MEDIA

RCS MediaGroup e Qwant: accordo per la ricerca sui siti Corriere.it e Gazzetta.it

- # # # # #

qwant

Il motore di ricerca Qwant e RCS MediaGroup hanno siglato un accordo per l’integrazione di Qwant all’interno dei siti di Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport.

Da oggi, infatti, corriere.it e, nei prossimi giorni, gazzetta.it offrono alle persone la possibilità di effettuare ricerche d’informazioni più ampie grazie alla visualizzazione dei risultati raccolti da Qwant provenienti sia dal mondo del web sia da quello dei social network. Fedele ai propri valori, Qwant non raccoglierà i dati personali degli utenti.

“Siamo orgogliosi che RCS MediaGroup abbia scelto Qwant per offrire ai propri lettori un nuovo modo etico ma efficace di reperire le informazioni desiderate: con RCS condividiamo valori imprescindibili di tutela e rispetto per le persone”, ha commentato Fabiano Lazzarini, Country Manager di Qwant Italia. “Questo primo passo compiuto in un Paese centrale per Qwant come è l’Italia, al fianco di RCS Media Group, rientra in una strategia più ampia dal respiro europeo. Collaboriamo infatti con altri gruppi editoriali lungimiranti e desiderosi, soprattutto in questo momento storico, di garantire il rispetto della privacy dei dati personali, così come un’informazione puntuale, libera, che non tenti d’influenzare le scelte – qualsiasi esse siano – né i comportamenti delle persone in funzione del loro profilo”.

Qwant garantisce la neutralità dei risultati presentati, senza collocare cookie nel browser finalizzati a influenzare l’utente: non è utilizzata alcuna tecnologia di tracciamento. Inoltre, indicizza il web nella sua totalità, senza nessun tipo di discriminazione, applicando i propri algoritmi di classificazione con la massima imparzialità. Qwant mostra così la realtà di un mondo complesso, ricco e interessante proprio per la diversità delle opinioni che lo popolano.

articoli correlati

MEDIA

Il mensile Dove festeggia 25 anni con un numero speciale

- # #

la cover del numero speciale di Dove per i suoi 25 anni

Il mensile di RCS DOVE festeggia i sui primi 25 anni portando in edicola un numero speciale.
Oggi Dove è un sistema multimediale innovativo, che unisce il cartaceo d’alta gamma, la digital edition, il sito doveviaggi.it e l’e-commerce DoveClub.it, e dedica il suo numero speciale proprio ai sui lettori, rendendoli protagonisti e proiettandoli nel futuro dello storytelling di viaggio.

Dove è in edicola dal 26 maggio al prezzo di 5,90 euro con in omaggio la Guida al Nuovo Trentino, supportato con una campagna di comunicazione dedicata che prevede rotor edicola, spazi su Corriere della Sera e sui periodici del Gruppo RCS.

Il magazine di viaggi ha sempre letto il futuro e festeggia esplorando le nuove dimensioni dello storytelling del viaggio: sarà infatti il primo magazine italiano a realizzare un video-reportage di viaggio a 360°, regalando ai lettori un’esperienza unica e mai provata. In collaborazione con Visit Elba, Samsung e Fantastificio, Dove ha realizzato il primo video in virtual reality, visitando in anteprima l’Isola d’Elba e scoprendo le innumerevoli attività outdoor che questo paradiso naturale offre: dal kayak all’arrampicata, dalle immersioni al trekking. Il video Elba Active 360° sarà visibile sul sito doveviaggi.it, come tutti i racconti video della testata, e eccezionalmente si potrà anche provare l’esperienza immersiva attraverso gli innovativi visori Samsung Gear VR presso il Samsung District di Milano.

I lettori inoltre sono protagonisti della raccolta delle migliori foto dei viaggi ispirati dai reportage di Dove in questi 25 anni insieme alla testata: le migliori foto sono state selezionate dalla redazione e pubblicate sul numero di giugno e – visto il grande successo – l’iniziativa continua sino a fine luglio. Gli scatti più belli saranno esposti in una mostra che verrà allestita in autunno a coronamento dei festeggiamenti dei 25 anni.

Per l’occasione è stata rinnovata anche la grafica della sezione Week-End, che diventa più dinamica, immediata e d’impatto, per fotografie e contenuti. Ultimo omaggio ai 25 anni della testata sarà il ricco dossier “La rete di Dove”: 25 amici di Dove, 25 italiani che vivono all’estero, che hanno condiviso le dritte de loro luoghi segreti in giro per il mondo. Da Marrakech a Chicago, da Sidney a Lisbona, passando per Londra, New York, Amsterdam, 25 antenne svelano gli indirizzi segreti delle città dove hanno scelto di vivere.

Come sempre Dove sarà integralmente shoppable: tutte le mete esclusive raccontate dai reporter saranno infatti acquistabili con un click, grazie all’innovativo e-commerce DoveClub.it.

“Ho avuto l’immensa fortuna di partecipare alla nascita di questa magnifica testata, 25 anni fa, e di coglierne l’ispirazione più autentica: quell’ispirazione continua ad essere il nostro faro.” dichiara Simona Tedesco, direttore di Dove “Da sempre Dove è un giornale di professionisti che si consumano le suole per verificare ogni singola virgola. L’autorevolezza e l’affidabilità sono il nostro patrimonio più prezioso, come una ricetta tramandata da generazioni, ma soprattutto il nostro investimento sul futuro. Siamo e rimaniamo un grande laboratorio, un terreno libero di sperimentazione sempre solo al servizio del lettore.”

Grande soddisfazione anche sul versante pubblicitario. “Con la direzione di Simona Tedesco Dove e il suo sistema hanno intrapreso un nuovo corso sempre più legato agli stili di vita, al pensiero e ai linguaggi contemporanei, esplorando narrazioni innovative, che i brand prediligono.” commenta Raimondo Zanaboni, Direttore Generale Advertising & Communication Solutions del Gruppo RCS ”Dai droni per la realizzazione di itinerari turistici legati al settore Automotive alla partnership con Samsung nella costruzione di una storytelling editoriale inclusivo. I risultati continuano a premiare questa linea editoriale moderna ed emozionante con ottimi riscontri in termini di raccolta pubblicitaria.”

articoli correlati

MEDIA

Accenture, Avanade e Microsoft accompagnano RCS MediaGroup nella digital trasformation basata sul cloud

- # # # # # #

Accenture

Accenture, Avanade e Microsoft sono state scelte da RCS MediaGroup come partner tecnologici per accelerare, attraverso il cloud, il proprio percorso di crescita e trasformazione, affrontando sfide come la valorizzazione dei contenuti e dei dati, e quella della conoscenza e fidelizzazione delle audience. Le tre aziende lavoreranno insieme per offrire a RCS una piattaforma cloud a elevate prestazioni utilizzando Accenture Hybrid Cloud Solution per Microsoft Azure e Accenture Cloud Platform.

Questa soluzione consentirà a RCS di sfruttare le potenzialità della tecnologia cloud, ottimizzando la gestione delle applicazioni in termini di semplicità, flessibilità e costi. RCS sarà in grado, ad esempio, di automatizzare, semplificare e accelerare la distribuzione di contenuti digitali per i lettori, assecondare le loro preferenze e ampliare l’offerta di editoria digitale.

Accenture si occuperà della governance dell’intero programma di migrazione e della gestione della piattaforma cloud realizzata su Accenture Cloud Platform, oltre ad offrire a RCS MediaGroup la propria esperienza nella migrazione dell’infrastruttura e delle applicazioni. Avanade fornirà gli orientamenti tecnici, l’esperienza e le competenze in ambiente Microsoft, mentre Microsoft contribuirà con la sua tecnologia cloud Azure.

“La trasformazione digitale rappresenta per le aziende un vero e proprio cambio di paradigma, in particolar modo nel settore dell’editoria”, ha dichiarato Massimo Morielli, Accenture Digital Lead, Italia, Europa Centrale e Grecia. “Si tratta di un passo molto importante, che RCS MediaGroup può affrontare contando sull’estrema versatilità della piattaforma di Accenture, Avanade e Microsoft. Siamo orgogliosi di consolidare così la collaborazione con un gruppo editoriale prestigioso e all’avanguardia, desideroso di rimodellare, migliorare e innovare i servizi offerti ai propri lettori”.

“Questo programma è pienamente in linea con la strategia “cloud first” di Accenture, utilizzando la flessibilità e le capacità di automazione della Accenture Cloud Platform”, ha aggiunto Morielli. “Sempre di più l’editoria digitale e il mondo media ed entertainment in generale stanno adottando il cloud computing, con particolare attenzione all’ottenimento di risultati quali l’abbattimento dei costi ed una fruizione più agile dei contenuti digitali”.

“In Avanade siamo entusiasti di questa nuova e ambiziosa collaborazione con RCS MediaGroup, inserita nell’ambito di una strategia cloud così integrata. Siamo sicuri che questa collaborazione strategica porterà a RCS MediaGroup un reale vantaggio competitivo, grazie alla flessibilità e alla sicurezza che il cloud ibrido offre”, ha dichiarato Danilo Boretto, Italy and Europe Business Lead for Communication, Media and Technology di Avanade.

“Siamo orgogliosi di collaborare con Accenture e Avanade per supportare uno dei gruppi editoriali più importanti nel Paese, offrendo tutta la flessibilità e la sicurezza della nostra piattaforma cloud Azure, interoperabile con la maggior parte delle piattaforme Open Source, come testimonia questo progetto che ha portato WordPress sul nostro cloud. Siamo fiduciosi che questo progetto avrà per RCS MediaGroup un grosso impatto in termini di innovazione e che offrirà al gruppo un importante vantaggio competitivo nel mercato dell’informazione e dell’intrattenimento”, ha spiegato Tiziana Olivieri, Direttore della Divisione Enterprise e Partner di Microsoft Italia.

“L’adozione del “paradigma Cloud” in tutte le sue declinazioni diventa una leva determinante per perseguire i nostri obiettivi di crescita, in particolare nell’area digitale”, ha dichiarato Umberto Tonelli, CIO di RCS MediaGroup. “Per quanto riguarda l’infrastruttura tecnologica, puntiamo alla migrazione al public cloud di tutte le principali piattaforme del Gruppo entro tre anni, con l’obiettivo di ottenere maggiore flessibilità e scalabilità ed un Total Cost of Ownership inferiore rispetto all’attuale gestione on premise. La collaborazione con Accenture, Avanade e Microsoft, che combina la flessibilità del cloud di Microsoft Azure e la governance di Accenture Cloud Platform, ci consentirà di accelerare la produttività e la distribuzione digitale di contenuti più innovativi e di valore ai nostri lettori”.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Hyunday sceglie il native adv long form di Rcs per il lancio della Hyunday Tucson

- # # # #

Un nuovo format per nuovi livelli di storytelling ad alto coinvolgimento emozionale, Hyunday ha scelto il nuovo formato di Native Advertising Long Form delle testate del Gruppo RCS per il lancio della nuova Hyundai Tucson in Italia con l’innovativa campagna “Change Is Good”.

Ideato e curato da NuMix Agency, l’agenzia del Gruppo RCS specializzata in soluzioni di marketing integrato, il nuovo format permette di raccontare esperienze, storie e valori con testi, immagini, infografiche, animazioni, video, widget tra cui survey di profilazione del target.

“Siamo particolarmente soddisfatti del nostro nuovo format di Native ADV Long Form.” – ha dichiarato Raimondo Zanaboni, direttore generale RCS Communication Solutions – “Questa modalità rappresenta il futuro della comunicazione di brand e la nostra capacità di sviluppare progetti su misura per i nostri partner. Il nuovo format di native è un modo unico, creativo e totalmente personalizzabile di informare e raccontarsi; permette a grandi aziende come Hyundai di raggiungere ed emozionare un elevato numero di utenti attraverso l’autorevolezza dei nostri media. Questo è uno dei numerosi progetti che stiamo elaborando per i clienti, grazie al nostro portafoglio testate e alla forza innovativa della nostra agenzia NuMix.”

Da metà ottobre la campagna #ChangeIsGood porta invece il lettore a esplorare i quattro diversi territori di comunicazione che ben rappresentano il posizionamento del brand Hyundai: design, sport, lifestyle e musica, temi sviluppati con armonia da altrettante testate del network di RCS Communication Solutions: Living, La Gazzetta dello Sport, Style Magazine e Corriere della Sera.

La campagna continua off-line, che si integrerà nel progetto con uno speciale del numero di novembre di Style Magazine dedicato al nuovo SUV Hyundai, dove verranno illustrate le principali caratteristiche e novità del nuovo Tucson, ulteriormente valorizzate grazie ad un servizio fotografico dell’auto realizzato ad hoc per Style presso il Museo del Design.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Nasce Universiday, il grande evento italiano dedicato al mondo degli studenti universitari

- # # # # # # # # #

Rivolto agli studenti universitari italiani e stranieri prende il via Universiday, un progetto del Corriere della Sera e di Miworld, nato con l’obiettivo di valorizzare Milano come polo accademico internazionale, offrire opportunità agli studenti avvicinandoli al mondo delle imprese e del lavoro, dare visibilità alle idee, al talento e all’innovazione, e creare una community che raccolga gli oltre 190.000 studenti universitari iscritti a Milano.

Eccezionale la risposta della città e delle strutture universitarie che hanno dato vita a un network e a un palinsesto particolarmente ricco di iniziative: insieme a Corriere della Sera l’associazione Miworld, la Camera di Commercio di Milano e il Comune di Milano, in collaborazione con Università degli Studi di Milano-Bicocca, Politecnico di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano, Humanitas University, Università Vita-Salute San Raffaele, Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Università Bocconi, insieme a NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano, Istituto Europeo di Design, Accademia di Belle Arti Brera e Domus Academy.

Sotto il cappello di Universiday avranno luogo sei mesi di iniziative, fino ad aprile 2015, con talks – un palinsesto di eventi di carattere scientifico e culturale – e contest che metteranno alla prova gli studenti su scrittura, musica, fotografia, videomaking, urban art. Tra questi #LoveMi è dedicato agli studenti stranieri che dovranno raccontare o mandare video e fotografie sui motivi per i quali amano studiare a Milano. I talks avranno luogo nelle università e nello Square campus, uno spazio fisico che nascerà entro marzo nel centro della città.

Universiday vive di appuntamenti e crea occasioni di incontro, ma la sua anima vive online e nei social: da dicembre sarà attiva su corriere.it la piattaforma Universiday, con profili dedicati anche su Facebook, Twitter e Instagram, un punto di raccolta multilingua in italiano e inglese di tutte le attività organizzate e una community unica per gli studenti di Milano; sulla piattaforma verranno gestiti i contest, trasmesse le dirette streaming di eventi e talks, e si creerà una sinergia con le piattaforme web dei singoli atenei.

Nel nome di partecipazione, condivisione, conoscenza, opportunità, integrazione e divertimento, il percorso si concluderà ad aprile con un grande evento.

Universiday è aperto alla collaborazione e al supporto di aziende partner, disposte a generare esperienze e contenuti vicini ai giovani, per rendere il progetto ancora più animato e stimolante.

Apre e racconta il progetto Universiday un incontro oggi venerdì 17 ottobre alle 16,30 al Teatro Dal Verme rivolto agli studenti e suddiviso in due momenti: discutono del progetto il direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il segretario generale della Camera di Commercio di Milano Pier Andrea Chevallard, il sociologo Mario Abis e il presidente del comitato dei rettori delle Università lombarde Gianluca Vago. Segue un’intervista del giornalista Beppe Severgnini alla pop star Mika, che coinvolgerà i giovani in sala.

articoli correlati

MEDIA

RCS Media Group entra nel settore dell’online sport betting con GazzaBet

- # # # # # #

Nasce GazzaBet, il portale online e mobile di scommesse sportive de La Gazzetta dello Sport sviluppato in collaborazione con Playtech, protagonista mondiale nella creazione, lo sviluppo e il brevetto di software e servizi nel campo del gaming, per web, mobile, TV e ricevitorie. Lanciato alla partenza della nuova stagione di calcio, il nuovo sito consente di scommettere su tutti gli eventi sportivi selezionati e autorizzati dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, italiani e internazionali, in modo semplice e sicuro.

Grazie a un accordo quinquennale, che include un’opzione di rinnovo per altri cinque anni, Playtech gestirà la piattaforma giochi e fornirà a RCS, sotto il brand GazzaBet, il suo innovativo software per il betting sportivo e per il gaming, prodotti e servizi di marketing.

Con GazzaBet RCS MediaGroup entra nel settore dell’online sport betting, e propone un’esperienza di gioco trasparente e sicura, garantita sia dal marchio La Gazzetta dello Sport, sia dalla competenza tecnologica di Playtech, che fa il suo ingresso nel mercato italiano, con la sua tecnologia all’avanguardia, alternativa al software abitualmente utilizzato.

Il sito è innovativo e avanzato dal punto di vista tecnologico e ottimizzato per mobile, e presenta un’offerta unica nel suo genere grazie alle news su scommesse sportive costantemente aggiornate, alle statistiche complete e ai consigli degli esperti, forniti da una società specializzata in betting contents.

La versione mobile di GazzaBet garantisce la miglior user experience sul mercato, con un prodotto completo per la più vasta gamma di device e sistemi operativi.

Il sito GazzaBet agevola gli appassionati: un bonus di benvenuto per i nuovi utenti e promozioni periodiche per tutti i giocatori, unitamente alle quote tra le più alte nel mercato italiano, fanno di GazzaBet il riferimento per le scommesse a quota fissa e in tempo reale, online e su mobile. I metodi di pagamento più diffusi e utilizzati permettono al cliente di scegliere in completa autonomia come gestire la propria esperienza di gioco, e il servizio clienti, in lingua italiana, è a disposizione telefonicamente, tramite chat, o via mail.

Il sito nasce anche sulle basi di un forte interesse verso l’area dell’online gaming rilevato attraverso una ricerca condotta nei mesi scorsi da Gfk Eurisko sui giocatori e lettori de La Gazzetta dello Sport.

articoli correlati

MEDIA

RCS presenta Twigis.it: la versione italiana del social network per bambini Tweegee.com

- # # # # # # # #

È stato presentato ieri presso la sede di RCS il sito Twigis.it, la versione italiana di Tweegee.com, il social network per bambini – nato nel 2008 – che vanta 4 milioni di utenti unici sparsi in tutto il mondo. Frutto della partnership tra il gruppo israeliano Tweegee e RCS, Twigis.it si propone come punto di riferimento online per bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni, offrendo loro uno spazio sicuro e controllato per giocare, informarsi e interagire con i propri amici. Un progetto particolarmente innovativo in Italia, dove i bambini affrontano le prime esperienze digitali in rete sempre più presto, grazie a tablet e pc.

“Il lancio di Twigis.it si inserisce perfettamente nel nostro piano di sviluppo da editore a multimedia company”, spiega Alceo Rapagna, Chief Digital Officer di RCS Media Group. “Questa strategia favorisce la nascita di nuovi prodotti in ottica “digital first” e partnership con startup nazionali e internazionali e operatori digitali specializzati per creare quel “complemento di gamma” che ci permetterà di far emergere sempre di più il nostro approccio digital”.

“La strategia di Tweegee è quella di andare nei paesi non di lingua inglese e infatti, a oggi, è presente in Russia, Turchia, Brasile e Argentina, con partner importanti come Walt Disney, Ikea, Kellogg’s, Lego, Nestlé e molti altri”, sottolinea Enrico Filì, Responsabile RCS Digital Ventures. “Il business model è quello del social media marketing – continua Filì – che prevede la sponsorizzazione dei contenuti e l’interazione continua con gli utenti. Il vantaggio per gli advertiser è quello di raggiungere la loro audience concentrata in un unico posto, nel momento in cui è maggiormente predisposta a intergire con i brand”.

Intrattenimento e sicurezza sono le parole chiave di Twigis, che si presenta come un aggregatore di contenuti localizzati (giochi, news, musica, film, mondi virtuali pensati specificatamente per l’Italia) con funzionalità social costantemente controllate. News italiane e internazionali appositamente selezionate e pensate per ragazzi, condivisione di file e contenuti, calendari personali, forum e chat, ma anche fumetti e appassionanti sfide: ogni particolare è pensato per stimolare le abilità e la creatività dei piccoli visitatori, che si possono divertire in un’atmosfera colorata, coinvolgente e completamente sicura. Tutte le attività e i post, infatti, sono moderati: ogni discussione o messaggio viene sottoposto ad approvazione prima di poter essere pubblicato, in modo da proteggere i ragazzi da contenuti inappropriati.

“Twigis si propone di diventare la prima community online in Italia per i bambini dai 6 ai 12 anni”, afferma il responsabile del social network Giuliano Benaglia. “Il nostro obiettivo è quello di raggiungere più di 900mila utenti unici/mese entro 12 mesi dal lancio – previsto per settembre – costruendo con loro un rapporto di fiducia basato sulla qualità dei contenuti e le attvità dedicate”.

Shay Bloch, CEO e Fondatore di Tweegee, ha così commentato il lancio di Twigis.it in Italia: “Con questa piattaforma intendiamo lanciare  un nuovo modo di considerare internet, rivolgendoci a un mercato ancora poco esplorato e dalle grandi potenzialità. Inoltre, riteniamo che la localizzazione dei contenuti e l’attenzione alla cultura locale rappresentino un valore aggiunto per una realtà che, pur avendo un respiro internazionale, intende parlare di tematiche vicine al suo pubblico”.

Il lancio sarà comunicato sui mezzi RCS, ma sono previste anche campagne online su altri siti e portali in target. La raccolta pubblicitaria è affidata a PRS.

articoli correlati

AZIENDE

Dada passa da RCS a Orascom TMT. Sawiris cresce ancora nel web italiano

- # # # # #

Orascom TMT Investments (OTMTI) ha confermato ieri sera, a mercati chiusi, i rumour che giravano già tempo: all’interno della più ampia operazione di “ritrutturazione” di RCS MediaGroup, la società controllata dal magnate egiziano Naguib Sawiris ha rilevato, tramite la società  Libero Acquisition, il 54,6% del capitale di Dada S.p.A. Si prevede che, nel rispetto delle condizioni di garanzia per il mercato, la transazione verrà completata entro i primi 10 giorni del mese di prossimo mese di agosto. In ottemperanza alla legge italiana, alla chiusura dell’operazione, Libero Acquisition lancerà un’Offerta Pubblica di Acquisto sull’intero capitale azionario di Dada. L’offerta di Libero Acquisition è basata su un enterprise value complessivo pari a 83 milioni di Euro, corrispondente a un valore stimato dell’equity value pari a circa 55 milioni di euro.

“Questo investimento conferma l’impegno a lungo termine di OTMTI nel ricoprire un ruolo strategico all’interno delle dinamiche di sviluppo del settore TMT (Telecom, Media & Technology) in Italia”, ha commentato Naguib Sawiris, Presidente di OTMTI, “nonché il nostro interesse ad esplorare ulteriormente le opportunità offerte da questo grande Paese”.
Dada S.p.A. – quotata al segmento STAR di Borsa Italiana – è tra i leader internazionali nei servizi professionali finalizzati alla costruzione e gestione della presenza e visibilità in Rete di individui e aziende (registrazione di domini, hosting, server, protezione e visibilità del brand online) nonché in diverse avanzate soluzioni di advertising online. Con 520 mila clienti business (la maggior parte dei quali PMI) e oltre 1.7 milioni di domini
registrati, Dada si colloca tra le prime realtà in Europa nel settore Domain & Hosting, ed è tra i principali operatori nei mercati in cui opera: in Italia attraverso il brand Register.it, nonché in Spagna, Regno Unito, Irlanda, Francia, Portogallo e Olanda, attraverso i marchi Nominalia,
Namesco, PoundHost, Register365 e il Gruppo Amen. Nel settore dell’advertising online, Dada persegue una strategia di sviluppo internazionale del proprio business pubblicitario. Obiettivo di OTMTI, rafforzare la posizione di Dada – a livello internazionale – nei servizi professionali digitali, espandendosi geograficamente e continuando a introdurre innovativi prodotti di fascia alta.

articoli correlati