MEDIA 4 GOOD

Dokita Onlus lancia la campagna “Tutti Uguali”: raccolta fondi per i bambini disabili del Camerun

- # # # # #

dokita onlus

Nel mondo, più di 100 milioni di bambini sono disabili e rappresentano uno dei gruppi più emarginati ed esclusi di molte società. Ogni giorno sono costretti a fare i conti con la discriminazione e con la mancanza di politiche e leggi adeguate, che nega loro il diritto all’assistenza sanitaria, all’istruzione e in alcuni casi perfino alla sopravvivenza. La disabilità li rende fragili e vulnerabili, esponendoli quattro volte in più, rispetto ai loro coetanei, al rischio di subire maltrattamenti fisici e psicologici.

 

In particolare, in Camerun, oltre il 23% dei bambini di età compresa tra i 2 e i 9 anni è affetto da almeno un tipo di disabilità causata, per il 65% di loro, da malattie infettive non ancora debellate come la polio, la malaria, la lebbra o il morbillo. Per garantire ai bambini disabili del Camerun cure mediche e fisioterapiche, istruzione, nutrizione, protezione ed inclusione sociale, Dokita Onlus lancia la Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Tutti Uguali”, che si può sostenere dal 6 al 21 gennaio 2019 con un sms o chiamata al numero solidale 45582.

 

Essere un bambino disabile in Camerun significa, nella maggior parte dei casi, non avere la possibilità di accedere ai servizi medici, non poter frequentare la scuola e non poter ricevere un’adeguata nutrizione. Sono bambini “invisibili”, condannati ad un futuro di emarginazione e abbandono, soprattutto perché spesso sono proprio le famiglie ad allontanarli, sia per mancanza di risorse economiche, sia a causa di retaggi culturali.

 

Eppure nel sud del Camerun ci sono tre posti speciali dove, con cura e dedizione, si lavora tutti i giorni affinché i bambini siano davvero “tutti uguali”, nonostante la disabilità e l’estrema povertà. Sono i Centri gestiti da Dokita Onlus, che da oltre trent’anni è presente in Camerun per garantire cure e inclusione ai bambini disabili, promuovendo la loro piena partecipazione alla vita socio-economica e culturale della comunità, tramite la riabilitazione e la prevenzione socio-sanitaria, l’educazione scolastica e la formazione professionale.

 

La Campagna “Tutti Uguali” di Dokita Onlus ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla difficile condizione dei bambini con disabilità che vivono nei Paesi in via di sviluppo, al fine di contrastare la disuguaglianza e contribuire così alla costruzione di un futuro in cui possano avere pari dignità e opportunità. In particolare, i fondi raccolti serviranno a dare continuità all’attività di riabilitazione, di accoglienza e di supporto scolastico per i bambini disabili del Camerun, attraverso il potenziamento del Foyer de l’Esperance e degli altri Centri gestiti da Dokita. Le donazioni, inoltre, saranno destinate all’acquisto di nuove apparecchiature fisioterapiche e ai laboratori di confezionamento di protesi e ortesi. Dal 6 al 21 gennaio 2019 si può sostenere la Campagna “Tutti Uguali” con un sms o chiamata al numero solidale 45582. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile, e di 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali. Partner della Campagna sono Responsabilità Sociale Rai, LA7, Mediafriends e Sky per il Sociale.

 

articoli correlati

AGENZIE

Cookies & Partners si aggiudica la gara per la campagna di Natale di Greenpeace Italia

- # # # # #

Greenpeace

Cookies & Partners ha vinto la gara indetta da Greenpeace, la più importante organizzazione ambientalista indipendente al mondo, in occasione di uno dei suoi momenti più cruciali di tutto l’anno: la campagna di raccolta fondi di Natale.

Il messaggio centrale verterà infatti non su una battaglia specifica, ma sull’importanza del sostegno regolare per permettere a Greenpeace di continuare a condurre tutte le sue azioni a favore dell’ambiente, del clima, delle specie animali a rischio, e ovviamente anche per tutti noi.

Il linguaggio sarà inedito, ma ancora non è possibile saperne molto di più: “Mai come ora, di fronte a sfide come quella contro i cambiamenti climatici o la deforestazione, è importante comunicare l’importanza di un impegno costante e concreto verso il pianeta, da parte di ognuno di noi”, commenta Marica Fachin, Digital Foundraising Manager di Greenpeace Italia. “La campagna coglie in pieno il nostro stile comunicativo, diverso e creativo, e racconta le nostre azioni sotto una luce nuova, che sottolinea il ruolo cruciale del sostenitore per un’organizzazione finanziariamente indipendente come Greenpeace”.

“Vincere una gara dà sempre una carica in più”, interviene Francesca Mudanò, Executive Partner e Copywriter di Cookies & Partners. “Aver vinto quella di Greenpeace ci rende ancora più fieri, non solo perché amiamo l’organizzazione, ma anche perché Greenpeace ha dimostrato sempre un altissimo livello di comunicazione e sapere di esserne stati all’altezza è un onore”.

La campagna sarà on air dalla seconda settimana di novembre con il lancio del sito natale.greenpeace.it e verrà declinata in una linea editoriale social, banner, landing page e newsletter.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Sport e solidarietà insieme nella nuova raccolta fondi Subito e Ayas For Friends

- # # # # #

Sport e solidarietà

SubitoAyas for Friends, organizzazione no-profit che promuove eventi sportivi per aiutare i più bisognosi, lanciano una speciale raccolta fondi. Fino al 13 aprile sarà infatti aperto a tutti un negozio che vede come protagonisti sport e solidarietà: la piattaforma di Subito ospita per l’occasione una speciale selezione di oggetti e servizi donati da aziende come Brekka, società sportive, calciatori e atleti olimpici e nazionali. L’intero ricavato delle vendite sarà devoluto all’Associazione art4sport ONLUS di Bebe Vio, volto della campagna assieme a Demetrio Albertini, dirigente sportivo ed ex calciatore, e Kristian Ghedina, ex sciatore e pilota automobilistico italiano.
Nel corso delle quattro settimane saranno pubblicati sempre nuovi annunci di beni, servizi o oggetti unici autografati, tra cui gli sci di Tina Maze, le maglie del Futbol Club Barcelona di Suarez, Neymar e Messi e ancora le scarpe da rugby di Mathieu Bastareaud, oltre a tanti altri oggetti dei più famosi calciatori del nostro Paese come Paolo Maldini, Marco Verratti e Roberto Gagliardini. Anche la Federazione Italiana Giuoco Calcio, Inter F.C., A.C. Milan, A.S. Roma, così come Flavia Pennetta, Gregorio Palrtinieri e gli stessi Kristian Ghedina e Bebe Vio, parteciperanno all’iniziativa.
Subito e Ayas for Friends, assieme a tutti coloro che partecipano a questa iniziativa, mostrano il lato più bello dello sport, fatto non solo di prestazioni fisiche, ma anche di solidarietà e spirito di squadra: la passione per lo sport non conosce barriere di alcun genere e può unire tutti coloro che vogliono sorridere, anche attraverso il corpo.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Neri Marcorè e Renzo Arbore protagonisti della campagna della Lega del Filo d’Oro

- # # # # #

Neri Marcorè è insieme a Renzo Arbore, volto storico di Lega del Filo d’Oro, per la nuova campagna di raccolta fondi per la costruzione del nuovo Centro Nazionale di Osimo.
Insieme ad Arbore e Marcorè, la vera protagonista è Sophia, 13 anni, affetta da cecità e tetraparesi spastica, che riesce a far risplendere ogni inquadratura con il suo sorriso. La regia dello spot è stata affidata a Luca Miniero, che fin da subito ha accettato con entusiasmo di partecipare al film ideato da Aragorn e prodotto da Peperoncino Studio.
L’obbiettivo della campagna è creare una struttura all’avanguardia in Europa per l’assistenza delle persone sordocieche. Un obbiettivo a cui è possibile contribuire con una donazione dal sito www.centro.legadelfilodoro.it e condividendo la campagna con l’hashtag #nonlasciomaraddoppio. Lo spot è on air dal 25 ottobre con un soggetto di 30” sui principali canali televisivi.

 

CREDITS
Agenzia: Aragorn
Account Director: Stefania Fuso Nerini
Account Senior: Alessandra Tonini
Direttori creativi: Elisa Roncoroni, Roberto Caselli
CDP: Peperoncino Studio
Regista: Luca Miniero
Executive Producer: Luciano Ripamonti
Producer: Francesco Rivolta, Andrea Armani
DOP: Michele Brandstetter
Post produzione: Peperoncino Studio

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Maria Grazia Cucinotta madrina della raccolta fondi Fondazione Oltre il Labirinto

- # # # # #

Per offrire una risposta concreta ai bisogni dei ragazzi affetti da autismo e delle famiglie coinvolti in questa disabilità, nel 2009 è nata Fondazione Oltre il Labirinto Onlus che, formata da genitori con figli autistici, ha come obiettivo quello di aiutare i bambini di oggi a diventare, un domani, adulti con autismo sempre più indipendenti e autonomi. Proprio per far fronte a questa sfida da tre anni la Fondazione si è impegnata nella realizzazione del Villaggio “Godega 4Autism”, primo esempio europeo di cohousing per autismo. Un impegno importante che ha bisogno del sostegno di molti. Per questo dal 22 marzo al 12 aprile è attiva una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale al 45505. Per questa iniziativa Fondazione Oltre il Labirinto può contare sul prezioso sostegno della madrina Maria Grazia Cucinotta.

Il ricavato consentirà la prosecuzione dei lavori di costruzione e l’ampliamento dei servizi e delle attività formative e ludico-motorie attualmente in corso. In particolare permetterà di creare una piccola area di outdoor fitness, dove i ragazzi potranno svolgere attività fisica con alcuni esercizi semplici, ripetitivi e adatti al loro sviluppo, e di acquistare attrezzature per arricchire il laboratorio artigianale, dove i soggetti con autismo vengono aiutati a esprimere le loro abilità funzionali e comunicative.

Il Villaggio – che prende il nome dal Comune di Godega di Sant’Urbano (Treviso) dove si sta sviluppando – è pensato come una struttura lavorativa, terapeutica e, in futuro, anche residenziale dove le persone autistiche non saranno isolate ma potranno restare vicino alle loro famiglie. Inoltre, grazie al supporto di operatori, psicologi e volontari, i soggetti autistici saranno aiutati a inserirsi nella comunità per diventare soggetti attivi che vivono, collaborano e si integrano nella società sulla base delle proprie capacità.

Attualmente sono in corso attività pratiche di cura e allevamento degli animali e di coltivazione, raccolta e pulitura dei prodotti ortofrutticoli; un laboratorio di cucina e uno di musicoterapia; uno di raccolta, cernita, pulitura e confezionamento dei tappi di sughero da inviare ai punti di riciclo e uno di falegnameria e meccanica per la riparazione di biciclette e l’assemblaggio di selle e pedaliere.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Il Cinema per Haiti: Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus e movie star di tutto il mondo

- # # # # # #

Il 15 marzo si è svolta la serata di raccolta fondi per portare luce, attenzione e aiuto concreto ai bambini di Haiti, organizzata dalla Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus che ha visto la partecipazione di stelle del cinema italiano e internazionale, oltre alla al regista e sceneggiatore Paul Haggis, vincitore di 2 premi Oscar, che dal 2008 è impegnato al fianco della Fondazione Francesca Rava, per aiutare Padre Rick Frechette, medico in prima linea, da 30 anni direttore di NPH Haiti.

Alla serata sono intervenuti Ben Stiller, Owen Wilson, Jack Houston, Paolo Sorrentino, Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino con Anna Ferzetti,, Claudia Gerini, Giuliana De Sio, Isabella Ferrari, Kasia Smutniak e Domenico Procacci, Anna Safroncik, Claudio Santamaria, Katy Saunders, Giulia Elettra Gorietti, Giorgio Marchesi, Ornella Muti, Nicoletta Romanoff, Alessandra Mastronardi, Gabriele Pignotta, Alessandro Roja, Nazanin Boniadi, Federico Zampaglione, la testimonial e volontaria della Fondazione Francesca Rava Martina Colombari e molti altri.

Nell’occasione, durante l’asta animata Paul Haggis, sono state fatte un’importante donazione per un giorno sul set con Stiller e Wilson, e altre per borse e accessori messi a disposizione da maison e case di moda (Vhernier, Fendi, Valentino, Bottega Veneta, Grifoni). Il noto fotografo Stefano Guindani era presente con un set fotografico allestito per ritratti d’autore e ha donato per la raccolta fondi una foto scattata nel suo ultimo viaggio ad Haiti. Duecento i sostenitori della Fondazione presenti al charity dinner, tra i quali gli stilisti Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri, Silvia e Ilaria Venturini Fendi.

Il ricavato della serata è stato sostegno dell’Ospedale Pediatrico NPH St. Damien, unico sull’isola, che assiste 80.000 bambini l’anno e della Scuola APJ Academy for Peace and Justice, unica secondaria gratuita in Haiti, che dà istruzione a 2.500 bambini, gestita da Padre Rick e dal suo team. In Haiti 1 bambino su 3 muore prima dei 5 anni per malnutrizione e malattie curabili, 1 su 2 non va a scuola.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

“Ospedale senza dolore”, la nuova campagna sociale del Bambino Gesù

- # # # #

Fino al 21 dicembre 2014, inviando un SMS al numero solidale 45505 è possibile donare 2 euro a sostegno della nuova campagna di comunicazione sociale del Bambino Gesù, “Ospedale senza dolore”.

Nata per informare e sensibilizzare sul tema della sofferenza dei bambini in ospedale e delle sue ripercussioni sull’intero nucleo familiare, la campagna si propone di raccogliere fondi, 1 milione di euro, per acquistare una TAC multistrato di ultima generazione che consentirà di prevenire l’insorgenza del dolore, ridurre al minimo la sua percezione e contenere paura, ansia e stress sia nei piccoli pazienti che nelle famiglie.

L’obiettivo potrà essere raggiunto grazie anche alla generosità di quanti comporranno da telefono fisso o mobile il 45505, il numero solidale messo a disposizione per 15 giorni, dal 7 al 21 dicembre, dagli operatori di telefonia Tim, Vodafone, Wind, Tre, PosteMobile, CoopVoce e Noverca, Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu e TWT.

Per l’intera durata della campagna, fino a febbraio 2015, sarà possibile sostenere “Ospedale senza dolore” anche visitando il sito www.ospedalesenzadolore.it, telefonando allo 06-6859.3120, oppure tramite bonifico bancario o versamento sul conto corrente postale intestato a Fondazione Bambino Gesù Onlus.

Alleviare il dolore nei piccoli pazienti non è solo un dovere degli Ospedali pediatrici, ma un diritto riconosciuto dalla Carta dei diritti dei bambini in Ospedale. Per questo all’interno del Bambino Gesù è stato istituito già dal 2010 il Comitato Ospedale Senza Dolore ed è stato elaborato un protocollo unico per la gestione del dolore in ospedale. Per prevenire e ridurre il dolore l’Ospedale ha attivato un ambulatorio dedicato alla terapia del dolore. Ha aperto le sale operatorie alla presenza dei genitori, consentendogli di accompagnare i loro bambini prima dell’intervento. La stessa cosa è stata fatta con le terapie intensive.

Sono state sviluppate ed estese le tecniche di chirurgia mini-invasiva che consentono di ridurre il dolore post-operatorio e la durata del ricovero. È stato promosso il “prelievo con un sorriso” (l’insieme delle modalità per ridurre la paura nei piccoli di affrontare il prelievo di sangue) e la tecnica della “sedazione cosciente” (tramite protossido d’azoto) come alternativa all’anestesia generale. 800 famiglie sono state coinvolte nel monitoraggio e valutazione a distanza del dolore dei figli dimessi dall’Ospedale dopo un intervento chirurgico. Unico di questo tipo in Italia, il progetto si avvale in via sperimentale di una APP per smartphone e tablet che consente ai genitori e agli stessi bambini di interagire in tempo reale con il personale sanitario.

La nuova campagna sociale del Bambino Gesù sostiene l’acquisto di un macchinario di ultima generazione per la sede di Palidoro. Si tratta della TAC multistrato che, grazie alle sue funzionalità avanzate, consente di limitare il ricorso all’anestesia a casi sporadici. Permette infatti di visualizzare in maniera dettagliata non solo gli organi interni del corpo umano, ma anche le strutture vascolari e la grande velocità di acquisizione dei dati (ad esempio scansioni di 16 cm di un torace di un lattante vengono eseguite in 0,35 secondi) riduce significativamente l’uso delle narcosi nei pazienti che non riescono a rimanere fermi per il tempo necessario ad eseguire questo tipo di esami diagnostici.

articoli correlati

AZIENDE

Groupon e Charitystars insieme a favore di Sport Senza Frontiere Onlus

- # # # # #

Una campagna di raccolta fondi online dal 25 agosto al 13 settembre quella che vede insieme Groupon e Charitystars nel sostenere “Regala lo sport, regala la vita!”, il progetto di Sport Senza Frontiere Onlus: basta un click per offrire un contributo e regalare lo sport ai bambini che non possono permetterselo.
Sport Senza Frontiere Onlus si rivolge a bambini e adolescenti in situazioni di disagio psicologico, sociale, economico o fisico, che spesso vivono in zone periferiche o degradate delle città e sono perciò a forte rischio di emarginazione. L’associazione offre loro l’opportunità di intraprendere un percorso sportivo gratuito, sotto la guida di istruttori qualificati e operatori psico-pedagogici. La pratica sportiva e il gioco, intesi come strumenti educativi e di coesione, permettono infatti di prevenire fenomeni di devianza sociale, contribuendo allo sviluppo di una società più equilibrata e solidale.
I progetti di Sport Senza Frontiere Onlus vengono realizzati a Milano, Roma e hinterland in collaborazione con una rete di Associazioni Sportive. Due le modalità per sostenere il progetto “Regala lo sport, regala la vita!”: il primo consiste nell’acquistare il coupon solidale su Groupon del valore di 3, 5, 10 o 15€. Il 100% dei fondi raccolti con la campagna Groupon saranno devoluti a Sport Senza Frontiere Onlus e, tra coloro che hanno donato per la causa, verranno estratti 25 fortunati utenti che avranno la possibilità di allenarsi o assistere gratuitamente ad una lezione di pugilato con Roberto Cammarelle, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino 2008 e d’argento a quelle di Londra 2012 e testimonial del progetto. La seconda modalità consta nel partecipare all’asta benefica su CharityStars aggiudicandosi la certezza assoluta di prendere parte all’incontro con il campione Roberto Cammarelle, 5 i posti a disposizione.
L’evento avrà luogo sabato 11 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 16.30 presso la palestra Golden Power di Roma, Via Scarperia 42.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

I giorni della ricerca AIRC sono anche sul web con Weborama e Brand Portal

- # # # # # #

Brand Portal sceglie l’innovazione con l’offerta tecnologica di Weborama Italia, per fornire ai propri clienti un servizio che si avvale degli strumenti tecnologici più avanzati presenti sul mercato. L’occasione più recente è stata fornita dall’appuntamento annuale con i Giorni della Ricerca, iniziativa promossa dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro dal 2 all’11 novembre 2013 per informare l’opinione pubblica sui risultati ottenuti nei laboratori attraverso i racconti dei suoi protagonisti e raccogliere fondi per finanziare progetti dedicati al percorso di crescita di giovani ricercatori italiani di talento. I ricercatori AIRC incontreranno gli studenti nelle aule magne di quattro tra le più prestigiose università italiane e in 70 scuole secondarie superiori, mentre in piazza i volontari AIRC offriranno a fronte di un contributo di 10 euro una confezione di ottimi cioccolatini per sostenere il lavoro dei ricercatori.

La campagna pubblicitaria ideata da Brand Portal in partenza il 29 ottobre, mette in focus il concept creativo “mettiamo il cancro all’angolo”. Il visual mostra come le persone tutte insieme aiutano la ricerca a rendere il cancro sempre più curabile. La strategia media prevede, tramite la nuova suite di AdServing di Weborama (Weborama Campaign Manager), l’acquisto di spazi – utilizzando gli evoluti strumenti di targeting – sia sul network Weborama sia tramite piattaforme AdExchange in modalità di acquisto Real Time Bidding, per garantire al contempo il raggiungimento degli obiettivi di campagna e un’ampia disponibilità di inventory a livello nazionale.

Tra le caratteristiche più innovative della campagna, spicca la possibilità, offerta dalla tecnologia proprietaria di analisi dei dati e dei profili di Weborama (Weborama Audience Manager), di riconoscere, classificare e, conseguentemente, creare un target “AIRC” da utilizzare anche in pianificazioni future, per andare a modellizzare gli utenti più generosi e quindi potenzialmente più propensi alla donazione online.

Grande attenzione è stata dedicata anche alla sicurezza e alla qualità degli spazi. Tramite Adloox, sistema di verifica della delivery, sono stati esclusi a priori tutti i contesti editoriali che potessero presentare situazioni o argomenti non consoni alla tipologia di comunicazione. Per poter meglio monitorare l’audience del sito AIRC, inoltre, sono stati implementati dei tag nelle pagine dei sito, con la collaborazione e il supporto di Educom, sviluppatori del sito AIRC.

articoli correlati