AZIENDE

Nascono i We Are Social Studios, nuova divisione dedicata alla produzione di contenuti

- # # #

we are social studios

Nasce la nuova divisione di We Are Social dedicata alla produzione di contenuto: i We Are Social Studios svilupperanno le migliori soluzioni – foto, audio e video, ma anche nuove tecnologie come AI, AR, VR – interpretando la costante evoluzione del linguaggio creativo e delle modalità di fruizione dei contenuti. La divisione dialogherà con il team creativo interno e con l’ecosistema dei partner esterni per offrire contenuti che siano rilevanti per le persone, in linea con la visione creativa dell’agenzia: ideas powered by people. I We Are Social Studios vengono lanciati oggi negli uffici di Milano, Londra, Parigi, Berlino e Monaco, ed è prevista l’espansione anche negli altri mercati in cui opera l’agenzia.

“I We Are Social Studios sono frutto dell’approccio social alla comunicazione e dell’orientamento creativo che ci caratterizzano. Il nostro team che si occupa di produzione si è sviluppato negli anni con un obiettivo fondamentale: ideare e proporre contenuto che le persone vogliano condividere, con cui vogliano interagire e di cui vogliano sentirsi parte. Per questo scopo, è stato importante ridurre la distanza tra chi pensa il contenuto, chi lo produce e chi lo distribuisce. Solo in questo modo, secondo noi, è possibile realizzare contenuti rilevanti per le persone”, commentano Gabriele Cucinella, Stefano Maggi e Ottavio Nava, CEO We Are Social.

“Conoscere canali e device utilizzati per la fruizione dei contenuti influenza sempre di più la creatività, che può nascere anche da uno spunto visivo o dall’interpretazione alternativa dei formati più diffusi”, continua Daniele Piazza, Creative Production Director We Are Social. “La produzione creativa si sta progressivamente allontanando dalle modalità classiche della pubblicità. Sono cambiate le dimensioni delle produzioni, ma non solo. Soprattutto online si sono trasformati sia i linguaggi che la fruizione. Le modalità produttive devono quindi farsi ‘smart’. Servono contenuti veloci, dove la velocità di fruizione va di pari passo alla reattività della produzione e la necessaria tempestività della pubblicazione”. In Italia, il lancio di We Are Social Studios si completerà nei prossimi mesi con l’ampliamento delle facility produttive della sede milanese dell’agenzia.

articoli correlati

AZIENDE

Volkswagen e la produzione del futuro, tra digitale e ecosostenibilità

- # # # # #

Futuro Volkswagen

Digitalizzazione, guida autonoma e mobilità elettrica trasformeranno radicalmente non solo le automobili ma anche la loro produzione. Nuove tecnologie e nuovi trend aprono a nuovi orizzonti; tutto diventerà più digitale e più connesso. All’interno del Gruppo Volkswagen, l’organizzazione della produzione sta compiendo uno sforzo congiunto per prepararsi a queste sfide. Sulla base della strategia di produzione del Gruppo, le Marche e gli stabilimenti si stanno preparando insieme per la trasformazione e per proseguire con il processo di innovazione all’interno del Gruppo. Un esempio è l’incontro annuale del team Digital Factory del Gruppo, dove più di 400 esperti si scambiano informazioni e opinioni sui sistemi di produzione del futuro.

Holger Heyn, Responsabile delle Tecnologie Future della Produzione, ha affermato: “Vogliamo connettere persone, Marche e macchinari in modo intelligente all’interno del Gruppo, con l’obiettivo di dare forma alla produzione del futuro insieme”. La strada da percorrere è indicata dai quattro pilastri: strutture di lavoro orientate al futuro, maggiore efficienza, processi intelligenti e una rete di produzione versatile. “La digitalizzazione e le tecnologie innovative avranno un ruolo particolarmente importante in quanto offrono un potenziale considerevole per una maggiore efficienza, connessione e sostenibilità”, ha spiegato Heyn. Il reparto Produzione del Gruppo combinerà le forze e il potenziale dalle Marche e sfrutterà le sinergie risultanti per migliorare la competitività e la futura sostenibilità dell’intero Gruppo.

Un esempio di collaborazione sulla digitalizzazione trasversale è il Digital Factory Team, nel quale esperti da dieci Marche e 18 Paesi presentano ai loro colleghi gli ultimi risultati nel campo della pianificazione, produzione, IT, sviluppo, qualità, acquisti e risorse umane. Frank Jelich, Responsabile del Digital Factory Team di Volkswagen, ha affermato: “Soluzioni digitali per la pianificazione di un nuovo stabilimento o di una nuova linea di produzione sono da tempo un argomento chiave per noi. Durante la 18esima Digital Factory Conference del Gruppo, ci siamo occupati principalmente di processi di connessione ancora più serrati e sull’utilizzo delle ultimissime innovazioni per i nostri Collaboratori. Beneficeremo della stretta collaborazione fra i nostri migliori esperti”.

articoli correlati

MEDIA

Dplay Original: ha il via il nuovo brand di Discovery Italia dedicato alle produzioni originali

- # # # # #

Nasce Dplay Original, brand di Discovery Italia dedicato alle produzioni originali

Discovery Italia inaugura Dplay Original, un brand che racchiude le produzioni nate esclusivamente per Dplay, il servizio OTT gratuito lanciato lo scorso anno.

Un progetto ampio che si arricchirà costantemente e sottolinea l’impegno di Discovery nel dar vita a contenuti pensati, ideati e realizzati per una fruizione on demand e in mobilità. Dplay infatti si può vedere su qualunque device (pc, mac, tablet, smartphone) sul sito it.dplay.com e sui dispositivi mobile anche scaricando la specifica app gratuita (App Store e Google Play).
Un brand che, come dice il nome stesso, significa originalità, creatività e innovazione:  tre delle principali qualità che caratterizzano i contenuti targati Discovery. Una proposta che si rivolge sia al pubblico che segue i canali televisivi del Gruppo ma punta a conquistare anche nuovi target.

Dplay Original rappresenta un’opportunità per Discovery anche per ampliare la propria offerta di contenuti aprendosi anche a nuovi generi, come la comicità. Per farlo Discovery ha identificato in Niente un partner ideale nell’ideazione, realizzazione e distribuzione di questi contenuti.

Niente è una realtà nuova, nata dalla collaborazione tra Zerostudios e ITV Movie, che si pone come obiettivo quello di produrre e distribuire, attraverso la piattaforma www.niente.tv, che debutterà il mese prossimo, contenuti comici di formati diversi, prevalentemente destinati al web, attraverso la collaborazione di autori televisivi di grande esperienza con giovani youtuber e noti personaggi del piccolo schermo.
Già adesso è online, sul nuovo canale Niente tv del bouquet Dplay, il primo episodio della serie: “Eities – Ottanta mi dà tanto”, primo prodotto realizzato da questa collaborazione. La serie si compone di 8 puntate che vedono protagonista Geppi Cucciari in un viaggio a ritroso negli anni ’80 per cambiare il futuro. Ospite fissa, l’attrice Valentina Lodovini nei panni di Concy, segretaria tuttofare dell’emittente locale Telenaviglio. Guest del primo episodio, Fabio Volo.
In arrivo le altre serie, realizzate da Dplay Original in collaborazione con Niente, dopo “Eities – Ottanta mi dà tanto”,  una firmata dal “Terzo segreto di Satira” che rilegge in chiave satirica le biografie dei personaggi politici e, ultimo in ordine di debutto, Fabio Volo con una web serie inedita.

Dal lancio (avvenuto nel giugno 2015) a fine febbraio 2016, Dplay, la piattaforma gratuita del gruppo Discovery Italia ha registrato 8.2 milioni di utenti unici per un totale di 21.3 milioni di visualizzazioni, con un tempo medio speso per singola visualizzazione pari a 18 minuti.

articoli correlati