AZIENDE

A Sanremo debutta Casa SIAE, per ospitare i protagonisti della musica italiana

- # # # # #

casa siae

In occasione del 69° Festival della Canzone Italiana, dal 5 al 9 febbraio 2019, Casa SIAE ospiterà i protagonisti della musica italiana in un’ampia struttura che verrà allestita in Piazza Colombo, a Sanremo.

 

Casa SIAE sarà il luogo in cui artisti, autori, editori, produttori, discografici e giornalisti potranno incontrarsi e confrontarsi sullo stato dell’arte dell’attuale scena musicale nazionale e immaginare assieme il Futuro della Musica. L’ingresso sarà libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L’evento, prodotto da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, ideato e realizzato da iCompany, si inserisce nel progetto “Fuori Sanremo” di Rai Pubblicità, quest’anno concessionaria del Comune di Sanremo anche per le piazze adiacenti al Teatro Ariston.

Una partnership, quella con Rai Pubblicità, nata soprattutto per affinità valoriale e di mission: sostenere la qualità, l’innovazione, la creatività e l’etica.

Da Casa SIAE, Rai trasmetterà alcuni dei suoi programmi radiofonici, arricchendo la location attraverso copertura mediatica (Rai1, Rai Radio 2, Rai Play) e attività social e territoriali.

 

Il programma degli eventi ospitati nel nuovo spazio, curato da Massimo Bonelli, verrà reso noto nei prossimi giorni.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Doppio investimento in comunicazione per Balocco. Debutta il brand Bottega Balocco

- # # # # # #

Balocco

A Natale 2018 Balocco torna in comunicazione con un doppio investimento: da un lato i tre episodi del format “Buoni da generazioni” dedicati a Mandorlato, Cuore d’Oro e Pandoro; ai quali si aggiungono quest’anno le “Lezioni di Etichetta”, il format speciale di Rai Pubblicità che servirà a raccontare i panettoni incartati del premium brand “Bottega Balocco – Italian Bakery 1927”.

Bottega Balocco

Debutta a scaffale e anche in comunicazione Bottega Balocco, il marchio creato per celebrare il ricco patrimonio di storia ed esperienza nell’arte dolciaria della famiglia Balocco che, da tre generazioni, è saldamente alla guida dell’azienda, nata da una pasticceria di paese in provincia di Cuneo e oggi tra i principali player nazionali del settore.

Le “Lezioni di Etichetta” saranno on air dal 2 al 12 dicembre su tutte le reti Rai tv, radio, web e cinema, con un’intensa programmazione nei punti di informazione pomeridiana e serale con break dedicati.

Nei 3 spot dedicati si racconterà la ricca gamma di panettoni incartati a mano realizzati con latte fresco italiano, lievito madre, uova italiane da galline allevate a terra e con l’esclusiva frutta candita Agrimontana. Una gamma ricca e unica: dal panettone tradizionale, con arance di Sicilia e cedro Diamante, alla versione con arancia e cioccolato extra fondente, alla golosa amarena&ciocciolato, alla delicata albicocca, all’esclusivo panettone ai marrons glacés e all’originale abbinamento zenzero, lime e cioccolato bianco.

La campagna “Buoni da generazioni”

Dal 30 novembre al 21 dicembre sarà anche on air la campagna Balocco “Buoni da generazioni”, con tre episodi da 15’’ della miniserie firmata dal regista Daniele Luchetti, che raccontano scene di vita, tipiche delle settimane che precedono il Natale: il Mandorlato dona ai lieti momenti di festa un tocco esclusivo grazie alla ricetta orgogliosamente inventata dal nonno del piccolo protagonista; il Pandoro è il regalo giusto da donare agli altri e concedere a sé stessi; il Mandorlato Cuore d’Oro riscalda l’atmosfera dell’ufficio del Signor Balocco, che svela al nipotino le caratteristiche della sua nuova creazione.

Ogni episodio si conclude con il celebre claim “Buonissimo Signor Balocco!”. I tre soggetti si alterneranno sulle principali emittenti generaliste, digitali e satellitari. cui si affiancherà una importante campagna digital.

La creatività della campagna è dell’agenzia Sunny Milano, gli spot sono prodotti da Mercurio Cinematografica. Pianifica Media Italia.

CREDITS

Campagna “Buoni da generazioni”
Agenzia di Pubblicità: Sunny Milano
Direttori creativi: Marco Calaprice, Antonio Cirenza
Direttore Clienti: Francesco Bruti
Casa di Produzione: Brand Cross
Executive Producer: Emanuela Cavazzini
Producer: Stefano Renolfi
Colonna Sonora: Sing Sing
Pianificazione: Media Italia

articoli correlati

MEDIA

Rai: strategia editoriale vincente grazie alla proposta di contenuti

- # # #

Rai

La Fiction Rai ha raccolto complessivamente una media di 4,5 milioni di telespettatori durante l’autunno 2018, il 55% in più rispetto agli ascolti della concorrenza, addirittura il 90% in più sul target Spendenti (CSE 3.0: Alta, Medio Alta, Media).

Agli attesissimi ritorni de “I Bastardi di Pizzofalcone, Non Dirlo Al Mio Capo” e “L’Allieva”, si è affiancato il successo di alcune novità come “La Vita Promessa”, il titolo più visto della stagione con una media del 25,2% di share pari a 5,6 milioni di telespettatori, e “Nero a Metà” che con la prima puntata al 25,3% di share e a 6 milioni ha registrato il miglior debutto fiction della stagione.

Rai2 dal canto suo ha consolidato l’appuntamento del mercoledì sera con la fiction grazie alla seconda stagione di “Rocco Schiavone” che ha chiuso con una media di 2,8 milioni di individui e il 12% di share e con il ritorno de “L’Ispettore Coliandro” che sta registrando ascolti superiori del 30% rispetto alla passata stagione.

Non è stato da meno il genere dell’intrattenimento, oltre all’inossidabile “Tale e Quale Show” che si conferma il programma leader del venerdì sera, Rai1 ha saputo rinnovare nella tradizione con “Portobello”, che permette al canale di registrare ascolti superiori al 20% rispetto al periodo omologo del 2017.

Rai2 segna ascolti in crescita anche nel daytime grazie a “Detto Fatto” che, con la rinnovata conduzione, registra il 3% in più, mentre in Prima Serata “Stasera Tutto È Possibile” ha toccato picchi del 9,1% di share pari a 1,9 milioni.

Anche Rai3, che da sempre punta sull’attualità e sull’informazione, sta ottenendo risultati eclatanti, è la generalista storica che cresce di più in ascolto, con un 8% in più rispetto al periodo omologo e con incrementi d’ascolto che stanno interessando tutte le fasce della giornata. Dalla mattina con i classici “Agorà” (+46%) e “Quante Storie” (+35%) al pomeriggio con l’immancabile “Geo” (+8%), alla Prima Serata con “Report” (+7%), “CartaBianca” (+32%) e “Chi L’ha Visto?”.

Ottimi ascolti anche per il programma condotto da Serena Dandini che festeggia in quattro prime serate il trentennale della trasmissione dedicata alla comicità tutta al femminile. In un contesto televisivo particolarmente acceso e agguerrito La Tv delle Ragazze è la terza proposta più seguita della serata con una media del 5,9% di share e di 1,3 milioni registrata con le prime due puntate.

“I contenuti RAI hanno successo perché l’editore riesce ad appassionare ed entusiasmare la platea televisiva con un’offerta di generi sempre più ricca, che passa dai racconti ad alto contenuto emotivo delle fiction agli spettacoli per tutta la famiglia dell’intrattenimento, dalla passione sportiva di milioni di tifosi alla divulgazione scientifica e culturale che incontra la curiosità dei telespettatori, sostiene Stefano Bongarzone, Responsabile marketing editoriale di Rai Pubblicità.

Leader anche nello sport

Rai 1 è anche leader nello sport, gli investimenti calcistici costituiscono infatti una costante nel palinsesto settimanale della rete con la prestigiosa Champions League, la novità Nations League e le immancabili amichevoli della Nazionale che hanno contribuito a ringiovanire il pubblico di Rai1: il mercoledì sera la composizione dei 25/54 anni è migliorata di ben 7 punti rispetto al periodo omologo, raggiungendo picchi di ascolto di 8,5 milioni di telespettatori con la Nazionale e di 6,3 milioni con la Champions.

Lo sport è stato anche protagonista assoluto della programmazione autunnale di Rai2 grazie ai Mondiali di Volley che hanno raggiunto picchi di 3 milioni con il campionato maschile e di ben 6,3 milioni e del 31% di share con la finale femminile Italia-Serbia.

La scommessa della divulgazione culturale

Tra i grandi successi della stagione autunnale la scommessa più riuscita è stata senz’altro l’introduzione della divulgazione culturale con Alberto Angela nel sabato sera dell’ammiraglia Rai: dopo lo straordinario appuntamento con Stanotte a Pompei (24,3% di share – 4,2 milioni) la nuova serie di Ulisse ha collezionato una media di 3,9 milioni di telespettatori con un trend di ascolti in crescita che ha raggiunto il suo picco nell’ultima puntata con 4,5 milioni di telespettatori.

“Alberto Angela nel palinsesto di Rai1 è un plus che rende la programmazione della rete unica e ineguagliabile” – sottolinea Stefano Bongarzone – “nessun altro canale nel panorama televisivo italiano, infatti, può vantare di saper spaziare in questo modo dall’intrattenimento alla divulgazione culturale, dalla fiction allo sport mantenendo così elevati volumi di ascolto”.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità presenta l’offerta per le festività natalizie

- # # # # #

concerto

Dopo l’autunno 2018, che con quasi il 40% di share in prima serata si afferma come il miglior avvio di stagione degli ultimi quattro anni, Rai Pubblicità si pubblica la politica commerciale delle festività di fine anno.
Per includere tutte le festività di periodo l’offerta di fine anno si allunga fino al 12 gennaio 2019 e conferma i pillar della programmazione.
Immancabile l’offerta di film family. Rai1 apre la settimana di Natale con un tris di grandi classici Disney. Protagoniste assolute saranno le principesse che hanno fatto sognare generazioni di bambine Cenerentola, Biancaneve e i sette nani e La bella addormentata nel bosco e, in occasione dell’uscita del nuovo film con Emily Blunt e Meryl Streep riproporrà il 5/1 l’intramontabile Mary Poppins con Julie Andrews, e Heidi. Anche Rai 2 e Rai 3 avranno nel periodo un’ampia scelta con titoli come Rapunzel, Cinderella, il best seller Frozen, Come d’incanto, Big Hero 6, Hotel Transilvania 2 e Alla ricerca di Nemo. Infine, tantissimi film d’animazione e tv movie natalizi caratterizzeranno il day time delle prime due reti.
Tre settimane da vivere all’insegna del grande schermo non solo per i piccoli: tra i titoli in 1° visione arriveranno su Rai1 Il coraggio della follia, con Hugh Jackman, e Lasciati Andare, con Toni Servillo. L’Epifania di Rai 2 sarà all’insegna del cult con il reboot di Ghostbusters del 2016 in prima tv. Grandi protagoniste saranno anche le reti specializzate: Rai 4 si avvicina alle feste con il consueto carico di film action e serie tv, mentre Rai Premium parlerà ancora spagnolo, con le nuove stagioni di Isabel, l’history drama che ha avuto già un’ottima accoglienza da parte del pubblico, e la nuova serie Marocco, pronta a partire proprio a dicembre.

Anche quest’anno Rai sarà in prima linea sugli eventi più attesi a partire dai grandi concerti: apre le danze il Concerto di Natale dalla Scala (24/12 su Rai 1), seguito dal Concerto dell’Antoniano e dal Concerto di Natale da Assisi nella mattinata del 25/12. Il 1/1, invece, saranno il Concerto di Capodanno dal Teatro La Fenice di Venezia (Rai 1) e il tradizionale Concerto di Capodanno da Vienna (Rai 2) ad inaugurare il nuovo anno. Il sipario calerà il 6/1 con il Concerto dell’Epifania su Rai 1.

In arrivo su Rai2, poi,  la 3° attesissima stagione Il collegio, quest’anno ambientata nel 1968, epoca di ribellione per eccellenza che porterà un po’ di scompiglio in questo reality.
Rai 2 non perderà la sua impronta made in USA con una serie action tutta nuova 9-1-1: storie di poliziotti, paramedici e vigili del fuoco, sempre pronti a dare la propria vita per gli altri.
Dal punto di vista tariffario le tre settimane del listino avranno una tariffa unica che conferma la forte efficienza delle pianificazioni a cavallo d’anno con una promozione media del -30% verso listino autunnale e un -35% di cpg. Verso lo scorso anno la variazione del listino è mediamente del +7,5%.
Confermata la struttura del listino e dei moduli multimediali delle feste abbinati al messaggio del Presidente della Repubblica e, la notte di San Silvestro per augurare con Rai buon anno nuovo a oltre 20 milioni di italiani.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

ADCI e Rai Pubblicità a Roma promuovono il Festival di Cannes nella Notte delle Pubblicità

- # # # # #

adci

Rai Pubblicità ha colto l’invito di Videocittà e Rai, Main Media e Content Partner dell’evento, per l’organizzazione Notte delle Pubblicità dove sarà possibile scoprire il meglio della produzione pubblicitaria mondiale presentata al Cannes Lions International Festival of Creativity negli ultimi anni, in collaborazione con l’Art Directors Club Italiano (ADCI) rappresentante ufficiale del Festival.

Appuntamento al 26 ottobre presso il cinema Quattro Fontane di Roma per assistere a una maratona notturna gratuita e aperta al pubblico dalle ore 20.00 alle ore 02.00.
“Per la serata ho fatto una selezione degli spot con l’intenzione di sottolineare la nuova ricerca della qualità nel mondo della pubblicità”, spiega Karim Bartoletti, socio ADCI e curatore delle reel che verranno proiettate nelle sale, “e ho scelto di declinare due principali tendenze, la prima legata al filone del “bello”, ossia tutto ciò che predilige l’estetica e la seconda legata al “buono” inteso come un messaggio positivo, ad esempio la sostenibilità, i diritti e la trasparenza’’.

Rai Pubblicità ha coinvolto le Università romane e alcuni opinion leader tra professori di economia e comunicazione, direttori creativi ed esperti della comunicazione commerciale che interverranno durante la proiezione per commentare alcuni spot e progetti pubblicitari rappresentativi delle nuove tendenze creative.
Nel corso della serata sarà data la possibilità al pubblico di votare dal proprio smartphone lo spot preferito.
Sponsor della serata sono le aziende Feltrinelli, Melinda, De Rigo e Borbone, presenti al cinema Quattro fontane.
‘’Siamo molto contenti che i clienti ci abbiamo seguito in questo progetto in collaborazione con Videocittà”, conclude Massimiliano Langs (nella foto), Responsabile Commerciale e Marketing Cinema di Rai Pubblicità, “con l’obiettivo di dare un valore aggiunto alla loro comunicazione attraverso una presenza sul territorio in un luogo magico come il cinema che crea emozione ed aggregazione’’.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Da ieri on air solo sulle reti Rai la campagna Pomì, firmata BAM e pianificata da Personalmedia

- # # # # #

pomì

Pomì, il noto brand del Consorzio Casalasco del Pomodoro, torna in tv con la nuova campagna “…il lato Pomì della vita”, che reinterpreta lo storico pay off donandogli un nuovo significato adattato ai bisogni contemporanei. La pianificazione, che partirà domenica 30 settembre e continuerà fino al 2 dicembre per 9 settimane consecutive, è un’esclusiva Rai (1, 2 e 3) e Rai Cinema.

Centinaia di spot, messi in onda con una durata di 30 e 15 secondi, copriranno per oltre il 50% la fascia del Prime Time raggiungendo oltre 400 milioni di contatti e avranno come protagonisti tre soggetti differenti: un gruppo di amici, una coppia e un papà con un bambino.
Scegliere il lato Pomì della vita significa volere per se stessi e per i propri cari il meglio, l’essenza della vita come l’affetto, l’amicizia ed il saper vivere bene. Oggi tutto questo incontra il desiderio di avere certezze, senza imprevisti, soprattutto a tavola.
Quando si tratta di scegliere una Polpa o una Passata di pomodoro, quindi, cerchi la garanzia di avere un prodotto di filiera, italiano al 100% controllato e certificato, a basso impatto ambientale senza accontentarti: o scegli Pomì…o scegli Pomì. Questo il concept, ideato dall’agenzia creativa Bam di Bassanetti, Alesani e Mauri (Milano e Parma) e prodotto dalla casa di produzione Withstand film di Milano, per raccontare in modo fresco, dinamico e simpatico l’iconico marchio di pomodoro. Advisoring e pianificazione media a cura di Personalmedia (Torino).

articoli correlati

MEDIA

Prix Italia: da Capri il futuro di Rai Pubblicità. Raccolta digital a +24%

- # # # #

isoradio rai pubblicità

In occasione del Prix Italia, che quest’anno è tornato a Capri, direzione digital Rai e Rai Pubblicità hanno presentato la nuova offerta digital capace di creare importanti opportunità per gli investitori e soddisfare appieno le loro esigenze.

“Oggi Rai è una digital media company a tutti gli effetti”, ha dichiarato Antonio Marano, Presidente e AD di Rai Pubblicità. “Rai ha seguito sin da subito l’evoluzione tecnologica e per questo oggi riesce a proporre un’offerta editoriale e commerciale crossmediale capace di incontrare il pubblico ovunque si trovi, in ogni momento e su qualsiasi device”.

“Siamo alla costante ricerca di soluzioni e idee creative che garantiscano una user experience sempre più completa e soddisfacente come dimostrato dai successi di RaiPlay“, ha aggiunto Gian Paolo Tagliavia, Chief Digital Officer Rai. “Puntiamo alla valorizzazione dei contenuti ad esempio con RaiPlay Radio e abbiamo rilanciato l’informazione regionale con risultati di traffico in alcuni casi in crescita di 8 volte rispetto all’offerta precedente. Stiamo anche lavorando a due progetti importanti, Rai Cultura e Rai Meteo e Mobilità che vedranno la luce nei prossimi mesi”.

Un palinsesto editoriale di valore e qualità che si rispecchia in un’offerta commerciale con ottimi KPI come ad esempio il basso affollamento (un solo spot per break) e la viewability pari al 90, soprattutto per RaiPlay. Pillar importanti che, come dimostrano i dati, incontrano le aspettative e gli obiettivi degli inserzionisti. Rai Pubblicità conferma infatti una crescita del fatturato del 24% nei mesi da Gennaio a Settembre.

“Come i contenuti editoriali anche quelli commerciali devono diventare crossmediali e creare circolarità tra tv, radio, digital, social ed eventi sul territorio”, commenta Francesco Barbarani, Direttore Radio, Cinema & Web di Rai Pubblicità.  “Questo approccio permette alle aziende di aumentare la copertura e raggiungere con i linguaggi coerenti non solo target sempre più innovativi, ma anche quei giovani che comprano e influenzano buona parte degli acquisti dei più adulti”.

Nell’occasione spazio è stato dedicato anche alla  proposta commerciale di Radio Rai: Rai Pubblicità punta da sempre su due asset altamente performanti: il basso affollamento (4%) e la ricerca continua di format innovativi e originali capaci di soddisfare al meglio le esigenze degli investitori per consentire un brand integration sempre più efficace.

Da qui la creazione di progetti speciali pensati e realizzati ad hoc per i diversi brand e la possibilità di pianificare in modo sempre più capillare e crossmediale. Rai Radio infatti non è solo on air ma anche on line e on field. Il messaggio pubblicitario va oltre alla storica diffusione radiofonica, intercettando il consumatore finale anche sul web, sui social e sul territorio come dimostrato dal recente Tour estivo di Rai Radio 2.

“Rai Radio si distingue dalle altre emittenti per la qualità dei contenuti, asset fondamentale in un mercato di grande competizione in cui si moltiplicano i contesti di fruizione” ha concluso Marano. “A differenza delle radio di flusso, Rai Radio è una radio di contenuti che investe sui programmi e sui conduttori e crea con gli ascoltatori un rapporto di fiducia che diventa la base di una comunicazione che dà autorevolezza ai brand”.

articoli correlati

MEDIA

Primato di ascolti per la Rai: a giugno cresce del 2% nel totale giornata verso lo scorso anno

- # # #

Rai

Il mese di giugno 2018 consacra il primato di ascolti dell’editore Rai. Già protagonista assoluta della stagione 2017-18, la televisione pubblica non ha subito in alcun modo la controprogrammazione dei Mondiali di Russia 2018. Il primo mese di programmazione estiva si conclude, infatti, in positivo con gli ascolti delle tre generaliste in crescita del +2% nel totale giornata verso lo scorso anno. Sul target pregiato degli Spendenti, con una share complessiva del 35,6%, Rai stacca il primo competitor di oltre 4,5 punti, segnando il +15% dell’ascolto in valori assoluti.

Gli ottimi ascolti di Rai a giugno hanno generato ascolti pubblicitari in linea con le stime di Rai Pubblicità. Questi risultati sono merito di una programmazione che ha reso protagonista il pubblico femminile: solo su Rai1 il target donna ha registrato, infatti, il 64% dell’ascolto totale del canale, incrementando la percentuale di 3 punti rispetto allo stesso periodo del 2017.

Rai1, affermandosi prima scelta sia nel totale giornata sia in prima serata, è cresciuta in tutte le fasce grazie ai consolidati appuntamenti estivi come Uno Mattina Estate (+10%), Quelle Brave Ragazze (+34%), Don Matteo in replica daytime (+6%), La Vita In Diretta (+4%) e Reazione a Catena (+2%). In prime time il primato della televisione pubblica è ancora più evidente: rispetto a Canale5, Rai1 ha ottenuto ascolti superiori del +10%, un vantaggio che aumenta fino al +34% se si escludono le serate dei Mondiali.

Tutto questo grazie a un palinsesto ricco e variegato: da una parte le fiction con la prima tv di Tutto Può Succedere 3, vero fenomeno crossmediale – il box set completo dei nuovi episodi in anteprima esclusiva su RaiPlay ha totalizzato 2,5 mio di media views – e le seconde visioni di titoli cult come Don Matteo e I Bastardi di Pizzofalcone; dall’altra l’intrattenimento che, oltre agli immancabili Wind Music Awards, ha testato il nuovo format Ora o Mai Più con un esordio eccezionale al 25% di share pari a 4,7 mio di telespettatori.

Il consenso di pubblico è anche di Rai2 che, in aggiunta alle serie tv tra cui le prime visioni di Squadra Cobra 11, Rosewood e MacGyver, ha sperimentato ancora una volta nuovi generi puntando su un pubblico più giovane: Il Supplente è stato il programma d’intrattenimento più seguito per il canale con una media di 1,4 mio di telespettatori e il 6,7% di share, dato che sale all’8% sulle donne 25/54.

A completare il bouquet delle generaliste Rai3 che ha rafforzato ulteriormente gli appuntamenti con i format classici di rete: #CartaBianca è cresciuto del +50% rispetto al periodo omologo, Chi L’ha Visto del +6%, mentre Ulisse ha raggiunto una media del 7,7% pari a 1,4 mio di telespettatori, permettendo al canale di essere stabilmente la terza proposta più vista del sabato sera.

Fondamentale, come sempre, il contributo delle Rai Gold che nel mese di giugno hanno guadagnato il +6% degli ascolti, con Rai Premium – non a caso la specializzata più femminile del bouquet Rai – che ha segnato un impressionante +35% rispetto a giugno 2017.

articoli correlati

MEDIA

Rai svela i palinsesti autunnali, Marano (Rai Pubblicità): “Redditività a +5%”

- # # # #

Marano DG rai pubblicità

Oggi Rai ha rivelato alla stampa i palinsesti autunnali: il Direttore Generale, Mario Orfeo, ha colto l’occasione per una presentazione fuori dagli schemi, trasversale ai canali, incentrata su alcune parole-chiave, quali Bellezza, Partecipazione, Verità o Scoperta, che riassumono i diversi volti dei programmi nella loro accezione più autentica.

Nell’occasione Rai Pubblicità ha annunciato le nuove strategie e la nuova organizzazione focalizzate ad una maggiore integrazione dei brand con i contenuti Rai per rafforzarne l’identità e migliorarne la reputazione.
Negli ultimi 5 anni il mercato degli investimenti nell’advertising “classico” è stato flat, Rai pubblicità ha registrato flessione del 3% della raccolta nel primo semestre rispetto allo stesso periodo del 2017, ma è pronta a recuperare il terreno nel secondo semestre, quando alla concorrenza verrà meno la forte offerta sportiva.

“Contiamo di raggiungere gli obiettivi di fatturato del 2018 con una politica commerciale che valorizzi la qualità di Rai, grazie ad un affollamento contenuto che offre maggiore visibilità ai nostri clienti puntando ad un aumento dei progetti di comunicazione centrati sulla brand integration e sulle iniziative speciali”, dichiara Antonio Marano (nella foto), Presidente e AD di Rai Pubblicità. “Azioni che hanno già portato ad un incremento del 6% del CPG sul target 25-54 anni, a fronte di una flessione sul totale mercato. La nostra redditività è aumentata del +5%”.

Per rispondere al mercato e raggiungere i suoi obiettivi, Rai Pubblicità ha suddiviso il marketing in due strutture, una legata ai contenuti dell’editore e l’altra dedicata allo sviluppo delle offerte commerciali. Inoltre sono state create delle unit creative, che offrono format personalizzati per valorizzare l’integrazione dei brand con i contenuti Rai, insieme ad altre divisioni che sviluppano progetti di branded content e product placement, passati da 159 milioni del 2014 ai 350 milioni del 2017. Nel 2018 dovrebbero superare i 400 milioni. Inoltre Rai Pubblicità ha deciso di allargare il proprio core business con attività below the line, come gli eventi sul territorio, sempre più presenti all’interno della proposta commerciale.

Quotidianamente l’offerta crossmediale di Rai Pubblicità raggiunge 38 milioni di Italiani e nell’intera settimana il 95% della popolazione (Fonte: TSSP – GFK – Panel 12.000 individui over 14). Dalla ricerca Qualitel, effettuata da GFK, il 91% degli italiani ha inoltre dichiarato di apprezzare l’offerta Rai (totale popolazione italiana 14+). Secondo i dati Audiweb, inoltre, nel marzo 2018, chi ha guardato un video su RaiPlay si è soffermato per il doppio del tempo rispetto a quello dei main competitor (52’ Rai Play vs 22’ Mediaset.it). Dalla ricerca Digital Trends, condotta tra maggio e giugno 2018 da Ergo Research, emerge inoltre che sono 6,2 milioni gli utenti settimanali di RaiPlay, ossia il 25% degli utenti totali che fruiscono i video on line.

Sul fronte televisivo, nella stagione 2017-2018, Rai supera il main competitor di 4,7 punti di share nell’all time e di 6,2 punti nel prime time. Sul target degli ‘’spendenti’’, cioè il 70% della popolazione che ha una capacità di spesa doppia rispetto al rimanente 30%, il gap con Mediaset raddoppia: 10,5 punti nell’all time e 11,9 punti nel prime time.
Nella top ten dei programmi televisivi più visti nella scorsa stagione, otto sono targati Rai. Tra i due di Mediaset c’è la Champions League che dalla prossima stagione torna, dopo 6 anni, su Rai 1.

Per rendere comunicazione commerciale ancora più efficace, inoltre, insieme a GFK e Mediasoft è stato sviluppato il ‘’Value Planning’’, un tool di pianificazione che consente, infatti, di pianificare break visti da persone che condividono i valori che le aziende vogliono comunicare con i propri brand. Per quanto riguarda i dieci tg più seguiti, poi, quelli di Rai, oltre ad essere i primi, sono anche quelli che concentrano maggiormente le persone che credono nell’autorevolezza.

‘’Le regole fondamentali, che ci guidano ogni giorno”, prosegue Marano, “sono la qualità dell’impaginazione e della pianificazione, il coinvolgimento del pubblico e dei partner, la reputation dell’offerta Rai e dei brand commerciali”.
Sull’impaginazione pubblicitaria i maggiori gruppi americani – Time Warner, NBC e Fox – hanno cominciato a rilevare una maggiore efficacia delle interruzioni pubblicitarie più brevi, soprattutto tra le nuove generazioni. Una realtà che appartiene da sempre a Rai, come dimostra il basso affollamento pubblicitario su digital, cinema e radio, quasi la metà di quello dei competitor. Per la tv, ad esempio, ogni minuto di pubblicità su Rai corrisponde a 5 minuti sulla concorrenza.

Il valore aggiunto che Rai Pubblicità apporta alla comunicazione commerciale si amplifica ulteriormente se si passa dalla tradizionale pianificazione media a una esperienza crossmediale, che utilizza tutti i touch point, dai media, ai social, al territorio. Un modello di R che consente di aumentare notevolmente il ricordo dei brand e di aumentarne la reputation.

articoli correlati

MEDIA

Tour de France 2018: offerta tv, radio, digital, televideo e sponsor di Rai Pubblicità

- # # #

tour de france

Mancano venti giorni all’inizio per la 105ª edizione del Tour de France 2018, il Giro di Francia, che ha sempre appassionato il pubblico Rai, trasmesso in diretta tv sui canali Rai 3 e Rai Sport + HD, su Rai Radio 1, Rai Play, raisport.rai.it e Televideo.

La competizione, nata nel lontano 1903, propone quest’anno un percorso straordinario fatto di 21 tappe totali per 3.329 chilometri complessivi. La corsa parte sabato 7 luglio dalla Vandea e si conclude domenica 29 luglio a Parigi con la classica passerella sugli Champs-Elysées.

Tra i favoriti per la vittoria finale della Grande Boucle c’è senza dubbio Chris Froome, fresco di successo di Giro d’Italia 2018, ma anche il nostro Vincenzo Nibali, che è a caccia del bis dopo il trionfo nel Tour de France del 2014.
L’offerta commerciale crossmediale di Rai Pubblicità sull’evento è articolata per coprire tutti i target, comprendendo Televisione, Radio, Digital, Televideo e Sponsorizzazioni.

Nella proposta televisiva le 21 tappe sono state raggruppate in 3 tipologie di crescente interesse sull’audience, Bronze, Silver e Gold in base al periodo di riferimento: 7 – 13 luglio, 14 – 21 luglio e 22 – 29 luglio. La singola tappa è a sua volta ripartita in tre fasi, Diretta, Winner e Arrivo, in base alla crescente curva di ascolto nelle rispettive fasce orarie 15.00 – 16,15, 16,15 – 16,45 e 16,45 – 17,20. Le due variabili compongono una matrice che dà origine a numerose combinazioni per garantire un ampio ventaglio di scelta.

Anche la Radio prevede tre moduli di vendita a seconda del periodo temporale, come in quelli televisivi e in parallelo il Digital consente agli inserzionisti di legare il proprio brand all’evento. L’acquisto di un pacchetto dedicato prevede l’impaginazione pubblicitaria su tutti i contenuti VOD relativi al ciclismo e sulla diretta simulcast delle tappe, oltre alla presenza del Rich Media sulla home page di RaiPlay e sulla scheda programma del ciclismo.

Infine, Rai Televideo offre banner su 4 ricche pagine editoriali all’interno dell’indice Altri sport che propongono risultati, classifiche, notizie e curiosità per un aggiornamento costante sull’evento.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rai Pubblicità accompagna i propri clienti alle tappe del 101° Giro d’Italia

- # # #

rai pubblicità e giro d'italia

Rai Pubblicità accompagna i propri clienti al 101° Giro d’Italia per far vivere una duplice esperienza, l’arrivo dei ciclisti alla fine di ogni tappa e il backstage sulla competizione. Sponsor dell’iniziativa, 5 aziende di eccezione, Acqua Sangemini, Astoria Vini, De’Longhi, Eurospin, e Segafredo, che seguono tutte le tappe del giro, forniscono i propri prodotti ed espongono i propri loghi nell’area di hospitality di Rai Pubblicità.

Un truck personalizzato con il logo del gruppo affianca il truck di Rai Sport dove avviene la diretta del “Processo alla tappa”, storico programma sportivo nato alla radio nel 1958 con Sergio Zavoli, che oggi va in onda su Rai 2. La singolarità di questa esperienza è data dalla possibilità per i clienti di effettuare un articolato tour produttivo all’interno del compound tv della Rai con la presenza di operatori che descrivono i diversi processi.

Il percorso parte dall’area hospitality del gruppo per passare ai truck tecnici, primo fra tutti quello regia, vero e proprio centro nevralgico, dove confluiscono e vengono selezionati tutti i segnali in diretta provenienti da un articolato sistema di riprese con telecamere a terra e telecamere mobili su moto ed elicotteri. Un sistema geo-localizzato all’avanguardia consente di sapere dove si trovano le moto e gli elicotteri rispetto alla corsa e coordinare così le riprese in movimento.

Tappe finali della visita, la redazione di Rai Sport, quartiere generale dei giornalisti, l’editing suite, dove vengono preparati i servizi per i TG e lo studio itinerante dello storico programma di “Processo alla tappa” che, anche quest’anno, riscontra un grande successo in termini di pubblico.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità, ecco l’offerta commerciale per le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018

- # # # #

rai pubblicità

Rai Pubblicità ha pubblicato l’offerta commerciale dedicata ai prossimi Giochi Olimpici Invernali in programma dal 9 febbraio sui canali Rai. I XXIII Giochi Olimpici Invernali si svolgeranno a PyeongChang in Corea del Sud dal 9 al 25 febbraio 2018 e prevedono la partecipazione di 89 paesi con oltre 2.900 atleti che si sfideranno in 102 gare per conquistare la gloria olimpica in un’edizione che per la prima volta assegnerà oltre 100 medaglie d’oro.

Il programma sportivo prevede gare in 15 discipline sportive, dallo sci alpino al biathlon, dal snowboard all’hockey su ghiaccio che saranno disputate nell’arco dei 17 giorni della manifestazione. Tra gli italiani in gara spiccano Arianna Fontana, campionessa di short track e portabandiera italiana, i campioni della valanga azzurra di sci alpino Dominik Paris, Peter Fill e Christoph Innerhofer, Federica Brignone, Sofia Goggia e Nadia Fanchini per la squadra femminile, Carolina Kostner per il pattinaggio di figura e Federico Pellegrino per lo sci di fondo.

Le reti Rai seguiranno l’evento olimpico attraverso un’offerta multipiattaforma che coinvolge Rai 2, RaiSport+HD, Rai Radio 1 e RaiPlay. Sul fronte televisivo Rai 2 trasmetterà la diretta delle gare con collegamenti quotidiani dalle ore 1.45 di notte alle 10 del mattino mentre nel presera andrà in onda un magazine di 45 minuti in cui saranno riproposte le migliori immagini della giornata con servizi di approfondimento e interviste ai protagonisti. RaiSport+HD seguirà invece l’ulteriore evolversi della giornata olimpica dalle ore 10.00 del mattino fino alle 14.00 in cui sono previste altre dirette delle gare (in Corea del Sud il fuso orario è +8ore), interviste e servizi. Rai Radio 1 seguirà la manifestazione con le radiocronache e i servizi del Gr1 Olimpico e le trasmissioni Fuorigioco Olimpico e Zona Cesarini, mentre Rai Play trasmetterà in streaming live le immagini di Rai 2 e RaiSport+HD. Sul sito dedicato sarà inoltre possibile avere un aggiornamento in tempo reale del medagliere olimpico oltre che lo streaming live.

Rai Pubblicità ha confezionato per l’occasione un’offerta commerciale che prevede da un lato moduli multicanale e dall’altro una proposta mirata a seconda del mezzo (tv, radio e digital) al fine di garantire percorsi diversi e complementari. Per quanto riguarda la tv viene proposto il Modulo coverage crossmediale a totale copertura multipiattaforma dell’evento con presidio dei momenti di maggior ascolto delle olimpiadi. Modulo che a sua volta si divide in Plus e Standard. Il primo prevede sul mezzo tv billboard, break top collocati subito prima dell’inizio delle finali più importanti e promotail 7” abbinati al magazine, sulla radio billboard e promo sponsorizzati e sul Digital il 30% del traffico disponibile. Questo modulo sviluppa un numero elevato di contatti quantificato in oltre 77 milioni sul target uomini. Quello standard invece non prevede i promotail televisivi e la copertura Radio ma raggiunge quasi 47 milioni di contatti uomini.

Solo sul fronte televisivo, la concessionaria prevede anche il Modulo Daily (tabellare e fuori break) per ogni singola giornata composto da 6 break in totale collocati su Rai 2 nella mattina, nel magazine preserale e su RaiSport+HD. Per gli investitori che decidono di abbinarsi interamente alle 16 giornate Olimpiche è previsto uno sconto a listino del 10%. A parte viene proposta la Cerimonia di apertura prevista il prossimo 9 febbraio con un modulo di tabellare /fuori break composto da 2 passaggi durante l’attesa diretta di Rai 2.

I moduli, oltre a sviluppare un numero elevato di contatti uomini e grp’s su target sportivi, sono particolarmente convenienti ed efficienti in termini di cpg, garantiscono frequenza e prevedono diverse soglie di investimento per favorire le diverse esigenze di pianificazione.  L’offerta pubblicitaria solo radiofonica prevede spazi in libera di tabellare e di iniziative speciali abbinate ai magazine. Infine per quanto riguarda il digital è stato realizzato un pacchetto per massimo 4 clienti composto da spot video e medium ad abbinato all’evento.

articoli correlati

MEDIA

Discovery e Rai, annunciata la partnership per le Olimpiadi Invernali PyeongChang 2018

- # # # #

Eurosport RAI

Le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 fanno ancora un salto in avanti sulla televisione, grazie alla nuova partnership annunciata da Discovery Communications e RAI. L’accordo tiene fede all’impegno preso da Discovery: offrire un’esperienza di visione senza eguali coinvolgendo sempre più persone su tutti gli schermi.

 

L’accordo vede Discovery Communications concedere in sublicenza a RAI i diritti audiovisivi in chiaro per le Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018 su digitale terrestre e, sul satellite, sulla piattaforma Tivusat. RAI offrirà un’ampia selezione di copertura in chiaro, circa 100 ore, su due canali televisivi e sul digitale, assicurando agli appassionati italiani di poter seguire anche in chiaro i beniamini nazionali nella conquista delle medaglie. Eurosport garantirà un’esperienza impareggiabile, in particolare su Eurosport Player, unico luogo dove i fan potranno guardare ogni minuto, ogni atleta e ogni sport – online, su mobile, tablet o TV connesse. Saranno le prime Olimpiadi totalmente digitali per il pubblico europeo, con più di 4.000 ore di copertura, 900 ore di live action e 100 eventi. I fan potranno personalizzare e definire la loro esperienza olimpica – scegliendo cosa guardare, quando e come guardarlo.

 

Peter Hutton, CEO di Eurosport ha dichiarato: “La partnership con la RAI e con più di 30 broadcaster nazionali è la dimostrazione che Discovery è sulla strada giusta per coinvolgere sempre più persone su tutti gli schermi. La scelta di offrire ogni minuto al pubblico europeo insieme alla nostra strategia all-screen, digital e sulle piattaforme social media, ci permetterà di raggiungere un pubblico più giovane e nuovo”. Alessandro Araimo, EVP General Manager Discovery Italia ha dichiarato: “Grazie alla copertura di alcuni dei più importanti eventi sportivi live, Eurosport in Italia continua a crescere. Lavoriamo quotidianamente per soddisfare le aspettative del nostro pubblico ed è dunque un particolare privilegio offrire la copertura più completa di sempre delle Olimpiadi invernali. Siamo sicuri che il nuovo accordo rappresenti un grande vantaggio per gli spettatori e non vediamo l’ora di collaborare con la RAI”.

 

Discovery Communications detiene i diritti multimediali esclusivi per 50 nazioni e territori in Europa per le Olimpiadi dal 2018 al 2024, come annunciato assieme al Comitato Olimpico Internazionale a giugno 2015. Eurosport seguirà tutte le storie più importanti, raccontate da esperti italiani di altissimo livello. Il team sarà composto da Giorgio Rocca, tre ori olimpici di sci di fondo – Fulvio Valbusa, Gabriella Paruzzi e Marco Albarello – e dalla medaglia di bronzo di sci alpino Karen Putzer, solo per citarne alcuni. A livello internazionale la squadra di Eurosport non ha precedenti e conta ad oggi oltre 150 talenti e commentatori, tra cui 58 atleti olimpici, per un totale di 75 medaglie olimpiche di cui 28 d’oro.

articoli correlati

MEDIA

69° PRIX ITALIA: Back to Facts. La realtà contro le false notizie

- # # #

Prix Italia

Al via il 69° Prix Italia: al tempo delle “fake news”, quattro giorni di incontri, workshop, proiezioni – a Milano, Palazzo Giureconsulti – per interrogarsi su uno dei temi più attuali del nostro tempo. Dal 28 settembre al 1° ottobre.

L’edizione 2017 di Prix Italia – oltre a proporre i 222 programmi in concorso da tutto il mondo – diventerà il luogo dell’approfondimento sui tema dell’informazione, proponendo (anche in streaming) incontri pubblici, dibattiti e workshop con protagonisti del mondo della comunicazione per continuare nella missione che la Rai affida da sempre a questa storica manifestazione: interrogare e interrogarsi sui grandi temi del nostro tempo e sull’evoluzione dei suoi linguaggi.

Qui il link per accedere al calendario completo dei workshop in programma.

Per partecipare ai workshop è obbligatoria la prenotazione all’indirizzo email prixitalia.eventi@rai.it, in cui bisogna indicare non solo giorno, ora e titolo del workshop d’interesse, ma anche nome e cognome, luogo e data di nascita, indirizzo email o numero di cellulare.

articoli correlati

MEDIA

RAI PUBBLICITÀ PUNTA SUL VALORE DELLA QUALITÀ DEL PALINSESTO

- # # # # #

rai pubblicità

Rai Pubblicità pubblica la propria politica commerciale per il prossimo autunno al cui centro sta la qualità del prodotto editoriale di Rai, evidenziato nelle elevate concentrazioni di ascolto sul target degli “Spendenti”, ossia quel 70% della popolazione italiana con livello culturale medio e medio/alto che concentra oltre l’85% del potere di acquisto dell’intero Paese. Tutte le ricerche di marketing e i top spender hanno infatti messo a fuoco lo spostamento del potere di acquisto sui segmenti più maturi della popolazione concludendo che il vero target commerciale non è più definito dall’età anagrafica ma dalla capacità di spesa.

Rai vanta concentrazioni molto elevate su questo target con un indice di affinità di 107 e conseguenti forti efficienze sui Cpg. La costante leadership di ascolto, il basso affollamento pubblicitario, l’impaginazione di break più corti, l’elevata quota di prime time e i nuovi format creativi vicini ai più recenti trend della comunicazione (Be Trasparent, Lezioni di Etichetta, Tutorial Time, Palinbox), la vera crossmedialità che mette il contenuto sempre al centro delle diverse modalità di fruizione completano il quadro distintivo di Rai Pubblicità.

L’obiettivo di Rai Pubblicità per il prossimo autunno persegue il giusto posizionamento di questo valore attraverso alcuni snodi fondamentali.
Innanzittutto valorizzare la competitività sul target Spendente in tutte le sue declinazioni, recuperando il gap sui costi per grp’s che ci separa dai competitor.
Poi posizionare Rai 4 come il quarto canale generalista Rai, valorizzando le sue eccezionali performance di ascolto che per volume e profilo la rendono complementare a Rai 1, Rai 2 e Rai 3. Il palinsesto pubblicitario di Rai 4 passerà gradualmente dalla vendita a fascia ad una vendita per programma.
Infine uniformare lo sconto commerciale su tutti i nostri canali, proponendo sui canali specializzati una variazione tariffaria più contenuta della crescita di ascolti.

In sintesi le variazioni medie di Rai 1, Rai 2 e Rai 3 sono del +7% di ascolto e del +12% di listino, per Rai 4 ci aspettiamo un +70% di ascolto contro un +30% di listino e per la media degli altri canali specializzati una crescita del 7% di ascolto a fronte di un +3% di listino.
Il listino autunnale copre 15 settimane, dal 10 settembre al 23 dicembre, con 3 tariffe di base e promozioni stagionali del -10% e del -5% nella seconda e terza settimana di settembre e del -10% nella settimana prima di Natale.

 

articoli correlati