BRAND STRATEGY

Ripartita a gennaio la campagna Náttúra, “Free from” sui canali tv di Sky e sul web

- # # # #

Náttúra

Nell’estate-autunno 2018 Náttúra ha iniziato una massiccia campagna pubblicitaria con cui ha lanciato il claim “I’m free” e ha raccontato la sua filosofia: rispondere a tutti coloro che per scelta o per necessità si rivolgono a prodotti Bio e Free From, senza rinunciare alla qualità. Ora, da Gennaio 2019, Náttúra fa la sua prima apparizione nazionale sui canali Sky e sul web, sull’onda del successo riscontrato dal rilancio della marca, con nuovi prodotti, nuove grafiche e un posizionamento premium e di alta affidabilità. Una campagna multi-soggetto che veicola il concetto dell’essere liberi di scegliere secondo le proprie esigenze nutrizionali.

“Il consumatore odierno è alla ricerca di prodotti buoni e curati dal punto di vista organolettico e nutrizionale. Noi di Náttúra”, spiega il Responsabile di Divisione Dario Mapelli, “annoveriamo fra i nostri consumatori persone con intolleranze alimentari o particolari esigenze nutrizionali. Non si può che avere un approccio rigorosissimo ed affidabile su ciò che offriamo loro”.

Náttúra garantisce ciò che dichiara a chiare lettere sul fronte di ciascun pack. Con oltre 250 referenze, chiunque può essere oggi libero di scegliere il suo prodotto Náttúra “free-from” più adatto (Gluten free, latte free, lievito free, Sugar free) alternando anche prodotti con preziose caratteristiche funzionali (omega 3, betaglucani, sali minerali e vitamine, ricchi di fibre integrali)  in un contesto Bio e Vegan.

La nuova campagna Náttúra è curata da Brandbuilding.it di Milano

articoli correlati

MEDIA

Leo Burnett firma la copertina scioccante di Cosmopolitan Uk contro i delitti d’onore

- # # # #

11 anni fa la 17enne Shafilea Ahmed – d’origini pakistane ma residente nel Chesire, veniva uccisa dai suoi stessi genitori che la soffocarono con un sacchetto id plastica perché aveva rifiutato le nozze combinate con un cugino.

Una storia che anche grazie anche ad Amnesty International è diventata un simbolo di coraggio e di forza di ribellione.
Proprio per ricordare Shafilea, Leo Burnett Change firma la copertina dell’edizione speciale e limitata di Cosmpolitan Uk, parte integrante della campagna di sensibilizzazione contro i delitti d’onore, nei quali in molte culture una persona viene uccisa da un membro della famiglia per cancellare un “disonore” arrecato da quella stessa persona su tutto il nucleo familiare.

La campagna è della Karma Nirvana, l’associazione britannica che si occupa di aiutare e proteggere le vittime di questo genere di violenza e di cultura.

articoli correlati

MEDIA

A partire da aprile Mark Up si rinnova nella veste e nei contenuti

- # # #

Il mensile MARK UP edito da New Business Media Gruppo Tecniche Nuove a partire da aprile si rinnova nei contenuti e nella grafica, per diventare sempre più una rivista che si fa portavoce delle istanze dei rappresentanti del sistema PRODUZIONE-RETAIL-CONSUMI, passando da strumento di analisi e di studio a canale di comunicazione tra industria-distribuzione e istituzioni.

Cambiano le modalità dell’intervista e nasce la sezione Prima Fila, che parla di attualità e dà voce al mondo del retail e del largo consumo, dove si faranno sentire le opinioni dei protagonisti sui cambiamenti in Italia e in Europa. Tra gli argomenti salienti di questa sezione i temi politici e legislativi, i movimenti d’opinione, le analisi sull’andamento dei consumi. La sezione è poi arricchita da un’analisi mensile, realizzata in collaborazione con Blogmeter, che indaga il grado di coscienza presso la classe politica e le istituzioni italiane delle problematiche della distribuzione e del largo consumo. MARK UP Lab si arricchisce di una serie di Osservatori pensati e realizzati in esclusiva per MARK UP, che andranno a monitorare il cambiamento, offrendo, attraverso analisi quali e quantitative, proiezioni sul mondo che verrà.
Completano la rivista la sezione dedicata al mondo del Real Estate Commerciale, con interviste ai protagonisti del settore e i Quaderni di MARK UP dedicati a mercati e settori specifici sui quali c’è particolare fermento in termini di innovazione.

Il Direttore Cristina Lazzati nel suo editoriale racconta “MARK UP prende posizione, lo fa facendosi portavoce di istanze che per troppo tempo sono rimaste chiuse nella riunioni di categoria, negli incontri delle associazioni di settore; lo fa soprattutto stendendo una linea immaginaria, che personalmente vedo da tempo, che lega le varie industry, che parte dalla terra, dalle fabbriche, per arrivare sulla tavola del consumatore…”

articoli correlati

MEDIA

Google annuncia Play Edicola, punto di raccolta virtuale per quotidiani e riviste

- # # # # #

Google lancia Play Edicola, una nuova categoria del Google Play Store e una app per smartphone e tablet Android che consente di fruire delle fonti di notizie preferite in un’unica esperienza, che si tratti di quotidiani, periodici o blog. Attraverso Edicola l’utente può attivare un abbonamento, gratuito o a pagamento, a riviste, blog e giornali e Google li ottimizza perché possano essere letti da tablet o mobile.

Per citare solo alcune delle testate che sarà possibile acquistare in Play Edicola, in copia singola o con abbonamento, ricordiamo i quotidiani La Stampa e Il Sole 24 Ore, periodici di informazione come L’Espresso e Panorama, numerose riviste femminili tra cui Amica, Cosmopolitan, Donna Moderna, Elle, Grazia e Vanity Fair, periodici per le famiglie quali Gente e Famiglia Cristiana, Automobilismo e AlVolante per gli appassionati di auto, Dove e National Geographic per chi ama i viaggi e la natura e ancora Class, Focus, ma anche Starbene, Sale&Pepe, Cose di Casa, Style e tanti altri. La app Play Edicola per smartphone e tablet Android si scarica gratuitamente da Google Play Store.

“Siamo particolarmente orgogliosi che l’Italia sia il primo paese, dopo quelli di lingua inglese, a mettere a disposizione degli editori le funzioni più avanzate di Google Play”, ha dichiarato Luca Forlin, Head of International Partnerships per Google Play Newsstand. “Google Play Edicola va ad arricchire le aree di collaborazione tra Google e gli editori e offre agli utenti una soluzione davvero semplice e comoda per fruire dei contenuti di qualità che preferiscono”. “Play Edicola completa i canali di distribuzione digitali di Class Editori e consente ai nostri lettori, a partire da quelli di Class e Capital, di utilizzare l’ampio ecosistema di tablet e dispositivi mobili basati sulla piattaforme Android di Google per avere sempre disponibili online i magazine preferiti”, ha dichiarato Paolo Panerai, Amministratore Delegato del Gruppo Class Editori.

articoli correlati

MEDIA

GQ si rinnova per i gentiluomini del XXI secolo, al timone arriva Carlo Antonelli

- # # # # #

Il direttore Carlo Antonelli presenta il nuovo GQ, completamente rinnovato per il gentiluomo del XXI secolo: elegante, evoluto, ironico e passionale.  Arriva anche un nuovo creative director, il tedesco Mike Meiré: designer, fotografo e uno dei più grandi architetti internazionali di riviste e di pensiero visuale in genere, con oltre 25 anni di esperienza in pubblicazioni di rilievo in tutto il mondo. Con lui Carlo Antonelli ha ridisegnato il layout di tutte le pagine del mensile con un particolare sapore “retrofuture”
Protagonista della prima copertina del nuovo numero è Miley Cyrus, giovane stella della musica statunitense, fotografata da Mario Testino e incoronata personaggio del momento grazie alle sue recenti esibizioni live e ai suoi videoclip particolarmente conturbanti.

 

“Il nuovo GQ si percepisce come un oggetto quasi “prezioso”, da collezionare e gustare con piacere estremo. L’uomo GQ è interessato a storie importanti che vanno assaporate con calma e con lunghi tempi di lettura rilassati. Le storie di GQ non hanno tempo, hanno invece la qualità di un romanzo. Come i racconti inediti che Niccolò Ammaniti scriverà per noi ogni mese” dice Carlo Antonelli, direttore di GQ.
Con il nuovo GQ è in arrivo anche GQ Bike, un inserto semestrale – in uscita con i numeri di marzo e ottobre – dedicato interamente al mondo della biciletta, una passione maschile in costante crescita: anche per GQ Bike la creatività sarà curata da Mike Meiré.

 

“Siamo molto soddisfatti di come il mercato pubblicitario abbia da subito apprezzato il nuovo posizionamento del nostro mensile maschile. Per ogni sezione del giornale siamo riusciti a contestualizzare le campagne degli inserzionisti realizzando un prodotto di grande stile, contemporaneo, unico. Da un punto di vista pubblicitario, lo straordinario risultato di GQ è in linea con un ottobre molto positivo per tutti i nostri brand – con il web a doppia cifra – in crescita rispetto all’anno precedente; un risultato che ci vede impegnati a proseguire verso una chiusura d’anno che, siamo convinti, potrà riservare ancora delle piacevoli sorprese” così Cristina Pezzini, direttore commerciale Condé Nast.

 

articoli correlati

MEDIA

Al via il nuovo corso di Domus, al timone Nicola Di Battista

- # # # # #

Nicola Di Battista è il nuovo direttore di Domus, la rivista internazionale di architettura. Un vero ritorno a casa, Di Battista era già stato vicedirettore fino al 1996. Il sottotitolo scelto per il nuovo corso è “La città dell’uomo” che il neodirettore spiega così nel suo primo editoriale: “Oggi noi scegliamo come nuovo motto ‘la città dell’uomo’, ricordando Giuseppe Lazzati e Adriano Olivetti, che di questo pensiero sono stati gli ultimi, in ordine di tempo, convincenti estensori. Riteniamo che, oggi, affiancare alla scritta Domus le parole ‘città’ e ‘uomini’ possa essere un buon punto di partenza per riaffermare un’urgenza e una necessità che di nuovo devono porsi alla base di possibili innovazioni nel campo dell’architettura, porsi come solide e forti fondamenta di una rinnovata stagione di progresso e civiltà”. “L’architettura dovrebbe servire a realizzare i luoghi dove l’uomo abita, dove l’uomo lavora, dove l’uomo si diverte, cioè a dire dove l’uomo possa pienamente, liberamente e poeticamente abitare”.

 

Di Battista ha chiamato al suo fianco un Collegio dei Maestri formato da alcuni tra i più importanti e riconosciuti protagonisti dell’architettura contemporanea: David Chipperfield, Kenneth Frampton, Hans Kollhoff, Werner Oechslin e Eduardo Souto de Moura.
La nuova Domus, infatti, pur conservando la propria natura di rivista specializzata che intende affiancare il lavoro degli architetti e dei progettisti, per i suoi stessi interessi si annuncia anche come un laboratorio per connettere i saperi. Per realizzare tutto questo, la rivista fonda un Centro Studi Domus, formato da un pool di giovani professionisti selezionati, con l’obiettivo di portare uno sguardo nuovo sull’architettura contemporanea e di tornare all’interno del dibattito negli studi, nelle università e nel territorio.

La rivista – che si presenta con un progetto grafico completamente nuovo – avrà più rubriche. Due grandi blocchi la connoteranno: una sezione Progetti – per le architetture pubbliche e private, gli interni, il design, l’arte e altro – e una seconda sezione, chiamata Coriandoli – molto ricca, con una foliazione di 40 pagine circa –, strettamente di servizio, “dove vorrei mettere tutto quello che serve all’architetto per fare bene l’architetto”, dice il nuovo direttore.
In ogni numero, Domus presenterà una scelta dei migliori progetti internazionali di architettura e design del momento. Oltre a contenuti autoriali, saranno pubblicati relazioni e commenti dei progettisti stessi, approfondimenti sul processo creativo e produttivo, tavole e disegni originali, fotografie con dettagli e con una grande attenzione all’immagine. Per la nuova Domus è previsto in edicola un cut price di lancio: i numeri di settembre e ottobre 2013 sono proposti a € 5,00 al posto del prezzo di copertina di € 10,00.

E con Domus settembre, in omaggio l’allegato Green: 100 pagine con i più interessanti progetti sostenibili.

 

articoli correlati