AGENZIE

+35% di fatturato per Plus Communications nel 2018. Nuove assunzioni per il 2019/2020

- # # # #

plus communications

Il 2018 è stato un anno molto positivo per Plus Communications. L’agenzia trentina, infatti, si appresta a chiudere l’esercizio con una crescita di fatturato oltre il 35% rispetto allo scorso anno, conseguenza diretta di una strategia di acquisizione strutturata e costante e un’ottimizzazione interna di processi, che ha portato oltretutto a un evidente aumento della qualità dei progetti.

“Il digital è stata una delle chiavi della svolta, che ha permesso di estendere la governance creativa su tutta la corporate dei nostri clienti, aprendo nuove interessanti opportunità di crescita. La strada è ancora lunga ma siamo già ad un ottimo punto per poter garantire la costruzione e la gestione di una piattaforma integrata di comunicazione sfruttando tutti i mezzi a nostra disposizione”, commenta Roberto Locatelli, CEO dell’agenzia (nella foto).

 

“Quest’anno abbiamo vissuto importanti acquisizioni, come Gruppo Itas Mutua, uno dei principali player assicurativi italiani, Vog-Products, leader mondiale della lavorazione e trasformazione della frutta e costruito le basi perché il 2019 veda la luce di diversi progetti di grande respiro, con piani di comunicazione volti al rilancio nazionale di brand storici come Sgambaro per il food e Onyx per il fashion e stimolanti brand nuovi come Leni’s, marchio di Vog-Products, presente in GDO con succhi di mela e fette di mela fresche” e il Gruppo Starpool per il settore Wellness”, continua Massimiliano Rizzi, Direttore Clienti di Plus.

L’incremento di progetti, dei volumi di gestito e la riconferma di clienti storici (A22, Cesarini Sforza, La Trentina, Cantine Lavis e Fondazione Haydn) porterà per il 2019-2020 Plus ad aprire le porte a nuove assunzioni, confermando anche in questo caso, l’incremento già registrato nello scorso anno.

articoli correlati

AGENZIE

Vicky Gitto e Roberto Battaglia insieme nello studio Gitto Battaglia 22, a Milano

- # # # #

gitto battaglia

Non un’agenzia ma uno studio fondato da due dei più famosi direttori creativi Italiani: Vicky Gitto, attuale Presidente dell’Art Directors Club e past Chief Creative Officer e Presidente di Y&R Italia insieme a Roberto Battaglia, ex Founding Partner, Presidente e Executive Creative Director di Grey United.

La parola studio è significativa della mission con cui il duo lancia il proprio progetto nel mercato: “Crediamo nell’importanza per il mercato di concentrarci nuovamente sulla visione e costruzione della marca attraverso l’amplificazione dei valori che la rappresentano, crediamo che nell’ultimo decennio ci si sia soffermati troppo a parlare di servizi utili ma che non sono il cuore di questo business”, spiegano i due soci.

Anche per questo Gitto Battaglia 22 si svilupperà su tre asset: consulenza strategico creativa, innovation e technology, produzione di contenuti in real time.

“Abbiamo deciso di accogliere un’esigenza che è arrivata forte direttamente dal mercato”, aggiunge Gitto. “In questi mesi sia io che Roberto siamo più volte stati contattati da importanti aziende, in Italia e all’estero, alla ricerca di un’attenzione particolare, direi “tailor made” sviluppata attraverso un contatto diretto tra decision maker aziendale e partner creativo, senza interlocuzioni intermedie che diluiscono la forza della relazione e quindi del risultato”.

In controtendenza col mercato, Gitto Battaglia 22 sarà in pieno centro, nel cuore pulsante della città di Milano, in Viale Luigi Majno 12.

La nuova realtà può già contare sulla fiducia di alcuni importanti brand del settore jewelery, soft drink, food e entertainment e una divisione con competenze specifiche rivolte alla comunicazione di green brand & products.

“Molti ci chiedono il perché del 22. Non rappresenta il numero civico. In numerologia il 22 è un numero Maestro considerato infatti il numero della creazione, il numero di tutto ciò che da un progetto praticamente impossibile viene trasformato in un progetto concreto” concludono Vicky Gitto e Roberto Battaglia.

articoli correlati

MEDIA

Real Time Bidding e Lead Generation moltiplicano i risultati dell’adv online

- # # # # #

Raggiungere il cliente desiderato, con il giusto messaggio, sul dispositivo corretto, nel momento giusto, al miglior prezzo e in tempo reale. Una sfida, per chi comunica attraverso i digital media, che oggi può essere vinta usando gli strumenti appropriati. E proprio per rispondere a queste necessità Clickpoint, realtà italiana specializzata nel marketing digitale, è stata tra le prime aziende ad adottare una piattaforma in grado di poter accedere a praticamente tutte le DSP (Demand Site Platform) esistenti sul mercato.
I clienti e partner di Clickpoint possono quindi sfruttare i numerosi vantaggi della pianificazione tramite Real Time Bidding con campagne continuative durante l’anno e con obiettivi di traffico chiari e molto mirati. Con il Real Time Bidding sono disponibili infatti moltissime opzioni di targhettizzazione, incluse quelle relative alle caratteristiche socio-demografiche dell’audience, grazie alla combinazione della tecnologia con diverse banche dati internazionali.
I servizi di RTB offerti da Clickpoint sono inoltre perfettamente integrati con i già consolidati ed efficienti strumenti di lead generation che da sempre caratterizzano il lavoro dell’agenzia.
“Bastano alcuni esempi per confermare i risultati raggiungibili con real time bidding e lead generation” spiega il Managing Director e fondatore di Clickpoint, Roberto Siano (nella foto). “Un’azienda del settore finance/credito al consumo nostra partner, da un budget di 25.000 euro ha generato ricavi per 34.000 euro circa, con oltre 3.000 lead al mese, grazie a una strategia basata su una attenta profilazione del target e sull’ottimizzazione dell’investimento. O ancora, una società del real estate, con una spesa di 45.000 euro, ha avuto ricavi per 300.000 euro circa e un return on investment del 665%. Su 1.925 lead generati, 1.358 sono stati contattati, 147 hanno fissato un appuntamento e dieci hanno acquistato”.
Per Clickpoint, infine, quando si parla sia di real time bidding, sia di lead generation, l’aspetto fondamentale è definire con precisione gli obiettivi per poi calibrare il grado di engagement richiesto, tenendo presente che maggiore è l’impegno richiesto, minori sono i volumi, motivo per cui è sempre meglio partire con un basso commitment. Senza dimenticare che è fondamentale rispettare sempre l’utente, inviando comunicazioni chiare e non invasive, tramite strumenti scelti con attenzione.

articoli correlati