MEDIA

Rio 2016: ecco i top tweet dei giochi olimpici

- # # #

Rio_2016_Impressions_Volume_.001

Le Olimpiadi di Rio 2016 si sono disputate anche su twitter: i fan di tutto il mondo hanno utilizzato il social dei 140 caratteri per festeggiare per le esaltanti vittorie, entrare in contatto con gli atleti, rivedere i momenti salienti, e condividere l’esperienza dal vivo.

I Tweet su #Rio2016 sono stati visualizzati 75 miliardi di volte. Sono stati inviati più di 187 milioni di Tweet, in totale, sui Giochi. Questo ha portato a 75 miliardi di visualizzazioni (su Twitter e su altri canali) dei Tweet sui dei Giochi Olimpici di Rio 2016.

I momenti principali a livello globale: il #BRA vince l’oro nel calcio. L’urlo della folla sugli spalti ha avuto eco anche su Twitter durante i giochi. L’apice è stato raggiunto dopo la rete di @neymarjr, che ha segnato il rigore decisivo per assicurare la vittoria al Brasile durante la finale per l’oro contro la #GER.

I momenti principali italiani: la semifinale di Pallavolo #ITA vs #USA. In Italia invece il momento il momento più condiviso è stato quello della vittoria della team di Volley nella sofferta semifinale contro gli #USA.

Gli atleti e gli sport più Twittati. Con 5 nuove medaglie d’oro, Michael Phelps si è guadagnato l’oro anche nelle conversazioni su Twitter.

I Tweet degli atleti più Ritwittati: Oro in Ginnastica e su Twitter. È infatti di Simone Biles il post di un atleta più Ritwittato durante #Rio2016.

Questa la top 10 dei post degli atleti più Ritwittati:

1. proof : had to do a retake bc I thought we were taking a picture then he kissed me instead ❤️ pic.twitter.com/rld33V14qe – Simone Biles (@Simone_Biles) 16 agosto 2016

2. https://twitter.com/kenzo8824/status/762812573335117825
3. https://twitter.com/usainbolt/status/766815666057994240
4. https://twitter.com/Simone_Biles/status/765665961953419264
5. https://twitter.com/delpotrojuan/status/765023382194839552
6. https://twitter.com/usainbolt/status/764998081486225409
7. https://twitter.com/Simone_Biles/status/767351121635672064
8. https://twitter.com/delpotrojuan/status/764585350081679360
9. https://twitter.com/usainbolt/status/767137421158932480
10. https://twitter.com/Simone_Biles/status/763153691604058116

I Tweet in Italia:
@ItaliaTeam_it


• https://twitter.com/ItaliaTeam_it/status/762377267448250368
• https://twitter.com/ItaliaTeam_it/status/762387699181510656
• https://twitter.com/ItaliaTeam_it/status/764916602441764866
@Coninews – Tweet con più RT:
• https://twitter.com/Coninews/status/762386760353669120
• https://twitter.com/Coninews/status/764916364314349569
• https://twitter.com/Coninews/status/762031294884741120
• https://twitter.com/Coninews/status/763103986073370624

@matteorenzi: https://twitter.com/matteorenzi/status/766703609283284992
@giomalago: https://twitter.com/giomalago/status/764928725897080836
@7belloOfficial: https://twitter.com/7belloOfficial/status/767030071806877696
@Simo_Ventura: https://twitter.com/Simo_Ventura/status/767431348785152000
@zaiapresidente: https://twitter.com/zaiapresidente/status/767641026475520000

Vine
Anche Vine ha contribuito a portare gli sportivi più vicini ai Giochi. La sezione Explore dell’app mobile ha proposto emozionanti contenuti e quando gli utenti hanno fatto double-tap su un Vine di @Olympics e di molti account dei team in gara hanno visto apparire una Fiamma Olimpica al posto del consueto cuore. Questi alcuni dei momenti più emozionanti su Vine da #Rio2016:


C’è qualcuno più veloce di @usainbolt?

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Visa celebra 30 anni di partnership Olimpica a Rio 2016 con l’espansione del Team Visa

- # # # # # #

Team Visa

Visa celebra a Rio 2016 30 anni di partnership dei Giochi Olimpici e Paralimpici creando il sistema di pagamento più tecnologicamente avanzato e il Team Visa più
esteso di sempre, composto da ben 60 atleti, compresi 10 membri del ROA, la squadra Olimpica degli atleti profughi formata dal CIO per questa edizione. Inoltre, Visa ha attivato nuove modalità di coinvolgimento dei fan predisponendo una serie di attività online per tutta la durata dei Giochi.

Sin dal suo esordio nel 2000, il programma Team Visa ha supportato oltre 300 atleti, fornendo loro gli strumenti, le risorse e il supporto di cui necessitano per prepararsi al meglio ai Giochi e competere con successo. Quest’anno, per Rio 2016, il Team Visa è il più esteso e il più “accogliente” di sempre, con 60 atleti e due allenatori, in rappresentanza di 21 paesi e di 25 diverse discipline sportive, comprendendo anche gli atleti Olimpici profughi del ROA.

Inclusione e accettazione – infatti – sono al centro dei valori Olimpici e, in riconoscimento di questi ideali, il CIO ha dato a 10 atleti profughi l’opportunità di competere a Rio 2016. Visa supporta questi 10 atleti, provenienti dal Sud Sudan, dalla Siria, dal Congo e dall’Etiopia – e ha coinvolto anche due allenatori dedicati – che gareggeranno per la bandiera Olimpica in atletica leggera, nuoto e judo.

In occasione di Rio 2016, Visa ha predisposto il sistema di pagamento più avanzato tecnologicamente che sia mai stato creato per i Giochi Olimpici e Paralimpici, con una rete di circa 4.000 terminali POS abilitati ai pagamenti NFC presenti presso i siti Olimpici e aree collegate, dove i fan e gli atleti possono avvalersi di nuove opzioni di pagamento, tra le quali:

“Visa Payment Ring”, l’anello di pagamento di Visa creato per i 60 atleti del Team Visa: tutti i 60 atleti del Team Visa partecipanti ai Giochi, sono dotati di questo anello che presenta le ultime innovazioni messe in campo da Visa. L’anello oltre a essere equipaggiato con funzionalità di pagamento NFC, è dotato anche della tecnologia di sicurezza token di Visa.

“Pulseira Bradesco Payment Band”, la fascia da polso per i pagamenti, sviluppata da Visa in collaborazione con la banca brasiliana Bradesco. Resistente al sudore e all’acqua, è regolabile e può essere utilizzata in tutti i siti Olimpici. Le fasce da polso messe a disposizione da Visa e Bradesco sono 3.000 e verranno consegnate a un gruppo selezionato di fan, dipendenti e visitatori.

“Team GB Payment Band”, la fascia da polso di pagamento del Team GB, la squadra Olimpica della Gran Bretagna: Visa collabora con il Team GB e Barclaycard con una fascia di pagamento dedicata che è stata distribuita a tutti gli atleti che compongono la squadra. La fascia è abilitata al pagamento con tecnologia bPay e può essere usata presso i 4.000 terminali POS abilitati all’accettazione dei pagamenti NFC presenti nei siti Olimpici a Rio ma anche presso tutti i terminali che accettano pagamenti contactless nel mondo.

“Swatch Bellamy Watch”, l’orologio Swatch creato in collaborazione con Visa dotato di funzionalità di pagamento contactless: Visa ha collaborato con Swatch alla creazione del primo orologio abilitato ai pagamenti contactless disponibile per i consumatori in Brasile. L’orologio potrà essere acquistato nei punti vendita Olimpici durante i Giochi.

Per avvicinare i fan al cuore dei Giochi di Rio 2016 Visa ha lanciato il test “Che tipo di atleta Olimpico saresti?” per scoprire rispondendo ai quesiti la propria disciplina Olimpica e che tipo di atleta si potrebbe essere. Il quiz predisposto da Visa è disponibile presso il sito di Visa Italia.

Per illustra il suo ruolo vitale nel settore dei pagamenti, Visa ha commissionato all’agenzia Saatchi & Saatchi di Londra la produzione di un cortometraggio dal titolo “Beating Heart” . Il video presenta Ashley Bryant, decatleta medaglia d’argento ai Glasgow Commonwealth Games 2014, che interpreta un atleta che si prepara ai Giochi di Rio, e sovrappone le immagini della sua rigorosa sessione di addestramento con quelle di un cuore che pulsa. Più si avvicina il momento dei Giochi e più cresce l’eccitazione della folla dei fan, più il cuore pulsa forte, perché, proprio come il cuore di tutti noi, Visa è sempre pronta, sempre al massimo delle prestazioni quando vi è bisogno.

Il cortometraggio sarà utilizzato in campagne di comunicazione televisive e online in Europa, tra cui Bulgaria, Croazia, Danimarca, Francia, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Malta, Norvegia, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Turchia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Da domani on air la seconda fase della campagna UnipolSai per Rio 2016

- # # # # # # #

unipolsai

Con le prima gare dell’Olipiade di Rio prenderà il via anche la seconda fase della campagna di comunicazione UnipoSai, ideata del gruppo assicurativo per confermare il proprio sostegno al CONI e all’Italia Olympic Team di cui è main sponsor.
Dopo la campagna che ha accompagnato il periodo pre-olimpico con lo spot tv sulle reti Mediaset e Sky che ha visto protagonisti Federica Pellegrini e gli altri atleti del Team Young Italy UnipolSai in partenza per Rio, questa nuova creatività, ideata e prodotta insieme all’agenzia K Group e pianificata con Starcom, racconta la vicinanza di UnipolSai allo sport con uno spot TV da 15”, on air su reti Rai durante tutto il periodo dei Giochi Olimpici dal 5 al 21 agosto. UnipolSai lancia un messaggio dal tone of voice forte e dinamico che ci introduce nella tensione della competizione e che esprime in modo diretto la vicinanza all’Italia Olympic Team. Tale creatività sarà declinata anche su stampa e digital.

“Insieme a voi dalla prima all’ultima gara” è infatti il claim che descrive come il sogno olimpico sia un traguardo raggiunto attraverso migliaia di gesti ripetuti, duro allenamento quotidiano, sacrificio, tenacia, convinzione. E di come UnipolSai vuole essere vicina a tutti gli atleti azzurri che hanno raggiunto questo sogno e che daranno il massimo nelle diverse competizioni in programma a Rio 2016.

Oltre all’azione di advertising, la comunicazione del periodo olimpico di UnipolSai prevederà anche “NextToRio UnipolSai”, l’importante progetto di video-content, in esclusiva sui propri canali social del Gruppo, presente a Rio insieme al CONI presso Casa Italia, racconterà quotidianamente i giorni Olimpici da una prospettiva inusuale.
Su YouTube | Unipol Group Corporate Channel, attraverso NextToRio UnipolSai sarà possibile vivere un video-racconto quotidiano, insieme a Vic e Federico Russo di Radio Deejay, con interviste ai protagonisti sportivi e agli altri volti direttamente da Casa Italia e uno sguardo speciale su Rio fatto di storie e luoghi tutti da scoprire.

A completare la strategia di comunicazione integrata messa in campo da UnipolSai per le Olimpiadi di Rio, sono stati lanciati due contest: uno dedicato ai follower del profilo twitter UnipolSai Corporate, l’altro per i clienti UnipolSai. I vincitori voleranno a Rio per vivere in prima persona le emozioni delle Olimpiadi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Da domani Vodafone porta Rio 2016 ai tifosi italiani con Maurizia Cacciatori

- # # # # # # #

Maurizia Cacciatori Vodafone

Da domani Vodafone “prende parte” alle Olimpiadi di Rio per seguire in prima persona  le imprese degli atleti tricolore direttamente da “Casa Italia”, grazie all’inviata speciale Maurizia Cacciatori, ex pallavolista e opinionista sportiva.
Tutti i contenuti esclusivi prodotti da Vodafone saranno diffusi sulla pagina Facebook Vodafoneit e sui canali Facebook, Instagram e Snapchat di Vodafone Unlimited con l’hashtag #PowerToItaliaTeam.

Alcuni contenuti verranno anche rilanciati da Eurosport e dalle testate di Hearst Magazines Italia oltre che da alcuni influencer del mondo dello sport.
Tutto questo è reso possibile dalla partnership tra Vodafone e CONI, che avrà una durata di 12 mesi, con l’obiettivo di promuovere attraverso la Rete e la tecnologia Vodafone la diffusione dello sport a 360 gradi, a partire dalle discipline presenti ai Giochi olimpici di Rio 2016.
Per l’occasione è stato realizzato uno spot, in collaborazione con Team RED, che mostra come la Rete 4G migliore d’Italia sostenga gli atleti tricolori presenti a Rio e aiuti gli italiani a fare il tifo per loro.

articoli correlati

AZIENDE

Atos pronto al via di Rio 2016

- # # #

atos rio 2016

Atos, Worldwide IT Partner del Comitato Olimpico Internazionale, si prepara a far vivere un’esperienza mediale totalmente coinvolgente agli spettatori e a tutti i protagonisti delle Olimpiadi brasiliane.

Le tecnologie integrate implementate dai business technologists della multinazionale francese garantiranno la massima sicurezza e offriranno l’opportunità di respirare l’atmosfera olimpica in real time, da qualunque dispositivo e da ogni parte del mondo.
Rio 2016 rappresenta infatti un importante traguardo nella trasformazione digitale dei Giochi Olimpici, che si svolgeranno in un regime di massima sicurezza grazie a sistemi informatici altamente sofisticati e che si caratterizzeranno per l’efficienza dei molteplici servizi gestiti per la prima volta in cloud.
L’innovazione tecnologica viaggia di pari passo alla user experience, cui Atos attribuisce un grande valore: il lancio di un “Olympic Video Player”, realizzato attraverso l’integrazione di differenti linguaggi mediali, ad esempio, fornisce in tempo reale risultati, statistiche, biografie, curiosità, commenti sui social media e tanto altro; lo sviluppo del “Games Management System” che supporta la pianificazione e l’accreditamento di più di 300.000 persone, tra volontari, atleti e giornalisti, mentre la un ”Information Diffusion System” gestito direttamente dal TOC (Technology Operation Center), fornisce ai commentatori e ai giornalisti dotati di touch screen i risultati delle gare di tutte le discipline, ancora prima di udire il boato della folla acclamante. Infine l’applicazione “myInfo+” permette a media accreditati, atleti, allenatori e partner ufficiali di personalizzare la propria esperienza olimpica digitale, selezionando contenuti, classifiche, informazioni di trasporto e calendari di gara.

“L’evoluzione tecnologica di cui Atos è promotore non conosce confini.”, commenta Giuseppe Di Franco, Chief Executive Officer di Atos Italia, che aggiunge: “La nostra forza è racchiusa nell’armoniosa unione tra innovazione, persone e business. Emblema ne è il prossimo appuntamento olimpico che mette in risalto la consolidata esperienza e il know how maturati dai nostri business technologists e che ci proietta anche nelle future sfide, tra cui quella delle Olimpiadi di Tokyo 2020″.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Barilla e J. Walter Thompson alimentano la passione dei campioni dello sport

- # # # # #

barilla j. walter thompson

Dopo i branded content creati in collaborazione con Sky Media, prosegue la campagna prosegue la campagna BarillaNutriamo un sogno” ideata da J. Walter Thompson in occasione delle Olimpiadi di Rio 2016 “Nutriamo un sogno” ideata da J. Walter Thompson in occasione delle Olimpiadi di Rio 2016.

Nella campagna TV, gli spot da 15” mostreranno gli atleti durante un allenamento molto particolare. Infatti li vedremo tendere i muscoli, prendere il respiro e concentrarsi. Giunti al momento clou della loro performance ci accorgeremo che non stanno facendo sport, ma stanno preparando un piatto di pasta Barilla. La line “Le grandi passioni vanno alimentate” completa lo spot portando l’attenzione sul concetto di campagna.

Carlotta Ferlito, Clemente Russo, Rossella Fiamingo, e Tania Cagnotto sono gli atleti coinvolti; tutti i soggetti saranno on-air da oggi sulle principali reti televisive e sul web, con una pianificazione curata da OMD.
Lo stesso concept è stato declinato anche in soggetti stampa già in rotazione su quotidiani e riviste di settore.

 

Credits
CEO & Chief Creative Officer: Sergio Rodriguez
Senior Copywriter: Emilia Sernagiotto
Senior Art Director: Simone Adami
Copywriter: Giorgio Schirripa
Art Director: Pierpaolo Bivio
Agency Producer: Alberto Carloni
Client Leader: Valentina Salice
Account Supervisor: Monica Lomazzi
Account Executive: Juna Cerri, Sonia D’Ettorre

articoli correlati

AGENZIE

Voice2Media in Brasile per Rio 2016: l’agenzia seguirà la comunicazione di 15 gare olimpiche

- # #

Marco Dalla Dea con le medaglie Olimpiche di Londra 2012 Luca Tesconi (sinistra) e Niccolò Campriani (destra)

Il team di Voice2Media, agenzia specializzata nella Sport Industry a livello internazionale, sarà a Rio de Janeiro dove seguirà 15 delle 305 gare in programma. Tra queste, un focus particolare sarà sull’assegnazione della prima medaglia d’oro dei giochi, la mattina del 6 Agosto.

Non è la prima esperienza ai Giochi per l’agenzia: Voice2Media ha affiancato l’organizzazione Olimpica a partire da Pechino 2008, passando per Londra 2012, e sta già lavorando per la prossima edizione di Tokyo 2020.

“Siamo da 10 anni nel mondo dello sport – afferma Marco Dalla Dea, 34 anni, titolare dell’agenzia – e offriamo servizi di comunicazione in italiano, inglese e cinese, grazie ad un team multilingue specializzato nel settore. Questo ci permette di comunicare in tutto il mondo ed è il motivo per cui saremo anche a Rio de Janeiro”.

Oltre alle gare Olimpiche, infatti, Voice2Media ha seguito solo negli ultimi quattro anni Coppe del Mondo, Europei e meeting internazionali, affiancando i propri clienti in oltre 30 gare di qualificazione in 25 Nazioni diverse, lungo la strada per Rio. Questo ha permesso all’agenzia di costruire un database di circa 40.000 contenuti, e di interagire con una community di oltre 60 milioni di fans world-wide, oltre che con i media di 161 nazioni.

Specializzata nella comunicazione sportiva, Voice2Media ha un focus particolare nel mondo Outdoor e annovera tra i propri clienti Beretta, Airwheel, Fiocchi, Krieghoff, Clever, oltre alla Federazione Italiana Tiro a Volo e alla International Shooting Sport Federation, che regola a livello mondiale le discipline del Tiro sportivo.

“Lavoriamo con Federazioni Sportive, atleti e con aziende del settore – continua Dalla Dea – e sempre di più l’export e la comunicazione all’estero rappresentano leve strategiche per il business, sia che si tratti di pubblico che di privati. Basti pensare che il 70% del nostro fatturato è prodotto con attività al di fuori dai confini nazionali”.

“Le regole sulla comunicazione delle Olimpiadi sono molto stringenti e molto più rigide rispetto a quelle di altri eventi internazionali ma, grazie all’esperienza maturata sul campo, riusciamo a muoverci con agilità non solo sui campi di gara ma anche tra la burocrazia, offrendo consulenze specifiche ai nostri clienti.”

“Le logiche produttive a questi mega-eventi sono molto particolari. A Rio abbiamo offerto agli organizzatori anche un supporto per la pianificazione delle aree media, dalla sala stampa alle photo positions, passando per la mixed zone. Considerando che seguiremo l’assegnazione della prima medaglia d’oro dei giochi (il 6 Agosto) non è stato facile: ci aspettiamo più di 200 media representatives, oltre a fotografi e cameramen. Le più alte cariche dello sport internazionale saranno presenti, e l’evento sarà ovviamente in diretta mondiale.”

articoli correlati

AGENZIE

Rio 2016, le Olimpiadi più visual di sempre con Getty Images

- # # # #

Allan Wells And Pietro Mennea - Moscow Olympics

Getty Images documenterà le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Rio 2016 con l’ausilio di una straordinaria squadra di pluripremiati fotografi sportivi e con tecnologie innovative, in grado di trasformare il modo di vivere e seguire l’evento sportivo più importante dell’anno.

Saranno infatti 120 i membri del team di Rio 2016, con un roster di fotografi specializzati, che scatterà oltre 1,5 milioni di immagini, di cui oltre 85.000 saranno distribuite in tutto il mondo.

Getty Images potrà contare su circa 100 chilometri di fibra ottica, che consentirà ai fotografi di collegarsi in rete da tutte e 32 le location presso cui si terranno le gare dei Giochi Olimpici e di comunicare con gli editor situati nell’area stampa presso il Main Olympic Press Center. Questa velocità di connessione consente di trasferire le foto dai campi da gioco al sito www.gettyimages.it/olympics in soli 120 secondi.

Oltre alla presenza di uno specialista del gigapixel, che scatterà foto panoramiche a 360° delle location e degli eventi più importanti, tutti i fotografi Getty Images saranno dotati di fotocamere a 360°, per realizzare immagini in grado di trasportare lo spettatore direttamente nel cuore dei Giochi Olimpici. Nelle dieci location dedicate all’atletica, alla ginnastica e agli sport acquatici, le fotocamere per riprese aeree e subacquee saranno pronte a immortalare i momenti più importanti da prospettive inedite.

“Le Olimpiadi 2016 saranno le più visual di sempre, e noi metteremo a disposizione le nostre eccellenze nel settore della fotografia per immortalare la bellezza di Rio e tutta l’intensità e l’emozione del più importante evento sportivo internazionale. La prospettiva originale dei nostri fotografi, acquisita in anni di specializzazione ed esperienza nel settore della fotografia sportiva, assicura a Getty Images la possibilità di catturare i momenti più importanti e unici delle Olimpiadi,” ha detto Ken Mainardis, Vice President Sports Imagery and Services di Getty Images.

Oltre alla copertura in diretta dei Giochi Olimpici di quest’anno, Getty Images offre, grazie all’Archivio Hulton, una delle più ampie collezioni di immagini delle Olimpiadi al mondo. Il suo archivio di immagini sui Giochi Olimpici, gettyimages.it/Olympics, copre più di 100 anni di gare, tra Olimpiadi e Paralimpiadi, a partire da quelle di Atene 1896.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Carlotta Ferlito, Edwige Gwend e Alessandro Fabian ambasciori dell’Happy Meal Sport Camp di Rio

- # #

Fabian_Ferlito_Gwend

Una nuova sfida che ha il profumo di Olimpiadi per gli ambasciatori di Happy Meal Sport Camp: la ginnasta Carlotta Ferlito, la judoka Edwige Gwend e il triatleta Alessandro Fabian voleranno infatti a Rio 2016 per tingere d’azzurro i giochi al via il 5 agosto. Prosegue invece il cammino di Giusy Versace per la qualificazione ai Giochi Paralimpici in programma dal 7 al 18 settembre.

La prima a scendere in gara sarà Carlotta Ferlito: domenica 7 agosto, al Rio Olimpyc Arena, scatteranno infatti i turni di qualificazione della ginnastica artistica. L’atleta catanese sarà impegnata nella trave, nel corpo libero, nell’all around e nella prova a squadre. “ Quelle olimpiche sono gare che capitano poche volte nella vita e bisogna viverle al massimo – dice Carlotta Ferlito. A Londra avevo 17 anni, molta ansia e l’impegno di aprire l’Olimpiade azzurra con un attrezzo a me poco congeniale. In Brasile arrivo con una maggiore esperienza; ho tanto allenamento alle spalle e nell’ultimo anno ho fatto grandi passi avanti perciò sono pronta a fare del mio meglio. Vorrei qualificarmi in più finali possibili e una volta lì giocarmela con le migliori al mondo: USA, Russia e Cina, senza dimenticare il Brasile padrone di casa”.

Il 9 agosto sarà Edwige Gwend a scendere sul tatami nella categoria dei 63 kg con l’obiettivo di rivincita rispetto ai giochi londinesi quando dovette cedere il passo alla c inese Xu Lili, poi arrivata in finale: “Arrivare sul podio sarebbe una soddisfazione che mi ripagherebbe dei sacrifici fatti – spiega Edwige Gwend. La mia esperienza londinese fu breve ma importante, e sono cresciuta tanto da allora. Ho la fortuna di potermi rimettere in gioco e di farlo con le migliori al mondo. A Rio mi difenderò da tre atlete in particolare: la francese Agbegnenou, la slovena Trstenjak e la giapponese Tashiro. Spero di vivere questa seconda partecipazione al meglio, con anche gioia e spensieratezza, che mi permetteranno di dare il meglio di me”.

A chiudere sarà Alessandro Fabian: il 18 agosto il triatleta padovano scatterà alla partenza del percorso immerso nel suggestivo contesto di Fort Copacabana per migliorare lo storico 10° posto di Londra, risultato mai raggiunto prima da un italiano in questa disciplina. “L’obiettivo di Rio è chiaro: migliorare il mio 10° posto di Londra – afferma Alessandro Fabian. Questo quadriennio potrei riassumerlo con due parole: consapevolezza e maturazione. Sono stati anni caratterizzati da diversi infortuni che mi hanno forgiato e mi hanno portato a una capacità di concentrazione differente. Dove il mio fisico non può arrivare, pongo l’attenzione su ciò che lo guida. Gli avversari che temo di più sono i fratelli inglesi Brownlee, lo spagnolo Gomez e il francese Luis. So che questi sono atleti ostici come me; del resto e l’Olimpiade è sempre una gara piena di sorprese, quindi spazio ai colpi di scena”.

In prima fila a tifare i tre azzurri ci saranno i compagni di Happy Meal Sport Camp Massimiliano Rosolino – quattro Olimpiadi (Atlanta 1996, Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008) e quattro medaglie (un oro, un argento e due bronzi) – e Maurizia Cacciatori, capitana della Nazionale di volley che nel 2000 ottenne la prima storica qualificazione alle Olimpiadi per questa disciplina in campo femminile.

Gli ambasciatori di Happy Meal Sport Camp torneranno tutti insieme nelle piazze italiane per incontrare i bambini e le loro famiglie: il 18 settembre a Padova e il 1 ottobre a Reggio Calabria.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Online la campagna “Perfect Isn’t’ Pretty” di Gillette per Rio 2016. Firma Grey

- # #

Gillette - backstage campagna Rio 2016

Debutta oggi il video Perfect Isn’t’ Pretty, elemento centrale della campagna di Gillette – marchio leader  per i Giochi Olimpici di Rio.

Il video e la colonna sonora he lo accompagna danno vita alla campagna Perfect Isn’t Pretty, il cui obiettivo è quello di raccontare il ruolo di Gillette quale marchio che da oltre un secolo promette e si impegna a fornire ogni giorno i migliori rasoi ad oltre 800 milioni di uomini.

Perfect Isn’t Pretty cattura la dura realtà del percorso di un atleta verso i Giochi Olimpici” spiega Francesco Tortora, Global Brand Director di Gillette. “Il nostro video e la colonna sonora che lo accompagna mostrano come gli atleti olimpici abbiamo ispirato direttamente il nostro marchio nella ricerca della perfezione a prescindere da quanto sia difficile il percorso per raggiungerla. Così come gli atleti devono dare il meglio per approdare ai Giochi Olimpici, anche noi diamo il meglio per creare i rasoi più precisi al mondo”.

 

CREDITS

 

Agenzia di Pubblicità – Grey

Senior Creative Director – Noah Will, Asan Aslam
Digital Planning – Bryce Mathias
Account Supervisor – Katie Stirn, Suzi Jump
Executive Producer – James McPherson, Kim Dellara

Casa di produzione – Caviar Content
Regia – Karim Huu Do
Director of Photography –  Daniel Bouquet
Producer –  Katy Hill
Music Company – Heavy Duty Projects

Music supervisor – Zachary Pollakoff
Soundtrack – Perfect isn’t Pretty by Sia feat. Pusha T, Olodum and Ariel Rechtshaid

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Un’Olimpiade a 360 gradi: Samsung presenta “Molto più che Olimpiadi” per Rio 2016

- # # # # #

Il Samsung Galaxy Team per Rio 2016

Samsung, worldwide partner dei Giochi Olimpici di Rio 2016, annuncia ufficialmente insieme al CONI, presso il Samsung District di Milano, il Samsung Galaxy Team, una squadra di 7 atleti azzurri pronta a far vivere a 360 gradi l’emozione delle proprie discipline, attraverso la campagna “Molto più che Olimpiadi. Vivi Rio 2016 a 360°”, avvicinando tutti gli Italiani agli sport olimpici.

La campagna “Molto più che Olimpiadi. Vivi Rio 2016 a 360°” rispecchia la volontà di Samsung di sostenere il talento quale massima espressione della capacità dell’essere umano di mettersi in gioco e superare qualsiasi tipo di barriera, linguistica, sociale e fisica, per conquistarsi un posto nella competizione più importante nella vita di un atleta. L’innovazione tecnologica di Samsung è in questo senso un abilitatore dei successi sportivi e dell’aggregazione sociale in grado di far vivere in prima persona e condividere le emozioni dei traguardi raggiunti con la realtà virtuale.

Il campione indiscusso della scherma Aldo Montano, il pugile di fama mondiale Clemente Russo, lo specialista della lotta libera Frank Chamizo Marquez, la tuffatrice fuoriclasse Tania Cagnotto, la giovane ginnasta Erika Fasana, la giocatrice di beach volley Marta Menegatti e la campionessa paralimpica di atletica leggera, nonché portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi, Martina Caironi, sono gli atleti che realizzeranno il sogno di tutti gli Italiani di vivere in prima persona la magia di Rio 2016, rendendo l’appuntamento più atteso dell’anno accessibile a tutti, grazie alla tecnologia Samsung.

Samsung, che guida l’innovazione in Italia e nel mondo con dispositivi capaci di rivoluzionare le esperienze delle persone, rendendole sempre più immersive anche nel mondo dello sport, ha scelto il Galaxy Team per esplorare nuovi territori, portando così la tecnologia al servizio delle passioni di tutti. Con la campagna “Molto più che Olimpiadi. Vivi Rio 2016 a 360°”, Samsung si fa ambasciatore di una vera e propria missione olimpica: far vivere e rendere accessibile a tutti l’emozione del gioco e dello sport, contribuendo a costruire un mondo senza barriere.

“Siamo orgogliosi di essere Partner anche quest’anno dei Giochi Olimpici che ci consentiranno di pianificare e sviluppare assieme al CONI numerose attività capaci di coinvolgere tutti i sostenitori del team Azzurro” – ha commentato Carlo Barlocco, Presidente di Samsung Electronics Italia. “Attraverso gli atleti del Samsung GALAXY Team, e grazie alle nostre tecnologie innovative come la tecnologia 360, vogliamo avvicinare sempre più persone allo sport, e nello specifico trasmettere a tutti lo spirito Olimpico”.

“Il casting di Samsung è strepitoso, un mix generazionale di persone giovani e meno giovani, con esperienze olimpiche alle spalle e tante discipline rappresentate, un mix perfetto in chiave olimpica. Una scelta per niente banale e assolutamente vincente, poi tutto dipenderà dagli atleti” commenta Giovanni Malagò, Presidente del Coni. “Il Coni ha lavorato con grande impegno e assiduità, con professionalità e competenza quest’anno, e portiamo a Rio de Janeiro un numero di atleti superiore a quello di Londra dove furono 281 e ne siamo orgogliosi. E’ un mondo tutto in evoluzione esattamente come Samsung, un’azienda mai ferma e che sarà contenta che nel 2020 ci sarà l’arrampicata tra gli sport olimpici, il surf, lo skateboard, tutti sport per i giovani a cui l’azienda da sempre è vicina. Siamo molto contenti di questa partnership che porta valore al mondo dello sport e che rinnova il ruolo della tecnologia nel supportarne l’evoluzione, i prodotti di Samsung sono veramente eccezionali e Casa Italia potrebbe chiamarsi Casa Samsung perché all’interno si è permeati di innovazione a 360°” conclude Malagò.

A testimonianza di come la tecnologia sia un reale acceleratore di innovazione, Samsung ha realizzato sette video che raccontano le storie di sfide e progressi che hanno dovuto affrontare i singoli atleti del Galaxy Team durante la propria carriera sportiva, grazie all’ausilio degli Smartphone Galaxy S7 e Galaxy S7 edge e i nuovissimi auricolari senza fili Gear IconX. Inoltre, per offrire la possibilità alle persone di vivere in prima persona le esperienze dei sette campioni, Samsung rende disponibili i contenuti video in formato tradizionale, ma anche in 360° fruibili attraverso il canale ufficiale Facebook di Samsung Mobile Italia e il canale Youtube.

articoli correlati

AZIENDE

Tutte le attività di Panasonic, partner ufficiale dei Giochi Olimpici di Rio 2016

- # # # # #

Panasonic, partner ufficiale delle Olimpiadi di Rio 2016

Panasonic Corporation, partner ufficiale mondiale dei Giochi Olimpici e Paraolimpici di Rio 2016 per la fornitura di attrezzature audio e video, ha annunciato il lancio di numerose iniziative di marketing globale nell’ambito della propria categoria di sponsorhip. Con queste attività il brand si propone di promuovere la bellezza e l’emozione dello sport e di contribuire al sostegno del Movimento Olimpico.

Panasonic ha sottoscritto un accordo di partnership con Sugarloaf Mountain, con sede nel distretto di Copacabana di Rio de Janeiro, per l’apertura e l’allestimento di un padiglione di 500 metri quadrati, chiamato “Stadio delle Meraviglie”. Dal 7 al 21 agosto 2016, in collaborazione con il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e il Comitato organizzatore dei Giochi Olimpici e Paraolimpici di Rio 2016, il padiglione accoglierà i visitatori dell’evento con una serie di immagini raccolte nel corso degli oltre 25 anni di esperienza di Panasonic nei Giochi Olimpici.
Saranno allestiti anche spazi espositivi destinati alle tecnologie proprietarie di Panasonic, come la tecnologia Optical ID*2 e gli schermi trasparenti, nonché mostre interattive che permetteranno di vedere le gare olimpiche con gli occhi degli atleti.
Con queste iniziative, la società intende “amplificare” le emozioni di Rio 2016 e rafforzare i propri rapporti con le organizzazioni e i partner olimpici in vista delle manifestazioni future, come le Olimpiadi Invernali di Pyeongchang 2018 e le olimpiadi di Tokyo 2020. Koji Hosokawa, General Manager della Corporate Advertising Division presso Panasonic Corporation, ha dichiarato: “Siamo molto onorati di ospitare lo “Stadio delle Meraviglie” sullo storico colle Pan di Zucchero e di poter intrattenere i visitatori con le tecnologie d’avanguardia di Panasonic e i video storici dei Giochi. Ci auguriamo che tutti i visitatori delle Olimpiadi assistano alle emozionanti presentazioni in mostra al padiglione”.

Tra le altre iniziative, e per la prima volta nella storia delle proprie sponsorizzazioni, Panasonic ha firmato un accordo di partnership con Rio 2016 per collaborare alla consegna della Fiaccola Olimpica. Panasonic ospiterà la Fiaccola all’interno dello Stadio delle Meraviglie e fornirà informazioni e contenuti video relativi alla consegna della Fiaccola di Rio 2016. Inoltre, sempre nell’ambito della partnership con Rio 2016, Panasonic fornirà dei maxischermi a LED per le gare in diretta e un’area di intrattenimento all’aperto a Rio de Janeiro, dove gli spettatori potranno provare l’entusiasmo e l’emozione delle gare.
Per quanto riguarda i Giochi Paraolimpici di Rio 2016, Panasonic realizzerà un modernissimo programma educativo dal nome “KWN (Kid Witness News)”* 3, finalizzato a favorire, tramite produzioni video, la creatività dei bambini, le loro capacità di comunicazione e il lavoro di squadra.

Le iniziative di marketing globale comprendono alcuni spot televisivi e campagne internet sul tema di Rio 2016 con il calciatore Neymar da Silva Santos Júnior (Neymar Jr.), testimonial per Panasonic dal 2010. Il “Dream FITA Project” è incentrato sul “Fita do Senhor do Bonfim”, un braccialetto/nastrino brasiliano tradizionalmente associato alla realizzazione dei desideri, e lo slogan “Sharing the Passion”, lo slogan di Panasonic per i Giochi Olimpici e Paraolimpici. Nell’ambito di questo progetto, Panasonic fornirà una piattaforma online per condividere la passione di Neymar per Rio 2016, nonché l’entusiasmo delle persone comuni di tutto il mondo nella realizzazione dei propri sogni. All’interno dello Stadio delle Meraviglie, sarà disponibile una “macchina FITA” che riprenderà il tema della campagna web e stamperà i sogni dei visitatori. Le sovracitate sponsorizzazioni di Panasonic saranno presentate in una pagina di Facebook e nel sito ufficiale dedicato ai Giochi Olimpici e Paraolimpici. Durante la manifestazione, Panasonic utilizzerà questi media per postare aggiornamenti in tempo reale delle proprie attività a Rio 2016 e per condividere con il mondo la passione e le emozioni dei Giochi Olimpici e Paraolimpici.

articoli correlati