MEDIA 4 GOOD

Nasce “Discovery For Good”, il progetto di CSR di Discovery Italia

- # # # # # #

Discovery

Discovery Italia rafforza il suo impegno in tema di Corporate Social Responsibility e dà vita al nuovo brand – Discovery For Good – sotto cui saranno raggruppate tutte le attività sociali del gruppo.

Un vero e proprio progetto articolato che abbraccia le diverse anime dell’azienda e darà ancora più risalto alle tante iniziative che da sempre Discovery mette in campo per sensibilizzare l’opinione pubblica e dare un contributo concreto al miglioramento di una società aperta e totalmente priva di discriminazioni. Un impegno che passa per lo sviluppo di progetti ad hoc con istituzioni, associazioni e realtà del terzo settore e con il coinvolgimento editoriale dei canali e del pubblico che sempre più numeroso li segue.

Da oggi, quindi, tutte le iniziative del gruppo dedicate ai temi sociali saranno contrassegnate dal brand Discovery For Good – on air, online e off air – con elementi grafici sviluppati ad hoc.

Alessandro Araimo, Amministratore Delegato Discovery Italia commenta: “Il senso di responsabilità sociale è alla base del nostro modo di interpretare il ruolo di editore. Abbiamo voluto con forza creare un brand – Discovery For Good – per dare una progettualità comune alle tante iniziative sociali su cui siamo costantemente impegnati. Siamo orgogliosi di inaugurare questo nuovo corso con una tematica, come quella contro la violenza sulle donne, che ci vede da sempre lottare in prima linea. Un’iniziativa che farà da apripista a tanti progetti che Discovery For Good lancerà nei prossimi mesi”.

#VoceAlleDonne

Il lancio del brand Discovery For Good, infatti, coincide con un’iniziativa senza precedenti declinata su due dei canali di punta di Discovery – Real Time e DMAX – uniti per una giornata che da sempre il gruppo celebra sui propri canali: il 25 novembre, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Anche quest’anno, alcuni partner di Discovery Media si sono uniti a Real Time e DMAX aderendo alla campagna a sostegno di tutte le donne.

Findus, Fater Spa, Mercedes-Benz Italia, Golia, Volkswagen, TIM, Opel, Le Bebè, Jaguar Land Rover, LG Electronics, Kiko Milano, Nuvenia, Sephora, cameo, American Express rinunceranno ad alcuni spazi pubblicitari della giornata a favore della messa in onda delle clip realizzate per dar voce all’iniziativa.

Tutte le iniziative per il 25 novembre avranno un unico hashtag: #VoceAlleDonne. Partner dell’intero progetto è ActionAid.

Appuntamenti su Real Time

Real Time sarà ancora una volta al fianco delle donne: il 25 novembre trasmetterà al posto di promo e spot, testimonianze di donne vittime di violenza. Il concept della campagna, che trova la perfetta sintesi nel claim finale è “Se colpiscono una, colpiscono tutte”. In onda saranno trasmessi brevi racconti, tratti da testimonianze reali e interpretate da attrici, di donne vittime di violenza.

La campagna si inserisce in una significativa iniziativa editoriale del canale. Per tutto il mese di novembre, Real Time ha trasmesso 5 documentari d’inchiesta dedicati al tragico fenomeno del femminicidio in Italia: “In quanto donne – storie di ordinaria violenza”, in onda dal 3 novembre, ogni sabato alle 23:05, dedicati alle storie di Federica Mangiapelo, Chiara Insidioso Monda, Jessica Faoro, Sara Di Pietrantonio e un appuntamento speciale dedicato alla vicenda di Valentino Talluto.

Al termine dei documentari inediti Lucia Annibali – vittima di una terribile aggressione con l’acido da parte di un uomo e che oggi ha fatto della battaglia contro la violenza sulle donne la propria missione – offrirà la propria personale interpretazione delle storie e dei messaggi che da esse provengono.

Appuntamenti su DMAX

Per la prima volta anche il canale maschile del gruppo Discovery scende in campo al fianco delle donne, con un’iniziativa che coinvolgerà in prima persona gli atleti della Nazionale Italiana Rugby, grazie alla collaborazione con Federazione Italiana Rugby.

Il 24 novembre, giorno del match con i temutissimi All Blacks, alcuni atleti scenderanno in campo nel riscaldamento pre-partita indossando delle magliette con dei numeri insoliti come “6,788, 31,5 o 62,7”. Numeri che in realtà sono legati al fenomeno della violenza sulle donne in Italia.

Il loro significato verrà svelato dagli atleti stessi (il capitano Parisse, Benvenuti, Ghiraldini e molti altri) e dai volti di Rugby Social Club (Daniele Piervincenzi, Paul Griffen, Vittorio Munari e Antonio Raimondi), in alcune clip che verranno trasmesse su DMAX il 25 novembre.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

SAP aiuta i 49ers a migliorare l’esperienza dei fan con i dati in tempo reale

- # # # # # # # # #

SAP

In tutto il mondo, SAP aiuta le società sportive e i loro impianti a semplificare le operation per diventare più efficienti, redditizi e di successo. Mentre i team si sfidano per il piacere dei tifosi, i franchise sportivi stanno esplorando nuovi modi per far entrare i fan nei loro stadi e massimizzare la loro esperienza per invogliarli a una costante partecipazione, aumentare la loro spesa media e mantenere la fedeltà al brand per tutta la vita. Le operation dello stadio, in particolare, svolgono un ruolo chiave per aiutare i team a raggiungere questi obiettivi.

In questo articolo Bonnie Rothenstein di SAP, racconta l’esperienza con i San Francisco 49ers e spiega come è nata Executive Huddle, la soluzione che consente la gestione dell’impianto sportivo per individuare eventuali criticità e impostare nuove strategie basate su dati e analytics in tempo reale dei sistemi critici che influenzano l’esperienza di un fan.

L’efficenza operativa di uno stadio

Creare un’esperienza ottimale all’interno dello stadio per i fan è una sfida impegnativa per una società sportiva considerando le dimensioni e l’ambito di gestione di un impianto in una giornata di gioco: da migliaia di dipendenti a tempo pieno e part-time, a decine di migliaia di fan fino alla gestione di diversi sistemi e fornitori utilizzati per biglietteria, parcheggio, concessioni, vendita al dettaglio e assistenza clienti. La capacità di raccogliere, consolidare e generare insights basati su dati in tempo reale su tutti gli aspetti dell’esperienza di un fan allo stadio è la chiave per sbloccare le efficienze operative che mantengono contenti i tifosi.

La collaborazione con i San Francisco 49ers

I San Francisco 49ers gestiscono uno degli stadi più innovativi negli sport professionistici e volevano massimizzare il modo di catturare, evidenziare e reagire alle attività del gameday in tempo reale per migliorare l’esperienza della giornata dei propri fan, aumentare l’efficienza operativa e abbattere i costi.

Riconoscendo l’esperienza di SAP nel contribuire a creare esperienze connesse allo stadio per l’FC Bayern Monaco, Addler Manheim e TSG Hoffenheim, i 49ers hanno collaborato con SAP per trasformare la loro sfida in un’opportunità rivoluzionaria.

A seguito di un workshop di Design Thinking, SAP, i 49ers e il loro partner NIMBL hanno pianificato una roadmap di tre mesi che avrebbe portato alla creazione di una soluzione unica nel suo genere di gestione dell’impianto sportivo che consentisse al team durante le partite di gestire eventuali criticità e impostare nuove strategie basate su dati e analytics in tempo reale dei sistemi critici che influenzano l’esperienza di un fan.

Executive Huddle

Testato durante la preseason e pienamente operativo dalla prima partita in casa della squadra, Executive Huddle consente ai 49ers di monitorare e valutare in tempo reale i dati che provengono da nove fonti diverse, tra cui biglietteria e presenze, parcheggio, cibo e bevande, vendita al dettaglio e social media. Ospitato in una suite al Levi’s Stadium e disponibile su dispositivi mobili, Executive Huddle consente al team di business analytics dei 49ers di identificare tempestivamente una problematica o un’opportunità, intervenire in tempo reale e ottenere risultati immediati.

In precedenza, al team ci volevano dai due ai tre giorni dopo la partita per ricevere i dati dai fornitori e dai partner. A quel punto, era ovviamente troppo tardi per influenzare le operation di quel giorno, perdendo di conseguenza tutte le opportunità per migliorare l’esperienza dei fan. Avendo a disposizione solo 10 partite in casa in una stagione, questo ha impattato significativamente sulla capacità di implementare i cambiamenti necessari. Le funzionalità in tempo reale di Executive Huddle ora risolvono questo problema.

“Con un’esperienza casalinga diventata così importante, vogliamo essere sicuri che ogni momento del percorso di un nostro tifoso, dall’ingresso nei parcheggi, all’entrata nello stadio godendosi shopping e acquisti, sia un’occasione memorabile e indimenticabile”, ha detto Moon Javaid, 49ers Vice President of Business Strategy and Analytics. “Siamo stati molto determinati nel trovare un modo per fornire analisi in tempo reale e capacità di risposta per le esigenze dei nostri ospiti al Levi’s Stadium, e con un partner innovativo come SAP, sapevamo che sarebbe stato possibile”.

Il segreto di Executive Huddle è un mix di tecnologie SAP che offrono flessibilità e una base per un’innovazione costante. Executive Huddle utilizza soluzioni SAP Leonardo, incluso SAP Analytics Cloud su SAP Cloud Platform, nonché il database SAP HANA.

“Executive Huddle è un perfetto esempio di innovazione collaborativa tra SAP e i suoi partner”, ha dichiarato Mike Flannagan, Senior Vice President, SAP Leonardo and Analytics. “Insieme, abbiamo identificato la sfida, utilizzato soluzioni fondamentali come SAP Leonardo e co-innovato per creare strumenti personalizzati per soddisfare le esigenze dei nostri partner”.

Con le ultime partite casalinghe che rimangono nella regular season, i 49ers sono ben posizionati per agire immediatamente con insights basati sui dati per ottimizzare le loro operation e creare un’esperienza memorabile ogni volta che un fan muove un passo all’interno del Levi’s Stadium.

 

Nella foto: Moon Javaid, 49ers Vice President of Business Strategy and Analytics e Mark Lehew, Vice President of SAP Sports and Entertainment, davanti all’Executive Huddle.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Punk for Business firma l’evento di lancio del programma di Real Time “Da qui a un anno”

- # # # # #

Real Time

Punk for Business ha curato l’ideazione e la realizzazione dell’evento di lancio del nuovo programma di Real Time “Da qui a un anno”.

Sabato 24 marzo Real Time ha portato le emozioni dello show nel centro di Napoli, con oltre 20.000 partecipanti in una sola giornata. In via Scarlatti (nei pressi della fontana Itaca) è stato istallato un wall gigante ricoperto da foglietti memo che hanno composto la scritta “Da qui a un anno”. Alcuni memo hanno riportato dei propositi mentre altri, oltre 3.500, sono stati riempiti dai passanti invitati a prendere o lasciare il proprio impegno da qui a un anno, avendo l’opportunità di entrare direttamente nell’atmosfera del programma.

Il programma, che riassume 365 giorni in 5 secondi, racconta le storie di persone che si impegnano davanti alla conduttrice, Serena Rossi, e al pubblico a cambiare la loro vita nel corso di un anno. Lo stile narrativo è quello del “viaggio nel tempo”. Tra i temi trattati la maternità, l’adozione, la disabilità, il dimagrimento.

Adattamento italiano del format internazionale This Time Next Year, andato in onda in Inghilterra su ITV e che vanta svariati adattamenti in tutto il mondo, è una produzione durata un anno intero, firmata da Magnolia per Discovery Italia.

Il programma andrà in onda dal 30 marzo, ogni venerdì alle 21:10, dopo l’appuntamento in prima serata. Si potranno inoltre seguire le storie nel daytime “Da qui a un anno Extra”, on air dal lunedì al venerdì alle 20:40, sempre su Real Time (canale 31).

Per il lancio di questo pillar della primavera del canale, il creative hub interno di Discovery Italia, ha ideato una campagna che gioca con l’attualità e l’impatto emotivo e che include l’evento di Napoli, a cura di Punk for Business, ad alto tasso di viralità social, per coinvolgere il pubblico attraverso modalità sempre nuove.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Real Time contro la violenza sulle donne. On air testimonianze di uomini e donne

- # # #

violenza sulle donne

Il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Real Time trasmetterà al posto di promo e spot 21 testimonianze di uomini e donne contro ogni forma di violenza. Molti brand, fra cui AIA, OPEL, VODAFONE, FATER, YAKULT, FASTWEB, TIM, COREPLA, HIPP, MERCEDES e GOLIA, si sono uniti a Real Time aderendo alla campagna a sostegno di tutte le donne, donando alcuni spazi pubblicitari della giornata.

L’iniziativa di Discovery Italia è realizzata dal dipartimento Brand & Creative del network, diretto da Nicola Lampugnani, in collaborazione con SAPIENS, il social magazine di LUZ. La giornata culminerà con la messa in onda alle 21:10 del docufilm esclusivo “SARA” dedicato alla storia di Sara Di Pietrantonio, la 22enne romana tragicamente uccisa per mano del suo ex fidanzato il 29 maggio 2016.

Le 21 testimonianze di persone comuni che raccontano il proprio punto di vista sulle molteplici sfaccettature della violenza, si legano alla campagna #NonSolo25, ideata dalla onlus Fare x Bene che invita a tenere sempre alta l’attenzione sul tema. I filmati, da 15, 30 e 60 secondi, andranno in onda in tutti i break della giornata sostituendosi ai promo di canale e saranno disponibili anche su Dplay e su realtime.it, che dedicherà una speciale copertura editoriale alla tematica. Anche le pagine social di Real Time amplificheranno il messaggio della campagna condividendo le clip tramite Facebook Live e post dedicati.

La prima serata del 25 novembre di Real Time sarà, infine, dedicata alla messa in onda, senza interruzioni pubblicitarie, del docufilm evento dedicato a Sara Di Pietrantonio e alla sua tragica morte: “SARA”, prodotto da darallouche film.

“SARA” apre nuovi squarci di verità sulla vicenda di cronaca giudiziaria che ha portato alla condanna di primo grado all’ergastolo di Vincenzo Paduano. A ricostruire la vicenda oltre alla madre di Sara, Concetta Raccuia, una serie di interviste inedite alle amiche intime della vittima e al fidanzato, Alessandro Giorgi, ultimo ad aver visto la ragazza prima dell’incontro fatale col suo assassino. Il docufilm ricostruisce i fatti, individua le motivazioni senza cedimenti scandalistici e cerca di descrivere e individuare le cause di questa epidemia di violenza sulle donne.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Brand Portal e Real Time: quando il coraggio di osare diventa creatività vincente e virale

- # # # # #

Brand Portal

Un’idea creativa disruptive, un apostrofo di troppo e un’azienda illuminata e coraggiosa: sono questi gli ingredienti del successo della campagna “Un amore è un’amore” realizzata dall’agenzia Brand Portal per Real Time, il canale televisivo di Discovery Italia.

Partendo da un apparente epic fail, cioè l’utilizzo dell’articolo indeterminativo femminile per la parola amore, Brand Portal – l’agenzia guidata dall’AD Francesco De Guido – ha infatti sviluppato una campagna sull’universalità dei sentimenti, che non conosce limiti di età, razza, religione, genere, orientamento sessuale. Un claim che ha lo scopo di sensibilizzare il pubblico sui valori cardine di Real Time (canale 31).

“La campagna parte da un piccolo errore grammaticale “voluto”, diffuso in maniera capillare – su social, stampa e affissione – per richiamare l’attenzione su un tema importante, quello dell’inclusione e della tolleranza”, ha spiegato Marco Gucciardi, Direttore creativo esecutivo di Brand Portal. “L’idea è nata in agenzia e l’abbiamo presentata trovando un’azienda con orecchie ben aperte, disposta a mettersi in gioco, correndo anche qualche rischio”.

“Quando l’agenzia ci ha presentato l’idea ci si sono illuminati gli occhi”, ha raccontato Valeria Lodeserto, Marketing Director di Discovery  Italia. Era  l’idea perfetta per Real Time e per i valori che il brand rappresenta. Certo, è stato molto difficile “stare al gioco” e non rispondere a tutte le critiche che ci sono piovute addosso per un’intera giornata. Ma noi abbiamo avuto coraggio e siamo stati ripagati”.

Tutto è partito il 13 di febbraio con l’annuncio pubblicato sui social, sui principali quotidiani nazionali e su una maxi affissione nel centro di Milano. “Vi auguriamo un’amore che è tutto un programma”, recitavano gli annunci, con quell’apostrofo di troppo che ha scatenato il mondo dei social: quasi tutti – addetti ai lavori compresi – sono caduti nel tranello, viralizzando la creatività. Per tutta una  giornata le bocche in casa Discovery sono restate cucite e il disvelamento dell’operazione è arrivato solo ieri, 14 febbraio, in occasione della festa degli innamorati.

La campagna coinvolge tutti i media, affissione, stampa, tv (i canali del gruppo), digital e anche radio. Due gli spot  che coinvolgono volti noti dei canali Discovery, ma anche persone comuni, i dipendenti e i collaborari del Gruppo. Gli annunci rappresentano una chiamata alle armi per combattere pregiudizi e discriminazione: il pubblico viene invitato ad aderire alla petizione (facebook.com/realtimeitalia) rivolta all’Accademia della Crusca per istituire il genere neutro per la parola amore, partendo dalla convinzione che le discriminazioni inizino proprio dal linguaggio.

 

 

Un azzardo linguistico, che non trova il favore dei “puristi” della lingua italiana, ma che sicuramente ha ottenuto, dal punto di vista della comunicazione e della viralità, lo scopo che si era prefissato. Se a questa campagna va un merito, infatti, è quello di aver coinvolto la gente comune – e non solo – in quell’atto quasi catartico del “dare un giudizio”, del “criticare per una ragione giusta” da pari a pari e a ragion veduta. E questo è uno scatto non da poco nel mondo della comunicazione.

 

 

articoli correlati

MEDIA

Accordo Radio Italia e Discovery: RadioItaliaLive e “il Concerto” vanno su Real Time

- # # # # #

radioitalialive

Radio Italia affida a Discovery Italia (e in particolare a Real Time, ottavo canale televisivo nazionale per share) la messa in onda di RadioItaliaLive, programma di punta dell’emittente, e RadioItaliaLive – Il Concerto, dal 2012 il più importante evento musicale gratuito in Italia.
La primavera del 2017 vedrà on air su Real Time la nuova stagione di RadioItaliaLive: 10 appuntamenti in prima serata con protagonisti alcuni tra i migliori artisti italiani e tante novità a rendere il programma sempre più coinvolgente. RadioItaliaLive, giunto alla nona stagione, sarà prodotto da Radio Italia in collaborazione con Real Time e proporrà esclusivi concerti live dei big della musica italiana. Ecco alcuni dei protagonisti delle scorse stagioni di RadioItaliaLive, unico music-talk continuativo in Italia: Jovanotti, Biagio Antonacci, Negramaro, Giorgia, Francesco De Gregori, Renato Zero, Fedez, Subsonica.
La partnership con Discovery Italia prevede anche la messa in onda di RadioItaliaLive – Il Concerto, dal 2012 appuntamento fisso per artisti e appassionati della musica italiana, su Real Time e Canale NOVE, il canale generalista del gruppo. Straordinari i numeri dell’evento con una total audience dell’edizione 2016 di 3 Milioni di persone (presenze in piazza, ascolti radio e video, risultati web e social) certificati da GroupM. Nomi del calibro di Ligabue, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Tiziano Ferro, Zucchero, Marco Mengoni, Elisa, si sono esibiti sul palco di RadioItaliaLive – Il Concerto accompagnati dall’orchestra diretta dal Maestro Bruno Santori e presentati da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.
L’alleanza tra Radio Italia e Real Time sarà valorizzata e promossa anche sui rispettivi social network. Radio Italia, leader tra le radio su Facebook per interazione e per numero di fan con 2,4 milioni di utenti, e Real Time con oltre 2 milioni di fan su Facebook, sono entrambe realtà che possono vantare un legame di affinità unico con il proprio pubblico.

articoli correlati

MEDIA

Discovery Media e Lucky Red firmano la Brand Solutions per il lancio di “The Nice Guys”

- # # # # # #

Discovery

Discovery Media ha ideato insieme a Lucky Red, la società di distribuzione italiana del film, un vero e proprio progetto-evento di Brand Solutions integrato per il lancio di “The Nice Guys”, l’attesissimo film che vede protagonisti, per la prima volta insieme, le star Russell Crowe e Ryan Gosling – nei cinema italiani dal 1 giugno – con Real Time quale media partner ideale per ospitare l’iniziativa. Un casting online per incontrare i protagonisti del film, il primo evento live sulla pagina Facebook e Snapchat di Real Time con un’inviata d’eccezione come Giulia Valentina e speciali formati creati ad hoc sono solo alcuni degli elementi di questa iniziativa firmata dalla divisione Brand Solutions di Discovery Media.

Per supportare il lancio di “The Nice Guys”, Discovery ha avuto la possibilità di regalare ai fan di Real Time un’esperienza unica: incontrare dal vivo le star del film durante la serata-evento della proiezione dell’anteprima esclusiva del film che si è tenuta Venerdì 20 maggio presso il cinema The Space Moderno di Piazza della Repubblica a Roma. Due fortunate vincitrici del casting online “Casting The Nice Guys: Incontra Ryan Gosling e Russell Crowe” hanno avuto l’opportunità di incontrare le due star in un meet and greet indimenticabile.

Il casting online: dal 3 al 14 maggio gli utenti sono stati invitati a scattarsi una foto divertente e originale che li ritraesse con un cartello o un qualsiasi supporto con la scritta #meetrussell o #meetryan a seconda della propria preferenza e a caricarla su Instagram con #TheNiceGuysilfilm @realtimetvit. Successivamente, la foto doveva essere caricata anche sul minisito dedicato al casting creato per l’occasione, per partecipare alla selezione. Il casting è stato promosso on air su Real Time (canale 31) con uno spot da 20’’, sul sito e sulla pagina a facebook del canale.

Red Carpet live su Facebook e Snapchat: la serata esclusiva delle due fortunate fan è stata raccontata alla community di Real Time nel primo evento live della pagina del canale da un’inviata d’eccezione direttamente dal red carpet della proiezione: Giulia Valentina. Tutti i fan hanno avuto la possibilità di seguire attraverso foto e video i momenti salienti del red capert e assistere in live streaming al meet and greet delle vincitrici con le amatissime star. Giulia Valentina, inoltre, ha coinvolto la community anche su Snapchat, social media fenomeno del momento su cui Real Time è appena approdato con un profilo ufficiale.

Un’opportunità di ulteriore comunicazione per il film grazie a numeri importanti (anche oltre 250.000 persone per singolo post) e all’efficacia nel messaggio, pensato e realizzato in maniera coerente con il mezzo e il target intercettato.

Infine, la promozione di The Nice Guys ha incluso la creazione dello speciale formato “Do’s and Dont’s” on air su Real Time firmato D-Agency, team creativo interno alla divisione Brand Solutions di Discovery Media, e programmato in apertura allo spot che richiama ed esalta le atmosfere e lo stile anni ’70, perfettamente in linea con le ambientazioni del film.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Real Time: uno spot d’amore contro ogni diversità. Con Leo Burnett a San Valentino

- # # #

real time

Mai come in questo periodo in Italia si discute e si dibatte sull’amore, cercando sempre di fare delle distinzioni e di dare dei nomi a questo sentimento universale. Questo è lo spunto da cui prende il via il messaggio d’amore di Real Time e Leo Burnett lanciato a San Valentino, contro ogni tipo di diversità.

Lo spot, on air su Real Time (sul canale 31 Digitale Terrestre Free, Sky canali 131 e 132, Tivùsat  Canale 31) e sui canali social del canale, prende spunto da una consuetudine che hanno tutti gli innamorati, quella di darsi dei teneri nomignoli, per raccontare sei piccole storie d’amore: dagli anziani ancora legati da un sentimento profondo, ai giovani, dalle coppie che attraversano un momento di crisi, fino a una coppia interraziale e a una coppia di gay.

 

Un video che mostra l’amore in tutte le sue sfaccettature, esattamente come fa Real Time con i suoi programmi, da “I Colori Dell’Amore” (ogni domenica alle 21:10) che affronta il tema delle coppie interraziali in Italia a “Di Fatto Famiglie” (disponibile sulla piattaforma Dplay al link it.dplay.com/di-fatto-famiglie) che invece racconta le nuove famiglie italiane formate da coppie omosessuali e lesbiche con figli, da “Alta Infedeltà” (dal 14 marzo alle 20:40) che indaga sui tradimenti e le crisi di coppia, a “Take Me Out” (ogni giorno alle 20:10 e dal 1° marzo in prima serata alle 21:10) che invece in maniera giocosa e divertente consente ai giovani di trovare l’anima gemella. Una campagna di forte attualità, quella firmata dall’agenzia con la direzione creativa esecutiva di Francesco Bozza e Alessandro Antonini, che mostra semplicemente come siamo tutti uguali quando siamo innamorati, perché come recita la line finale: “Chiamatelo come vi pare, per noi si chiama amore”.

La regia dello spot è di Claudio Gallinella, la casa di produzione è Bedeschifilm.

 

Credits
Agenzia: Leo Burnett
Direttori Creativi Esecutivi: Francesco Bozza e Alessandro Antonini
Direttore Creativo: Marco Viganò
Copywriter: Giuseppe Pavone
Art Director: Luca Ghilino
Producer: Giulia Linguanti
Account Director: Barbara Valtolina
Account Supervisor: Claudio Mapelli
Account Manager: Federica Giacomotti
Regia: Claudio Gallinella
Casa di Produzione: Bedeschifilm

articoli correlati

MEDIA

L’estate di Discovery Italia è all’insegna dei grandi ascolti, con l’8% di share

- # # # # # #

Più che positiva la stagione estiva di Discovery Italia, che con i suoi 14 canali chiude con uno straordinario 8% di share il periodo giugno-agosto (in crescita del 15% rispetto allo scorso anno), archiviando un agosto particolarmente brillante con l’8,2%, +9% rispetto ad agosto 2014.
Ancora migliori sono i risultati sul target commerciale – adulti 25-54 anni – con il 10,3% di share nel periodo giugno-agosto – +21% rispetto allo scorso anno – e agosto al 10,8%, +12% rispetto ad agosto 2014. Un successo rafforzato dal lancio di Dplay, servizio di video streaming gratuito dei canali free to air che in soli due mesi ha raggiunto ni 3 milioni di video visualizzati, con più di 2 milioni gli utenti unici, 8,2 milioni di pagine viste e oltre 214mila download dell’app.
Una crescita corale, in tutte le aree tematiche, che conferma il ruolo sempre più rilevante del portfolio di Discovery Italia e la sua centralità nel panorama televisivo italiano, con ben 5 canali stabilmente nella top 25 dei canali nazionali più visti.

Deejay Tv (canale 9) è il canale neo-generalista entrato nel portfolio Discovery lo scorso gennaio. Alla vigilia della nuova stagione – con nuove produzioni originali e una veste grafica totalmente rinnovata – Deejay Tv ha da subito dimostrato il suo potenziale con un ottimo 1% nel periodo giugno-agosto e punte giornaliere dell’1,2%. Particolarmente buoni i risultati raccolti in prime time con i blockbuster Spiderman (519mila spettatori), Karate kid (407mila) e Men in black (397mila).

Straordinaria conferma per Real Time che, pur essendo al canale 31, si conferma ottavo canale nazionale con l’1,8% share – 4.1% sul target donne 20-49, con una crescita del +7% rispetto al 2014 e quinto canale per questo target – grazie al successo di programmi come Vite al limite (750mila spettatori la sera del 31 agosto, 3,6% share ) e la produzione originale Italiani-Made in China (2,8% share sul totale individui e 5,4% sulle donne 20-49).

Egualmente ottimi i numeri di DMAX (canale 52), che con uno share medio dell’1,4% si piazza nella Top 10 della classifica dei canali nazionali, in sesta posizione nel core target uomini 20-49 con il 3,5% share. Da segnalare i brillanti risultati delle quattro stagioni della nuova serie Recupero Crediti che, con uno share medio del 2% sul totale individui e del 4.4% sul target  uomini 20-49, ha portato DMAX ad essere l’ottavo canale e il quinto sul target di rifermento con picchi di oltre 400mila spettatori. Ma anche i “grandi classici” del canale hanno regalato soddisfazioni: la sesta stagione di River Monsters ha raccolto ottimi numeri il venerdì sera, con una media di 1.3% share e 2.9% sugli uomini 20-49 anni.

Giallo (canale 38) si conferma il canale del portfolio con la maggiore crescita anno su anno: nei mesi estivi viaggia su uno share di oltre l’1%, crescendo del +15% rispetto al 2014. Da segnalare in particolare Bones, con episodi che hanno superato la media di 427mila spettatori con l’1.7% share (3° miglior risultato di sempre per il canale).

Focus (canale 56) replica l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno, con uno share dello 0.8% sul periodo estivo. Particolarmente bene programmi come Top Secret: Ipotesi di complotto, che ha raggiunto ben 311mila spettatori (1.9% share). Ottimi risultati anche per Marchio di Fabbrica, che ha toccato 307mila spettatori (1.9% share). Focus ha inoltre festeggiato Ferragosto con il quarto miglior risultato in share di sempre (1.3% share).

Molto bene anche i canali dedicati ai più piccoli con K2 (canale 41) e Frisbee (canale 44) che raggiungono il 9.3% share nella fascia d’età 4-14 registrando una crescita annuale del +15%, con un picco del 12,4% lunedì 27 luglio. Tra i programmi più visti l’anteprima di Alvinnn!!! And the Chipmunks, con la premiere di venerdì 12 giugno che ha superato l’ascolto medio di 285mila spettatori.

Tante soddisfazioni sotto l’ombrellone anche per Eurosport, grazie a tre mesi appassionanti e ricchi di importanti esclusive. Dopo lo straordinario successo Roland Garros di tennis, che ha segnato un +12% rispetto all’edizione 2014 in termini di share e ha raggiunto ben 294mila spettatori (2.5% share) con la finale maschile  tra Djokovic e Wawrinka, anche il ciclismo ha fatto incetta d’ascolti con il Giro d’Italia e il Tour de France,  che sono cresciuti rispettivamente del +58% e del +39% anno su anno. Molto bene anche la Vuelta di Spagna, in pieno svolgimento, che con la nona tappa del 30 agosto ha totalizzato uno share dell’ 1.4% (2.3% sul target uomini) assicurando al canale il secondo posto tra i canali pay durante la messa in onda.

Discovery Channel, che proprio quest’estate ha festeggiato 30 anni dalla sua nascita, si conferma infine leader dell’area Doc&Lifestyle di Sky con uno share pay pari allo 0.8% share. Un compleanno celebrato con un “pop up channel” sulla piattaforma Sky e un palinsesto esclusivo ricco di talent e titoli che hanno fatto la storia del canale: dai maghi dei motori Mike Brewer ed Edd China con Affari a Quattro Ruote al campione delle sfide al limite Bear Grylls: L’ultimo sopravvissuto, passando per la famiglia Hoffman de La Febbre dell’oro, gli esperti di sopravvivenza di Dual Survival, il trio di eroi dell’asfalto di Top Gear, fino ad arrivare al coraggioso Mike Rowe e i suoi Lavori Sporchi. Tra i titoli più performanti dell’estate la nuova stagione di Acquari di Famiglia, con una media di 72mila spettatori (1.8% share pay).

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Al via la seconda fase della campagna Pubblicità Progresso contro la discriminazione

- # # # # # # # # #

Oggi è stata presentata a Milano la seconda fase della campagna di Pubblicità Progresso a favore della parità di genere “Punto su di te” che sarà pianificata durante il periodo estivo, dedicata alla discriminazione in ambito lavorativo. In Italia il divario salariale tra uomo e donna  arriva a raggiungere punte del 30%,  mentre 1 donna su 4 abbandona il lavoro dopo il primo figlio. Se la prima fase della campagna sollevava il problema della discriminazione sessuale, nella seconda fase viene denunciato un atteggiamento altrettanto discriminatorio riguardo alla retribuzione da parte di head hunter e datori di lavoro.
Sia lo spot che il video che la campagna stampa utilizzano una creatività brillante, semplice ed efficace per ricordare che bisogna dare al lavoro delle donne il suo giusto valore.
Lo spot è stato girato durante alcuni colloqui di lavoro, attraverso le telecamere nascoste tipiche delle inchieste televisive.
L’attrice coinvolta nel progetto si è presentata ai colloqui interpretando il ruolo di una donna e poi, accuratamente truccata, quello di un uomo. Entrambi interessati alla posizione offerta, con lo stesso background di studi e di esperienze, ma di sesso diverso.
Interrogati su formazione ed esperienza lavorativa pregressa, i due candidati hanno dato le stesse risposte. Al momento di chiarire le aspettative economiche però, nonostante fossero la stessa persona e avessero proposto la medesima cifra, il selezionatore si è dichiarato disponibile ad accettare la richiesta di retribuzione del candidato uomo, trovando invece eccessiva la richiesta della donna.
Lo sguardo sorpreso e irritato della donna, che da solo vale l’intero film, sottolinea con rimarchevole evidenza l’ingiustizia che le donne subiscono frequentemente in ambito professionale.
Chiaro e diretto il messaggio finale: “Essere una donna è ancora un mestiere complicato. Diamogli il giusto valore.”.
Nella campagna stampa, invece, una donna tiene in mano una banconota da 10 euro, che riporta però la cifra 7. Con un linguaggio creativo memorabile viene fatta rilevare la discriminazione salariale che le donne subiscono, che arriva fino al 30%.

L’obiettivo della campagna è quello di sensibilizzare e ottenere la partecipazione attiva di tutti, in modo che la professionalità delle donne venga riconosciuta e valorizzata in termini di maggiore rispetto, stima e opportunità.
Creatività a cura di Y&R Italia sotto la direzione creativa esecutiva  di Vicky Gitto. Produzione degli audiovisivi a cura di Bedeschi Film, regia di Claudio Gallinella.

Per l’occasione il portale www.puntosudite.it, che vedrà in questa fase una particolare collaborazione con ValoreD, ha subito un totale restyling: grafica a cura di Angelini Graphic Design e implementazione a cura di E-Motion Web, gruppo Real Time.

articoli correlati

MEDIA

On air da oggi “Italiani Made in China”, serie prodotta da Zodiak Active per Real Time

- # # # # #

Parte oggi la nuova serie prodotta da Zodiak Active per Real Time: appuntamento alle 23.05 con “Italiani Made in China”, nuova serie in 8 episodi da 60’ in onda sul canale 31 del digitale terrestre, sui canali 131 e 132 (+1) di Sky, e su TivùSat al canale 31.

Sei ragazzi cinesi di seconda generazione lasciano le loro famiglie per andare alla ricerca delle loro origini in un luogo che non hanno mai visto o che hanno dimenticato, ma a cui appartengono: la Cina. I protagonisti hanno storie, caratteri e obiettivi diversi, ma tutti condividono la sensazione di non appartenere né al mondo occidentale né a quello orientale. La loro avventura inizia in una casa nel cuore pulsante di Shangai, che li ospita per qualche giorno prima di cominciare il lungo viaggio alla ricerca delle origini, dove impareranno a conoscersi meglio.

“Italiani Made in China” racconta un’esperienza originale, una sorta di esperimento antropologico. Come recita un antico proverbio cinese: “Chi torna da un viaggio non è mai la stessa persona che è partita”.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

#vitadadonne: nuova brand partnership tra Discovery Media e Shiseido per Ibuki girl

- # # # #

Si rinnova la collaborazione tra Real Time (canale 31 digitale terrestre free, Sky canale 131 e 132 e TivùSat canale 31) e Shiseido, brand di prodotti di bellezza e cosmesi, con un’operazione che porta ancora la firma di D-agency, l’agenzia creativa interna di Discovery Media.

Con il claim «Se fosse facile lo farebbero anche gli uomini!» prende il via “Ibuki Girl”, una brand partnership che prevede un casting online in una logica di perfetta complementarietà tra canali TV e online, con l’obiettivo di trovare la ragazza che meglio interpreti lo spirito “Ibuki”, nota linea di trattamenti del brand Shiseido pensata per le donne di oggi che non rinunciano al proprio stile di vita frenetico ma non vogliono compromettere la freschezza del proprio viso.

PEr partecipare basta postare un selfie e un messaggio che racconti un frame della propria vita quotidiana, utilizzando l’hashtag #vitadadonne e poi caricarlo sul minisito di Real Time ibukigirl.realtimetv.it, appositamente creato per Shiseido, entro il 19 Aprile 2015. Al termine del casting, una giuria eleggerà la prima “Ibuki Girl”, che potrà vivere una Shiseido Experience diventando il nuovo volto della linea di cosmetici.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Discovery Italia punta sulla CSR con “L’Italia si Alza” e la Scuola Oliver Twist

- # # # # #

Discovery Italia, nell’ambito delle attività di Corporate Social Responsability, sostiene Cometa come media partner nel progetto “L’Italia si Alza”. I ragazzi contribuiranno alla creazione di un’esperienza professionale per ideare la sedia di design per esterni, simbolo della Porta Nuova Smart Community, programma civico promosso dalla Fondazione Riccardo Catella.

Come media partner, Discovery Italia ha seguito i ragazzi della scuola in tutte le fasi del loro percorso, dando vita a un documentario che racconterà la straordinarietà del progetto. Il risultato finale andrà in onda a ottobre su Real Time (canale 31 dtt free, Sky canale 131,132 e 125, Tivùsat canale 31) e sarà anticipato dalla messa online sul sito di Real Time (www.realtimetv.it) di quattro video pillole. La prima clip andrà online domani, 26 febbraio, sul sito, e le successive durante la Design Week dal 12 al 19 aprile.

Raccontare “L’Italia si alza” attraverso il proprio canale flagship Real Time permetterà di portare nelle case degli italiani la ricchezza di una straordinaria esperienza professionale e umana.

“L’Italia si alza” nasce dal coinvolgimento di 70 studenti che frequentano i corsi di falegnameria e tessile presso la Scuola Oliver Twist di Cometa. La scuola nasce nel 2009 per sostenere i giovani, anche in situazioni di difficoltà, e per educarli attraverso l’esperienza del lavoro. In Cometa è viva la valenza formativa del “fare insieme” (Maestro e allievo), e del fare “per davvero” in un’alternanza scuola-lavoro che mira a una formazione personalizzata di eccellenza che nasce dal fare per arrivare al sapere. Il percorso didattico del Progetto “L’Italia si alza” è iniziato con la visita degli studenti a Porta Nuova ed è proseguito con il lavoro in laboratorio arrivando alla formulazione di numerose proposte creative. I tre designer professionisti, Philippe Bestenheider, Giopato Coombes e Marco Ferrarini, hanno poi selezionato tutti i modellini e sono passati, divisi in gruppi, alla fase di progettazione con gli studenti… I tre modelli finalisti saranno esposti durante la Design Week a Porta Nuova e sottoposti a doppia votazione, del pubblico tramite la pagina Facebook della Porta Nuova Smart Community dal 10 al 28 aprile, e di una giuria presieduta da Michele De Lucchi. La sedia vincitrice, sarà prodotta e messa sul commercio da Ethimo, azienda attiva dal 2009 con una grande esperienza nel mondo dell’arredo outdoor.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Real Time e Leo Burnett: per San Valentino una storia d’amore contro i pregiudizi

- # # # #

Real Time e Leo Burnett insieme per il lancio de “I colori dell’amore”, il nuovo programma, in onda ogni domenica alle 21.10 (sul canale 31 Digitale Terrestre Free, Sky canali 131 e 132, Tivùsat Canale 31), che racconta le storie e la vita di coppie miste in Italia. Undici storie per un affresco di quella che è prima di tutto una rivoluzione culturale, non sempre priva di conflitti, di scontri e di pregiudizi.
Ed è proprio su questo ultimo aspetto che l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, con il team creativo guidato da Francesco Bozza e Alessandro Antonini, Direttori Creativi Esecutivi, ha voluto puntare ideando un contenuto video, pianificato su Real Time e sui suoi canali social e Youtube. Nel video un ragazzo pakistano cammina per le vie di una grande città, un quartiere di locali e ristoranti. Ha in mano un mazzo di rose e la gente prova chiaramente a evitarlo, ma il pregiudizio che è dentro di noi, spesso ci impedisce di vedere la realtà e lo scopriremo nel finale. Un’idea semplice, che prende spunto dalla realtà, come la filosofia “HumanKind” di Leo Burnett e in pieno stile Real Time, canale da sempre attento ai fenomeni sociali e a temi d’attualità, che ha deciso di esplorare un fenomeno in grande espansione in una Italia ormai sempre più multietnica, nonostante le sue tante contraddizioni. La regia del filmato è di Mosè Rodriguez, la casa di produzione è BlackMamba.

 

Credits

Agency: Leo Burnett
Executive Creative Directors: Francesco Bozza, Alessandro Antonini.
Art Director: Luca Ghilino
Copywriter: Giuseppe Pavone
Producer: Luana Strafile
Account Director: Barbara Valtolina.
Director: Mosè Rodriguez.
Production Company: BlackMamba

articoli correlati

NUMBER

Italia, Spagna e Portogallo: il programmatic cresce con il real time e il retargetting

- # # # # # # #

Quasi 9 professionisti su 10 (86%) che operano nei comparti del marketing, dell’editoria, delle agenzia media e creative in Spagna, Italia e Portogallo ritengono che il programmatic buying sia il futuro dell’advertising digitale.

Questo è quanto emerge dalla ricerca “Come e perchè il programmatic buying sta vivendo una crescita esponenziale nel real-time marketing”, nella sua parte focalizzata sul Sud Europa. La ricerca, realizzata da HiMedia, network leader europeo nel digital advertising, e AppNexus, grande società tecnologica indipendente del settore, in collaborazione con WARC e IAB Europe, ha analizzato 660 risposte complete da parte degli interlocutori poco sopra indicati, per scoprire che cosa pensa veramente il mercato degli aspetti fondamentali che ruotano intorno al programmatic buying.
“Era stato già scritto molto riguardo a cosa fosse il programmatic buying e a quanto fosse cresciuto fino a oggi, ma, sorprendentemente, pochissimi studi avevano esplorato le ragioni del suo successo e le trasformazioni che stava vivendo il settore” conferma Graham Wylie, Senior Director, EMEA & APAC Marketing di AppNexus, sottolineando che lo studio approfondisce “per la prima volta il programmatic buying all’interno dell’ampio ecosistema del real-time marketing e illustra la convergenza tra owned, earned e paid-media”.
In Europa nel 2013, infatti, c’è stato un incremento dell’11% degli investimenti in digital advertising rispetto al 2012, per un giro d’affari complessivo di 27,3 miliardi di Euro, ma esistono ancora molte le barriere nell’adozione del programmatic buying nei tre paesi citati, sia per carenza di comprensione da parte di coloro che operano nella pubblicità, sia per mancanza di budget. Infatti, solo il 38% delle organizzazioni sud europee utilizza il Programmatic rispetto al 47% nel resto d’Europa.
“Il Real-time marketing è ora. Il Programmatic è sicuramente un vantaggio concreto sia in termini di targeting che di ottimizzazione delle campagne in real-time” spiega Carlo Poss, CEO di HiMedia Italia. “Purtroppo nel nostro Paese ci scontriamo ancora con le resistenze degli editori e degli advertiser all’adozione del Programmatic. Quando, però, abbiamo l’occasione di raccontarne gli effettivi benefit, accade qualcosa di magico: entrambi comprendono l’occasione che hanno. I primi, infatti, possono vendere il 100% delle inventory al giusto prezzo mentre gli ultimi possono essere certi che il loro budget sia rivolto interamente al target corretto”.
A questo proposito , secondo la ricerca, il budget non è più considerato dagli operatori sondati un fattore determinante per il successo delle campagne. Sono piuttosto il targeting e la visibilità ad essere diventati obiettivi primari per le organizzazioni del Sud Europa. L’acquisto programmatico risponde proprio a queste necessità, grazie a un miglioramento del targeting e a una reattività in tempo reale, percepiti rispettivamente dal 47 e dal 38% delle organizzazioni come i principali vantaggi del Programmatic.

Lo studio indica però anche gli attuali colli di bottiglia – quali la disponibilità di skill specifici e le “lotte” per l’allocazione dei budget – che stanno ostacolando la crescita del programmatica nell’Europa meridionale. In particolare viene evidenziata un deficit, definti “severe” nel planning strategico: solo il 28% delle organizzazioni (aziende, agenzie ed editori insieme) ha implementato una strategie specifixa per la attività di programmatic. Un numero che appare decisamente modesto se paragonato al 42% della media europea

articoli correlati