MOBILE

La Gazzetta dello Sport presenta la nuova app Gazzetta Gold. PicNic firma la campagna di lancio

- # # # # # #

In occasione dei Mondiali La Gazzetta dello Sport presenta la nuova applicazione Gazzetta Gold: un nuovo prodotto editoriale, un modo diverso di essere informati in mobilità. Tutto il meglio della Gazzetta dello Sport con contenuti esclusivi e innovativi e una redazione dedicata che garantisce l’aggiornamento e gli approfondimenti.

“Gazzetta Gold è disponibile  per smartphone e tablet e consente agli utenti di seguire in ogni momento e in ogni luogo il grande spettacolo dello sport, approfondire le loro passioni e nutrire le emozioni in tempo reale”, spiega il Direttore Andrea Monti. “Dentro Gazzetta Gold c’è tutto il meglio di Gazzetta: il magico mondo della rosea mai così vicino, mai così accessibile”.

Tante le novità rispetto all’applicazione precedente. Ovviamente c’è il quotidiano e il suo archivio, SportWeek, gli aggiornamenti dal sito, il live dei grandi eventi, il meglio di Gazzetta.tv. Ma ci saranno anche contenuti digitali aggiuntivi pensati per gli utenti dell’applicazione e realizzati da una redazione dedicata: splendide galleries fotografiche, infografiche interattive, storie e opinioni, approfondimenti esclusivi, focus tecnici. L’agenda dello sportivo pensata come un grande database dello sport. E una community riservata agli abbonati che consente di parlare direttamente con il giornale e i suoi inviati.

Il progetto Gazzetta Gold è stato realizzato dalla Direzione della Gazzetta dello Sport con il supporto dell’agenzia Sketchin sia per l’impostazione strategica sia per la grafica e il design. Per il lancio di Gazzetta Gold è stata preparata una campagna stampa, TV e online la cui creatività è curata da PicNic.

Gazzetta Gold è disponibile da oggi mercoledì 11 giugno con anche un’area speciale dedicata ai Mondiali per iOS, e sarà prossimamente fruibile su Android. La nuova applicazione mantiene gli stessi prezzi della precedente, ma nei giorni 11 e 12 giugno è gratis per tutti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

#riskeverything, online la terza parte del corto animato di Nike Football

- # # # # # # #

Nike Football ha rilasciato la terza parte della sua campagna #riskeverything, un vero e proprio cortometraggio animato della durata di cinque minuti realizzato da Nike, Wieden + Kennedy e Passion Pictures con protagonisti alcuni dei più grandi calciatori del mondo impegnati nella missione di salvare il calcio dalle mani di un genio del male, The Scientist. Questa la trama di “The last game”

“L’idea di The Last Game è mostrare al mondo che Nike, come tutti coloro che sono davvero appassionati di calcio, crede che il gioco debba essere brillante, audace e deciso. Avere il coraggio e la capacità di correre dei rischi è assolutamente vitale nel calcio. Immaginate un mondo senza i virtuosismi di Cristiano Ronaldo, le acrobazie di Zlatan o le magie di Neymar” spiega il Chief Marketing Officer di Nike, Davide Grasso.

Dopo la scena di apertura, in cui “The Scientist’” presenta i suoi cloni, assistiamo all’effetto noia sul mondo del calcio causato dallo stile di gioco degli automi. Il calcio virtuoso cessa di esistere e il gioco quasi si estingue. Vedendo che giocatori “reali” ormai conducono delle vite “normali”, la leggenda brasiliana Ronaldo (O Fenómeno) decide di porre fine alla situazione e va in missione per fare tornare il gioco del calcio uno sport brillante, radunando il gruppo di giocatori più geniali del mondo. O Fenómeno recupera così, in una bancarella di libri fuori dallo stadio, un avvilito Zlatan, che si lascia alle spalle copie di I AM ZLATAN.
Preleva poi Cristiano Ronaldo, relegato a vita a fare il manichino nelle vetrine, dal negozio SPORT-U-GA; strappa Iniesta alla tranquilla vita da contadino pronunciando la parola “Magista”, stronca la nuova carriera di parrucchieri di Neymar e David Luiz e quella da pescatore di Wayne Rooney trascinato nel retro di un furgone.

O Fenómeno, con un entusiasmante discorso, riesce a convincerli che “The Clones” si possono battere. Per fugare qualsiasi dubbio la leggenda brasiliana, mentre stanno salendo le scale di un luogo segreto, ricorda loro i più grandi momenti delle rispettive carriere.

L’attenzione del mondo si concentra sulla resa dei conti tra The Players e The Clones, e ci sarà un solo vincitore.

“I 90 secondi finali di The Last Game dimostrano, al di là di ogni dubbio, che il calcio audace dovrebbe essere l’unico tipo di calcio in campo. Un calcio geniale, creativo, ricco di azzardi. Ecco di cosa parla #riskeverything” ha aggiunto Davide Grasso.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

#riskeverything: Nike lancia la campagna dedicata al calcio. Protagonisti Cristiano Ronaldo, Neymar e Wayne Rooney

- # # # # # # # # #

Oggi Nike lancia la prima parte della sua campagna Football 2014 #riskeverything. Con la partecipazione di Cristiano Ronaldo, Neymar e Wayne Rooney, il video mostra la pressione a cui sono sottoposti alcuni dei più grandi calciatori del mondo quando si preparano a giocare sul più celebre palcoscenico internazionale.

“Giocare per il proprio Paese è un onore a cui tutti i calciatori aspirano, ma questo onore porta con sé un enorme stress e una grandissima responsabilità,” dice Davide Grasso, Chief Marketing Officer di Nike. “Il video intende mostrare come alcuni dei migliori giocatori del mondo riescono ad avere successo nonostante questo stress, grazie alla loro disponibilità a rischiare il tutto per tutto”.

Il film si apre con Ronaldo che cammina in un aeroporto, in un primo momento solo con i suoi pensieri, poi circondato dai tifosi che lo circondano e cercano di catturare la sua attenzione. Il pandemonio continua mentre procede verso lo stadio, con le strade di Lisbona zeppe di magliette e di manifesti di CR7. Alla radio viene trasmessa la radiocronaca della serata precedente: “Ronaldo segna! Chi altri se non Ronaldo!?”. Il fanatismo intorno a lui è al culmine. Nel frattempo, Rooney si veste nella sua camera d’albergo, mentre i commentatori gli ricordano quello che già sa: alla sua carriera stellare manca ancora un goal per l’Inghilterra segnato sul più importante palcoscenico del mondo. I media che lo inseguono appena esce dal suo hotel ritraggono chiaramente l’intenso esame a cui è sottoposto nel suo Paese d’origine e oltre. E Neymar, che ha recentemente iniziato a indossare la celebre maglia n.10 del Brasile, osserva i tifosi, seduto all’interno del pullman della squadra. Allo stadio, sta percorrendo i corridoi per entrare in campo quando ripensa rapidamente alle grandi maglie n.10 del passato che hanno fatto grande la squadra. Neymar, affrontando un’incredibile pressione che paralizzerebbe la maggior parte degli uomini, si concede invece un sorriso appena accennato.

“Risk Everything” è stato diretto da Jonathan Glazer. Agenzia creativa: Wieden + Kennedy Portland.

articoli correlati