AZIENDE

Sicurezza e protezione dei dati: la prima assemblea in Italia per la tutela della privacy nel web

- # # # # #

cispe

Nonostante i numerosi benefici e vantaggi del digitale, rimangono aperte le discussioni in tema di sicurezza e protezione dei dati, soprattutto per quanto riguarda cloud computing e server aziendali su cui è imperativo garantire tutela assoluta. I leader europei del settore stanno lavorando per rafforzare i diritti essenziali dei cittadini digitali all’interno della coalizione CISPE (Cloud Infrastructure Providers in Europe) composta da varie aziende tra cui importanti fornitori di infrastrutture cloud in Europa, come Amazon Web Services o Register.it , membro dal 2016, che si impegna a stabilire standard di conformità che aiutino i clienti ad adeguarsi facilmente al nuovo regolamento europeo sulla privacy.
L’Assemblea generale del CISPE che si terrà in Italia mira ad accelerare questo processo e si traduce in un’occasione strategica specialmente per i clienti italiani che si sono interfacciati con il codice CISPE. Essere a conoscenza degli standard di protezione a cui aderisce il proprio provider è fondamentale: il codice di condotta del CISPE garantisce maggiore sicurezza dei dati e un rapporto trasparente con il fornitore e ha lo scopo di aiutare e supportare i clienti dei servizi cloud in Europa. Col fine di rendere immediata la valutazione di un servizio di Infrastrurrura Cloud, verrà apposto un bollettino CISPE affinché sia certificato che i dati sono trattati nell’area economica europea.
Il CEO di DADA, Claudio Corbetta, afferma: “Siamo molto orgogliosi di ospitare bell’Head quarterdi Firenze la prima assemblea in Italia del Board del CISPE. La giornata sarà inoltre l’occasione per dialogare con aziende e professionisti che fanno del business online e della protezione dei dati un asset centrale, nell’ottica di trasparenza e collaborazione che da sempre caratterizza il nostro approccio con i nostri utenti”.

articoli correlati

AZIENDE

4 milioni di siti hanno scelto il dominio .EU. Register.it ne incentiva l’utilizzo

- # #

Oggi grazie al suffisso .EU, che ha raggiunto 4 milioni di registrazioni secondo EURid – ente che gestisce questa estensione –  di cui oltre 260.000 in Italia, mette in collegamento oltre mezzo miliardo di persone in diversi paesi europei avvicinando sempre più professionisti ai prodotti presenti sul mercato europeo.
L’estensione .EU permette di diffondere velocemente la qualità di un marchio e di giocare un ruolo importante sul mercato europeo, va ben oltre la possibilità di promuovere prodotti e servizi al di fuori dei confini nazionali, rappresentando bensì l’opportunità di mettere a fattor comune know how e competenze in grado di aiutare l’evoluzione dell’eccellenza italiana e la crescita dell’Unione Europea.

L’utilizzo dell’estensione .EU rappresentano quindi un’opportunità rilevante per garantire maggiore visibilità ai migliori progetti e prodotti che si distinguono ogni giorno all’interno dei famosi distretti industriali come quello orafo, cartario e nautico.

Optare per un nome a dominio .eu significa anche voler evidenziare l’identità europea di un’iniziativa o di un’attività economica, semplificare la gestione di siti Web multilingua e raggiungere un numero più elevato di clienti sfruttando le potenzialità della Rete. Questa particolare estensione, che offre un solo suffisso a 28 stati membri dell’UE, Islanda, Liechtenstein e Norvegia, porta con sé anche una garanzia di affidabilità e sicurezza grazie alle normative Europee che lo regolano e all’adozione del protocollo DNSSEC (Domain Name System Security Extensions).


Register.it che si impegna da sempre a supportare imprese italiane e professionisti nel valorizzare la propria identità digitale, in queste settimane permette di accelerare il processo di digitalizzazione verso una dimensione europea attraverso una promozione speciale che consente di creare il proprio sito .eu a soli € 0,90 centesimi con tanti servizi inclusi, avendo così la possibilità di trovare nuovi clienti in tutta Europa.

articoli correlati

AZIENDE

Register.it illustra i vantaggi del dominio .bio al Vinitaly

- # # # #

L’arrivo di domini specifici legati al mondo enogastronomico come .bio, .organic, .vin, .wine offrono un’ampia scelta a chi opera in contesti specifici e un valore aggiunto importante generato dal poter far leva su una presenza in rete fortemente affine al business di riferimento.

In occasione di Vinitaly, Register.it è intervenuto a fianco di Salcheto con uno speech di Massimo Zanardi – Brand Protection Manager & Business Developer Coordinator di Register.it – dal titolo “La cultura della sostenibilità e la strategia di comunicazione e protezione del brand sul web: i nuovi domini, il .bio, il.vin, il .wine”. Secondo Register.it infatti l’esigenza delle aziende di comunicare in modo chiaro e immediato l’impegno sul mercato e la natura del proprio business trova nei nuovi gTLD una risposta efficace e nell’estensione. bio una strategia mirata per far crescere e promuovere il riconoscimento online del biologico per produttori, distributori, enti e organi preposti alla certificazione e controllo fino a chi fa informazione verticale.

“Siamo molto orgogliosi di partecipare a Vinitaly quest’anno e di poter condividere con gli amanti del vino e i produttori di questo prodotto rinomato una best practice come quella sviluppata con Salcheto di Montepulciano” spiega Massimo Zanardi – Brand Protection Manager & Business Developer Coordinator di Register.it. “Il nostro obiettivo è infatti aiutare le imprese a comprendere i reali vantaggi dei nuovi domini e supportarli in un utilizzo efficace e competitivo della rete attraverso strumenti mirati e all’avanguardia. Occasioni come Vinitaly e progetti di successo come quello della cantina di Montepulciano permettono di accendere l’attenzione sul dibattito dei nuovi domini e di diffondere in modo concreto e immediato la cultura del web e delle nuove possibilità offerte dalla rete, così come della necessità di promuovere e difendere il proprio brand in Rete”.

In particolare, il .bio, concepito dal registry del dominio (Startingdot) in partnership con IFOAM (Federazione Internazionale dei movimenti per l’Agricoltura Biologica), è garanzia di rispetto della natura e dei principi dell’agricoltura biologica e biodinamica come stabiliti da IFOAM, mentre per chi opera all’estero il .organic offre una scelta interessante purché certificati da enti riconosciuti a livello nazionale o internazionale o possessori di una pagina web in cui vengono mostrati prodotti organici venduti o promossi.

In questo contesto, certamente un tema caldo resta il problema dell’attribuzione sul web dei domini .wine e .vin da parte dell’Icann, argomento di discussione ancora fermo da parte di ICANN che punta a mantenere l’indicazione geografica nell’attribuzione del dominio per arginare il rischio di usurpazioni e contraffazione in rete

(Stefano Fina)

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Register.it arruola Cleopatra per la campagna “Cambia la tua storia”

- # # # #

Nuova puntata per ‘Cambia la tua storia’, la campagna video promossa da Register.it per raccontare attraverso un’ironica rilettura della storia il valore del web e la sua capacità di trasformare in successo un business o una passione.
Quando il Regno di Cleopatra era in declino, la bella Cleopatra decise di cambiare la propria storia e di aprire un blog online e trasformare la sua passione per il make up in un business di successo, diventando ricca e salvando l’Egitto.

La campagna nasce proprio per spiegare in modo semplice e intuitivo quale vantaggio può portare la propria presenza sul web, facendo leva sul potere del formato video, sulla viralizzazione dei contenuti attraverso i canali social e sulla notorietà di soggetti conosciuti dal grande pubblico.
Il canale YouTube di Register.it, il sito www.register.it e i social media del brand, si sono infatti animati oltre che con Cleopatra – che in un video di 42 secondi svela come è riuscita a svoltare, aprendo un blog di bellezza – con altri coinvolgenti episodi tra cui a settembre quello di Marco Polo – che in 18” creava un sito per raccogliere le tappe del proprio viaggio verso la Cina, e di Van Gogh (che metteva in vendita in 19” i propri quadri online in un sito di e-commerce). In una settimana dalla messa online su tutti i canali il video di Cleopatra ha raggiunto oltre 60.000 visualizzazioni.

Il video è stato prodotto dall’agenzia di produzione portoghese comsom.tv ed è pubblicato su tutti i profili social e sul canale Youtube in versione estesa.

articoli correlati

MEDIA

Il food vola sul web: 6 nuovi domini per riconoscere e rintracciare l’eccellenza del cibo italiano

- # # # # # # #

Il cibo, da sempre un fiore all’occhiello del nostro paese e quest’anno anche cuore della prima Esposizione Universale mai realizzata sul tema alimentazione e nutrizione, si arricchisce di ghiotte opportunità con l’arrivo sul web di nuove estensioni di dominio. La community culinaria potrà infatti da ora trovare velocemente ricette e contenuti grazie alla presenza online di domini quali .coffee, .kitchen, .pizza, .recipes, .restaurant e .catering che rendono i siti di operatori della ristorazione, chef e food blogger fortemente riconoscibili e rintracciabili.

La disponibilità di nuovi nomi a dominio nell’ambito gastronomico rappresenta una grande possibilità per coloro che operano in questo mercato all’estero e in Italia, e un’occasione strategica per far evolvere il cibo Made in Italy attraverso il digitale, abbattendo le barriere nazionali, grazie all’internazionalizzazione del nome, e riducendo le distanze con i food lovers.

Per tutti gli amanti di uno dei cibi iconici della penisola e per tutti coloro che lo producono, arriva per esempio il .pizza che permette di avere un’identità inconfondibile sulla rete e di offrire uno spazio dove è possibile trovare velocemente tutto ciò che si desidera sapere sul mondo della pizza, dai ristoranti alle ricette dagli chef fino ai segreti per una margherita perfetta. I nuovi domini consentono infatti di trovare velocemente la soluzione a ciò che le persone cercano negli ambiti più disparati che ruotano attorno alla passione per il cibo:

1. bar alla moda per bere un caffè speciale (.coffee)
2. ricette originali per ogni occasione (.recipes)
3. food blogger per una cena da chef con gli amici (.recipes)
4. ristoranti dove sperimentare sapori creativi (.restaurant)
5. l’ultimo chef stellato in città (.restaurant)
6. design d’avanguardia per trasformare la cucina di casa (.kitchen)
7. ingredienti per una margherita perfetta (.pizza)
8. servizi di ristorante per un evento di alto livello (.catering)

Grazie ai nuovi domini è possibile per aziende e professionisti del mondo del food avere un’identità digitale originale ed esclusiva, e distinguersi tra gli innumerevoli siti e blog culinari, comunicando immediatamente il contenuto del proprio portale. I 6 gTLD rilasciati offrono numerose possibilità per le realtà italiane di trovare il nome che più rappresenta il loro business.

In particolare Register.it, che da sempre si impegna nel promuovere il valore del digitale a supporto della diffusione dell’eccellenza italiana, permette di registrare le nuove estensioni, offrendo una consulenza a 360° per ottimizzare al massimo la propria presenza in rete: servizi di email, hosting, server, esperti a disposizione per creare il proprio sito web, i canali social e i dispositivi mobile e assistenza attraverso il numero verde, una chat online e un form nel pannello di controllo dedicato. Tutto questo con il 30% di sconto, per le registrazioni fatte entro l’8 febbraio.

articoli correlati

AZIENDE

Register.it lancia il servizio gratuito di pre-registrazione per aggiudicarsi più facilmente i nomi a dominio d’interesse

- # # # # #

Register.it, brand italiano del Gruppo DADA, leader in Italia nel mercato di domini, hosting, soluzioni di ecommerce e advertising digitale, lancia un nuovo servizio di reale pre-registrazione dei nuovi domini per aggiudicarsi la priorità nei primi istanti di apertura della General Availability relativa al dominio d’interesse e avere maggiori probabilità di assicurarsi un nome strategico per il proprio business. A seguito della liberalizzazione dei gTLD – nomi a dominio di primo livello –  a partire dal prossimo mese avrà infatti inizio la fase di General Availability delle prime estensioni in uscita nel 2014, durante la quale chiunque potrà farne richiesta.

I primi domini a essere rilasciati saranno .VENTURES, .CLOTHING, .SINGLES, .GURU, .HOLDINGS, .PLUMBING, .BIKE. il 5 febbraio e .LIGHTING, .EQUIPMENT, .PHOTOGRAPHY, .GRAPHICS, .ESTATE, .GALLERY, .CAMERA il 12 febbraio e grazie al servizio di Register.it singoli e aziende potranno richiederne la registrazione più facilmente ottenendo un evidente vantaggio competitivo.

Con il nuovo servizio di Register.it è possibile creare la lista dei propri domini preferiti per monitorare in tempo reale gli sviluppi delle estensioni d’interesse, essere informato sulle date di rilascio e sulle principali novità. Per i domini per i quali è già possibile effettuare la pre-registrazione il processo di richiesta è semplicissimo: se già clienti, dal proprio pannello di controllo basta scegliere l’estensione preferita e inserire davanti a essa il nome a dominio desiderato. Se non clienti è sufficiente registrarsi gratuitamente e seguire la stessa procedura. Le richieste di pre-registrazione verranno presentate in base al principio “first come, first served”.
A differenza dei competitor, Register.it non richiede un costo per la pre-registrazione, ma solo il pagamento del canone del dominio* di cui, se al termine delle procedure la registrazione non dovesse andare a buon fine, è previsto il rimborso integrale.

“L’imminente ingresso sul mercato di nuove estensioni legate a nomi generici, di grande interesse commerciale, aree geografiche o community rappresenta una grande opportunità e intendiamo aiutare i singoli e le aziende a cavalcarla aggiudicandosi il nome a dominio di proprio interesse. Nell’attuale scenario digitale garantirsi la pre-registrazione dei nuovi domini consente di ottenere un vantaggio competitivo ed è fondamentale anche in termini di tutela del brand, per questo ci impegniamo da tempo per aiutare le aziende a prendere consapevolezza delle opportunità, ma anche dei rischi, legati alla liberalizzazione dei domini e le supportiamo con vari servizi ai fini dell’imminente processo di registrazione. Siamo perciò lieti di ampliare la nostra offerta con questo nuovo servizio di effettiva pre-registrazione dei nuovi domini”, ha dichiarato Claudio Corbetta, AD del Gruppo DADA.

Nelle prossime settimane il tema dei nuovi domini sarà anche al centro delle attività di  Online Business Training di Register.it – sessioni formative online gratuite per aziende e professionisti – e al momento sul sito dedicato è disponibile la lista dei domini prossimi al rilascio: http://corsionline.register.it/nuovi-gtld

Oltre che in Italia con Register.it, il nuovo servizio di pre-registrazione sarà disponibile anche in altri Paesi Europei attraverso i diversi store del Gruppo DADA: in Francia, Portogallo e Olanda con Amen, in Spagna con Nominalia e in Regno Unito con Namesco.

Ulteriori informazioni sul servizio di sono disponibili alla pagina http://www.register.it/domains/new-gtlds.html.

*Il costo dei domini è standard secondo tre diverse fasce di prezzo da una base di 35 euro fino a un massimo di 79 euro.

articoli correlati

MOBILE

Nasce Register PEC, la Posta Elettronica Certificata a portata di App

- # # # # # #

Register PEC è l’applicazione gratuita sviluppata da Register.it, provider certificato ISO 9001 per la progettazione, lo sviluppo e la conduzione di servizi di posta elettronica certificata, con l’obiettivo di semplificare l’accesso alla PEC, rendendo il servizio fruibile ovunque e in qualunque momento in modo rapido e sicuro. Al momento in versione beta per dispositivi Android, l’app fa il suo debutto in questi giorni su Google Play e prossimamente sarà disponibile anche su Apple Store a beneficio degli utenti iOS. Semplicissima da installare, l’app vanta un’interfaccia intuitiva e attraverso un dashboard di icone colorate consente di accedere a tre sezioni:

– Webmail, ovvero l’accesso alla vera e propria casella PEC attraverso cui è possibile inviare e ricevere messaggi, impostare notifiche sms, gestire l’archivio di posta, etc.
– Search Pubbliche Amministrazioni, un’innovativa funzionalità inaugurata sul mobile proprio da Register PEC, grazie a cui è possibile ricercare istantaneamente gli indirizzi di posta elettronica della PA in modo immediato, digitando il nome del comune come in un motore di ricerca e ottenendo gratuitamente l’elenco delle caselle PEC degli enti pubblici a cui poter inviare subito un messaggio certificato.
– Manuale Operativo, una pratica guida all’uso della PEC con consigli alla portata di singoli, imprese e amministrazioni e risposte alle domande più complesse, per esempio come recuperare i log legali di una PEC da usare in sede processuale o come cambiare il titolare di una casella certificata.

L’app è stata sviluppata in-house da Register.it attraverso metodologie di lavoro agili, un approccio progettuale flessibile, basato su continui test e rilasci per ottenere un prodotto più performante e sicuro. Ogni caratteristica è stata studiata con estrema cura, anche il codice cromatico delle icone: l’arancio della webmail riprende il colore del servizio PEC fruibile via web in modo da offrire agli utenti un’esperienza d’uso coerente: il verde della ricerca delle PEC della PA simbolizza l’estrema semplicità e accessibilità del servizio; l’azzurro del manuale si rifà alla consuetudine che vede le pagine web di supporto e le guide all’uso di questo colore.

“In Italia sono circa sette milioni le caselle di Posta Elettronica Certificata attive e con Register PEC intendiamo contribuire ulteriormente alla diffusione di questo strumento, che per molte categorie rappresenta già un obbligo di legge e che in generale costituisce per tutti un’opportunità per semplificare il rapporto tra cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni. Sempre più Italiani accedono infatti a internet via mobile e tra le attività più frequenti c’è proprio il download e l’utilizzo di app (43% ). Perciò grazie alla nostra nuova applicazione gratuita sarà ancora più semplice raggiungere un pubblico più ampio e consentire a chiunque di gestire la propria casella PEC in modo più semplice e immediato, ovunque e in qualunque momento”, ha dichiarato Claudio Corbetta, Amministratore Delegato del Gruppo DADA. “Con questo importante lancio facciamo inoltre il nostro debutto nel mercato delle applicazioni mobile, a conferma del nostro costante impegno per arricchire la nostra offerta di servizi in una logica di convergenza e in linea con il trend della mobility”.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul canale PEC del sito Register.it  e sulla Pagina Facebook dedicata alla PEC

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Register.it partner della terza edizione dell’internet Festival di Pisa

- # # # #

Register.it, brand italiano del Gruppo DADA è partner della terza edizione di Internet Festival, e contribuirà a promuovere a valorizzare l’evento in programma a Pisa dal 10 al 13 ottobre.

 

In un mondo sempre più digitale, la presenza online è imprescindibile per chi intende dar vita a un’idea imprenditoriale o espandere il proprio business. Internet è di per sé un “incubatore” di possibilità e Register.it intende essere il mezzo attraverso il quale sfruttare al massimo le nuove tecnologie. Un concetto che si riassume nella mission del Gruppo DADA “The gateway to your digital presence”: l’azienda si propone come il punto di accesso alla Rete attraverso cui qualsiasi  impresa, professionista o singolo può creare la propria identità digitale con strumenti di qualità, semplici e innovativi. In linea con questa mission Register.it è entusiasta di poter contribuire al successo dell’edizione 2013 di Internet Festival, offrendo visibilità all’evento e valorizzando i suoi contenuti attraverso i propri canali.

articoli correlati

AZIENDE

DADA, attraverso Register.it, diventa ufficialmente gestore certificato per la PEC

- # # # # #

Il Gruppo DADA viene riconosciuto ufficialmente Gestore certificato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AID) per la fornitura, attraverso il brand italiano Register.it, della Posta Elettronica Certificata, uno strumento di lavoro fondamentale che diventerà obbligatorio il 30 giugno 2013 per tutte le imprese individuali e i professionisti iscritti al Registro delle Imprese, oltre che per gli Enti Pubblici e le società iscritte al Registro delle Imprese come già previsto dal 2009. Il processo di certificazione di Register.it è stato avviato nel 2012 e si è appena concluso, superando tutte le fasi richieste dall’ente certificatore. La nuova piattaforma PEC di Register.it, che è stata testata continuamente e realizzata in toto pensando alle effettive e reali necessità dell’utente finale, ad oggi conta più di 25.000 clienti attivi.

Il percorso di attivazione della casella PEC mediante la piattaforma Register.it è semplice e veloce e le opportunità di scelta e personalizzazione sono moltissime. Chi è già proprietario di un nome a dominio può creare la propria casella PEC su questo; per chi non disponesse di un dominio specifico, o volesse trovare un’altra soluzione, è possibile scegliere fra moltissime caselle PEC già specificatamente pensate per le aziende e i professionisti: le aziende potranno ad esempio scegliere tra nomecasella@pec-ditta.it o .com o @pec-società.it o .com o ancora optare per @pec-legal.it o .com per sottolineare il valore legale. I consulenti possono trovare la specifica estensione @pec-consulenti.it mentre gli ordini professionali hanno varie opportunità di scelta che identificano la loro tipologia.

Con Register.it, la pagina di login alla propria casella offre l’opportunità di trovare in un click tutti gli indirizzi PEC della Pubblica Amministrazione e riporta, aggiornate in tempo reale, tutte le notizie dall’Agenzia per l’Italia Digitale, per mantenere l’utente costantemente aggiornato su novità e normative PEC. La pagina di gestione della casella consente invece di avere sempre ben evidenziata la data di scadenza della propria PEC in modo da poterla rinnovare per tempo ed è inoltre possibile impostare una notifica giornaliera via SMS che informi dell’arrivo di messaggi PEC, recuperare i Log (equivalenti delle ricevute cartacee) delle email inviate fino a 30 mesi prima e cambiare in maniera immediata l’intestatario della casella.

In un’ottica di convergenza su tutti i mezzi di comunicazione è possibile accedere in completa sicurezza e in ogni momento alla casella PEC, per consultare i messaggi ricevuti o inviarne di nuovi, da pc, tablet e smartphone, sia con un client di posta o via webmail.

articoli correlati

AZIENDE

Nuova visual identity per Gruppo Dada, che chiude il 2012 sopra gli 85 milioni

- # # # # #

“Nel 2011 abbiamo avviato una profonda rifocalizzazione di Dada nel mercato dei domini e dell’advertising digitale, accompagnata dalle dismissione delle attività consumer, che l’anno scorso si è tradotta in una completa riorganizzazione e revisione dell’allocazione delle risorse”, spiega Claudio Corbetta, amministratore delegato di Gruppo Dada. “Nella seconda metà del 2012 abbiamo quindi percepito la necessita di concludere questo percorso con la definizione di una nuova visual identity capace di riflettere l’attuale business e la relativa mission”.

Un lavoro di analisi e di riprogettazione che ha coinvolto l’headquarter italiano e tutte le società estere del Gruppo, e che si è avvalso della consulenza strategica di Interbrand. “Avevamo anche pensato a un totale rebranding, ma alla fine si è deciso di conservare il nome Dada per lo sua notorietà come protagonista della rivoluzione digitale italiane, sotto cui si raggruppare i brand operativi nei paesi in cui siamo presenti, come Register.it in Italia, Names.co.uk in Gran Bretagna, Nominalia in Spagna, o Amen in Francia, Paesi Bassi e Portogallo”, prosegue Corbetta. “Il nostro traguardo è essere il gateway che introduce i nostri clienti (nella quasi totalità PMI) nel mondo digitale”.
Guardando ai risultati, il Gruppo Dada, dopo aver chiuso il 2011 con 80 milioni di fatturato, stima di superare gli 85 milioni di ricavi a fine 2012 (i primi 9 mesi dell’anno si sono chiusi con un +9% a 64,8 milioni).
“Anche il 2013 sarà in crescita”, prevede l’amministratore delegato, “ci attendiamo un +7/8 % come media delle diverse dinamiche economiche dei paesi in cui siamo presenti. Al momento, l’Italia pesa per un terzo dei ricavi, UK e Irlanda per un altro terzo, e gli altri paesi per il rimanente”.
Oggi il gruppo conta circa 420 dipendenti, di cui 220 in Italia e 110 in UK. Nel nostro paese, inoltre, circa una quarto del fatturato è generato da Simply, il brand che identifica il network pubblicitario proprietario con oltre 3.000 publisher. “Come concessionaria abbiamo confermato Libero anche per il 2013”, aggiunge Corbetta, “mentre noi ci concentreremo sullo sviluppo della rete dei publisher, specialmente all’estero”. Per chiudere, una chiosa sulla prima campagna televisiva di Register.it, andata on air nella prima metà di gennaio. “È un investimento nato dalla volontà di contribuire attivamente al processo d’innovazione del tessuto economico italiano costituito per oltre il 95% da PMI e professionisti”, conclude Corbetta. “Benchè sia troppo presto per un bilancio definitivo, i primi riscontri sono più che positivi. Per un’eventuale secondo flight, sono troppi gli elementi ancora da valutare. Confermo però la nostra fiducia nelle agenzia che ci hanno affiancato: Studio Marani per creatività e Maxus per il media”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Register.it per la prima volta on air con una campagna istituzionale

- # # # # #

Il Gruppo DADA annuncia il primo spot televisivo di Register.it – leader in Italia nel mercato dei domini, hosting, soluzioni di e-commerce e advertising digitale – per diffondere a un pubblico ampio e diversificato, in primis di PMI e professionisti, l’importanza della cultura digitale e il valore della Rete per accrescere il proprio business.

A partire dal 6 gennaio lo spot è visibile sui principali canali TV nazionali digitali e satellitari, oltre che sul web.L’esordio dello spot di Register.it in televisione rientra nella strategia del Gruppo Dada di avviare un’importante campagna di comunicazione integrata offline e online con l’obiettivo di educare su larga scala telespettatori e utenti verso una maggiore consapevolezza dell’importanza di Internet per la crescita e lo sviluppo.

I messaggi chiave della comunicazione ruotano infatti intorno al ruolo imprescindibile degli strumenti web per una strategia aziendale efficace finalizzata ad aumentare le opportunità di crescita senza la necessità di elevati investimenti e di specifiche capacità informatiche. Lo spot racconta in modo semplice, immediato e ironico il valore di avere oggi un sito web, proponendo scene di vita quotidiana in cui alcuni potenziali clienti vengono allontanati a rappresentare come la mancata presenza online comporti la perdita di  opportunità di business.

L’idea creativa si sviluppa infatti in tre situazioni in cui un ristoratore, un architetto e un gestore di un negozio di bricolage, ripresi nei rispettivi luoghi di lavoro, invitano, senza nessun apparente motivo, i propri clienti ad andarsene, lasciandoli sbalorditi di fronte all’assurdità del gesto. La comunicazione si chiude con il messaggio che esorta a scegliere, per essere presenti online, un servizio affidabile, flessibile e di facile utilizzo come quello di Register.it, che permette a qualsiasi imprenditore di risolvere in modo rapido e sicuro ogni problema relativo alla presenza ed allo sviluppo di un business online.

“La scelta di intraprendere la strada della comunicazione televisiva nasce dalla volontà di contribuire attivamente al processo d’innovazione del tessuto economico italiano costituito per oltre il 95% da PMI e professionisti – afferma Claudio Corbetta, Amministratore Delegato di DADA – In Italia ancora oggi per molti imprenditori la creazione di un sito internet genera perplessità e incertezze sui costi e sulle modalità di realizzazione nonchè sulle reali opportunità di utilizzo. Noi vogliamo suggerire loro che presidiare la propria presenza digitale e dare visibilità al proprio business attraverso una vetrina virtuale consente anche alle aziende di piccole dimensioni di ottenere un vantaggio competitivo e di porre le basi per una crescita di lungo termine, il tutto con costi e tempi assolutamente accessibili per qualsiasi fascia di utenza”.

La decisione da parte del Gruppo DADA di realizzare una campagna di questa portata e di utilizzare strumenti cross mediali, unendo la piattaforma televisiva al web per raggiungere target differenti, dimostra ancora una volta quanto il digitale sia oggi parte integrante della quotidianità e ormai alla portata di tutti a tal punto da entrare con uno spot video nelle case degli Italiani attraverso la tv e internet. La campagna è on air dal 6 gennaio sui principali canali TV nazionali digitali e satellitari, sia generalisti sia tematici, nelle versioni 30” e 15”, che a rotazione propongono le tre storie, e sarà integrata da un’importante attività di comunicazione sui media digitali con uno spot web fruibile sugli store online e sulle piattaforme social di Register.it.

Inoltre la cross medialità della campagna si esprimerà anche attraverso attività di retargeting su un minisito dedicato alle tre situazioni oggetto dello spot tramite il quale si enfatizzerà ulteriormente l’importanza della presenza sul web per non perdere alcuna opportunità, consentendo al contempo di accedere ad un trial delle soluzioni di Register.it per sviluppare il proprio business online.

Lo spot è stato ideato dall’agenzia studioMarani, con la direzione creativa di Maurizio Marani e Anna Scardovelli, e realizzato dalla casa di produzione Karen Film con la regia di Alberto Colombo. La pianificazione della campagna è stata affidata a Maxus Italia.

Credits
Agenzia: studioMarani
Direzione creativa: Maurizio Marani, Anna Scardovelli
Casa di produzione: Karen Film
Regia: Alberto Colombo
Media Planning: Maxus Italia

articoli correlati