero chiuso “Samsung App Academy – Second Edition” è possibile presentare domanda fino al 21 aprile 2015, compilando la scheda di candidatura disponibile all’indirizzo:
www.mip.polimi.it/it/offerta-formativa/i-servizi-per-le-imprese/corso-sviluppo-app-per-non-sviluppatori

I candidati saranno valutati sulla base di curriculum vitae, abilità attitudinali e tecniche ed esito di colloqui motivazionali individuali.

articoli correlati

AZIENDE

Samsung e Microsoft insieme all’insegna della produttività mobile

- # # # #

“Grandi risultati possono essere raggiunti quando servizi e dispositivi convergono” questo il commento di Peggy Johnson, Executive Vice President of Business Development di Microsoft alla notizia della partnership tra il colosso di Redmond e Samsung. I due giganti infatti hanno ampliato la loro partnership globale per rendere disponibili i servizi di produttività mobile Microsoft a un numero sempre maggiore di utenti. Samsung sta pianificando di pre-installare servizi e app Microsoft nel proprio portfolio di dispositivi Android e rilascerà servizi per la sicurezza mobile attraverso Microsoft Office 365 e il Samsung KNOX Business Pack.

L’accordo con Microsoft prevede servizi pre-installati, che includono la disponibilità di OneNote, OneDrive e Skype sui nuovi Galaxy S6 e S6 Edge e nella prima metà del 2015, la disponibilità di Microsoft Word, Excel, PowerPoint, OneNote, OneDrive, e Skype su tablet Samsung Android.

Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge saranno dotati di un maggiore spazio di storage pari a 100 GB su OneDrive per due anni. Le aziende che sceglieranno i dispositivi Samsung acquistandoli attraverso i canali di vendita Samsung avranno accesso alle tre versioni di Office 365 – Business, Business Premium, e Enterprise – e alla soluzione di sicurezza Samsung KNOX. Il pacchetto include inoltre un servizio di setup fornito da Samsung per sfruttare le soluzioni al massimo disponendo di un supporto costante e a 360 gradi.

“Il nostro obiettivo è di incontrare le necessità di utenti business e consumer dando la possibilità di fare nuove esperienze su tutti i dispositivi a disposizione .” ha dichiarato SangChul Lee, Executive Vice president Strategic Marketing Office, IT & Mobile Division di Samsung Electronics. “Siamo convinti che la nostra serie di prodotti Premium per device mobili, in sinergia con i servizi Microsoft offriranno agli utenti il massimo della collaborazione e produttività in ogni momento della vita personale e privata”.

articoli correlati

MEDIA

Con la “maschera” Samsung Gear VR il padre “partecipa” al parto lontano 4000 km

- # # # # #

Una “prima mondiale” della realtà virtuale di Samsung Gear VR ha consentito a Jason (Jace) Larke, un padre australiano, di “immergersi” nell’esperienza della nascita del proprio figlio, nonostante si trovasse a Chinchilla, una sperduta cittadina del Queensland, mentre la moglie stava partorendo nell’ospedale di Perth, a quattromila chilometri di distanza

L’esperienza, parte della campagna “RealLIVE” di Samsung, ha dimostrato la capacità delle tecnologie avanzate di unire le persone attraverso condivisioni sensoriali ed emotive che altrimenti sarebbero risultate inimmaginabili.
La campagna è stata sviluppata da Samsung Electronics Australia in collaborazione con la propria agenzia creativa, Leo Burnett Sydney.

Jace, un tecnico dell’energia elettrica libero professionista, si era trovato a fronteggiare un arduo dilemma quando gli era stato offerto un allettante incarico, che richiedeva però la sua presenza nel Queensland proprio nei giorni in cui a Perth era prevista la nascita del suo terzo figlio. Accettare e lasciare la moglie da sola al momento del parto, o rimanere a casa e perdere il vantaggioso contratto di lavoro?
Lavorando con la casa di produzione Rapid VR, allora, Samsung Australia e Leo Burnett hanno trasmesso in videostreaming attraverso il continente australe le riprese live a 360° dell’evento, che Jace ha potuto vedere usando la “maschera” Samsung Gear VR per la realtà aumentata. È stato come se Jace fosse presente in sala parto, dando il suo sostegno alla moglie Alison durente tutte le fasi del travaglio, interagendo con i presenti e guardandosi intorno nella stanza come se si trovasse lì. Così, il 20 febbraio, il padre ha potute essere testimone diretto dell’arriva “nel mondo” della figlia Steele Larke.

Il film dedicato all’incredibile operazione è disponibile qui.

Credits

Above the line creative – Leo Burnett
Media agency – Starcom
Public relations – Edelman

SAMSUNG
Chief Marketing Officer: Arno Lenior
Head of Marketing Communications: Ian Bell
Group Marketing Manager: Ana Vrinat
Marketing Manager, TELCO: Bianca Da Silva
Assistant Marketing Manager, DI: Michelle Carter
Head of Corporate Affairs:    Richard Noble
Corporate Affairs Manager: Shaneez Johnston

LEO BURNETT
Chief Creative Officer: Andy DiLallo
Worldwide Chief Creative Officer: Mark Tutssel
Executive Creative Director: Vince Lagana
Executive Creative Director: Grant McAloon
Creative Director: Sharon Edmondston
Creative Director: Misha McDonald
Art Director: Vince Lagana
Copywriter: Grant McAloon
Executive Producer: Jeremy de Villiers
Design: Bruno Nakano and Jason Young
Client Services Director: Amanda Quested
Business Director: Laura Dowling

PRODUCTION COMPANY
Production Company: Rapid VR
Director (Perth): Dave Klaiber
Director (QLD): Taylor Steele
DOP (Perth): Earle Dresner
DOP (QLD): Ben Nott
Executive Producer: Susannah DiLallo
Casting Director: Toni Higginbotham Casting
VR Specialist: Dan White
Production Manager (Perth): Lizzi Topen
Production Manager (QLD): Garrett Robinson
Production Manager (SYD): Catherine Warner
Focus Puller (Perth): Eamon Dimmitt
Focus Puller (QLD): Jeremy Donohoe
Data Wrangler (QLD): Kareem Anti
Gaffer (QLD): Matthew Slattery
Sound (Perth): Trevor Hope
Sound (QLD): Paul Jones
Runner (Perth): Matt Hodgkinson
Runner (QLD): Ashley Hooker

MUSIC
Music Soundtrack: All I want
Band: Kodaline
Sound Mix: We Love Jam

STARCOM
Account Director: Jacqui Purcell
Digital Account Director: Angelique Crusius

EDELMAN PR
Chief Operating Officer Matthew Gain
Technical Product Specialist Matthew Wu
Associate Director Carla Webb

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Samsung punta sul digital storytelling con il progetto “A Stories”. Firma The Big Now

- # # # # #

Samsung ha affidato il lancio del nuova gamma Galaxy A all’agenzia pubblicitaria The Big Now  che ha sviluppato il progetto digital “A Stories” per mostrarne l’esperienza d’uso e le feature principali.

La campagna svela con un approccio innovativo i nuovi dispositivi e tutto il loro mondo grazie all’occhio creativo di personaggi giovani e talentuosi che, con uno storytelling fatto di video e immagini, si raccontano con Galaxy A. Cinque giovani influencer, ognuno appartenente a un diverso ambito come il make-up, i profumi, i tatuaggi, il parkour e il basket, hanno interpretato una feature del Galaxy A legandola alle loro passioni e alla loro professione, mostrando modi diversi di vivere la tecnologia Samsung a seconda della personalità e dell’utilizzo.

I video sottolineano lo stile young e innovativo di Galaxy A attraverso le parole e le esperienze dei cinque personaggi che si scambiano il dispositivo in una sorta di staffetta digitale. Il primo di loro riceve infatti la scatola contenente il Samsung Galaxy A5 e procede all’unpack: un video di presentazione svela la sua identità al pubblico e dà il via all’operazione che lo vede protagonista per alcuni giorni durante i quali racconta la sua storia e come il dispositivo lo aiuta nella vita quotidiana, diventandone parte integrante, per poi passarlo al secondo personaggio.

Tutti i contenuti prodotti sono ospitati sulla pagina Facebook Samsung Mobile Italia, sul sito ufficiale e su Fotosociality, la piattaforma Samsung creata da The Big Now per vivere la fotografia in modo rivoluzionario dove le foto scattate dagli utenti e dagli storyteller si incontrano.

Con la direzione creativa di Stefano Morelli e la regia di Paolo Santambrogio, hanno lavorato al progetto l’Art Director Alessandro Bigi, la Copy Odeya D. Bendaud e l’Account Manager Alessandro Perinotto.

articoli correlati

AZIENDE

Sempre connessi, anche in automobile: Samsung e Seat presentano l’accordo al MWC15

- # # # # # # #

Samsung e Seat hanno presentato al Mobile World Congress di Barcellona un nuovo accordo in virtù del quale svilupperanno congiuntamente soluzioni tecnologiche innovative, per una connettività a 360° su tutta la gamma modelli della casa spagnola.

Frutto di questa collaborazione, nei prossimi mesi verrà presentata una nuova versione Seat equipaggiata in modo tale da consentire al conducente di essere sempre connesso, grazie a novità tecnologiche che saranno progressivamente estese a tutta la gamma. L’accordo tra le due Aziende sarà valido in tutti e 75 i Paesi in cui la SEAT è presente.

Le vetture Seat saranno dotate dell’innovativa tecnologia MirrorLink, e il sistema d’infotainment si collegherà con i dispositivi grazie a un software Samsung e alle App sviluppate ad hoc dalla Casa di Martorell. Il MirrorLink è la risposta tecnologica della SEAT per garantire la connessione tra il proprio veicolo e i propri dispositivi mobili: consente infatti la riproduzione dei contenuti del proprio smartphone sullo schermo del cruscotto, in maniera sicura e senza rischio di distrazioni per il conducente, che avrà accesso alle proprie applicazioni senza distogliere lo sguardo dalla strada. Sarà inoltre possibile aggiungere ulteriori funzionalità sfruttando i cosiddetti dispositivi wearables.

“Siamo felici di annunciare il nostro accordo durante il World Mobile Congress, proprio a Barcellona, casa della SEAT. L’idea che sta alla base è lavorare insieme, unendo le nostre rispettive risorse e conoscenze, con la volontà di portare ai nostri Clienti soluzioni tecnologiche sicure che semplifichino la loro vita, permettendogli di essere sempre connessi. Ci aspettiamo grandi cose da questa cooperazione con SEAT”, ha dichiarato Rick Segal, Vicepresidente Enterprise Business Team, IT & Mobile Communications Division di Samsung.

Jürgen Stackmann, Presidente della Seat, sottolinea: “Questo 2015 segna appieno l’avvento dell’Internet delle Cose, con sei miliardi di oggetti connessi a Internet. Il nostro obiettivo è captare i bisogni emergenti e le aspettative dei nostri Clienti. Per mantenere il nostro impegno, rafforzeremo la competitività della gamma SEAT, e SAMSUNG è il partner ideale con cui intraprendere questa sfida”.

articoli correlati

COMMERCE

Apre le porte la digital boutique. Il progetto di DS Group con Samsung, Microsoft, Sap e Intel

- # # # # # # #

Grazie a un ecosistema di partner leader di mercato come Samsung Electronics, Microsoft, SAP, Intel, Ingenico, Motorola, DS Group ha creato la Digital Boutique, uno spazio tecnologico basato sull’integrazione fra dinamiche proprie del retail e tecnologie digitali che oggi è possibile visitare presso la sua sede milanese. Un centro di eccellenza sul modello di negozio innovativo che DS Group sta progettando insieme ai propri clienti.

La Digital Boutique è quindi dotata delle migliori tecnologie per un modello di Multichannel Retail Experience di avanguardia. In particolare, Samsung Electronics ha fornito schermi LFD, videowall, soluzioni di digital signage e tablet per la cura degli aspetti tecnologici visuali; Microsoft, oltre a fornire i tablet Surface Pro 3 e gli smartphone Lumia 1520 e 830, ospita ed eroga l’intera piattaforma tecnologica attraverso la propria piattaforma cloud Azure; Intel ha supportato il progetto fornendo le tecnologie innovative in grado di migliorare la relazione con il cliente (soluzioni di digital signage) e per la gestione e l’analisi dei dati di mobile payment (dispositivi NUC – Next Unit of Computing).

Il layout e l’estetica di questo spazio sono stati realizzati dal designer Alessandro Luciani (alessandrolucianidesigner.com/) con i canoni di una boutique di lusso per struttura e stile; lo showroom di Milano propone quindi un percorso fisico ed emozionale attraverso le tecnologie digitali, seguendo le tappe che portano a una nuova esperienza d’acquisto.

“La Digital Boutique nasce, dopo anni di studio e lavoro in sinergia con i nostri clienti e con i nostri partner tecnologici, come il negozio ideale per i nuovi scenari economici e sociologici del mercato retail; questo vale sia per la persona che viene messa al centro di tutto il processo di acquisto sia per la marca che impara a conoscere meglio il consumatore ed entra in relazione diretta con lui e che può sostenere i prodotti, ottimizzare magazzino e distribuzione, rendere efficiente marketing e customer care”, afferma Romeo Quartiero, Presidente e CEO di DS Group. “Si tratta di una soluzione che aiuta in modo concreto le imprese del settore moda, uno di quelli strategici per il Made in Italy, nei loro obiettivi fondamentali di brand reputation e di business, contribuendo significativamente a migliorare efficienza e produttività e ad abbattere i costi”.

Cuore di tutta la struttura è Combenia, piattaforma che DS Group ha sviluppato specificamente per il retail per integrare le diverse tecnologie; ogni tecnologia supporta una tappa specifica dell’esperienza di acquisto.
Si parte da riconoscimento e mappatura (Store Analytics and Virtual Check-In) del cliente che entra nel negozio: attraverso tecnologie di rilevazione fra cui telecamere, beacon e wi-fi, mappa gli ingressi della persona e la permanenza nello store e ne individua le caratteristiche principali (può essere usata anche fuori dalla vetrina per quantificare le presenze dei passanti nei diversi momenti della giornata); permette quindi di identificare e profilare il consumatore e attuare comunicazioni personalizzate;
seconda tappa, Interactive Digital Signage: un grande schermo, per mezzo di una web cam incorporata, proietta video e contenuti personalizzati proponendo outfit diversi a seconda del sesso e della fascia d’età della persona;
si passa alla Hybrid Shop Experience con tavoli e totem touch interattivi che permettono al consumatore l’e-shop direttamente nello store: mentre prova un capo, può selezionare ulteriori misure e colori da catalogo e ordinare modelli non disponibili in negozio, con consegna successiva a casa o altra destinazione;
quindi, segue la Smart Dressing Room: il camerino multimediale che, all’ingresso del cliente, effettua la rilevazione dei capi muniti di tag in transito, consentendo alla marca di effettuare statistiche tra il provato e il venduto e profilare le preferenze delle persone; inoltre, può raccogliere feedback sull’abito provato attraverso lo specchio touch screen interattivo che, adeguandosi alle scelte del cliente comunicate con un ‘tap’, propone altri outfit o prodotti;
il percorso si chiude con il Mobile Payment: i dispositivi mobili dedicati al pagamento, fra cui il Mobile Pos, che, sempre mantenendo massima sicurezza, smaterializzano il punto cassa eliminando le code e le attese e garantendo flessibilità e comodità.
Ogni momento della customer experience è disponibile e governato da un dispositivo mobile in dotazione allo store manager e allo staff in store, messo quindi nelle condizioni di mappare e seguire il cliente in tutte le fasi dell’esperienza di acquisto, fornendo da un lato un servizio a valore per il consumatore, dall’altro raccogliendo dati preziosi per l’analytics/intelligence dello store e del brand.

articoli correlati

AZIENDE

TotalErg lancia il concorso #STOPandSELFIE con Adacto e modomodo

- # # # #

Parte oggi il nuovo concorso #STOPandSELFIE che invita gli automobilisti a scattarsi un selfie in una delle stazioni di servizio TotalErg e partecipare all’estrazione settimanale di tre premi targati Samsung. Fino al 28 febbraio 2015, infatti, per tutti i clienti con app e BOX Più è possibile immortalarsi durante la sosta alla pompa di benzina e farsi votare dai propri amici.

“Abbiamo deciso di lanciare questo concorso – spiega Maurizio Libutti, Direttore Rete di TotalErg – sia per valorizzare i nostri punti vendita, sia per stimolare i nostri clienti possessori della carta fedeltà e della nostra app a scoprire tutti i vantaggi concreti legati ai nostri servizi, mettendosi in gioco in maniera divertente. Anche questa iniziativa – prosegue Libutti ‐ rientra nella nostra strategia di comunicazione innovativa e multicanale verso i nostri clienti”.
“Io e TotalErg”, “Il selfie al self o al servito”, “Digital o Vintage” e “Selfie BOX Più” sono i temi che verranno proposti settimanalmente per l’autoscatto, effettuato dalla sezione “selfie” della app di TotalErg. E’ poi possibile invitare i propri amici a votare il proprio selfie.

Chi vota gli scatti pubblicati riceve un coupon sconto carburante da 2 euro. Ogni settimana in palio per il primo classificato una Curved TV Samsung, al secondo un Galaxy Note 4 Samsung e al terzo un Gear 5 Samsung. Ad estrazione finale, 1.000 cofanetti regalo Wishlist in versione digitale del valore di 24,90 euro.
Per comunicare l’iniziativa, realizzata in collaborazione ad ADACTO (che ha sviluppato la piattaforma di aggregazione e la creatività) e a modomodo per l’integrazione del concorso nell’app TotalErg, sono previsti locandine e flyer nei punti vendita, una campagna sui social, informazioni e vivacizzazioni sui canali online di proprietà dell’azienda quali il sito web ufficiale, i social media, l’app, gli sms e le Direct –email.

articoli correlati

MOBILE

Nasce MuseoscienzApp, l’app del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano

- # # # # #

Ha debuttato oggi MuseoscienzApp, l’applicazione gratuita del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, in italiano e inglese, progettata dal Museo in partnership con Samsung e sviluppato da ETT, per seguire percorsi di visita tematici, portare a casa contenuti speciali ed essere aggiornati quotidianamente sulle attività proposte. MuseoscienzApp è il più ampio e ambizioso progetto mobile con tecnologia beacon che ad oggi sia stato realizzato in un museo a livello internazionale. La presentazione è stata introdotta e moderata da Riccardo Luna, giornalista de La Repubblica per l’innovazione.

L’intera superficie espositiva del Museo è mappata grazie al posizionamento di oltre 300 beacon, piccole antenne Bluetooth Low Energy. Tutti i contenuti non sono precaricati sulla app ma vengono scaricati via wifi. Il visitatore quindi non deve mai usare la connettività dati del proprio piano tariffario e soprattutto i visitatori stranieri possono usufruire della app senza dover usare il roaming dati.

Per non dover passare molto tempo della visita con lo sguardo sul display dello smartphone, tutti i contenuti offerti dall’applicazione possono essere anche salvati sul proprio dispositivo e fruiti successivamente. La app può essere scaricata anche prima della visita, per vedere il calendario delle attività, navigare la mappa del Museo e leggere tutte le schede di presentazione di ogni sezione o punto di interesse del Museo. Durante la visita o dopo la visita si possono scaricare e salvare sul proprio telefono, contenuti aggiuntivi dei percorsi.

I primi 2 mesi MuseoscienzApp è scaricabile solo da dispositivi mobili Samsung. Dal 1 aprile l’applicazione è disponibile per tutti gli altri dispositivi Android e sull’Apple App Store per i dispositivi con sistema iOS.

“L’introduzione e la progressiva crescita nelle istituzioni culturali di tecnologie digitali di facile utilizzo”, ha dichiarato Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “rappresentano un indispensabile progresso per la comprensione e la conoscenza attraverso strumenti che sempre più appartengono al nostro quotidiano. Per il Museo, progettare e iniziare a offrire una tecnologia come MuseoscienzApp nell’anno di Expo 2015 è un doveroso segnale di attenzione della nostra istituzione, insieme ai suoi partner, verso il territorio e i numerosissimi ospiti stranieri che accoglieremo nel semestre dell’esposizione universale”.

“Samsung considera la cultura un valore essenziale”, ha sottolineato Antonio Bosio, Product & Solutions Director Samsung Electronics Italia “ai fini della formazione delle persone e del progresso sociale. Per questo, siamo da anni impegnati per avvicinare le persone al patrimonio culturale e artistico del nostro Paese, portando la nostra migliore innovazione nei musei italiani. La nostra collaborazione a sostegno della strategia digitale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia si colloca in questo contesto, e fa leva sull’utilizzo delle tecnologie più rivoluzionarie e di soluzioni declinate nel contesto museale. In particolare, grazie al nuovo progetto che presentiamo oggi, i visitatori possono da subito beneficiare di un’esperienza di fruizione in palmo di mano arricchita, semplificata e personalizzata. Inoltre, abilitando una passeggiata sulla Luna grazie al nostro visore Gear VR, mostreremo durante lo speciale weekend del 24 e 25 gennaio anche sviluppi futuri basati sulla realtà virtuale, che consentiranno un coinvolgimento totalmente immersivo sia all’interno del museo, che da remoto”.

“L’uso efficace della tecnologia nei musei”, ha commentato Giovanni Verreschi, Amministratore Delegato di ETT “permette di potenziare l’esperienza di visita rendendola più immersiva, facilita la comprensione dei percorsi espositivi e l’orientamento. In questo modo le tecnologie creano un ambiente interattivo che introduce il visitatore in una nuova idea di museo, non più luogo di mera conservazione ma spazio dedicato alla valorizzazione, alla partecipazione e alla condivisione, dove poter cogliere ispirazione e poter ideare e sperimentare. Beacon, Big Data e Sentiment analysis sono tecnologie emergenti che integrate possono dare vita ad una nuova relazione tra le istituzioni museali e i visitatori. Tracciando le preferenze e i reali comportamenti dei visitatori permettono agli operatori culturali di prendere decisioni più informate e di migliorare i servizi forniti”.

MuseoscienzApp è quindi allo stesso tempo un aiuto ai visitatori per l’orientamento all’interno delle molteplici sezioni espositive, un veicolo per la fruizione di contenuti speciali e integrativi all’esperienza, un supporto che fa da guida in percorsi tematici o targettizzati nelle collezioni e infine un calendario aggiornato delle attività e appuntamenti che quotidianamente il Museo offre a chi lo visita.

Sabato 24 e domenica 25 gennaio i visitatori potranno giocare a scoprire il Museo e le sue collezioni usando MuseoscienzApp. Chi troverà tutti gli oggetti seguendo gli indizi riceverà in regalo un biglietto d’ingresso omaggio. Saranno messi a disposizione di tutti i visitatori alcuni smartphone Samsung per provare l’applicazione e partecipare al gioco.

articoli correlati

AZIENDE

Successo per la prima edizione di Samsung App Academy: presentate le nuove app

- # # # #

Si è conclusa al MIP Politecnico di Milano la prima edizione di Samsung App Academy, il progetto di formazione professionale ideato da Samsung in collaborazione con il MIP, Business School del Politecnico di Milano, e DEIB, Dipartimento di Elettronica Informazione e Bioingegneria dell’Ateneo. Un’occasione preziosa per 30 giovani di talento senza occupazione di cominciare a imparare a sviluppare APP Android -generando opportunità di lavoro allineate alle richieste del mercato digitale.
E si sta già lavorando a come replicare l’esperienza, puntando ad esempio la tecnologia indossabile e l’Internet delle Cose.

I partecipanti, di età fra i 23 anni e i 35 provenienti da ogni regione d’Italia, con una formazione che spazia dall’economia all’ingegneria, dalle scienze matematiche alla comunicazione, hanno realizzato in team nuove applicazioni nell’Aula Samsung, attrezzata con la migliore tecnologia digitale che ha permesso loro di apprendere nel modo più rapido, interattivo ed evoluto i concetti e le competenze in materia di programmazione e metterli subito in pratica.

Besmart, ColorBuster e Beerp sono solo alcuni esempi dei progetti realizzati dai ragazzi che durante Samsung App Academy hanno potuto liberare la propria creatività tecnologica e sviluppare l’app che hanno sempre sognato. Gli studenti che hanno creato i progetti più interessanti saranno valutati per svolgere uno stage in Samsung o in una delle aziende partner che hanno aderito al progetto, tra cui Vetrya, Chili, OverMob, ETT, durante il quale potranno mettere a frutto quanto appreso.

“La rivoluzione digitale sta trasformando non solo le nostre abitudini ma anche il business e, soprattutto, le competenze richieste dal mercato. Il nostro obiettivo, con Samsung App Academy, è stato proprio quello di aiutare giovani di talento senza occupazione a maturare nuove competenze allineate alle esigenze del mercato in continua evoluzione e a uno scenario lavorativo sempre più competitivo e globalizzato” ha dichiarato Mario Levratto, Stretegic Planning and External Relations Director Samsung Electronics Italia. “Ci auguriamo che questa collaborazione tra Samsung e il Politecnico di Milano sia presto presa a modello e replicata anche all’estero.”

“Siamo molto soddisfatti dell’entusiasmo con cui i ragazzi hanno affrontato questo corso e del valore delle app realizzate, che dimostrano l’approccio concreto e l’efficacia di questa iniziativa, ideata per permettere agli studenti di acquisire competenze di base in un mercato in crescita” ha dichiarato Andrea Rangone, direttore del corso.  “Questo progetto conferma ancora una volta il ruolo del Politecnico di Milano quale punto di riferimento a livello italiano e internazionale per la formazione dei giovani in ambito digitale, leva fondamentale per l’innovazione e il rilancio del nostro Paese.”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Samsung e Italiaonline insieme per il lancio del Galaxy Note 4, con Starcom e Sizmek

- # # # # # # #

Per l’arrivo sul mercato italiano di Samsung Galaxy Note 4, la concessionaria di pubblicità nazionale di Italiaonline firma un nuovo progetto di comunicazione digitale per la multinazionale coreana, realizzando sei creatività che, per tutta la giornata, animeranno le properties del Gruppo. Il concept e la realizzazione grafica sono stati sviluppati da Italiaonline, in stretta collaborazione con Samsung stessa, con il centro media Starcom MediaVest Group e il partner tecnologico Sizmek.
I soggetti della campagna, creata ad hoc sulle specifiche esigenze del cliente e ottimizzata anche per smartphone e tablet, sono ospitati sia sulle home page dei portali Libero e Virgilio che sui vortal di Italiaonline.
Su Libero.it e Virgilio.it è stato sviluppato un concept dedicato alla feature “Photo Note” del nuovo Smartphone top di gamma di Samsung, che consente di scattare una foto ai propri documenti e convertirli dal formato analogico a quello digitale.
Per i portali verticali DiLei, TotalTech, QuiFinanza e SportStadio, sono state invece ideate quattro creatività dedicate ad “S Pen”, il pennino del device, includendo diverse silhouette ispirate agli specifici pubblici ai quali i web magazine si rivolgono, dal mondo femminile all’universo degli sportivi, dagli appassionati di finanza agli amanti della tecnologia.
La campagna approda anche sulla Libero Mail, con una creatività focalizzata sulle S View Cover colorate di Galaxy Note 4, ma soprattutto gli utenti accedono a una “welcome mail” animata e con il riconoscimento automatico dell’account utente, a cui ci si rivolge per nome e con la domanda “Oggi di che colore ti senti?”.
L’attività di oggi rappresenta un ulteriore passo della consolidata collaborazione tra Samsung e Italiaonline, che registra già numerose campagne innovative sviluppate in occasione della presentazione di nuovi prodotti o soluzioni, quali il Samsung Galaxy Tab S o l’offerta Samsung Galaxy Note 3 più Gear.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Viaggio nello Spazio al MUST di Milano in partnership con Samsung

- # # # # # # # #

Dopo l’inaugurazione di ieri, apre oggi al pubblico la nuova area “Spazio” al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci Milano. L’esposizione permanente dedicata allo Spazio e all’Astronomia mette in mostra oggetti originali e inediti, curiosità ed esperienze interattive che ruotano attorno all’unico frammento di roccia lunare presente in Italia, raccolto dalla missione Apollo 17 nel 1972.

“L’inaugurazione dell’area Spazio è un evento speciale”, ha dichiarato Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, “perché si tratta di un’esposizione di grande fascino, molto richiesta e attesa dai nostri pubblici. Fa parte della nostra missione raccontare le frontiere della ricerca e della tecnologia. L’esplorazione spaziale risponde a un bisogno dell’umanità di conoscere l’ignoto ma ha anche importanti ricadute sulla nostra vita che i cittadini devono conoscere. In questo settore il contributo dell’Italia in termini scientifici e industriali è di grande rilievo e la nostra esposizione intende valorizzarlo”.

“L’esplorazione spaziale si sta riaccendendo dopo una fase di rallentamento”, ha commentato Giovanni Caprara, Curatore della nuova esposizione e Presidente Italian Space Society “e nuove missioni sono all’orizzonte. Entro l’anno compirà il primo volo la nuova capsula Orion della Nasa destinata a portare gli astronauti oltre l’orbita della stazione spaziale internazionale e verso gli asteroidi, la Luna e in prospettiva Marte. La Cina prepara altri sbarchi di sonde automatiche sulla Luna e la Russia guarda al nostro satellite naturale per le nuove strategie. L’Esa europea sta per lanciare missioni verso Marte e Mercurio. L’Asi italiana condivide queste sfide della scienza e della tecnologia comprendenti dai vettori spaziali all’osservazione della Terra impegnando il mondo industriale alla frontiera della conoscenza. La nuova area Spazio del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci seguirà con le sue iniziative le nuove imprese proiettate nel futuro. Nello stesso tempo racconta la partecipazione dei nostri scienziati e tecnologi alle grandi esplorazioni spaziali compiute negli ultimi cinquant’anni le quali hanno collocato l’Italia tra le nazioni protagoniste dell’avventura cosmica”.

L’area Spazio è collocata accanto alla galleria Leonardo nell’edificio Monumentale del monastero olivetano in cui ha sede il museo. Qui avviene il racconto di quattro secoli di ricerca astronomica e spaziale, da Galielo ai giorni nostri, anche con un piccolo sguardo al futuro, grazie a una modalità immersiva e interattiva di Samsung, partner tecnologico del progetto che ha messo a disposizione i propri dispositivi. L’area si suddivide in due nuclei principali: “Osservare lo Spazio” e “Andare nello Spazio”. Nella prima parte avviene il racconto dell’osservazione con un approfondimento sugli “strumenti del mestiere” e sulle attività dell’astronomo del passato. Sono esposti due globi celesti e i due terrestri di Coronelli e Moroncelli del XVII secolo, il modello di legno dell’Ossevatorio Astronomico di Brera e il settore equatoriale di Sisson del 1774.

Poiché i viaggi nello Spazio sono parte dell’immaginario collettivo, non mancano riferimenti alla letteratura, al cinema e ai videogiochi. Grazie alla partnership con Destiny sono esposti tre artwork e un’intervista esclusiva: per la prima volta un museo italiano di ambito scientifico espone in una collezione permanente contenuti speciali inerenti a un videogioco.

Grazie alla partnership con Samsung, alla progettazione del Museo e al lavoro di sviluppo di ETT, la nuova area Spazio è dotata di strumenti multimediali e interattivi per far vivere al visitatore un’esperienza emotiva, immersiva ed esclusiva. L’utilizzo di apparecchi come monitor ad alta risoluzione, touchscreen interattivi, sensori di prossimità, tablet e smartphone permette di costruire percorsi nei quali la tecnologia non è una semplice aggiunta all’esposizione, ma è parte integrante della visita.

L’esposizione permanente del frammento di roccia lunare è stata resa possibile dalla campagna di crowdfunding “Conquistiamoci la luna”, in cui il Museo ha raccolto in totale 51.670 euro attraverso un progetto articolato che ha coinvolto da protagonisti individui e gruppi nel sostegno al Museo.

Credits
A cura di: Giovanni Caprara
Progettata da: Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci
Realizzata da: ETT
Media Partner: Televisionet.tv
Partner tecnologico: Samsung

 

 

articoli correlati