BRAND STRATEGY

Pantene lancia la campagna #stophairshaming con Chiara Ferragni e 4 testimonial d’eccezione

- # # # # # # # # #

Pantene

Pantene lancia la campagna #stophairshaming per incoraggiare ogni donna a sentirsi fiera dei propri capelli e a liberarne la loro forza contro ogni tipo di pregiudizio o etichetta.

Il disagio che nasce dal sentirsi condizionati dai propri capelli è paura del giudizio degli altri, è paura di essere etichettati e di essere vittime di Hair Shaming. Non fa notizia, ma è a tutti gli effetti una forma di bullismo che invece di colpire la forma fisica delle persone, si riferisce al modo di portare i capelli. È meno considerata rispetto al body shaming, ma ha gli stessi effetti perché impedisce alle persone di apparire per quello che sono, ed è meno considerata perché fa talmente parte della nostra mentalità e cultura da non essere neanche notato dai più.

In linea con gli sforzi di Procter & Gamble, decisa a fare la sua parte nel combattere ogni tipo di stereotipo, Pantene vuole dunque celebrare i capelli delle 3,5 miliardi di donne che abitano il nostro pianeta, rendendo omaggio alla loro forza che risiede proprio nella meravigliosa diversità dei loro capelli. Vuole parlare a quelle 9 donne su 10 che non sono soddisfatte e vorrebbero avere un’altra tipologia di capelli e dir loro che hanno il diritto di sentirsi libere di mostrare al mondo il loro lato migliore, i loro capelli.

Insieme a Chiara Ferragni, brand ambassador, hanno aderito alla campagna anche Chiara Scelsi, Bellamy Okot, Ludovica Bizzaglia e Paola Marella, diventando testimonial per Pantene con le loro esperienze e storie, per affermare l’importanza di accettarsi, di trasformare il negativo in positivo ed essere sempre fiere di sé stesse.

5 testimonial, 5 profili di capelli: biondo, curly, afro, rosso e grigio. 5 donne e le loro storie autentiche di hair shaming e trasformazione. Ad accompagnare ognuna di loro nel processo di Hair Transformation verso una capigliatura sana e forte, la linea completa di balsami Pantene in grado di trattare le peculiarità dei capelli grazie a formule che danno forza, non appesantiscono e offrono lucentezza e morbidezza.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Viakal al fianco di UNICEF con la campagna “Fai brillare la tua solidarietà”

- # # # #

Unicef - Viakal

Circa 2,1 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso ad acqua pulita e oltre 700 bambini muoiono, ogni giorno, per le scarse condizioni igienico-sanitarie. Una situazione gravissima per cui l’UNICEF, Fondo dell’Onu per l’infanzia, è in prima linea da sempre. Una battaglia sostenuta anche da Viakal, la marca di anticalcare di Procter & Gamble, che supporta l’UNICEF con la campagna “Fai brillare la tua solidarietà”.

Sul web, volto dell’iniziativa di solidarietà nonché testimonial di Viakal è Nicola Savino, protagonista del video di sensibilizzazione online sulla pagina Facebook del brand. L’obiettivo è raggiungere quante più persone possibili ricordando l’importanza di un consumo corretto dell’acqua, privo di sprechi e sostenibile, con l’attivazione di un’azione concreta di supporto alla missione dell’UNICEF. Ogni volta che il video sarà condiviso su Facebook, fino al 31 ottobre 2018, saranno donati 10 litri di acqua purificata all’UNICEF.

 

 

“L’acqua è un bene prezioso, in alcune parti del mondo ancora di più: non sprecarla. Fai brillare la tua solidarietà. Condividi questo video. Per ogni condivisione, saranno donati 10 litri di acqua purificata”, è il messaggio di Savino nel video.

Inoltre, fino al 31 dicembre, nei punti vendita della Grande Distribuzione, Viakal donerà a UNICEF 100 litri di acqua purificata per ogni prodotto Viakal acquistato.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Procter & Gamble presenta il video in occasione dei Giochi Olimpici di Pyongchang 2018

- # # #

Procter & Gamble

A meno di 100 giorni dalla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018, Procter & Gamble presenta “Amore oltre i pregiudizi”, la più recente versione dell’iniziativa “Grazie di cuore, Mamma”.

Il video “Amore Oltre i Pregiudizi”, diretto da Alma Har’el (“Bombay Beach” e “LoveTrue”) racconta come potrebbe essere il mondo se tutti ci guardassimo con gli occhi di una mamma.

Le scene mostrano come le battaglie contro i pregiudizi che gli atleti incontrano nella vita quotidiana, sono varie come le discipline in cui si misurano: la ragazza di una cultura in cui l’essere donna è in contrasto con la competizione , il ragazzo che sogna di gareggiare in uno sport che i genitori, di modeste condizioni economiche, faticano a permettersi o bambini di diverse razze, religioni e orientamenti sessuali che guardano gli sport che amano e non si vedono rappresentati da nessuno che viva come loro.

“Amore Oltre i Pregiudizi” andrà in onda online nella versione completa di 60 secondi ed in televisione nel formato di 30 secondi, in più di 20 paesi nel mondo.

“Attraverso la partnership con il Movimento Olimpico intendiamo unire la missione di P&G di essere vicino alle persone – migliorandone la qualità della vita attraverso i nostri prodotti. con lo spirito dei Giochi Olimpici di costruire un mondo migliore per mezzo dello sport. Oggi siamo entusiasti di presentare “Amore Oltre i Pregiudizi” il nuovo video legato all’iniziativa Grazie di cuore mamma” che è parte dell’impegno di P&G di fare leva su filmati pubblicitari per accendere i riflettori su importanti questioni come in questo caso, i pregiudizi. Un approccio che già da tempo abbiamo adottato e che include altre campagne globali come “Like a Girl” di Always, “We See Equal”, “Share the loads” di Ariel o “Touch of Care” di Vicks su temi di rilevanza sociale come i pregiudizi di genere o di orientamento sessuale”, ha dichiarato Barbara Del Neri, Direttore Corporate Marketing Procter & Gamble Sud Europa.

I video realizzati da P&G per le precedenti edizioni dei Giochi Olimpici (“Best Job”, “Pick Them Back Up” e “Strong”), sono tra i più visti di sempre tra quelli prodotti in occasione dei Giochi Olimpici.

“Da Dash fino a Pantene e Oral B, le nostre marche sono da sempre accanto alle mamme e alle famiglie. Quando osserviamo la determinazione, l’impegno e il coraggio che spingono un atleta fino ai Giochi Olimpici, non possiamo dimenticare la mamma e attraverso di lei la famiglia, che ha contribuito in modo determinante a sostenere i ragazzi, dando loro amore incondizionato e vedendo in loro solo il potenziale che potevano esprimere”, ha ricordato Barbara Del Neri.

Un recente sondaggio condotto dal Comitato Olimpico Internazionale per conto di P&G e che ha coinvolto gli atleti di tutto il mondo ha rilevato che:
– Il 55% ha subito un pregiudizio o si è sentito giudicato durante la crescita
– Più della metà (53%) hanno risposto che la loro mamma era il loro più forte sostenitore di fronte ai pregiudizi
– Quasi tutti (99%) sentono che ciò che li ha aiutati a diventare atleti olimpici è stato il sostegno delle loro mamme che hanno creduto in loro

Per realizzare “Amore Oltre i Pregiudizi” P&G si è ispirata alle storie vere di atleti il cui percorso sportivo e personale riflettono da vicino i contenuti del video:

Michelle Kwan, USA – atleta olimpica 1998 & 2002, 2x Medaglia Olimpica, la cui famiglia ha attraversato difficoltà economiche per sostenere il suo sogno dei Giochi Olimpici
Zahra Lari, UAE – tre volte campionessa nazionale, prima pattinatrice di figura degli Emirati a competere a livello internazionale
Mathilde Petitjean, Togo – atleta olimpica 2014, prima sciatrice di sci di fondo olimpico a rappresentare un Paese dell’Africa Occidentale
Carina Vogt, Germania – atleta olimpica 2014, prima medaglia d’oro olimpica nel salto con gli sci femminile

“In P&G, ogni giorno aspiriamo a creare un mondo migliore – un mondo libero dai pregiudizi, con pari rappresentanza, uguale voce e pari opportunità. Quando il mondo è più paritario, la società è migliore e questo porta alla crescita economica. Sfortunatamente l’uguaglianza è limitata dai pregiudizi. Noi siamo consapevoli di poter usare la nostra voce attraverso le campagne pubblicitarie per essere una forza verso il progresso e per accendere una luce sui pregiudizi che limitano il potenziale umano. Desideriamo promuovere una discussione aperta, influenzare gli atteggiamenti e cambiare i comportamenti in meglio”, ha dichiarato Marc Pritchard, Global Brand Officer di P&G.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

P&G apre la Family Home ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Cerimonia d’apertura con la ginnasta Nadia Comaneci

- # # # # # # # #

Family Home

Procter & Gamble, Partner Globale dei Giochi Olimpici Rio 2016, ha aperto ufficialmente la P&G Family Home, la “casa lontano da casa”, un luogo confortevole nel quale le famiglie degli atleti potranno rilassarsi, seguire le gare e ricevere “coccole” di bellezza quali acconciature, make up, rasatura, grazie alle marche P&G tra le quali Pantene, Olaz, Gillette, Head&Shoulder e altre ancora.

A fare da padrona di casa la ginnasta cinque volte Medaglia d’Oro e Ambasciatrice di Tide Pods Nadia Comaneci che, durante la cerimonia d’apertura, ha accolto ufficialmente le mamme degli atleti olimpici provenienti da tutto il mondo, tra i quali Stati Uniti, Paesi Bassi, Italia, Spagna, Francia, Grecia, Ucraina, Polonia e il Paese ospitante, Brasile.

Presenti oggi nella P&G Family Home Lorena Boccaletti (Italia) mamma di Gregorio Paltrinieri, Iryna Khlarlan (Ukraina) mamma di Olga Kharlan (Scherma), Francisca Troyano (Spagna) mamma di Mireia Belmonte (Nuoto), Marie-Pierre Riner (Francia) mamma di Teddy Riner (Judo), Bridget Taylor (Irlanda) mamma di Katie Taylor (Boxe), Trijnette Deemter (Olanda) mamma di Ranomi Kromowidjojo (Nuoto), Sofia Botsiu (Grecia) mamma di Eleftherios Petrounias (Ginnastica Artistica), Grazyna Kawecka (Polonia) mamma di Radoslaw Kawecki (Nuoto), Roseane Zanetti (Brasile) mamma di Arthur Zanetti (Ginnastica Artistica), Rosemeri Vilella (Brasile) mamma di Thiago Pereira (Nuoto) e Maria José Bednarczuk mamma di Agatha Bednarczuk (Beach Volley).

Nadia Comaneci è la prima ginnasta al mondo ad aver conseguito il punteggio di 10 nella sua specialità e durante la cerimonia di apertura ha raccontato alle mamme degli atleti come il suo straordinario risultato abbia non solo ridefinito la ginnastica come sport, ma anche elevato le aspettative delle donne atlete di tutto il mondo, un sentimento che dimostra anche in qualità di ambasciatrice del marchio Tide Pods, nella campagna “Evolution of power”.

Durante l’evento è stata presentata anche un’esibizione del recente film lanciato da Gillette, “Perfect isn’t Pretty” – che rivela le dure e spesso trascurate, sfide che gli atleti incontrano ogni giorno per raggiungere la perfezione. Ashton Eaton, atleta Americano Medaglia d’Oro Olimpica (Decathlon) e uno dei protagonista del film, ha affermato: “Perfect isn’t Pretty dà onore al duro lavoro che noi atleti facciamo ogni giorno per raggiungere la perfezione – non solo nel risultato finale, ma nello sforzo che mettiamo dall’inizio alla fine di ogni gara. Sono inoltre grato a P&G che si prenderà cura di mia mamma qui alla P&G Family Home durante la mia esperienza a Rio 2016”.

“Siamo molto onorati di essere qui a Rio con la P&G Family Home, dove le nostre marche supportano e sono d’aiuto agli atleti, le loro mamme e famiglie durante il soggiorno ai Giochi Olimpici Rio 2016”, afferma Phil Duncan, Global Design Officer di P&G. “Il ruolo che le famiglie svolgono ogni giorno nel sostenere la vita di un atleta non è mai celebrato abbastanza, per questo siamo qui per dire loro “Grazie.” Lo facciamo non solo attraverso trattamenti per la cura della bellezza e della persona, ma diamo loro tutto il confort di una “casa lontano da casa”, incluso il servizio lavanderia e un luogo dove rilassarsi ed assistere alle gare.”

In qualità di Sponsor Fiero di Sostenere tutte le Mamme, P&G ospiterà gli atleti e le loro famiglie di tutto il mondo alla P&G Family Home durante l’intero periodo dei Giochi Olimpici Rio 2016, fino alla Cerimonia di chiusura.

La campagna “Grazie di cuore, Mamma” è stata lanciata nel mese di aprile attraverso “Strong” – Il film segue il percorso di quattro mamme e dei loro figli verso i Giochi Olimpici, mostrando i momenti, nei quali la forza delle quattro mamme ha fatto la differenza, fino al momento in cui ogni figlio dimostra la propria forza e il proprio coraggio sul più grande palcoscenico del mondo, quello dei Giochi Olimpici.

Nel corso dei Giochi Olimpici attraverso l’inziativa “Sogni d’oro” ogni volta che un’atleta italiano o una squadra riuscirà a coronare il sogno, vincendo una medaglia d’oro, Procter & Gamble donerà a Make-a-Wish® Italia Onlus la possibilità di realizzare il desiderio di un bambino affetto da gravi patologie. Inoltre con “Operazione Rio”, fino al 30 settembre 2016, per ogni 20 euro di prodotti P&G acquistati i consumatori potranno richiedere un kit da viaggio di prodotti di bellezza e un carnet di buoni sconto del valore complessivo di 10 euro utilizzabili per i successivi acquisti di prodotti P&G.

Nei punti vendita Coop Alleanza 3.0 e Coop Consorzio Nord Ovest, per lo stesso periodo di validità, P&G sosterrà Make-A-Wish® Italia Onlus attivando una donazione in denaro destinata alla realizzazione di un desiderio di un bambino gravemente malato della propria regione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La nuova campagna Dixan sfrutta la decisione dell’AGCM contro la pubblicità comparativa Dash. Firma TBWA

- # # # # # #

Parte oggi la campagna stampa Dixan che porta all’attenzione dei consumatori il recente pronunciamento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in merito alla correttezza degli spot pubblicitari diffusi da Procter & Gamble fin dai primi mesi del 2013. Tali spot, aventi come claim “un misurino di Dash smacchia come un misurino e mezzo del principale concorrente”, sono stati giudicati ingannevoli dall’Autorità, in quanto inducono erroneamente a ritenere che il detersivo pubblicizzato abbia un’efficacia superiore rispetto al prodotto comparato.

La campagna di Henkel a tutela del proprio marchio Dixan evidenzia le conclusioni a cui l’Autorità è giunta nel corso del procedimento: le prove di laboratorio confermano che, sulla maggior parte delle macchie testate, l’efficacia di lavaggio dei due detersivi è sostanzialmente analoga, pertanto la comunicazione in esame contiene “dichiarazioni non vere circa le caratteristiche, le quantità e i risultati conseguibili con il prodotto pubblicizzato”. L’Autorità ha vietato la diffusione o la continuazione della campagna, commisurando a Procter & Gamble anche una sanzione amministrativa pecuniaria (procedimento PS 8911 del 18/09/2013, www.agcm.it).

La campagna Henkel apparirà sui principali quotidiani nazionali e regionali, sui maggiori settimanali destinati al pubblico femminile, nonché su alcuni mensili rivolti alla grande distribuzione. La campagna è stata curata dall’agenzia TBWA, mentre la pianificazione media è stata seguita da MEC.

articoli correlati