AZIENDE

La Serie A sbarca in Etiopia grazie a TVN Media Group. L’accordo siglato ad Addis Abeba

- # # # # #

Il grande calcio italiano sbarca in Etiopia grazie a Tvn Media Group – editore anche di Adv Strategie di Comunicazione -, è stato infatti siglato lunedì scorso ad Addis Abeba l’accordo tra l’azienda guidata dall’Amministratore Unico Rino Moffa e EBC Ethiopian Broadcasting Corporation per la trasmissione in chiaro delle partite di calcio di Serie A Tim sul canale EBC3 della televisione etiope.

In base all’accordo, TVN Media Group co-produrrà ogni settimana insieme a EBC per tutta la stagione calcistica 2015/2016 un programma di 200 minuti in lingua inglese, durante il quale verrà trasmessa una partita in diretta con telecronaca in lingua amarica. Durante la trasmissione ci sarà spazio per i commenti e le interviste dentro e fuori studio.

L’operazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione dell’Ambasciata italiana in Etiopia – nelle persone dell’ambasciatore Giuseppe Mistretta, il Primo Segretario Giuliano Fragnito e l’esperto di Comunicazione per la Cooperazione Italiana allo Sviluppo in Etiopia, Gibuti e Sud Sudan Jean Claude Mbede Fouda -, e a MP & Silva, società che detiene i diritti della Seria A Tim nel mondo e da cui TVN Media Group ha acquistato i diritti per l’Etiopia.

Rino Moffa

Rino Moffa, amministratore unico di TVN ha dichiarato: “Il significato più profondo di questo accordo di co-produzione è l’ulteriore avvicinamento, grazie allo sport, di due culture, l’italiana e l’etiope. Anche i rispettivi campionati avranno dei benefici reciproci dal nostro programma: più audience e tifosi per quello italiano, più visibilità per i giovani talenti emergenti etiopi”. Abraham Gebremedhin, content cluster deputy di EBC ha affermato: “La Serie A Tim è uno dei campionati più seguiti ed amati nel mondo, ed è già trasmesso in più di 100 nazioni. La qualificazione della Juventus alla finale di Champions League dello scorso anno non fa altro che dimostrare ulteriormente il suo grande livello. Questa co-produzione prosegue il percorso già iniziato da EBC di aumentare la raccolta pubblicitaria e le sponsorizzazioni con l’inserimento di prodotti di intrattenimento di alta qualità”. L’iniziativa è stata accolta con favore anche dal premier Matteo Renzi, in visita in Etiopia per la terza Conferenza Onu per il finanziamento allo sviluppo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Ricoh moltiplica l’arte con “il quinto elemento” e tre artisti emergenti

- # # # # # #

Quando ci si rivolge ai creativi è importante parlare il linguaggio della creatività. Ricoh Pro C7100X offre infatti agli art director nuove opportunità per tradurre in immagini l’idea creativa, mediante la quinta stazione colore che consente di aggiungere ai quattro tradizionali colori della stampa un “quinto elemento”: il bianco/trasparente.

Per mostrarne le potenzialità nel mondo dell’advertising e della comunicazione visiva Ricoh ha promosso il Premio “Il quinto elemento. Ricoh moltiplica l’arte”, coinvolgendo tre artisti emergenti – Marco Abisso, Chiara Martino e Stefany Sabino – chiamati a ideare un’opera di “arte moltiplicata” che valorizzi le opportunità date dal “quinto elemento”. La giuria è composta dal Presidente Lorenzo Marini, uno dei più apprezzati creativi italiani e affermato pittore, Rino Moffa, editore di TVN Media Group, Giuliano Grittini, artista e fotografo, e Corrado Musmeci, Presidente di Fontegrafica.

La premiazione avverrà nella seconda metà di settembre. Dopo di che le più autorevoli agenzie di advertising e di comunicazione riceveranno una copia dell’opera vincitrice, riprodotta in un numero limitato di esemplari. Si tratta quindi di un’autentica dimostrazione di arte moltiplicata che consentirà di apprezzare a pieno le soluzioni creative di Ricoh Pro C7100X.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

GrandPrix, l’importanza di essere Chiambretti

- # # # # # #

A pochi giorni dal Gala dell’International GrandPrix Advertising Strategies, il prossimo lunedì 26 maggio, al Barclays Teatro Nazionale di Milano, abbiamo chiesto al mattatore della serata, Piero Chiambretti, di giocare con noi con hashtag e tweet. Il risultato, pubblicato integralmente sullo Speciale che verrà distribuito alla serata e di cui proponiamo qui uno stralcio, è questa divertente visione: di se stesso, del mondo e della tv.
#EssereVsSembrare – Il contenitore è Piero Chiambretti: il contenuto?
Il contenitore in questo caso è piccolino, quindi se è vero il detto che “nelle botti piccole c’è il vino buono”, se io sono il contenitore il contenuto è di buona qualità.

#OnTheShelf – Immagina di essere un prodotto in vendita: quale sei? E che cosa racconti al consumatore per farti comperare?
Potrei essere una candeggina perché mi piace passare e lasciare il segno, nel bene e nel male. Direi: “compratemi, ma attenzione all’uso”!

#TheBoss – Tanti anni fa Springsteen cantava “57 canali e niente da vedere”. Oggi che i canali tv sono centinaia, che cosa è cambiato?
È cambiato il modo di cambiare canale. Adesso si sta seduti e con il telecomando, in pochi minuti, si può vedere tutto quello che la televisione ci propone. Un tempo invece i canali erano pochi, la televisione stava a 10 metri, e uno piuttosto che alzarsi a cambiare canale si sorbiva il programma che c’era in televisione.

#Screen – Meglio uno schermo mobile sempre e ovunque o un grande schermo panoramico da godersi ‘on the sofa’?
Io sono sicuramente per il ‘king size’, anche solo per una questione di bilanciamento delle misure. Preferisco un grande schermo da ‘gerire’ dentro la stanza, cercando di farmi aspirare come un topastro dal pifferaio magico, dentro un mondo fantastico. Il problema è che ci sono televisori molto grandi, ma contenuti troppo piccoli.

#GrandPrix – Il personaggio che ti piacerebbe premiare sul palco del GrandPrix
Devo dire che sono tanti anni che faccio il conduttore e il premiatore di questa manifestazione e quindi ho visto tantissime persone passare sul palco. Non c’è un personaggio che vale più degli altri. In questo momento però mi piacerebbe dare un premio a Cristiano Malgioglio, anche due, perché lui è una persona e una diva allo stesso tempo.

#Supermarket – 140 caratteri per definire la tua nuova trasmissione Supermarket
Supermarket è il meglio e il peggio di ciò che la televisione ci vende tutti i giorni, con l’unica differenza che noi siamo consapevoli di ciò che facciamo.

articoli correlati

AZIENDE

Ernesto Pellegrini e Rino Moffa esponenti della Giuria del Ricoh

- # # # # #

Sono l’ex presidente dell’Inter Ernesto Pellegrini e l’editore Rino Moffa gli esponenti della business community nella giuria di quest’anno del Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei, organizzato dalla filiale italiana della multinazionale giapponese e dalla Provincia di Milano, con il patrocinio del Comune di Vimodrone. I due imprenditori affiancano il professor  Giacinto Di Pietrantonio, uno dei più autorevoli esperti di contemporary art, Davide Oriani e Mirko Bianchi, rispettivamente Ceo e Past president  di Ricoh Italia, Cristina Stancari, Assessore alle politiche giovanili della Provincia di Milano, Fabio Casati, Assessore alla cultura del Comune di Vimodrone, Mauro Giusto, Partner di Odgers Berndtson e lo scultore Stefano Soddu.
Ogni anno fanno parte della giuria, oltre ai vertici della Ricoh e a esponenti delle istituzioni e dell’arte, anche protagonisti della business community particolarmente sensibili alla contemporary art. Prima di Pellegrini e Moffa ci sono stati, tra gli altri, Michele Perini, lo storico presidente di Assolombarda e Fiera Milano, il presidente di Confindustria digitale Stefano Parisi, il pubblicitario Lorenzo Marini, l’ex amministratore delegato della Rinascente ed ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli, l’editore Marco Genzini e il costruttore e presidente della Triennale Claudio De Albertis. La mostra, con le opere dei 24 finalisti del Ricoh (su circa 500 partecipanti) sarà inaugurata martedì 4 marzo presso lo Spazio Oberdan di Milano.

articoli correlati