BRAND STRATEGY

Rebranding strategico per Transitions: al via la campagna pubblicitaria

- # # #

transitions

Al via l’importante piano media multi target di Transitions, brand leader nel segmento delle lenti fotocromatiche, che si presenta nella sua nuova veste, lifestyle e aspirazionale, rivolgendosi ad un più ampio range di consumatori.
È on air dal 23 settembre la campagna “Light under control” che porta immediatamente l’attenzione sui benefici delle lenti dinamiche che consentono un controllo ottimale della luce in tutti i momenti della giornata.

Il 2018 segna per Transitions un rebranding strategico iniziato con il cambio del logo e che ora culmina con la campagna media. Il nuovo spot Transitions – che vede quattro testimonial rappresentare 4 stili di vita e 4 modi di vivere Transitions, con in sottofondo una colonna sonora in vetta a numerose classifiche, “The Sun” by Parov Stelar, dj di fama internazionale – sarà protagonista del piano media concepito con un duplice obiettivo: raggiungere un pubblico over 40 e conquistare i consumatori più giovani.

I primi saranno “catturati” attraverso un piano TV premium con oltre 10.000 spot da 20” e 10” per 5 settimane (canali Sky, Skyuno, Skysport, Focus, La 7, Canale Otto, Discovery Channel, Mediaset, Tgcom24, Dmax, Fox, Real Time), con una copertura del target che tocca il 90%.

L’icona Shazam, ben visibile nello spot, favorirà l’attivazione della App con conseguente visualizzazione di contenuti extra e rimando al sito consumer transitions.it.

Per raggiungere e conquistare un pubblico più giovane, al via da oggi il piano digital & mobile con spot da 15”. Quattro settimane di online su siti altamente in target (lifestyle e news) per oltre 7 milioni di contatti. Transitions si farà sentire anche attraverso un’altra passione dei più giovani – la musica – grazie a una Playlist Spotify dedicata e sponsorizzando quelle più ascoltate.

La creatività della campagna media è stata realizzata da Transitions International, per l’Italia è stata confermata come Centro Media l’agenzia Wavemaker

Presto anche il lancio della nuova pagina Facebook Transitions Italia (il social network oggi sempre più utilizzato dagli over 40), animata da formati interattivi, contenuti lifestyle e di prodotto oltre che da tanti post da condividere. Nasce anche il nuovo profilo Instagram @transitionsitalia, con immagini, video e contenuti lifestyle.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Young Digitals racconta la sua vision nella campagna “The Matter is what Matters”

- # # # #

Young Digitals

Dopo l’operazione di rebranding di inizio maggio, Young Digitals prosegue nel suo percorso di rinnovamento lanciando una nuova campagna, dedicata alla promozione della propria vision nel mondo della comunicazione e della pubblicità, toccando alcuni dei settori merceologici in cui si concentra il know how dell’agenzia: food, design, jewelry e fashion.

The Matter is what Matters” è il concept della campagna lanciata pochi giorni fa con un video e che proseguirà poi a settembre, su un sentiero che parte dall’invisibile per arrivare al rilevante, e dall’anonimato sfocia nell’unicità.

Lo studio creativo intesse un messaggio su misura per alcune delle industry del Made in Italy, dove Young Digitals misura la propria expertise in campagne omnichannel calibrate su precisi obiettivi di target e mercato.

Il legame con il rebranding dei mesi scorsi è evidente: torna il focus sulla rilevanza del messaggio a seconda del settore di riferimento. Si comincia da “Make the moment count”, che nel mondo del gioiello rende rilevante l’occasione in cui il prezioso sigilla una storia, privilegiando il racconto al prodotto. “Make the invisible remarkable” è il concetto scelto per valorizzare il mondo della moda, per raccontare un capo d’abbigliamento oltre l’apparenza, dando luce a ciò che non viene colto a una prima occhiata, dai materiali alla produzione del capo stesso.
Si passa a “Make the anonymous unique”, dove il concetto del “design anonimo” diventa una prospettiva da scongiurare tramite l’esplosione dei valori di storytelling, che per il design Made in Italy costituiscono un vantaggio importante. Infine “Make relevance out of a stunt”, la promessa riservata al mondo del food di uscire dagli schemi preimpostati, dai concetti triti che caratterizzano le campagne alle quali è abituato oggi l’occhio dell’utente e consumatore.

“Ci siamo immaginati una campagna senza il prodotto, siamo andati agli estremi del processo di creazione da cui abbiamo visto nascere le nostre migliori case e campagne, per arrivare a concepire una sorta di campagna ideale”, commenta Michele Polico, CEO di Young Digitals. “Abbiamo un reparto strategico e un reparto creativo che lavorano in sinergia totale, con esperienza, fiuto, e la capacità di immaginarsi qualcosa che ancora non esiste. La realizzazione di questa campagna, di cui il video non è altro che il punto di partenza, è una milestone importante per dare un messaggio alla industry della comunicazione: il contenuto è reale, rilevante. Senza il contenuto, la fuffa mostra presto la sua inconsistenza, ed è destinata a perdersi nel flusso”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Toluna annuncia il rebranding e lancia la nuova piattaforma per gli insights sui consumatori

- # # #

toluna rebranding insights

Toluna annuncia un rebranding e il lancio della nuova piattaforma TolunaInsights. Due importanti cambiamenti che testimoniano la volontà della società di valorizzare il proprio posizionamento sul mercato e offrire ai clienti una soluzione sempre più completa e automattizzata capace di garantire insights sui consumatori in tempo reale.

“Questo è un momento cruciale per la nostra società e per il nostro settore. Le aziende affrontano una costante battaglia contro il tempo e le risorse quando si tratta di intercettare e coinvolgere il consumatore”, dichiara Frederic Charles-Petit, CEO di Toluna. “Oggi più che mai, indipendentemente dall’industry a cui si appartiene, è chiara e urgente la necessità di adottare soluzioni automatizzate alimentate da una tecnologia avanzata in grado di fornire informazioni affidabili e in tempo reale. Da qui la nascita della nuova piattaforma TolunaInsights, la risposta che i nostri clienti in questo momento si aspettano. Una soluzione, che abbinata alla nostra comprovata esperienza, permette alle aziende di essere sempre in prima linea e all’avanguardia se si tratta di insight sui consumatori”.

TolunaInsights è l’unica piattaforma end-to-end del settore in cui campioni, sondaggi, community e analytics sono completamente integrati nella global community di consumatori Toluna. L’approccio permette un significativo risparmio in termini di tempo e costi, senza però sacrificare la qualità o la fiducia nel processo decisionale. TolunaInsights consente agli utenti di sfruttare le migliori soluzioni di analisi dei consumatori on-demand.

“Lavorando da diversi anni con le più grandi aziende a livello mondiale, comprendiamo le sfide tecnologiche che devono affrontare nell’odierna economia on-demand. La scelta di lanciare TolunaInsights sul mercato come un’unica piattaforma nasce dalla volontà di soddisfare le esigenze aziendali in rapida evoluzione attraverso soluzioni tecnologiche agili ma complete”, afferma Marco Gastaut, Managing Director South Europe & Latam. “L’efficienza e le dimensioni di questa piattaforma non hanno rivali e il nostro obiettivo è quello di renderla una vera e propria estensione di ogni team interno di analisi dei consumatori”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Striking Significance: Young Digitals racconta la sua nuova anima. Il rebranding è firmato dai partner Heads e AQuest

- # # # # #

Young Digitals

Con un lancio coordinato su tutte le piattaforme, Young Digitals ha presentato al pubblico il lavoro di rebranding. Un’identità più adulta, più focalizzata, per un’agenzia che ha fatto dell’anticipare i tempi, le tendenze e le direzioni del mercato un dna distintivo, e che oggi, di fronte a un panorama in costante e veloce evoluzione, afferma i propri valori più riconoscibili con uno statement: la cancellatura.

Nata nel 2010 con l’obiettivo di offrire ai brand strategie di comunicazione per i canali social, accentrandone la produzione per distribuirla a livello globale e integrato, Young Digitals negli anni costruisce un successo certificato dalle acquisizioni di importanti clienti internazionali (come i gruppi Coca-Cola, Carslberg, Volkswagen, Crédit Agricole), e del Made in Italy (come Tod’s, Safilo, Technogym, De’Longhi, De Rigo). È proprio la capacità di ideare e posizionare culturalmente e globalmente le aziende italiane nel mondo, unita all’ambiente di lavoro dinamico, multiculturale, e al focus sulla produzione creativa, a rendere Young Digitals un player importante per i settori del Made in Italy.

Ma se oggi la realtà ci mostra che il digital è ormai in tutte le cose, e padroneggiarlo non è più solo un “mestiere da giovani”, i valori del brand dovevano essere ripensati. In collaborazione con lo studio Heads, il rebranding si è mosso da un doppio intento: cancellare valori ormai risemantizzati e donare loro una nuova dimensione: quella del significato, della rilevanza, un orizzonte a cui tendere per dare alla comunicazione un contenuto realmente importante sia per il brand sia per il destinatario. L’ambivalente veicolo grafico e semantico della nuova identità di Young Digitals è quindi un segno leggibile sia come cancellatura sia come sottolineatura.

“Il rebranding – commenta Renzo Di Renzo, Direttore Creativo di Heads – parte dalla necessità di entrare in maniera naturale in una fase nuova dell’agenzia, proprio come avviene per un organismo umano che si trasforma: da bambino ad adolescente, fino a diventare adulto. Per YD questa è una fase in cui si tirano le somme, si traccia una linea e si va a capo. In un rebranding conta la “storia” e il “concetto” che c’è dietro e non la pura realizzazione estetica, che viene poi contaminata dall’uso che ne viene fatto e dal tempo che passa. Abbiamo interpretato questo passare del tempo con un intervento manuale sopra il digital, il segno di cancellatura (o evidenziazione) fatto a mano permette di mantenere la componente umana anche e soprattutto all’interno di dinamiche digital, in una correlazione tra online e offline che rappresentano ormai un unico grande contesto comunicativo”.

Il racconto di questo incontro tra mondi vive anche sulla landing page, in grado di proiettare l’utente in un’esperienza inedita, pensata da AQuest, partner storico dell’agenzia che lavorerà anche al website. Nel prenderne parte, vediamo la cancellatura farsi sottolineatura e poi linea, per definire i contorni della nostra identità.

“Affidandoci questo lavoro – spiega Fabio Merlin, CEO e Creative Director di AQuest – Young Digitals ci ha dato una visione, non dei paletti, concedendoci dunque di sviluppare un percorso libero e che fosse in grado di esprimere la nostra creatività e il nostro attaccamento all’innovazione, tradotti in un journey stimolante e rilevante. Perché guardare e rivolgersi sempre a ciò che sta al di là del nostro naso e dello schermo? Troppo spesso ci dimentichiamo che, al di qua, ci siamo noi, con le nostre idee, le nostre abitudini e le nostre reazioni. L’identità di ciò che vediamo è inevitabilmente connessa alla nostra, a come la vediamo e a come la riflette la lente di una fotocamera”.

È l’importanza dell’interpretazione, del significato che possiamo dare alle parole e ai concetti a seconda del nostro vissuto, il tema centrale del video con cui YD ha presentato il rebranding.

 

 

“Non potevamo farne a meno, dopo 8 anni di un percorso ricco e che ha visto mutare il contesto nel quale ci muoviamo ma più di questo noi stessi. Qual è il valore dei termini che compongono il nostro nome, e come questo è cambiato nel tempo? Cosa significa per noi oggi essere “young”, cosa significa essere “digital”? Come possiamo ridefinire l’intento energetico con il quale abbiamo dato vita alla nostra storia? Sono queste le domande interiori dalle quali ci siamo mossi, con un lavoro che ha incluso gran parte dell’agenzia e per il quale abbiamo avuto l’onore di coinvolgere due partner come HEADS e AQuest, che hanno aggiunto alla nostra riflessione un grande valore. Il significato, vissuto come una terza dimensione che dà a sua volta significato a quella del tempo e dello spazio, è l’elemento centrale del nostro percorso di analisi, e del nostro lavoro quotidiano. Cancellarlo, evidenziarlo, cambiare punto di vista su di esso è il nostro metodo. Il nuovo logo, e il payoff  “Striking Significance“, sono dunque la sintesi di tutto quello che ci forma e che ci caratterizza”, commenta Michele Polico, CEO di Young Digitals.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Geometry Global: nuova brand identity e nuovo logo

- # # #

Geometry Global

Geometry Global – agenzia di brand experience presente in 56 mercati del mondo – ha presentato la nuova identità di marca che rispecchia i mutamenti avvenuti da quando è stata lanciata nel 2013.

“I cambiamenti in questi cinque anni sono stati molti. Il mondo della comunicazione è diventato più digitalizzato e frammentato e i brand stanno pensando a come migliorare le proprie vendite in un mondo omnichannel”, afferma Steve Harding, Global Ceo di Geometry. “Geometry si è evoluta per rispondere a queste esigenze e il nostro nuovo branding è un riflesso di questa trasformazione. Racconta un’agenzia moderna, omni channel, una realtà distintiva, curiosa, divertente, fiduciosa e ambiziosa nei confronti del futuro”.

La nuova identità è stata creata dal team Geometry di Amburgo. Include nuovi logo e monogramma, una palette di colori vivaci e una serie di simboli che rappresentano le diverse discipline e competenze. Nei prossimi mesi verrà, inoltre, lanciato il nuovo sito.

“Questo nuovo look mira a catturare la magia del mondo geometrico e a portarne in vita la bellezza. Ci siamo allontanati dalla rigida rappresentazione del nostro passato, per avvicinarci ad una identity più fluida, flessibile e organica che sia rappresentativa del futuro”, afferma Jon Hamm, Global Chief Creative Officer di Geometry.

“Il rebranding arriva in un momento per noi molto importante. Nel corso degli ultimi 5 anni, abbiamo costruito il nostro spirito aziendale e affinato il nostro approccio, conservando la fiducia dei nostri partner storici e ottenendo importanti riconoscimenti da nuovi clienti internazionali e locali. Forti di questi risultati, affrontiamo il 2018 con un rinnovato entusiasmo”, aggiunge Stefano Rossi, General Manager di Geometry Italia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Universal Publishing Production Music annuncia il rebranding per le consociate nel mondo

- # # # # # #

Universal Production Music

Universal Publishing Production Music, la società leader mondiale nel settore production music, ha annunciato oggi il rebrand delle proprie affiliate con il marchio Universal Production Music. L’aggiornamento dell’identità istituzionale sottolinea l’allineamento con Universal Music Group, leader mondiale nell’intrattenimento musicale, e al contempo distingue le affiliate UPPM production music nel mondo dall’identità originale del brand globale.

L’azienda ha inoltre lanciato un innovativo sito web rivolto alle proprie stimate aziende clienti e ai professionisti del settore. La nuova piattaforma offre numerosi miglioramenti progettati per velocizzare e semplificare la procedura con la quale i professionisti del settore possono esplorare, mixare e condividere i brani di production music.

Ispirato alle piattaforme di streaming più popolari, il nuovo sito web consente agli utenti di effettuare ricerche musicali senza interruzioni, salvare playlist, collaborare e condividere i brani direttamente. Questo nuovo approccio permette un servizio personalizzato basato sulle esigenze specifiche degli utenti, promuovendo creatività e collaborazione all’avanguardia.

“Come casa produttrice dei migliori repertori di production music nel mondo, Universal Publishing Production tecnologie innovative specificatamente progettate per superare le aspettative
dei nostri clienti quando si tratta di trovare la musica perfetta per i loro progetti”, ha detto Michael Sammis, Presidente di Universal Publishing Production Music Worldwide. “Il processo di rebranding è anche una parte fondamentale della nostra strategia di leadership sul mercato e la nuova identità chiarisce e rafforza il nostro allineamento con l’azienda leader mondiale della musica”.

La nuova piattaforma web è già attiva su 23 siti di Universal Production Music in 17 territori al di fuori degli Stati Uniti tra cui Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Scandinavia, Australia e numerosi altri. Territori addizionali sono stati inseriti nel 2017 (partner sites) e nei primi mesi del 2018 saranno online anche altri UPPM brands tra cui Killer Tracks (USA), Firstcom Music (USA), Focus Music (UK), Kapagama (Francia) e Paris Music (Polonia) che per il momento manterranno i loro attuali marchi.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma il rebranding dei Torroncini Sperlari

- # # # #

FutureBrand - Sperlari

Da più di 180 anni, Sperlari prepara le sue specialità senza smettere di innovare, perché la tradizione non è un valore fine a se stesso, ma una garanzia di qualità, unita al saper fare e alla capacità di restare al passo con i tempi.

“Il rebranding dei Torroncini Sperlari nasce proprio dal desiderio di dare nuovo appeal alla marca e garantirle un vantaggio competitivo all’interno del mercato di riferimento grazie all’uso di un linguaggio che integra la tradizione con codici più contemporanei, riuscendo a dialogare con un target più ampio”, racconta Marta Proto, Associate Account Director di FutureBrand. “Un’operazione strategica con un ulteriore obiettivo: facilitare la navigazione dell’ampia offerta dei torroncini Sperlari, evidenziando al meglio le caratteristiche delle singole tipologie”.

La traduzione visiva dei valori del Brand – qualità, tradizione, selezione delle materie prime e saper fare di Sperlari – rinnova l’immagine di marca dei Torroncini, attraverso un design che ne esalta sia le caratteristiche che e la premiumness.

Il visual di prodotto, infatti, diventa centrale nel racconto della marca, aggiungendo freschezza e ribadendo la qualità dei prodotti, grazie anche all’introduzione dell’oro, di sfumature di colore e di finiture che giocano sulla contrapposizione di lucido e opaco, all’interno di un system dinamico. Ogni elemento ha l’obiettivo di veicolare la qualità e la cura di Sperlari, come l’introduzione del bollo “Qualità Sperlari” che sottolinea una volta di più la promessa di marca.

La gamma delle referenze Zanzibar è in linea con il nuovo look dei Torroncini, ma sceglie un background più intenso nel colore, che strizza l’occhio al mondo del cioccolato e celebra la doppia nocciola intera, vera protagonista di questo prodotto.

“La nuova immagine dei Torroncini Sperlari usa codici visivi più contemporanei, adatti a dialogare con un pubblico più ampio e giovane e a proporre la propria qualità e golosità anche oltre il periodo natalizio”, conclude Marta Proto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

InTesta firma il rebranding di Agrati, per un fastening system che non dimentica il passato

- # # #

Agrati e inTesta

Agrati ha deciso di rinnovare la propria identità visiva. Il progetto di rebranding è stato interamente affidato all’agenzia inTesta, specializzata in graphic design e packaging.

 

L’azienda e il Gruppo Armando Testa si conoscevano già da tempo: il logo di Agrati, infatti, era stato ridisegnato proprio da Armando Testa negli anni ’80. Lo storico “bullone”, infatti, appare anche nel nuovo marchio, che ne è la naturale prosecuzione. Il bullone, garanzia di qualità e storicità, è utilizzato però questa volta in versione stilizzata, e immerso in una grande lettera “A”, che rappresenta l’iniziale di Agrati e trasmette un forte senso di verticalità e slancio.

 

Il colore della nuova identità è il rosso: una scelta di “rottura”, che trae ispirazione dal settore automotive, primo mercato di riferimento dell’azienda. Il logo è stato creato, così, per sintetizzare l’esigenza di rappresentare, allo stesso tempo, il legame aziendale con la tradizione e la continua attenzione al futuro e all’aggiornamento tecnologico. A completamento del tutto, il nuovo payoff di Agrati: World Fastener Solutions.

articoli correlati

AZIENDE

Dailymotion, obiettivo Curated Premium Content Discovery. Il rilancio globale e la nuova app

- # # #

Dailymotion AdPulse

Dailymotion, la rivoluzione è globale. Il portale di condivisione dei video rilancia infatti la sua piattaforma italiana in un’ottica di rebranding mondiale, ribadendo l’investimento continuo nell’evoluzione di una tecnologia al servizio di utenti e storyteller. La nuova offerta pubblicitaria è ora disponibile anche in nel nostro paese attraverso AdPulse; tra le novità, anche la nuova applicazione del gruppo.

AdPulse, partner del gruppo, consente ora in Italia agli inserzionisti di accedere all’inventory premium di Dailymotion che utilizza i like e gli stili di vita degli utenti da 18-49 anni, il nuovo obiettivo primario della piattaforma. La priorità è data ai contenuti più recenti, video live e formati brevi. Questa nuova offerta è stata possibile grazie alle partnership con gruppi media e brand premium in tutto il mondo. “Il video è il formato più emozionante dei media e il modo più potente per connettere i consumatori, ma il settore non sta massimizzando il video al suo pieno potenziale”, ha dichiarato Maxime Saada, CEO e presidente di Dailymotion. “Siamo pionieri di un nuovo paradigma per i video grazie al quale le persone possono scoprire più facilmente i contenuti che amano, gli inserzionisti possono connettersi con i consumatori in un ambiente sicuro per la propria brand safety e gli editori possono estendere la portata del loro contenuto a un pubblico rilevante e coinvolto”.

Come parte di questo lancio, Dailymotion ha annunciato anche tre nuove partnership con i più importanti media e brand dell’entertainment al mondo: Universal Music Group, CNN e Vice. L’applicazione mobile di Dailymotion, ora disponibile in Italia su iOS (Apple Store) e Android (Google Play), e la nuova esperienza desktop e web-mobile sono state progettate con l’idea precisa di creare esperienze di intrattenimento. Le principali caratteristiche della nuova piattaforma di Dailymotion includono, tra gli altri, un focus sui contenuti video da non perdere dedicati a quattro temi: notizie, sport, musica e entertainment. All’interno di app e desktop, la priorità sarà data a contenuti premium, inclusi eventi live come concerti, competizioni sportive, breaking news e molto altro. Inoltre, è stata ridisegnata un’interfaccia utente che privilegi la scoperta dei contenuti e le raccomandazioni personalizzate attraverso più punti di accesso: For You, feed personalizzato in cui gli utenti possono accedere alla loro dose giornaliera di video consigliati in base ai loro gusti e interessi specifici; Esplora, un luogo in cui esplorare i canali, gli argomenti e le tendenze più popolari.Argomenti: un elenco in tempo reale di temi curati in base a novità, momenti culturali e aggiornamenti nel mondo dell’intrattenimento; e Libreria, un luogo per salvare e rivedere i contenuti preferiti, come abbonamenti, playlist e video. Qui gli utenti possono guardare i contenuti in un momento successivo o perfino offline.

Un nuovo video player in HTML5 e algoritmi di ricerca progettati per rendere la navigazione e lo streaming dei contenuti più semplici che mai. “Questo processo di rinnovamento riguarda anche la strategia advertising” commenta Valentina Vozza, Head of AdPulse Italia parte di AdUX e concessionaria di Dailymotion per l’Italia dal 2015. “Insieme al team di Dailymotion abbiamo studiato una nuova proposta ricca di offerte personalizzate in linea con le nuove modalità di visualizzazione dei video. La piattaforma offre ora un’esperienza totalmente immersiva grazie all’introduzione di formati più innovativi e meno intrusivi, come annunci verticali pre-roll, annunci verticali in-video e annunci personalizzati pre-roll, progettati appositamente per promuovere una user experience più fluida e una maggiore integrazione con i brand”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il riposizionamento di Vodafone: nuovo claim e nuovo logo. Al via la più grande campagna pubblicitaria globale di sempre

- # # # # #

Vodafone

Il Gruppo Vodafone ha annunciato oggi la nuova strategia di posizionamento, presentando un nuovo claim e un nuovo logo. Si tratta del primo rinnovamento del brand Vodafone, uno dei più conosciuti al mondo, da quando, nel 2009, fu lanciato lo slogan “Power to you”.

La nuova strategia di comunicazione, che sarà declinata in tutti i 36 Paesi in cui Vodafone è presente, sottolinea la fiducia di Vodafone nelle nuove tecnologie e servizi digitali, che avranno un ruolo sempre più significativo nel trasformare la società e migliorare la qualità della vita delle persone nei prossimi anni.

Il nuovo posizionamento di Vodafone si concentra sul tema del futuro, espresso dal claim “The future is exciting. Ready?”. La prima parte del claim sarà tradotto nelle lingue locali dei Paesi del Gruppo, mentre la seconda parte – “Ready?” – rimarrà in inglese. In italiano sarà: “Il futuro è straordinario. Ready?”.

La nuova identità visiva darà maggiore risalto all’iconico “speech mark” di Vodafone (la “virgoletta”) creato nel 1998. In tutti i materiali di comunicazione lo “speech mark” sarà centrale nella grafica e apparirà in modalità bidimensionale anziché 3D come il logo attuale.

La strategia di posizionamento del brand è stata sviluppata dopo un periodo di approfondite ricerche e sperimentazioni, che tengono conto dei pareri quantitativi e qualitativi di oltre 30mila persone in 17 Paesi.

Dal 6 ottobre il Gruppo Vodafone avvierà la più grande campagna pubblicitaria a livello globale dei suoi 33 anni di storia. Lo spot TV – un filmato di 60 secondi che racconta come l’interazione umana rimanga una costante mentre le tecnologie evolvono nel tempo – è stato prodotto dall’agenzia “Ridley Scott Associates“.

Vodafone ha commissionato un sondaggio a YouGov su circa 13mila persone in 14 Paesi, tra cui l’Italia, per valutare come le persone percepiscono il futuro. Tra i principali risultati:

  • Indipendentemente dall’età, gli intervistati ritengono che l’innovazione tecnologica avrà un impatto molto positivo sul futuro nei prossimi 20 anni;
  • i giovani tra i 18 e i 24 anni, sono i più ottimisti riguardo al futuro, con il 62% convinto che gli standard di vita tra 20 anni saranno migliori rispetto a oggi;
  • complessivamente, gli intervistati di tutte le fasce di età ritengono che da qui a 20 anni i propri standard di vita, e quelli dei loro figli, saranno migliori rispetto a oggi.

Vodafone si è anche rivolta a Futerra  per identificare 10 dei principali trend emergenti che potrebbero trasformare le abitazioni e la vita lavorativa delle persone. Per farlo, ha coinvolto cinque affermati “futurologi“, uno per continente, che tra le principali innovazioni tecnologiche hanno individuato:

  • componenti stampati in 3D per la costruzione di alloggi, con componenti stampati in 4D in grado di evolversi nel tempo assieme alle esigenze abitative delle famiglie;
  • un aumento di cinque volte della capacità globale di produzione di energia pulita grazie all’installazione di pannelli solari non più solo sui tetti degli edifici, ma anche su finestre, pareti e persino sulle autostrade;
  • operazioni mediche personalizzate grazie alla bio-stampa 3D di organi e arti
  • nuovi sistemi di trasporto pubblico, con treni ultraveloci che collegheranno le città sfiorando i mille chilometri all’ora;
  • progetti di raccolta idrica su larga scala, come sistemi di raccolta dell’acqua piovana, reintegro delle acque freatiche e dissalazione, in grado di trasformare la vita di 1,2 miliardi di persone che vivono in aree colpite da penuria idrica;
  • crescita dell’uso dei sensori connessi in agricoltura, con conseguente aumento della produzione alimentare, e sviluppo di nuove fonti proteiche che sostituiranno sempre più la carne.

Così Serpil Timuray, Chief Commercial Operations and Strategy Officer del Gruppo Vodafone: “Crediamo ci siano molte valide ragioni per essere ottimisti riguardo al futuro, partendo dalle grandi innovazioni emergenti nella scienza e nella tecnologia, che già iniziano ad avere un profondo e positivo impatto sulla società. Vodafone può contate su una lunga storia nella diffusione di nuove tecnologie a milioni di persone in tutto il mondo, migliorando la qualità della vita e trasformando i luoghi di lavoro. Il nostro nuovo posizionamento vuole incarnare la missione di Vodafone, ovvero quella di aiutare i nostri clienti e le comunità ad accogliere e beneficiare delle straordinarie innovazioni che plasmeranno il mondo”.

Per sviluppare la sua nuova strategia di posizionamento del marchio, Vodafone ha lavorato con le agenzie MEC, Santo, Brand Union e Kantar, del gruppo WPP.

Soria di un marchio-icona

• Uno dei marchi di telecomunicazioni più riconosciuti al mondo, con un valore attribuito di 22 miliardi di dollari secondo Brand Finance
• Il logo originale Vodafone è stato creato nel 1985.
• La figura di Pegaso è stata aggiunta al logo in 1993.
• L’identità visiva della “virgoletta” Vodafone è stata creata nel 1998.
• Dal 2001 il logo incorpora una SIM card.
• La prima versione tridimensionale scheumorfica dell’identità visiva della “virgoletta” risale al 2005.
• Nel 2009 “Power to you” è diventato lo slogan di Vodafone.
• Per sviluppare la sua nuova strategia di posizionamento del marchio, Vodafone ha lavorato con le agenzie MEC, Santo, Brand Union e Kantar, del gruppo WPP.

CREDITS:
Musica: “Changing” di Sigma Feat. Paloma Faith

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La Molisana cambia look. Nuovo logo e un pack totalmente rinnovato

- # #

rebranding per La Molisana

La Molisana sta arrivando sugli scaffali con un pack totalmente rinnovato. Si tratta di una rilevante operazione di rebranding, con un nuovo logo che riassume la forte identità di un marchio storico dell’alimentare Made in Italy: oltre 100 anni di tradizione e competenza nella pasta (dal 1912); filiera integrata, dal chicco di grano alla tavola, perché le semole arrivano al pastificio dall’adiacente Molino di proprietà dell’azienda, anch’esso con una tradizione ultracentenaria; territorio con caratteristiche e risorse uniche (Campobasso), per un marchio che ha varcato i confini del Molise conquistando i vertici del mercato nazionale e molto apprezzato dai consumatori anche all’estero.

Il nuovo pack custodisce anche una nuova ricetta. Si parte dalla selezione dei grani, che grazie alla competenza della famiglia Ferro, mugnai da quattro generazioni, porta il valore proteico da 14% a 14,5%, incrementando uno dei principali parametri con cui si misura la qualità della pasta e la sua tenacia in cottura (superiore alla media del mercato, pari al 12%). Al migliore grano duro dal profumo intenso, dal colore giallo tenue e dall’alto contenuto proteico, si aggiunge un’acqua certificata da un bollino di qualità. L’Acqua del Parco del Matese, utilizzata per impastare le semole, è infatti riconosciuta per le sue caratteristiche oligominerali e la sua leggerezza; è povera di sodio e nitrati, dunque indicata anche per l’alimentazione dei bambini.

La pasta La Molisana nasce a Campobasso, a 730 metri di altitudine. L’aria fresca conserva integro il grano, assicurando una pasta essiccata in purezza.

articoli correlati

AZIENDE

Ve Global presenta al Dmexco di Colonia il restyling del brand e la strategia consumer-first

- # # # #

ve global

Ve Global (“Ve”), technology company pluripremiata che propone soluzioni di advertising digitale e coinvolgimento onsite, ha rilanciato il proprio brand globale mettendo al centro il consumatore, per ispirare i consumatori dei nostri clienti attraverso il loro percorso di navigazione.
Fondata nel 2009, Ve ha mosso i primi passi sviluppando una tecnologia che permettesse di recuperare i carrelli abbandonati tramite mail. Da quel momento, la technology company, che collabora con 10.000 clienti in 18 nazioni, ha saputo rispondere all’evoluzione del comportamento degli utenti dell’era digitale, sviluppando un’intera suite di prodotti basati sulla conoscenza che aiuta i brand di ogni settore e di ogni dimensione a dialogare con il pubblico giusto, con il messaggio giusto al momento giusto.

Dal primo all’ultimo punto di contatto con il cliente, Ve offre programmatic adv, coinvolgimento onsite e prodotti di email remarketing con un design brand-native completamente personalizzabile e facilmente integrabile con il sito, soluzioni che non interrompono l’esperienza di navigazione o d’acquisto degli utenti.

“Il restyling del nostro brand non è un semplice aggiornamento della nostra identità visiva, ma rinforza la nostra fiducia nel conoscere le necessità dei nostri clienti”, ha commentato il CEO Morten Tonnesen, nel corso di un intervento presso lo stand di Ve al Dmexco di Colonia. “Questo comporta la trasformazione dei dati che collezioniamo in insight che ci consentano di fornire ai clienti un’esperienza online che sia il più possibile personalizzata e intuitiva. Il nostro obiettivo ultimo è la comprensione del valore di ogni singola azione, nonché il supporto in un processo di crescita significativa dei nostri clienti in tutto il mondo”.

“L’obiettivo principale del restyling del brand è stata una ridefinizione della nostra proposta, rispondendo in maniera esplicita alle ragioni che sottendono l’esistenza della company e al contempo motivando più a fondo il significato dei prodotti e servizi che proponiamo ai nostri clienti”, ha aggiunto il Direttore Creativo di Ve, Adam Hindhaugh. “Questo restyling ispirerà un impulso continuo ad essere migliori della concorrenza e il desiderio di creare esperienze significative per gli utenti, per i nostri clienti e i nostri dipendenti”.

Il lancio del restyling del brand al dmexco è stato affiancato da alcuni annunci relativi al business, compreso un investimento di 15 milioni da parte degli attuali investitori di Ve, destinato a rafforzare il brand in tutto il mondo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rai, completato il rebrand: nuovi loghi e animazioni per i canali tematici

- # # # #

canali tematici Rai

La Rai cambia veste e per la prima volta tutto il portfolio di reti del servizio pubblico avrà un’immagine coordinata. I canali tematici Rai 5, Rai Movie, Rai Sport, Rai Yoyo, Rai Gulp, Rai Storia, Rai Premium, Rai Scuola, Rai Italia e Rai World Premium completano il rebrand avviato nel settembre 2016, introducendo una grafica volta a rendere la tv pubblica unica e distinta.

Il progetto, curato dalla direzione Creativa Rai guidata da Massimo Maritan, è stato diretto da Roberto Bagatti, Chief of Brand & Creative, in collaborazione con la designer Florencia Picco.

“Con il rebrand dei dieci canali tematici si conclude il percorso di perfezionamento dell’immagine coordinata avviato da Rai per restituire nuovo valore e una nuova dinamicità all’identità visiva, attraverso elementi di forte innovazione ma anche riferimenti all’insegnamento dei più importanti designer italiani del XX secolo”, afferma il Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto. “Per la prima volta – prosegue il Dg – un’identità unica accomunerà tutti i canali Rai, consolidando personalità e riconoscibilità del servizio pubblico e celebrando l’eredità del design italiano”.

Roberto Bagatti spiega l’idea di fondo di questo cambio d’immagine: “Come già fatto con le quattro reti generaliste, a partire dal quadrato, forma del logo Rai, ogni canale avrà una propria identità visiva”. “Come scrisse Munari – prosegue Bagatti – il quadrato sta, nelle più antiche strutture e nelle immagini rupestri dei primi uomini, a significare l’idea di casa e di Paese. Laddove con Rai 1, Rai 2, Rai 3 e Rai 4 le soluzioni visive sono astratte per raccontare la natura generalista delle reti, con i canali tematici il quadrato diventa un contenitore dove emerge la raffigurazione dei temi e dei generi protagonisti delle diverse proposte editoriali; ad esempio passiamo dalle immagini poligonali di Rai Movie per illustrare diversi generi cinematografici a un gruppo di piccoli amici di forma quadrata che si divertono a portare scompiglio tra una trasmissione e l’altra di Rai Yoyo, fino a Rai Gulp (nella foto) con una serie di teenager dal viso quadrato che animano i bumper della rete”.

Il “look and feel” delle reti Rai verrà esteso alle piattaforme digitali e social. Anche le prime quattro reti generaliste Rai presenteranno una nuova serie di bumper dedicati, in cui i quadrati diventeranno tridimensionali, in modo da accompagnare il rebrand dei canali tematici e completare la nuova immagine del portfolio di reti Rai.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sinergie group si rinnova con un rebranding aziendale e diventa SG Holding

- # # # # # #

rebranding Sinergie group

Sinergie Group diventa SG Holding tutte le risorse del gruppo si sono riunite al Magna Pars di Milano lo scorso 27 marzo per celebrare questo traguardo molto importante.

Il processo di rebranding, presentato durante la convention dal CdA (Davide Verdesca, Luigi Spinolo, Graziano Mascheri) si è reso necessario poiché negli ultimi anni il rapporto tra la capogruppo e le controllate si è fatto più forte, efficace e performante.

Oggi SG Holding vuole essere molto più di un semplice contenitore di eccellenze, vuole essere un vero e proprio vettore di valori e ottimizzatore di tempo ed energie.
SG è nata nel 2015 e fa parte di un piano imprenditoriale avviato oltre 16 anni fa. Si rinnova oggi con un rebranding aziendale annunciato durante il kick off.

In meno di due anni il gruppo ha collezionato numerosi ed importanti successi e anche le controllate Sinergie (Live Communication) e Special (Boutique Incentive) hanno raggiunto risultati fondamentali, riconosciuti e premiati da un mercato che vede in SG una realtà tra le più autorevoli di settore.

In considerazione di questa crescita complessiva, e per supportarla ancor di più, i tre soci si sono messi in prima linea, occupandosi ciascuno di loro di tre aree fondamentali. Davide Verdesca, President & Founder, si occuperà in toto della strategia e della comunicazione della holding, Graziano Mascheri, CSO & Founder, invece, proprio da marzo ha preso in carico la Divisione Sales e lavorerà con i sales per raggiungere i nuovi e sfidanti obiettivi dell’azienda. Infine Luigi Spinolo, CFO & Founder, manterrà alto il suo focus sulla managing Division, con un’attenzione importante in campo HR.

Il cambiamento annunciato non ha solo impattato sull’aspetto grafico e di naming dell’azienda, ha soprattutto messo in luce il ruolo e l’identità della capogruppo che deve essere sempre più una società di gestione e di processi, una piattaforma sulla quale poggiano e si sviluppano soggetti indipendenti rivolti direttamente al mercato.

Il processo di rebranding ha coinvolto anche Sinergie che vede il suo logo leggermente modificato: perde la tagline “Focus on passion”, che diventa un vero e proprio valore comune a tutte le società del gruppo, e ne acquisisce una nuova e che sottolinea il suo core business: Live Communication.

Nel corso del pomeriggio si sono anche condivisi gli obiettivi raggiunti nel 2016 e quelli prefissati per il 2017 e per il triennio a venire. Oltre agli interventi del Board, ogni Direttore di Divisione ha delineato i rispettivi traguardi e la propria interpretazione della strategia aziendale.

Al termine della convention i dipendenti hanno vissuto l’esperienza “Share the Smile”, un’attività di team building legata al mondo del cioccolato. L’evento si è concluso con un cocktail party al quale hanno partecipato anche personalità del mondo del giornalismo, testimoni di una grande novità che ha rafforzato lo spirito di squadra che da sempre unisce le diverse Unit dell’agenzia.

Si comunica che SG Holding e Sinergie Live Communication si presentano oggi con due nuovi siti web inaugurati proprio al termine della convention.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Bitmama firma “Noi di Modena”, il riposizionamento del marchio Fini

- # # # # # #

Bitmama

Inizia in questi giorni la nuova campagna “Noi di Modena”, per comunicare il nuovo posizionamento del marchio Fini. Un progetto di rebranding con cui Fini Pasta Fresca, insieme a Bitmama, ha ridisegnato l’intera strategia di comunicazione del brand, dal territorio da presidiare all’individuazione dei valori chiave e degli asset di marca, fino alla definizione di un nuovo tono di voce, di uno stile visivo e soprattutto di un nuovo pay off: “Una storia da assaporare”.

Quattro parole che raccontano l’evoluzione della missione del marchio: portare la tradizione gastronomica emiliana sulla tavola degli italiani come una vera e propria cultura del cibo, fatta di amore per la qualità, le materie prime, il territorio e la convivialità, ma soprattutto raccontare tutto ciò attraverso le storie delle persone che fanno parte di questa grande storia.

La campagna racconta infatti la storia di Fini e di Modena, attraverso le storie delle persone, lasciando che siano loro a parlare, dimostrando senza artifici quello che è il carattere di questo territorio, in cui il brand affonda le sue radici e costruisce il suo futuro.

“Noi di Modena” è una campagna di comunicazione, ma è soprattutto una piattaforma di Branded Content: una storia da assaporare tutto l’anno sui canali digitali del brand, con al centro Modena, i volti dei suoi abitanti e le loro #storiedaassaporare. La piattaforma esordirà con il video “Noi di Modena” e proseguirà con una serie di altri soggetti legati ai luoghi della città e alle sue storie, fino alle storie da assaporare che sono i prodotti Fini, protagonisti, insieme ai nuovi pack Fini e alle nuove ricette che Fini proporrà agli italiani, di contenuti statici, dinamici e canvas video per i canali digitali del brand.

Bitmama si conferma così anche nel 2017 partner strategico e creativo di Fini, accompagnando il marchio lungo tutto il percorso di sviluppo ed evoluzione dei brand operando sia sulla definizione dell’impianto strategico, sia sulla conduzione e gestione operativa della sua presenza quotidiana online.

CREDITS
Agenzia: Bitmama Reply
Creative Director: Fabio Padoan
Copywriter: Julie Carpinelli
Art Director: Valeria Fuso
Social media manager: Susanna Aruga
Account: Francesca Casciato, Ivana Portella

Casa di produzione: Filmine
Producer: Enrico Cannizzo
Regista: Valerio Valente
Direttore della fotografia: Danilo Monte
Fotografo (reportage): Emanuele Zamponi
Fotografo (studio): Fabrizio Esposito

articoli correlati