BRAND STRATEGY

Alcatel Lucent Enterprise insieme a Bebit per il progetto social di Rainbow

- # # # #

alcatel lucent botto ezio

Bebit, la Digital Creative Company, affianca Alcatel Lucent Entrerprise in un nuovo progetto di comunicazione. Insieme a Libera Brand Building e MagicBox Events, Bebit fa parte di un unico gruppo specializzato nell’elevare al massimo il valore della marca.

“La strategia di comunicazione social di Rainbow è un progetto creato per sostenere l’innovativo servizio di Alcatel-Lucent Enterprise – dichiara Roberto Botto, CEO & Founder di Bebit – Un sistema dedicato alle aziende che permette ai dipendenti di scambiarsi informazioni, file, effettuare chiamate voce e video e fare chat in tempo reale senza, però, interferenze della vita lavorativa in quella privata. I contenuti sono totalmente al sicuro grazie all’utilizzo di dati criptati. Il plusvalore che rende Rainbow un prodotto di punta, sul quale Alcatel-Lucent Enterprise crede e investe, è la sua compatibilità con tutte le tecnologie.”

La campagna è pensata per l’Italia in ambiente social e ha come canale principale Facebook.

“Bebit – continua Roberto Botto – ha ideato una strategia editoriale destinata ad arricchire i contenuti del canale social Alcatel-Lucent Enterprise. Una content creation rivolta a promuovere il servizio, mettendone in luce i punti di forza, verso i diversi target di riferimento (sanità, banche, istituzioni, aziende)”

 

articoli correlati

MEDIA

NaturaSì: dopo il successo della fase beta, al via Radio NaturaSì

- # # # # # #

Radio NaturaSì: Fabio Brescacin presidente di EcorNaturaSì

Completata con successo la fase beta, ora Radio NaturaSì è a tutti gli effetti la nuova realtà nel panorama radiofonico nazionale grazie alla sua diffusione in oltre 250 punti vendita NaturaSì, i supermercati bio presenti su tutto il territorio nazionale.

Ma non si tratta di una semplice in store radio, bensì di uno speciale progetto musicale con caratteristiche uniche, volto a rafforzare all’interno del negozio una trama di emozioni, armonia e cultura con cui il mondo bio possa essere vissuto come ancora più vicino e accessibile, al cliente e non solo. Radio NaturaSì affiancherà la comunicazione ‘commerciale’ e istituzionale oltre che valoriale del Gruppo EcorNaturaSì Spa con una proposta musicale di alta qualità, selezionata dallo staff del CPM Music Institute sotto l’attenta guida del suo fondatore, Franco Mussida.

La musica di Radio NaturaSì è “prevalentemente” fatta a mano, ovvero suonata da musicisti, non semplici ‘tappeti sonori’ elettronici. Musica ricca di contenuti vitali, freschi. Musica divisa per climi, fra la ricerca di relax e la voglia di energia positiva. Musica strumentale di tante correnti diverse, ma anche Musica classica. Musica cantata in tutte le lingue del mondo, dove il dialetto o le lingue africane hanno la stessa dignità dell’inglese, alla ricerca della ricchezza culturale di popoli lontani la cui vitalità contrasta la decadenza intellettuale occidentale. Musica di cantanti e autori di grande talento e capacità poetica, rimasti a volte sconosciuti alle radio più commerciali. Spazio anche ai giovani e a quelle canzoni che non incitano ai conflitti: l’intelligenza di Brunori, un certo disincanto di Mannarino o l’intellettualità dei Baustelle, sempre con l’intento di scegliere canzoni che incitano alla vita più che al grigiore esistenziale. Presente persino un’altra Musica… il canto degli uccelli, un canto che stupisce e pervade lo spazio ogni due ore. E’ la Musica della natura che bussa.

Il sodalizio con il CPM Music Institute è stato reso possibile dalla condivisione dei valori di NaturaSì (azienda, che da 30 anni lavora per la salute della terra, dell’ambiente naturale e della società) per la quale il miglior prodotto possibile per la salute delle persone è anche il migliore per la vita della natura che ci circonda. Questo vale per l’agricoltura bio, ma vale anche per la Musica, almeno per come da anni viene intesa da Franco Mussida, il quale le riconosce le più alte potenzialità nell’orientamento dell’umore, volto al raggiungimento del benessere, attraverso un ‘linguaggio universale’ che unisce suoni ed emozioni.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nastro Azzurro lancia Crowd, il progetto che sostiene i giovani talenti italiani

- # # # # # #

Nastro Azzurro Crowd

Presentata al Wired Next Fest 2017, Nastro Azzurro Crowd nasce allo scopo di promuovere concretamente le iniziative dei giovani talenti italiani e la loro creatività, nelle diverse aree di interesse: la musica, il food, il design, l’arte, la fotografia, il bartendering. Il progetto supporta le startup che hanno voglia dimettere in pratica le proprie idee e lanciarle sul mercato attraverso il crowdfunding, un metodo che permette a chiunque abbia un’idea vincente e con un buon grado di fattibilità, di cercare finanziamenti di privati che siano motivati a sostenerla. Nel corso dell’attività, i progetti che avranno raggiunto, tramite il crowdfunding, almeno il 50% del traguardo fissato, potranno essere cofinanziati per il restante 50%, fino ad un massimo di 5.000,00 euro per progetto. Tutto questo viene riassunto dal concetto, tanto caro alla marca, di “Ti Porta Lontano”, che è una voglia di ispirare, di supportare, di mettere in condizione i talenti italiani di realizzare il proprio potenziale, in particolar modo abbracciando i nuovi strumenti che ci offre il progresso tecnologico.

“Nastro Azzurro è una birra di talento, nata con la voglia di fare la differenza e di andare lontano. Nel tempo la scommessa è stata vinta ed ora siamo, a pieno titolo, la birra italiana più bevuta al mondo” e prosegue “questo è il messaggio che vogliamo trasmettere ai nostri consumatori, in particolare a quella fascia di giovani che guardano con energia e ottimismo alle opportunità offerte dal mondo che cambia: ambizione, voglia di fare, orgoglio di esportare il talento italiano. Per dare un sostegno concreto a queste aspirazioni, abbiamo pensato ad una piattaforma digitale che contribuisse a finanziare i progetti più interessanti: Nastro Azzurro Crowd. Per far passare al meglio i nostri messaggi abbiamo intrapreso, insieme al nostro partner creativo xister, un percorso di cambiamento nel nostro modo di fare comunicazione sui canali digitali, coinvolgendo il nostro target, cercando di offrire degli strumenti pratici per realizzare dei progetti e al contempo dei contenuti innovativi che ci permettessero di veicolare il messaggio, cioè che Nastro Azzurro sia il vero supporter del talento italiano, e voglia contribuire concretamente a svilupparlo” commenta Dario Giulitti, Brand Manager di Nastro Azzurro.

“Su queste basi nasce la piattaforma, in collaborazione con Eppela, che mette a disposizione un contributo in denaro per progetti innovativi meritevoli. Per lanciare l’operazione, stiamo sviluppando un progetto di A.I. che utilizza il machine learning a fini creativi, presentato in anteprima al Wired Next Fest, che ha l’ambizione di ispirare e, perché no, far riflettere il nostro pubblico sulla possibilità di “abbracciare” il progresso. Il progetto vede coinvolte giovani realtà nell’ambito delle tecnologia (Officine Innesto) e della creatività (Nicolò Visioli graphic designer e calligrafo di talento) che insieme stanno insegnando a questa intelligenza artificiale come scrivere e progettare una nuova etichetta Nastro Azzurro. Un incontro tra tradizione ed innovazione che celebra l’identità della marca e la sua voglia di guardare avanti” conclude Giulitti.

articoli correlati

MEDIA

Nasce The New’s Room, primo progetto editoriale in Italia realizzato solo da under 35

- # # # # #

The New's Room

Un progetto editoriale fatto solamente da giovani, una rivista in Italia unica nel suo genere. Nasce The New’s Room, bimestrale che verrà presentato domani martedì 7 marzo alle 18,45 presso il Talent Garden di Roma. Il nuovo progetto tematico di approfondimento è infatti diretto e redatto esclusivamente da under 35 (il redattore più anziano ha 31 anni, il più giovane solo 20); promosso da AGOL – Associazione Giovani Opinion Leader con il supporto di importanti aziende italiane, The new’s room nasce infatti proprio con l’intento di dare voce e spazio ai giovani e al loro talento in un settore, l’editoria, che vive un momento difficile ma che resta centrale nella vita del paese.
Il titolo della prima uscita è Generazione Liquida (quella dei nati tra gli anni ’80 e ’90). Ogni argomento, all’interno della rivista tematica, è affrontato in modo innovativo con un approccio lontano dagli stereotipi e dalle usuali rappresentazioni. Il primo numero infatti descrive i giovani con l’obiettivo di superare le solite descrizioni di generazione x, y fatte di bamboccioni pigri e pretenziosi. La rivista viene distribuita con cadenza bimestrale in forma cartacea nei Frecciarossa, nei FRECCIA Club (grazie alla partnership con Ferrovie dello Stato), nelle principali aziende, istituzioni e Università italiane; online attraverso il sito.
A guidare la prima uscita della rivista, fondata da Pierangelo Fabiano, è stato Francesco Bei, insieme a Sofia Gorgoni (direttrice responsabile), Sara D’Agati e Lorenzo Castellani (direttori editoriali).  Tra gli ospiti che interverranno alla presentazione:  on. Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega ai giovani, Giacomo D’Arrigo (direttore generale di Agenzia Nazionale per i Giovani), Noemi Montaruli (responsabile Recruitment di FS Italiane) e  Francesco Bei.

articoli correlati

MEDIA

PLAYmARKETING e Urban FX lanciano il primo short movie in realtà virtuale

- # # # #

progetto

pLAYmARKETING e Urban FX, realizzano FUNride Mottolino VR Movie Experience. L’Obiettivo è sfruttare la forza delle immagini e la tecnologia e realizzare ambienti per la realtà virtuale immersiva che trovino per la prima volta applicazione in un vero e proprio short movie VR. Si tratta del primo short movie in realtà virtuale, un progetto completamente sperimentale che ha trovato nel Bike Park di Mottolino S.p.A. la massima possibilità di ambientazione coinvolgente. Nasce così un nuovo modo di raccontare per immagini: il virtual storytelling.

Gianni Vacca, Marketing Chief Designer pLAYmARKETING, dichiara,“ L’idea che ci ha guidato in questo progetto è il teletrasporto. Non certo quello di star trek, non per ora, quanto l’idea che da qualsiasi parte del mondo una persona possa vivere un’esperienza senza per forza dover passare attraverso il punto di vista del fotografo o le inquadrature decise a priori da un regista. Per questo motivo , l’idea e la progettazione di “FUNride” Mottolino VR Movie Experience hanno avuto precedenza sulle diverse tecnologie combinate tra loro quali Virtual Reality , video a 360°, augmented reality, computer grafica e la tradizionale flat camera. In questo mix tecnologico, in effetti , l’idea e la creatività nella progettazione hanno portato a realizzare un movie unico nel suo genere. Una prima assoluta a Livigno e sicuramente il p rimo tra i bike park nel mondo”.

Donald Welscher, Movie Director e Titolare di Urban FX dichiara, “La sfida per me è stata di creare una storia stimolante tradotta in realtà virtuale. Trovo sia Livigno sia il bike park di Mottolino incredibilmente affascinanti; pertanto, ho voluto trasmettere visivamente la sinergia tra natura e sport attraverso un’espe rienza il più possibile coinvolgente. Il supporto della tecnologia VR è stato cruciale per il raggiungimento dell’obiettivo. Sono già stati realizzati in Italia video a 360°, ma per lo più statici o frutto di montaggi minimali. In questo caso, invece, abbi amo per la prima volta dato corpo a uno story telling differente, totalizzante”.

Eleonora Arrigoni, Coordinatore Marketing di Scott Sports Italia afferma,“Siamo lieti di aver partecipato a questo progetto con i nuovi modelli bike Scott Gambler 720. Come azienda, Scott Sport è da sempre attent a alle novità e ai nuovi trend ; pertanto, non potevamo che partecipare con entusiasmo a “FUNride” Mottolino VR Movie Experience”.

Marco Rocca, Amministratore Delegato di Mottolino SpA, dichiara,“Bik e Park di Mottolino è il nostro tentativo di rimanere sempre attuali in un mondo, come la montagna, non più concepita solo in inverno ma sempre più richiesta anche in estate, soprattutto dai giovani. E quale modo migliore di parlare ai giovani se non con un video, facile da veicolare sui social?”.

La realizzazione di “FUNride” Mottolino VR Movie Experience è frutto del lavoro di una crew di ben sei persone per un’intera settimana e successivamente di dieci professionisti per la post produzione dello short movie per due mesi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Un nuovo vocabolario in 3 volumi: il progetto della nuova collaborazione Treccani e JWT

- # # # # #

Un nuovo vocabolario in 3 volumi: il progetto della nuova collaborazione Treccani e J. W. Thompson

La collaborazione tra J. Walter Thompson e Treccani parte con il progetto dedicato al nuovo vocabolario in 3 volumi.
“Treccani è senza dubbio uno dei marchi più preziosi del nostro panorama nazionale” ha raccontato Giuseppe Salinari, General Manager J. Walter Thompson Italia. “È per noi al contempo un grande onore e una grande responsabilità lavorare per aggiungere valore a questa fondamentale istituzione culturale del paese. Come agenzia ci stiamo specializzando nel supportare i brand tradizionali a vivere in maniera proficua questo intenso momento storico di trasformazione. Con i nostri planner siamo già al lavoro per far sì che a questo primo piccolo passo, segua un lungo percorso di collaborazione con l’Istituto: cercheremo di supportare con la massima concentrazione il grande lavoro iniziato dal dottor Bray per far sì che Treccani continui ad essere un punto di riferimento imprescindibile anche per le future generazioni di italiani”.

L’idea di campagna si basa sul fatto che ci si trova spesso in situazioni nelle quali le persone ci giudicano ancora prima di conoscerci. Sapersi esprimere al meglio ci consente di dimostrare chi siamo davvero. La lingua italiana è ricca di parole dal suono e dal significato straordinario. Per questo Treccani ci invita ad arricchire sempre di più il nostro vocabolario, per essere sempre più fieri di quel bene prezioso per il paese che è la lingua italiana. La programmazione si articola sul web e in TV. Lo spot è in onda da domenica 18 settembre con due soggetti di 60”.

 

Credits:
Agenzia: J. Walter Thompon Roma
Direttore Creativo Esecutivo: Flavio Mainoli
Creativi: Antonio Codina – Massimiliano Traschitti
Producer: Valeria Della Valle
Account: Elisabetta Zauli
Cdp: Think|Cattleya

articoli correlati

AZIENDE

Un progetto per mettere in contatto giovani e lavoratori: nasce “The Questions” di Adecco

- # # # # #

Un dialogo diretto attraverso strumenti innovativi fatto dalle domande e curiosità di ragazzi e studenti e di risposte da parte di tre giovani ambassador inseriti in importanti aziende con una storia e suggerimenti da condividere. Questo il cuore del progetto “The Questions”, ideato e realizzato da Adecco, a cui è possibile accedere attraverso la pagina Facebook ufficiale di Adecco Italia e il sito ambassadors.adecco.it.
Adecco ha coinvolto tre giovani ambassador che ha supportato nell’inserimento in azienda – Fiorella, Luca e Federico – e che fino al 23 dicembre saranno a disposizione, anche attraverso eventi dedicati, di tutti i ragazzi per rispondere a domande e curiosità sul mondo del lavoro. Tra coloro che faranno una domanda, inoltre, saranno estratti tre fortunati vincitori che si aggiudicheranno un Work Kit del valore complessivo di 600 euro l’uno.
“Una delle difficoltà che spesso riscontriamo nei giovani che si affacciano al mondo del lavoro” commenta Andrea Malacrida, Amministratore Delegato Adecco Italia, “è quella di trovare un interlocutore credibile e diretto che non proponga falsi miti sulla propria futura carriera e con il quale ci si possa sentire liberi di chiarire dubbi e curiosità. Per questo è nato “The Questions” un servizio che vuole essere una ulteriore opportunità che Adecco ha scelto di dare ai giovani e che si affianca ai programmi dedicati alla formazione, alla ricerca di lavoro da parte di candidati e aziende e alla costruzione di una propria strada professionale”
“The Questions” rientra nel progetto #diamolavoroalleambizioni, grazie al quale Adecco si impegna creare 100mila nuovi posti di lavoro con le aziende partner ha avviato nel 2015 1400 attività formative nelle scuole superiori.

articoli correlati

AZIENDE

Tena lancia il suo nuovo dedicato al mondo femminile: nasce Dedicato a me

- # # # # #

Curiose, informate, attente al proprio benessere: sono tutte le donne di Dedicato a me, il nuovo progetto di TENA, che lancia un sito web interamente dedicato alle donne.

Femminile nella sua grafica e nei suoi contenuti, è il nuovo spazio pensato per offrire di più a tutte le donne che vogliono vivere appieno la loro vita e godere di ogni attimo. È una finestra aperta su curiosità, insicurezze e dubbi delle donne nelle fasi più importanti della loro vita; nei momenti in cui conoscere il proprio corpo e la propria salute, fisica e mentale, si rivela fondamentale per poter mantenere l’energia e la passione che da sempre caratterizzano l’universo femminile. Contenuti informativi affidabili su benessere e salute, consigli di bellezza e alimentazione, suggerimenti sulla vita di coppia e anche spunti sulle questioni “più scomode” di cui le donne faticano a parlare ma che influenzano la loro quotidianità: dalla menopausa, all’incontinenza, fino all’intimità con il partner.
Una delle principali tematiche trattate in dedicatoame.it riguarda un elemento fondamentale per la salute delle donne a partire dalla menopausa: il pavimento pelvico e quindi la cura di questa muscolatura per prevenire future complicazioni, come perdite urinarie, prolassi, mal di schiena, fastidi durante i rapporti sessuali. Sono anche a disposizione video tutorial personalizzati che illustrano gli esercizi da effettuare. Questi e molti altri sono i temi affrontati in modo chiaro ed esaustivo con approfondimenti nelle sette sezioni del sito: pavimento pelvico, vivere la menopausa, psicologia, il mio benessere, bellezza, sesso e sensualità, stare in forma. Uno spazio immediato e pratico che può diventare punto di riferimento di tutte quelle donne che non hanno paura di essere se stesse in ogni situazione, e che vogliono continuare ad essere attive e determinate e prendersi cura di sé. Uno spazio dedicato appunto!
“Dedicato a me è il nostro modo per aprire un dialogo diretto con le nostre consumatrici, anche più mature, spronandole a trovare un momento per se stesse, come sottolinea il nome stesso del sito.” spiega Michela Marabini, Marketing Manager di TENA. “Con dedicatoame.it abbiamo scelto un modo per essere ancora più vicino alle donne e, soprattutto, alla loro quotidianità. Aiuti pratici e contenuti più calati sulla vita di tutti i giorni ci permettono di rispondere più concretamente alle
esigenze delle donne.” E Dedicato a me riserva moltissimi vantaggi esclusivi a tutte le donne che si registrano a TENA Punti Fedeltà: un programma completamente nuovo, che permette a ciascuna di accedere a un’area totalmente riservata, accumulare punti e beneficiare di grandi sconti sui prodotti TENA Lady, ricevere premi, accedere a contenuti speciali e ad altre sorprese. Come guadagnare più punti per ottenere più vantaggi? È semplicissimo. Basta acquistare un prodotto TENA Lady e inserire il codice che si trova all’interno delle confezioni nell’apposita area riservata di TENA Punti Fedeltà, rispondere alle domande del mese e partecipare a tante altre iniziative. Da sempre leader nel settore dell’incontinenza, TENA va oltre la semplice offerta di prodotti specifici per ridurre al minimo l’impatto delle perdite urinarie sulla vita quotidiana e… ti dà di più! Un di più fatto di momenti dedicati, attenzioni e gratificazioni speciali che valorizzano le donne e le rendono sempre più protagoniste.

articoli correlati

AZIENDE

#passionjobtechweek: Randstad offre una settimana nel mondo del lavoro a giovani talenti

- # # # # #

In Italia le aziende faticano a reperire giovani con adeguate competenze tecniche-tecnologiche, che (nonostante le buone opportunità di impiego) restano scarse tra le figure di età compresa tra i 18-25 anni. Per contribuire a colmare questo disallineamento, Randstad, lancia all’interno del progetto Youth@Work l’iniziativa #passionjobtechweek, il progetto che valorizza la passione per il lavoro in ambito tecnico e seleziona i migliori giovani talenti per una settimana di full immersion nel mondo del lavoro.
Randstad, secondo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, chiede ai ragazzi fra i 18 e i 25 anni con titolo di studio e/o esperienza di lavoro in ambito tecnico, tecnologico, scientifico o matematico di raccontare attraverso un video la passione per i loro studi o lavoro. I 20 giovani talenti più creativi selezionati da un apposito gruppo di esperti avranno l’opportunità di vivere una settimana di training nel mondo del lavoro (dal 26 al 30 ottobre) attraverso sessioni di orientamento e formazione, esperienze all’interno di realtà dell’azienda e simulazione di colloqui, con l’obiettivo dell’inserimento nell’impresa dei loro sogni. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 settembre attraverso il portale https://www.randstad.it/passionjobtechweek per i giovani tra i 18-25 anni con titolo di studio e/o esperienze di lavoro in ambito tecnico, tecnologico, scientifico, matematico.
I partecipanti devono inviare a Randstad il cv e un video in cui raccontano la passione per il loro lavoro e/o i loro studi nell’ambito di riferimento, senza limiti alla fantasia e alla creatività. La settimana Un gruppo di professionisti visionerà le candidature pervenute e definirà i 20 finalisti sulla base di criteri di originalità/creatività, stile comunicativo e passione espressa nel video e nella presentazione del curriculum vitae. I migliori giovani talenti selezionati avranno così l’opportunità di partecipare alla #passionjobtechweek che si svolgerà a Milano dal 26 al 30 ottobre 2015.
Il programma della settimana di full immersion nel mondo del lavoro prevede visite agli stabilimenti produttivi di importanti realtà aziendali, incontri one to one con responsabili aziendali, informazioni su come gestire in modo efficace la presenza professionale sui social network e un evento di chiusura allo Juventus Stadium, dove i ragazzi potranno incontrare altre aziende e visitare lo stadio e il museo.

“Oggi è particolarmente importante valorizzare agli occhi dei giovani le professionalità tecnicotecnologiche, le più ricercate dal mercato del lavoro ma ancora troppo difficili da reperire tra chi esce dal sistema scolastico” afferma Patrizia Origoni, Marketing Manager Randstad Italia. “Per questo invitiamo i giovani italiani a raccontarci la loro passione per il lavoro in ambito tecnico. E diamo l’opportunità a 20 giovani talenti di vivere una settimana di immersione completa nel lavoro, per aiutarli a coltivare la loro passione. Aiutare i 3,3 milioni di giovani italiani Neet inattivi che non studiano e non lavorano a impegnarsi in un percorso di formazione o di training al lavoro è uno dei nostri obiettivi. Per questo motivo, oltre alla quotidiana attività di formazione, somministrazione, ricerca e selezione di personale, lo scorso anno abbiamo eseguito attività di orientamento a circa 6.500 giovani delle scuole superiori, e università italiane”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

CityLife si racconta nel suo nuovo sito Internet, realizzato da Develon

- # # # # #

Residenze di design e uniche nel loro genere, il grande parco pubblico ed il campo pratica di Golf, eco-sostenibilità e un quartiere interamente pedonale, un Business & Shopping District in costruzione e, tra poche settimane, il Prato Fiorito in collaborazione con Orticola. Il nuovo sito www.city-life.it, ha lo scopo di raccontare CityLife con gli occhi e le parole di chi vive l’area nel suo quotidiano.

Il nuovo sito è in versione completamente rinnovata, con una nuova veste grafica e funzionalità aggiuntive. La nuova navigazione “touch oriented” è molto più intuitiva e veloce per l’utente. Sono stati inseriti nuovi contenuti foto, video, social per seguire da vicino gli avanzamenti quotidiani dei lavori e tutti gli eventi che riguardano CityLife, Milano.

Il sito www.city-life.it è stato realizzato da Develon, società specializzata in strategie multicanale e integrazione fra comunicazione tradizionale, siti web e applicazioni mobile. I contenuti del nuovo sito sono ora proposti in ottica molto più intuitiva e dinamica, con un’attenzione particolare all’integrazione dei contenuti social per dare forma a mosaico di informazioni a misura di utente.

articoli correlati

MEDIA

Nasce Valledeisegni.it, il nuovo progetto digitale nato per promuovere la Valle Camonica

- # # # # #

Valledeisegni.it è un’innovativa piattaforma cross-mediale nata con l’intento di promuovere il patrimonio della Valle Camonica attraverso un modello inedito di fruizione culturale, che rappresenta un caso unico nell’ambito della comunicazione turistica perché consente ai potenziali visitatori di vivere online un’esperienza suggestiva e appassionante.
Sono stati la natura stessa del luogo, il suo passato millenario, le sue rocce che per prime hanno visto la comparsa di segni umani a costituire la premessa fondamentale del progetto: dar vita a uno spazio digitale che racconti la storia della Valle Camonica e sia allo stesso tempo capace di raccogliere nuove storie, attraverso la partecipazione diretta degli utenti. Costruire una dimensione virtuale dove i segni millenari tracciati dai Camuni si trasformino nei segni moderni lasciati sulla pietra contemporanea del web.
E ancora, offrire un affascinante viaggio virtuale che sia la prima, imprescindibile tappa verso quello reale. Navigando su Valledeisegni.it ognuno ha infatti la possibilità di creare un proprio itinerario di viaggio. Non si parte però dalla scelta consapevole dei luoghi o dei paesi che si intende visitare.
Seguendo le orme degli antichi Camuni, il punto di partenza di questo straordinario viaggio online è proprio la creazione di un segno personale, come una vera incisione contemporanea.
Mentre immagini astratte e simboliche scorrono sullo schermo, accompagnate da un sottofondo di suoni naturali fortemente evocativi, l’utente, guidato solo dal proprio istinto, sceglie le figure più vicine al proprio sentire, in un suggestivo percorso che termina con la definizione di un segno. Un segno unico e personale cui corrispondono, online, curiosità, mete e storie sulla Valle. Sarà poi quello stesso segno ad accompagnare il viaggiatore anche nel suo itinerario in loco, attraverso proposte turistiche personalizzate, in continuità con l’esperienza virtuale.
Grazie a un attento lavoro di recupero e di storytelling, la piattaforma è stata creata per mettere a disposizione degli utenti una serie di contenuti in costante evoluzione che hanno la capacità di immergerci nell’atmosfera della Valle, alla scoperta delle sue tante ricchezze: le incisioni rupestri, certo, ma anche i paesaggi naturali, l’enogastronomia, le tradizioni artigianali, la cultura… un intero patrimonio di segni, dunque, narrati attraverso la partecipazione degli abitanti del luogo e restituiti con sorprendente naturalezza così da regalare una nuova visione di quell’antico territorio da cui in fondo tutti proveniamo.
Dopo questa esperienza, allora, visitare la Valle Camonica, sarà come tornare a casa: ripercorrere le strade dove tutto ha avuto inizio, riscoprire quei luoghi svelati dalla vivida lente del web.
Non a caso il claim del progetto, presente anche nella segnaletica sul territorio, è: Bentornato.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A Milano con outfit easy glam: Marella accoglie gli ospiti di Expo 2015 con un nuovo sito

- # # # # #

Marella propone un progetto digitale per dare un benvenuto speciale ai visitatori di Expo Milano 2015. Chi si collegherà al minisito expo2015.marella.com potrà creare il proprio outfit Marella, selezionando fra i numerosi accessori e capi di abbigliamento della collezione, tra cui le t-shirt Mood for Food, i 6 modelli in limited edition disegnati da Annalisa Beghelli per il brand in occasione di Expo.

Una volta creato il proprio look, l’utente potrà scegliere il momento della giornata perfetto e scoprire la location milanese ideale per indossarlo. Outfit e location saranno infine abbinati ad una tipica gestualità italiana, per orientarsi, socializzare, fare shopping in modo ironico e divertente.

articoli correlati

AZIENDE

Al via la prima edizione di MYllennium Award, per premiare i migliori progetti under 30

- # # # # #

Sarà il 30 maggio la data di scadenza del MYllenium Award per l’invio di progetti legati al mondo di Saggistica, Startup, Giornalismo d’inchiesta, ​New Job e Architettura. Questi i focus dedicati agli under 30, la cosiddetta Generazione Y, legati a nuove opportunità di lavoro in termini di creatività e innovazione. Questa la prima edizione del contest promosso dal Gruppo Barletta in memoria del suo fondatore, Raffaele Barletta, e dedicato ai “Millennials”, con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze dei giovani nati tra gli anni Ottanta e i primi anni Duemila. Le candidature potranno pervenire attraverso il sito dedicato dove sarà pubblicato il 15 giugno l’elenco dei finalisti nelle diverse sezioni. La cerimonia di premiazione, all’interno della quale verranno proclamati i vincitori, avrà poi luogo l’8 luglio a Roma, presso il Chiostro del Bramante.

Un’iniziativa non convenzionale che intende fornire contributi concreti, tra cui premi in denaro, posti di lavoro, pubblicazioni: in pratica uno strumento con cui l’imprenditoria italiana mira ad investire sulla futura classe dirigente con un’azione concreta rivolta a settori diversi. Cinque sono le sezioni in cui è articolato il Premio: Saggistica (MY Book), con la premiazione di nove saggi su “Economia”, “Europa” e “Lavoro”; Startup (MY Startup), con la premiazione di due imprese o progetti di impresa ad alto contenuto tecnologico; Giornalismo d’Inchiesta (MY Reportage), con la premiazione di tre video inchieste sulle eccellenze italiane; Nuove opportunità di lavoro (MY Job), con l’assegnazione di otto stage in aziende italiane e internazionali e quattro master presso Bologna Business School; Architettura (MY City), con la premiazione e la realizzazione di un progetto di arredo urbano nella città di Latina.

A valutare i progetti saranno un Comitato Tecnico-Scientifico composto da personalità scelte per l’esperienza e la riconosciuta autorevolezza fra i membri della comunità accademica e scientifica, dell’economia, dell’industria, delle istituzioni e della società civile. Per la sezione MyBook, la giuria è composta da Matteo Caroli, direttore del Centro di ricerche internazionali sull’innovazione sociale, LUISS Guido Carli, Giuseppe Coppola, notaio, Michel Martone, professore di Diritto del Lavoro Università degli Studi di Teramo, Lucia Serena Rossi, professore di Diritto dell’Unione Europea Università degli Studi di Bologna, Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri. Per la sezione MyStartup, i giurati sono Paolo Barberis, consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, Luca De Biase, direttore Nòva24 Il Sole 24 Ore e presidente Centro Studi ImparaDigitale, Laura Mirabella, managing director uFirst, Riccardo Pozzoli, CEO The Blonde Salad-Chiara Ferragni. I giurati della sezione MyReportage sono Barbara Carfagna, giornalista Tg1, Federico Garimberti, giornalista Ansa, Stella Pende, giornalista Mediaset, Gaia Tortora, giornalista La7. Per la sezione MyJob la giuria è composta da Max Bergami, Dean Bologna Business School, Antonio De Napoli, presidente Associazione ItaliaCamp, Mauro Loy, Marketing manager Methos, Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri. La sezione MyCity vede in giuria Giuseppe Bonifazi, direttore Ce.R.S.I.Te.S., Sapienza Università di Roma, Giovanni Di Giorgi, sindaco di Latina, Giorgio Ialongo, consigliere Comune di Latina, Lorenzo Le Donne, dirigente Servizio Grandi Opere e Lavori Pubblici Comune di Latina, Carlo Maggini, architetto, docente di Storia, critica e metodologia Quasar Design University, Salvatore Torreggian, imprenditore.

Accanto al Comitato Tecnico-Scientifico, il Comitato d’Onore composto da autorevoli personalità istituzionali, accademiche e diplomatiche, da rappresentanti dell’industria e del mondo bancario italiani. Membri del Comitato d’Onore sono Umberto Vattani, presidente Venice International University, Andrea Monorchio, professore di Contabilità di Stato Università degli Studi di Siena, già Ragioniere Generale dello Stato, Paolo Barletta, amministratore delegato Gruppo Barletta S.p.a., Bernabò Bocca, senatore della Repubblica e imprenditore, Alberto Bombassei, presidente Brembo, Ernesto Carbone, parlamentare della Repubblica, Paolo Del Brocco, amministratore delegato Rai Cinema, Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore Sapienza Università di Roma, Francesco Starace, amministratore delegato Enel, Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri.

articoli correlati

AZIENDE

Obiettivo: fare rete. Logotel affianca Miniconf nel progetto PartnerLab

- # # # # #

Ha preso il via da poche settimane il progetto PartnerLab, a favore del canale multimarca di Miniconf. Il progetto, attualmente in fase di test, è stato ideato e realizzato dalla service design company Logotel per conto appunto di Miniconf, azienda italiana specializzata nell’abbigliamento per bambini, forte di 45 negozi monomarca in Italia e di circa 60 negozi e shop in shop all’estero. PartnerLab è un portale digitale dove vengono raccolti e veicolati servizi, corsi di formazione, contenuti e strumenti. Ma è anche una community dove è possibile condividere riflessioni, esperienze e suggerimenti: un canale di comunicazione privilegiato per Miniconf e i propri partner, dove il flusso di informazioni non si sviluppa solo in senso verticale, ma anche e soprattutto in direzione orizzontale.

La piattaforma PartnerLab si articola su alcuni macro-temi, tra i quali la comunicazione esterna (online e offline), la comunicazione in store, il visual merchandising, l’imprenditorialità e la gestione del punto vendita. Sono inoltre previsti approfondimenti legati alle tendenze e scenari di mercato. Il ruolo svolto da Logotel è stato quello di accompagnare l’azienda nella formazione per accompagnare i partner verso il cambiamento, nel design per progettare, dare forma e raccontare l’innovazione ed infine nella creazione della business e social community per ingaggiare e coinvolgere le persone in processi di apprendimento, scambio e sviluppo.

Attraverso PartnerLab, Miniconf si pone l’obiettivo di migliorare il presidio e il supporto di questo specifico canale e creare una “formula di business” ad esso dedicata, che si basa sulla creazione di una rete il più possibile “agile, connessa e vicina all’azienda”. “Il nostro mercato di riferimento è cambiato in maniera profonda – ha spiegato Giovanni Basagni, Presidente di Miniconf SpA – il mutamento più rilevante è legato al consumatore e al suo modello di consumo, che si è evoluto in maniera molto rapida. L’obiettivo di PartnerLab è quindi quello di far fronte a questo cambiamento, facendo rete e sinergia per elevare il livello di competenze necessarie oggi per affrontare il mercato.”

“Del resto oggi lavoriamo in un contesto liquido, nel quale i confini si confondono – ha precisato Cristina Favini, Strategist e Manager of Design of Logotel – dalla competizione siamo passati alla ipercompetizione, non si parla più di analogico e digitale, ma di modalità ibride. In questo nuovo contesto i contenuti e la vendita si stanno trasformando. Come può un singolo titolare di un punto vendita gestire una tale complessità? Per trovare aiuto e acquisire nuove competenze un’azienda deve imparare a “fare rete”. Questa è la sfida che ha davanti a se Miniconf: aiutare i propri partner a diventare e ad essere rete. Del resto le persone non sono isole, al contrario sono strutturalmente aperte alle relazioni, di conseguenza se vengono inserite in una rete possono collaborare per fronteggiare le sfide che il cambiamento del mondo di oggi richiede.”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Cameo lancia il progetto ‘Fai i tuoi dolci con cameo e Paneangeli’, a cura di Sinergie

- # # # # #

cameo, tra i più noti marchi nel settore alimentare, ha realizzato assieme a Paneangeli il progetto ‘Fai i tuoi dolci con cameo e Paneangeli’. Da gennaio a marzo hanno preso vita in diversi punti vendita della Gdo numerose attività per vivere un’esperienza interattiva con il pubblico.

Coinvolte in contemporanea le città di Modena, Grugliasco, Ferrara e Lecco. All’interno dei punti vendita sono state allestite delle aree brandizzate, ricreando un’accogliente casa dove poter scoprire i prodotti. Uno spazio che ha permesso di costruire valore intorno alle brand ed incrementare l’engagement con le persone. Sinergie ha curato tutta organizzazione, sviluppando con successo l’intero progetto. Particolarità dei corner, la possibilità di cambiarne l’aspetto in base alle tematiche stagionali e promozionali, offrendo cosi sempre nuovi spunti di coinvolgimento.

Contenuti multimediali e attività di animazione fra le leve che hanno incentivato la partecipazione. Per gli adulti è stato possibile conoscere trucchi e segreti di torte e dolci, lasciandosi ispirare e consigliare dai pasticceri presenti durante le dimostrazioni live, mentre per i più piccoli foto con sagome a tema, truccabimbi, gadget e giochi interattivi per sentirsi a casa. Un format strutturato e dinamico, dove oltre 75.000 persone hanno “fatto ingresso” nel mondo cameo e Paneangeli, lasciandosi deliziare dalla qualità dei prodotti e coinvolgere dalla magia che un dolce condiviso è in grado di creare.

articoli correlati